[FILM] Vacanze di Natale: 35 anni dal primo cinepanettone!


Quest'anno sono 35 anni per Vacanze di Natale, commedia italiana che ha avuto l'onore (ma spesso più l'onere) di aver aperto al genere dei cinepanettoni.
Sebbene in molti schifino a prescindere -praticamente aprioristicamente- questo titolo, è bene spenderci due parole: Vacanze di Natale dei fratelli Vanzina è un brand diverso dai vari Natali a/sul/in che si sono susseguiti negli anni.


Il marchio Vacanze di Natale, che conta 5 film fino al 2011 (ossia l'originale, il '90, il '91, il '95 e Vacanze di Natale a Cortina) è davvero più una commedia all'italiana "nuovo stile" ma senza trashate, sebbene abbia fatto da modello per ciò che è arrivato nel mezzo.
Non è un caso che l'ultimo titolo della saga non ebbe il successo sperato proprio perché lontano dai canoni volgari/stupidi a cui il pubblico si era abituato da anni coi cinepanettoni.

Dunque creatore di un genere, di una moda, ma anche lontano da ciò che si ritiene questo genere sia.
Vacanze di Natale è la storia di un gruppo di italiani in ferie sulle Dolomiti.
Italiani dei primi anni '80, con tutto ciò che ne consegue.
I proletari borgatari contro gli arricchiti pariolini, scontro ideale sebbene i figli delle coppie siano amici di stadio. E un Grazie Roma ci sta sempre bene.
I benestanti signori settentrionali che si ritrovano a Cortina.
Un'americana bella ma insoddisfatta della sua relazione amorosa.
Uno spiantato animatore sempre a caccia di donne.


Vacanze di Natale riuscì a mescolare (e tenere saldamente uniti) una marea di personaggi diversi, dando spazio a tutti.
Forse anche grazie a battute centrate, molte delle quali rimaste nella storia.
Un cast ricco, anzi ricchissimo, a volte praticamente in mutande (ci si spoglia anche qui, eh) costituito da Claudio Amendola, Christian De Sica, Karina Huff, Stefania Sandrelli, Guido Nicheli, Gerry Calà, Antonella Interlenghi e altri che ritroveremo -o avevamo già visto- nelle precedenti pellicole vanziniane.


Vacanze di Natale ospita anche i mattatori della tradizione precedente: se ad esempio Alberto Sordi la farà da padrone nel terzo capitolo, questo primo episodio è tutto per Mario Brega, Franca Scagnetti e Riccardo Garrone.
La presenza di Licinia Lentini e Moana Pozzi chiude la rassegna di nomi coinvolti nella pellicola.

Vacanze di Natale è un film leggero e divertente, ingiustamente considerato spazzatura solo perché è, di fatto, il primo cinepanettone della storia.
Vacanze di Natale è un film tipicamente italiano e tipicamente anni '80: anche solo per rivivere mode, usi, costumi, slogan, slang e musica dell'epoca (QUI) val la pena di (ri)vederlo!
Tanti auguri!

42 commenti:

  1. Ok, ma è pur sempre un film targato Vanzina, Moz…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, mica hanno la peste! 😂
      I Vanzina bannh firmato grandi commedie di generazione anni '80! 💪

      Moz-

      Elimina
  2. Capita a fagiolo questo post,
    perché ho rivisto in questi giorni Vacanze di Natale '91 e '95, che pure sono di due registi diversi, Oldoini e Parenti.
    Di Oldoini apprezzo più anni '90, che peraltro è un film a episodi. Il suo vacanze di Natale è diverso dal cinepanettoni: è solo un film che annoia, complessivamente (anche se Sordi è sempre Sordi, il suo compito lo fa).
    Il problema di questi cinepanettoni non è la qualità degli intermezzi comici (suvvia, non è peccato ridere di una scoreggia o di Boldi nudo che si vede infilare tra le gambe un manganello da un poliziotto), quanto il complesso: un insieme di sketch che sono legati da una trama abbastanza risibile.
    Ricky e Barabba per dire non ha una comicità di lusso, ma funziona bene perchè ha una trama più costruita (poi va beh, Pozzetto è 100 volte superiore a Boldi).
    Ci sta quindi un film leggero e divertente, purché abbia un po' di "base".
    E' un po' quanto avvenuto per Fantozzi. Dai primi capolavori agli ultimi film, una serie di sketch rivisti legati da trame risibili...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pozzetto tutta la vita. Tutti i film. Fantozzi non mi è mai piaciuto.
      I Vanzina vederli o non vederli non ti cambia niente^^
      Però fanno parte anch'essi del cinema italiano.

