[PUBBLICAZIONI] Carnaby St., il catalogo


Se negli anni '80 si sognava con Postalmarket, nella decade successiva arrivò il catalogo Carnaby St., dedicato alle mode e influenze giovanili.
Se non sfogliavi il Carnaby St. non eri nessuno!
Era la seconda metà degli anni '90, dopotutto, e lì sopra c'era quel che serviva per sentirsi fighi.

Carnaby St. era un catalogo prodotto da una ditta del milanese.
Un grande magazzino di cianfrusaglie e gadget che rasentavano il kitsch, ma che se avevi 16 anni erano un must.

Darkettoni e metallari potevano recuperare nere magliette dei loro gruppi preferiti; cannaroli sinistroidi potevano acquistare collanine con Marley, foglie di marijuana, volto del Che.
C'era spazio per le stronzette che si sentivano cool, con borse e t-shirt fintoammiccanti.

E poi armi, cd, videogames, lampade, candele, pelouches, specchi, robe horror... il tutto di un trash improponibile, già vecchio nel momento stesso in cui ti arrivava a casa.
Sì, su Carnaby St. dovevi fare il tuo ordine (di almeno 35.000£), compilando il coupon allegato.
Rivediamo qualche pagina di uno degli ultimi numeri del catalogo, con i prezzi già in euro:


toppe e porta cd


la moda tribale, ancora terribilmente impressa come tattoo sui corpi di qualcuno...


pagine per i fanatici delle armi e delle robe militari


spillette punk e non solo


pistole, balestre e via dicendo: altre armi, insomma...


videogames...


taglia unica: XL


adesivi vari


magliette


musica, tra cover e originali


Voi sfogliavate Carnaby St.?
Vi arrivava a casa?
Avete mai preso qualcosa da questo catalogo?

Può piacerti anche

48 commenti:

  1. Ma questo catalogo arrivava anche al sud?
    Perché io non l'ho mai visto in edicola.
    E non mi pare di essermi persa granché, dai. Tanto essere figa non ha mai fatto per me.. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, e io del sud sono XD
      Non era in edicola: lo inviavano a casa (non ricordo secondo quali criteri) o lo trovavi allegato a qualche magazine (Top Girl o robe musicali...)

      Moz-

      Elimina
    2. C'era anche nelle edicole, ma poche perchè non è che andasse molto, io per prenderlo dovevo andare in un edicola dall'altro lato del paese.

      Elimina
    3. Si, puntavano più sulla distribuzione via posta o in allegato a qualche rivista... 👍

      Moz-

      Elimina
  2. Ricordo questo catalogo, molte volte usciva abbinato anche ad alcune riviste.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: riviste per ragazzi e ragazze, di tipo musicale in primis^^

      Moz-

      Elimina
  3. Mai visto questo catalogo..lo ammetto :)

    RispondiElimina
  4. Che flash. Ricordo che facevamo gli ordini cumulativi coi compagni di classe e gli amici. Ma il must, per un metallaro esoterista aderente al Culto come me, rimaneva la branca "creepy" di Carnaby Street... L'Alchimista!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!! Ahaha, quella degli ordini cumulativi era una pratica must da fare in classe :)

      Moz-

      Elimina
  5. Non ci ho mai comprato niente,
    Ma da bravo vecchietto me lo ricordo bene! Su qualche maglietta a volte ho sbavato...

    RispondiElimina
  6. Che roba è questa? Mai vista né sentita nominare prima...
    Io al massimo ho sfogliato il catalogo dei Magazzini Nannucci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nannucci, se tutto va bene dovrei parlare anche di quello, in futuro!
      Lì ci ho comprato diverse cose XD

      Moz-

      Elimina
  7. Oh santo cielo o.O Certo che lo ricordo! Qualche volta lo trovavo in allegato a TopGirl o altri giornaletti per teenagers e per me era una vera e propria isola felice!! Ho sempre voluto comprare almeno la metà degli oggetti che proponeva (dal rock alle cose più kitsch, lo ammetto) solo che mia madre lo vedeva al pari di un porno e puntualmente lo sequestrava :( :( Non sapevo però che fosse italiano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha sìììì, era allegato a queste riviste e infatti ricordo che spesso erano le ragazze che, in classe, lo avevano per prime dandolo poi ai ragazzi^^
      Italianissimo!

      Moz-

      Elimina
  8. Miki tiri fuori certe cose che non sapevo manco che esistessero!

