[NERD NEWS] Davide La Rosa per Samuel Stern, il passato di Eva Kant, Diabolik e i divi del cinema, la fine di One Piece, il gioco de Lo Squalo, Luca della Pixar, gli anime di Italia 2


Torna anche questo mese l'appuntamento con le notizie nerd del momento!
Ma stavolta, essendo nel pieno dell'estate, ne ho approfittato anche per segnalarvi ben tre albi che trovate pronti in edicola, da leggere beatamente sotto l'ombrellone o in veranda.
Dunque, tra fumetti e giochi, tra anime e film... ecco a voi tutto quello di cui si parla in questi giorni!



DAVIDE LA ROSA PER SAMUEL STERN

Un vero bolide, Samuel Stern: unica opera che ha saputo donare al lettore quel gusto di correre in edicola e godersi ogni mese un'avventura classica, da fumetto popolare italiano.
Questo mese (già in vendita, correte!) l'opera della Bugs Comics si fregia della sceneggiatura del buon Davide La Rosa, che coi disegni di Zagaria dà origine a Il Mistico: una storia di religione distorta e malata, ma anche di antiche sofferenze e speranze negate.
Interessanti gli easter egg che La Rosa inserisce tra le righe, ma anche il lavoro di continuity con uno sprazzo del passato di uno dei due protagonisti.




IL PASSATO DI EVA KANT

C'era ancora una parantesi da colmare, nel passato della compagna di Diabolik.
Sapevamo che era sbarcata in Sudafrica e aveva lavorato per un certo Peter Sorel, ma ignoravamo come si era arrivati a ciò: ci pensa il nuovo Grande Diabolik, dal titolo Io sono Eva.
Un'avventura africana tra sentimento e azione, misteri e natura.
Ha già avuto l'onore di diversi servizi (tele)giornalistici, questo albo, che ci mostra la formazione di Eva circa dieci anni prima dell'incontro con Diabolik.




DIABOLIK E I DIVI DEL CINEMA

Rimaniamo in casa Astorina perché è in edicola un Diabolik particolare... sin dalla copertina.
Omaggiando i vecchi manifesti cinematografici (un bacio alla Via col Vento e il titolo di un classicone: Sunset Boulevard) la coppia di ladri si immerge nel mondo delle vecchie star "hollywoodiane" per un colpo che si complica sempre di più... ma spesso anche in modo divertente!
Un numero da collezionare anche proprio per questa magnifica copertina (è rarissimo che si facciano scelte così poco conformi alla linea grafica classica), ma che sicuramente vi divertirà tanto tra colpi da pochi euro, romanticismo d'altri tempi e dive capricciose.



LA FINE DI ONE PIECE

Pare sia certo: un annuncio ha parlato senza mezzi termini del fatto che One Piece si avvia verso la sua naturale conclusione.
La saga finale è alle porte e addirittura si invitano i lettori al ripasso finale per riannodare finalmente tutte le questioni in sospeso lasciate negli anni dal maestro Oda, pronto a chiudere per sempre (di certo non a strettissimo giro, ovvio) le avventure di Monkey D. Luffy e la sua ciurma!



IL GIOCO DE LO SQUALO

La Ravensburger porta anche in Italia il gioco di società dedicato al mitico film di Spielberg: Lo Squalo.
Da 2 a 4 giocatori, è un light strategy game consigliato dai dodici anni in su. Ogni partita è stimata per durare circa un'ora, ed è trasversale: impersonerete lo squalo o uno dei protagonisti, che potranno anche cooperare contro il nemico.
Grafica nostalgica e ricostruzione dei luoghi già visti nel film.




LUCA DELLA PIXAR

La Disney Pixar annuncia Luca, titolo del nuovo film tutto italiano: sia l'ambientazione, ma soprattutto la regia, saranno tricolore.
È infatti Enrico Casarosa a dirigere questa storia che parla d'amicizia, nella cornice della riviera ligure: un'estate indimenticabile che formerà il giovane protagonista.
Atteso per giugno 2021.




