°V lovvo trpp!!

"Ti vedo, hai tante cose da fare
e da dire: ma dove devi arrivare?
Sei dentro, ma stavi meglio di fuori..."
(Nuovi Rampanti, Litfiba 1999)

Gli sms, le chatroom e i social network sono delle cose che ci sembrano così assolutamente normali, al giorno d’oggi. Ma solo pensare, venti anni fa, che si potessero mandare messaggini coi telefonini che manco tutti ce li avevano, i telefonini, e chi ce li aveva si portava appresso praticamente la torretta della Sip…, era fantascienza.
Così come pensare, venti anni fa, che ci saremmo tenuti tutti in contatto tramite un computer, era fantascienza. Era fantascienza pensare a Msn, era fantascienza pensare a Skype, era fantascienza pensare ai blog, al Moz o’ Clock. Era fantascienza ma ora è realtà.
Era fantascienza pensare a Facebook e al fatto che moltissimi si sarebbero auto-schedati condividendo tutti i loro cazzi col resto del mondo. Era fantascienza, e ora (purtroppo?) è realtà.
Era fantascienza anche pensare che l’inglese sarebbe arrivato a tutti grazie alle nuove tecnologie. Ma era fantascienza anche pensare che la gente si sarebbe rincitrullita, e avrebbe disimparato l’italiano.
Ma è realtà.

Vi sarete imbattuti tutti in qualche scritta a lettere maiuscole e minuscole alternate, tipo qUEsTa QuI.
Vi sarete imbattuti tutti in qualcuno che commenta in tempo reale ciò che sta facendo in quel momento, tipo “che bello leggere Topolino sulla tazza del cesso!” o “coffi time” o “sto sollevando 5kg in più alla Pectoral Machine nella palestra più cool di Milano!”. E, siccome lo si fa scrivendo un “cinguettio” sull’I-phone, sicuramente esci storpiato nella muscolatura.
Vi sarete imbattuti anche in chi dice all’amico di FB che “è troppo bello mangiare la Sacher in pieno centro a Vienna” e l’amico di FB risponde “sottoscrivo, la Sacher che sto mangiando con te in pieno centro a Vienna, proprio in questo momento, è il top!”. Sacher. Suckers.
Vi sarete imbattuti in chi si fa le foto con la bocca a culo di gallina e le mette online. Pciù.
Poi vi sarete imbattuti anche in chi ha dei nickname stranissimi, tipo “mOz tHE tOKyOHoTeLLinO ’83”, oppureMOz TrUZZetTiNO FOrEveR”.
Vi sarete imbattuti anche in chi ha i nickname stranissimi scritti coi font stranissimi, tipo “m0z P3rm@£oSaMEnt3 uNi(o”. E quelli coi nickname stranissimi, coi font stranissimi, e con le frasi lunghissime, con evidenti errori grammaticali, tipo “MoZz3tTinO ’83 - $ta$era b0rDe££o M@xiMo! – Cè SOlo HoUsE mUSiç eN Mi c@BeZza! – t o vista eri trpp bllssima cn ql lombretto!”.
E anche quelli ke parlano kon le kappa al posto delle cì, abbreviando anke diverse parole, tipo “spero ke krepi kn tt le tue troie!”.

Sembrava impossibile, venti anni fa.
Eppure è realtà. Purtroppo è realtà.
vIV@ iL PrOGr3s$o!!

6 mi piace       2 non mi piace
condividi



21 commenti:

  1. Wow!:P 6 mi piace 2 non mi piace e nessun commento :P beh..Internet ha i suoi pregi e difetti..:D Tu hai elencato quasi tutti i difetti auahauah..tranquillo presto farò un post sui pregi di questo potente mezzo :P ovviamente concordo con i difetti..purtroppo molti miei amici si sono persi dietro a Facebook..sono entrati in labirinto perdendo il contatto con la vita reale..comunque ora per colpa dlel'inglese mi tocca tradurre la tesi!xD Non potevamo dominare il mondo con l'Italiano?!?uahauahau..:P cmq t o vist cn pe lù e nn m piac + uahauaha..;D a volte li ammazzerei..alcuni ancora non capisocno la distinzione tra o e ho..AHHHHHHH!nervi nervi nervi :O
    Ok, torno alla mia traduzione..what a bore!=)
    adiós =)
    Anas*

    RispondiElimina
  2. Miki un solo commento...Ti lovvo!

