> INSIDE: organizzare una festa in piazza

Ciao amici!
Da oggi il Moz o' Clock vanterà una nuova etichetta: moc INSIDE.
Reportage, portfolios, guide sugli argomenti più disparati per entrare dentro le questioni, parlando coi diretti interessati, avventurandosi in quelle zone inesplorate che la provincia offre quotidianamente.
Spero che questo nuovo viaggio possa interessarvi. Come primo tema ho scelto Isolstizio, una festa che io stesso ho contribuito ad organizzare.
Pronti a scoprirne tutti i segreti?




La festa Isolstizio nasce, come idea embrionale, nei primi giorni del 2011.
La volontà era quella di riunire quante più possibili associazioni dell'intero territorio del comune di Isola del Gran Sasso (TE) per progettare assieme una festa che avesse come obiettivo la cooperazione tra tutti e facesse in modo che il centro storico del paesino abruzzese, sempre meno vissuto anche per via del sisma del 2009, tornasse ad ospitare un grande evento come non se ne vedevano da anni.

la location: il castello dell'Isola
Riunite le associazioni che desideravano prendere parte al progetto, si scelse il Carnevale 2011 come banco di prova, sia per prendere dimestichezza con l'organizzazione, coi permessi e specialmente col pubblico, sia per capire se si era in grado di realizzare una cosa più impegnativa. Quella prima prova andò bene, e permise anche di ottenere un minimo fondocassa per gestire Isolstizio.

una sera di festa a Isola del Gran Sasso
Ecco, Isolstizio. L'idea era quella di far rivivere le piazze e gli scorci più suggestivi del centro storico con mostre, musica e una certa ricercatezza storica, folkloristica ed enogastronomica.
Non si voleva la classica sagra né tantomeno la festa del patrono con palco, bancarelle e salsicce. E magari il cantante. No.
Il modello da subito cercato era proprio quello di totale coinvolgimento del visitatore, spinto a girare per le stradine di Isola del Gran Sasso, scoprirne gli angoli più belli tra palazzi medievali, chiese e piazze, che avrebbero offerto musica, cibo e installazioni artistiche.

la piazza principale
Furono subito fatte delle ricerche, specialmente presso l'Archivio Storico, sia sul piano enogastronomico sia su quello spiccatamente culturale-folkloristico.
Vennero selezionati degli ingredienti usati nella tradizione: la pizza di mais e le voliche, ossia spinaci selvatici di montagna.
E fu tirato fuori dal cilindro l'antico rito del Compare a Fiori, un'usanza in disuso ma mai dimenticata che permette a due persone di legarsi per sempre in un vincolo di eterna amicizia.
La birra artigianale, scelta dopo un paio di degustazioni in un momento in cui la moda di questo prodotto era inaspettatamente sul punto di esplodere, fu l'ultimo asso nella manica con cui poter partire.

birra artigianale Saison Floreale

Il nome Isolstizio (Isola + Solstizio) venne fuori dopo diverse ore spese a immaginare titolo e locandina.
La locandina, che disegnai io stesso, fu poi messa a punto grazie ad un'amica associata che la definì per come è tutt'ora. Scegliemmo il folletto, lu mazzmaurìll, perché volevamo anche raccontare i personaggi e le creature leggendarie del luogo, e perché tali leggende sono da sempre legate al solstizio.
Così nacque la nostra mascotte, Folky.

locandina della prima edizione
locandina della seconda edizione
locandina edizione 2013
Folky fu la base per un'idea, nata la mattina stessa del primo giorno di festa: perché non rendere ancora più (inter)attivo Isolstizio?
Così stampammo diversi folletti e durante le due date li nascondemmo in giro. Catturare un folletto, dopotutto, ha sempre portato piccoli vantaggi e noi volemmo riproporre la cosa facendo in modo che chi riusciva a trovare Folky potesse avere in cambio piccoli omaggi.
Il gioco ebbe così tanto successo, sia tra i piccoli che tra gli adulti (lanciatisi in sfide a chi trovava più Folky...) che adesso la caccia al folletto è uno degli elementi distintivi della festa.

io e Vale prepariamo i folletti
Così come altri due elementi distintivi sono da sempre le attività pensate per i più piccoli: l'estemporanea di pittura e la caccia al tesoro.
A cui quest'anno si sono aggiunti altri piccoli eventi che hanno riscosso ampio successo: uno spazio ludico, un gioco di ruolo dal vivo in costume, la pesca e l'arrampicata dimostrativa.

caccia al tesoro 2011
estemporanea di pittura 2012
un momento della caccia al tesoro 2013
solo per i più coraggiosi!

