> misseri non deve morire

#NELSEGNODELGIALLO

TASSO DI VOLGARITA': 2%
TASSO DI RAZZISMO: 7%
TASSO DI CLASSISMO: 43%


L'avrete notato, c'è ormai un nuovo sottogenere nell'infotainment televisivo.
Dopotutto, delitti e crimini in Italia non mancano mai, ma se Chi l'ha visto? è ancora tv di servizio, l'attaccamento morboso al giallo e al nero (non inteso come cinese e africano, ma come categoria) sembra essere appannaggio degli schermi dell'ultimo decennio.
Un sistema voyeuristico, dove il pubblico -continuando un ideale percorso iniziato a mezzogiorno con Forum e proseguito coi programmi del pomeriggio- cerca di ergersi a giuria popolare proprio come accade in America. Premi A per l'assoluzione, premi B per la sedia elettrica.

Certo, le storie di sangue hanno sempre fatto presa sul telespettatore e sulla comunità. Il massacro del Circeo, il Mostro di Firenze e i compagni di merenda, i delitti delle Bestie di Satana, Erika & Omar un solo cuore per lo stesso segreto e via dicendo hanno riempito i palinsesti dall'alba dei tempi.
Ma poi accade che Mario Rossi, che voleva fare il poliziotto o il magistrato ed è finito a lavorare altrove, riscopra il desiderio di detection e, stanco dei marescialli rocca e dei commissari montalbano, investiga a modo suo sui casi che l'Italia gli propone.

E così si arriva al giallo di Cogne (che non è un cinese della Val D'Aosta ma un famoso caso di cronaca del 2002). Il pubblico si sostituisce ai Ris, il delitto appare davvero imperfetto, la giuria popolare e popolana si spacca in "è stata la mamma" e "non è stata la mamma". Tanto che quando la mamma viene arrestata quasi ti senti una merda perché pensi "e se davvero non fosse stata lei? Se davvero la casalinga di Voghera avesse ragione ed è stato il maggiordomo?".

La tv ha sempre più bisogno di gialli. E nascono trasmissioni ad hoc come Quarto Grado.
Una commistione tra fiction e realtà, un perenne Grande Fratello in nero sottolineato dall'uso delle colonne sonore -udibili durante i servizi in onda- di opere thriller come Twin Peaks o Distretto.

E infatti i vari casi di Avetrana, Brembate di Sopra, Inculate di Sotto, Melaniarea di Lato e via cantando sembrano proprio delle novelle serie tv. Ogni venerdì sembra che sia successo qualcosa. Nuove speculazioni, nuove teorie.
I graffi sulla schiena della Laura Palmer di turno sembrano sfregi esoterici, ma poi il pubblico-poliziotto indaga ancora e, qualche puntata dopo, viene scoperto che si tratta solo di banali escoriazioni. O chissà.
I tribunali aprono sempre e solo per un ennesimo nuovo episodio, e come in ogni fiction di lunga durata ci sono sottotrame che non vengono riprese (le gemelline scomparse), altre che si arenano (l'aereo dissolto a Los Roques), elementi sovrannaturali (l'intervento di medium) e false piste (gli zii che si autoaccusano).

Il poliziesco di finzione sta morendo. Ora il giallo reale televisivo lo sta sostituendo poco a poco. Non ci sono ancora le sparatorie, che danno sempre quel pizzico di pepe, ma sicuramente presto vedremo girare dei vigilantes armati di tutto punto. E alcuni birilli cadranno.
Mettete la vostra pietra dorata su uno dei piatti della bilancia.
Il pubblico ha dato ragione all'auditel e alla bassezza.
L'udienza è sospesa.

Soli, lune, stelle, eclissi: un'immensità. Dove io ti cerco tra luce e buio, a metà... (Litfiba)


74 commenti:

  1. A me quando girano ste cose in tv mi viene una noia che non ti dico. Cioè, che due maroni! Cosa me ne frega di questa morta e sto assassino che non si trova? Arrestano questo e quella e non sono nemmeno sicuri sia stato lui/lei. Ma che?!?!... E vent'anni a risolvere un cazzo di caso. Sono impediti gli investigatori o cosa? Oppure è sempre così?! O che altro?! Ma poi che sto dicendo?! Ho detto che non seguo di queste cose, quindi ecco. Saluti! Ho stato io col trattore comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di casi arcaici è piena la storia (italica e non solo), basti pensare alla Orlandi che ancora non si sa niente, tra Vaticano, Banda della Magliana e altre mille stranezze.

