[TV] I Giocattoli e I Film della nostra infanzia, la recensione


Arrivato alla sua terza stagione, The Toys that made us (I Giocattoli della nostra infanzia, da noi) ha avuto anche uno spin-off anche abbastanza scontato, visto il successo del capostipite: The Movies that made us (I Film della nostra infanzia, of course).
Un'accoppiata, dunque, di minidocumentari (sui 45/50 minuti a episodio) che esplorano giochi e pellicole che ci hanno formato.
Sì, che hanno formato noi della generazione retronostalgica, quella che adora gli anni '80 e '90 ma anche i '70 e i '60 (anche perché, con certi titoli, si sconfina nel vintage).
Quattro episodi per ogni stagione, I Giocattoli e I Film della nostra infanzia sono serie che, disponibili su Netflix, hanno riscosso immediato successo.


I GIOCATTOLI DELLA NOSTRA INFANZIA

Tre stagioni (finora!) a partire dal 2017.
Dodici episodi disponibili, che trattano queste linee ludiche:
-Star Wars -Barbie -Masters of the Universe -G.I. Joe per la prima serie;
-Star Trek -Transformers -Lego -Hello Kitty per la seconda;
-Ninja Turtles -Power Rangers -Mio Mini Pony -Professional Wrestling per la terza.


Creati da Brian Volk-Weiss, questi documentari sono ben realizzati: grazie a interviste e materiale d'archivio, grazie a collezionisti e una spiegazione approfondita ma mai pesante (aiutata da una certa dose di ironia), I giocattoli della nostra infanzia ha saputo presto imporsi come prodotto di culto sulla piattaforma Netflix.
Va da sé che spesso, a parlare di giocattoli, si debba citare e mostrare anche altro, connesso al titolo preso in esame. E quindi non mancano clip e frammenti di cartoons, serie tv e eventi sportivi.
Così come non mancano anche interviste ad attori e autori originali.


I FILM DELLA NOSTRA INFANZIA


Nato nel novembre 2019, The Movies that made us riprende per filo e per segno il modello dello show originale e lo riadatta: non più giocattoli, ma film cult.
Si parte subito con un poker niente male, che cerca di restare in equilibrio proponendo (come per I Giocattoli) almeno un titolo più femminile.
I quattro episodi finora disponibili comprendono documentari su
-Dirty Dancing -Mamma, ho perso l'aereo -Ghostbusters -Trappola di cristallo (Die Hard)


Sempre creato e prodotto da Brian Volk-Weiss, replica lo schema (e il successo) della serie madre e anche qui troveremo approfondimenti, retrospettive e dettagli raccontati anche dai diretti interessati.
La storia di un film non è quasi mai una linea retta: tra proposte iniziali, piani saltati, cambiamenti, attori che vanno e che vengono, intuizioni felici e via dicendo, I film della nostra infanzia permette di riscoprire quei titoli che ci sono tanto cari.


E veniamo a noi: se per un retronostalgico la visione è d'obbligo, per chi vive il mondo della retromania sulla blogosfera molte cose potrebbero risultare anche già note.
Potrei elencarvi io stesso una manciata di blog che sviscerano film e linee di giocattoli in modo tanto approfondito da sembrare una puntata (ante litteram e da leggere) di questi show.
La confezione de I Giocattoli e I Film della nostra infanzia però è irresistibile, leggera e d'impatto.
Non potrete non amare ogni episodio e rimanere incollati allo schermo.

Cosa ci attende per il futuro?
Di certo mi aspetto (per i giocattoli) Thundercats, Ghostbusters, Filmation Ghostbusters, Popples, Bravestarr, Big Jim, Tanya e i Cabbage Patch Kids. Ma pure i giochi di società MB.
E, per i film, tutto quello che manca ancora, targato 80's-90s' (non finiranno più!).
Ma, vedrete -ricordatevi queste parole- nasceranno altre serie tratte dallo stesso format: vuoi non parlare dei videogiochi della nostra infanzia? Dei fumetti della nostra infanzia? Dei telefilm della nostra infanzia? Dei cartoni della nostra infaniza? Dell'infanzia della nostra infanzia?
Ne avremo per molto, molto tempo.

36 commenti:

  1. Ne sono dipendente, appena annunciano una nuova stagione su Netflix mi ci butto a pesce. L’episodio dedicato ai giocattoli di Star Wars ha messo in chiaro la qualità di questi mini documentari con testimonianze dirette, ma l’episodio sui Masters è un mezzo capolavoro, già solo per i racconti dei tanti padri di He-Man. Per mortivi puramente affettivi, i miei episodi preferiti restano quello sui G.I.Joe e quella sulla Tartarughe Ninja che è davvero bellissimo.

    Di conseguenza la serie gemella suoi film, non potevo perderla, poi visto che sono molto appassionato di storie produttive dei film, devo dire che molte informazioni sono delle repliche (la produzione di Ghostbusters è stata anche più travagliata di come è stata descritta, tutta la parte su John Candy è stata tagliata), ma resta una serie bellissima, l’episodio su “Mamma, ho perso l’aereo” è fantastico, ma il mio preferito sempre per motivi affettivi, resta “Trappola di cristallo”. Aspetto già la nuova stagione per entrambe le serie, ormai è dipendenza ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi riferivo anche a te, con la manciata di blog che fanno lo stesso lavoro, e da più tempo :)
      L'episodio su Die Hard è stupendo, se ci fosse stato anche Rickman sarebbe stato IL NON PLUS ULTRA.
      Comunque, devo dire che l'hanno pensata bene, perché funzionano e scorrono.