I PROSSIMI ANIME DI ITALIA 2

È il sito Latte e Cartoni a chiarire, attraverso le bozze dei futuri palinsesti, le proposte di Italia 2 per i prossimi mesi.
E se Mimì approda già da subito in TV (dopo il passaggio alla mattina su Italia 1), il pubblico potrà rivedere Dragon Ball GT ma soprattutto la coppia di opere tratte dai lavori di Tsukasa Hojo: sia Occhi di Gatto, sia -finalmente, forse- City Hunter!
Ricordate? Se ne parlava già da tempo ma la quasi annunciata messa in onda non era mai arrivata (ne discutemmo QUI).



leggi anche

33 commenti:

  1. Tante belle notizie interessanti! E su One Piece, appunto, saga finale potrebbe significare tutto, anche saga spezzata in più saghe... insomma, ho l'impressione, come hai scritto, che non sarà certo una cosa a breve :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... qualche anno ancora, vista comunque la mole di cose da raccontare!^^

      Moz-

      Elimina
  2. -finisce OP? Davvero? Allora adesso manca solo la fine di Detective Conan!

    -Luca della Pixar mi attira pochissimo. Già mi immagino il solito film ambientato in un posto straniero pieno di stereotipi che piacciono tanto agli americani (vedi Coco, una bella cartolina del Messico... di inizio 19esimo secolo!): tovaglie a quadretti rossi e bianchi, genitori fissatissimi con le tradizioni, persone che gesticolano everywhere... YAWN!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. -Aggiungo su Diabolik: ma Eva 10 anni prima di conoscere Diabolik dovrebbe avere tipo 15 anni?

      A me raramente piacciono questi passati raccontati in stile soap opera (in cui tutti conoscono tutti prima di quanto raccontato in precedenza, solo che non lo sapevano!)
      Più che una storia "normale" sembra una sandbox con personaggi limitati... una soap opera, appunto, in cui Brooke se la fa con Ridge, con il padre di Ridge, il fratello di Ridge, il marito della figlia avuta con Ridge ecc fino a fare il giro e ricominciare da Ridge!

      Elimina
    2. Sì, è una Eva adolescente, appena fuggita via dal collegio.
      Però qui nessuno conosce nessuno, Eva non sa chi sia Diabolik (che in quell'epoca era lontanissimo, in Oriente...).
      Quanto a Luca, anche io mi immagino un Coco italiano... ma sono sincero: non mi dispiace e non mi dispiacciono i cliché: solo i neri si lamentano di queste cose e le vogliono rimuovere XD

      Moz-

      Elimina
  3. Del gioco su Lo Squalo avevo visto qualcosa nei giorni scorsi e mi sembra molto molto interessante. (Purtroppo io sono piagato da una sorta di maledizione, a causa della quale il 99% delle persone che ho avuto intorno nella vita non sono mai state interessate ai giochi da tavolo :-( )

    Riguardo a Luca, sarò molto schietto dicendo che mi ha suscitato una precisa emozione: due palle.... Ma due palle pesantissime. Sempre le stesse storie, sempre le stesse situazioni, gli stessi soggetti.... Mai una volta che quando qui in Italia ci sia qualche occasione, la sfruttino per qualcosa da far dire ad un bambino, con un certo orgoglio, "è figo e lo abbiamo fatto noi". Mai (tranne forse coi Gormiti, che erano comunque una merda a livello di serie animata). Ma perfino Fantaghirò che io sempre odiato come la Peste, è molto meno scontato e ci ha provato molto più di questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agh, brutta storia.
      Io ho nel cassetto un gioco di società, pensa tu!^^
      Comunque, Luca rimane una produzione americanissima, non ci sarà nulla di italiano tranne la regia... :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ma io mi sarei rifiutato di dirigere un soggetto del genere, son sincero: se devo dirigere mattonate del genere non c'è bisogno di andare in America, perchè appunto in Italia se ne trovano a iosa della stesso livello, fra fiction e film.

