[LIST] le scene più spaventose di Twin Peaks


Twin Peaks ha tutto, ma non somiglia a niente.
Recitava così lo spot italiano nel lontano 1991, ed era vero: Twin Peaks sa essere drammatico, mystery, bizzarro, brillante. A volte anche commedia, persino esagerato come una soap.

Ma, credetemi, Twin Peaks è anche horror. Ma non l'horror di Nightmare, non quello di Venerdì 13 o The Conjuring. E' un horror più profondo, che colpisce tutte le altre caratteristiche della serie e lì va a insinuarsi, su un piano diverso.
Questa è la lista delle scene più spaventose, inquietanti e disturbanti delle prime due stagioni di Twin Peaks: va da sé che sono scene contenenti grandi spoiler per chi non ha ancora visto questi episodi.
IL POMELLO DI LEGNO

Oggi considerata "brutta", all'epoca questa scena mi spaventò molto. Colpa sicuramente dell'effetto in primordiale computer graphic, che rendeva tutto così strano...


IL DUGPA
Una silhouette incappucciata entra nello schermo: al suo interno lo spazio, poi alcuni simboli e la mappa della Loggia Nera. Una sequenza che, da bambino, mi ha inquietato.


WALDO
Un'altra scena che da piccolo mi turbò abbastanza era quella della morte dell'uccello Waldo.
Testimone di qualcosa riguardante Laura Palmer, fu messo a tacere: il sangue e le piume che sporcano i dolci era una di quelle sequenze dove il dispiacere prendeva il sopravvento...


BOB DIETRO AL LETTO DI LAURA
Una delle prime vere sequenze spaventose -per l'epoca- del telefilm, ha un sottofondo musicale che stona con l'apparente situazione di tristezza ma subito rivela il perché: appare BOB in una visione.
A contribuire alla bizzarria della scena, c'è il volto di Laura che si sovrappone a quello di Donna, con un effetto oggi superato ma che crea ulteriore straniamento.


LA SCENA FINALE
Nessuno poteva aspettarsi, nel 1991, un finale di serie/stagione in questo modo.
La scena è forte, ma non perché accade qualcosa di oggettivamente spaventoso: semplicemente è la prima volta che in tv il male vince, sovvertendo ogni regola. Non poteva finire così, e infatti da qui si riprenderà...


L'INCUBO DI RONETTE

Ronette Pulaski si trova in ospedale in stato comatoso: di colpo, vediamo un suo incubo che è anche un ricordo di ciò che avvenne la notte in cui morì Laura Palmer.
Una scena davvero impressionante specie per la prima serata di quegli anni lì: oggi sarebbe improponibile.


IL SOGNO DI COOPER

La scena delle scene. Quella che rompe tutti gli schemi, la più omaggiata, replicata, citata, parodiata.
Un sogno/visione che porta l'agente Cooper a ottenere vari indizi nonché il nome dell'assassino.
La Loggia Nera, dialoghi a rovescio, tende rosse e il nano ballerino: da questo momento la televisione è cambiata per sempre, grazie a Twin Peaks.


MADDY E LA MOQUETTE
Una sequenza strana. Di fatto, non c'è nulla che dovrebbe far paura eppure inquieta molto: Maddy si gira a guardare il pavimento e, sulla moquette, comincia ad apparire una macchia che si allarga sempre più.
Tutto qui.
Nella versione giapponese ci hanno aggiunto anche BOB.


BOB E IL DIVANO
Una delle scene più famose e spaventose che riguarda BOB.
Maddy lo vede arrivare in salotto, lui entra in scena, scavalca il divano e si avvicina sempre più alla macchina da presa. Dal 1991, ogni volta che vedo un divano, penso a BOB: non scherzo.


BOB E MADDY
La scena più disturbante di tutto il serial. Innanzitutto si scopre chi ha ucciso Laura Palmer, e lo si scopre perché l'assassino colpisce ancora! Una lunga sequenza violenta e perversa che oggi non sarebbe ammessa neanche in seconda serata.
Si rimane sempre senza parole.