Il primo anno è quello che resta nel cuore ma anche quello dell'incoscienza.
La festa fu un successo ma era chiaro che alcune cose andavano migliorate, nonostante tutto.
Il secondo anno Isolstizio fu fatto probabilmente con maggiore prudenza ma abbassandone un po' lo spirito generale, trascurando tutta la parte folkloristica e artistica. Nonostante questo, l'edizione 2012 segna tre importanti punti:
-il menù viene ridefinito e le voliche, da secondo piatto o contorno che erano state, diventano l'ingrediente principale (con la salsiccia) per un primo piatto di tagliolini;
-il rito del Compare a Fiori viene maggiormente pubblicizzato e questo porta moltissima gente (anche fuori zona) a riscoprirlo e a poter godere del nocino, elisir dell'amicizia fatto con le noci raccolte proprio un anno prima;
-la birra marchiata "Isolstizio", realizzata con acqua, fiori e piante del Gran Sasso, è l'importante novità che caratterizza maggiormente l'evento con un prodotto inedito e possibile da trovare solo nei due giorni di festa.

nocino e mazzetti di fiori di S. Giovanni per il compare
io e Flavio Torby diventiamo compari (2012)
comparaggio di massa (2013)
la Tripping Flowers di Opperbacco, edizione speciale per Isolstizio 2012

Per il terzo anno Isolstizio è stato in forte dubbio fino a due mesi prima della sua effettiva realizzazione e del suo grandissimo successo.
Problemi interni alle associazioni, più varie ed eventuali hanno fatto in modo che non si potesse più contare sulla forza di tutti; nonostante questo, dopo una riunione in cui la decisione propendeva più per il no che per il sì, organizzando bene i compiti e le energie, Isolstizio 3 si è fatto.
Un nuovo e armonico slancio propositivo ha addirittura riparato alle mancanze della seconda edizione, grazie alla presenza di numerose mostre di vario genere (artistiche, artigianali, fotografiche), una nuova e più completa ricerca sul folklore e sui rituali pagani e cattolici legati al solstizio e al S. Giovanni, e al ritorno di installazioni simpatiche che hanno permesso maggiore interazione (nel 2011 fu creato l'albero dei desideri, cui appendere il proprio pensierino; nel 2013 è stata la volta del Gufo cui imbucare il desiderio; è stato riproposto il Folky gigante dove potersi fare la foto e condividerla su Fb e Twitter).

tre presidenti studiano la logistica
Lo stesso slancio ha portato a confermare quanto di buono era stato già realizzato, più a proporre delle novità: mercatini ospitati nelle strade della festa, un gioco di ruolo dal vivo (gestito dall'associazione Interamnia Ludica) che ha coinvolto adulti e bambini grazie a costumi e racconti; un angolo ludico con giochi di società e carte (in collaborazione con la fumetteria Crossover di Teramo); una mostra delle console dagli anni '70 ad oggi con possibilità di giocare a tre di queste; un ulteriore spazio di giochi e dimostrazioni all'aperto (in collaborazione con La Tana dei Goblin di Pescara e Ascoli Piceno), l'arrampicata su parete gestita dal C.A.I.

il giullare si appresta a richiamare gente per il gdr dal vivo
Fumetteria Crossover + Tana dei Goblin: un angolo ricco di giochi!
Ovviamente, assieme ai richiestissimi tagliolini con voliche e salsiccia, è tornata anche la birra in edizione limitata! E stavolta ancora più speciale e più buona, fresca e dolce, con etichetta realizzata nientepopodimenoché da SandroArmy, il grafico del mio blog!