      Elimina
    2. Infondo l'italia che disegnavano non era lontana da quella reale o perfino quella odierna.

      Elimina
    3. Infatti i primi film di Fantozzi erano risate (amare) sull'Italia dell'epoca (i cui vizi sono ancora presenti nell'Italia di oggi).
      I film di Vanzina sono molto caricaturali, ma spesso eccedono.
      Poi uno Yuppies invece riesce a risultare più strutturato e meno caricaturale, ma ripeto, queste sono mie impressioni.

      Elimina
    4. Ricky e Barabba lo riguardo ogni volta che lo fanno in tv anche se lo so a memoria perché ci sono di quelle battute che mi fanno scompisciare ogni volta .. "è un poeta dialettale, amico di Bob Dylan.."

      Elimina
    5. Io ad esempio amo: Ricky e Barabba, Yuppies, Vacanze di Natale, Vacanze in America, Sapore di Mare 1 e 2 ecc...
      Non scordiamo Selvaggi, Tifosi, Fratelli d'Italia, Simpatici e Anticipatici (stupendo!)... film che non sono né trash né male.

      Moz-

      Elimina
  3. Io non schifo a prescindere i cinepanettoni, schifo a prescindere Massimo Boldi e la ripetitività di certi format. Questo film lo vidi anche...
    Fa tristezza avvicinarsi a un multisala in questo periodo e vedere puntualmente, come proposta italiana, l'immancabile commedia con Boldi e/o De Sica e/o Salemme e/o attrici più belle che brave... E non mi riconosco in quel tipo di pubblico: al cinema voglio spendere soldi per prodotti differenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Boldi qui non c'era... e non c'è nemmeno in Vacanze di Natale 2011 (molto valido, quel film).
      A Natale le proposte sono tante, al cinema, ma ci sta che facciano film di commedia (anche di bassa lega)...

      Moz-

      Elimina
  4. Questo l'ho sempre trovato molto divertente, e anche di questo so molte battute a memoria

    RispondiElimina
  5. Film leggeri per distende un po' i nervi e poi si ride e questo è bellissimo.
    sinforosa

    RispondiElimina
  6. Non amo i cinepanettone, ma sono stata felice della recente riconciliazione di Boldi e De Sica. Più che altro a livello umano che cinematografico. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io.
      E secondo me han fatto anche un buon film^^

      Moz-

      Elimina
  7. Non sono tra i fans dei cinepanettoni, ma non bisogna neanche demonizzarli, d'altronde una sana risata, fa sempre bene.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, specie se il film è bello e ben realizzato^^

      Moz-

      Elimina
  8. Non mi sono mai piaciuti molto. Sono un tradizionalista e resto legato a Totò, Macario e Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. In tempi più vicini mi hanno divertito parecchio Aldo, Giovanni e Giacomo e Checco Zalone. Tanti Auguri di Buon Natale e Buon Anno Nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zalone si, mi piace molto (specie perché dietro c'è Nunziante, mica cazzi). Il trio siciliano non mi ha mai strappato mezza risata...

