[MODA] i marchi d'abbigliamento più tamarri


Oggi nessuno li cita più, ma assieme agli emo, una decina di anni fa c'erano anche i truzzi.
Vestiti in modo atroce, volgare, esagerato.
Più dei paninari, più dei coatti. 

Era l'estremizzazione di un qualcosa di surreale, quasi indossato a caso.
L'importante era l'essere appariscenti e un po' cafoni.

Loghi giganti, scritte glitterate, stelline, frasi assurde: da accompagnare con un pincher e un trucco da Bratz se sei donna (che fa tanto puttanone ma nessuno te lo dice per buona creanza), o cappellini e occhiali da sole se sei uomo (che fa tanto carnevale ma nessuno te lo dice per buona creanza).


Ho stabilito le condanne da attribuire a chi indossava queste varie marche di vestiario.
Dalla semplice multa alla pena capitale con previa tortura.
Ecco cle sentenze del Tribunale Moz O'Clock:

CONTRAVVENZIONE

G-Star Raw
Take Two

LAVORI SOCIALMENTE UTILI

Williams (le felpe con tutte le toppe)
Playboy (il famoso coniglietto era declinato anche in versione truzza)

LIBERTA' VIGILATA

Pickwick

SEI MESI DI RECLUSIONE

Joe Rivetto 
Yell!

UN ANNO DI RECLUSIONE

Duff (la marca della birra dei Simpson), per i truzzi poveri che devono ripiegare sulle bancarelle del mercato (rispetto ai truzzi che possono permettersi i negozi tipo Terranova e Bershka, sempre da poveracci ma che almeno si trovano nei centri commerciali)

CINQUE ANNI DI RECLUSIONE

Frankie Garage

DIECI ANNI DI RECLUSIONE

Sweet Years

VENTI ANNI DI RECLUSIONE

Jonk 46 (un tempo di moda, ora relegata alle bancarelle come una sottomarca qualunque)

TRENT'ANNI DI RECLUSIONE

Frutta (con il logo a ciliegina, tentativo di sembrare tamarri in versione pastello).

ERGASTOLO

Antony Morato
De Puta Madre 69 (le magliette rosa col volto di Gesù)
Disquared (con le t-shirt dalle scritte più terribili sulla faccia della Terra)
A Style (il noto marchio con la A che subliminalmente -ma manco tanto- mostrava un rapporto anale)

PENA CAPITALE

Baci e Abbracci (già solo per il nome, da sparare a vista)
Monella Vagabonda (marca d'intimo femminile e non solo, in pratica un altro modo per dire "zoccola passeggiatrice")
Angel Devil (con le ali catarifrangenti lungo tutto il retro dei jeans; ora si sono riciclati con gli attuali inserti in ecopelle, nuova moda da camera a gas)

TORTURA E PENA CAPITALE

Qui non si tratta di una marca, ma l'insieme di accessori e modi di indossare un capo:
-pantaloni a vita bassa che facciano vedere la banda elastica delle mutande (firmate: per dare importanza allo scarso contenuto delle stesse);
-polo con colletto alzato;
-cintura D&G con logo enorme (magari comprata tarocca dal marocchino, che originale costa assai);
-Nike Shox o Silver, specie in colori come oro e argento.

Thanks to Emidio per la collaborazione!

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche
Gli stili più brutti di sempre

117 commenti:

  1. Mai guardato alle marche, ma a ciò che mi piace indipendentemente da chi la venda.
    Potrei pure comprare dai cinesi, dal marocchino con la roba tarocca al mercato, Zalando o da Giuseppina Vattelapesca se vedo qualcosa che mi piace e ne ho la possibilità.
    Ma ti dirò che Terranova a me come negozio non dispiace e nemmeno Cotton & Silk ed altri negozi per diversamente poveri.
    Certo i materiali sono quello che sono. :-P
    Di Frankie Garage ricordo le tute con la scritta sul culo che erano di moda tra gli studenti un po' di anni fa.
    Non che ai miei tempi le cose andassero meglio all'epoca in cui se non indossavi Avirex, Durango, Uniform, i 501 e le Cult, le tipe si limitavano ad un Pfui. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, al di là delle battute, non si parla di materiali ma della tamarraggine dei capi in sé: scritte, oggetti, dettagli.
      Ieri, per redigere questo post, sono capitato in un sito che ha raccolto le foto dei truzzi dell'epoca... davvero da invocare le forche caudine XD

