[FUMETTI] 10 manga meno famosi dei relativi anime


Vuoi per un motivo, vuoi per un altro, non sempre l'equazione "il fumetto originale è meglio del cartone che ne è stato tratto" corrisponde al vero.
Ci sono casi specifici dove effettivamente il fumetto fa schifo e la serie ne migliora completamente i parametri, o casi in cui da un fumetto di culto si genera un'opera animata ancora più di culto o di pari -ma diversa- intensità.
Oppure ancora, essendo opere straniere, solo un più fruibile cartoon è riuscito a entrare (attraverso i ripetuti passaggi tv) un grande classico agli occhi del pubblico.
Vediamo qualche esempio tra i titoli più noti.


LADY OSCAR
Il manga della maesta Ryoko Ikeda è divenuto anche testo universitario.
Una grandissima opera che però viene in parte offuscata da quel gioiello inarrivabile che è la sua trasposizione animata. Che per regia, animazioni, musiche, character design si assesta sul podio delle migliori opere dell'animazione giapponese e non.


NEON GENESIS EVANGELION
Nato quasi parallelamente alla famosa serie tv (che rappresenta la rinascita dell'animazione giapponese dopo qualche anno di oblio), il manga di Neon Genesis Evangelion è disegnato dal character designer della serie stessa, Yoshiyuki Sadamoto. Terminato nel 2013 (la serie è invece del 1995/96) ne fornisce un finale diverso e un po' meno criptico.


SAINT SEIYA - I CAVALIERI DELLO ZODIACO
Anche qui la questione è come per Lady Oscar (sarà un caso che i grandi maestri Shingo Araki e Michi Himeno abbiano curato il design di entrambe le opere?). Il manga de I Cavalieri dello Zodiaco è a suo modo un cult. Sebbene sia disegnato anche male, almeno inizialmente, è pur sempre l'opera che ha generato un titolo amatissimo, per quanto pianificato. Ma l'anime, specie le serie degli anni '80, è proprio tutt'altra cosa. In Italia poi l'amiamo ancora di più per l'epicità introdotta nell'adattamento.



OCCHI DI GATTO
Senza nulla togliere, assolutamente, al maestro Tsukasa Hojo (tra i migliori mangaka di sempre), ci troviamo di fronte al caso dove il fumetto, assolutamente di pari valore della derivativa serie tv (anzi, visto che fornisce una conclusione precisa della storia, anche meglio) è offuscato dal fatto che l'anime sia rimasto, inossidabile, nei palinsesti televisivi nostrani. Oggi tutti conoscono Kelly, Sheila e Tati.
Pochi hanno letto il fumetto originale.


SAILOR MOON
Un caso dove il cartoon è assolutamente più famoso del manga originale. Naoko Takeuchi, col suo tratto etereo e impalpabile, fornisce quasi solo delle linee guida per quel che sarà l'anime: pochi elementi vengono ripresi per filo e per segno, e spesso la trama -che resta fedele negli intenti- diverge e si amplia. In tv perdiamo le atmosfere oniriche e aliene delle tavole disegnate, ma otteniamo cinque stagioni (di cui una riuscitissima terza) che hanno fatto epoca, tra il successo commerciale e visioni più adulte.


L'UOMO TIGRE
Chi non conosce la storia di Naoto Date, orfano in giacca e cappellino che diventa il muscolosissimo wrestler con la maschera di tigre?
Tiger Mask è un manga dal tipico tratto anni '60. Storia del fumetto. Ma la serie animata, con i contorni così meravigliosamente decisi, rozzi, brutali, è un'icona pop. La maschera della tigre, in versione animata, batte sul ring quella del manga.


LADY GEORGIE
Georgie che corre felice sul prato / è un prodotto che è derivato / da un fumetto prodotto in Giappone / un po' sfortunato in pubblicazione.
In Italia lo abbiamo visto negli anni '80 per la Fabbri Editori, in versione censurata e monca. Si sfruttava la popolarità della serie tv, ma il manga -nella parte finale- prende una piega oscura tra droga, morte e torture. Poi è stato ristampato integralmente, ma non ha mai raggiunto la popolarità della serie tv, a monte più edulcorata.


