[cinema] Regression, la recensione


Alejandro Amenabar scrive e dirige un film particolare.
Ethan Hawke e Emma Watson gli interpreti principali.
Con un terzo incomodo: la follia.
Diciamo la verità: il film è pure bello ma rischia di essere apprezzato solamente se si supera indenni la prima parte, che è fin troppo di preparazione, quasi inconcludente.
Ovviamente lo è volutamente, ma disorienta abbastanza.

Eppure, quando poi i nodi vengono al pettine non rimane che una dura realtà: la miseria umana, in ogni sua forma.
Un detective di polizia (un ispirato Hawke) è sulle tracce di una setta satanica, uno dei membri della setta ammette di aver molestato sua figlia (l'ex maghetta Emma Watson) ma non ricorda alcun dettaglio.
Bisognerà sperimentare col sistema della regressione, per ricostruire i drammi di una famiglia di disadattati.

Amenabar gioca un po' a fare True Detective, proponendoci una storia di strani gruppi religiosi operanti durante gli anni '90 in una America rurale.
Anche le atmosfere livide con luce plumbea richiamano la prima stagione del celebre serial.
Ma poi si discosta, per fortuna, da tutto questo.
E riesce a regalare, giusto un minuto prima che lo spettatore ceda al sonno, ottimi spunti che -pur trattandosi di questioni sataniche- rimettono in mezzo l'uomo, con le sue bassezze e le sue fragili manie.

Un film che fa ragionare, ma che non arriva con tutta la forza che servirebbe.
In ogni caso, una buona pellicola.

42 commenti:

  1. Me lo hanno spoilerato ieri... E alla fine me lo sono rovinato.
    Vabbeh...

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Alla fine della fiera... lo è :)

      Moz-

      Elimina
  3. Risposte
    1. Se sopravvivi a Morfeo ne vale la pena^^

      Moz-

      Elimina
  4. Mi piace tanto tutto: Amenabar, Hawke, la Watson. Però non ne sento parlare bene; al limite, benino. E, inutile dirlo, mi aspettavo qualcosa di più. Non temo la prima parte - raramente mi annoio, in questi casi - ma non mi fionderò subito al cinema per vederlo, ecco. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ragionandoci meglio a freddo, forse aspettarsi qualcosa in più lo avrebbe reso eccessivamente hollywoodiano (quindi solite scene-cazzate per dementi), mentre forse Amenabar voleva restare ancorato giustamente al suo modo di fare...^^

      Moz-

      Elimina
  5. Non ho letto perchè magari me lo guardo, grazie per la segnalazione ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Baravolà, non metto mai spoiler, vai tranquillo :)

      Moz-

      Elimina
  6. Il trailer mi aveva attirato. Potrei guardarlo dopo Star Wars :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che a te possa piacere :)

      Moz-

      Elimina
  7. se non avessi letto questa tua recensione, non avrei mai dato una chance a questo film. Dal trailer mi sembrava piuttosto banalotto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ti assicuro che non lo è, affatto :)

      Moz-

      Elimina
  8. Ma qualche dettaglio in più su Emma Watson e soprattutto sulla sua scena di nudo? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh, guarda e poi mi dici... insomma, ti fa eccitare ma poi... :p

