[IMMAGINI] Ghiandole Surreali #1

Nuova etichetta, nuova rubrica saltuaria.
Ghiandole Surreali è stato per diverso tempo il sottotitolo di questo blog, quando dominava l'anarchia più totale e anche gli articoli erano impostati diversamente, soprattutto come mood.
Ma veniamo a noi: Ghiandole Surreali, nel 2021, cosa potrà mai essere?
Una raccolta di tre concetti alla volta, tre immagini fuori contesto, assurde, strane, particolari, cafone, fastidiose e tutti questi aggettivi così.
Una crepa nel Moz O'Clock, da cui intravedere irrisolti barlumi di sconnessa realtà, tra passato e presente.



Sicuramente ricorderete il tormentone del Pulcino Pio... ebbene, riuscirono a farci anche del merchandising. Tra cui le cards, con tanto di raccoglitore.
in raDIO c'è un CANE: ecco cosa succedeva a infilare la carta nel foglio trasparente.




Tre anni fa camminavo per strada e trovo un bellissimo divano su cui farmi un foto.



Il giorno dopo, me lo ritrovo come denuncia sociale sul quotidiano.




54 commenti:

  1. La card del pulcino Pio (bleurgh) tipo la pubblicità di quella casa editrice con i libri appartenenti al cane di nome Okane? :D O la telespettatrice che chiedeva di rivedere il gol segnato da Okan Buruk, centrocampista della nazionale turca e dell'Inter dei primi anni 2000?
    Bellissima la foto sul divano :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha sì, ma temo che qui non lo abbiano proprio fatto apposta: sono stati sfigati, diciamo, poca esperienza editoriale 😂💪

      Moz-

      Elimina
  2. Aahahhahaaha probabilmente avranno deciso di scrivere l'articolo dopo averti visto mentre facevi la foto. "Guarda che brutta gente che attira: è un problema" sarà stato il loro pensiero. :P

    RispondiElimina
  3. Ricordo il tormentone del Pulcino Pio, soprattutto per le varie versioni che giravano su Youtube, ballate da improbabili ragazzine aspiranti a un provino tipo "Non è la Rai"... Non mi è chiara la storia del raccoglitore di card (ne scopro ora l'esistenza) con la scritta.

    Non mi sarei mai seduto su un divano abbandonato per strada... Questioni di profilassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, non l'ho manco sfiorato il divano: ci sono salito con le scarpe senza toccare altro! 😉🎯
      Non ricordo quei video ma all'epoca girava di tutto sul Pulcino Pio...

      Moz-

      Elimina
    2. Mai giocato per strada? Penso che un pallone non sia più igienico di un divano.

      Elimina
    3. Oh, di certo il covid e le pestilenze non vengono da divani e palloni^^

      Moz-

      Elimina
    4. no è vero, ma solo l'idea... chissà cos'hanno fatto su quel divano XD

      Elimina
    5. Niente che le suole delle mie Timberland non avessero già calpestato XD

      Moz-

      Elimina
    6. @Moz: Ah quindi sul divano giusto il tempo della foto, non ti ci sei scialato sopra. 😁

      @A. J.: certo ma almeno il pallone è un oggetto che "conosco", e per quanto durava un Supertele, il tempo per infettarsi era minimo. 😁

      Elimina
    7. Beh, ovviamente non l'ho toccato manco per sbaglio XD

      Moz-

      Elimina
  4. Confesso che non ho la più pallida idea di cosa sia il "Pulcino Pio" (dato il merchandising riprodotto dubito c'entrasse qualcosa con padre pio...).
    Non googlerò (giuro!) ma aspetterò che qualcun* di voi me lo spieghi :)
    Per quanto riguarda il divano e la relativa foto sul giornale, se il giornale fosse della mia città avrebbe dovuto avere un allegato di millecinquecento pagine: l'abitudine di depositare la "roba vecchia" sui marciapiedi - quando c'è un SERVIZIO GRATUITO che con UNA SOLA TELEFONATA viene a ritirare QUALSIASI COSA, anche ingombrantissima, basta accordarsi su giorno e orario - è talmente inveterata che per camminare in certe strade devi fare zig zag tra la "mobilia" accatastata... Naturalmente ognuno accatasta la propria munnezza davanti alle porte altrui, per poi incazzarsi brutalmente se altri ricambiano il favore...
    E ora faccio meditazione per resistere alla tentazione di googlare il "Pulcino Pio"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte l'ignoranza è un bene. Resisti.

      Elimina
    2. Ahaha!
      Fu un tormentone radiofonico, che divenne poi anche breve clip cartoon e merchandising di sottomarca... esplose nel 2012, e ovviamente finì lì... roba tutta italiana, di certo ha portato un po' di soldi a chi l'ha inventata.
      Sulla munnezza... eh, noi italiani abbiamo ancora tantissima strada da fare...

      Moz-

      Elimina
  5. Oddio il pulcino pio... che odio!!!
    Sai che l'ultima volta che sono stata a Parigi è capitato anche a me di trovare un divano per strada? Chissà se anche quello era stato abbandonato abusivamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà... tutto il mondo è paese, dopotutto! XD
      Non scandalizziamoci se anche i francesini fanno cose simili... e anche loro avranno il loro pulcino pio :p

      Moz-

      Elimina
    2. Il Pulcino Françoise :D :D :D

      Elimina
  6. Surreale a me mi piace
    ma il pulcinopio era solo brutto, zero surrealtà

    RispondiElimina
  7. ma quella è una panchina comodissima, altro che denuncia sociale. Non c'è più l'informazione seria di una volta!

