> come gestire un blog (wow!)


TASSO DI VOLGARITA': 9%
TASSO DI RAZZISMO: 0%
TASSO DI CLASSISMO: 13% 


Sempre più spazi ne parlano, sempre più siti dispensano consigli su cosa fare o non fare, quale condotta seguire, dove utilizzare le idee e persino come scrivere un post, il suo titolo e come farsi rintracciare dai motori di ricerca.
Ma, lo ammettono tutti, la ricetta perfetta non esiste: anzi esistono tante ricette quanti sono i bloggers nella blogosfera.
Oggi, come un vero guru, ho deciso di svelarvi la mia: state per scoprire la strategia di gestione del Moz O' Clock!

 

fluidità: tra verticale e orizzontale

Chi si occupa di tv sa che una rete traccia due linee ideali: una verticale e una orizzontale. I programmi quotidiani si susseguono facendosi da traino uno dopo l'altro, mentre quelli che cambiano giorno dopo giorno (come le prime serate) cercano di seguire il tracciato di identità della rete. Si evitano così sbalzi bruschi che turbano lo spettatore.
Io cerco di fare lo stesso: ad esempio, dopo il post su La Grande Bellezza ho inserito quello dove vi ho mostrato la mia collezione di dvd.
Lo faccio per i lettori, in modo che la schizofrenia dettata dalla varietà dei miei articoli abbia comunque una certa continuità.
Ovviamente lascio spazio per l'improvvisazione e per gli affari dell'ultimo momento, sperando che lo stile personale faccia da collante anche nei passaggi più improvvisi e secchi.

la scaletta: come un palinsesto

Cerco di pensare alla tabella di marcia come fosse un palinsesto televisivo. Gestisco la scaletta mese dopo mese: prendo un foglio e segno tutte le date in cui devo pubblicare. Da lì ragiono sul cosa pubblicare. Innanzitutto segno le MozInterviste, che uso come "spartitori" e che mi servono per riprendere fiato. Tendo a far rotare le rubriche, è una cosa che mi ero imposto di fare maggiormente da questa stagione.
La priorità, però, è quella di alternare anche gli articoli in base alla loro "pesantezza". So bene quanto sia stressante leggere sempre e solo post lunghi o complessi, oppure molto articolati (come questo). Perciò ho voluto gli slot del sabato che ho pensato velocissimi (anche come durata vitale), e che servono anche al lettore fisso come ideali boccate d'ossigeno.

interazione: un blog-forum

Mai nella vita salterò un commento, mai risponderò a tizio piuttosto che a caio.
Se proprio non c'è altro da aggiungere, un sorriso può bastare. Ma i lettori meritano una replica al loro tempo speso a scrivermi: è il minimo.
Lo meritate perché il blog funziona praticamente grazie a voi.
Ed è grazie a voi che è quasi possibile trasformare il blog in un forum di discussione: scambi e interazioni tra utenti sono la cosa che più mi piace. Dev'essere immediato, e stimolante.
Per questa ragione torno a ribadire l'importanza di togliere quantomeno il captcha: tantissimi non sanno di averlo, perché la piattaforma lo attiva in automatico all'insaputa del gestore a cui non è mai richiesto di inserirlo! Controllate le vostre impostazioni!

frequenza: quanti post?

Sulla frequenza di pubblicazione ho una mia idea precisa: assolutamente non ogni giorno.
Parlo ovviamente per me, ragionando sulla base dei miei articoli.
Ci sono due motivi principali dietro la mia scelta del pubblicare massimo tre post a settimana:
- con più post rischierei di scartavetrare le palle a chi (poveraccio) ha deciso di seguirmi sempre;
- con più post non si avrebbe il minimo tempo vitale di un articolo, necessario a sviluppare eventuali dibattiti.

conclusioni

Insomma, da ciò che ho scritto sembrerà che io calcoli tantissimo, e invece vi assicuro che così non è. Mi viene tutto in modo naturale, lasciando ampio spazio all'istinto. Forse perché mi immagino, io per primo, come fruitore del mio Moz O' Clock. Pertanto cerco di non auto-deludermi, in primis.
Esiste dunque una strategia definitiva per la gestione di un blog? No.
Oppure sì: è quella di essere sempre se stessi e lasciarsi guidare dal proprio temperamento.
Voi cosa ne pensate?

Se l'articolo ti è piaciuto, leggi anche
Tre consigli per un blog più interattivo

186 commenti:

  1. Primo! Che già non è poco, qui :)
    Per il resto abbiamo alcune cose in comune, altre all'opposto. Ma è sempre bello vedere come fa chi è più bravo: c'è sempre da imparare :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte che non c'è chi è bravo e chi no, ma ognuno agisce come crede, penso che si può (e si deve!) imparare da tutti.
      Ad esempio, proprio tu mi hai rimesso in mente l'idea del racconto ipertestuale (o quasi... ) e ora c'ho sto tarlo, devo riprendere quel progetto!! :)

      Moz-

      Elimina
  2. Quella della fluidità non la sapevo. Io, come noterai, sono uno che non ci bada per niente. Cambio argomento repentinamente da un post all'altro, dalla cacca alla poesia. D'accordo al 100% sui commenti, non capisco i blogger che non rispondono. Senza senso proprio... sulla frequenza ho concluso che dipende da quanti lettori hai, cioè più sono e meno frequentemente si dovrebbe postare. Ogni giorno è pazzia, una volta ci riuscivo, pure due al giorno.. ahhhh xD
    La ricetta segreta comunque io so bene qual è, e anche tu, e di certo non è quella che hai citato alla fine ;););)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fluidità mi viene naturale: certo, anche io passo da un eccesso all'altro (ad esempio il trash post sulla canzone, e ora questo) ma ci sta.
      Però alcune cose sono collegate, vuoi o non vuoi, e non lo faccio manco apposta: avviene, forse, perché ho una impostazione "macro" negli argomenti, e così in pochi post ho parlato di religione, ho intervistato una cara amica molto credente e ho citato la pacchiana benedizione delle penne tra sacro e profano, tutto in tre post diversi e molto vicini... E' successo per caso, ma il caso forse va anche aiutato.
      Con un bel patto demoniaco XD

      Moz-

      Elimina
  3. però complimenti, che organizzazione! un vera macchina! Non ci hai detto come riesci a gestire tutti i commenti :)) buona serata e buon inizio settimana :) ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una macchina, forse, ma che lascio andare da sola... :)
      I commenti? Semplicemente mi ritaglio ogni giorno del tempo per leggerli e rispondere, tipo appena prima o dopo pranzo o appena prima e dopo cena.
      In altri casi, la connessione al telefono aiuta: ogni tanto, nei tempi morti tra una serata alcoolica, un film ecc... controllo e se posso rispondo^^

      Moz-

      Elimina
  4. caro Moz è interessante vedere come viene gestito il tuo blog, perchè io sono un'auto didatta e ho sempre idea che mi manchi qualcosa, penso che sui commenti hai ragione tu infatti ho riniziato a rispondere, anche se a volte il tempo è veramente tiranno. buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu in ogni caso sei sempre molto presente nel tuo blog, non dai l'impressione di snobbare i tuoi lettori (io quello intendo, è un comportamento orripilante e non è certo il caso tuo).
      Anche io autodidatta, anzi direi proprio che nemmeno ho imparato o devo imparare... faccio e basta, spesso l'esatto contrario di ciò che trovo scritto nei siti dove si parla di gestione di blog ecc XD

      Moz-

      Elimina
    2. caro Moz non so se sei tra quelli che non vogliono assegnazione di premi, comunque sul mio sei nominato ;)

      Elimina
    3. Enrica, non è che non voglio l'assegnazione: come hai potuto leggere, ho post e giorni già programmati, mi è sempre difficile continuare le catene, ma ti ringrazio molto per il pensiero e ti rispondo volentieri appena passo da te! ;)
      Buona giornata, buona settimana!

      Moz-

      Elimina
  5. Questione di tecnica. Superi spesso i 100 commenti per post, e io al tuo posto mi sarei arresa, anche se è giusto rispondere a tutti.
    Io personalmente scrivo quello che capita, quando mi capita. Non ho un tema preciso, ne una scaletta, ne una stategia.
    Forse dovrei prenderlo più seriamente, ma mi mancherebbe il tempo e anche un po' la voglia devo essere sincera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io finché posso risponderò sempre a tutti. Se e quando non potrò, sarò molto chiaro nel dirvelo, e comunque cercherei di fare in modo di riuscire a dare una qualche risposta (magari comunitaria, per dire). Lo scambio di idee è molto importante per me, non mi piacerebbe ignorare i vostri commenti! :)
      Se scrivi quel che ti capita, significa che agisci con l'istinto, e sicuramente male non è! :)

      Moz-

      Elimina
  6. Leggo sempre volentieri i post dove danno consigli su come essere dei buoni post.
    Cerco sempre di trarre insegnamento da ogni blog.
    Credo molto nei potenziali dei blog, che stanno anni luce avanti rispetto ad altre cose... come video su Youtube e roba simile.
    Prossimamente farò una rivoluzione tecnica sul blog...
    E sicuramente anche rivoluzione nei blogger che ne fanno parte....
    Le cose cambieranno!
    Cmq mi sono dileguato troppo!
    Gran bel post Moz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: secondo me sei molto naturale quando scrivi e quando programmi ... ho sempre avuto questa sensazione

      Elimina
    2. Ciao Marco, grazie mille!
      Se ti appaio naturale è perché davvero calcolo pochissimo, io gestisco il mio blog esattamente come gestisco la mia giornata: mi alzo, cazzeggio, bar, lavoro, amici, divertimento o riflessione. Una cosa normale.