      Moz-

      Elimina
  2. Ciao! Non sapevo dell'esistenza di questa serie… effetto nostalgia assicurato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, ti consiglio di vederne qualche episodio, tra quelli coi soggetti che preferisci :)

      Moz-

      Elimina
  3. A volte i film nascono dai giocattoli e altre volte sono i giocattoli che prendono forma da un'idea cinematografica, ma sono pochi quelli degli uni o degli altri che vivono nel tempo, diventando icone di intrattenimento per diverse generazioni. Io ci aggiungerei i giurassici di Jurassic Park 🦖🦕 con cui ci si gioca da milioni di anni 😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti mi aspetto anche io Jurassic Park ma... per I film della nostra infanzia. Così come anche Harry Potter e Star Wars.
      Peraltro, tra i giocattoli, questi titoli sono stati citati come linee Lego^^

      Moz-

      Elimina
  4. Per i giocattoli è incredibile l’evoluzione che hanno avuto. È quasi impossibile raffrontare i vecchi giocattoli di legno o metallo con i supertecnologici personaggi di oggi.
    Felice giornata.
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli di oggi sono simili (se non uguali) a quelli creati dagli anni '80 in poi, ormai si sono standardizzati su quel livello (molto alto)^^

      Moz-

      Elimina
  5. Che belle queste cose nostalgiche,film e giocattoli!!!Quando sara il turno dei popples sarò presente!!!!Avevo anche un mio mini pony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, chissà se i Popples li faranno, era una mia supposizione.
      Ma i My Little Pony ci sono e puoi già vedere quella puntata^^

      Moz-

      Elimina
  6. Quando penso al rapporto tra cinema e giocattoli mi viene in mente Toy Story e... I tanti pupazzi che sono entrati in casa dopo quel film. Un salutone a te carissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, io penso che il boom dei giocattoli sia molto precendente, anche perché all'epoca di Toy Story c'era già la mania dei videogames...!

      Moz-

      Elimina
  7. Queste docu-serie per me sono una droga. Credo di essere tra i pochi ad aver visto più volte Com'è Fatto?. Queste due serie di cui parli sono (in parte) il motivo per cui ho continuato a rinnovare l'abbonamento a Netflix in questi mesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. E se non sono fessi, potrebbero continuare con simili programmi sulla scia retronostalgica! 🤩💪

      Moz-

      Elimina
  8. Giocattoli e film andavano di pari passo.

    RispondiElimina
  9. Punto a recuperarli, ma dovrei sacrificare altra roba che sto vedendo.
    In quest'epoca è un po' casino, c'è troppa roba in giro, ed io in generale più di un'ora e mezza o due non dedico mai a documentari, film o telefilm.
    Finisco quindi sempre con il procrastinare qualche serie che mi interessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco.
      Io li vedo a tempo perso, alla fine 40 minuti nei tempi morti si trovano... :)

      Moz-

      Elimina
  10. Quello sui giochi non so se lo guarderei, ma quello sui movies sì! Mi piace vedere i retroscena di come sono state girate le cose, anche perché veramente per fare un film ci vogliono una combinazione di fattori pazzesca. Basta che ti salti una cosa, che già il risultato finale cambia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, ma soprattutto il risultato arriva al solo combinarsi di certe questioni :)

      Moz-

      Elimina
  11. Che figo, non sapevo assolutamente dell'esistenza di questa serie :-D Se fosse ben fatta potrei decisamente valutarla :-D Quanti bei giocattoli che magari per ora mi son scordata e potrebbero venir fuori :) Già i film potrebbero riservare meno sorprese, secondo me :) ma chissà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente la storia di un giocattolo sa essere molto più strana, anche perché è collegata poi agli show (film, serie, cartoons...)^^

      Moz-

      Elimina
  12. Di questi ne ho sempre sentito parlare molto bene, prima o poi devo recuperarli!

    RispondiElimina
  13. Bello! Ma immagino che, per chi non abbia Netflix, sia praticamente impossibile riuscire a vederlo da qualche parte... (-_-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essendo un'esclusiva Netflix, sì, è solo lì...

      Moz-

      Elimina
  14. Conoscevo quello sui giocattoli (consigliatomi da mio cugino) ma non quello sui film. Ammetto che proprio gli argomenti trattati, che conosco piuttosto bene (e che, come sottolinei, molti di noi blogger trattiamo spesso), mi hanno spinto a rimandare ma prima o poi recupero. La retro-nostalgia non è mai troppa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però la confezione merita, anche perché può vantare cose come interviste ai diretti interessati. Recuperalo, non te ne pentiray!^^

      Moz-

      Elimina
  15. Gli Skifidoll, gli sbullonati, la mania per i Dinosauri... ce ne sarebbero di cose 🧡 Che infanzia meravigliosa abbiamo passato? xD Comunque non conoscevo la serie e la vedrò presto! È sempre interessante approfondire. Ciao Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh sullo Slime la potrebbero fare, assolutamente :)
      La nostra infanzia è stata TOP, null'altro da aggiungere!

      Moz-

      Elimina
  16. Non conoscevo questi minidocumentari, ma devono essere super interessanti soprattutto la prima stagione con le Barbie e Star Wars! 😊 Grazie per la recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, sì, anche quelli più "femminili" sono stati interessantissimi! :)

      Moz-

      Elimina
  17. Non ero a conoscenza di tutto ciò, maledetto Netflix che non ho..

    RispondiElimina
  18. ora so cosa guardare su netflix! io amavo pettinare i minipony!

    RispondiElimina

grazie per il tuo commento :)