Organizzare Isolstizio non è affatto semplice. Ci si inizia a pensare da gennaio.
Riunioni, sfuriate, litigi, discussioni, problemi da risolvere, incertezze. Logistica, spese, contratti, ordini, contattare gruppi musicali, SIAE, ASL, permessi, ENEL e via dicendo...
E' così per ogni cosa, si sa.
Ma quando poi la festa va alla grande, quando vedi la piazza del tuo paese che si riempie, quando la natura e l'estate che hai omaggiato fanno cessare la pioggia proprio in quei due giorni... allora sei ripagato di tutto.
E ogni anno hai problemi nuovi da risolvere per la prossima volta, ma anche belle cose da poter aggiungere al bagaglio con cui ripartire.

edizione 2011
edizione 2012
edizione 2013
La missione di creare una festa che coprisse ogni tipo di gusto (enogastronomico, musicale e di attrattive) pare riuscire sempre di più. Si dovrà lavorare costantemente, però, per non perdere tutto questo.

il Gufo dei desideri: "i ragni tessitori non vengano qui"

L'arrivo di nuovi ragazzi nello staff ha poi per fortuna portato nuova linfa vitale al progetto.
Finalmente, complice anche la moda ormai esplosa, la birra artigianale viene sempre più apprezzata e nessuno chiede ancora la "bionda normale" se hai una scelta di diverse birre di ogni tipo, gusto e colore.

tagliando i ticket per la birra... (2012)
Insomma: molti aspetti a cui badare e molte energie da spendere.
Ma abbiamo scelto noi di realizzare una festa che non fosse la solita solfa, dopotutto!


www.isolstizio.it
https://www.facebook.com/Isolstizio
https://twitter.com/Isolstizio  #isolstizio

82 commenti:

  1. Uaaa ma è meraviglioso! Ma complimentoni a te e a tutti quanti voi! Non pensavo fosse una cosa così in grande, bellissimo :D L'anno prossimo devo esserci!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspettiamo!
      Grazie mille Cervy... noi ci mettiamo comunque sempre l'anima, che riesca più o meno... :)

      Moz-

      Elimina
  2. ...sperando che questo sia solo l'inizio !!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è, lo è... non saranno due matrimoni a fermarci: spostiamo la data, o prima o dopo!

      Moz-

      Elimina
  3. Davvero impressionante ciò che avete creato! Credo davvero che tu e le persone come te abbiano un talento innato per coinvolgere le persone. Io sono sempre stata il dramma di ogni animatore- festaiolo, perché proprio non sono portata a fare quello che fai tu, per questo mi sembra ancora più meraviglioso!
    Oh, voglio assaggiare quella birra!!! Un giorno o l'altro, se mai tornerò in Italia, vorrei visitare questi luoghi meravigliosi, non ci sono mai stata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è vero che io mi occupo maggiormente del lato "coinvolgimento gente" ossia sto in prima linea su quella questione (giochi, scenografie ecc), ma ti assicuro che nelle associazioni che partecipano ci sono tutti i tipi d persone, anche gli introversi, e tutti sono indispensabili.
      Da chi comincia a prendere contatti coi gruppi musicali, a marzo, a chi può partecipare solo quelle due sere spillando birra.
      E' un insieme di forze che lavorano in sinergia, sperando di lavorare al meglio (la prima serata di quest'anno abbiamo avuto problemi in cucina, per esempio... poi risolti^^)

      La Birra del Compare è andata a ruba praticamente la prima sera stessa, tanto che nemmeno io ho potuto conservarmi una bottiglia (e nemmeno Sandro che ha creato l'etichetta!)
      Però l'anno prossimo la rifaremo... quindi no prob!^^

      Quando vuoi, noi siamo qui... chi ce smove! XD

      Moz-

      Elimina
  4. Miki, ma che cosa bella!!!
    Tu e tutte le altre persone coinvolte nell'ideazione e nella realizzazione di questo proggetto siete davvero da lodare perchè non vi siete fatti scoraggiare dai contrattempi, avete lottato per andare avanti, non avete mollato: e infatti i risultati si sono visti, da ciò che ci hai raccontato!!!
    Bravo tu, bravi tutti!
    E poi dicono che i giovani pensano solo a discoteche e passatempi ipermoderni e "di tendenza"...!!!
    Le tradizioni e le cose semplici, genuine, la fantasia, il divertimento pulito....voi avete dimostrato che esistono ancora e che tutti, dai bambini agli anziani, possono godere di un momento di festa insieme :-)

    Non posso non linkare questo meraviglioso post nella mia pagina dedicata ai post che "vale la pena leggere!" :-)

    Buon fine settimana, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza, grazie mille Maris! :)
      Ci tenevo particolarmante a raccontarvi il "retro" di una festa che dura solo due giorni, ma che nasconde molto molto di più (ci credi che ancora non finiamo di rimettere tutto in ordine? :p)
      Noi ci mettiamo l'anima e il cuore, sempre.
      Evidentemente i risultati ci hanno premiato per questo, finora^^

      Moz-

      Elimina
  5. Wow che festone!! Bravi ragazzi!!!
    Peccato essere così lontana, ci sarei venuta volentieri! (Detta da una che non va alle feste...)
    Bravi, avanti sempre!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sara!
      Te lo assicuro: non è la solita festa XD

      Moz-

      Elimina
  6. Davvero molto bello!!
    Al di la della quantità della gente, che secondo me non è poi una cosa così importante quando ci si diverte, comunque da quel che hai scritto mi sembra che sia stata una bella festa.