      Non vedo l'ora di assistere alla rivoluzione che hai annunciato, sono proprio curioso!! A quando, questo evento?

      Moz-

      Elimina
  7. Sai già che ti invidio insanamente sull'organizzazione ed i tempi da dedicare. A me piace la schizofrenia, cerco, di base, solo di alternare serietà a cazzeggio e trovo sacrosanto il rispondere a tutti commenti cosi come mi piace trovare una replica ai miei, altrove. Un altrove che si allarga sempre più mano a mano che l'esperienza sul variatissimo mondo della blogosfera si allarga e si arricchisce. Un mondo bellissimo dove una delle cose più incredibili è constatare che quasi ovunque passiamo noi poveri in veste di presunti pionieri, Moz c'è già passato ... ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahah, ma non è verooo :p
      Non so cosa intendi di preciso, tra l'altro XD

      Comunque, per quanto riguarda l'organizzazione, davvero secondo me basta poco: un momento giornaliero, per rispondere, lo si trova. E se non sei a casa non è certo un problema, non è che devi sfidare l'impossibile, anche perché un momento poi lo trovi comunque sempre, anche prima di dormire^^

      Moz-

      Elimina
  8. D'accordo con te sul non pubblicare tutti i giorni; anch'io sto cercando di stabilizzarmi sui tre post a settimana, senza regola fissa però. Sbalzi di argomenti nel mio blog non ce ne sono perché si occupa solo di letteratura e di cinema (la politica, con le mie visioni estremiste, la curo nei social).
    Mi rendo conto a volte di scrivere post "pesanti" come quello di pochi giorni fa sulla filosofia di Georges Bataille, ma faccio il possibile per rendere il tutto facilmente comprensibile. E alla fine è anche giusto richiedere ogni tanto un piccolo sforzo di attenzione in più ai propri lettori, no?
    "Chi mi ama mi segua! E che tutti gli altri siano inseguiti dai loro creditori!" (antica maledizione tibetana)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ognuno scrive come vuole, ma appunto fai bene a cercare di rendere maggiormente leggeri e comprensibili i post più "pesanti" o articolati! :)

      Chi rischia molto sugli sbalzi di argomenti sono io, visto che il mio blog è una cloaca XD

      Moz-

      Elimina
  9. Sai che avevo pensato anch'io alla fluidità? Nel senso che alcune volte mi chiedevo se quel salto brusco di temi potesse destare stupore o disorientamento nei lettori.

    Poi ovviamente ho fatto come mi pare. Non so come ragioni la TV perché la non la vedo, a parte Castle e NCIS. :)

    Quella che tu chiami scaletta, però, si chiama calendario editoriale. E va fatto, appunto, altrimenti non hai una visione chiara di ciò che devi pubblicare.

    Anch'io comunque sono convinto che non esista la ricetta perfetta. Una però c'è: e è pubblicare con costanza, a prescindere da quanto vuoi pubblicare. Se pubblichi solo quando te ne ricordi, la gente si dimenticherà di te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho chiamato "scaletta" il calendario proprio per restare nella metafora televisiva. Un mese, però con confini labili, è per me come i contenuti di un canale o di una trasmissione-contenitore :)

      Sulla costanza è vero, ma forse non si tratta nemmeno di mettere post. Basta essere sempre presente, farsi vivo, forse. Che ne pensi?

      Moz-

      Elimina
    2. No, io parlo di essere presente nel blog. Vedo blog in cui la gente ha cominciato a scrivere quando gli gira e sai che è successo? Che ho dimenticato che quelle persone hanno un blog.

      Elimina
    3. Capisco, e ci sta.
      Dopotutto almeno una parvenza di costanza bisogna averla, che nessuno è così rockstar da potersi permettere l'hype e l'attesa dei suoi fan, disposti ad aspettare secoli per una nuova opera.

      Moz-

      Elimina
  10. Io programmo con largo anticipo i post, così viaggio con mesi di anticipo sulla reale pubblicazione e questo mi da un certo vantaggio.
    Poi per me ci sono altre regole essenziali come moderazione, rispetto dei followers, coerenza di pensiero (dal momento che c'è un sacco di gente che dice una cosa in un blog e l'opposto in un altro), cercare argomenti non banali...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, ognuno ha la sua ricetta! Sul rispetto dei followers siamo d'accordo, sulla moderazione sai che ho una opinione diversa: non modero mai preventivamente, finora ho dovuto cancellare -un annetto fa, ormai- solo un commento, per fortuna.

      Moz-

      Elimina
  11. d'accordo su tutto ma io pubblico ogni giorno, per me evacu...ehm scrivere recensioni di film quotidianamente è una specie di sfogo e di diario personale...anzi già che ci sto te lo dico..passa da me che c'è posta per te...http://bradipofilms.blogspot.it/2014/03/my-boomstick-award-2014.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Woow, mi hai assegnato il boomstick? :D
      Beh, un blog dev'essere per prima cosa uno sfogo, un piacevole sfogo, e quindi fai bene come fai se ti serve per sentirti meglio :)

      Moz-

      Elimina
  12. Beh, che dire, complimenti!
    Anche solo per tutti i commenti che spesso ti ritrovi, rispondere a tutti non è roba da poco. Anche io lo faccio ed è una cosa che vorrei fare sempre, ma i miei commenti sono un terzo dei tuoi ;)
    Io non lo so se faccio nel modo giusto, sono proprio alle prime armi in questo mondo, sono qui su consiglio di un amico.
    Per il momento scrivo quando sento qualcosa che deve uscire da me(in quanto a coerenza potrei non averne), rispondo a tutti e leggo volentieri i blog che seguo.
    Altro? Dammi qualche dritta eventualmente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non saprei che dritte darti perché in realtà non sono un dispensatore di consigli o un guru del web! :)
      Continua come vuoi, che la strada si fa camminando: è sempre una cosa in divenire, puoi sperimentare o affermare certi punti essenziali. L'importante è non restarsene immobili, secondo me :D

      Moz-

      Elimina
    2. Scherzavo! Anche perché in quanto all'essere guru a me dai già quell'impressione :p
      in quanto alle ditte io le trovo sempre nei tuoi commenti o nei tuoi post!
      grazie :)

      Elimina
    3. Ahaha, nooo! I guru sono antipatici di default, e io comunque non dispenso consigli sul come fare o non fare (blog o non blog).
      Mi limito a dire la mia su ciò che vedo XD

      Moz-

      Elimina
  13. Gestire un blog alla fine è come un lavoro :) bisogna spenderci tempo, organizzare bene le cose e soprattutto interagire con gli altri blogger... ci manca solo lo stipendio e siamo a cavallo!! Ihihi :D
    Buona giornata Miky :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, se mi pagassero sarei contentissimo!! :D
      Comunque sì: un minimo di tempo devi spendercelo, altrimenti sembrerà una cosa in stato d'abbandono.
      Buona giornata a te, pupa! ;)

      Moz-

      Elimina
  14. Apprezzo i tuoi consigli e soprattutto la tua generosità nel condividere con noi la tua esperienza. Decisamente, non sei un ' meschinetto'.
    Ciao.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, thanks! :)
      Dato che a me piace il blogging, piace leggere blog e soprattutto piace gestire un blog, ho pensato che poteva essere interessante mettere nero su bianco il mio modo di pormi in questo micromondo^^

      Moz-

      Elimina
  15. Nelle conclusione hai messo la sola verità del blogging: fare in modo naturale.
    E ognuno ha la sua natura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, alla fine credo che sia la cosa principale, sempre: fare come ci pare, come vogliamo noi :)

      Moz-

      Elimina
  16. Condivido e sottoscrivo tutto, a parte il fatto che non ho la costanza di pianificare i post e portare avanti rubriche.
    E soprattutto la risposta ai commenti. A meno di diecimila followers è doverosa.

    Stai avanti, Moz .-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e dietro tutti quanti (lo dico io prima che altri facciano la battutaccia XD)

      Vero, se si è impossibilitati tecnicamente a rispondere è un conto, ma sarebbe comunque doveroso dichiararlo.
      Altrimenti che senso ha avere dei commenti? Li puoi disabilitare e te la canti e suoni da solo:)

      Moz-

      Elimina
  17. Devo dire che sei preparato Moz. Io sulla costruzione del palinsesto e le tecniche di aggancio ci ho fatto la mia prima tesi. Ma come vedi dal mio blog non ho tratto nessun insegnamento ahahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, invece noto una certa fluidità nel tuo blog (anche se tendenziamente sto odiando i dolci :p)
      Io ho preso la laurea specialistica in Nuovi Linguaggi, quindi ho sostenuto esami su argomenti di comunicazione, ma era una mia passione da sempre, da quando son piccolo! Da bambino mi inventavo i palinsesti di un ideale canale tv (solo cartoons, giochi e telefilm :p)

      Moz-

      Elimina
    2. Ahahahaha, giuro che cercherò di cucinare del salato. Lo giuro, per te!
      (bella la specialistica!)