KISS ME LICIA
Non disperatevi nei giorni di pioggia, perché fu in un giorno così che Licia conobbe Andrea e Giuliano... e le si spalancò il mondo del glam rock anni '80!
Sebbene il fumetto sia un'opera più che piacevole, il vero successo di Kiss me Licia venne dalla serie animata. Merito di raccontare una storia contemporanea, che si svolgeva negli anni della stessa messa in onda; merito delle canzoni, divenute famosissime. E, da noi, merito anche dei sequel live-action, trashissimi ma assolutamente più veritieri (come aspetto dei personaggi) rispetto a un qualsiasi live-action dagli occhi a mandorla.


UTENA
Nato come prodotto crossmediale, il progetto del gruppo BeBapas prevedeva anche un manga (disegnato da Chiho Saito) che, sebbene racconti praticamente la stessa storia (con leggere variazioni) non arriva minimamente alla grandiosità della serie televisiva. Un'opera unica nel suo genere, per design, intrecci, simbolismi, trovate sceniche. Qui la mia guida completa.


LUPIN III
Come manga -sebbene sia un capolavoro assoluto, tagliente e anarchico scritto e disegnato dal maestro Monkey Punch- Lupin ha funzionato sempre meno rispetto alla controparte animata.
Forse perché in tv le vicende sono più lineari, abbandonando le grottesche, dissacranti e imprevedibili atmosfere messe su carta dall'autore originale.


Leggi anche

71 commenti:

  1. Hai messo un'immagine significativa dei Saint Seiya: la prima armatura di Seiya-Pegasus era veramente minimale, molto meglio la fiammante armatura bianco-rossa del cartone.

    Però bisogna dire che a fare da traino al cartone come sempre fu la campagna pubblicitaria per i giocattoli. Io stesso vedendo quella sciccosa pubblicità su Topolino rimasi rapito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: ma Saint Seiya nasce proprio come opera studiata a tavolino per vendere il merchandising. Non è dissimile dal concetto delle serie americane, anche se artisticamente i giapponesi ci tengono di più e si vede: hanno fatto un gioiello!^^

      Moz-

      Elimina
  2. hai parlato soprattutto se non integralmente di casi in cui l'anime è MIGLIORE rispetto al manga..
    parlerai del caso opposto anche?
    per esempio come nel caso di DEVILMAN in cui ho letto che il manga di Go Nagai è ben altra cosa rispetto al pur famoso anime..
    tu che dici a riguardo?
    ps ho risposto al tuo commento al mio post..ti ho consigliato una cosa..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, più in là possiamo tranquillamente fare l'opposto... e direi che i casi eclatanti, anche lì, sono molteplici^^
      Devilman appunto... il fumetto è tutt'altra cosa^^

      Moz-

      Elimina
    2. mi sono incuriosita di brutto!
      nel commento precedente al mio parlate di pubblicità su Topolino..
      si trova on line?
      se sì mi fornisci il link per favore?
      Grazie!!!

      Elimina
    3. Si riferisce a queste:
      https://www.google.it/search?q=pubblicità+topolino+cavalieri+dello+zodiaco&safe=off&client=ms-android-h3g-it&prmd=ivsn&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjr9dbenffaAhWEXhQKHVAvBZsQ_AUIESgB&biw=360&bih=511&dpr=2 (sono degli esempi, i primi che escono con Google immagini) 😎💪

      Moz-

      Elimina
    4. ho capito.
      Grazie.
      io ho il modello uscito negli anni 2000..
      il modellino dei 'cinque samurai'è bellissimo!
      io ho solo la carta pubblicità!

      Elimina
    5. esattamente, proprio quelle due pagine blu :D

      Mi innamorai subito del cavaliere con l'armatura argento e le ali :D (cioè Hyoga-Crystal il cigno)

      Elimina
    6. Io invece ero attirato dai Cavalieri d'Oro, e fu attraverso gli spot che scoprii le costellazioni di Castalia e Tisifone :D

      Moz-

      Elimina
    7. dunque...ho 2 questioni 'in sospeso'..
      1)visto che secondo il tuo giudizio a quanto pare il MANGA canonico'saint seya'è mediocre..pensi lo stesso anche del seguito,
      ossia NEXT DIMENSION,visto che è dello stesso autore?
      mi interessa il tuo parere.
      2)visto che ci sono alcune differenze manga-anime e non avendo mai letto il manga,sempre 'saint seya'..ma allora sono tra loro TUTTI fratelli,cioè non solo 'phoenix'e'andromeda'?
      com'è la questione?
      fai pure spoiler.