    Chiya

    RispondiElimina
  3. Apro con una breve parentesi.
    Dipende dall'uso che voi ne fate,
    dico voi perchè io non uso social-network.
    Chiudo.

    Che si continui pure a raccontarsi dettagli che non interessano a nessuno, ad iscriversi a gruppi come "Finchè non imparo a nuotare non entrerò mai in acqua", a farsi belli nelle fotografie da taggare, a ricercare compagni di classe che che non si cagano più dalle elementari, ad instaurare nuovi finti rapporti, competere sul numero di amicizie, a mostrare a tutti il vostro "superiore" gusto musicale, a curare il vostro orticello che non esiste..ecc..ecc..

    Zuckerberg, Dorsey e molti altri vi ringraziano, ma guardacaso dimenticano sempre di tener presente che per ogni account attivato loro guadagnano più
    e più bigliettoni, mentre voi?

    Non sono neanche invidioso del loro successo, credetemi, preferirei essere ricco, famoso, o riconosciuto come uomo di sport, o per avere scoperto un vaccino e debellare una malattia.

    RIP Vera Comunicazione
    04.02.2004 o forse anche prima.

    Ah a proposito, il mio contatto Facebook è..

    RispondiElimina
  4. pietruzzo(ma non truzzo)03 mar 2011, 14:42:00

    @sandrino:condivido pienamente quello che dici,purtroppo il problema social network io lo definisco come l'aids,una epidemia mondiale alla quale al momento non esiste nessuna cura definitiva. condividere la propria esistenza(spesso finta)con persone che uno manco conosce solo per dire "oh combà c'ho 239837675893030394984 "amici" su facebook" o per farsi "vedere" non ha alcun senso se non coltivare una finta stima da parte degli altri pingoni che stanno iscritti sopra a feisbuch.un altro problema che costringe(per così dire)alla dipendenza o tossicodipendenza da social netuorch è la grande prigrizia che hanno le persone, la non voglia di alzare il culone dal divano di casa per andare a cazzeggiare fuori come facevamo da bambini...sentirmi dire:" oh iscriviti a fb,che cazzo sei l'unico che non ce l'ha!"...mi fa venire i nervi...cazzo se non sono iscritto ci sarà un motivo!!! forse non mi va di essere bombardato da una massa di individui tutti uguali a cui piacciono le stesse cose e che fanno le stesse cagate..non voglio ammalarmi di questa nuova malattia! perciò a tutti voi che siete iscritti a un qualsisi fottutissimo SN: ANDATE AFFANCULO...grazie:)

    RispondiElimina
  5. Io credo che il post possa essere diviso in due parti: la sezione riguardante il fenomeno delle aggregazioni surrogate della vita reale partendo dal c6 a msn e i social network veri e propri.

    Io credo che si possa demonizzare un pò tutto ciò che non è "reale" che sa di inesistente e che quindi nasconde insidie.

    In parte è vero, nel senso che vivere rapporti esclusivamente virtuali è sicuramente ingannevole, si tende solo a idealizzare. Ma queste sono cose trite.

    Per quando riguarda i social network, anche la si può demonizzare, sicuramente più facilmente per via delle ragioni riportate dai commenti precedenti, ma in alcuni casi può essere utile.

    Io non ho FB, ma non per i motivi anti massa riportarti sopra, ma per ragioni molto più spicciole, anche se, fossi libero di farlo non lo farei perchè lo reputo inutile. Coloro che devo sentire li sento tramite vie meno pubbliche e in fin dei conti, ammettendo che uno si scherma al massimo contro i curiosoni che vogliono vedere i fatti tuoi per sparlare, si perderebbe l'essenza proprio del SOCIAL network, ergo vetrina della vita privata.

    In fin dei conti si può trovare il male ovunque, è ovvio che se si può evincere un impoverimento lessicale per far spazio ai font simpatici si può anche dire che in ottimi ristorante inn ci sono fighettini snob o gente ignorante.

    Però a me piace mangiare bene. Quindi non mi interessa troppo il contorno, così come non bado troppo a questo impoverimento mentale. Si tratta solo di un "nuovo" lido popolato da tante tipologie di persone(virtuali).