      Moz-

      Elimina
    2. Mi piace il Pfui delle donne, ahah

      Elimina
    3. Sei riCc4Rd0-tRuzz3tTin0'83 :p

      Moz-

      Elimina
    4. Dunque studiamo la tua punizione :D

      1) invio di un gruppetto di Putty Patroller;

      2) ti lego a una sedia durante una discussione tra tifosi di calcio;

      3) ti lego a una sedia e ti costringo a guardare una serie di trasmissioni di calcio locali delle mie parti.

      Elimina
    5. Sai che non sarebbero vere e proprie punizioni?

      1) adoro i putties!

      2) vivo in provincia, qui il bar e il salone da barbiere sono bar dello sport (calcio) e salone dello sport (calcio)... sai quante discussioni mi becco?
      Spero sempre che si arrivi, ovviamente, alle mani o alle pesanti offese, per variare un po' e divertirmi!

      3) ho seguito la squadra locale di qui per diverso tempo: anche in questo caso, più che per il calcio in sé, per il folklore che nasce attorno :)

      Moz-

      Elimina
    6. ok, allora segno e penso alla punizione il giorno che attiverai la chat di telegram a noi tapini :)

      Elimina
    7. Dovrei rifare il gruppo ex novo, mi sa... 🐒

      Moz-

      Elimina
  2. Io ho sempre desiderato le Silver e mi madre si è sempre rifiutata di comprarmele (avevo 11/12 anni quando sono uscite.. le ho provate qualche mese fa e mi sono chiesta come facessero a piacermi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché purtroppo quando ti ci trovi, per moda, sembra tutto bello e possibile.
      Anche io mi sono pentito di alcune cose, che credi... ad esempio le Puma da finto calciatore! XD

      Moz-

      Elimina
    2. Le Puma da finto calciatore erano splendide, altroché :D

      Elimina
    3. Le metteresti oggi? Non credo XD

      Moz-

      Elimina
    4. Mi serve una foto, forse mi sbaglio modello :D

      Elimina
    5. Non ho mai trovato una foto di quelle scarpe.
      Comunque ti dico solo che, passate di moda, venivano poveracciamente riciclate per giocare a calcetto XD
      Avevano i finti tacchetti e la classica "lingua" da fuori, tipica delle scarpe da calciatori.
      Non so come mi sia sceso in mente di indossarle, di VOLERLE (poi, coi pantaloni a zampa dell'epoca, ci stavano una merDaviglia!) XD

      Moz-

      Elimina
    6. ho capito il modello: MERAVIGLIOSE :D

      Elimina
    7. Merdaviglia, questa me la riciclo! :D

      Elimina
    8. Oh, caro Gas, pure io riciclo una cosa detta da te, sappilo :)

      Moz-

      Elimina
    9. d'estate sono perfette...dai, rinverdiamo le mode fine '90 inizio anni 2000

      Elimina
    10. Le Puma da finto calciatore erano orrende già allora 😂

      Elimina
    11. Ahhh, pareri contrastanti in corso... 🐯🐯🐯

      Moz-

      Elimina
    12. http://www.beatricebrandini.it/wp-content/uploads/2014/04/5-1998-Sander.jpg

      Ma adesso che ci penso io ho la versione moderna di quelle degli anni 2000 :D

      A meno che il negoziante, qualche anno fa, mi abbia venduto un fondo di magazzino spacciandolo per scarpa nuova :D

      Elimina
    13. Devo rettificare, le Puma che io sono ben diverse da quelle da calciatore XD

      Elimina
    14. Aaaalor, la foto che hai messo forse è davvero la versione aggiornata.
      La lingua di quelle che dico io è molto più lunga e sono più basse.
      Comunque terìbili :)