      Diciamo che ora il pubblico non segue più la cosa come fosse un tg, ma si creano trasmissioni "interattive" dove sentire esperti, avvocati, medici legali e via dicendo.

      Moz-

      Elimina
  2. La mia mamma è drogata di questi programmi! Chi l'ha visto? e Quarto grado in primis!! A me mettono una tristezza e un'angoscia tale guarda...
    Il titolo di questo post è super. Ahahahah! Ma chi se ne frega tra l'altro? Un italiano che non sa minimamente parlare la propria lingua in meno. Capirai che perdita. T_T

    Ciauz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi l'ha visto? è tv di servizio dopotutto.
      Ma le altre cose, tranne rari casi necessari in cui ci si aggiorna su fatti (sia giudiziari che di sparizioni) sono semplicemente voyeurismo, a tratti fine a se stesso perché non ci credo che ci sono novità rilevanti ogni venerdì sera.
      Sembra, appunto, una fiction :)

      Moz-

      Elimina
  3. I processi dovrebbero svolgersi nei Tribunali e non negli studi televisivi. Il pubblico è passionale ed emette condanne o assoluzioni completamente sballate.
    Meglio Montalbano.
    Ciao Miki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo.
      E' giusto che la tv informi, anche con approfondimenti, ma non "a puntate" tipo fiction.

      Moz-

      Elimina
  4. Che bello essere FUORI da tutto questo. C'è anche il divertimento di sentirmi sempre più marziano, perché 99 italioti su 100 parlano solo di tv. Non solo, ma parlano come si parla in tv, citando pubblicità e frasi famose di cretini dei reality!
    Li capisco sempre meno, quando parlano, ma ho la chiara e netta percezione che non mi sto perdendo molto... :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho riattaccato la tv solo l'altroieri, dopo oltre un anno che non la vedevo (salvo rari casi, in salotto).
      Sì, anche io sono fuori da tutto questo, da programmi defilippeschi di una Italia (che non got talent per niente) che non m'appartiene e lascio volentieri agli altri.

      Moz-

      Elimina
  5. Per come vanno la giustizia e le indagini in Italia meglio,molto meglio le serie tv americane...dove spaccano il capello,dove l'assassino quello vero viene arrestato,e sei contento che alla fia sia solo una fiction...qui purtroppo si parla di casi veri...A me ne piaceva uno molto crudo e serio,a mio parere,che facevano su la7 ma non ricordo il titolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono appassionato di polizieschi (italiani in primis tanto che ci ho scritto una tesi sopra). Beh, anche in Italia trovano il colpevole e in mondo meno roboante rispetto agli Usa, pergiunta. Però appunto, è in fiction, e nella fiction i confini sono sempre più netti.
      Il lavoro vero degli investigatori lasciamolo agli investigatori, non a Quarto Grado e alle sue ricostruzioni.

      Moz-

      Elimina
  6. Mia mamma si era fissata su Quarto Grado ma poi si é stufata, tanto di nuovo non c'é mai davvero nulla e continuano a riproporre le stesse cose, magarí con parole diverse, fanno congetture, scenette con sedicenti esperti che analizzano situazioni senza aver visto niente e pscilogi che tracciano profili senza aver conosciuto le persone in questione.

    Poi tanto si sa che tutti gli assassini guardano CSI e hanno imparato i trucchetti, Salvo Sottile non é mica Grissom!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era proprio ciò che volevo dire!
      Mentre le altre trasmissioni propongono la novità solo quando effettivamente qualcosa succede (es: l'altro giorno mi sono imbattuto in Magalli che parlava con la madre di una vittima appena dopo una seduta in tribunale), altre hanno un appuntamento fisso come fosse un telefilm, ma per mandare avanti la trama devono barcamenarsi in mille congetture pur di parlare di qualcosa.
      Mi chiedo solo perché hanno abbandonato certe trame, come le gemelline che il padre ha fatto sparire, suicidandosi poi sotto a un treno.