      Grazie

      Elimina
    8. Non dico sia mediocre, sono i disegni a non essere belli (almeno all'inizio, molto ruspanti... poi il tratto migliora sensibilmente, e comunque ci si abitua a Kurumada).
      Next Dimension infatti è molto carino... sulla trama, nulla da dire, è stupenda in ogni ambito :)

      Seconda questione: sì, gli orfani destinati a lottare per diventare Bronze Saints, nel manga sono TUTTI fratell(astr)i. Il signor Kido (Alman di Thule in Italia) ha ingravidato nello stesso periodo un centinaio di donne diverse, di etnie diverse, per avere a disposizione questi futuri probabili "cavalieri". Phoenix e Andromeda hanno la stessa madre e lo stesso padre, quindi sono effettivamente fratelli.
      Nell'anime no, si tratta solo di orfani raccolti dalla fondazione Kido e usati poi dal patrono della stessa affinché diventassero "cavalieri".

      Moz-

      Elimina
    9. Meno male hai spiegato la differenza parentela fra Andromeda e Phoenix e gli altri!!
      perchè sui riassunti wikipedia di next dimension tratta da parenti solo loro due!!
      ora è chiaro.
      che mi consigli..lo prendo il manga canonico?
      e se sì l'edizione star comics b/n o quella denominata 'perfect edition'?
      next dimension ti ho detto l'ho visto sul sito bato.to e io lo trovo bellissimo..come disegni intendo..
      per il manga canonico..io sul mediocre intendevo i disegni infatti..
      grazie per aver risposto!

      Elimina
    10. per completare la questione 'cavalieri zodiaco'gli altri manga spin off/sequel me li consigli?
      e GIGANTOMACHIA?
      dimmi.

      Elimina
    11. Sugli spin-off, ho letto The Lost Canvas e non è male, idem Episode G (anche se i disegni non sono nelle mie corde...).
      Next Dimension è comunque la prosecuzione del manga originale di Kurumada, quindi ok... il resto non lo conosco.

      Se ami l'anime storico, ti consiglio la serie Omega, sempre a cartoon (in italiano non c'è), che rappresenta proprio il sequel della serie animata anni '80.

      Sul manga italiano io ho l'edizione Star del 2001, più qualche numero Granata Press anni '90.
      Non ho preso la Perfect, ma se ti piace di più... prendi questa :)

      Moz-

      Elimina
  3. I Saint Seiya sono l'esempio perfetto: manga illeggibile (almeno all'inizio :D) e anime pressoché perfetto per il periodo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, l'anime era una gioia per tutti e sette i sensi^^
      Il manga poi migliora, ma inizialmente l'avrei disegnato meglio io XD

      Moz-

      Elimina
    2. Oddio, in realtà l'anime soprattutto nella prima parte ha una serie di filler completamente senza senso e piuttosto odiosi. ancora mi chiedo che fine abbiano fatto quei poveracci dei cavalieri d'acciaio.

      Elimina
    3. Ricompaiono in Omega!! :D
      Il sequel ufficiale della serie tv anni '80 :)
      Oh, sarò strano io, ma i filler tipo Cavaliere della fiamma, Docrates, Loto&Pavone, i pirati di Medusa... mi piacciono XD

      Moz-

      Elimina
  4. Effettivamente "purtroppo" di questi manga è più conosciuta la versione anime.. che ancora ancora a Saint Seiya poi c'han dato il finale giusto, ma Georgie, Kiss me Licia, Cat's Eyes non hanno neanche il finale originale ed è un peccato che in pochi conoscano appunto l'ultima parte di queste storie.
    Sailor Moon tutta la vita il manga comunque, i disegni saranno un po' meglio nell'anime ma mio Dio a ripensare a tutti quei filler esagerati mi viene il voltastomaco, al limite oggi uno giusto la serie Crystal si può guardare per risparmiare tempo.
    Lupen invece mi ha stupita quando ho letto qualcosa, proprio un'altra serie XD e si, penso che funzioni di più in forma animata però ha fascino la versione cartacea.
    Lady Oscar invece non c'è niente da fare nonostante certe tavole siano bellissime da vedere a mio avviso, l'anime riesce ad avere più pathos e a parte pochissime differenze si può dire fedele alla sua controparte.
    Su Evangelion e l'Uomo Tigre non mi pronuncio perché conosco solo gli anime, dell'uomo tigre avevo cominciato a recuperare il manga ma poi mi son fermata per altre spese, continuerò prima o poi, anche perché è stato il mio primissimo amore anime da bimba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, Isolde violentissima con l'Uomo Tigre XD
      Che dire, siamo d'accordo quasi su tutto... Oscar è troppo perfetto (musiche animazioni fondali regia) per poterci competere.
      Su Sailor Moon: nemmeno a me piacciono i filler o il fatto che si finisse sempre al mostro del giorno da uccidere con la bacchetta, però la terza serie si vede che procede su più piste e funziona alla grande. Il manga per me ha un sacco di fascino :)

