[CARTOONS] perché il nuovo adattamento di Evangelion è sbagliato (ed è stato rimosso!)


È la polemica dell'estate oltre Sea Watch, Capitano e Capitana.
Della versione Netflix di Neon Genesis Evangelion ne hanno parlato anche i quotidiani nazionali.
Nell'occhio del ciclone c'è l'adattatore italiano Gualtiero Cannarsi, colpito da aspre critiche ma che si è prestato a due lunghe sessioni live dove ha esposto le motivazioni dietro le sue scelte.
Ora vi dirò perché, per me, il lavoro di Cannarsi è sbagliato (sotto diversi profili).
Intanto, con un messaggio su Facebook, Netflix annuncia di aver tolto il nuovo doppiaggio.

Chi di voi ha visto/ascoltato le due live dove vari youtubers hanno dialogato con Cannarsi, avrà notato come quest'ultimo assurga quasi a "personaggio". Lo era già, sia chiaro. Dopotutto, adattare in un certo modo i film dello Studio Ghibli (da adesso in poi Stadio Gibli: si pronuncia così e lui non fa che rimarcarlo), lo aveva già portato sulla bocca dei fan dell'animazione giapponese.
Aver toccato poi un cult assoluto degli anni '90 come Evangelion ha fatto solo scoppiare il caso a livello mediatico, coinvolgendo praticamente tutti.
Il sospetto che Netflix sapesse già del probabile scandalo che ne sarebbe derivato, c'è.
Non hanno perso tempo a fare un meme loro stessi.
Anche il fatto che Cannarsi, tra dichiarazioni poco simpatiche e interventi sui forum, si sia prestato al confronto, fa pensare che si stia montando un piccolo caso.
Non è questo che ci interessa. E comunque ora la nuova versione del doppiaggio è stata ufficialmente eliminata: Netflix promette che sistemeranno le cose.



Cannarsi è un tizio che, in un discorso in italiano, pronuncia le parole e i nomi stranieri con tono e fonetica originali. Insomma, un atteggiamento che ho sempre trovato ridicola ostentazione.
Vi faccio un esempio. Io, parlando in italiano, pronuncio: "le mie opere preferite sono Palp Ficscion e Tuìn Pics". Lui direbbe "le mie opere preferite sono pʌlp ˈfɪkʃ(ə)n e twɪn piːks" che è la pronuncia corretta, ma è ridicolo farlo in un discorso in lingua italiana.
Questo per farvi capire chi è Cannarsi. Immaginate come pronuncia Hayao Miyazaki. Ecco. In mezzo a venti parole con tono italiano, se ne esce cambiando intonazione come fosse giapponese.



Al di là di questo, penso che l'adattamento operato su Evangelion da Cannarsi sia sbagliato, ne non scorretto, per varie ragioni.
Innanzitutto la sua ammissione: non gli importerebbe della comprensione da parte del pubblico italiano.
Ma in realtà, la regola (accademica, ma soprattutto del buon senso) di una buona traduzione ci dice che bisogna (cercare di) far arrivare l'opera al nuovo pubblico (in questo caso quello italiano) con la stessa forza che l'autore originale ha pensato nella lingua di partenza.
Ciò significa adattare. E adattare significa conoscere sia la cultura della lingua originale (e quindi un minimo di usi, costumi, giochi di parole, argot, slang...) ma soprattutto della lingua di arrivo. Cioè la nostra.

Tradurre pedissequamente, letteralmente, come Cannarsi ha fatto con Evangelion, non è mai corretto.
Perché ogni lingua ha il suo costrutto. Il giapponese poi è un idioma così diverso che, se andassimo a tradurre parola per parola, ne verrebbero fuori frasi da supercazzola che in italiano manterebbero solo vagamente un senso logico atto alla comprensione.
E, in sostanza, è quello che Cannarsi ha fatto con Evangelion.




In molti poi giustamente hanno avuto da ridire sulla nuova traduzione del nome dei nemici, che era sempre stato (anche internazionalmente) Angeli

Angeli è ovunque: scritto in sovrimpressione all'interno della stessa opera; pronunciato nella sigla; utilizzato metatestualmente parlando di cabala; ma soprattutto, è indicato nel materiale ufficiale della serie.
Ma dato che il termine utilizzato in giapponese, nell'anime, è shito (lett. apostolo), Cannarsi ha tradotto apostolo. Generando il paradosso: sugli schermi dei soldati durante la serie appare scritto "angel", e i dialoghi italiani ci parlando di "apostoli". Ah, il titolo del primo episodio però resta "l'attacco dell'Angelo". Così, per dire.
Ma, volendo sorvolare la questione, com'è che il termine berserk viene ora tradotto "Stato di Furia"?
Oppure il gergo militare non viene rispettato, con l'esempio del soldato che pronuncia "Ho ricevuto!" al posto del corretto "Ricevuto!"?
Checché Cannarsi ne dica, ha sbagliato.
Rendendo inutilmente incomprensibile un cult dell'animazione giapponese, che non necessitava dell'utilizzo di un registro linguistico aulico o assurdamente arzigogolato come quello scelto da Cannarsi.




