[CINEMA] trasposizioni: imperativo stravolgere?


È di queste ore la notizia sulla probabile trama dell'imminente film su He-Man.
La mia reazione non è stata di gioia. Ancora una volta, nel mondo delle trasposizioni da un medium all'altro, l'imperativo sembra essere solo uno: stravolgere tutto.
Vediamo perché, tra esempi vecchi e nuovi.

Pare quasi impossibile dover/poter restare fedeli alla linea, e tutti vogliono reinventare trame e personaggi, forse pensando di stupire il pubblico.
Ma sono ben pochi i casi in cui un prodotto simile diventa cult (anzi, scult): tutte le altre volte è solo un vuoto a perdere che scontenta i fan storici e non piace nemmeno alla nuova platea: in sostanza, un flop sotto ogni profilo.

Nello specifico, pare che la trama del nuovo film sui Masters of the Universe vedrà He-Man e Skeletor fratelli, in una abusata shakespeariana lotta per il potere.
Keldor è il saggio e pragmatico fratello maggiore; Adam il cazzone perdigiorno di turno.
Succederà qualcosa e il primo diventerà Skeletor, lanciandosi coi suoi mostri alla conquista di Grayskull; il secondo si trasformerà in He-Man e difenderà il regno con un manipolo di eroi.
Ora, che ci sia una parentela tra Keldor e Adam è cosa comprovata, ma i due non sono fratelli.


Non che le riletture mi dispiacciano, ma sono trent'anni che aspettiamo un film importante su He-Man: perché non restare fedeli alla trama canonica? Perché rendere diversi i ruoli di alcuni personaggi? È questo che non comprendo: non abbiamo bisogno di un'ulteriore versione della storia, ma della storia ufficiale finalmente fissata su grande schermo.

He-Man non è l'unico esempio.
Nel trasporre un'opera (cartoon, fumetto, videogame, serie tv, giocattolo) per il cinema, spesso e volentieri soggettisti e sceneggiatori si divertono a riscrivere l'opera stessa.
Che, a scanso di equivoci, non sarà quell'opera tradotta per il grande schermo, ma una sua rilettura, una ennesima variazione sul tema. Ed è questo che non concepisco.
Cosa si spera di ottenere? L'attenzione dei fan e l'attenzione del nuovo pubblico?
Sbagliato: è cosa nota che operazioni così finiscono quasi sempre male.

ALCUNI ESEMPI

DRAGONBALL EVOLUTION: famoso manga e poi serie animata, diventa film hollywoodiano. Praticamente la precedente pellicola cinese era più fedele. Dragonball Evolution fece ribrezzo su ogni versante, reimmaginando la storia di Goku in modo patetico.

sembra tutto fatto volutamente per fare schifo
DYLAN DOG: anche qui, del famoso fumetto non rimane niente. Un film da cui la stessa Bonelli ha preso le distanze. Paradossalmente, Dellamorte Dellamore era molto più dylandoghiano di questa vomitevole pellicola.


JEM E LE HOLOGRAMS: tecnicamente un'espressione totale degli anni '80, nel 2015 Jem è diventata un misconosciuto film che non ha nulla a che vedere con il mondo glam rock della serie. Difatti, fu un clamoroso fiasco.

poco outrageous

BERSERK: nel 2012 uscirono tre film più incompleti del precedente cartoon. Ok, magari non c'era spazio per tutto, ma allora perché non farne una serie? Ed è nata anche la serie, ma pure qui (oltre ad animazioni pietose) molte parti (anche importanti) della trama vengono tagliate via.

un bambino all'asilo saprebbe fare di meglio...

L'ULTIMO DOMINATORE DELL'ARIA: va bene che alla guida c'è uno dei peggiori registi di sempre (capace di scempi quali Split o Lady in the Water), ma ridurre a merda un gioiellino come Avatar - La leggenda di Aang fu un duro colpo al cuore.

oggi è relegato negli sfigatissimi cataloghi da edicola

STREET FIGHTER
: ok, magari vuoi incentrare di più il tutto su Guile, visto che l'opera era destinata a un pubblico occidentale.
Ma Sagat trafficante, Zangief ritardato, Ryu e Ken truffatori, Balrog giornalista... dico io, era necessario?
Ecco, però, Street Fighter è uno di quei pochi casi dove lo stravolgimento diventa "di culto".
La mia recensione cliccando sull'immagine.

https://mikimoz.blogspot.it/2018/03/street-fighter-sfida-finale-retrospettiva.html

DIABOLIK: siamo ancora negli anni '60 ed è impossibile riprodurre fedelmente il mondo diaboliko (trucchi, maschere). Mario Bava però ci prova e oggi, sebbene il suo Diabolik abbia poco o nulla a che vedere col fumetto (Eva alla stregua di un zoccolone, psichedelia, ecc...), questo titolo è un cult assoluto del cinema sixties.

col mitra, ma quando mai...?