      Moz-

      Elimina
    2. perché ci sono sempre nuovi casi di cronaca che catturano l'attenzione del pubblico e quelli vecchi nei quali ormai tutti i particolari sono stati sviscerati alla nausea e non ci sono novitá nemmeno a cercarle col microscopio cadono nel dimenticatoio.
      Io é un po' che non vedo Quarto Grado, ho sentito alla radio che ci sono novitá sul caso di Madeleine, la bambina inglese scomparsa in Portogallo...sicuramente avranno fatto almeno 8 servizi sul caso!!! Con quelle ricostruzioni ridicole in cui fanno vedere le ombre e i piedi...

      Elimina
    3. Eh, ma non lo hanno risolto, né sembra che vogliano risolverlo... al che mi domando: perché?
      C'è dell'altro?
      La storia di Madeleine dovrebbe essere invece più appannaggio di Chi l'ha visto? rispetto a programmi come Quarto Grado.

      Moz-

      Elimina
  7. Da premettere che quell'idiota di Salvo Sottile giorni fa mi ha bloccato su Twitter, soltanto perchè gli ho detto che odio il suo programma che spettacolarizza la morte e il dolore dei congiunti. Una persona che non accetta neanche la critica, vuole solo acclamazione per sé e per quella stron**ta che fa finta di condurre! Vergognoso!

    Moz, secondo me hai sbagliato a selezionare il brano per questo post, dovevi scegliere
    Killer Star di Immanuel Casto, perchè per il post che hai pubblicato non ne esiste una più azzeccata di questa! http://www.youtube.com/watch?v=Y86vhKbQch8

    Canzone di denuncia e di disapprovazione verso tutti i programmi televisivi come La Vita in Diretta, Quarto Grado, ecc. Gente che per il male che ha fatto agli altri dovrebbe marcire in carcere nel più completo isolamento, e nella solitudine più totale. E invece questi fanno i vip, fanno le star, vanno nei salotti tv, scrivono i libri, e la gente rincoglionita glieli compra pure!

    Tu sai come la penso, te lo scrissi già in un post pubblicato tempo fa.
    Quelli come Salvo Sottile dovrebbero avvitare le lampadine ai lampioni dei parchi pubblici!

    "Erika e Omar, Amanda Knox
    nel vostro nome splenderò
    Angelo Izzo, Michele Misseri
    Star di oggi, star di ieri
    Pacciani, Vanni, Miss Franzoni
    lacrime, sangue, flash, emozioni
    Aspetta lo scatto, tengo la posa
    penso a voi Olindo e Rosa
    Strane storie, strani casi
    Michele Profeta, Alberto Stasi
    La pornografia dei sentimenti
    drammi catodici per deficienti"

    (Killer Star - Immanuel Casto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inizio dalla fine: la canzone allegata non è collegata al contenuto del post. Comunque sì, Killer Star non l'avevo mai sentita, è la summa di quel che volevo dire con questo post.

      Sottile ti ha bloccato? Ahaha!
      Pensa tu che negli intenti, la mediaset avrebbe voluto la sua versione di Chi l'ha visto?, e invece è nato Quarto Grado...!

      Moz-

      Elimina
  8. Io per questo, spesso, evito anche di guardare il tg.
    Comunque il titolo del post fa morire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma ricordati che NON deve morire :p

      Moz-

      Elimina
  9. Beh, se i giornalisti si limitassero a fare i giornalisti invece dei detective, sentiremo tipo il 90% di supposizioni stupide in meno, fatte solo per allungare un servizio che altrimenti sarebbe uguale a tutti gli altri.
    Se stessero zitti e dicessero cose che non sono solo voci di corridoio, la Verità e l'Informazione sarebbero più facili da individuare, in mezzo a tutto sto marasma di stupidaggini che inventano.
    Io oramai non li ascolto più, passo direttamente da "Ucciso/a uomo/donna ecc ecc" a "condannato all'ergastolo tale X", filtraggio massimo. Tutto quello che sta nel mezzo è quasi sempre da buttare.
    Poi la gente da casa ovvio che si sente leggittimata a dire la sua, tanto stronzata più stronzata meno..fanno leva sul fatto che da casa si può pensare qualsiasi cosa, stimolano l'immaginazione e il viziaccio di dover giudicare tutto ciò che non si conosce.
    E poi son pure stupidi molti, i giornalisti intendo. Dando per certa ogni cosa che raccontano e smentendosi con altrettanta sicurezza il giorno dopo, dico....mah!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che lo show must go on, e quindi devi riempire il minutaggio con qualcosa. Chiacchiere, spesso. Supposizioni assurde.
      Tra poco vedremo sicuramente parlare di qualche pista aliena. I medium li hanno già buttati in mezzo :)