      Elimina
    3. Wow, non vedo l'ora, voglio vedere cosa ti inventi (la ricotta la puoi usare anche nel salato, tanto!^^)

      Sulla laurea, sì, m'è piaciuta molto, è moderna e molti esami prevedevano anche progettini sul campo. Niente di che, non ho dovuto scrivere un saggio o allestire la mostra di Dalì, ma erano comunque cose interessanti^^

      Moz-

      Elimina
  18. Mi sembrano ottime linee guida, anche se io sono decisamente meno pianificatrice (scrivo e posto quando ho tempo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste sono le mie, non volevano essere dei consigli, avevo solo in mente di svelare come io gestisco il mio blog. Per sottolineare che ognuno lo gestisce a modo suo (appunto) e ognuno fa bene come fa ;)

      Moz-

      Elimina
  19. Ciao Fratellastro,
    beh!! credo che la ricetta perfetta, come dicono anche gli altri e tu, non esista in quando ognuno deve trovare la sua in base alla propria identità, modo di scrivere, argomenti da trattare. Quindi non abbiamo una regola generale, ma tante regole diverse perchè esse vanno bene solo per quella determinata persona(blog). Nel tuo caso, il modo di gestire il blog e contemplare i vari aspetti funziona e questo vuol dire che sei statoi bravo ed hai sicuramente trovato il modo giusto per te. Ovviamente molte delle cose che scrivi sono utili un po' a tutti come, ad esempio, non pubblicare tutti i giorni, cosa che ho capito solo col tempo. Anch'io cerco di farmi una scaletta ma poi non la rispetto mai, al contrario tento (quando posso) di far ruotare gli argomenti anche se il mio modo di fare è più istintivo. Adoro i dibattiti costruttivi e devo dire che invidio (in maniera buona), il tuo blog per questo. Suoi follower la pensiamo allo stesso modo anche se, per la prima volta nella mia vita, quest'anno, ho dovuto farmi violenza per non rispondere a certe offese che mi hanno ferita profondamente tra calunnia e cattiveria. Detto questo credo di non aver mai usato delle strategie, almeno consciamente, per avere più lettori o commenti o gestire al meglio il mio spazio. Mi sono solo limitata ad adattarlo a me e ai lettori. Naturalmente con il tempo sono cresciuta, migliorata (spero), cambiata e mi auguro evoluta. Ecco, forse è il mio andare d'istinto e non gestire come si deve che rende il mio spazio imperfetto, poco chiaro, per nulla fruibile ed interessante -.-' (ma come faccio a cambiare? io sono cosi e quindi il mio blog è lo specchio dei miei stati d'animo, interessi e cose che mi hanno colpita o emozionata)
    Comunque il tuo è grande, da te mi sento sempre a casa e tra tutti i blog che seguo, non lo dico per comprarti, sai che non sono quel tipo di persona, è quello che mi piace maggiormente. Perchè mi fai sorridere, divertire, riflette, mi piace che mi rispondi e certe volte ci scambiamo innumerevoli commenti e mi piace il tuo cambiare, l'assenza di monotonia e il linguaggio reale ;)
    buona giornata :D
    p.s. come sempre ho scritto ho scritto un papiro, sorry!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti per il papiro, anzi... figurati!
      Innanzitutto ti ringrazio per le tue belle parole, mi sento sempre un po' in imbarazzo XD

      Io credo che ognuno fa bene come fa, e che la strada comunque è sempre in evoluzione (ovviamente se -come me e come te- si ha un blog "attivo").
      Il tuo blog non è confusionario, anzi. E' piacevole ed è molto affine al mio, come argomenti (ovviamente tu metti delle cose femminili e io no, ma ci sta!).
      Hai trovato il tuo modo di bloggare e vedo che comunque non sei mai ferma, ed è cosa buona e giusta. Le scalette sono fatte anche per essere stravolte, io stesso cambio e scambio, e non le rispetto. Dipende dal momento, bisogna sempre tenere in considerazione, per me, anche l'attimo che si sta vivendo: un blog ci rispecchia, dopotutto :)

      Bacioni al ragù di scoiattolo! ;)

      Moz-

      Elimina
    2. ahuahuahua sei come me allora, i complimenti mi metto a disagio perchè mi imbarazzano, non so mai cosa dire :P

      Si, ognuno fa bene come fa, hai ragione su questo.
      Sul mio blog non lo so, a volte ho paura di non essere capita o di non esprimermi nel modo giusto, di essere io il problema.
      Prima era più facile...da quando sono tornata, dopo aver letto certe cose
      mi sento diversa e penso di aver sbagliato tutto...leggo e rileggo tante volte per capire le mie colpe e i miei errori, ma non riesco a trovarli, allora mi sento delusa, svuotata e triste e mi chiedo perchè continuo.
      Oddio sono in crisi esiste un bloggerpsicologo? ahuahuahuahuahua

      allora non sono l'unica!!! che bello leggere che anche gli altri stravolgono le scalette in base agli stati d'animo e ciò che vivono ;)
      bacioni allo spezzatino di castoro :D

      Elimina
    3. Ma quali problemi ti poni?
      Vai benissimo così come sei! Di riflesso a quel tuo post, anche qui ci sono stati scazzi generali: beh, si risolvono solo tenendo le redini della cosa! Non mi sono mai fatto problemi per ciò che sentivo essere giusto, e non dovresti fartene anche tu!
      Vai come un treno, e continua a farlo! Chi vorrà salire, sale a bordo. Non stai scrivendo tu stessa una storia ambientata tra treni e stazioni? ;)

      Moz-

      Elimina
    4. tanti!! penso troppo...è un mio difetto -.-'
      si, ho letto tutto ovunque per questo sono stata male e per questo non volevo nemmeno riaprire. Poi, mi sono fatta forza e sono tornata in pista anche se con difficoltà. Anzi...volevo dirtelo da tempo grazie!!!

      si, l'ho ultimata la storia dei treni e delle stazioni ;) ora devo solo saltare sul primo intercity ahuahuahuahua :D

      Elimina
    5. Per me quella cosa è un capitolo nato e morto così. Ne succederanno sicuramente altri, di casini. Figurati. Che poi io so essere anche un bastardo appicciafuoco :p
      Ma non farti assolutamente problemi, mica è stata colpa tua, anzi è stata più colpa mia che ho gettato benzina sul fuoco (che ti ho detto? Sono appicciafuoco!). Ma l'ho fatto involontariamente, o forse inconsciamente volontariamente, chissà :p
      Basta, che sennò mi rinchiudono al manicomiooo XD

      Moz-

      Elimina
    6. adesso anche per me. Certo, è stato difficile lasciarlo cadere cosi, senza ribattere e difendermi (visto che il tutto è successo in mia assenza), ma ho preferito non riaprire la questione per evitare di riaccendere un fuoco spento.
      ahuahuahuahuahu questa volta, secondo me, ci rinchiudono sul serio...sono troppi i commenti ove diamo di matto da un po' :P

      Elimina
    7. Capisco perfettamente, e infatti solo ora mi sto rendendo conto che parte di ciò è colpa mia, che ho scritto quel post in tua assenza, e citandoti. Scusa davvero!!

      Moz-

      Elimina
    8. no, non è colpa tua. E non devi assolutamente chiedermi scusa perchè non hai fatto nulla, anzi in alcuni commenti mi hai anche difesa. I tuoi post parlavano del film, hai solo preso spunto da un dibattito per spiegare che uno scrittore non può essere responsabile delle azioni delle persone o dal loro interpretare le cose in modo diverso.
      Guarda esprimere il proprio punto di vista non è mai un male, anzi può essere costruttivo, quello che è sbagliato è usare il punto di vista di un altro per insultarlo e mettergli in bocca parole mai scritte, dire cose non vere e usare un film per dare un immagine di lui che non corrisponde alla realtà. Tu queste cose non le hai fatte, hai solo preso spunto per parlare di un qualcosa a te caro che non aveva nulla a che fare con la mia persona...altri hanno fatto esattamente il contrario (questo mi ha ferito)
      quindi tranquillo!!! come ti ho scritto prima, grazie!!! sei stato l'unico che mi ha difesa quando io non potevo farlo (ho apprezzato) e volevo dirtelo anche se un po' mi vergognavo e un po' avevo paura di riaccendere un fuoco (per fortuna) spento. ;)

      Elimina
    9. Ti ho difesa quando ho potuto, nel senso che ho semplicemente ribadito, quando necessario, che quel che avevo letto da te non era ciò che poi era stato riportato. Oltre non sono andato, non mi sarei mai permesso di parlare per bocca tua.
      Anche a me hanno messo in bocca parole che non ho mai detto, ma in fondo posso capire: l'argomento era così scottante che davvero per quel periodo di tempo ogni cosa è stata distorta. Sembrava il caos.

      E' vero che non volevo assolutamente parlare di ciò di cui si è poi parlato. Tanto che tornerò presto -probabilmente altrove, però- su tale argomento.

      Un megaabbraccio fragola e panna! :p

      Moz-

      Elimina
    10. Lo so!!! ecco perchè ti ringrazio, sei stato giusto e obbiettivo e non hai mai detto cose che non avevo detto o estrapolato frasi mie per dargli un significato diverso. Ti sei limitato a dare il tuo punto di vista, hai sfruttato la cosa per dibattere su di un argomento valido (ci stava tutto). Per questo, anche se dopo tantissimo tempo , ho deciso di dirti grazie e farti sapere come la pensavo (mi sembrava giusto).
      Si, purtroppo ho visto che anche tu hai avuto un trattamento simile al mio.
      Vero, l'argomento era particolare, forte e impegnativo ma l'argomento va distinto dalla persona e dal suo pensiero. L'argomento era l'argomento, il mettere il mio nome in ogni blog e in ogni commento è un'altra cosa (ovviamente non parlo di te).

      Io ho capito il senso di quel post e concordavo con il tuo pensiero.