LA LOGGIA NERA
In realtà, a essere inquietante è proprio l'ultimo episodio nella sua interezza.
Cooper entra nella Loggia Nera e vi ritrova il Nano e Laura Palmer, nonché BOB.
E' un delirio vero e proprio, ma contiene il motivo per cui adesso stanno per arrivare i nuovi episodi: "ci rivediamo tra 25 anni", dice Laura a Cooper.


Sei fan di Twin Peaks? Non perderti questi articoli!
Il riassunto dell'opera, per ripassare in attesa della terza stagione
Come finisce Twin Peaks
20 cose che non sapevi su Twin Peaks
Twin Peaks è in Abruzzo!
Tutti gli omaggi a Twin Peaks in altre opere
Guida completa a Twin Peaks

61 commenti:

  1. Hai captato tutte le scene clou e d'impatto della serie e non poteva essere differentemente.

    Come ti ho detto a me Bob non mi fa un granché effetto, ho visto meccanici messi peggio di lui... mooooolto peggio, ma la scena che tuttora faccio un po' di fatica a vedere nei rewatch - poiché accadono sempre a notte fonda - è l'incubo di Ronette. Lì c'è qualcosa di più... più di un horror... immagino quei poveri bambini che la videro in prima serata 26 anni fa!

    La scena del pomello, per quanto possa esser superata negli effetti, ha ancora il suo perché... quel senso di prigionia, di duro e di rigido... come un tavolo di formica!!!! :p

    La scena che amo di più è, paradossalmente, il Cooper nel bagno del Great Northern... adoro la sua espressione spenta, svuotata, che non gli appartiene... quasi si fa fatica a credere che quello sia Cooper... ah già, effettivamente non lo è. :p


    The Doc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, due scene sono davvero impressionanti: l'incubo di Ronette e l'omicidio di Maddy, fu uno shock vederle, in televisione, nel '91. Anche se eri adulto: nessuno era abituato a ciò.

      Josie e il pomello giocano su quello che dici: la sofferenza. E funziona per questo.

      Moz-

      Elimina
  2. Vero io ricordo alcune scene inquietanti della prima serie, era una saga che sapeva incollarti allo schermo e fare anche paura in alcune scene mantenendo tra l'altro sempre un costante pathos durante tutti gli episodi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Twin Peaks riesce a inquietarti anche quando ci sono scene di due persone che stanno per baciarsi. E' la musica, l'ambiente, la regia... è un senso costante di tensione.
      Un'opera geniale^^

      Moz-

      Elimina
  3. E meno male che nei tuoi post precedenti riguardanti TP ho sempre scritto "DA PICCOLA mi spaventava...", "DA PICCOLA mi faceva paura...", "DA PICCOLA mi terrorizzava..."!
    Altro che "DA PICCOLA"... riguardando queste scene mi vengono ancora quei brividi di paura in fondo alla schiena! 😲
    Sicuramente adesso queste scene mi suscitano una "paura" diversa... ma credo che TP non smetterá mai di spaventarmi perché tocca le persone nel profondo, nella parte più nascosta di loro (forse nascosta non solo agli altri ma anche a loro stesse!)
    La scena di BOB DIETRO AL LETTO DI LAURA è la più spaventosa secondo me... è come se sua madre vedesse prima il volto della figlia e poi, per la prima volta, un lato di lei che non ha mai visto e ne rimane terribilmente spaventata!
    Che ci sia un lato così in ognuno e di noi?
    Brrrr😲... non ci voglio pensare!
    È la prima volta in cui si vede Bob?
    Non ricordo bene se sia la prima ma cmq è una delle prime e da lì TP inizia a prendere una piega diversa...
    Davvero un bel post! 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai qual è la prima volta che si vede BOB?
      Hai presente l'immagine che ho scelto in apertura, con la mamma di Laura? Ecco: BOB è lì, e quello è l'episodio pilota. Ma non tutti sanno questa cosa. Cerca BOB in quella foto :)

      Hai ragione, comunque: TP inquieta tuttora anche me. Ricordo che durante il rewatch del 2014, rientrando a casa di notte, io e un amico fummo presi da una sorta di paura irrazionale... Assurdo: TP sa davvero giocare con l'incoscio e forse anche oltre...^^

      Moz-

      Elimina
    2. Occhio di lince! L'ho visto anche io adesso Bob!