      Moz-

      Elimina
  10. E non parliamo dei giornalisti che si fingono investigatori o, ancora peggio, dei testimoni che non chiamano gli inquirenti ma i giornalisti! Ma non possono soltanto informarci sul processo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che tutto ora dev'essere spettacolarizzato.
      Non basta più l'informazione, e questa deve essere anche intrattenimento.

      Moz-

      Elimina
  11. Sai Miki, passo sempre sul tuo blog, perchè è particolare,spiritoso, fatto di tante amicicizie, vi comprendete bene, poi tu sei superlativo nel proporre argomenti...
    Io mi sento come un pesce fuor d'acqua, nel senso che non riuscirei ad essere spiritosa e avere la leggerezza della vostra età, commentando rischierei di affondare io stessa :-(
    Mi fa molto piacere stare a...guardar!!!
    Ti dico questo perchè non vorrei tu pensassi che se non commento è perchè snobbo questo blog.
    Ti leggo, vi leggo, ma ai vostri occhi sarei troppo mielosa.
    Un abbraccio
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, io ti ringrazio per le belle parole, ma voglio dirti un paio di cose:
      apprezzo tantissimo il fatto che tu mi segua (non avevo dubbi!^^) ma non è mica necessario commentare! Non tutti quelli che mi seguono commentano (alcuni li sento via twitter, altri dal vivo... tutta gente che legge il blog senza commentarlo).
      I commenti mi fanno piacere quando c'è un dibattito, quando mi si contraddice, quando si è più o meno d'accordo. Insomma, per uno scambio. Ma non sono certo obbligatori.

      Secondo punto: tu sei come sei. Non credo tu sia mielosa, né penso tu sia fuoriposto qui. Io non conosco l'età di tutti voi, né mi interessa. Nel senso che per me siete tutti uguali, blogger amici.
      Spero tu non ti sia mai sentita fuoriposto per colpa mia, perché mi dispiacerebbe. Il blog stesso è dedicato al tempo, quindi davvero TUTTI, dagli 0 ai 99 anni, possono entrarvi :)
      L'età è relativa, dopotutto^^

      Un abbraccio :)

      Moz-

      Elimina
    2. Scusate se mi intrometto... Moz, e i centenari li rifiuti? Non pensavo fossi così razzista "Vietato l'ingresso ai centenari e ai ragni" :D

      Elimina
    3. Ahaha, no, certo che no.... Ho semplicemente usato la dicitura che si trova sulle scatole dei giochi di società :p

      Moz-

      Elimina
  12. Ogni volta che salta fuori un nuovo caso, sapendo per quanto tempo poi ci si perderanno dietro i vari programmi e le Genti, mi... indigno... per usare un eufemismo :|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra un po' mi leggerete su Cronaca Vera e mi vedrete al tiggì, per quanto sono nervoso oggi XD

      Moz-

      Elimina
  13. Olà?? che è successo Miki? sapessi io! :)
    Mbè,a me piaceva "chi l'ha visto" quando lo presentava la Raffai, adoro i thiller, mi intrigano i film drammatici-passionali (non romantici), il paranormale e fantascienza, se è fatta bene! :))) Tanto sappiamo che la verità è la più grande illusione che ci sia. :))
    Grazie della vicinanza Miki!
    Un bacio e buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi l'ha visto? piace anche a me, non che lo segua, capita di rado ma è una trasmissione utile.
      So però che ai tempi, anche questo programma fu criticato da qualcuno ... evidentemente fa parte del gioco :)

      Moz-

      Elimina
  14. Grazie Miki!
    Ti dirò...non sono 99enne,ma quasi!!!
    Sei un uomo trasparente e questo è molto positivo,quando troverò che il mio commento potrà essere compreso lo scriverò sicuramente.
    Ciao
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è sentirsi giovani dentro, anche se la carta di identità segna 99 :)

