[GIOCATTOLI] Lego Fabuland


Vi avevo giusto illustrato il Catalogo Lego 2017 ed ecco un nuovo post sui mattoncini colorati.
Stavolta vi parlo di una linea che non esiste più da anni, ma sempre nel cuore del popolo geek: i Fabuland.
Animaletti antropomorfi e colorati, vivevano nel loro villaggio ognuno con un proprio compito...
...(ri)scopriamoli assieme!

L'azienda danese tenne attiva questa linea dal 1979 al 1989: in sostanza, è la categoria Lego più anni '80 che ci sia!
A metà strada tra i Duplo e i mattoncini più classici, i Fabuland erano compatibili con questi ultimi e pensati per un pubblico di bambini.
Ma il loro fascino ha colpito davvero tutti.

Facili da costruire, coloratissimi e con personaggi unici (ognuno col proprio nome e con la propria storia!) i Fabuland erano inizialmente un po' diversi da ciò che rappresentarono per tutto il decennio.
I primi set, infatti, oltre a non avere le tipiche basi (verdi, in questo caso) utilizzate per le altre linee Lego, mostravano grandi pezzi unici già assemblati (interi piani di case, garage, grandi scalinate...) e poche raffinatezze (tegole e balaustre, così come sedie e tavolini, erano realizzate con comuni mattoncini).

porte, finestre, fusoliere, scalnate, scivoli, tetti...

Ma ben presto il brand Fabuland divenne sempre più unico: dopo qualche playset con pezzi ibridi (ad esempio auto il cui sedile era ancora fatto di mattoncini), si arriva finalmente allo standard che in seguito subirà anche una evoluzione ancora più moderna.
Sorgono quindi tavoli e sedie, letti, accessori vari (bicchieri, fiaschi di vino, padelle, pentole...) e altri pezzi unici creati appositamente per questo mondo.
Il libretto d'istruzioni continua a presentare una nuova storia illustrata ambientata nel playset acquistato; la cittadina dei Fabuland può ingrandirsi sempre più tra costruzioni più "antiche" e altre nuove.

tutto ciò che serve per animare un piccolo mondo...

Molti personaggi presentati all'inizio non vengono più utilizzati: si pensi al pappagallo Joe, alla mucca Clara, alla capra Olli e alla capretta Gertrude. Ma anche il cane dottore David, il gatto arancione Charlie, il coniglio scuro Robby. Queste minifigures diventano presto pezzi ricercati.
Chi sopravvive -gli ormai famosi Edoardo l'elefante, la coniglietta Bonnie, Walter il tricheco, la gatta Caterina e Lionel il sindaco, tra gli altri- ottiene nuovi occhi (più cartooneschi) e nuovi abiti con maggiori dettagli (un fiocco, una collana, simboli ecc...). Addirittura certi personaggi guadagnano ulteriori accessori "fissi", come i cappelli (quello di paglia di Freddy, ad esempio).

i personaggi con le loro varianti e evoluzioni

i personaggi con le loro varianti e evoluzioni

Anche gli oggetti si fanno sempre più particolari, fino ad arrivare a lavabi, frigoriferi, roulotte... tutte cose che un tempo erano omesse oppure realizzate assemblando mattoncini (o attraverso adesivi allegati).
Il mio primo Lego in assoluto fu una confezione della linea Fabuland, regalo di mio padre che ai tempi stava finendo di studiare: si tratta dell'Aeroporto, con una base bellissima e unica.

immagine web

I Fabuland hanno ispirato, nel nord Europa, anche puzzle per la Ravensburger:

immagine web

Uno show televisivo in stopmotion e plastilina a loro dedicato, Edward and friends (con protagonista Edoardo l'elefantino), fu trasmesso in Inghilterra e Canada nel 1987:

immagine web

In Italia, sebbene oggi li ricordino in pochi, i Fabuland ebbero un certo successo: il settimanale Più e il suo Gioco (clicca qui per sapere cos'è) proponeva fumetti italiani con le avventure degli animaletti Lego, dal titolo Fabuland, il paese delle fantaviglie.

immagine presa da Nijirain.com

Per diverso tempo anche l'Orzoro Nestlè allegò a ogni barattolo del suo prodotto in polvere un personaggio della serie Fabuland, come potete vedere in questi spot del 1985 e 1987:



E oggi?
I Fabuland sono oggetto di ricerca da parte dei collezionisti, purtroppo la linea è dismessa da anni e la Lego non sembra volerci puntare ancora.
Alcuni pezzi usati anni fa per i Fabuland sono stati utilizzati di recente nei playset Lego Mickey Mouse...
...mai dire mai?