    In definitiva, tornando a FB, io credo abbia troppi difetti e pochi pregi, tra i quali conoscere gente che è oramai SOLO la e che ovviamente non è stupida o non meritevole o non bella.

    Quindi non posso condannarlo, è come la cocacola, la bevono tutti.

    RispondiElimina
  6. Afri-Cola, Amrat Cola, Arab Cola, Barr Cola, Ben Cola, Beuk Cola, Breizh Cola, Bubba Cola, Campa Cola, Canada Dry Cola, Check Cola, Chero-Cola, China Cola, Chtilà Cola, Classic Cola, Coca-Cola, Cola Coop, Cola Turka, Corsica Cola, Cricket Cola, Cuba Cola, Diet Rite Cola, Double Cola, El Che Cola- Evoca Cola, Elsass Cola, Faygo Cola, Feichang Cola - Freeway Cola, Frescolita, Fuji-Cola, Imazighen Cola, Inca Kola, Isaac Kola, Jolly Cola, Jolt Cola, Just Cola, Kitty Kola, Kofola, Kola Rea, Mecca-Cola, Milan Cola, Olvi Cola, One O One, OpenCola, Pepsi-Cola, Premium-cola, Qibla Cola, Red Bull Cola, Red Kola - R.C. Cola, Rola Cola, Sam's Choice Cola, Shasta Cola, Sinalco Cola, Sugar Cane Cola, Tab, Thums Up, TuKola, Ubuntu Cola, Ugarit Cola, Virgin Cola, Vita-Cola, Zam Zam Cola, Zelal Cola..

    Tu bevi "Coca Cola" semplicemente perchè è quella che va per la maggiore, fa tendenza, se ne parla di più ed è ovviamente più inculcata a livello mediatico.

    Magari "assaggiando" un'altra "cola" potrebbe piacerti quest'ultima. Non credi? Troppo facile uscirsene con "è come la CocaCola", ma daiiii!

    RispondiElimina
  7. Invece è facile perchè in questi casi anche le persone difficili sono facili(scusa il giro di parole).

    Conosco persone in gamba, anti conformisti e robe varie che sono schiave delle cose più mediatiche e/o commerciali.

    Io amo molto i Mc per esempio, non mi interessa se fanno ingrassare ecc, basta fare un ottimo allenamento.

    Comunque hai ragione, il paragone che ho fatto è improprio, perchè la coca cola è la migliore indiscutibilmente, a dispetto di pepsi(non me ne voglia chi la preferisce) o altre sottomarche, mentre FB può essere ottimamente sostituito senza calo di sapore.

    Perchè FB è solo un tramite, che ti fa arrivare al prodotto(cola).

    RispondiElimina
  8. Non ho capito come si clicca sul mi piace/non mi piace... bho,
    comunque io ho facebook,
    ho msn, in passato sono stato un assiduo frequentatore di chat/forum di varia natura.
    Non per questo uso quei nickname T@mArRy, metto foto con la bocca a culo di gallina ecc.

    Si deiventa schiavi del SN a secondo di come lo si utilizza.
    E "imho" ( =) ) si capisce che tipo sei proprio dall'uso che ne fai.

    Mi riferisco a chi spiettella TUTTO su facebook: date, numeri di telefono, email,
    chi scheda meticolosamente tutte le sue azioni giornaliere, pure il fatto stesso di essere su facebbok (una volta un tipo postò in bacheca: "sono su facebook" -_-),
    tutti gli errori grammaticali atroci che leggo sulle pagine di amici pluri-laureati, a link da tredicenni che postano adulti col doppio della mia età, a foto messe solo per fare rosicare non si sa chi, e cose del genere insomma...

    Io negli ultimi mesi sto usando internet sempre meno per altri motivi, ma le poche volte che enrto su fb (o msn), lo faccio giusto per farmi qualche risata vedendo i commenti ai video divertenti/musicali che posto, stop.
    Niente privacy invasa, niente foto sulla tazza del cesso, niente cacamenti di cazzo con le applicazioni (cancello e blocco tutto così da non avere spam).

    Insomma, è sbagliato usare facebook come vita parallela dove ci si sta 24h al giorno, ma è anche sbagliato demonizzarlo perchè la gente ne fa cattivo uso, cioè... saranno cazzi loro!
    Sta all'intelligenza di chi si iscrive non sbandierare le cose e poi lamentarsi che succedono bordelli.