      Elimina
    3. Non lo avrei mai visto!
      Sei troppo avanti! ����

      Elimina
    4. In realtà io l'ho scoperto solo qualche anno fa: è una cosa che ha dovuto spiegare anche Lynch.
      In sostanza, quando girarono l'episodio pilota da sottoporre alla rete televisiva, non c'era una sceneggiatura completa e non esisteva BOB.
      Successe però che l'attore Frank Silva, che avrebbe interpretato BOB, era un tecnico della serie. Lynch lo vide mentre stava arredando la camera di Laura per una scena, e girò una sequenza con lui, accovacciato dietro al letto. Così, come se "sentisse" qualcosa.

      Poi, quando girarono la scena che ho usato come immagine d'apertura, con Sarah Palmer che grida, si accorsero che Frank Silva appariva per errore riflesso nello specchio. Lynch fece 2+2 e tutto gli venne in mente in quel momento. Non fu un errore, fu una coincidenza che scatenò altre storie e Twin Peaks funziona così <3

      Moz-

      Elimina
    5. Fantastico!
      Un altro aspetto che conferma la genialità di Lynch!
      😄

      Elimina
    6. Vero; lui parla di campo unificato di coscienza, ossia un luogo dentro di noi dove l'idea c'è già tutta e bisogna solo che accadano delle cose che la sviluppino e concretizzino^^

      Moz-

      Elimina
    7. Sapevo che Frank Silva si trovò coinvolto per caso nel cast (spero lo abbiano pagato di più che limitatamente a fare l'arredatore!) ma non la storia del riflesso. :o

      Elimina
    8. Eheh, vedi... era destino che in una serie dove si celebra la doppiezza, una serie che INIZIA MOSTRANDOCI NON UN PERSONAGGIO, MA IL SUO RIFLESSO IN UNO SPECCHIO (Josie Packard che si trucca), gli specchi arrivassero a dare risposte^^

      Moz-

      Elimina
  4. Impressionante e geniale, un lavoro da vero appassionato!
    Rivedendoli me li sono ricordati un po' tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai quanto amo Twin Peaks, è uno dei miei cult :)
      Ottimo che tu abbia ricordato quelle sequenze, significa che restano davvero impresse ^^

      Moz-

      Elimina
  5. Ottima selezione!
    Come detto commentando l'altro articolo a me inquieta anche la semplice inquadratura dal basso della scala di casa Palmer col ventilatore che gira sul soffitto.

    Di tutte quelle che hai ricordato, mi soffermerei sulla morte di Maddy: un gioco di regia mai visto prima in un prodotto televisivo! Una scena come dici violenta e perversa cui fa da prologo ed epilogo la struggente canzone di Julee Cruise alla Roadhouse dove si trovano Cooper e altri personaggi...

    Infine, strepitosa Grace Zabriskie! Ogni volta che leggo un thriller o un horror con una donna visionaria/tormentata, mi viene spontaneo dare a quel personaggio la sua faccia! Ho iniziato ad amarla sin dalla scena della telefonata nell'episodio pilota (altra perla di regia!), poi risolto il caso Palmer la si vede meno ma oramai aveva esaurito il suo ruolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, tutta la parte di Leland al telefono con Sarah è girata di classe: lui parla, nella vetrata dietro si vede arrivare la jeep dello sceriffo. Poi tutto ciò che dici, con la cornetta che pende... IMPRESSIONANTE.
      Erano questi dettagli a fare la differenza: ventilatori, dolci, caffè, quadri, oggetti, foto... tutto contribuiva a creare un mondo...^^

      Moz-

      Elimina
    2. Se bevessi caffè, ogni tanto proverei a piegare la tazza per vedere se si condensa...

      Elimina
    3. E se succede ti renderesti conto di essere come all'interno di un sogno? :)

      Moz-

      Elimina
    4. Questo è un tavolo di formica.

      Moz-

      Elimina
    5. Vista la scena della cornetta...bellissima.