I DOMINATORI DELL'UNIVERSO: chiudiamo il cerchio con He-Man, già adattato per il grande schermo nel 1987. C'era Dolph Lundgren nei panni del muscoloso eroe di Eternia. Una storia che si allontanava molto dalle atmosfere del cartoon, prediligendo uno stile starwarsiano e un'ambientazione terrestre (forse perché c'erano pochi soldi). Eppure anche in questo caso è un cultissimo.

mito assoluto

LA DOMANDA FINALE

Voi, da fan di un'opera (fumetto, videogioco, cartoon...) volete una trasposizione fedele a questa o vi sta bene che sia ampiamente stravolta (nella storia, nelle atmosfere, nei personaggi)?
Seguireste ugualmente qualcosa di cui già conoscete lo svolgimento, o preferite una trama inedita che non rispetta però i canoni?

Leggi anche

74 commenti:

  1. Le trasposizioni mi sono sempre state sulle palle. Non hai citato tutti i cinepolpettoni basati su fumetti Marvel che del fumetto originale mantengono sì e no i nomi dei personaggi - li trovo deprimenti. Se un'opera ha successo, basta, fine, punto: è inutile fare trasposizioni, come è inutile fare "sequel", "prequel", "spinoff", "crossover" e tutte 'ste minchiate che vorrebbero brillare di luce riflessa (ma non gliela fanno veramente MAI).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bertixx, benvenuta/o a bordo! :)
      Sì, non ho citato MOLTE cose, avrei ad esempio ampliato il discorso anche sul cambiamento di razza di alcuni personaggi... tipo da bianchi farli diventare neri, forse per attirare un pubblico black? :o
      Nel caso dei Masters, la loro storia completa è stata narrata solo attraverso piccoli paragrafi o poche pagine di fumetto... ecco perché sarebbe ora comunque di una trasposizione degna, e non una ulteriore visione degli eventi di cui non si sente il bisogno... :(

      Moz-

      Elimina
  2. Dipendesse da me, ogni trasposizione dovrebbe avere l'opera originale come sceneggiatura. Sennò meglio produrre qualcosa di totalmente inedito.

    Non capisco e non mi adeguerò mai a questa moda di rimescolare le carte e stravolgere i ruoli! Ho il dente avvelenato con la Disney e il suo "John Carter", film che aspettavo da anni e del quale si parlava quando Burroughs era ancora in vita... Ne hanno tirato fuori un film non brutto ma che poco ha a che vedere con le emozioni che è capace di generare il romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco l'esempio, perché non ho letto né il romanzo né visto il film. Ma posso immaginare.
      Sono d'accordo con te, comunque.

      Però ecco, prendiamo esempio Street Fighter. C'è una storia precisa, canonizzata dalla Capcom. Ad oggi, questa storia è narrata solo attraverso piccoli paragrafi nei videogames, o nelle linee guida, manuali ecc...
      Non ne esiste una trasposizione (animata, fumettistica, cinematografica) precisa e fedele.
      Allora, mi dico: perché continuare a fare storie su SF che sono RILETTURE ULTERIORI del mito, cambiando anche drasticamente i personaggi, piuttosto che realizzare una serie che racconti per bene quanto è canonico? :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ricordo male o scrivesti che "The animated movie" seguiva fedelmente le caratterizzazioni dei personaggi di Street Fighter?

      Il film di John Carter è tratto dal romanzo "Sotto le lune di Marte" (facilmente recuperabile in edizione economica) noto anche come "La principessa di Marte". E' una saga bellissima che mescola fantascienza e fantasy, ricca di duelli, azione, ogni due o tre pagine un colpo di scena... Il film l'ha quanto meno appiattito molto, puntando quasi esclusivamente sugli effetti speciali.

      Elimina
    3. The animated movie è fedelissimo nella trama, ma ovviamente durando 90 min non può raccontare per bene le storie di tutti. Però i personaggi sono come devono essere e non ci sono stravolgimenti di sorta.

      Ecco perché non ricordo né film né romanzo: è un genere che non traffico molto...

      Moz-

      Elimina
    4. Beh, John Carter non è troppo distante dai MOTU, in un certo senso ^^
      Non mi stupirebbe, se fosse tra le fonti di ispirazione per He-Man e soci...

      Elimina
    5. Uhh addirittura?? Devo informarmi!

      Moz-

      Elimina
  3. Di questi filmacci, mi manca solo Jem. E perché, con il mio pallino per il trash e i teen musicali, perché?