    Ma la caccia al tesoro era solo per i bambini?
    Ah, già, per gli adulti c'è il concorsone qui sol moz o'clock!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La quantità di gente non è importante, è vero, ma dipende dalla risposta del pubblico la riuscita della festa... purtroppo è la verità con cui fare i conti... E lo dico io che mi divertirei sempre e comunque!

      La caccia al tesoro è solo per bambini fino a 12 anni perché quella per i ragazzi (fino ai 19) e per gli adulti (senza limiti di età) le organizziamo ad agosto :)

      Moz-

      Elimina
  7. complimenti, ci credo che non è semplice organizzare una simile festa.
    Amo particolarmente l'Abruzzo, sono di origini abruzzesi, e quindi posso immaginare quanto sia bello il posto.
    Fantastici i tagliolini. Spero ci siano stati anche gli arrosticini :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!^^
      Beh, gli arrosticini sono il piatto immancabile (assieme alla salsiccia!)
      Di dove sei originario?
      L'Abruzzo è stupendo, torno proprio ora da una gita a Campo Imperatore e Calascio (con pioggia :p)

      Moz-

      Elimina
    2. provincia di Pescara, Tocco da Casauria. Il paese della Centerba!

      Elimina
    3. Non ci sono mai stato anche se ho Pescara e le sue zone collinari nel cuore (come anche le zone del chietino sopra Francavilla). Centerba? Un must! E ti dirò: la preferisco alla genziana! (Ora i miei amici di qui mi linceranno :p)

      Moz-

      Elimina
  8. Quando si tratta di "viaggi" sai bene di invitarmi a nozze! La location è bellissima, un'atmosfera mozzafiato! Aspetto tanti altri post per farmi innamorare sempre più dell'Abruzzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, come ho appena scritto a Vincent qui sopra, sono appena tornato da una gita a Campo Imperatore e Calascio... nel prossimo Un Post al Sole vedrete le foto di questa giornata!^^

      Un abbraccio!

      Moz-

      Elimina
  9. vi invidio...qui per organizzare una festa unica con tutte le associazioni del paese (ass.culturale,centro sociale, casa famiglia,club sportivo,pro-loco ecc), finisce sempre che si scannano per la politica.
    bravi voi! grandissimi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il segreto? Mandare affanculo la politica.
      Non serve a niente, se non a volerci mangiare sopra.
      La nostra associazione vede coinvolte persone di credo politico molto diverso (dall'estrema destra all'estrema sinistra, passando per un anarcoide rompicazzo come me :p).
      La politica sporca quasi sempre tutto, noi invece vogliamo solo fare davvero qualcosa per il posto in cui viviamo! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ma infatti siete stati bravissimi tutti, non come qui che fanno ottocento cose (male) perché non riescono a fare niente insieme.
      Così ci ritroviamo sette sagre del cinghiale e due degli gnocchi...perché c'è il cinghiale di destra e quello di sinistra...ma c'è pure lo cingnalo demucristiane.
      ciao Moz, vado a magnà le gnocche.

      Elimina
    3. Anche qui la realtà era pressappoco quella che dici tu, ma più che divisioni per la politica (che sia sempre maledetta) era più un non essere organizzati.
      Quindi capitava che l'associazione x faceva una sagra negli stessi giorni dell'associazione y ecc...
      Noi dal 2011 abbiamo cercato di mettere assieme tutti per stilare un programma con meno sovrapposizioni possibili, così da garantire le estati piene di eventi diversi.
      Poi da lì è nato Isolstizio (ma pensa, nella prima edizione si sovrappose con una festa di un'associazione che non ne prese parte!) e tutte le altre cose, tipo San Martino ecc :)

      Moz-

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Accidenti, Moz!

    Davvero i miei complimenti. Un lavorone meraviglioso.