      Grazie mille, ci sentiamo qui in giro^^

      Moz-

      Elimina
  15. Se la rai trasmette ste porcate è perchè la gente continua a guardarle. Se non fanno audience le cancella nel giro di poche settimane.
    Hai dimenticato di elencare telefilm come il commissario rex o texas ranger. Se esistessero nella realtà allora sì che non ci sarebbero più delinquenti sulla faccia della terra. Fantascienza per i piccoli.
    P.S nel sondaggio del papa non ho votato...ci manca Papa Giovanni XXIII, quello sì che era un VERO Papa, pulito ed innovatore, ma forse tu non lo conosci...
    Dolce notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao AnnaMaria, parto dalla fine: il sondaggio è ovviamente tra l'ironico e il leggero, ho messo delle voci un po' così :)

      Io non sono contro i telefilm, perché si tratta di finzione. Passi un'oretta in santa pace.
      Però la spettacolarizzazione del VERO dolore, beh, quella non mi piace granché.
      E' giusto che oggi han dato la notizia della richiesta dell'ergastolo alle due presunte assassine ecc ecc, ci mancherebbe, voglio essere informato.
      Ma far di questo un telefilm allora no.

      Moz-

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. A mio parere il problema non sono le trasmissioni ma la gente che le guarda, rincoglionendosi...Ed in fondo la TV serve a questo!
      Le trasmissioni intelligenti e culturali o vengono trasmesse di notte oppure cancellate se non fanno audience. E' politica aziendale nulla più...

      Elimina
    4. Il commento precedente l'ho cancellato perchè praticamente era un doppione di questo...

      Elimina
    5. Hai ragione su questa cosa: le trasmissioni intelligenti e belle, anche leggere (dopotutto la tv deve anche intrattenere) ci sono, esistono.
      Ora per fortuna (o purtroppo, da un mio punto di vista nostalgico) i canali sono tematici, così sai che per trovare buone cose ci sono Rai Storia, ad esempio, o anche Rai 5 e Rai4.

      Moz-

      Elimina
  16. Hai pienamente ragione! Con questa speculazione televisiva sui casi di cronaca nera si sta davvero toccando il fondo! A prescindere dal fatto che,secondo me,è sbagliato sbandierare ai quattro venti ogni minuzioso tassello delle indagini (perchè,metti che il vero colpevole è ancora a piede libero;se viene a sapere,dal primo presentatore con l'attaccatura dei capelli disegnata con l'Uniposka, cosa i RIS e gli "investigatopi" stile Basil stanno facendo per arrivare alla soluzione del caso senza chiamare la Signora in Giallo,può benissimo ideare una contromossa per non esser beccato! Insomma,è come se i giornalisti/presentatori dicessero: ATTENTO COLPEVOLE!POTREBBERO TROVARTI IN UN SOL GIORNO E NOI NON AVREMMO PIU' DI CHE PARLARE! SCAPPA FINCHE' SEI IN TEMPO COSI' CON QUESTA STORIA POSSIAMO FARE ALTRE 4 PUNTATE SPECIALI FINO A QUANDO IL PROGRAMMA NON FINISCE PER MANDARE IN ONDA L'ENNESIMO TELEFILM DEGLI ANNO '80!),in più tutti adesso si sentono degli investigatori privati. O dei giudici togati con le pantofole Defonseca. Mia suocera,per esempio,pur avendo la 3° media conosce tutte le procedure legali! Ieri sera,proprio in merito al caso di Sara Scazzi,ha iniziato a farmi una testa tanta dicendo che:
    <>
    e alla fine del discorso,m'ha chiesto di passargli la TEGLIERA.
    Infine,a furia di parlare di omicidi e a furia di mostrare ogni singolo,macabro dettaglio,ci scapperà sempre qualche emulatore. O qualcuno convinto di saperne così tanto da poter uccidere senza esser beccato. Tipo mia suocera con la tegliera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse la formattazione ha eliminato il discorso di tua suocera,,,
      Penso che a volte (come ho visto nei telefilm) gli inquirenti SFRUTTANO la stampa per divulgare notizie a metà o del tutto false (tipo: si cerca all'estero) così da far abbassare la guardia all'eventuale colpevole.
      Altre volte è vero il contrario, ossia quel che dici tu: la voglia morbosa di scavare a fondo fa sì che pubblico e giornalisti si reinventino detective e sostituiscono il lavoro dei poliziotti.