      Moz-

      Elimina
  5. Il manga dell'uomo tigre non si più guardare... hahahaha! A livello estetico nell'anime è molto più bello! :p

    Di Utena ho letto solo il manga, non ho mai visto per intero l'anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, l'anime di Tiger Mask è bello, duro, selvaggio.
      Utena... no, il manga non è che un'unghia rispetto alla grandiosità dell'anime^^

      Moz-

      Elimina
  6. Sarà, ma io preferisco sempre le storie originali a fumetti, oltretutto, un manga può vivere benissimo senza anima, mentre un'anima non potrebbe esistere senza il manga. Insomma, senza gli artisti dell'inchiostro, quelli della celluloide farebbero la fame. E spezziamola questa lancia a loro favore ... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto ragionamento, a patto che questi manga siano decenti. I giapponesi hanno il vizietto di interrompere la stesura dei manga senza un finale, oppure di realizzarli senza una periodicità regolare, cosa che nell'animazione è impensabile! Infatti molte storie nate nei manga hanno avuto un finale (anche se stravolgendo qualcosa della storia originale) solo grazie alla versione animata.

      Elimina
    2. Beh, se calcoliamo che negli ultimi anni c'è stato un radicale cambiamento nel campo dei fumetti, poiché, un tempo erano rivolti principalmente ai piccoli lettori maschi, con storie di eroiche gesta e personaggi più o meno "duri". Molto è mutato da quando si sono rivolti anche al pubblico femminile, quindi, non è insolito che qualche avventura si sia interrotta per strada.

      Ma, a parte ciò, credo che i fumetti siano molto più completi. Spesso nei filmati mancano intere scene, accorciando le storie, addirittura, prendendo direzioni completamente diverse dall'originale. Il che mi fa andare in bestia ... almeno, fintanto non esco dalla Sala. :-)

      Elimina
    3. @ gas ecco il piu pedante dei commentatori,noioso e prolisso come sempre

      Elimina
    4. @Anonimo i giudizi dei troll scivolano sul mio mantello dell'indifferenza.

      Elimina
    5. Ciao "Anonimo", guarda che non sta bene nascondersi dietro al pc e scaricare le tue sofferenze sugli altri. Nei manga giapponesi le donne conducono un'esistenza sociale così scialba che spesso non hanno volto. Sarai mica una donna? :-)

      Elimina
    6. Inizio dalla fine: non cancello il commento dell'idiota anonimo solo perché gli avete risposto già: altri suoi commenti sono spariti, sia oggi sia nei giorni scorsi, e continuerò a cancellarli.

      Sul discorso: avete ragione entrambi, su due filoni diversi. Il fumetto originale ovviamente è la diretta idea dell'autore, quindi più completo di quello non si può. E questo è per la maggiorparte dei casi.
      Io ne ho però elencati un po' dove la cosa è al contrario: ad esempio, l'anime di Lady Oscar -con tutto che il manga è un capolavoro- è superiore al fumetto perché "purtroppo" ci hanno lavorato grandissimi e inarrivabili artisti... :)

      Ma è vero pure che spesso l'anime diventa più completo e fornisce un finale che il manga non dà, sebbene sia un finale "impuro" perché non è quello previsto dall'autore.
      Insomma, io direi che possiamo goderceli entrambi :D

      Moz-

      Elimina
  7. Lupine III Uomo Tigre (questi li guardavo anche) ma di nome conosco anche tutti gli altri che hai citato. Devo dire che sia Lupin III che L'Uomo Tigre erano cartoni davvero fatti bene. Gli altri non li ho mai guardati anche se di fama si conoscevano all'epoca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Evangelion è fatto benissimo, fu una rivoluzione vera e propria per l'animazione giapponese, che all'epoca stagnava di brutto dopo i fasti degli anni '80.
      Lady Oscar e Utena sono due gioielli, nel reale senso della parola...^^