      Elimina
    6. Stai seguendo su Cielo? :)

      Moz-

      Elimina
  6. Un'occhiata al prossimo je la darò.. ma un po' come leggevo Diabolik, per trovare la "toppa". ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io aspetto ancora le toppe che hai trovato in Diabolik, eh :)

      Moz-

      Elimina
    2. Diabolik è come Montalbano dai... ahah.. tutto da ride...

      Elimina
    3. Però io aspetto gli esempi, eh^^

      Moz-

      Elimina
  7. si decisamente, anche se la scena del pomello e le ultime sono decisamente più spaventose :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu dunque sei una fan del pomello: a me inquietò e non poco, sicuramente anche per quell'effetto retro da computer grafica anni '90. Ma è fico^^

      Moz-

      Elimina
  8. Le prime scene non mi avevano impressionato, anche perché le ho viste già da più grandina. Ma tutte quelle che riguardano Bob e la loggia nera sono state uno shock enorme (l'omicidio di Maddy l'ho rivisto proprio qualche giorno fa. Terribile, divino nella regia e nel montaggio) e continuano ad esserlo ancora oggi.
    E quel finale... Coop, spero tu stia bene!! T___T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scopriremo tra pochi giorni!!
      E vedremo anche... come sta Annie, immagino :)
      L'omicidio di Maddy è qualcosa di potente, davvero troppo oltre, nel bene e nel male^^

      Moz-

      Elimina
  9. Troppi brividi in un post solo!

    Non ce la posso fare a rivederle tutte. Non senza farmela addosso dalla paura. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, e chissà cos'altro ci aspetta tra qualche giorno... secondo me l'inquietudine alle stelle!

      Moz-

      Elimina
  10. Grande Miki, grande.

    Scena del pomello di legno e l'incubo di Ronette: in sette Nightmare non c'è nulla di altrettanto inquietante, secondo me.

    Fortissimo il contrasto tra il sangue dell'uccello Waldo e i dolci.

    La scena di Bob dietro al letto di Laura, vista non in questa clip singola, all'interno dell'episodio, non aspettandoci tale apparizione, deve fare davvero battere il cuore.

    La scena di Bob e il divano è fantastica: ovviamente sembra che Bob venga a prendere lo spettatore.

    Sulla scena dell'omicidio di Maddy credo che sia un po' generoso dire "lunga sequenza violenta e perversa". Indubbiamente però è una scena forte, emozionante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dell'omicidio di Maddy ho messo una scena "ridotta", manca proprio tutta la parte finale. Per Canale 5 ore 20.45, ma anche in America, vedere un signore che balla eroticamente e animalescamente con una ragazza è shockante. La prende a pugni in bocca, la bacia, è più di uno stupro.
      La trovi qui nella sua completezza:
      https://www.youtube.com/watch?v=5TkHDAygVbs

      Quando spararono a Waldo mi shockò perché era un essere indifeso, e quel sangue sui dolci è atroce.

      Moz-

      Elimina
    2. Ricordo che quando vidi la prima volta Leland specchiarsi come Bob, me ne andai nel panico per Maddy. Sapevo che chi avrebbe potuto aiutarla era altrove, a perdere tempo in un locale con musica dal vivo... Non avevo visto l'uccisione di Laura e ora mi si prospettava l'omicidio di Maddy, così senza preavviso... Sì, secondo me violenza e perversione ci stanno tutte!

      Elimina
    3. Ma poi ricordi lo spot italiano che annunciava questo episodio?
      CHI HA UCCISO LAURA PALMER STA PER UCCIDERE ANCORA.
      IL VERO VOLTO DI CHI HA UCCISO LAURA, IL VERO NOME DI CHI HA UCCISO LAURA.
      Con le scene del salotto deserto e del giradischi che suona...
      SAPETE MANTENERE UN SEGRETO? :)

      Moz-

      Elimina
    4. Incredibile la reclame dello spot italiano...

      Una volta non c'era wikipedia con gli spoiler...