    In quanto alla domanda: da lettore, sono abituato ai taglia e cuci delle trasposizioni. Generalmente, no, non mi infastidiscono. Dico sempre che la carta e il cinema hanno linguaggi diversi. Però, ecco, a volte anziché aggiustare affossano, e che batosta per gli appassionati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ci sia un taglia e cuci per esigenze varie, questo lo accetto. Nemmeno LOTR era fedelissimo, ci sta. Ma era fedele. Non hanno reso Gandalf gay, Frodo fratello di Bilbo, Sauron negro.
      Era fedele a Tolkien. Un conto è dover modificare qualcosina, un conto è stravolgere INUTILMENTE... a quel punto, inventati una storia tutta tua: nel caso di questo He-Man, fai la storia di due fratelli TIZIO e CAIO che combattono per il regno, fine XD

      Moz-

      Elimina
  4. Direi fedele, ma non critico nulla a prescindere.
    Specie se il risultato è stradegno come Shining tanto per dirne uno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh, e qui casca l'asino.
      Il Corvo non è fedele, ma è stradegno.
      Shining non è per nulla fedele, ma è un capolavoro più dell'opera di King.
      Se He-Man fosse preso da Kubrick lo rileggerebbe sicuramente in chiave DAVVERO scespiriana, e allora mi starei zitto: si tratterebbe di una grande mente, di un artista, che rilegge e innalza un'opera.
      Ma i casi che ho elencato NON rientrato in questo frangente, temo XD

      Moz-

      Elimina
  5. Essendo opere tratte da media diversi ci sta un certo cambiamento nella trama per renderla credibile (tipo il nuovo Jumanji). Purtroppo spesso si finisce per calcare la mano e trasformare un film in qualcosa di totalmente alieno al prodotto originale.

    P.S. Forse la cosa peggiore è vedere autori come Toriyama approvare mostruosità come Evolution per assurdi pretesti artistici o più probabilmente perché la piscina in oro massiccio non si costruisce da sola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti io ancora non comprendo come Bonelli e Toriyama abbiano potuto dare l'ok al progetto.
      Voglio dire, un conto sono le Giussani che lasciano il tutto nelle mani di MARIO BAVA, mica il primo coglione arrivato, ma BAVA, con DE LAURENTIIS e MORRICONE, e quindi ok.

      Ma la Bonelli e Shueisha che cedono i diritti di Dyd e Dragonball per quei rispettivi cessi pubblici di film, che pure Italia1 si vergogna di mandare in onda la domenica alle 19... questo proprio non me lo spiego.

      Moz-

      Elimina
  6. Sicuramente privilegio la fedeltà, a meno che non si tratti di parodia.
    Ma tutto sarà più chiaro quando avrò ultimato il mio post, in fase di lavorazione, sui 5 cinecomics del cuore.

    RispondiElimina
  7. Il film di Dylan Dog l'ho visto e l'ho pure recensito sul blog ma "guardacaso" non mi ricordo assolutamente niente :D Scimmiottamento della filosofia scavliana che ha ben poco a che fare con il vero Dylan Dog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terìbile.
      Mamma mia, secondo me i fan storici del fumetto si sono suicidati in massa dopo aver visto quella cagata XD

      Moz-

      Elimina
    2. A me bastò sapere che non c'era Groucho per snobbare quella cagata.

      Elimina
    3. Purtroppo fu una questione di diritti: l'immagine dei Marx non può essere usata, idem il maggiolino... :o

      Moz-

      Elimina
    4. E allora non era film da farsi.

      Elimina
    5. Eh... vaglielo a spiegare.

      Moz-

      Elimina
  8. Penso che inizialmente sarebbe meglio fare trasposizioni fedeli. Dopo un paio di trasposizioni si può ampliare e cambiare certe cose anche se credo che dopo una certa soglia di cambiamento, sarebbe meglio fare una cosa dichiaratamente diversa e non tentare di agganciarsi a una storia da cui si è preso troppo le distanze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, la vedo come te: prima le trasposizioni FEDELI, poi tutte le riletture che vuoi. Dopo una trasposizione fedele, accetto pure Skeletor che si rivela madre di He-Man.

      Moz-

      Elimina
    2. Hahaha già mi immagino la scena della rivelazione!
      E poi in scena entra un altro personaggio...He-Moz! Che ruolo ti piacerebbe fare?

      Elimina
    3. Umh, non saprei... io amo Skeletor... facciamo Skelemoz?

      Moz-

      Elimina
    4. Aahahah, allora devi iniziare a tingerti di blu!

      Elimina
    5. E se fossi già un Gar come Skeletor? ;)

      Moz-

      Elimina
  9. Io capisco che la trasposizione non possa essere fedele al 100% e che qualche elemento di novità possa essere introdotta. Anche a livello di trama magari è difficile fare tutto uguale. Poi bisogna vedere la riuscita.

    Di sicuro il cambio di scenario potrebbe non affatto sconvolgermi, se viene garantita l'essenza dei personaggi.

    Paradossalmente dei film che citi ho visto solo Street Fighter ed He-Man: benché stravolgino tutto, non riesco a capacitarmi di come non possa odiarli.

    Berserk: ecco, io ho trovato tutto molto interessante XD, ma avendo letto il manga un po' a spizzichi e bocconi, probabilmente non posso giudicare pienamente. E' comunque un caso limite perché le serie animate ispirate ai fumetti le preferisco al 100% uguali al fumetto stesso.