      Mega abbraccio panna e fragola anche a te ;)

      Elimina
    11. Beh, che devo dirti... grazie mille ma non c'è nulla di cui ringraziarmi, sia chiaro! Ho agito come credevo fosse giusto agire, sono sempre situazioni delicate che hanno tra l'altro coinvolto personalmente, oltre me e te, altre 4-5 persone.
      Alla prossima discussione furibonda, dunque! :D

      Moz-

      Elimina
  20. Ciao Moz,
    come sai io quando sento la parola "istinto" sento un brivido dietro la schiena.
    Perché a me quelli che scrivono "di getto", seguendo "il cuore" mi fanno venire l'orticaria.
    In realtà il tuo è un mix fra istinto e ragione: sei molto organizzato, non lasci le cose al caso e vedo che conosci bene le "regole" della scrittura sul web. Io sono per l'equilibrio fra passione e tecnica. Mi sembra che tu lo rappresenti bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora mi sa che con me l'orticaria ti viene, perché davvero scrivo di getto (immaginando, però, le cose... preventivamente). E lo faccio sempre col cuore, ci metto sempre un po' di me anche nelle cose più asettiche.
      E' vero che mi organizzo, ma diciamo che tendo anche a lasciare libera la particella di follia. Insomma, altrimenti andrei a scuola, e lì sì che ti programmano anche i peli pubici! XD
      Ah, quasi dimenticavo: benvenuto a bordo! ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Secondo me sei più organizzato di quanto tu stesso creda :).
      Dico che mi viene l'orticaria quando sento gente che mette in mezzo "il cuore" per giustificare la propria insipienza.
      Di orticaria, qui, nessuna traccia!

      E comunque: se funziona, va bene. A presto! :)

      Elimina
    3. Oh beh, io mi fido del tuo senso di repulsione! :)
      Io ci metto il cuore, nelle cose, nel senso che penso di fare ogni cosa in modo genuino e soprattutto senza tradire il mio precetto: divertirsi, sempre! ;)

      A presto, thanks!!

      Moz-

      Elimina
  21. Bravo, sei un casinista che programma il suo casino. Beato te che ci riesci, io sono rimasto al brodo primordiale: faccio casino, m'incasino e lascio che il medesmo casino imperi di luce propria -motu suo- e m'illumini d'immenso (casino si capisce).
    Miki credimi: mi ci sento daddio e ci sguazzo che è un piacere
    Oh viver nel casin
    facendo un gran casin,
    oh nostalgia remota
    pigliatela con la pelota
    oh casin gutturale
    del brodo primordiale
    piscia nell'urinale
    che fuor dal buco è male
    e non lo dar a vedere
    se ti gratti il sedere
    ma non annusar le dita
    dopo che l'hai finita.

    Ciao Miki, grande!

    PS. Ti giuro che sono sobrio, ma un rigurgito di poesia epica mi ha colto....:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wao, addirittura un componimento estemporaneo in esclusiva per il Moz o' Clock! :)
      Beh, come avrai capito, io amo il casino, ma preferisco anche avere un Piano B (altrettanto casinista) che non si sa mai!
      E mi piace anche il tuo modo di far casino in modo primordiale... è il casino migliore e più genuino che ci sia! ^^

      Moz-

      Elimina
  22. Be sì, hai ragione, una ricetta che vada bene per tutti non c'è!
    Io volo a vista, niente programmazione, niente scalette e probabilmente è per questo che vengo snobbata... ma lo scopo del mio blog è quello di un diario e ci scrivo sopra quello che mi passa la momento.
    Tutto dipende dal perchè si tiene un blog... da li ogni volta la ricetta cambia!
    Il tuo è bello, ben strutturato e variegato.. infatti si vede dal seguito che hai che è un successo!!
    Avanti così sempre!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: Sui commenti sono d'accordo con te, rispondere sempre!
      Ne avevo fatto un post una volta, anche chi non risponde mai mi ha dato ragione... mah!!

      Elimina
    2. Ahaha, il tuo p.s. mi ha fatto sorridere! Forse la gente non si rende nemmeno conto XD

      Quanto al tuo blog, io credo che raggiunga il suo scopo: è piacevole, anzi è un piacevole viaggio tra momenti introspettivi e avventure tranquille alla ricerca di sé (è questo quel che ci ho sempre visto). Per me quindi hai centrato il bersaglio, io mi rilasso sempre guardando le tue foto e leggende le tue avventure così serene e roboanti nell'intensità ma non nel rumore.

      Moz-

      Elimina
    3. Troppo buono.. come sempre!
      Il fatto che tu ci veda questo mi da conferma che ho raggiunto il mio scopo... Grazie!
      :-)

      Elimina
    4. Io sì, altrimenti non te lo direi nemmeno! Lo sai come sono fatto ;)

      Bacione!

      Moz-

      Elimina
  23. tra il serio ed il faceto hai dato buoni consigli...
    sei proprio un guru fatto e finito...
    ti PatAbbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, se mi consideri un guru significa che sono antipatico! I guru sono antipatici di default! :(
      Un megaabbraccio potenziato al color rosso!

      Moz-

      Elimina
  24. D'accordo su tutto quanto hai scritto.
    Io sono ancora più radicale di te: spesso non seguo in filo logicissimo nelle mie pubblicazioni. Il blog per me è flash, illuminazione o, come sarebbe corretto riassumere, intuizione. Faccio davvero uno sforzo creativo quando scrivo; altrimenti non ce n'è.

    Aggiungo soltanto che la scelta su quanto e quando pubblicare dipende anche dalla finalità che il blog ha. Per me non è affatto l'unico modo di comunicazione in rete; casomai all'inizio è stato uno strumento per farmi conoscere e far vedere quello che sapevo fare. Per questo ascolto molto il mio lettore, ma non mi uccido se non c'è discussione, interazione, commento a manetta. Ho tanti altri modi per misurare il gradimento e la contaminazione tra diverse piattaforme arricchisce la mia comunicazione. Ecco, in breve, quello che penso e che FACCIO.

    Bel post, ciao MikiMoz :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola qui! Benvenuta a bordo! :)

      Certo, anche io non è che mi ammazzo se non ci sono i commenti: pensa che su otto anni di blogging, i commenti in questi numeri sono arrivati solo da un anno e mezzo, prima avevo la mia decina di tostissime persone (alcuni sono ancora presenti) con cui condividere quel che scrivevo.
      Ci sono altri modi per interagire, vero! Ed è giusto usarli in maniera crossmediale ;)

      Moz-

      Elimina
  25. [Aggiungo 1: scusa i refusi, ma sono sempre di fretta.
    Aggiungo 2: il lettore ama lo stile; indipendentemente da come lo dici, da quanto lo dici, da dove lo dici e da quando lo fai... se ti riconosce un valore lui torna sempre.
    Aggiungo 3: bloggare, lo ammetto, non è la mia attività principale; il copy fa tutt'altro in realtà; indi... c'ammo a fa'?]

    Ribacio caro Michele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) figurati, tanto so che sei una writer e non si tratta d'errori di ignoranza, vai tranquilla, pupa! :)
      2) vero, la penso come te. Il problema è appunto... avercelo, questo stile! Lo stile non si crea, ma si ha e magari si affina. Ma se non ce l'hai?
      3) beh, puoi bloggare sempre per divertimento, avrai aggiunto qualche sorriso alla tua giornata^^

      Bacione!

      Moz-

      Elimina
    2. Mitico! Bacio a te carissimo.

      Elimina
    3. Grazie mille, baby! :)

      Moz-

      Elimina
  26. Caro Moz,
    ti ho conosciuto attraverso i commenti e non posso non trovare il tempo per commentare te!
    Il tempo donato a chi scrive il post - commento - e quello di chi risponde è spesso rubato tra una pausa e l'altra di lavoro o real-vita.
    Ma in ogni caso è un tempo che ci arricchisce sempre!
    Ci dà soddisfazioni, spunti nuovi per scrivere, incontri e scontri di opinione e riflessioni che non immagineresti.
    Ci dà anche lo spazio per incontrare persone Grandi come Te!
    A prestissimo, allora, sul tuo/questo canale e sul mio/nostro di Gloria #LessIsSexy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, benvenuta a bordo anche a te! (oggi è la prima volta, qui, di diverse persone... che bello!^^)

      Anche io ti ho conosciuta attraverso LessIsSexy, grazie ai tuoi articoli o commenti. E' un blog geniale nella sua semplicità minimal, forse addirittura è l'esatto opposto del Moz o' Clock ma non è detto che non possiamo contaminarci a vicenda (anzi, ci contamineremo senz'altro, eheh!^^)

      Il tempo delle interazioni, è vero, arricchisce sempre. E' uno scambio. Si impara da tutti... e se lo dice uno snob come me c'è proprio da fidarsi! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Contaminiamoci con gioia!

      Devo solo capire se chiamarti Michele, Miki o semplicemente Moz-
      ...

      Elimina
    3. Michele è il mio nome di battesimo, mai usato nemmeno dai miei genitori (è troppo serioso, e poi significa "chi è come dio?", insomma... davvero troppo serio per me, anche se è bellissimo XD). Miki va benissimo, conta che anche i miei amici fuori dal mondo del web mi chiamano Moz, se vogliono... quindi fai tu, tranquillamente :)

      Moz-

      Elimina
  27. Una ricetta universale non esiste, è vero. Ognuno trova il suo ritmo e il suo approccio con il tempo. Quello che mi piace del tuo blog è il perfetto connubio tra freschezza, spontaneità e programmazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La programmazione, per me, è necessaria almeno un minimo per non cadere in un caos ingestibile. Io amo il caos, ma devo esserne padrone e poi posso anche lasciarmi trasportare da questo^^

      Moz-

      Elimina
  28. Ciao Moz,DOMY
    Non ho un blog ma se me avessi uno seguirei esattamente la tua linea di gestione.
    D'altronde come ti ho già detto sei il mio blogger preferito. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domy, sai quanto ti sono grato per averti come lettrice fissa nonostante tu non faccia nemmeno parte del mondo del blogging! Infinite grazie per supportarmi sempre, qui e su Twitter!! :)

      Moz-

      Elimina
  29. Ciao Carissimo!