Se ami il mondo dei mattoncini colorati, visita anche
Sezione Lego del blog

34 commenti:

  1. Gran post e gran discesa lungo il viale dei ricordi, avevo alcuni pezzi e qualche personaggio, ma mi rendo conto di sapere più sul gioco ora dopo il tuo post, di quando ci giocavo da piccolissimo ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse tra i Lego sono quelli che più ho amato e dunque sono informatissimo su di loro. Come puoi notare, sono ancora tutti conservati per poterli rigiocare... quando torno bambino^^

      Moz-

      Elimina
  2. Io questi non me li ricordo proprio :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ho capito che li ricordano in pochi, e non so perché: negli anni '80 andavano forte! :)

      Moz-

      Elimina
  3. Come personaggi preferivo i Fabuland ai Legoland: più grandi, più caratterizzati...
    Purtroppo li ho scoperti tardi, più per caso che per curiosità: un numero di "Più e il suo gioco" regalava un personaggio, a me capitò un cane con una macchia sull'occhio (Boris?), a un mio amico un leone e a sua sorella un coniglio. Fu occasione per qualche gioco alternativo ai Masters, ma il bello era più costruire le loro case, i loro negozi, i loro mezzi, che giocarci effettivamente. Anche perché il tempo per vederci era quello che era...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, uscirono anche con Più, che pubblicava i fumetti delle loro avventure!
      Molto probabile che fosse Boris, il personaggio :)

      Moz-

      Elimina
  4. sono un grande collezionista Lego, eppure non li ricordavo affatto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero sempre che la Lego li faccia tornare, in qualche modo...!

      Moz-

      Elimina
  5. Miki che bello che tu coltivi sempre questa passione per i Lego!
    Io non ci ho mai giocato e neppure mio fratello ha mai avuto troppo interesse, quindi non ho ricordi legati ai Lego...ma mi immedesimo nella gioia che provi tu nel parlarne adesso e che provavi nel giocarci da piccolo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è da un po' che non compro un Lego, ma almeno la BatCaverna la vorrei.
      Poi, sono sincero, spero sempre nei Lego Masters, sarebbe ora.
      Grazie mille^^

      Moz-

      Elimina
  6. Bei ricordi ... grazie Miki. E come va con la neve?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ora sono in Puglia; in Abruzzo la neve si scioglierà solo fra diverso tempo, ma la situazione sta tornando praticabile...

      Moz-

      Elimina
  7. Dritto al cuore, Miky, dritto al cuore...
    Essendo io del '74 sono arrivato ai Fabuland con tempistica perfetta, amandoli alla follia anche quando poi sono passato ai livelli successivi. Io poi andavo pazzo per Technics e ricordo uno splendido trattore gigante che una volta costruito... lo facevo "guidare" ad uno dei personaggi Fabuland che ci calzava a pennello!
    Guardando le tue foto scopro che i personaggi mi sono così familiari... da non ricordare quali avevo io e quali vedevo nelle pubblicità! Avevo di sicuro un orso con l'occhio pezzato e un personaggio di nome Mortimer, che mi è rimasto in mente perché mi faceva ridere la somiglianza con "morte"! (Che vuoi, umorismo da bambini...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, tu li hai vissuti completamentissimo.... dall'inizio!!
      Purtroppo io non ho davvero tutti i personaggi... e questa cosa mi ha sempre un po' rammaricato: me ne mancano una decina. Ma alcuni erano davvero difficili da recuperare.