    Torniamo al mio concetto iniziale: penso ad esempio a Transformer, la saga cinematografica. Non mi capacito di come Jazz sia stato trasformato in un mini transformers ucciso peraltro come un pirla, di Jetfire trasformato in un vecchio bacucco, tanto per citare due esempi. Perché sono fatte queste scelte strane? Forse perché Jetfire doveva essere inserito nella trama (!?) di "La vendetta del caduto" e serviva un aereo anziano? Allora era quasi meglio fare un personaggio distaccato senza quel nome. Ah ma appunto, è un personaggio totalmente diverso, ma devono mettere il nome per il citazionismo...Però il citazionismo è legato alla fruizione del prodotto originale, quindi risulta inutile se poi si snaturano le caratteristiche di certi personaggi!

    Per cui vediamo cosa combineranno con HeMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa combineranno? Aspettiamoci almeno un cambio razziale.
      Garantino :)

      Nel caso Berserk, io trovo assurdo che una serie del 1997 è meglio dei film e di una serie fatta negli anni '10 del 2000. Questo è: la gif che ho messo è imbarazzante...

      Su Transformers concordo, e secondo me è proprio questo che succederà in He-Man, visto che si vocifera già di uno Zodak come ministro della tecnologia...

      Moz-

      Elimina
  10. Condivido i tuoi sentimenti e avrei aggiunto alla lista anche lo scempio che hanno fatto del bellissimo Death Note.
    Se devo essere sincero a me piace vedere qualcosa di nuovo nella trasposizione ma a patto che non stravolga gli equilibri della storia.
    Sono uno dei pochi ad avercela a morte con Peter Jackson per aver inserito un personaggio inesistente ne Lo Hobbit, personaggio che intrecciava una storia d'amore stravolgendo completamente i dettami del canone tolkeniano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: Death Note. Che peraltro introduce anche un altro discorso, ossia la pessima abitudine di cambiare razza ai personaggi. Da bianchi li fanno diventare neri o indiani (vedi Flash Thompson) o chissà cosa cazzo di altro. Hai ragione su Lo Hobbit, la cui qualità comunque è infinitamente inferiore a LOTR (non per storia ecc, ma proprio come realizzazione e tecnica!)

      Moz-

      Elimina
  11. La fedeltà può essere scaricata sull'altare della qualità. Per dire, è auspicabile che una storia venga semplificata piuttosto che cercare di far stare troppa roba in due ore di film. Blade runner era decisamente semplificato rispetto al libro, ad esempio. Ma semplificare è una cosa, stravolgere un'altra. Cambiare alcune cose per modernizzarle o per semplificarle può andare, se non si stravolge troppo l'opera originale, altrimenti tanto valeva scrivere una storia nuova, come per gli esempi che hai citato (tra l'altro, non avevo idea che avessero fatto un film su Jem e le Hologram). E poi, la storia così come l'hai presentata è davvero banale. Speriamo che sia davvero solo un rumor infondato. Comunque sono sicuro che la mia infanzia non ne uscirà rovinata! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: che poi ci sono semplificazioni e stravolgimenti d'autore, che restituiscono un capolavoro di un capolavoro.
      Ma non sono questi i casi, perché come appunto dici, bastava scrivere una storia nuova con nuovi personaggi... :)

      Moz-

      Elimina
  12. Mamma mia, a me queste modifiche fanno girare le palle a velocità supersonica!
    Con Dylan Dog concordo su tutto ma i maggiori difetti sono dovuti ai diritti, non si può usare l'immagine di Groucho Marx e né il Maggiolino (di cui detiene i diritti la Disney 😱). Però pur senza i diritti, con Della Morte Della More avevano fatto una cosa migliore.
    Su Mnight Shyamalan (come lo chiamava l'inserviente di Scrubs) non concordo, non ho visto Split e né questo del tizio pelato ma Lady in the Water l'ho amato (con tanto di brividi). Ci stanno tantissimi altri registi hollywoodiani che meriterebbero di stare in miniere.
    Riguardo la domande finale io prediligo le trasposizioni fedeli al 100%, non 99,9999%, 100% o niente, ogni modifica è una stronzata che offende l'opera originale. Se non ti sta bene come è, inventane una tua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, io ai tempi MASSACRAI letteralmente Lady in the water qui sul blog XD
      Concordo comunque con te, anche se sei drasticissimo (io concederei un 1% di modifiche dovute ai passaggi da un medium all'altro). Però sì: se non ti sta bene che Balrog sia un pugile scorretto al soldo di terroristi, inventati una cazzo di trama dove un pugile fa il giornalista e lascia stare Street Fighter! XD

      Moz-

      Elimina
    2. Anche a me è piaciuto Lady in the Water, ma devo dire che non ho msi trovato qualcuno a cui piacesse un po': o lo si ama o fa schifo!

      Elimina
    3. Seconda categoria, per me. Sbrocco a spruzzo 💪😉

      Moz-

      Elimina
    4. Io l'ho visto solo una volta, non ricordo manco se al cinema o a casa ma non ne parlai sui forum che frequentavo (tutti di fumetti americani), quindi le vostre sono le prime opinioni che leggo dopo 12 anni dall'uscita!