    Continuate ad organizzare, che magari prima o poi passo anch'io da quelle parti!

    Aspetto che montiate i video.

    Ma non aspettate quelli amatoriali. Ormai una cam digitale ce l'hanno quasi tutti, fatelo voi che sapete quando ci sono le cose più interessanti da riprendere, montatelo bene e fatecelo vedere!!!

    Potreste farne un vero e proprio documentario, proporlo a qualche rete locale, e tirarci fuori pubblicità e fondi per l'edizione successiva.

    Magari anche con qualche scena di making off inserita, darebbe un tocco di realismo. Se lo riuscite a far passare anche solo al TG3 regionale, e non dovrebbe essere difficilissimo perché di saghe ed eventi del genere ne parlano spesso e volentieri, sai quanta pubblicità che vi fate, e non solo per l'evento in sé, ma proprio per la vostra cittadina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, e infatti io ci avevo pure pensato, perlomeno con le fotografie, quest'anno.
      Il video è ovviamente ancora più figo, anche se ci sarebbe da lavorarci di più, però... perché no?^^

      Se decidi di passare da queste parti, fammi un fischio! :)

      Moz-

      Elimina
  12. Risposte
    1. Eggià... 3 febbraio 2011...!
      Ne abbiamo fatte di cose, da allora! :)

      Moz-

      Elimina
  13. Che bell'evento!
    Vi faccio i miei complimenti... mi ricordo quando anche la mia associazione faceva queste cose.
    Adesso esistiamo ancora, ma stiamo un po zoppicando per alcuni problemi cittadini.
    Speriamo bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vi faccio un grande in bocca al lupo per rimettervi in sesto!
      Perché queste cose sono davvero belle, si vive la festa mesi prima (e dopo), non solo i due giorni! :)
      Cosa organizzavi di preciso?

      Moz-

      Elimina
  14. Concordo con tutto! Ed è proprio x questo che sono partito da Roseto in direzione Isola x entrambe le serate! :-) Xkè è semplicemente una festa unica con un'atmosfera d'altri tempi! Complimenti! Non mollate!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele, grazie per le belle parole e grazie per il passaggio al Moz o' Clock!^^
      St'estate io farò il percorso contrario: verrò qualche giorno al mare a Roseto! XD

      Moz-

      Elimina
  15. Moz..avrei voluto esserci ma ce n'è sempre una..magari l'anno prossimo:-) Comunque..complimenti!! Penso che eventi così, nella nostra regione, ce ne son poche..Lu mazz'marill' non sai quanto mi abbia fatto sorridere:-) Ah..dimenticavo,come ho detto nel mio blog, sono teramana anch'io:-) di provincia ma teramana..e sì, convivo per il momento in Molise,ma rimango abruzzese! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LOL, ti ho appena risposto sul tuo blog!
      Beh, allora è un piacere... conterranea al cento per cento! :)

      Grazie mille, passa a trovarci quando vuoi! :)

      Moz-

      Elimina
    2. :-) ed io ti rispondo qua: sono a dieci minuti dalla costa, adagiata sulle colline (diciamo più precisamente ai piedi di una và)..il comune che era la patria del mobile (poi è arrivata mondo convenienza, ikea e...) non è proprio grande ma neppure piccolo..abbiamo pure un'uscita dell'autostrada (ma tu vedi che fortuna oh) e boh..va beh..questo è..però non lo dico come si chiama, per la praivasi ;-)

      Elimina
    3. Beh, sì, credo di aver capito! Non siamo nemmeno così distanti :)
      Viva l'Abruzzo!

      Moz-

      Elimina
  16. Festa davvero suggestiva e bellissima, complimenti Moz. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, io rigiro i complimenti a tutti coloro che hanno partecipato in tre anni! :)

      Moz-

      Elimina
  17. Che dire... siete bravissimi! ;))

    RispondiElimina
  18. Saluto e ringrazio il mitico AlfGuiza, mastro birraio realizzatore della Birra del Compare, con cui ho interagito in merito a questo post su Twitter :)

    Moz-

    RispondiElimina
  19. Ma che organizzazione certosina :D Bravi!!!! Complimenti! Ho visto le foto su facebook, con un Moz canterino e denudato! 1000 di questi Isolstizi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, quella foto la devo far togliere! -__-
      Siccome saltavo, mi si è accentuata la ciccia. Che in effetti c'è, ma non è così tanta :p

      Grazie mille Pierino :p

      Moz-

      Elimina
  20. e che bello! Ora ho capito. Il prossimo anno ci voglio venire pure io! Ma sta storia del folletto? Fichissimo me ce so chiusa. Che leggenda c'è sui folletti li?