      Moz-

      Elimina
  9. Mi cospargo il capo di cenere,... perdonatemi!!!!!!!!!!!!!!
    Non ne ho mai visto uno ahahhaahahahhaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi iniziare celebrando i 35 anni di questo!^^

      Moz-

      Elimina
  10. Magari mi dirai che vedere un film "impegnativo" è tutta un'altra cosa. Ma, impegnativo de che? Insomma, è per far ridere la gente che ci vuole impegno. Secondo me, divertire è un'arte molto difficile, sicuramente più che far piangere. Prendi "La corazzata Potemkin", per esempio, e dimmi se dopo 1 o 2 o 3 o 4 o 5 o 6 ore che sei seduto in sala (se non ti viene sonno), non pagheresti di nuovo il doppio biglietto, in lacrime, per poter uscire a prendere un po' d'aria fresca? ... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah assolutamente sì.
      Secondo me la questione è che ci sono quasi due blocchi: i film impegnati a tutti i costi (con gente che si autocostringe a vederli, soffrendo) e il disimpegno totale.
      Nel mezzo, il divertimento (ludico) di cui Vacanze di Natale e molti altri film commedia anni '80 e '90, sono portavoce.

      Moz-

      Elimina
  11. Lo vidi al cinema alla sua uscita.
    All'epoca ridevo con poco, ma mi piacque.

    RispondiElimina
  12. credo di non aver mai visto un "vacanze di natale"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai dai, trentacinque anni... da riscoprire^^

      Moz-

      Elimina
  13. io penso di non averne mai visto uno.....

    RispondiElimina
  14. Ciao Moz,i panettoni natalizi non gli ho,fortunosamente, mai visti,ne al cinema e nemmeno in tv.
    Ma del simpatico Vacanze di Natale 1 ho un buon ricordo.
    Ottima come sempre la tua recensione

    Ciao ,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :)
      Sì, Vacanze di Natale è un bel film, come tanti altri dell'epoca ma anche degli anni '90, cinepanettoni e non (prima della deriva trash)^^

      Moz-

      Elimina
  15. Lo sai già chi sono20 dic 2018, 14:22:00

    Sarà simpatico come film, magari se lo trovo lo vedo. Non è una priorità ma almeno non cambierò canale terrorizzata di vedere pattume xD
    Chissà se lo daranno questo Natale :) se sono in modalità relax e cazzeggio lo metto xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no, non lo daranno sotto queste Feste... mi pare non ci sia alcuna commedia similare, in programma.

      Moz-

      Elimina
  16. E' quello che dico io, efficaci e funzionali i primi, ma dopo solo puttanate..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Pare però che l'ultimissimo (che poi non è un cinepanettone tout-court) sia bello!

      Moz-

      Elimina
  17. Vacanze di Natale è l'unico "cinepanettone" che ho visto per intero e l'ho visto pure più volte. E' spassoso, leggero e brioso.
    Niente a che vedere con tutto ciò che negli anni ne è seguito... purtroppo il cinepanettoni poi sono scaduti nel trash e non fanno per me! Eppure al botteghino fanno ancora tanto successo... bah, forse la gente vuole evadere dalla realtà e si tuffa in quelle scemenze assurde?? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me alla lunga, poi, non hanno fatto più successo... tanto che da un po' non se ne vedono.
      L'ultima commedia Boldi/De Sica sta ricevendo un sacco di recensioni positive, sono incuriosito^^

      Moz-

      Elimina
    2. ...ti dovrebbe bastare il trailer... :(

      Elimina
    3. Alla fine non l'ho visto... :o

      Moz-

      Elimina
  18. Li aborro i cinepanettoni... hanno dato la stura anche alla degenerazioni di artisti validi, come i Verdone e gli Albanese, ad esempio, gente che faceva ridere onestamente, e si è sentita in dovere di dequalificarsi, visto e compreso che bastava poco per accontentare un grande pubblico di ignoranti... in fondo i cinepanettonisti non hanno colpe, hanno solo cavalcato l'onda di mediocrità sufficiente a fare soldi.
    Perché ammazzarsi con un prodotto di livello, quando bastano valanghe tette, e vaffanculi per far sganasciare l'utente mediobasso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che citi sono i cinepanettoni dei primi anni 2000, davvero pessimi e descritti da te in modo impeccabile.
      Certo già negli anni '90 ci fu una degenerazione progressiva...

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!