      Riguardo le modifiche, per farti un paio di esempi, a me sta sul cazzo anche quando mettono la riga dei capelli nel lato sbagliato o non usano le lenti colorate per cambiare il colore (Dean Cain era un superman dagli occhi marroni).
      A me che Krypton invece di esplodere venga inghiottito dal sole divenuto una gigante rossa (Superman Returns), fa girare altamente le palle!
      Oppure i nasi finti di Boyakki e Tonzula, nel film che come sai ho amato, hanno fatto storcere il naso, per restare in tema.
      Poi se non conosco l'opera originale, 'sti gran cazzi.

      Elimina
    5. In effetti, ad esempio, non capisco che senso ha modificare la storia (anzi la modalità) della distruzione del pianeta. A che pro?
      Dei nasi finti non so niente, ma ci può stare per renderli caricaturali^^

      Moz-

      Elimina
  13. Concordo su quasi tutti i film ma Shyalaman qualche film discreto l'ha fatto, vedi Unbreakable, che per alcuni è fra i migliori film sui super-eroi mai fatti. Jem a mia moglie è piaciuto ma ha concordato con il fatto che con la serie centrava ben poco, e dire che ci voleva poco, potevano fare le Holograms che si riunivano dopo 30 anni, ormai dimenticate dalle nuove generazioni..Comunque Skeletor He-Man fratelli ricorda un po' Loki-Thor oppure Black Panther e suo cugino, non è che vogliono seguire quell'onda là? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ora va di moda questa lotta shakesperiana, e pensare che la storia originale di He-Man (già pronta) vede comunque una parentela, ma il tutto è ancora meglio e meno banale, secondo me^^
      Su Jem concordo, così per Unbreakable (tra l'altro, Split si ambienta in quell'universo narrativo, rovinando quindi anche Unbreakable XD)

      Moz-

      Elimina
  14. Dopo aver visto alcuni live action di manga, tra cui L'Immortale, Kenshin, Fullmetal Alchemist, Death Note (di Netflix) ecc, ho capito che non serve che la trama originale sia seguita passo per passo, ma basta che il nucleo dell'opera di partenza sia rispettato (il messaggio in primis).
    Ben vengano rimaneggiamenti, cambiamenti e stravolgimenti, ma il nocciolo originale deve restare.

    La trilogia di Kenshin, ad oggi il miglior adattamento cinematografico di un manga/anime, non ha timore di cambiare la storia, pur mantenendo alcuni fatti e personaggi portanti di base. Guardando i tre film si ha l'impressione di guardare proprio Kenshin Samurai Vagabondo, non un film brutto.

    Il Death Note di Netflix è l'esatto opposto: oltre ad aver cambiato la storia, ha perso la bussola, uscendo come na cafonata. Il messaggio è perso, i personaggi sono lo zero cosmico e il mood è di un teen movie fatto male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ricordo perfettamente la questione di Kenshin, e infatti ti ho anche pensato mentre scrivevo questo articolo!
      Bisogna restare fedeli al concetto, tutto qui. Snaturare inutilmente, o gratuitamente... è questo che rovina un'opera.
      Su Death Note (e operazioni similari), io proprio non mi spiego una cosa: ma davvero sperano che il loro prodotto piaccia? Non hanno un minimo di senso (auto)critico?

      Moz-

      Elimina
    2. non serve che la trama originale sia seguita passo per passo, ma basta che il nucleo dell'opera di partenza sia rispettato (il messaggio in primis).

      ecco,bravo Kiral :D

      Elimina
    3. Io sono prima per una trasposizione comunque fedelissima, dove manca (He-Man, Street Fighter: non hanno fumetti o serie)

      Moz-

      Elimina
  15. Lo sai già chi sono5 mag 2018, 11:00:00

    Vedere il poster di quella robaccia del live-action di Avatar ma anche gli impegni degli ultimi giorni (per fortuna impegni divertenti!) mi fanno pensare da un po' di tempo che devo riprendere a vedere la serie (mi mancano 15 episodi), ma quando arrivo a casa sono troppo stanca per seguire qualcosa con un filo logico! Eppure sono stratentata...
    per quanto riguarda le trasposizioni non fedeli, per me sono solo dei prodotti con una copertina ingannevole, come i video fatti per ricevere click, dove dentro poi c'è tutt'altro. un conto una piccola infedeltà come quella di Cuordipietra Famedoro che diventa Scozzese per evitare problemi politici dell'Apartheid, un conto invece stravolgere tutto (a parte nei casi in cui in un universo ci siano diverse continuity, come nel mondo dei Pokémon!)
    Per me He Man e Skeletor fratelli sono una cavolata assurda che nemmeno fa ridere, come invece fa ridere Harry potter e Draco gay che si amano (Drarry) XD Muhahahhahahahahha scusa non resisto, sono troppo ridicola come coppia farlocca!!!
    P.S.: Luigi Mario e Mario Mario!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il P.s. non l'ho capito... perché hai citato i Mario Brothers? :o

      Le fanfiction e le coppie inventate dai fan però non sono prodotti ufficiali: questi film che ho elencato sì. Ed è questo il brutto!
      Come dici tu, si tratta di una storia a sé a cui mettono giusto i nomi di personaggi noti.