Un lavoro del genere, portato in un esame di traduzione, sarebbe stato bocciato senza remore.
Gli stessi nuovi doppiatori italiani hanno pensato di mollare la produzione, per quanto le frasi da pronunciare erano astruse se non illogiche (e anche grammaticalmente sbagliate, in certi casi).
Il direttore del doppiaggio, Fabrizio Mazzotta, ha recentemente raccontato cosa è successo dietro le quinte (QUI).
Insomma, con la paura che la gente ricorra a Purnhub, dove qualcuno stava caricando la versione storica di Evangelion, ora Netflix è corsa ai ripari. Ammesso che non fosse già tutto programmato.

37 commenti:

  1. Cannarsi = farsi le canne? Comunque ha cannato in pieno!
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io penso sempre a quel verbo quando leggo le frasi che è riuscito a costruire :D

      Elimina
    2. Ciao Bert e benvenuto!
      Come si suol dire, nomen omen XD

      Moz-

      Elimina
  2. L’importanza del saper tradurre bene, altroché. Ciao.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Date a Cannarsi il doppiaggio di Adrian, potrebbe venir fuori il capolavoro assoluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ma ti immagini?
      Vedrai se ora non lo chiameranno di proposito, per qualche motivo simile!^^

      Moz-

      Elimina
  4. Intanto è stato pagato per la traduzione poi ritirata da Netflix?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì. Il lavoro comunque lo ha svolto, è stata colpa di Netflix averne approvato i copioni, avere approvato il risultato finale, quindi almeno quello è giusto. Doveva vigilare meglio.

      Moz-

      Elimina
    2. Diciamo che Netflix non conosce la miseria, se può permettersi spese inutili del genere...
      I lavori andrebbero pagati a risultato raggiunto, cioè disponendo di una nuova traduzione decente, ma evidentemente Netflix ha dato carta bianca a Cannarsi invece di fargli sudare un po' il compenso.

      Elimina
    3. Esatto, quindi la colpa è comuqnue di Netflix e Netflix paga giustamente un lavoro svolto e accettato, per quanto brutto :)

      Moz-

      Elimina
  5. dalle recenti notizie di Netflix ("Non torneremo al doppiaggio vecchio!" anche perchè gli attuali detentori dei diritti giapponesi NON vogliono), temo che cambieranno qualche cosa qui e lì che ha destato più clamore (forse Angeli, sicuramente Berserk, al più qualche frase più contorta) e buona lì, azzuppatevelo e sganciate i 12€...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mh, sarebbe comunque un lavoraccio, sai? Dovrebbero ricontrollare tutto, richiamare i doppiatori e sistemare comunque metà delle linee vocali.

      Moz-

      Elimina
  6. Lo hanno praticamente crocifisso in sala mensa ( a ragione, per carità ).
    Sono d'accordo che Cannarsi abbia cannato per quel concerne la comprensione del testo, ma mi stupisce tutto questo interesse ed accanimento.
    Robe molto più serie passano in sordina, mentre ci si scanna per un doppiaggio o il finale di GOT.
    Diciamo che sono abbastanza sorpreso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so il motivo. Evidentemente ogni tanto devono fare in modo che i fan siano ascoltati (vedi il caso Sonic)... saranno strategie di mercato che permettono un enorme guadagno :)

      Moz-

      Elimina
  7. I nostri studi di doppiaggio erano e sono stati famosi per la loro peculiarità migliore (oltre alle voci storiche dei nostri doppiatori stimati spesso anche dagli stessi attori originali): L'ADATTAMENTO!
    Hanno fatto miracoli su certi film per rendere comprensibile e anche talvolta più carina qualche situazione o frase qui da noi magari incomprensibili!
    Questo per dire che è un peccato che tutto questo spirito si stia evidentemente perdendo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, e proprio questa cosa in Evangelion di Cannarsi mancava. Anzi, era appositamente NON adattato, non era fatto in modo da risultare comprensibile al pubblico di arrivo (italiano)...

      Moz-

      Elimina
    2. Ecco...in teoria così siamo buoni tutti a occuparci di doppiaggio! Basta prendere un vocabolario e tradurre... 😒😒😒😒

      Elimina
    3. Cioè proprio cosa NON fare.