    Lascio il mio parere: come umile professionista del blogging ti dico che "se funziona fa bene così". Da un punto di vista degli obiettivi la soluzione non è delle migliori: dovresti sempre tentare e ritentare per raggiungere step sempre più alti.

    Però da un punto di vista personale, il blogging è una sorta di diario da curare come meglio credi. Hai tanti lettori, hai tanti commenti, ti diverti... se va bene così non hai bisogno di cambiare.

    A volte le cose fatte con il cuore sono quelle che riescono meglio, nonostante le imperfezioni stilistiche o di protocollo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ricky!
      Grazie per il tuo parere!
      Ti chiedo una cosa: come si fa a puntare per raggiungere step più alti?

      Cioè, se io guardo indietro negli anni, vedo che il mio blog è cresciuto con una lentezza che oggi non esiste più. Una lentezza anzi forse anacronistica in questo mondo (il virtuale) dove l'adesso è già vecchiume.
      Non ho programmato nulla per crescere, è successo tutto in modo naturale.
      Non saprei nemmeno cosa potrei fare per step superiori.

      Io ad esempio ho già in mente almeno tre progetti nuovi che potrebbero coinvolgere il mio blog, ma... li ho programmati esclusivamente per mero divertimento e fancazzismo, non per raggiungere un qualche scopo! XD

      Moz-

      Elimina
  30. Sei bravo, questo è il più. Altrimenti tutte le programmazioni, le strategie, le tabelle di marcia non servirebbero poi a un granché!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, oddio... bravo no, diciamo che sono bravo a divertirmi e forse riesco a far divertire un poco anche voi che mi seguite :)

      Moz-

      Elimina
  31. E' bello e generoso che tu abbia voluto condividere.Potrei prendere in considerazione qualche idea..ma sono incostante,scrivo poco e non sempre cose di qualche interesse.Ma tu sei bravo,a prescindere,e le strategie possono solo aiutare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti ringrazio per le tue belle parole! Non ho voluto dispensare consigli di sorta, ma solo raccontarvi un po' del "dietro le quinte", mi piaceva l'idea che voi utenti vediate a cosa state dando il vostro tempo. Sì, perché io vi sono grato per leggermi ogni volta, leggere le mie stronzate e interagire con me!! :)

      Moz-

      Elimina
  32. aho Moz, ma sei me?
    Ahahahah abbiamo la stessa identica idea di blog.
    Io posto tre volte a settimana di solito (tranne in settimane troppo stressanti), amo l'interazione, detesto chi blogga facendo lo snob.
    e SOPRATTUTTO l'ingrediente essenziale è la genuinità. L'essere se stessi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora sì, ragioniamo praticamente allo stesso modo!
      E poi la genuinità è la cosa che dovrebbe esserci sempre, anche perché credo che un lettore "sgami" chi non è sincero fino in fondo... o no?

      Moz-

      Elimina
    2. esatto!
      Comunque è incredibile. 170 commenti!
      E per ritrovare il mio commento ci son voluti 5 minuti buoni! Cavolo, complimenti! :)

      Elimina
    3. Ahaha, ma io devo ringraziare voi che commentate, mica è merito mio! :D

      Moz-

      Elimina
  33. Io con la pianificazione ho dei seriessimi problemi. Quando mi sento motivata (ovvero quando comincio a rischiare di perdere pezzi, rubriche, progetti e lavori vari e si accumulano le bozze vuote o semi vuote che mi ricordano le mille cose che ho indietro) mi faccio un bel Google Calendar, che poi matematicamente disattendo (e lui si diverte a insultarmi ricordandomi che avrei dovuto già pubblicare altri ventorici post che ho fatto slittare per tutti i motivi del mondo).

    Normalmente cerco di avere almeno una scaletta settimanale omogenea (lunedì recensione di un film, martedì Cross-Talk, mercoledì buco o progetti rapidi - tipo le schede personaggio che sto facendo ora -, giovedì recensione anime o manga, venerdì recensione manga o anime o rubrica). Potendo io pubblicherei cinque giorni alla settimana, ma difficilmente riesco a preparare più di quattro post (di cui uno, in realtà, è la striscia ;-P).

    I miei argomenti sono a loro modo omogenei ma anche abbastanza vari, ho lettori che seguono solo determinati filoni e altri che leggono tutto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: Anche io seguo la filosofia per cui ogni commento, per quanto breve o lasciato su un vecchio post, meriti una risposta e ti ammiro molto per come riesci a stare dietro ai tuoi, io ne ho di meno di te e già così faccio le ore piccole e le pause caffè in ufficio per rispondere a tutti XD

      Elimina
    2. Io evito di avere calendari su pc o al tel, preferisco ancora carta e penna: appendo un foglietto con la mollettina, e ho il calendario sempre accanto al pc... la penna è più concreta dei byte, sento che non prenderei mai troppo sul serio un calendario virtuale XD

      Hai un buon calendario, ben scandito: i tuoi lettori sanno quindi cosa trovare tot giorno, bene o male. Non li disorienti!

      Quanto ai commenti, fino a che posso farlo rispondo a tutti, altrimenti troverò una soluzione! :)

      Moz-

      Elimina
    3. Uso la carta solo sui progetti a lungo termine in fase embrionale, quando le idee sono un minimo chiare passo al virtuale :D

      Grazie, e infatti finisco spesso per sconvolgerlo (come questa settimana, ma ho una striscia tematica per domani e il meme mi diventava stantio se aspettavo venerdì XD)

      A disorientarli ci penso quando apro un nuovo progetto (tipo "fin'ora abbiamo parlato solo di roba giapponese? Bene da domani tutti i lunedì per una stagione intera solo Batman in tutte le salse!")

      Elimina
    4. Ahaha, però vedi, io (anche se ti conosco da poco) noto che c'è una sorta di continuità in quello che fai. Cioè, anche se parlassi di Batman sempre (cosa buona e giusta, specie rispetto alle zozzerie shonen, tié :p) avrebbe comunque un senso nel quadro generale del tuo blog!
      Penso forse perché si intravede bene, tra le righe, un certo stile che fa da collante ;)

      Moz-

      Elimina
  34. Come sempre parole sagge quelle del nostro Mozzino..
    Qualsiasi strategia si applichi..non so se funzionerebbe ..
    Comunque mai quanto la spontaneità e l'essere sempre e anche a forza se stessi, costi quel che costi..
    Un applauso divino!++++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu un applauso divino, io ti mando un bacione dibirra XD
      Grazie mille Nellina, e son d'accordo con te!!

      Moz-

      Elimina
    2. Che marca era questa birra? Fantastica!

      Elimina
  35. Il fatto del rispondere ai commenti è una cosa che mi sta molto a cuore, da quando ne hai parlato in un post precedente ci ho fatto ancora più caso (vedendo che non sono l'unica a pensarla così) e adesso, ti giuro, non riesco più a sopportare i blogger che non rispondono, per quanto siano interessanti i post che propongono. Non parliamo poi di chi non risponde ad un commento piuttosto che agli altri, mi sale il veleno proprio come succede a te.

    Personalmente non "studio" i miei post, seguo l'argomento principale e per il resto mi lascio ispirare da quello che scopro o che leggo in rete, se non ci sono viaggi in mezzo. Al massimo mi capitano giornate particolarmente creative durante i quali scrivo più di un post, poi dopo decido quando pubblicarli.

    Sulla frequenza sono totalmente d'accordo, ragiono così anche per il mio blog e come avrai visto ormai pubblico ogni tre giorni circa, due se ho un post che mi piace particolarmente. Tra i blogger che seguo prediligo chi aggiorna regolarmente senza eccedere con troppi post in pochi giorni o pochissimi post nell'arco di mesi. Penso sia normale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, sul rispondere ai commenti siamo d'accordo, pensa che alla lunga smetto di seguire anche un dato blog, se vedo una cosa del genere.

      Anche io, quando ho tempo e voglia (soprattutto voglia) mi metto e scrivo un paio di post o la traccia per qualcun altro che poi svilupperò.