      Moz-

      Elimina
    2. Sì.il discorso di mia suocera è sparito (ohh dono del cielo,non potresti manifestarti anche dal vivo?!) ma il succo era: se fossi io il giudice,avrei dato a tutti e 3 l'ergastolo perchè le prove che ho visto e sentito sono schiaccianti e modestamente me ne intendo!
      Comunque non so fino a che punto sfruttino la stampa....credo di più al fatto che molto spesso brancolino nel buio e per non destar sospetti dicano qualcosa che possa sembrare plausibile :D

      Elimina
    3. Ahahah, insomma, abbiamo grande fiducia nel lavoro degli inquirenti ! XD

      P.s. io sto con tua suocera, in questo caso: ergastolo! ù___ù

      Grazie per esser passata qui, prima ho dimenticato di dirlo XD

      Moz-

      Elimina
  17. Mis(s)ery non deve morire...uno dei miei film preferiti.
    grande Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto, e il libro ricordo che lo lessi in una mattinata XD

      Moz-

      Elimina
  18. non seguo nessuno di questi programmi sanguinolenti perchè mi angosciano e basta, mi immedesimo troppo e temo di scomparire da un momento all'altro. Ed è proprio questo il problema, andiamo alla ricerca di sensazioni sempre più forti, e che siano quanto più reali possibile. Prima è arrivata maria e amici cantanti ballanti e litiganti, poi il grande fratello, adesso non ci basta più perchè è venuto a galla il trucco. spero che la gente si ravveda e capisca che guardare con fare curioso la storia della morte di un giovane uomo o donna, ha un non so che di macabro e brutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, se di colpo ad Amici si scannassero tutti (presentatrice inclusa) in diretta, trasformando il tutto in un death reality, diventerebbe il mio programma preferito!!!
      Mi piacerebbe e non lo criticherei mai XD

      Moz-

      Elimina
    2. pare che da maria (uomini e donne però) si stavano per corcare di bastonate, così urlavano le mie sorelle xD

      Elimina
  19. Siamo arrivati al limite è vero. A volte però noto che se non ci fossero trasmissioni come "Chi l'ha visto" e anche altre, certi delitti rimarebbero impuniti. Vedi la storia della ragazza di 19 che dicevano si fosse impiccata. I genitori in tv hanno fatto riaprire il caso che andava tutto verso il suicidio. Certo che da questo e divenire un po' tutti morbosetti il passo è breve. Meglio sarebbe che la polizia o chi di dovere facesse bene il suo mestiere. Queste trasmissioni non esisterebbero.
    Ciao Moz buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che esisterebbero comunque perché ormai il lato voyeur del pubblico non puoi colmarlo.
      Certo, come ho già avuto modo di dire, certe trasmissioni sono davvero utili (Chi l'ha visto? su tutte), altre invece speculano troppo sulle questioni, a volte senza che ci siano effettive novità sul caso... :)

      Moz-

      Elimina
    2. Si questo è vero..promettono notizione nuove ogni settimana, e poi parlano sempre delle stesse cose. Le novità sono solo nei titoli. Ciao Moz :)

      Elimina
    3. Esatto.
      Ovviamente perché non è una fiction, dove c'è davvero una novità ad ogni puntata. Ma la reale verità, dove le indagini a volte si bloccano o sono lente.

      Moz-

      Elimina
  20. per definire thiller "distretto" ci vuole un sacco di fantasia ahah

    su questo argomento, ti consiglio di vedere la 2x02 di black mirror.. rimarrai colpito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè, Distretto è un poliziesco d'azione ma ha il suo lato thriller, ho dovuto cercare un aggettivo che andasse bene per abbracciare tutto (anche Twin Peaks non è thriller tout-court).
      Black Mirror non ho visto manco la st.1 e tu mi consigli il secondo della seconda?? XD

      Moz-

      Elimina
  21. :D

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ti preoccupare ogni volta a ringraziarmi di persona ;)

      Moz-

      Elimina
  22. @Pier: meno male che ci sono le repliche notturne, ma peccato che non si sono uccisi davvero.