    Detto ciò, visto che sono un utilizzatore (scarso) di SN, posso andare a fanculo :P

    RispondiElimina
  9. Che deficiente sono,
    pensavo ci fosse davvero la possibilità di cliccare su mi piace/non mi piace...
    :P

    RispondiElimina
  10. @tutti: innanzitutto scusate il ritardo con cui vi rispondo, e l'assenza... ma fino a ieri praticamente non sono mai stato a casa^^

    Comunque, rispondo in modo generale.
    Io non sono contro FB a priori.
    Sono contro l'uso che il 99% della gente ne fa.
    Voglio dire: è uno strumento, ogni strumento ha i suoi lati utili. Allora perchè usarlo per le futilità?

    Innanzitutto lo si usa per moda. Una moda cretina, a mio avviso.
    Poi, non sopporto chi ci scrive cosa sta facendo in questo momento, tipo "cacca time" "respiro time" "grattamento di palle time". Che senso ha?

    Condividere link... che senso ha?
    Ma davvero pensate che sono cose che restano? No, è la sagra dell'inutilità... dura tutto mezza giornata, finisce così, sarà dimenticato.

    Avere millemila amici. E poi non salutarne manco uno se lo vedi faccia a faccia per il corso.

    Dire da un terminale tascabile cosa stai facendo, e farsi ri-commentare la cosa da un amico. Che però, fisicamente, è di fianco a te.
    Che senso ha, se non il solo di mossismo con buona dose di cretina esaltazione, dire "che figata prendere il caffè con X a Piazza S. Marco, ammirando i canali della città!" e X che risponde "già, gustarsi questa tazzina di caffè che costa 5 euro con Y è il top del top!" ???
    Lo si fa per farsi vedere? Per far capire al resto del mondo che si fanno le cose "fighe"? O perchè, in fondo, forse, ci si sente futili come l'uso (improprio?) che se ne fa di Facebook?

    Moz-

    RispondiElimina
  11. Hai elencato praticamente tutti (e solo) i lati negativi di FB, quelli da gente "povera" (di spirito :P).

    Personalmente lo uso per 4 motivi in particolare:

    - essere aggiornato sugli eventi della mia città (live, serate e cose simili che prima passavano sottobanco e non ero a conosceza della loro esistenza)

    - essere informato sulle cose universitarie (danno le comunicazioni sul gruppo di FB dell'uni)

    - tenermi in contatto con gli amici/parenti di giù che sento ANCHE al tel. (ovviamente chi vedo/posso vedere di persona non lo cago su fb, se non per commentare qualche cazzata che ha scritto :P).

    - condividere video divertenti/musicali o di altri argomenti per parlarne con gente interessata

    RispondiElimina
  12. comunque oltre a quello che ho già detto,vorrei solo aggiungere che:
    il fenomeno social network,FB in particolare,contribiuscono alla scadente cultura che i giovani di oggi stanno acquisendo,si disimpara a scrivere(usando sti cazzo di segni strani,parole abbreviate e sgrammaticate)si disimpara a dialogare e ad avere rapporti sociali"normali"...es: in genere 2 persone che si incontrano si salutano,chiacchierano del più e del meno, si scambiano opinioni su qualsiasi cosa e così via..ora invece,mi capita di sentire i ragazzi che parlano di feisbuch ovunque ("oh hai visto oggi che link ho messo su FB,hai visto quanti commenti,mamma mia!compà di lusso")...si disimpara soprattutto a rivolgere i propri pensieri alla vita in generale,non ci si rende più conto di quello che succende intorno a noi(crisi economica,guerre e cazzi vari)...mah....comunque vorrei concludere dicendo(senza entrare in polemica) che non vuol dire nulla che se la maggior parte delle persone usa o consuma un prodotto/servizio quest'ultimo sia un qualcosa di "giusto" "o buono" o il "migliore"...soprattutto non si può dire:"ah tutti usano facebook!allora ora lo uso anche io!"

    @sandro:vedi che io ho qualcosa che ti appartiene,appena ci vediamo te la restituisco;)

    RispondiElimina
  13. @Arm:

    Arm li mortacci!! E' da una vita che non te se becca! ai oup iur duin uell!(giusto per restare nel pecoregno del post).

    Fatte sentì me raccomando.