      Sulla frequenza, la vedo come te, anche se po dipende da caso a caso: ci sono blogger che pubblicano di rado ma che quando lo fanno spaccano! :P

      Moz-

      Elimina
    2. Vero anche questo, effettivamente seguo un paio di blogger che scrivono poco ma mi fanno morire, ed è l'unica eccezione :)

      Elimina
    3. Eheh, appunto! E magari per loro è impossibile scrivere di più :)

      Moz-

      Elimina
  36. Condivido Moz, se dovessi decidermi a riaprire il blog su un'altra piattaforma e a renderlo un po'più strutturato, sarebbero tutte cose che terrei a mente. Peccato che, ora come ora, il mio giardinetto virtuale ha assunto l'aspetto disordinato di una discarica di emozioni, quindi va come va.... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha un suo ordine e un suo perché anche come "discarica di emozioni", e forse potrebbe essere proprio qui il nucleo da cui puoi ripartire, non trovi?^^

      Moz-

      Elimina
  37. mah... in fondo in fondo... chissenefrega :D

    RispondiElimina
  38. Ah beh, finalmente dei consigli che non sono quelli da almanacco delle sezione "dell'internet" nelle librerie, quelli con il giovane elegante/trendy e il donnino da ufficio.
    Avrai capito che io sono per: "essere sempre se stessi e lasciarsi guidare dal proprio temperamento". La famosa frase "scrivo per me stesso" passa da leggenda a mezza verità per il mio caso, come hai potuto vedere non mi interessa piacere per forza, però il blog ce l'ho da tre anni... Il mio intento non era pensato per il fiume di lettori, troppo di nicchia; poi, se accendiamo la curiosità, facciamo balenare qualcosa in mente, stimoliamo, e dico su TUTTO... ben venga! Anzi, faccio un po' dietro front su quello detto finora e affermo che da un post sul Barile di Amontillado può venirci fuori una bella disamina su... chessò, la vendetta, dialogare in egual misura rispetto ad uno sull'ultima delusione amorosa... Ma queste sono elucubrazioni troppo noiose, la verità è che siti come il mio non sono in vista, e la gente vuole stare in vetrina e basta.
    Rimanendo in ambito consigli per il blog di successo, me ne vengono in mente due:

    1) Siate donne. Se non lo siete diventatelo. Le donne attirano, la masnada di rattusi che vuole fare colpo si precipiterà, statene certi/e. Poi arriveranno anche le amiche frufrù, quelle che si sperticano in baci e abbracci virtuali, "tu mi comprendi", "grande!", "ti voglio bene". Commenti a fiotti!

    2) Se siete donne o siete riusciti ed esserlo lamentate una vita da alternative incomprese, arriveranno le amiche frufrù di sopra, che si diranno alternative anche loro (quindi sarebbero tutti una minoranza, e a me la cosa non quadra mai...), i maschietti che subiranno il fascino e soprattutto i famigerati consolatori, perché gira e rigira le alternative incomprese sono, purtroppo, degli affetti da complesso di inferiorità di fronte ad un tacco 12 visto alla stazione o al fashionismo di chissà quale baldracca da combattimento. Vogliono che voi diciate che sono fighi, che loro sono VERI rispetto alla marmaglia, se non lo fate si incazzano. Però, nel frattempo, una cinquantina di commenti sono stati raggranellati.
    Mi si chiederà perché l'alternativo incompreso maschi tira meno: mai capito, forse c'è fra uomini c'è una competizione più subdola e non interessa consolare, forse altro, mah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua idea di blog è proprio come quando aprii io, agli albori.
      Non sapevo nemmeno come avercela, la visibilità oltre la cerchia che già sapeva dell'esistenza del Moz o' Clock.
      Poi è stato tutto naturale.

      Quanto ai due consigli che dai, io li disattendo entrambi: sono uomo e lo ribadisco in ogni occasione, col mio fare maschile e forse anche maschilista. Non lamento nemmeno una vita da alternativo incompreso, anzi conduco un'esistenza normalissima... chissà, magari è per questo che non ho attirato donne frufru o uomini macho, ma un sacco di omosessuali XD

      Moz-

      Elimina
    2. Comunque non ho detto la cosa principale riguardo all'argomento del buon bloggatore, cioè che divido il blogging in due categorie, cioè quello fatto per passione, per piacersi ed eventualmente piacere agli altri, e quello forzatamente legato ad certo numero di visite, perché servono pareri multipli, serve fa arrivare un messaggio a più persone possibile, fare, sigh, soldi, ecc. Per questa seconda categoria vanno benissimo consigli, per l'altro caso, beh, a parte l'educazione della comunicazione di cui abbiamo parlato, non c'è bisogno di "professionisti", anche perché questo sedicente professionismo non sono altro che beceri trucchetti paraculo o di codice, cose fatte per piacere, artificiose. Poi esistono i casi via di mezzo, come il tuo, è evidente che non sei falso per essere apprezzato, ma hai determinate caratteristiche che fanno presa, che possono anche essere catalogate come punti fermi.
      Però, il tuo successo non penso possa disattendere il valore delle due caratteristiche che ho citato, mi vorrai dire che essere donna non attira, di numero, non certo di qualità, degli accattoni di figa o delle bisessuali in crisi mistica? Non dicevo i macho, quelli sono troppo tosti per bloggare! E ignoranti. :D
      Il secondo consiglio assume valore perché, mentre la figa canonica (CANONICA per la massa) si fa le foto vajasse per Facebook, la forma blog, essendo più argomentativa, attira, oltre a persone più profonde (e per questo terrò sempre alta la bandiera dei blogger) anche "sfigati da sfogo", alternativi falsi in cerca di conferme che altrove fallirebbero perché soppiantati da qualche mentecatta griffata o topmodel d'operetta.

      Elimina
    3. Ammazza che analisi socio-virtuale!
      E sembri molto più snob e tremendo di me :p
      Io ti assicuro che faccio blogging con lo stesso spirito del primo giorno, e solo perché mi piace gestire un blog. La "strategia" che uso è ormai una cosa doverosa o meglio dovuta, dovuta a chi mi legge e si aspetta di trovare una determinata cosa in un determinato giorno.
      Non so come si è arrivati a questo, ma di certo non mi pesa anzi mi diverte sempre di più, lo considero naturale evoluzione di un blog aperto a novembre 2006 e che da allora ha attraversato diverse fasi, sempre tutte in modo naturale :)

      Moz-

      Elimina
    4. Davvero non è piaggeria, è evidente che sei un caso "vero", infatti sei "da studiare", una naturalezza che funziona. Palese che ciò che scrivi è naturale, sono argomenti troppo personal-social, troppo immediati per essere creati a tavolino per il gusto del pubblico.

      Come ti dicevo, mantengo alta la bandiera della forma blog rispetto a quella del social network, rifiuto fermamente le diciture retoriche su questi ultimi, come "dipende da come lo usi", "io citenCo solo gli amici" e frasi fatte varie, perché scrivere e ragionare su di un argomento, fosse anche la pagina del proprio diario, è ben diverso del buttare una mezza frasetta sulla merenda fatta o la battutina sul politico, tipico da SN, innegabile la differenza di profondità. Quindi w il blog, ma... C'è una ma. Sicuramente snob, tremendo e vero misantropo, perché anche qui la delusione di trovarsi di fronte individualismo, "vetrinismo" ed egocentrismo sfrenato è stata forte. Mercificazione della persona, vendersi per una "notorietà" da due soldi che difficilmente potrà darti chissà quale giovamento è all'ordine del giorno, a discapito dei contenuti, un po' lo stesso che succede anche su youtube e simili. Insomma, la parola d'ordine è "guardatemi come sono figo" e non "svolgo un utile e divertente servizio per la comunità, stimolo, disquisisco, faccio da distrazione allo stress, ecc." Ovviamente non è tutta pupù, come detto...

      Elimina
    5. Innanzitutto ti ringrazio per le tue parole, mi fa piacere vedere che la mia naturalezza "arrivi" al lettore. C'è poco da costruire, qui: come dico sempre, il Moz o' Clock è l'estensione virtuale della mia cameretta, con una finestra sul bar :p
      In realtà una sola volta ho creato una rubrica (che esiste ancora) con lo scopo preciso di vedere se -tolti i miei dieci mitici lettori dell'epoca- potesse attirare, anche e soprattutto a lungo raggio, altra gente.
      In mia discolpa posso dire che l'etichetta la usavo già, e comunque è sempre in perfetta traccia con la mia linea editoriale XD

      Quanto al comportamento sui social che citi, credo che su YT ci sia il peggio del peggio.
      Lì il vetrinismo è alle stelle, vero.
      Il blogging mi piace perché la fuffa la riconosci subito, secondo me.
      Come riconosci subito le cose sincere. E da lì puoi partire ;)

      Moz-

      Elimina
  39. Ah, sul rispondere ai commenti sfondi una tripla porta aperta! È un OBBLIGO, altrimenti il ditino può benissimo disattivare l'opzione apposita. Una persona ti legge, ragiona e commenta e tu non rispondi? Non esiste. Il bello è che molti passano al post successivo senza risponderti. In questo caso immagino qualcuno che parla con te, tu gli giri la faccia e inizi un nuovo argomento altrove.

    Poi ci sono i commenti fatti solo per pubblicità, e lì è un altro discorso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì... commenti con faccine e link, o "ciao" e link, o peggio con "bel post, vieni a visitarmi su..." e link sono odiosi.

      Come è odioso quando non ricevi risposta, quando vuoi intavolare un discorso su una cosa scritta da altri (quindi hai dato a questa cosa tempo e importanza...) e non vieni cagato!

      Moz-

      Elimina
    2. La seconda è tremenda, non solo do importanza e valore a ciò che dici, ma snobbi pure. Puerile! E che si argomenta a fare dico io, magari aggiungono anche "che ne pensate?" a fine post.

      Elimina
    3. Ahaha, per l'unica volta che ho messo una call to action in coda a un post mi stigmatizzi così? :p
      Ho voluto aggiungere la domanda perché altrimenti il post rischiava di essere eccessivamente masturbatorio, come una cosa che mi sono suonato e cantato da solo, e solo per me. In fondo è anche un po' così, questo post. Sì.

      Moz-

      Elimina
    4. No, aspetta! Il "tu" si riferiva al "non rispondente tipo", non di certo a te che rispondi a centinaia di commenti!! Moz, che mi combini! Ti chiedo scusa per l'incomprensione! :D

      Elimina
    5. Ahaha, che ne so, pensavo fossi ironico (e ci poteva stare, dato che è vero che il post è comunque un gran pippone a due mani XD)

      Moz-

      Elimina
  40. Ma io ho il captcha? sono andata su impostazioni e l'unica cosa che mi sembrava attinente al captcha:è "mostra test di verifica" che era settato su si :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quindi avevi il captcha!! :)
      Purtroppo è una malattia che il blog prende in automatico, è come il Peccato Originale: ci si nasce.
      E il blogger non sa nemmeno di avere settata questa cosa, perché a lui non è mai richiesta! :)

      Moz-

      Elimina
    2. E' ingiusto :( è come quando leggi nelle bollette tariffe extra che tu non hai manco chiesto.....