      Moz-

      Elimina
    4. E comunque anch'io e la mia compagna odiamo quelli che fanno i "ripuliti" con la pronuncia fonetica per darsi quel tono di cosmopolitismo forzato! Torna a galla spesso e volentieri nei nostri discorsi 'sta cosa...c'era quella vj di MTV che adesso sta a Virgin Radio che fa l'espertona di rock da un secolo che quando in mezzo a un discorso dice i Rëuliñ Stëunz o i Biitëls ci fa travedere!! 😂😂😂

      Elimina
    5. Ahaha mamma mia, a meno che non sia una persona madrelingua inglese, e che quindi è giusto che le proprie parole le pronunciano bene, fa ridere se lo fa un italiano! XD

      Moz-

      Elimina
    6. la Maugeri? pensa che le pronunce non è nemmeno la cosa peggiore... pensa alle sue battaglie animaliste!

      Elimina
    7. Esatto Andrea! Non conosco le sue battaglie animaliste! Ma il personaggio è proprio quello! 😆

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :)
      Esattamente quel che penso anche io!
      Lo stesso giorno del rilascio della serie e delle prime polemiche, Netflix se ne esce con un meme dove mostrava la schermata con tutte le sue serie chiamate però Apostolo, col font del titolo originale XD

      Moz-

      Elimina
    2. P.S. E' lo stesso commento di prima, l'ho corretto

      Il vincitore di tutto questo per me è Netflix, la mossa Cannarsi è stata una cosa cercata e voluta, portando la ritrasmissione di un cartone di 20 anni fa come trend principale e a far vedere il prodotto "cannarsiano" sopratutto ai detrattori di questi, con mossa finale del "Ecco vi abbiamo ascoltato, quanto siamo bravi", ovvero buttare la bomba e salvare i feriti.

      Non dico ci sia stato tutto un piano supergeniale, ma certe scelte a mio avviso sono state volute apposta.

      Elimina
    3. Tanto poi la shitstorm se l'è presa Cannarsi e Netflix o comunque il committente è rimasto immacolato.

      Elimina
    4. No prob, avevo compreso bene il senso.
      Vero, la vedo come te. Hanno cercato la polemica, l'hanno ottenuta, forse con Cannarsi come sacrificio.

      Moz-

      Elimina
    5. Il vero problema è che Netflix ne esce sempre immacolato a prescindere, perchè c'è troppa gente che pur di avere qualcosa da vedere per inerzia, continuerà a pagare. Piuttosto che farne a meno, continuerà a pagare anche se si scoprisse che Netlifx viene gestito da neo-nazisti.
      E' la consapevolezza più sconfortante di tutte XD

      Elimina
    6. Eh, lo so, e infatti la scelta dell'azienda di sistemare il doppiaggio mi è sembrata persino strana, sai?

      Moz-

      Elimina
  9. Io dico solo una cosa ( e non da fan di Evangelion, perchè lo detesto: parlo sul discorso in generale)
    Se durante la Golden Age dei cartoni animati in Italia, ovvero generalmente gli anni 80 si facevano degli errori, almeno si poteva comprenderne il motivo: uno poteva sapere la lingua ma certe cose a livello culturale si potevano non conoscere e NON C'ERANO i mezzi per colmare la lacuna in due secondi.

    Oggi abbiamo internet. Anche se la maggior parte della gente è troppo deficiente per usarlo come mezzo per ampliare la propria cultura, internet resta comunque un mezzo nato a questo scopo. Oggi chiunque può colmare una lacuna di quel tipo in pochissimo tempo, quindi adattamenti fatti male io non li trovo più scusabili ne capibili, in nessuna maniera. Stanno crocifiggendo questo tizio? Bene, se lo merita. Punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro, lui si è anche reso spocchioso dicendo che non gli importava del pubblico italiano, ma preferiva una fedeltà assoluta all'opera originale... quindi in un certo senso, se l'è cercata :)

      Moz-

      Elimina
  10. E' fondamentale tradurre bene, altrimenti davvero non si capisce niente...ed è male.

    RispondiElimina
  11. Ahahah me lo immagino con la parlata di Brian Griffin, quando pronuncia in modo corretto i nomi inglesi 😂

    Comunque andrebbero chiamati evangelisti, come da titolo della serie 😆
    Non conosco minimamente la trama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evangelisti era uno dei nomi dati, negli anni '90 in Italia, ai fan della serie XD
      La trama? È un anime fatto da un otaku per gli otaku, sugli otaku e contro gli otaku. Divenuto un simbolo otaku^^

      Moz-

      Elimina