    @Miki:

    Si è vero, alla fine FB è prevalentemente una moda, becera o superficiale ma tant'è, però come dicevo, concordo anche con quanto detto da Arm, cioè dai ragazzi non possiamo demonizzare una cosa che se usata correttamente può essere utile(anche se popolata quasi interamente da dementi).

    @Pietruzzo:

    cit: "...si disimpara soprattutto a rivolgere i propri pensieri alla vita in generale"

    Bè, io sono convinto che tutto ciò accadeva ben prima dell'avvento di FB.

    Le persone e i ragazzi che iniziano a guardare il mondo realmente e a rifletterci su sono pochi, e questo esula da FB o da altre cose. Le persone superficiali e stupide sono sempre esistite, quindi FB le accorpa. Chi nasce intelligente lo rimane, io ho questa convinzione.

    RispondiElimina
  14. Ciao Miki!
    Hai veramente ragione, io non riesco a scrivere con queste abbreviazioni, anche in msn se devo scrivere "comunque", invece di "cmq" preferisco scrivere per
    esteso, perchè non mi riesce proprio scrivere in quel modo.
    Che fine farà così l'italiano? Bella domanda. Una volta non si sapeva parlare e scrivere in italiano perchè se i nostri nonni frequentavano la quinta elementare era già una cosa (a pensare che la quinta elementare degli anni '50 equivaleva ad un diploma dei giorni d'oggi), mentre in futuro non sapremo ancora scrivere e parlare perchè abituati a FB - MSN ecc...ecc... (ho abbreviato su eccetera XD).!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  15. E poi nel 2011 ci sono rivoluzioni che si diffondono e si mantengono in vita tramite internet ed i social network. Le idee corrono veloci sul web.
    Forse è la seconda rivoluzione più importante dopo la stampa di Gutemberg.
    Facebook, twitter, foursquare, sono strumenti, e vanno usati nel modo che ogni persona trova utile per se stessa. Dopo tutto, quanti ragazzi vediamo fare i giri in macchina per ore e ore per fare i "fighetti"? Non è un modo stupido di usare uno strumento?
    Poi non dovete mai dimenticare di distinguere internet ed i social network, in particolare facebook. Poi riflettiamo su una cosa: l'Italia è il paese con in numero più alto di cellulari ed il paese dove facebook si è diffuso maggiormente nella popolazione come fenomeno sociale, qualcosa significherà? Forse siamo il popolo più sociare e con voglia di apparire del mondo?

    RispondiElimina
  16. @ in generale :)

    So bene che ci sono lati positivi in queste cose, e so benissimo che la Rete rappresenta una vera rivoluzione, e probabilmente ad oggi è una delle poche cose "libere" che ci sono...

    E' vero che ogni cosa deve essere usata al meglio (anche la tv la puoi subìre), e sono d'accordo sull'esempio dei fighetti in macchina.

    Ma almeno le macchine, forse, non ti insegnano a storpiare l'italiano. Al massimo i termini inglesi... :p

    Moz-

    RispondiElimina
  17. Ovviamente questo messaggio era scritto da uno smartphone, giusto per rimanere in tema

    RispondiElimina
  18. Tra l'altro i navigatori internettiani andrebbero sensibilizzati sulla libertà che esiste in rete, libertà che viene sempre più minacciata anche nei paesi cosiddetti "occidentali".
    Provate a cercare su google "neutralità della rete" o leggete qui http://it.wikipedia.org/wiki/Neutralit%C3%A0_della_Rete

    RispondiElimina
  19. @ Giangi: sì, è una libertà sempre più minacciata, e forse manco occorrerà arrivare ai sistemi dittatoriali, tipo censura sulla rete ecc ecc, che tanto la censura ci sarà sempre.
    Eppure, il Moz o' Clock sarà sempre libero, finchè non mi ammazzano.
    Sempre libero, anche di dire che l'80% di coloro che usano FB lo usa in modo cretino e sciocco (e modaiolo) XD

    Moz-

    RispondiElimina
  20. Questo articolo tocca anche la tua esperienza con la rete :-)
    http://www.letreporte.it/blog/2011/03/21/associazioni-2-0/

    RispondiElimina
  21. @ Giangi: thanks^^ Molto bello, ho commentato :)

    Moz-

    RispondiElimina