      Elimina
    3. Ma non sappiamo come sarà, eh!
      Secondo me invece sarà figo, sarà una sorta di Stan by me...!^^

      Moz-

      Elimina
  4. Molto curioso per Luca della Pixar...attendo anche la tua recensione di Samuel Stern 9, a me è piaciuto molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, questa è tutto: ho fatto una minirece-segnalazione con questo post^^

      Moz-

      Elimina
  5. Gioco dello squalo comprato ma non ancora giocato

    RispondiElimina
  6. Anch'io sono curioso di vedere come la Pixar ci rappresenta😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, saranno molti i cliché ma... amen^^

      Moz-

      Elimina
  7. Samuel Stern si conferma veramente una delle poche pubblicazioni che mi ha fatto riscoprire l’edicola. Albo numero 9 eccezionale, tra l’altro.
    La fine di One Piece? Molto interessante..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Samuel Stern ha dimostrato davvero di avere una marcia in più!!

      Moz-

      Elimina
  8. Sarà finalmente ora di riprendere a vedere One Piece, sapere del finale paradossalmente mi intriga anche di più nel farlo. Il gioco de Lo Squalo? Mi sembra una stramberia. Infine curiosità grande per Luca ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che sia molto figo, Lo Squalo.
      OP mi sa che appena finisce... lo rileggo anche io XD

      Moz-

      Elimina
  9. Spero City Hunter abbia più successo del mio Orange Road :/...
    Adesso vado a vedere da Fabrizio cosa ne pensa di La Rosa :D, mentre vorrei evidenziare che la copertina del Diabolik "cinematografico" è bellissima (e lo è anche il retro copertina!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che Italia 2 non è impostata bene.
      Deve decidersi cosa essere.
      Se puntasse sul fare una rete cult e retro, avrebbe una impronta precisa e funzionerebbe tantissmo.

      Moz-

      Elimina
  10. La Pixar la attendo sempre con curiosità..certo non come Tenet.. ahah

    RispondiElimina
  11. Conoscere il passato di Eva è sicuramente per me fonte di notevole curiosità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancava giusto questo tassello, il resto del passato era già tutto svelato^^

      Moz-

      Elimina
  12. Mi incuriosisce molto "Luca" della Disney Pixar! :)

    RispondiElimina
  13. LA FINE DI ONE PIECE

    Ci vorrà comunque ancora diversi anni per concludersi veramente... Non sarà una cosa veloce di 1-2 anni.

    Spero sia la volta buona per City Hunter!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io spero di potermi godere in TV le avventure di City Hunter come ai vecchi tempi^^

      Moz-

      Elimina
  14. Bentornato!
    Sono molto curiosa del film Pixar.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem!!^^
      Grazie... ma... non sono ancora tornato attivo :)

      Moz-

      Elimina
  15. Samuel Stern: perdona l'ignoranza ma a me La Rosa non dice nulla... domani pubblico la recensione del numero di agosto, bravo ma mi sa sempre di "rimpiazzo per allungare il brodo".

    Diabolik: hai già commentato la mia sul numero di agosto ma comunque siano sulla stessa lunghezza d'onda, leggero e quindi abbordabile anche dalla maggior parte dei lettori occasionali. Uno dei più comici, almeno da quel che ho letto io 😝

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e secondo me un Diabolik così, ogni tanto, ci vuole: molto leggero, spiritoso... 🤓💪

      Moz-

      Elimina

ricevere commenti fa sempre piacere, a patto che siano commenti pertinenti o che arricchiscono la discussione.
Ricorda: non è obbligatorio commentare se non si ha niente da aggiungere o se non si è nemmeno letto l'articolo! Grazie :)