    Nuvola Rossa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia del folletto te la posso raccontare tranquillamente perché fui proprio io a farne ricerche storiche a riguardo, nel 2011.

      Dunque, in alcune parti d'Italia esiste, come leggenda, questa del folletto domestico. Nella zona della Puglia in cui vivo ad esempio lo chiamiamo "scazzamurèdd", qui in Abruzzo si chiama "mazzmaurìll".
      Ho scoperto che la radice di questi nomi è lo spagnolo "mata moros". In pratica sono spiritelli che proteggevano le case dai mori invasori (quindi ammazza moro o scaccia moro: un fine razzismo che adoro :p)

      Nei racconti si tratta di spiritelli burloni e dispettosi, ma domestici. Se li si sopporta, ti fanno dei piccoli regalini.

      La storia del folletto da catturare è analoga, presente in tantissime tradizioni anche estere (pensa all'Irlanda). Chi riusciva ad acciuffare questo folletto, otteneva da lui in cambio piccoli tesori.

      Noi abbiamo riproposto la cosa nascondendo piccoli folletti di carta negli angoli più bui o impensabili della festa (vasi di fiori, cancellate, spazi tra le pietre dei muri...). Chi li trova ottiene ciò che la regola dell'anno prevede (si tratta, comunque, sempre di cose da mangiare!)

      Moz-

      Elimina
  21. Letteralmente senza parole e non è una sviolinata caro MOZ...
    Odio le feste timbrate, il patrono, le notti bainche rosa celesti etc etc..ma questa , questa si che è ricca di trovate eccelllenti.
    E poi adoro i folletti , faccio collezione di gufi, cosa potrei volere di più?
    Si , un cosa ..meno distanza purtroppo...
    Bravissimo , magico Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento era finito in spam, mah!
      Comunque, ho risposto all'altro, più sotto^^

      Moz-

      Elimina
  22. Risposte
    1. Sempre, caro Gus!
      Se passi fammi un fischio, in qualunque mese dell'anno: non organizziamo solo Isolstizio, qui è il mio personale paese dei balocchi! :)

      Moz-

      Elimina
  23. Senza parole , letteralmente senza parole...
    E non è una sviolinata ..
    Odio le feste patronali , le notti bianche , rosa , celesti etc etc ... ma questa è una vera meraviglia con i fiocchi, piena di idee, di fantasia, di novità...
    E poi adoro i folletti e faccio collezione di gufi..cosa posso volere di più?
    Si una cosa ci sarebbe ..la distanza..
    Ciao caro magico Moz!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Nella, grazie per le tue parole.
      Il nostro scopo era proprio fare una cosa "diversa", certo sempre una festa di piazza, ma che avesse un'anima più particolare.
      Voglio dire che comunque le feste patronali di questa zona non sono brutte, c'è sempre una bella atmosfera che non si disperde tra mille bancarelle o cibi appaltati ad altri (come ho visto da molte altre parti, anche nella mia altra regione, la Puglia).

      Eheh, ti farà piacere sapere che il gufo è simbolicamente l'animale totemico di questo paesino, infatti gli abitanti sono chiamati proprio "i gufetti" e noi abbiamo voluto riproporre simpaticamente la cosa con quel gufo gigante (che poi tale animale è carico di significati esoterici e occulti... bellissimo!)

      La distanza... eh lo so, chissà, magari tra cinquant'anni riusciremo a fondare una multinazionale esporta-feste per festeggiare il solstizio in tutte le parti d'Italia con le proprie tradizioni locali! XD
      Ahaha, a parte gli scherzi, ricorda sempre: "i gufi non sono quello che sembrano" ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Geniale mio Moz...ho sempre amato i gufi, quindi...e di conseguenza....
      smackkoni festivi!

      Elimina
    3. ...di conseguenza sei una streghetta? :)

      Grazie mille degli smackkoni festivi, incasso volentieri!^^

      Moz-

      Elimina
    4. No streghetta, ma strega verace!!!!

      Elimina
    5. Hai risposto dopo tutti questi mesi???
      Sì che sei una strega, allora!! XD

      Bacioni alle pozioni di felecità!