      Moz-

      Elimina
    2. Fabuland 3666: questo sicuramente ce l'avevo! E aveva pure il numero della Bestia :-D
      https://www.toysperiod.com/lego-set-reference/fabuland/lego-3666-service-station/
      Che ricordi che m'hai scatenato...
      La cosa assurda è che ho ancora molti degli oggetti di quella confezione ma non i personaggi, e sì che ho conservato ogni pezzo di Lego che mi è passato per le mani!

      Elimina
    3. Ecco, io questo non lo avevo... bei pezzi esclusivi!
      Oh, ma quando ci fai vedere i tuoi? ;)

      Moz-

      Elimina
    4. I personaggi Fabuland purtroppo non li ho più, ma accetto la sfida e vedo se riesco ad organizzare qualcosa di ordinato come hai fatto tu, nelle foto. I pezzi li conservo tutti in cassettini, divisi per forma, così anche se ho tutte le Lego che mi sono state comprate, in realtà non si vedono perché sono tutte smontate. Magari qualcosa di "archeologico" potrei ricostruirlo e presentarlo nel mio blog: penso allo Spazio, modelli semplici ma a cui sono molto legato. Ogni puntura o visita sgradevole mi fruttavano un Lego in regalo... e io da ragazzino stavo sempre male! :-D

      Elimina
    5. Wao, alla grande.
      Allora davvero aspetto questi tuoi post (ne voglio più di uno, eh!)
      Io pure con visite gradevoli e sgradevoli avevo Lego o Masters XD

      Moz-

      Elimina
    6. Quando mi operarono di tonsille (avevo forse 10 anni) feci jackpot: Masters come se piovessero! Ricordo che Webstor lo scartai sul letto dell'ospedale. Mi feci portare dai miei genitori un dinosauro di Lego, che avevo costruito io, solo per il piacere di farmici bello con il bambino del letto accanto: un puro atto di bullismo da Lego :-D
      Che rabbia a pensare a quante riviste all'epoca compravo (o mi facevo comprare) in edicola con le avventure a fumetti dei Masters e pubblicità di grande formato... Avevo anche l'audiocassetta con un'avventura di He-Man recitata da un attore: un patrimonio che purtroppo non sono riuscito a conservare...

      Elimina
    7. Io alcune le ho ancora (Più e Masters e il team dell'avventura) e presto ve le propongo qui.
      Ahaha, quando eravamo bambini era bello pure farsi operare, ti rendi conto??

      Moz-

      Elimina
  8. Bellissimi i personaggi in miniatura. Un mondo nuovo per me. Io non ho figli, spero di rifarmi (fratello permettendo) con la nipotina quando crescerà un po'. M'ispirerò ai tuoi post :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, che bella cosa hai scritto *__*

      Moz-

      Elimina
  9. Quella della Nestlè me la ricordo pure io... PS ma hai cambiato nome al blog? Ahimè non ti trovavo più...oppure sono io che sto davvero diventando vecchia e rinco... Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... no, il nome è sempre Moz O'Clock e l'indirizzo è sempre lo stesso (mikimoz.blogspot.it)!^^
      Ho solo aggiunto una descrizione al titolo, ma nella ricerca non cambia nulla :)

      Moz-

      Elimina
  10. Mio nipotino aveva riempito la cucina della mia mamma! :-D

    RispondiElimina
  11. Li aveva mio cugino che era della generazione successiva alla mia.
    Io personalmente più che da Lego ero più tipo da Playmobil o Big Jim.

    RispondiElimina
  12. Credimi: li scopro per la prima volta da te

    RispondiElimina
  13. Noo credevo di conoscerli solo io! Li adoravo *_* da qualche parte ho ancora qualcosa ricordo che avevo il corvo spazzino poi il maialino il coniglietto poi mi ricordo un personaggio che vendeva i fiori poi avevo il gatto e la scimmietta ed infine la nave con il tricheco
    Emanuela (ti scrivo come anonimo perché sono da cellulare e non ricordo password per loggarmi scusa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ema!
      Bene, bene! Un'altra che finalmente li ricorda!!
      E li ricorda anche nei dettagli: hai citato Joe, Patrick, Charlie, Mike e il battello a vapore (lo avevo, comperato a Pescara *__*)

      Moz-

      Elimina