      Moz-

      Elimina
    2. Lo sai già chi sono5 mag 2018, 16:30:00

      L'ho messo nel P.S. perché mi sembrava una cavolata del film del 1993 di Super Mario, che tutti dicono sia una trashata... per certo dare ad entrambi il cognome Mario non è la scelta più intelligente del mondo, ma oh xD

      Elimina
    3. Eh, ma se si chiama Mario Bros., ossia i fratelli Mario, è chiaro che il cognome sia quello :)

      Moz-

      Elimina
    4. Lo sai già chi sono6 mag 2018, 10:17:00

      In effetti...è ridicolo ma...ha senso!

      Elimina
    5. Ridicolamente bello XD

      Moz-

      Elimina
  16. è un argomento intricato, ti dico io sono sempre la prima a non capire perché se le cose funzionano e diventano famose (per non dire famosissime o iconiche) in quel dato modo, le si debba poi portare su schermo totalmente diverse, questo è un mio pensiero a prescindere poi dai risultati o da quello che funziona e non, quindi su questo capisco perfettamente il discorso.
    Questo discorso poi ampliato e preso sulla singola opera ogni però viene anche smontato,dopotutto mi piacciono e mi sono piaciute tante trasposizioni che hanno cambiato virgole, smussato trame, per non dire anche riletto certi canoni delle opere originali, più che altro mi ritengo aperta e favorevole se necessario alla reinterpretazione.
    Anche perché parlando dei casi di Dylan Dog, Avatar o Dragon Ball il problema di base era proprio che facevano acqua da tutti i pori come film a prescindere e in questo caso azzarderei più su Dylan e Avatar in quanto sono opere che si possono anche trasporre in film (nel caso del secondo in più di uno), Dball è proprio un progetto suicida in partenza perché puoi trasporlo come serie tv al limite ma come film non avrebbe funzionato nemmeno con qualcosa di sufficiente perché non riesci a comprimerlo così tanto, non è sceneggiato già su carta in questo modo a differenza di altri manga.
    Diciamo che tutto il discorso per me si riduce a questo esempio, prendendo due prodotti che trattano argomenti simili e che provengono dallo stesso mondo anche su carta:
    -serie tv di Dexter: stravolge la trama dei romanzi ma mantiene i caratteri dei personaggi e pur portandoli in situazioni diverse e ad un finale opposto, sembra un AU dei libri, il suo senso madre non viene stravolto.
    -Hannibal, bella serie, non mantiene niente dei libri ma sopratutto del caratteri dei vari personaggi e seppur propone coraggiosamente un finale simile all'opera ne ha stravolto totalmente il senso per non dire di peggio, quindi oggettivamente dico che è una bella serie ma soggettivamente amando tantissimo quei romanzi, è un grandissimo NO per me perché ne stravolge proprio il senso e in confronto ai romanzi su certe tematiche è addirittura blasfemo, non si ci limita solo all'intreccio di trama o alla morte di qualcuno piuttosto che altri come può essere per Dexter.
    Morale del discorso secondo il mio parere è che siamo nella via di mezzo, cioè è un "ni" per me e più in particolare quando si parla di opere con una propria identità (libri, manga, videogiochi, fumetti indipendenti, opere originali cinematografiche) perché su personaggi bidimensionali mainstream tra DC e Marvel ne ho già visti talmente tanti di stravolgimenti e gli stessi fumetti ne sono talmente pregni, "incasinati" e pieni di roba alternativa che non mi sento di essere così tanto severa in questo ambito, sono gli unici casi dove i film possono essere un universo a parte volendo e li analisso come singoli.
    Invece nel resto quando si parla di stravolgere qualcosa di imprescindibile o di impossibile che intacca l'identità dell'opera o il senso di qualche personaggio la trasposizione perde molto e per quanto anche passabile diventa una cosa che non mi piace, perdono solo i tagli necessari e la reinterpretazione di qualche situazione, ambiente o personaggio, un esempio?
    In Harry Potter i film tagliano un bordello di roba e gli ultimi 3 poi ti fanno vedere cose in un modo scandoloso e noioso che non arrivano neanche alla metà del pathos dei romanzi, a volte penso che chi non abbia letto abbia pure faticato a comprendere certe dinamiche però non sono ciofeche totali, sono dei film sufficienti e anche buoni, quindi li guardo volentieri pur criticando certe scelte derivante dai miei gusti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoci qui.
      Allora, io sono d'accordissimo con te: il mio post era comunque molto generico, ho cercato di tirar dentro delle opere che fornissero spunti di riflessione.
      Ad esempio Diabolik, non ha molto a che vedere col fumetto, ma si vede che è una rilettura d'autore dell'opera. Non si può odiare, non fa schifo.
      Dragonball secondo me poteva anche starci come film (in fondo ci sono tre film animati che in un minutaggio anche basso condensano un po' le prime parti della trama). È che hanno proprio stravolto tutto: Goku studente, i bulli, ecc... Non c'entra niente con Dragonball!