      Elimina
    3. Esatto! Io evito sempre di dirlo ad personam, che magari uno si offende (l'ho fatto una volta e praticamente mi è stato detto e ribadito che era un problema del mio pc ecc...)

      Moz-

      Elimina
  41. Il mio blog l'ho sempre gestito in modo caotico e solo di recente ho deciso di usare le categorie per mettere ordine e avere un filo da seguire.
    Il mio secondo blog, appena aperto, gli ho già dato un'impostazione di massima e voglio vedere se riesco a rimanere nei limiti

    RispondiElimina
  42. Sono d'accordo, ma io tengo il captcha numerico ( tipo 3+2= ), perchè, nonostante io abbia Askimet ( plugin wordpress), lo spam esce spesso fuori e non voglio seccare i miei veri commentatori :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, a me nel tuo blog non mi richiede nulla, mi dice solo che il commento è in attesa di moderazione ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Ah...bene.Forse me ne ero dimenticata, ma probabilmente, quando ho dovuto mettere moderazione causa spam, devo aver tolto la verifica.Meglio così :-)

      Elimina
    3. Già: fidati, è uno stress in meno per chi vuole interagire con te ;)

      Moz-

      Elimina
  43. Ottime indicazioni Moz... io vado dove mi porta la tastiera. Cerco di evitare di scrivere post lunghi perchè mi rendo conto che sono difficili da finire, a parte quei casi in cui non ci si riesce a limitare, per quanto riguarda la frequenza dipende molto dal resto della mia vita anche perchè è giusto dedicare anche spazio ai commenti da fare su altri blog dove si trovano spunti sempre interessanti...
    ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Ernie, io mi diverto molto a leggere i vostri blog perché trovo sempre cose interessanti, o magari notizie a cui non hai badato molto, o curiosità varie! :)

      Moz-

      Elimina
  44. Ptresti organizzare quei seminari "all'americana", e fare da Guru, tipo "Yes Man", avrai presente credo... :D

    Ihihi, comunque alla fin fine come dicevi giustamente, conta la naturalezza e l'immediatezza, poi frequenza, stile ecc... sono cose soggettive, io personalmente vado molto "slegato", senza scadenze precise :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ma dai! :)
      Però una volta mi era stato detto se volevo parlare di blogging in pubblico, sai? :p

      Per me conta essere se stessi e agire come si crede anche sulla frequenza: se sei presente, intendo se sei una persona di presenza, anche un post al mese non farà dimenticare ai tuoi lettori che hai un blog^^

      Moz-

      Elimina
  45. Buongiorno Moz, Non so come una persona decida di aprire un blog- Io da parte mia l'ho aperto così per avere il mio angolo privato ogni sera tornando a casa dopo una lunga giornata, ma sarà stata una valida ragione? Comunque ho imparato ad amare questo mondo. Ho aperto il blog in Nicaragua quando mi assaliva la voglia di raccontare tutto ciò che osservavo e vivevo credendo che a tutto il mondo interessasse. Era così tanto per raccontare ciò che accadeva intorno a me in un paese di cui nessuno parlava e parla e così lontano e diverso. Poi ho dovuto darmi una regolata, mi prendevo troppo sul serio, Alla fine cosa importa alla gente di cosa succede in Nicaragua? Importa una CippaLippa e, devo ammetterlo, un po' sono entrata in crisi. E così ogni tanto parlo del Nica e ogni tanto parlo di tutte le altre cose che prendo sul serio e che mi interessano. Certo mi piacerebbe avere una programmazione per i post, i commenti, le visite agli altri blog ma proprio non ce la faccio quindi ho deciso di considerare il blog una sfera piacevole della vita, una cosa che mi piace fare e seguire senza prendermi troppo il fiato altrimenti è finita,. Devo ammettere che non mi risulta facile visto che mi lascio prendere dalla smania da blog ogni quel tot ma come sempre riscontro ogni santo giorno che il nemico principale è il tempo, perenne nemico di tutto e di tutti.
    Sono tanti i blog che segue e forse è questo il mio problema, per seguirli tutti ci vorrebbe tutta la giornata quindi mi sa che finisco per "trascurarli".
    Dopo questo tuo post devo ridarmi nuovamente una regolata.
    Per esempio ora sono rientrata in Italia (tanto per dirlo) convinta che potrei seguire di più il mio blog ma non è così. Riesco a seguire qualche blog in più solo perchè mi sono presa qualche giorno di riposo. Succede la stessa cosa quando ritorno in Nica ed è sempre la stessa storia.
    Mi domando sempre come riescano alcune blogger a far coincidere un lavoro che occupa 8 ore o più, famiglia che occupa tutto il resto del tempo, vita sociale che è essenziale e blog con tutto ciò che comporta tra scrivere un post, rispondere ai commenti e poi spostarsi tra un blog e l'altro a commentare.
    Sono un caso perduto.... in quanto blogger intendiamoci.
    Faccio ammendo e da domani ricomincia tutto daccapo magari riprovandoci.
    A presto caro Moz e ti mando un sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla! :)
      Secondo me se ti sei posta delle domande sul tuo blog è una grande cosa. Hai rivisto dei parametri per rimetterti costantemente in gioco. E' giusto così: l'immobilità, anche mentale, non fa mai bene, mai.

      Quanto al tempo, io me lo gestisco dedicandomi ai commenti e ai vostri blog nelle fasce pre e post pranzo e pre e post cena. Poi, a volte, anche prima di addormentarmi un giretto online me lo faccio, tra siti e blog.
      E non dimentichiamo che al commento sul mio blog posso rispondere anche da telefono, in un minuto libero al lavoro^^

      Moz-

      Elimina
  46. Io ci provo a farmi una scaletta, ma alla fine non al seguo mai! Quindi faccio ad ispirazione, quando arriva arriva! :D
    P.s. come sei professionale :P :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le scalette son fatte per essere scombussolate! XD
      Non ti viene nessuna ispirazione con gli ascolti flop del Grande Fratello 13? :p

      P.s. ti ci vorrebbe una tortura per ciò che hai detto!

      Moz-

      Elimina
    2. L'ispirazione che mi viene è fare un grande fratello con tutti i blogger che conosco <3

      Elimina
    3. Io una volta volevo realizzare un talent per bloggers, con diverse sfide...
      Se fai il Gf io partecipo!! :)

      Moz-

      Elimina
  47. Ragazzo, domani passa da me che c'è un premio che ti aspetta!!!

    RispondiElimina
  48. Bravo, Miki.
    Da grande farai il Dirigente amministrativo e gestirai le risorse umane.
    Devi avere tanta pazienza per rispondere a 70/80 commenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gus, il problema è che sono già grande!! :)

      Moz-

      Elimina
  49. Quanti suggerimenti utili... io mi muovo un po' a caso invece...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che suggerimenti, ci tengo a precisarlo, è solo il mio modo di gestire il blog ;)

      Moz-

      Elimina
  50. Devo ammettere che il post mi è piaciuto e ha un bel taglio. Inoltre la lotta contro i captcha è qualcosa in cui credo molto (sei ufficialmente invitato per il NoCaptchaDay dell'anno prossimo, se ancora non sei dei "nostri").

    Le tue poche righe di presentazione di te non mi lasciavano ben sperare, invece bisogna sempre essere pronti a cambiare idea. Ottimo lavoro con questo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto benvenuta sul Moz o' Clock! :)
      Dunque, andando con ordine: conosco il NoCaptchaDay ma ho sempre problemi a partecipare alle catene, proprio per la natura del mio blog.
      Comunque, ogni volta che posso ne approfitto per ribadire l'inutilità della cosa ;)

      Poi... ti eri fatta spaventare dal sessista, razzista, snob e stronzo?
      Sono cose che scrivo così metto in guardia la gente: inutile lamentarsi dopo, io ho avvisato preventivamente come posso essere percepito XD
      Ecco il senso di quella presentazione^^

      Grazie mille, comunque, son felice che hai potuto cambiare opinione su di me e son felice che il post ti sia piaciuto! :D

      Moz-

      Elimina
    2. Io quest'anno per il "NoCaptchaDay" ho scritto due post, uno dedicato interamente all'iniziativa e uno invece inserito all'interno di una mia rubrica fissa. Se non ti va di stravolgere la tua programmazione, magari puoi fare una cosa del genere... E non è assolutamente una catena, dai!

      La tua presentazione mi teneva alla larga, sì. Non che non conosca gente così, eh, però in genere lo si scopre dopo e si resta fregati, qui invece era tutto nero su bianco, quindi perché mettermi nei casini? Anche perché poi io non è che me ne sto zitta e buona se qualcosa non mi sta bene... insomma, sei ancora sicuro che sia un bene avermi tra i piedi? Ahahah!

      Sono felice anch'io di aver cambiato idea. Ho fatto bene a darti una possibilità... e tu hai fatto bene a chiederla, invitandomi a leggere il post!