      Moz-

      Elimina
  9. Io l'ho visto qualche giorno fa da grande fan di Alejandro Amenabar quale sono, ma siamo lontani dalla sua filmografia che lo contraddistingueva... ma vabbè quello fa parte del percorso di ogni regista europeo, molto spesso quando fai dei buoni lavori e hai successo poi il traguardo verso Hollywood arriva... e non sempre è un buona cosa, ma questa è un altra storia. Regression ha in se un elemento potentissimo: il duetto di attori Ethan Hawke ed Emma Watson, seppur con un largo divario generazionale riescono ad amalgamarsi bene e dimostrano un enorme feeling tra di loro, e i personaggi funzionano. E' di enorme effetto senz'altro, tempi giusti, la suspance che non lascia respiro.... ha solo un enorme difetto, soprattutto per chi come me, nel suo piccolo si occupa di sceneggiatura o scrittura, riesce a vedere spesso molto lontano, come mi è capitato con The Visit di Shyamalan è di essere molto, troppo prevedibile lo sviluppo della storia, e in sintesi il finale. In linea di massima mi è piacuto, anche se come ho detto siamo ben lontani dal cinema d'esordio di Amenabar a me molto più caro... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me il regista si è trovato a metà tra il suo cinema europeo e il dover strizzare l'occhio a Hollywood. Per fortuna non ha ceduto troppo alle americanate, almeno questo glielo riconosco.
      Quanto alla prevedibilità, è stato furbo: ha fatto sì che il colpo di scena si svelasse a tre quarti, cambiando le carte in tavola e scendendo presto verso un nuovo genere narrativo col quale poi ha chiuso il film.
      D'accordo sugli attori, Hawke mi è piaciuto nella sua discesa verso la follia umana.

      Moz-

      Elimina
  10. Sono cosi pieno di serie Tv da seguire, sono entrato in un tunnel senza uscita ormai di film non ne seguo più manco uno :D
    Comunque sarò folle io per il cast non mi attira particolarmente non so perchè :| La Watson non mi sembra una grande attrice alla fin fine poteva far solo Harry Potter per me :D
    Troppo cattivo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, a parte che è bona (XD), l'ho trovata perfetta per il ruolo, anche perché c'era il rischio costante di finire sopra le righe e per fortuna ha mantenuto tutto nei limiti^^

      Moz-

      Elimina
  11. Ho visto il trailer ovunque, mi ispira parecchio. L'hai vista la serie JessicaJones della Marvel, Mozzino? Ci starebbe proprio una tua recensione..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Ludo, coi telefilm riesco a farci davvero poco e non mi attirano le opere firmate Marvel... non so perché... Ovviamente fino a che non faranno una serie sul Punitore**

      Moz-

      Elimina
  12. Ieri sera se non fossi uscito coi miei amici avrei preso la mia macchinina e me lo sarei andato a vedere da solo. Sperando non lo tolgano mi sa che rimanderò la cosa al prossimo weekend...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non penso lo tolgano tanto presto... poi comunque fammi sapere che te ne pare^^

      Moz-

      Elimina
  13. sembra interessante, io pensavo più ad un film magari da noleggiare come ultima risorsa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, sicuramente è un film intelligente, non da ultima risorsa :)

      Moz-

      Elimina
  14. Lo ammetto, sono curiosa di vederlo in primis perché vorrei tanto vedere Emma Watson recitare in un ruolo diverso da quello di Hermione Granger... e poi tutto sommato la trama mi ispira parecchio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo già visto la Watsonn in altri ruoli (Sam, di Noi siamo infinito), si conferma una attrice brava^^

      Moz-

      Elimina
  15. Mi piacerebbe vederlo.. spero di riuscirci!

    RispondiElimina
  16. Risposte
    1. Io inizialmente non gli davo una lira, temendo l'ennesimo episodio di regista europeo svendutosi alle logiche hollywoodiane, e invece...^^

      Moz-

      Elimina
  17. Spero di riuscire a vederlo, è un regista che mi piace molto. Ben fatto Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, come regista non mi ha mai deluso, nemmeno in questo caso: la regia è sapiente :)

      Moz-

      Elimina
  18. Ce l'ho in programma. Tu li conosci bene i miei gusti: me lo consigli?


    Ispy

    RispondiElimina
  19. Parrebbe interessante, me lo segno volentieri.

    A proposito di inizi sonno-lenti: non penso esista qualcosa di peggio del reboot dei Fantastici 4, non che il resto sia tanto meglio eh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, i cinecomix li evito come la peste, quasi tutti... poi quelli dove cambiano i personaggi (qua hanno messo un mulatto senza motivo...) proprio manco li guardo di striscio...

      Moz-

      Elimina