      Io amo le riletture (conosci il fumetto cinesi Street Fighter III? Una tamarrata pazzescamente bella, ma in sostanza riscrive completamente personaggi e situazioni!), però ecco... almeno UN ORIGINALE fatemelo!
      Dopo che ho l'originale, mi rendi Harry Potter africano, Hermione lesbica e Ron cugino di Harry. Puoi fare tutto. Ma prima, dammelo originale, specie se un'opera precisa da leggere/guardare NON C'È (vedi He-Man o Street Fighter) :)

      Moz-

      Elimina
    2. No non conosco il fumetto citato, anche perché conosco pochissimo Street Fighter, ma da lettrice posso capire quello che intendi.
      Eh lo so, piacerebbe vedere le cose precise su schermo.. se fosse per me persino il colore dei capelli XD, ma un originale al 100% non lo si vedrà mai a prescindere credo, anche perché persino quando si ripromettono di fare o fanno cose vicine alle opere ci sono lo stesso persone dietro, persone che magari finiscono per dare più importanza al loro personaggio preferito o a ciò che gli è arrivato di più da quel prodotto.. che non sempre corrisponde a quello che abbiamo sentito noi, quindi con pareri, pensieri e voglia di analizzare cose diverse, è il gatto che si morde la coda.
      Ovviamente potessero cominciare ad essere più fedeli sarebbe già un passo in avanti XD.
      Mah non so DBall è strutturato proprio da serie, qualsiasi saga a meno che appunto la si reinventi totalmente perde di credibilità fatta a film, pur magari durando due ore e passa...
      Infatti a me i film animati sulla prima serie non mi son mai piaciuti XD, l'unico preso dalla prima parte che mi è piaciuto anche se ha la grafica da post GT (e finalmente Bulma con i capelli viola), è il cammino dell'eroe.

      Elimina
  17. PS: anche io amo tantissimo Berserk (ed effettivamente dovrei guardare la serie, anche se quelle animazioni mi irritano un po'), ed è vero che i film hanno tagliato parecchie cose.
    Diciamo che loro avrebbero continuato il progetto in film ma non incassando abbastanza hanno continuato su serie anime, detto ciò i film non sono così brutti, sono dei buoni lungometraggi oggettivamente e mi sono anche piaciuti molto, senza quelli ti dico non avrei mai letto il manga quindi qualcosa hanno stimolato se fossero stati così scandalosi sarei passata oltre e non avrei mai approfondito questa meravigliosa opera; l'unico è il terzo che ho visto a manga già letto e l'unica cosa che non mi è tanto piaciuta è stato quasi il sensualizzare la brutale violenza su Caska con le inquadrature fanservice, quello è un no grandissimo, poi magari sono io che ce l'ho vista sta cosa ma boh, non mi è piaciuta proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco: Berserk in animazione ottiene un nobile scopo. Quello di far poi leggere l'opera originale XD
      La Warner voleva continuare, ma dico io... ha saltato il ministro Fosse, ha saltato questo mondo e quell'altro... booh!
      Le due serie successive? Idem! Ti dico che HANNO SALTATO LA COMPARSA DEL BAMBINO SULLA SPIAGGIA! Ma a che pro continuare a fare delle cose se poi tagli parti di trama ESSENZIALI?

      Sono d'accordo sullo stupro a Caska... solo nel manga viene reso perfettamente per come deve essere.

      Moz-

      Elimina
    2. Mi dispiace se nella serie han saltato queste cose, ripeto non l'ho vista e non so se la vedrò mai, perché ormai vorrei solo che prima o poi concludesse il manga in quanto è perfezione assoluta quello XD e forse mi basta così XD.

      Elimina
  18. i dominatori dell' universo- storia di un disagio


    chiunque abbia visto dolph ludgreen con il perizoma di he man e frank langella con il mascherone di skeletor dirà che era una porcheria indecente che a questo punto meglio il cartone filmation tutta la vita

    ma l'intento di gary goddard era di creare un versione cupa del quarto mondo di Kirby
    Quel che Goddard non ha mai spiegato, però, è chi GLIEL'AVESSE CHIESTO.
    Di certo non gliel'aveva chiesto la Cannon, che, già con tutti e due i piedi nella fossa, riuscì a tirar via da uno dei franchise all'epoca più danariferi del pianeta un centinaio di dollari in più di quanto aveva speso. Subito prima di esser costretta a riciclare nella vergogna costumi e set già realizzati per il sequel, dirottandoli sul meno ambizioso - ma forse anche più brutto - Cyborg con Van Damme.


    i personaggi


    he man

    qui il biondo delfino di eternia ha il carisma di un cactus che almeno nella serie animata si potevano fare battute sulla sua sessualità si limiterà a fare presenza scenica

    gwildor

    forse il master più inutile della serie Marvel il creatore della chiave cosmica che guarda caso il film ruota al ritrovamento della chiave cosmica in questione quindi degno di menzione

    skeletor -

    anzi DARTH SKELETOR forse il personaggio che regge il film ma che qui è il darth fener del discount anche se farà la fine di palpatine

    la trama

    in pratica risveglio della forza prima di risveglio della forza il cattivo vuole l'oggetto magico ma il suo creatore lo nasconde il cattivo quindi passa metà film per trovarlo e alla fine lo trova ma alla fine viene fermato dall'eroe

    voto 4 /9






    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Ciao Wolvie!
      Eggià: Cyborg doveva essere il sequel ma non se ne fece niente. Chissà di cosa avrebbe parlato :)
      Gwildor, si dice, fu realizzato al posto di Orko.
      Dai, alla fine ora è un elemento essenziale per l'attuale canone MOTU unificato, specie per la Chiave Cosmica.