      Elimina
    3. Diciamo che la mia presentazione è una sorta di provocazione molto (auto)ironica, un avviso per i lettori che -qualora poi trovassero eccessiva volgarità o qualcosa di tendente al sessismo (ma solo attraverso una lettura superficiale...)- io comunque avevo già avvisato di tenersi alla larga :)

      E comunque, amo la gente che non se ne sta zitta e buona, eh! Io stesso sono così e pretendo che le cose mi vengano sbattute in faccia XD

      Insomma, sì, credo sia bellissimo averti fra i piedi, cara Romina! :)

      Sul Captcha, praticamente faccio già come fai tu, ogni tot ribadisco il concetto: la prossima volta magari aggiungerò il logo dell'iniziativa all'ennesimo post che spiega come togliere quell'odioso impedimento che i padroni dei loro blog non sanno spesso nemmeno di avere! :D

      Moz-

      Elimina
    4. Fin quando l'autoironia prevarrà sul linguaggio volgare e sessista, io, forse, non darò troppo fastidio! Ahahah! Del resto per ora mi sopporti, ma bisogna anche considerare che mi conosci da poco!

      Elimina
    5. Beh, abbiamo davanti tanti post su cui discutere e litigare, per conoscerci meglio!! :p

      Moz-

      Elimina
  51. Concordo su molti punti:sulla necessità di rispondere a tutti i commenti, ad esempio, il follower che scrive vuol leggere anche la risposta.Penso che, se non si ha tempo a disposizione meglio un post in meno.I post debbono essere brevi o relativamente brevi, nei miei aggiungo quasi sempre della musica e immagini.A volte, anzi , il post è fatto di questo.Frequenza, si, due - tre al mese, come suggerisci. A programmare e pianificare non riesco, ma non sarebbe male e inserire qualche rubrica fissa, perchè no? Penso anche il proprio post lo si debba curare e volere bene, per quanto possibile e instaurare un rapporto di confidenza e simpatia con i propri followers...
    Interessante comunque.Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono per i post relativamente brevi. Io spessissimo rileggo e asciugo molto, tolgo certi orpelli, insomma... rendo tutto molto minimale e sostenibile per i miei lettori. Specie coi post che per natura saranno lunghini.

      Sul rapporto coi propri lettori: è vero, chi commenta vuol vedere la risposta, altrimenti che senso ha?
      Instaurare confidenza coi followers è bellissimo, io molti dei miei lettori li sento anche altrove ;)

      Moz-

      Elimina
  52. Ciao! per rispondere ai lettori lo sai la penso come te, per la frequenza faccio un po' come posso, in generale tre post a settimana, quando ho tanto materiale lo salvo in bozza e me lo tengo per i periodi in cui ho poco tempo. ^_^ Ho un premio per te se ti fa piacere passa quando vuoi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quello di tenersi in bozza del materiale è un'ottima idea, perché sicuramente capiteranno momenti in cui si ha meno tempo! :)

      Passo subito ;)

      Moz-

      Elimina
  53. Io ho già pochissimo tempo per scrivere, figurati se mi mettessi anche a pensare cosa quando dove e perché pubblicare.
    Non ho mai usato "tattiche" (che non devono necessariamente essere solo in senso negativo eh?) neanche nella vita, forse è per quello che sono sempre un passo indietro rispetto agli altri! :-)
    Però tu mi piaci, e tanto! Tattiche o no, 25 post alla settimana o solo 1, o qualsiasi altra cosa.
    Sei simpa, caro Moz! E la simpatica non è una cosa che si diventa. Ed è soprattutto per questo che ti amano tutti. :-D
    Bacino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me invece il non usare tattiche non ti mette indietro rispetto agli altri, ma forse in un livello parallelo, no?
      Ti ringrazio tanto per le belle parole, mi fa piacere esserti simpatico e la simpatia è ricambiata assolutamente!
      Mi amano tutti? Ahaha, tutti tranne coloro che io ho amato, allora XD

      Moz-

      Elimina
  54. Ciao Mozzaccio, sei anche tu un insegnablogger? Spero di no!
    Non c'è un metodo per gestire un blog, ognuno lo gestisce come meglio crede, in base alla voglia che ha di raccontare e raccontarsi, può scrivere tutti i giorni oppure una volta ogni sei mesi.
    L'unica cosa che conta e farlo per il puro piacere e non perchè è diventato un obbligo.
    Grazie :)
    Un abbraccio (è la prima volta che ti abbraccio virtualmente)
    Xav

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Xavi!
      No, infatti... non sono ancora diventato un guru (il che mi renderebbe antipatico di defaut :p), ho voluto solo condividere con voi il mio modo di gestire il Moz o' Clock, sottolineando appunto che ognuno deve fare come vuole, perché l'importante è trovare il proprio ritmo :)
      Wow, che onore, il primo abbraccio dal gattaccio!^^

      Moz-

      Elimina
  55. Io, come dicevo tempo fa a Clyo, difficilmente creo un programma; tant'è che il mio blog mesi fa era molto diverso da quello che è adesso e chi sa come si evolverà in futuro!
    L'unica cosa che controllo, anche per una sorta di self-control che mi impedisca di abusare di una piattaforma fino ad eliminarne il significato primario, è quella di non postare troppe cose alla volta, se no nulla troverebbe il suo giusto spazio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, appunto: troppe cose insieme non darebbero il giusto spazio che merita ognuna di esse! E poi non ci sarebbe il tempo né il modo per sviluppare l'idea :)

      Moz-

      Elimina
  56. Sono d'accordo con la frase finale, alla fin fine ognuno ha un proprio modo di gestire il blog, il mio è sicuramente il più sbagliato perché (ad eccezione del giovedì e del sabato) non ho una scaletta ma mi piace scrivere quel che mi passa in testa, non credo di essere favorevole nel creare una scaletta perché poi diventerebbe tutto un po' meccanico, ma alla fin fine tutto si riconduce a "Il blog è mio e faccio come dico io", quel che conta è iniziare, il resto verrà da sé.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti fare come me, che la scaletta non è data dal post in sé (difatti ho sempre molta libertà) ma dall'alternarsi dei diversi tenori dei post :)
      Comunque, non credo affatto che il tuo modo sia sbagliato, anzi... :)

      Moz-

      Elimina
  57. Mi sembra di capire che alla domanda "come gestore un blog" nemmeno tu sai rispondere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno può saper rispondere, secondo me :)
      Men che meno i guru che se la tirano: sono quelli che alla fine manco hanno tutto 'sto gran successo :)

      Moz-

      Elimina
  58. naturalmente concordo su tutto, cerco sempre di rispondere ai commenti (perché come te sono proprio a favore di forum) anche se ultimamente col cellulare va a finire che non mi si aprono e bene e scopro oggi dei tuoi "biscotti anticoncezionali" :D
    c'è chi scrive sette post al giorno (splinder era pieno di certi elementi), amo chi ne scrive uno-due a settimana ma non disdegno chi aggiorna spesso se ha qualcosa da dire.
    il palinsesto lo straquoto, son schiava delle rubriche. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, hai letto solo ora la storia dei biscotti anticoncezionali?? :)
      Più di un post al giorno secondo me è proprio uno spreco di energie, per come la vedo. Poi ognuno gestisce come vuole... ma secondo me se proprio devi strafare mettine uno al giorno^^

      Moz-

      Elimina
  59. Guida utilissima, quantunque ritengo che principalmente ci vuole talento e costanza per portare avanti un Blog come si deve, cosa che tu hai in abbondanza. ;-)
    Perché in fondo le visite e i commenti sono importanti, ma lo è di più il contenuto di chi posta, che fa da traino agli altri due. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ti ringrazio moltissimo per le belle parole... di certo la costanza c'è, anche se costanza alla moz (quindi ipercazzara), il talento non so e sinceramente non credo, ma mi accontento così! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Apprezzo la modestia ma i numeri parlano per te.
      Se sono così tante persone a seguire e commentare i tuoi post qualcosa vorrà pur dire no? ;-)
      La costanza e il riuscire sempre a trovare qualcosa da dire e stinolare conversazioni e commenti, è certamente un talento.
      Io personalmente molto spesso non so manco cosa rispondere nei commenti. :-P

      Elimina
    3. Ahahah, allora non si tratta di talento, ma... di parlantina e faccia da culo XD

      Moz-

      Elimina
  60. Moz bei suggerimenti, un po' di organizzazione serve sempre quando hai un blog da tanto tempo, o finisci per fare tanti post di fila e poi lasciare chi ti segue a bocca asciutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, si rischia di essere scostanti, dopo.
      Ecco perché io ho un certo calendario che rispetto al 90%, almeno^^

      Moz-

      Elimina
  61. Ti stimo un casino! MA come fai?
    Io sono pessima: intere settimane senza aggiornare e poi mesi che aggiorno di continuo.
    Scrivo a caso, rispondo poco, seguo male gli altri blog.
    Come fai, come fai, come fai? Insegnami!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! ;)
      Non c'è un modo, semplicemente gestisco i miei spazi ritagliandomi sempre un po' di tempo per bloggare. Ho deciso che posto tre volte a settimana (due sicuramente) e in base a quello ragiono sulla programmazione (ovviamente, oh, se devo andare in vacanza... sti cazzi :p)

      Moz-

      Elimina
  62. Ciao Moz, seguirò i tuoi consigli :) buon blog e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico! Oddio, non sono dei consigli (non posso permettermi...), ma è come IO gestisco qui! Però se trovi spunti interessanti... fammi sapere! :)

      Moz-

      Elimina
  63. La tua simpatia accorda al tuo Sito un ritmo swing, mentre l'improvvisazione lo rende sincopato, insomma, un blog Jazz O' Clock :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jen! Grazie mille!
      Jazz mi piace, e ti assicuro che a volte so trasformarlo in rock :)

      Moz-

      Elimina