°E state meglio

"cerchiamo la gioia,
ma la gioia è dentro di noi
perchè è magica la verità
non è il contrario..."
(La Musica Fa, Litfiba 1994)

Sapete quando arriva davvero l'estate?
Come avevo già detto in passato, arriva quando i bar espongono i nuovi cartelloni dei gelati.
Arriva quando puoi uscire in t-shirt e pantaloncini; arriva quando puoi uscire coi capelli bagnati sperando di non avere la cervicale a quarantanni.
Arriva il 21 giugno, arriva un martedì, arriva oggi.

Oggi del 2008 mi ricordo che riaprì l'Acquapark e ci andai, incurante del fatto di avere un esame di lì a poco. Di solito non faccio mai cose "vacanziere" prima di finire gli esami, che invero non finiscono mai. Quel giorno c'era un tizio (non cito l'etnia perchè sennò dite che sono razzista) che puzzava come il colera e il suo tanfo nomade (ecco, l'ho detto) aveva invaso tutti gli acquascivolo.
Quello stesso giorno c'era un cacacazzo italianissimo (così non sono razzista) che non ci faceva prendere il sole perchè si divertiva a schizzarci con l'acqua. Spero lo abbiano schizzato in ben altro modo, e che magari l'abbia fatto qualche negrone (così non sono razzista proprio per niente e sto dalla parte dei negroni, ma anche di altri cocktails, dove "cock" sta per "cazzo" e "tail" per coda, perchè il cazzo dei neri è lungo come una coda).

Beh, comunque quella fu una bella estate. Davvero. All'Acquapark ci tornai altre due volte.
Quella dopo non fu una bella estate.
Quella dopo di quella dopo (ossia l'anno scorso) fu interessante ma senza Acquapark.
Questa qui (ossia quella iniziata oggi) è già partita, e l'agenda è già piena di roba, tra feste, tornei di calcetto e matrimoni.
Per inciso: non sono io che gioco a calcetto, sia chiaro. Come potrei prendere a calci una sfera nel 2011?
Ma sto facendo un'altra cosa, per la prima volta nella mia vita. E persino gratis.
Servo ai tavoli. Servo la gente che paga per mangiare. Servo arrosticini a tavolate di gente.
Servo.
Io, che sono nobile dentro, e sarò nobile anche se non avrò un centesimo, e sono principe-granduca-visconte anche senza alcun possedimento, io che sono sempre stato servito, e anche riverito, ora servo (a cosa?)
Ma senza riverire. Noblesse (d'animo) oblige.

Ah, dimenticavo i gelati: tutti quelli del 2011 sono giunti nei frigoriferi dei bar.
Il Super Blob, una salassata ogni volta, è buono e vale il prezzo del biglietto.
I Cornetti nuovi invece mi ricordano tanto i gelati della Bulgaria o dei paesi così (e ora dite di nuovo che sono razzista!), quelli che devono per forza metterci dentro milioni di gusti e che non sanno di niente.

Buona Estate, buon Solstizio.
Raccogliete in queste notti la legna per le vostre nuove bacchette magiche.

9 commenti:

  1. Questa Estate è piuttosto presuntuosa, mi chiede tre docce al giorno,sin dalle sue prime ore!
    O meglio due al dì, perchè "costruire" tesori può esser faticoso e richiede il sangue ( rosso tempera) ed il sudore ( quello vero) dei suoi corsari...
    ed una di notte, perchè dopo aver preparato il rancio, immersi in una nebbia che sa di arrosticini, per l' equipaggio che rincorre una palla, la doccia urge più del riposo!

    E prima dell' agoniata doccia tornare verso la macchina con i cani che ti seguono perchè hai lo stesso odore di una costoletta bipede non ha prezzo!
    E dopo l' agoniata doccia andare a dormire alle 2.30 con i capelli bagnati, fregandosene della cervicale a 50 anni non ha prezzo!

    E Signor Marchese, servire le viene piuttosto bene, con o senza riverenza! E si diverte anche!
    Ha ricevuto il plauso generale dei passanti, ed i commenti più gettonati sono stati " Ma allora Miki sa fare qualcosa che non sia cazzeggiare, scarabocchiare fumetti in ogni angolo scrivibile del globo ed imprecare!" e la sua immancabile risposta sarà " Io SO fare, quando voglio!" e non si sa perchè, ha deciso di volerlo proprio ora.
    Finiremo con il pensare che le piaccia anche il FARE, attento!!!:P

    Buona Estate al Gran Visconte Servitore ed a tutta la sua corte!