    RispondiElimina
  9. Ero troppo giovane x conoscerlo!
    Alcuni design sono belli, ma mi da pena vedere donnine nude e armi, entrambe davvero squallide ed evitabili.
    Chiamami pure Suor Vegana ma resto di questa opinione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le donnine nude non ci sono mai state... purtroppo! Per quello (anche se in forma casta) si ricorreva a PostalMarket! XD

      Moz-

      Elimina
  10. Io me lo ricordo benissimo!
    In classe facevamo spesso degli ordini collettivi per dividerci le spese di spedizione!
    Io, però, prendevo al massimo qualche spilla da attaccare allo zaino perché queste cosettine qua sono sempre state lontane anni luce dal mio stile!
    Non ero una "stronzetta" che indossava certa roba per sentirsi cool! 😝

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha bene :)
      Comunque sì, gli ordini cumulativi collettivi di classe erano un must mensile.
      Prima dei cellulari, era Carnaby St. la fonte di distrazione :)

      Moz-

      Elimina
  11. Mi sa che non ero nessuno visto che non la conoscevo affatto.
    Probabilmente ci avrei sbavato sopra per gli adesivi soprattutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano che tu non l'abbia mai vista, credevo fosse universale :o

      Moz-

      Elimina
  12. mai visto prima!

    di' la verità miky, ti sei inventato tutto!

    RispondiElimina
  13. Non ricordo questo catalogo o meglio non ricordo di averlo mai visto, ma le "toppe" Nirvana e Pink Floyd le voglio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andava molto di moda nella seconda metà degli anni '90! :)

      Moz-

      Elimina
  14. Sììììììì... dai che ricordi!!!!!
    A me arrivava a casa e qualche volta ho comprato qualcosa!
    Ricordo vividamente che presi una collanina con sopra un drago che custodiva una pietra rosa che purtroppo non ho più (mi piaceva molto), e l'anello che cambia colore con la temperatura (sul giornale diceva che cambiava colore in base all'umore.. vabbè) e che è decorato con una foglia di marijuana che non mi è mai piaciuta ma lo vendevano unicamente con quel disegno sopra. Quell'anello ce l'ho ancora! xD
    ... era un catalogo per ribelli quindi i disegni di marijuana erano ovunque.. ^^
    Probabilmente avrò preso anche altre cose tipo magliette o inutilità ma non le ricordo bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe ecco qui! Dai, vogliamo la foto dell'anello cambiacolore!! **
      Sì, era un catalogo che sapeva colpire miratamente la gente 14-17, di varie ideologie: era studiato per piacere a tutta la classe :)

      Moz-

      Elimina
  15. C'è chi non conosce Carnaby Street il catalogo?
    Incredibile!
    Ai tempi delle superiori per molti era un cult, anche per un mio amico carissimo che tutto era tranne che ribelle :D
    Infatti lui non ordinava, gli piaceva sfogliare e vedere tutti gli articoli. E io lo sfogliavo con lui, ma non è che mi appassionasse tanto.
    Mi fa sorridere vedere il campionario di magliette, oggi con internet se ne trovano di tutti i modelli e colori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anche a me ha stupito scoprire che alcuni non lo conoscono... credevo fosse universale XD
      Amavo sfogliarlo, pure io non ricordo di aver preso qualcosa (anche perché era molto molto trash)^^

      Moz-

      Elimina
  16. Io aspetto ancora i dividendi delle azioni visti i soldi che ci ho speso...

    RispondiElimina
  17. Risposte
    1. Probabilmente non hai frequentato le superiori a fine anni '90... credo sia questo!

      Moz-

      Elimina
  18. Mi ricordo che c'era sempre la pubblicità su Cioè! A me piaceva solo la sezione dedicata a elastici, mollettine e altre cianfrusaglie per capelli :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto: il catalogo era disponibile allegato spesso su riviste del genere^^

      Moz-

      Elimina
  19. postal market me lo ricordo per ehmmm..... precisi motivi....:-)

    ma carnaby strett non mi sovviene, ero già grandicello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, ho evitato di citare i motivi per cui amavamo, noi maschietti, PostalMarket XD

      Moz-

      Elimina
  20. Orribile!! Per fortuna non ho mai comprato nulla! ��

    RispondiElimina
  21. Certo che lo ricordo! Mai comprato nulla però, anche se molte di quelle cose le trovavo anche alle fiere di paese sulle bancarelle! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono cose da bancarella, né più né meno :)

      Moz-

      Elimina
  22. Ecco, non sono nessuno, perché mai letto mai comprato :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono rimasto stupito anche io del fatto che in diversi non lo conosciate... :O

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!