      Moz-

      Elimina
  8. In effetti, oggi come oggi non daresti nemmeno per scontato che, dietro a quegli anime, ci sia una versione cartacea. Il caso più eclatante secondo me riguarda Lupin e i CdZ, visto il successo straordinario e la loro serialità, senza dimenticare l'operazione di merchandising soprattutto intorno alle figure di Pegasus e compagni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: ma è stato rivelato che Saint Seiya nasce proprio come opera commerciale, costruita. Nulla di male, io amo cartoons americani che non sono altro che uno spot per i giocattoli (citofonare He-Man).
      Però i giappi ci sanno fare di più, rendevano artistiche anche le cose commerciali. Oggi non più, devo dire.

      Moz-

      Elimina
  9. Ohibò! E come diavolo finisce lady Georgie?? =-O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come finisce non lo so ma secondo me ha ispirato non poco gli autori di "Beautiful" per il personaggio di Brooke Logan! :D

      Elimina
    2. Ahahaha! Sicuramente è una soap :)
      Cooomunque, in Georgie qualcuno MUORE :)

      Moz-

      Elimina
  10. Ho letto pochi manga e nessuno è tra questi, una volta volevo avvicinarmi a quello di "Lupin III" ma fui scoraggiato da un amico che ne aveva letto qualcosa.

    Nella lista aggiungerei almeno i due manga di Go Nagai che ho letto: quello di Jeeg perché dopo due volumi si interrompe, e un volume unico dedicato a Ufo Robot Goldrake - denominato "L'integrale" - che non ho esitato a rivendere per quanto i personaggi siano disegnati in maniera inguardabile, oltre che per macroscopici errori di sceneggiatura.

    Poi farai anche "10 manga più famosi dei relativi anime"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per esempio mi hanno parlato benissimo del manga di "City Hunter"...

      Elimina
    2. @Anonimo io mi difendo da solo, sei tu che non esisti.

      Elimina
    3. Yes, farò anche il contrario :)
      (il commento dell'anonimo idiota l'ho cancellato, non mi ero reso conto che gli avevi già risposto).

      City Hunter è stato praticamente il mio amore prima di Berserk :D
      Vero, purtroppo il Nagai robottaro non era granché. Ho praticamente tutti i fumetti dei vecchi robot, più per collezione che per altro (anche se il loro fascino ce lo hanno XD)

      Moz-

      Elimina
  11. Non sapevo dell'Uomo Tigre fumettoso. Devo dire che quasi lo preferisco come tipo di disegno ai manga più recenti. Ma io non faccio testo, lo so.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma guarda che pure io preferisco di gran lunga i disegni old school :)

      Moz-

      Elimina
  12. Non ho mai conosciuto tante argomentazioni come a passare di qua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevi farmi un complimento migliore^^

      Moz-

      Elimina
  13. Tutti a elogiare (giustamente) il lavorone dell'adattamento italiano dei dialoghi dei Cavalieri dello Zodiaco ma nessuno a ricordare quanto fosse scemo allo stesso tempo perdendo qualsiasi riferimento alla mitologia e alle stelle, tutto era vago e lasciato alla fantasia.
    Detto ciò non mi torna molto la cosa che la serie fu creata apposta per i pupazzini, la prima linea vide la luce nel 1987 in seguito al successo dell'anime a sua volta dovuto al successo del manga del 1985, insomma non ha avuto alcuna spinta puramente commerciale ma la classica procedura di ogni altro manga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia ebbe successo in primis perché fu accompagnato dalla vendita dei modellini! Altrimenti avrebbe rischiato di 'perdersi' nella programmazione di Odeon.

      Elimina
    2. Si ok, qua fa testo a se. Più sopra Moz, ma anche in altre occasioni, ha detto esplicitamente che nasce a tavolino per sfruttarne il merchandise, e dato che conosco bene la serie e sta cosa mi è nuova mi puzza un po'.