      Elimina
    5. Ricordo lo spot col giradischi ma non la frase... "Sta per uccidere ancora", ma siccome Laura non avevamo visto come fosse stata uccisa, credevo che avremmo visto un prima e un dopo, non un "durante".

      Elimina
    6. Dice più precisamente "sta per succedere ancora", che poi è una delle tagline anche della nuova serie: it's happening again, come a dire che Twin Peaks succede ancora.

      Rick, vero, oggi sarebbe impensabile anche fare il concorso 10 ASSASSINI PER LAURA PALMER, perché tutti saprebbero tutto.

      Moz-

      Elimina
    7. Tagline? E che sono, della pasta fresca da fare col ragù? :D

      Elimina
    8. ahaha sarà BOB a farci a tagline :p

      Moz-

      Elimina
    9. La wikipedia ammazzera' anche BOB

      Elimina
    10. A me tagline fa pensare a fettuccine corte, altro che Bob! :D
      Magari è un piatto nuovo del "Double R"...

      Elimina
    11. Rick: hanno tenuto massimo segreto, nemmeno gli attori conoscono tutta la storia^^

      Gas: però una RR casereccia :p

      Moz-

      Elimina
  11. La scena di Bob dietro al letto è terrificante, la storia di Silva poi è incredibile, passato dall’essere un attrezzista sul set finito in un riflesso di uno specchio per errore, ad uno dei personaggi più spaventosi del piccolo schermo, solo perché a David Lynch la sua faccia (inquietante) piaceva.

    La scena del sogno di Cooper, così come il finale, sono delle opere d’arte puro Lynch al 100% ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: puro Lynch. Un mondo che solo lui poteva creare.
      E davvero penso che con il sogno di Cooper, in onda sulle Canale5 di tutto il pianeta, la tv sia cambiata per sempre...^^

      Moz-

      Elimina
  12. Ho visto Twin Peaks mille mila anni fa, ricordo che è una serie che mi ha tenuta incollata alla sedia.
    Comunque non la ricordo così bene da conoscere le scene clou.

    Tuttavia mi sfugge una cosa: perché c'è questa mania Twin Peaks adesso che sono passati 20 anni?
    Lo vedo su tutti i social e su svariati blog..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché tra meno di una settimana la saga continua come "promesso" 25 anni fa.

      Elimina
    2. Esatto Barbara, come ti ha detto Gas, hanno finalmente prodotto la tanto bramata terza stagione!^^

      Moz-

      Elimina
  13. Ok, gnorante sono! Mai visto twin peaks.... però mi accontento di quello che mostri tu 😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra pochi minuti ricomincia sin dal primo episodio su Cielo (canale 26) ^^

      Moz-

      Elimina
  14. Un occhio sul telefono, un occhio sul cellulare tra wikipedia e il Moz.

    Ahhahhahahah

    Domani avrò gli occhi incrociati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, però immagino tu abbia dormito bene e risvegliato meglio: TP ha questo potere^^

      Moz-

      Elimina
  15. Non ho letto il post per non spoilerarmi nulla dato che ho iniziato a vederlo ieri.
    Devo dire che di scene raccapriccianti ne ho viste cmq molte e... bò.. non me lo aspettavo così delirante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è delirante.
      Posso anche comprendere che a tratti la recitazione sembra forzata o... assurda, ma è una caratteristiche di Lynch, è proprio una cosa straniante.
      Buona visione e benvenuta nel club^^

      Moz-

      Elimina
  16. Ho finito di vedere l'ep.1 della S2,

    il finale (la scena del sogno di Ronette) è qualcosa di assolutamente epico.

    Visto in un video di youtube, così, non dà davvero il sentore di quello che è effettivamente.

    Bob fino ad ora era apparso in un identikit, in una visione (quella del letto) e nello specchio (ma qui è nascosto, come è noto. Una scena così, che irrompe, è assolutamente un pugno nello stomaco.

    Roba davvero da film horror di prima categoria.

    Fantastico davvero. Silva è terrificante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti questa è una scena tipica da film horror, né più né meno. Peraltro di quelle proprio dark, immagina una cosa del genere alle 22.30 di sera su Canale5.

      Moz-

      Elimina