    RispondiElimina
  2. Ahahah altro che razzista, questo è un increscioso spaccato di vita vissuta e rovinata da improbabili individui non conformi alla normalità locale.(Io sono razzista ma nell'accezzione concreta del termine, non come i filo padani che lo sono senza reale cognizione di causa..noi siamo più nobili, colti e puliti di loro :)).

    Tralaltro non ci vedo nulla di male a giocare a calcetto, anzi io vorrei giocare, ma ahimè non riesco a trovare un gruppo di amici disponibili in questo periodo.

    Anche il servire, non è qualcosa di disdicevole poichè è irrilevante al valore finale di un individuo, valore misurabile dalla tua cerchia di amicizie.

    Se tu fossi una nullità, scevro da ogni nobiltà intellettuale e d'animo saresti amico solo di persone dementi, pertanto conformi al tuo livello.

    Il nobile in fin dei conti dovrebbe essere una persona che "vale" più di un altra, ma non solo per la condizione economica.

    Riguardo a "cosa servi" bè..senza volerlo, sei parte di qualcosa in modo multilaterale.

    Questo è in assoluto il Miki che prediligo e che professo come vero, cioè quello con la puzza (dei negri raminghi, nomadi o quel che sia) sotto il naso. :D

    RispondiElimina
  3. prima o poi verrò a vederti servire e mi farò servire xD ma sai già che potrei aver cambiato idea mentre ti scrivo ^^
    Lasagna

    RispondiElimina
  4. @Eliell: io già non ce la faccio più.
    Che poesia, comunque, nel descrivere gente che gioca a calcetto... una cosa così bassamente umana non richiedeva certo quel lirismo! :)

    Cmq io sono anche uno che FA, ovviamente se ve n'è necessità e voglia. Se devo fare, faccio, c'è poco da... fa' :)
    E' che sono più redditizio a star seduto, e molte volte è successo che abbia fatto più io così che persone che si sono agitate molto concludendo uguale o poco.
    La fatica pende sempre da una parte ;)

    @Tony: io sono razzista ma non verso le razze, diciamo che sono razzista verso certe categorie.
    Comunque, so che non c'è niente di male a giocare a calcetto, anzi, studi antropologici hanno dimostrato quanto sia innato nell'uomo (e questo fa di me un alieno... :p ) il tirar calci ad una sfera. Le tribù primitive, anche odierne, gonfia(va)no le budella di qualche animale a mò di palla e i bambini la calciano via.
    Ritengo appunto che sia una cosa molto cavernicola seppur genuina: il calciare la sfera significa calciare la Terra, il mondo dove ci si sente inadatti e si tira a zampate perchè non lo si sa reggere in mano, come fa invece Dio.
    Ahahaha :)

    @Agnese: se non venite alla festa mi fate arrabbiare.
    P.s. non uso il plurale come plurale maiestatis, intendo VOI tutti :)
    Comunque alla festa non è previsto il servizio tra i tavoli, pertanto la principessa delle lasagne si accontenterà ugualmente.

    Il Marchese Michele De' Moz Capuano

    RispondiElimina
  5. Estate 2011 per me significa rinascita, nuova vita! E' un'estate speciale per me, ricca di emozioni e intrattenimenti, già mi piace ed è iniziata ufficialmente solo da tre giorni, col solstizio o in termini tecnici il sole raggiunge lo zenit proprio in questi giorni nel tropico del Cancro, ed entra l'estate astrologica, ma questa è deformazione IMprofessionale!! XD

    A parte gli scherzi, gran bella estate che si presenta ricca d'ogni emozione, e se il buongiorno si vede dal mattino...

    Gran bel post Miki!

    Ispy

    RispondiElimina
  6. In verno stò meglio che in e state..

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Questa estate sarà diversa dalle altre..passo dai 10 ai 34 gradi..o.O ora dovrò attendere altri 15 giorni per poter rivedere il sole e godermi un altro tramonto ;D ..per quanto riguarda i gelati..qui l'Algida si chiama Lagnese, ma fa gelati strani>.< tipo..il dottor Zivago..non ho ancora visto il superblob!!!!!!!!grrrr...però quelli artigianali sono buoni..forse perchè ho trovato alcune gelaterie italiane xD uahauah
    un bacioneeee:*
    Anas*

    RispondiElimina