      Elimina
    3. Oh, io sapevo proprio che era tutto nato come progetto specifico. Anche le armature stesse erano disegnate per essere realizzate a giocattolo... Avevo letto questa cosa proprio su un Kappa Magazine, detta dai redattori.
      Insomma, come per i Beyblade XD

      Moz-

      Elimina
    4. Per Beyblade ci posso credere, così come per altre cose tipo uno qualsiasi dei cloni di Yu-Gi-Oh o le serie delle mini 4WD ma sui cavalieri non mi risulta e mi pare proprio strano, lanci un manga e la relativa serie di giocattoli esce dopo due anni? Troppo tempo, in quei due anni i lettori di Jump potevano benissimo bocciare la serie e farla chiudere (hanno sto vizio di fare i sondaggi di gradimento per determinare la vita di una serie), oltretutto il design dei giocattoli era lo stesso dell'anime... beh nei limiti del possibile. Poi che i Cavalieri abbiano un potenziale commerciale enorme rispetto ad altri manga è verissimo e serie recenti come Soul of Gold sono nate anche per fare nuovo modelli.

      Elimina
    5. A pensarci bene però una cosa non esclude l'altra, nel senso, il manga nasce spontaneamente, ha successo e si vuole fare un anime e interviene Araki, il suo design rielabora totalmente le armature (e non solo), ecco allora che la cosa che le armature sono state studiate anche in previsione di farne dei giocattoli torna perché le primissime armature dei protagonisti erano troppo minimali per permettere la trasformazione in totem, e in seguito la cosa come accade per molte serie ha coinvolto anche il manga stesso.

      Elimina
    6. Sui sondaggi: sì, ti rendi conto che possono decidere anche l'andazzo di una storia? Cioè i lettori, settimanalmente, dicono chi o cosa è piaciuto e cosa no. In sostanza una continua indagine di mercato, in progress, costante... che modifica il prodotto di volta in volta. È la commercialità più estrema XD

      Quanto ai CdZ, sì, probabilmente avrò inteso male io e si parlava dell'anime... io avevo capito che fosse tutto pianificato, nel senso che lo scopo finale era vendere i giocattoli :)
      Comunque, ad esempio, in Italia alcune scelte dell'adattamento (Pegasus che è già tale prima di diventarlo, ad esempio) sono state imposte dalla Giochi Preziosi... che voleva un prodotto quanto più "piatto" sotto questo aspetto, facile da ricordare per permettere l'assoluta vendita dei pupazzi senza che un bambino potesse confondersi :D

      Moz-

      Elimina
    7. Questa cosa dei nomi e della Giochi Preziosi la sapevo o forse ne avevamo già parlato in altra sede, insomma pensavano che i bambini (noi...) fossero degli idioti, bene XD ma almeno un nome proprio a sti poveracci potevano darli, Sirio e Crystal ce l'hanno, gli altri no XD

      Esatto, indagine di mercato è il termine adatto, infatti quando noi (inteso come usufruitori secondari in quanto licenziatari dei manga originali) notiamo e ci lamentiamo di alcuno cambiamenti nel corso di una serie, che sia di toni o tematiche, è dovuto proprio a quello. Per fare un esempio in Dragon Ball Toriyama ci provò a levare Goku di mezzo e mise Gohan come nuovo protagonista ma il pubblico giappo niente... voleva Goku.

      Elimina
    8. Eheh, e infatti il brutto degli shonen è questo: non decide l'autore, ma l'editore con il pubblico. A maggioranza.
      Sono figli del dramma peggiore della società: la democrazia :)

      Moz-

      Elimina
  14. Kuramada deve tantissimo a Shingo Araki per il successo dell'opera (anche se poi i disegni migliorarono).

    Su Lupin direi ni, io li vedo come due prodotti distinti sullo stesso soggetto. Credo che solo i primi episodi della prima serie si avvicinano allo stile del manga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti i primissimi episodi sono molto psichedelici.
      Direi i primi 4, 5, non di più.
      Araki e la Himeno due santi: ciò che toccano si fa ORO.

      Moz-

      Elimina
  15. Io direi quasi tutti quelli mandati in onda prima dell'avvento della moda del "manga" in Italia.
    Potremmo agigungerci persino Kenshiro, Lamù, Orange Road più chissà quanti altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però vedi, una volta uscito il manga, Kenshiro, lamù, Orange Road sono stati seguitissimi come manga. Puntualmente ristampati, amatissimi.
      E i manga erano comunque dei prodotti notevoli (a+b)² XD
      Insomma, poi si son fatti valere, i manga. Vedi pure Dragonball :)

      Moz-

      Elimina
  16. Di Lady Georgie e Kiss Me Licia ho sicuramente preferito la versione cartacea, molto meno sciocca degli anime che ci hanno propinato da ragazzini. Anche Sailor Moon forse lo preferisco come manga, visto che serie sono zeppe di filler che ad oggi mi chiedo come diamine abbia fatto a guardarli tutti senza perdermi una puntata!