      Moz-

      Elimina
  24. Adoro ste cose, fossi stata vicina vi avrei dato una mano! :)
    Te sei il mago delle feste.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, magari è vero, ma solo perché io per primo amo divertirmi, e allora dico: le feste me le organizzo da me! :)

      Moz-

      Elimina
  25. Ciao caro, è davvero una gran bella iniziativa!! Io non saprei nemmeno da che parte cominciare.. Ah, nel mio piccolo sono pure io un bier meister ^^ Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si comincia dall'idea e con la volontà poi tutto viene automatico :)
      Nemmeno noi sapevamo come fare, nemmeno immaginavamo alcune cose...^^

      Ah sì? Grande! E che tipo di birra fai?
      Viva la birra^^

      Moz-

      Elimina
    2. Bè, ne ho fatte di diversi tipi, amo le rosse/ambrate o scure, e comunque qualsiasi cosa che abbia un gusto deciso.. A giorni comunque testo una messicana leggera per la prossima estate ^^

      Elimina
    3. Wao! Apriti un microbirrificio: è il futuro! :)

      Moz-

      Elimina
  26. complimenti, so quanto è difficile organizzare un evento, e quanto si ancor più difficile reiterarlo. Sulla birra, che dire Opperbacco è una garanzia, le sue 10 e lode, L'Una e la Bianca Pieprita le adoro (meno la TriplIpa ... ma non ci posso far niente se non amo le birre troppo luppolate), peccato non aver potuto assaggiare ma Birra del compare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da sempre abbiamo birre Opperbacco e Birra del Borgo, che sono una garanzia.
      Ogni anno proponiamo quelle 3-4 fisse più un paio a rotazione (quest'anno c'era La Cortigiana, ad esempio).
      L'Una, L'Una Rossa, 4 punto 7, Bianca Piperita, ReAle... queste le proponiamo sempre.

      La Birra del Compare ormai è andata (ma la rifaremo, non so se con gli stessi ingredienti), ma se vuoi farti un'idea puoi provare la Tripping Flowers di Opperbacco, la base è molto simile (e infatti l'anno scorso fu proprio questa^^)

      Moz-

      Elimina
  27. te l'ho già detto e te lo ripeto: saresti perfetto come organizzatore di eventi!!! bravissimo Miki!
    Un abbraccione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma praticamente è quello che già faccio :p

      Moz-

      Elimina
  28. Bravissimo!!! Sono stata giovane anch'io e nella nostra Parrocchia, per la festa di maggio, organizzavamo: la festa popolare! Non ho le foto perché Paolo faceva i filmini!! Hai mai pensato alla corsa delle galline? (solo per i ragazzini, la corsa sui trampoli....e via dicendo) Non mancava la S. Messa all'aperto (una fatica a convincere il Parroco!)
    Mi spiace: niente birra! Ciao Miki promosso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli animali non si possono usare, altrimenti qui la cosa più gettonata, anni e anni fa, era il gioco del criceto!
      Ma non sono d'accordo e non lo proporrei mai :)
      La gente sui trampoli c'era, invece!

      Che belle queste cose, sarebbe stupendo se tu avessi un album ricordo... perché non ne parli sul tuo blog come ho fatto io?

      Moz-

      Elimina
  29. Complimentoni veramente. Non è facile organizzare tutte queste attrattive. E difficile soprattutto che tutte abbiano il dovuto seguito. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Seguirle tutte richiede solo una certa organizzazione :)

      Moz-

      Elimina
  30. Miki ciao, innanzitutto ti saluto, poi ritorno perchè ho letto grand parte del tuo scritto ed è fantastico quelle che hai e avete fatte...........Più tardi marco di più certe cose, ciao e buon pomeriggio. Miki ma allora sei veramente genuino e in gamba e pieno di idee ed energia positiva, sei forte......grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pieno di idee sì, è vero, e non lo dico per vantarmi anzi è una condanna a volte, perché non si possono realizzare XD
      L'energia cerco di averla sempre, e sopratutto di trasmetterla. Se ci riesco, io sono contento!
      Grazie mille Lulù, ci sentiamo presto!