    Moz-

    RispondiElimina
  23. Miki ciao, si, le persone hanno un attaccamento morboso verso queste situazioni. Queste saghe televisive dove si intrecciano presentatrici e giornalisti e psichiatri che si divertono e prendono soldi alla faccia di chi gli segue.....che poi del "morto" a pochi interessa, si a chi lo amava....Giudicano, interpretano, ma non arrivano comunque mai ad una verità....E poi la legge si dovrebbe applicare e valutare il malefatto davanti a dei giudici competenti ed obbiettivi, rari da trovare! La televisione non dovrebbe occuparsi in modo così morboso di questi casi e situazioni, spesso rovinano l'immagine, il modo di vivere di una persona che magari non c'entra nulla...........Sono stata lunghissima.....Mi fà più senso pensare ad un vigile notturno o diurno usare la pistola con disinvoltura..........più paura che trovarmi davanti ad un "criminale"...........ciao........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la Polizia ha le mani legate XD
      Comunque sono d'accordissimo con te: un teatro di opinionisti più o meno qualificati, che non arriva a niente di costruttivo perché non sono loro gli inquirenti. E così solo teorie varie, che cambiano ad ogni puntata.
      Mah.

      Moz-

      Elimina
  24. Sono le morti violente di donne e bambini a fare notizia, un uomo che viene ucciso la TV non se lo fila minimamente, arriverà il momento in cui l' audience decreterà lo stesso per donne e bambini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra poco faranno notizia le morti degli alieni... :D

      Moz-

      Elimina
  25. Alla gente piace pensare che quello sia succeso a terzi e che loro siano lì vivi e vegeti a dire che "era una famiglia felice", "è colpa della droga" e via dicendo..in seguito alla fine del discorso si ritorna al punto di partenza perchè nessuno ha le conoscenze e le competenze per arrivare alla verità..questi programmi sono perdite di tempo che alzano l'auditel..per quanto riguarda CSI et similia stendiamo un velo pietoso..spesso non hanno la più pallida idea di cosa si faccia in laboratorio..può essere bello vedere RIS, ma da lì alla realtà c'è una grande differenza...ormai in tv sono tutti avvocati, chimici, biologi, medici...c'è una sorta di fai da te..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, il tanto caro Distretto: zero cose tecniche, si inseguiva e si sparava ;)

      Comunque è vero... le frasi di circostanza sono assurde: era una così brava persona! Non avrebbe fatto del male a una mosca! LOL

      Moz-

      Elimina
  26. In casa mi chiedono perché non guardo mai la tv (e se la guardo mi limito a pochi documentari di viaggio)e preferisco stare al pc. La risposta è semplice.. perché la tv è spazzatura, e alla maggior parte della gente questo trash piace!
    Mi chiedo dove arriveremo..
    Dopo il modellino della casa di Misseri da Vespa pensavo di averle viste tutte.. ma non c'è mai limite al peggio!

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho avuto la tv per un anno (la vedevo saltuariamente in salotto), l'ho rimessa in cameretta da qualche giorno e adesso ho ripreso a vederla. Ma essendo il digitale terrestre, vedo i canali tematici e le trasmissioni migliori... ne parlerò martedì prossimo in un post, tra l'altro.
      La tv che non guardavo torno a non guardarla, la lascio tranquillamente agli altri :)

      Ah, benvenuta sul Moz o'Clock, passo subito da te^^

      Moz-

      Elimina
  27. scusa se commento con un pò di ritardo Miki, ho avuto una brutta tracheite e non sono ancora guarita...il tutto ora, con l'8 marzo che incombe e che ho dovuto organizzare con mille problemi in più! -.-'''

    concordo completamente con quello che scrivi: io la tv non la guardo da tempo, preferisco i canali tematici e se devo guardare qualcosa metto rai4 e guardo gli anime!!! :-D

    proprio pomeriggio preparandomi una tisana calda ho guardato la trasmissione di mara venier - non so il titolo - ma praticamente ogni pomeriggio parlano di omicidi e delitti irrisolti, con tutti gli ospiti che manco fossero al RIS.