    Lupin e Lady Oscar... eh. Effettivamente preferisco le serie TV (il tratto della Ikeda, spesso umoristico, arriva al punto di offendermi, giuro. Strano perché con le sue altre opere non succede XD) ma Shin Lupin mi sta appassionando e Monkey Punch ha creato un'opera davvero pazza e fuori dagli schemi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti con le prime due stagioni e (soprattutto) la quarta di Sailor Moon c'è da innervosirsi. Ma la terza, per quanto comunque diluita, mantiene due o tre tracce niente male al di là del mostro dell'episodio.

      Non sopporti il lato umoristico in Lady Oscar perché hai visto prima il cartoon. Succede anche a me.
      È la sindrome di Berserk: la maggiorparte di coloro che hanno visto per primo l'anime su Italia1/Italai7/tv satellitari, non accetta la componente fantasy che dall'anime era stata praticamente tolta XD

      Moz-

      Elimina
  17. Bella lista, complimenti (😝)!
    Io ci aggiungo anche Marmalade Boy/Piccoli Problemi di Cuore che nonostante i nomi cambiati e le modifiche di trama italiote (i genitori dei protagonisti non si sono scambiati le coppie e non vivono nella stessa casa), l'anime è più lungo e più emozionante, con la parte in cui Yu/Yuri va in America, totalmente assente nel manga.
    Sereno mercoledì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio ancora in tempo a ringraziarti per il mercoledì!
      Vero, gli anime a volte aggiungono parti alla storia. I filler: quando sono fatti bene sono piacevoli (vedi anche Rossana, a New York).
      Ma sai che Marmalade Boy doveva avere un seguito? Ne parlerò, promesso.
      Non l'avrei mai detto che seguivi queste cose da signorine :p

      Moz-

      Elimina
    2. Hai fatto in tempo per poco 😄
      Rossana non mi è mai piaciuto, a malapena ho visto Terry e Maggie, i toni si stavano alleggerendo un po' troppo a mio avviso.
      Comunque sono cresciuto con Kyoko, che ti aspettavi? Adoravo queste lunghe soap opera, che mi godo ancora oggi con gli intrecci amorosi della DC e le teen series.
      Sono curioso sul seguito di MB dato che non ne so assolutamente nulla!
      I miei ossequi.

      Elimina
    3. Allora farò il post apposito :)
      Rossana ad esempio io lo adoro, sai? Ho anche tutto il manga ma l'anime addirittura riesce a essere decisamente fuori di testa :)

      Moz-

      Elimina
  18. Non posso che condividere, almeno per quelli che conosco e visto la versione animata è eccezionale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di tre o quattro su tutti, assolutamente :)

      Moz-

      Elimina
  19. Sui Cavalieri, Lady Oscar, Kiss Me Licia, Evangelion e occhi di gatto, sono molto d'accordo. Degli altri non ho letto i manga quindi non ti saprei dire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Utena, ad esempio, fidati sulla parola: anime e manga stanno proprio su due pianeti diversissimi^^

      Moz-

      Elimina
  20. Finalmente ho recuperato quest'articolo che mi ero perso ahah
    Hai ragione al 100%, infatti sto pensando di recuperare almeno il fumetto di Lupin, giusto per leggere per bene l'opera di partenza (so che c'è un omnibus con le storie più importanti).

    Penso che il manga dei Cavalieri dello Zodiaco sia il più bistrattato della storia ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se oggi Next Dimension (molto bello) è praticamente il sequel ufficiale del manga storico, sempre a opera di Kurumada, che comunque è migliorato^^
      Lupin III merita, davvero!^^

      Moz-

      Elimina
  21. Non sapevo che l'anime di Evangelion fosse finito nel 2013.
    Per il resto, immaginavo che ci fossero stati titoli come i Cavalieri dello Zodiaco, Lupin e Lady Oscar.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'anime è finito nel 1996. Il fumetto di recente; ma l'anime è "continuato" idealmente con dei film finali, e poi hanno fatto (stan facendo) un reboot^^

      Moz-

      Elimina