      Moz-

      Elimina
  31. Ciao Moz, DOMY
    Non amo la montagna specie d'estate,non amo le feste di paese e nemmeno la birra.........ma il modo coinvolgente in cui ti poni e racconti "Isolstizio" mi far venir voglia di partecipare. Magari l'anno prossimo un "comparaggio a fiori" lo facciamo,che dici? Ne sarei onorata. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo la montagna, la birra e le feste di paese... ahah siamo proprio opposti! Però un comparaggio, anche virtuale, lo facciamo sicuramente!! ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Affare fatto! Dimmi tu quando ti posso chiamare compà.;)
      Ciao Moz. :) DOMY

      Elimina
    3. Beh, dobbiamo fare le cose per bene e aspettare il S. Giovanni prossimo! :)

      Moz-

      Elimina
  32. Che post fantastico!!
    Mi hai parlato almeno un anno fa dell'evento Isolstizio, ma finalmente ho potuto vedere molte foto e soprattutto capire bene che lavoro e preparazione immane ci sia dietro... sai, anche noi abbiamo organizzato una 3 giorni di festa, e so che mettere insieme 10 associazioni è davvero difficile, ma ne vale la pena: il nostro evento è stato un "mercatino di valori" - come l'happy hour del libro (presentato da me a nome della mia associazione), quello del gusto, quello della salute e del cibo - ma non avevamo mai pensato a coinvolgere tutto il paese, con una festa come quella che avete organizzato voi!

    Mi hai dato un ottimo spunto, Miki... e devo dire che questa festa di Isolstizio merita tantissimo, vorrei tanto vederla!
    Inoltre, penso che sarebbe davvero bello se potessi fare anche un video (io l'ho fatto) da caricare su FB, Twitter e sui Blog paesani e ti assicuro che potresti davvero raddoppiare il prossimo anno le visite all'evento! :)

    Anyway... quella foto insieme ai bambini durante la "caccia al tesoro" è bellissima: sei stupendo, Miki!!!
    Sono davvero felice di "conoscerti"! :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Scarlett!
      Grazie mille, rigiro i complimenti a tutti gli altri :)
      Che dire... in realtà i video ci sono, quest'anno ne abbiamo fatti tre (di pochi secondi, sono video promozionali), uno sulla birra, uno sul compare a fiori e uno sulla festa in sé.
      Però sarebbe bello proprio fare un backstage, non lo nego.

      E tu perché non parli delle tre giornate che avete organizzato?
      Potresti fare una cosa analoga a ciò che ho scritto io, sul tuo blog! :)
      Sono curioso!!
      E vorrei vedere il video :p

      Moz-

      Elimina
  33. che bravi, un pò vi invidio, dalle mie parti una cosa del genere pare utopia. avevamo un bell'evento estivo al mare ma è cambiata amministrazione e l'hanno affossato, mi sa che la prossima vita vengo a vivere in montagna, che fa pure più fresco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imperatore, ti assicuro che sembrava utopia anche qui, pure se in passato qualcosa di bello e valido (anche più di Isolstizio, davvero) ma poi basta quella scintilla...!

      Oh, viva il mare, però la montagna domina! XD

      Moz-

      Elimina
  34. Quel folletto mazzamauriell c'è anche in Molise!!!!;D Un locale del centro storico si chiama proprio così..ehehe..:P ottima recensione ;D Beh, organizzare un evento non è semplice, ma quando riesce ti senti appagato e sei pronto per una nuova sfida!Dalla foto si evince che c'è sempre più gente!Bravi, continuate così!;D
    un bacione
    Anas*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, il folletto così esiste in tutto il sud Italia :)
      Comunque è vero, ti senti appagato e sei contento anche nella fatica!
      Speriamo di continuare su questa linea crescente...!^^

      Moz-

      Elimina
  35. Congratulazioni, Moz. Tu si che sai come coinvolgere la gente, immagino ci sia un seguito anche quest'anno... Avrei una domanda a carattere di curiosità: ma è possibile avere più di un "Compare a Fiori"? Oppure una volta scelto si rimane fedeli?

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non è che faccio tutto io, anzi! Ci sono tre associazioni dietro tutto questo ambaradan... che quest'anno cade il 4 e 5 luglio per via di impegni generali (un solstizio un po' tardivo :p)
      Per quanto riguarda il Compare, puoi farlo con chi vuoi (ho visto gente farlo col cane, o farlo a tre, a gang bang ecc ecc). La buona creanza sta nel rinnovarlo di anno in anno con chi è già tuo compare :)
      Se hai altre domande chiedi pure!

      Moz-

      Elimina