      Saurod e Blade li trovo fighissimi.
      Innegabili, comunque, le influenze starwarsiane. In sostanza, in questo, ha anticipato di due anni qualcosina della serie animata New Adventures :)

      Moz-

      Elimina
  19. Le trasposizioni sono così, vuoi o non vuoi qualcosa devi cambiarlo. Tuttavia, ci sono stati alcuni esempi in cui stravolgere totalmente un libro (o altro) ha portato a risultati straordinari.
    Venendo ai tuoi casi, beh, credo che la cagata più grande sia stata Street Fighter, pellicola che oggi mi rifiuto di rivedere. Molto meglio Mortal Kombat. Ah, la prossima volta ti consiglio di menzionare Mario Bros che sicuramente avrai visto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho comunque in programma un post sulle trasposizioni videogame-cinema, e Mario (primissimo film in questo senso) ci sarà :)

      Vero quel che dici: stravolgere può portare a capolavori. Spesso anche a trasposizioni che sono più belle dell'opera originale (penso a due o tre cose di King).

      Moz-

      Elimina
  20. Il film di Dylan Dog con Brandon Routh affettivamente non c'entrava niente col personaggio, invece il Diabolik di Bava tutto sommato un suo (grande) fascino ce l'aveva.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Diabolik di Bava è un CULT assoluto, un qualcosa che è riuscito a essere altro dal fumetto, con una sua identità ben precisa (di stile, soprattutto)^^

      Moz-

      Elimina
  21. Personalmente, preferisco che le trasposizioni siano il più possibile fedeli agli originali, ma accetto differenze e persino stravolgimenti folli, se il risultato finale è bello.
    Cosa che non si può dire del film di Avatar the last airbender: wtf a go go con i dominatori del fuoco che non creano il fuoco, ma lo manipolano - il primo dominatore di qualsiasi cosa che avesse l'idea di fregare i bracieri, fermerebbe l'invasione; i dominatori della terra imprigionati... in mezzo ai monti; Katara vs Zuko, la nostra kazzuta Katara... aspetta che Zuko dia fuoco al prato con la fiaccola, anziché spedirlo in fondo al lago... e tutto il resto, tipo le solite etnie sbagliate!
    Ogni cambiamento apportato non ha fatto altro che aggiungere problemi di logica e coerenza che lo sceneggiatore non ha nemmeno provato a risolvere
    >:^(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: e quando si verificano questi casi wtf, io mi chiedo: ma se le pongono le domande? E rispondo: no, non gli importa un fico secco, loro fanno ciò che pensano sia giusto per la spettacolarità e fine... XD

      Moz-

      Elimina
  22. Ecco per fare un paragone Yattaman: Il film questo non fa e il risultato si è visto, mentre in occidente al 75% sono tutti mediocri..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: Yattaman è un atto d'amore verso la serie, questi no!

      Moz-

      Elimina
  23. Non mi pronuncio su He-Man anche se l'uscita del nuovo film potrebbe coincidere con un recupero di quello vecchio e trashissimo ma Dragonball Evolution era un'aberrazione che non vorrei mai ricordare e Jem e le Holograms idem come sopra: pensare che per quest'ultimo sarebbe bastato davvero pochissimo, una bella accelerata nei territori del camp ed ecco pronto il cult! A Street Fighter invece voglio bene, non posso farci nulla.

    A me personalmente, le novità non dispiacciono ma alcuni stravolgimenti gratuiti che cambiano completamente l'indole di un personaggio (come la rilettura delle origini di Maldeficient, per esempio) li lascerei tranquillamente dove sono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Street Fighter e He-Man sono due cultissimi anche per me: amore incondizionato.
      Quindi ti capisco.

      Dragonball Evolution è un'offesa al franchise. Jem un'occasione sprecata... e bastava poco per essere ricordato come scult kitsch: hai ragione.

      Moz-

      Elimina
  24. Per i miei gusti, se proprio vogliono fare una trasposizione che sia fedele all'originale, magari qualche sfumatura diversa per rendere la storia "più attuale", visto che per fortuna i tempi cambiano (anche se in Italia succede con una lentezza esasperante). In caso contrario, avrebbe più senso cambiare nomi, luoghi, professione, caratteri e altri dettagli creando qualcosa di semi-nuovo e dicendo chiaramente che è ispirato a Tal dei Tali. Altrimenti mi sa di presa per i fondelli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: magari un "liberamente tratto da", anzi direi "MOLTO liberamente tratto da...." XD

      Moz-

      Elimina