    premetto che io ho fatto un corso stile RIS - diciamo criminologia avanzata, come formazione per il centro antiviolenza: se ti arriva una vittima (purtroppo può succedere) che presenta una violenza sessuale devi sapere alcune regole di base per non cancellare eventuali tracce di liquidi organici.... e altro che non sto a scrivere - ma posso assicurarti che non è una cosa piacevole e che non sopporto assolutamente la spettacolarizzazione della sofferenza e del disagio altrui....
    chi è stato? come l'ha uccisa/o? dov'è il corpo? sarà morta/o?, e tutti gli italiani là davanti che partecipano di quel delitto o sparizione. con una curiosità che non va bene. e non mi piace che i giornalisti si improvvisino detective, esperti criminologi e simili.

    capisco che ormai la realtà sia più interessante della fantasia, ma niente mai potrà sostituire la "sana" bellezza dell'immaginazione...... meglio le fiction!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo, meglio le fiction.
      E ci sta che la fiction faccia da cassa di risonanza per problematiche ed eventi, riflettendo gli avvenimenti di cronaca.
      Però appunto, sono finzione e come finzione vengono amplificati e restituiti a noi, in forma spettacolare e roboante. E ci sta tutto.

      Ammazza, è un corso interessante quel che hai frequentato ma non so se lo seguirei.
      Brrr... Di certo è utile sapere cosa fare e soprattutto non fare, però immagino ci voglia fegato.
      Spero davvero che tu non debba mai mettere in pratica gli insegnamenti di tale corso.

      Pronta guarigione :)

      Moz-

      Elimina
    2. Lo so Miki, ma se riusciremo ad avere i finanziamenti per aprire la nostra sospirata casa rifugio per le nostre donne vittime di violenza, potrebbe accadere...meglio non essere spreparati!!

      Grazie, spero di riprendermi al più presto!!!

      bacioooooo :-)

      Elimina
    3. Beh spero ci riusciate.
      Ma spero anche che non sia mai popolata, quella casa.

      Io però aprirò un rifugio per i mariti tiranneggiati dalle mogli, che non cucinano, non lavano, escono sempre e magari fanno le puttane in giro.
      Oddio, esistono già i bar. Niente da fare :)

      Moz-

      Elimina
  28. Guarda, mi tocchi sul vivo, cioè tocchi un punto su cui io divento idrofoba: mio marito lo sa perchè è presente quando capita che veda o senta spezzoni di trasmisisoni tipo quelle da te citate...e allora mi monta un nervoso che non ti dico! Puntare tutto sui pianti isterici, sul dolore vero o presunto, sui particolari raccapriccinati e compagnia bella è davvero un'indecenza!
    Eppure questi programmi hanno un audience alto: ma la gente non ha già tanti problemi suoi? Deve angosciarsi per forza e crogiolarsi nei drammi altrui?
    Mah...alla fine forse è proprio per non pensare ai problemi personali che guardano queste trasmissioni. Se non non si spiega.
    Se fosse per me, invece, cioè se io fossi la sola spettatrice-giudice, chiuderebbero i battenti dopo la prima puntata.

    Buon weekend, caro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi che si tratti di un effetto esorcizzante, cioè che la gente voglia guardare queste cose perché sono successe ad altri ma sa che possono succedere a chiunque :)

      Moz-

      Elimina
  29. eccola qua! aspirante casalinga di caltanissetta che passerebbe tutti i venerdì sera in compagnia di salvo sottile...c'è niente da fare, ieri sera ho girato canale e mi son sciroppata vespa, la bruzzone e compagnia cantante...alla fine sti gialli mi prendono che ce posso fa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io preferisco sempre un bell'episodio di Distretto.
      Anche che metta in scena un delitto veramente accaduro, ma almeno se spara XD

      Moz-

      Elimina
  30. Accendere la TV è divenuto per me, oramai, insostenibile. Ah, in effetti non lo faccio più da un paio d'anni...
    Per le cose mi interessano rimedio con il net e youtube...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono in controtendenza: da una settimana (con oggi) ho rimesso la tv in camera dopo moltissimo tempo. Ma ne parlo martedì nel post apposito XD

      Moz-

      Elimina