    RispondiElimina
  8. Pulcino pio starebbe bene nel Sanremo di quest'anno, tanto questo è il livello, e avevo fatto caso che, in posa plastica, stavi in bilico sul divano senza toccarlo se non con le scarpe.. ahah per finire, con la prima immagine, il "fastidioso" lo hai suscitato, lo ammetto.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, ovviamente NON ho sfiorato il divano se non con la suola delle scarpe :)
      Ahaha, vedremo il Sanremo di quest'anno :)

      Moz-

      Elimina
  9. Bellissima la storia del divano; del tipo "ma quel divano io lo conosco...". xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il giorno dopo leggo il giornale e... toh! chi si rivede^^

      Moz-

      Elimina
  10. Menomale che non hanno scattato la foto con te sopra altrimenti ti avrebbero accusato di essere colpevole di abbandono di divano in strada :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la sarei lasciata scattare apposta, almeno apparivo sui giornali... Tanto, non vivo nemmeno in quella città, non potevo essere stato io :)

      Moz-

      Elimina
  11. Nella mia città altro che divani, trovi case intere in giro.
    Purtroppo tra scarsità del servizio porta a porta e persone che non hanno rispetto per la propria città, alcune zone sono delle vere e proprie discariche a cielo aperto compreso lo stretto di Messina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ci sono zone dove questo è ancora un bel problema... ricordo si discuteva tanto della cosa, negli anni '80 e '90...

      Moz-

      Elimina
  12. Mi piace l'idea di questa rubrica, che certamente seguirò, e anche il nome che le hai dato :D
    La foto del divano mi ha ricordato che ce n'è uno simile su una strada del posto in cui vivo anche io. In mezzo al niente, grosso, verdognolo. E nessuno lo rimuove. Bah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è... un'installazione artistica XD
      Eheh mi sembrava bello ripristinare il nome che fu sottotitolo del blog^^

      Moz-

      Elimina
  13. ho un divano molto simile in casa, che piace molto al mio gatto :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti io mi trasformo in gatto 🐈🐱

      Moz-

      Elimina
    2. Esatto! Ma non sono mai stato un ragazzo cattivo^^

      Moz-

      Elimina
  14. Pensa cos'avrebbero titolato se ti avessero trovato sul divano che facevi linguaccia e selfie: il degrado della gioventù di oggi....con tanto di dito ammonitore....
    Bella rubrica comunque. sempre top!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah thanks!
      Sì, infatti... sarebbe uscita una denuncia sociale più forte! 🤩

      Moz-

      Elimina
  15. Del pulcino Pio non so niente. Per fortuna la figlia era già grande e non ha rotto gli zebedei con quello.
    La faccenda del divano mi piace! Tu ti sei fermato a fare una foto strana e a momenti ti becchi u na denuncia per abbandono di... di che? Immondizia? Oppure per aver creato un posto su cui sedersi per turisti stanchi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, che denuncia :D
      Mica l'ho abbandonato io, non era manco la mia città... figurati^^
      Pure io ovviamente mai seguito il Pulcino Pio ma fa ridere la scritta che viene fuori dalla card :)

      Moz-

      Elimina
  16. Una rubrica surreale ed eccessiva è giusta per me! Accidenti che posa sul divano, immagino lo sforzo per tenerti senza doverti appoggiare da nessuna parte😜 Ma erano anni che non sentivo nominare il Pulcino Pio😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe e MENO MALE!
      Anche se per curiosità, dopo questo post, sono andato a vedere e... pubblicano ancora canzoncine, con molto meno successo, però^^

      Moz-

      Elimina
  17. Ahah...comunque Pulcino Pio non lo dovevi nominare, mi fa più paura di "senzanaso"..

    RispondiElimina
  18. Ah se quel divano potesse parlare... canterebbe il Pulcino Pio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente... ahah!
      Forse un pulcino pio tossico :p

      Moz-

      Elimina
  19. AhAh,forte sta rubrica!!E comunque a me il pulcino pio piaceva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me... ma schiacciato dal trattore XD
      Ahaha, THANKS :)

      Moz-

      Elimina
  20. A dire il vero il Pulcino Pio ispirava in generale bestemmie. Quindi tutto assolutamente coerente :D
    Grande rubrica!

    RispondiElimina
  21. Io il divano me lo sono ritrovato due anni fa nel corridoio della scuola dove insegno d'estate... Mai capito che ci facesse lì!
    Il pulcino Pio, che odio... Mi pare fossero state Le Iene a vendicarsi della sua autrice. Avevano preso a tallonarla e ogni momento le facevano sentire la sua cazzo di canzoncina, così da far provare anche a lei l'effetto fastidioso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, e lei se la prese pure... XD
      Peraltro l'autrice è Morgana Giovannetti, bambina imitatrice da Mike Bongiorno... mai amata XD

      Moz-

      Elimina