      Moz-

      Elimina
    15. No, quelle che ho io sono più basse e lunghe della foto postata, ma ben diversa dal modello di scarpa da calciatore :D

      Elimina
    16. Umh... qua il mistero s'inphittishe!! :)

      Moz-

      Elimina
  3. Caro Miki, io mi becco delle bene pene al tuo Tribunale :D

    Ho magliette della GURU (te la sei dimenticata :D) e felpe di Baci&Abbracci, nonché una felpa di A-Style! Non si tratta di roba particolarmente tamarra. Le due magliette sono di un bell'azzurro, aderente, e verde, con il mitico fiorellone. La felpa di A-style era verde, con la zip senza cappuccio, mi piaceva per le bande grigio-nere sulla parte superiore della manica che mi ricordava una maglia da portiere (!,:D). Le felpe di Baci&Abbracci ne ho un bell'assortimento, con cappuccio e senza, perché c'è un negozietto vicino casa che le spaccia e me le vende a prezzi buoni. Ma non è roba tamarra, colori tradizionali e loghi non particolarmente invasivi.

    Poi sì, avevo anche una felpa della Jonk46, nera con il cappuccio, ma quella l'ho abbandonata dopo un po'. La usa mia mamma per fare le sue passeggiate alla mattina! (In pratica le serviva una felpa "da battaglia", ha guardato tra le poche felpe che ho messo tra le cose che non metto più e l'ha presa!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sincero, la Guru non l'ho dimenticata (me l'hanno citata anche su fb, pensa tu: vi è rimasta proprio impressa XD), solo che non era per forza tamarra... o sbaglio?
      Come dici tu, ci sono anche capi d'abbigliamento non tamarri, ma marchi come Baci&Abbracci, Monella Vagabonda ecc, già dal nome, si inseriscono in un contesto truzzettino anni 2000! :)

      Moz-

      Elimina
  4. Ma Miki, per me c'è un capo di abbigliamento che è assolutamente illegale. La tuta usata sia da maschi che da femmine, quella generalmente grigia con il risvolto delle caviglie e il risvolto della cintura più spesso (non so se si capisce dalla mia descrizione). Ebbene, questo capo d'abbigliamento, che io porto esclusivamente in casa, è assolutamente illegale fuori casa, a meno che si pratichi un'attiva sportiva outdoor.

    1-per l'attività fisica indoor è assolutamente scomodissimo perché è tessuto felpato; io peraltro ho sempre fatto attività fisica indoor in pantaloni corti, anche di inverno (outdoor solo la tuta classica d'acetato quando era proprio freddo);

    2-per il tempo libero o lavoro è sconsigliato perché...indovinate voi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHahahaha!
      Ma per caso ti riferisci alla tuta con scritto Carlsberg sul pacco? XD
      Ecco, al massimo da una 0,2 diventa una bella PINTA! XD

      Moz-

      Elimina
  5. un cazzo proprio Mozzino...
    le Silver erano un'istituzione di quelle che non si toccano!

    ah, una cosetta la debbo dire, poi elogio il fatto di avermi riportato alla memoria una serie di drammi che hanno contraddistinto la mia giovane carriera da fashion victim fallata, non capisco perché le truzze sono puttanoni, e i truzzi carnevaleschi... è una cosa che proprio non mi va giù!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea di un corrispettivo... Ho visto le foto, le ragazze si conciavano da drag queen (ecco, mo magari si incazza l'associazione LGBT :p), i ragazzi sembravano vestiti per il carnevale.
      Accetto suggerimenti cattivi, comunque :D

      Moz-

      Elimina
    2. ...al momento non mi sovviene nessuna cattiveria, il ché è straordinario, dato che io e l'essere Villain è coniugazione immediata!

      però per ogni zoccola alla Bratz, c'è un decerebrato dal tricipite slanciato, che merita la gogna!

      Elimina
    3. Ahahaha, ecco, così mi piaci!! :D

      Moz-

      Elimina
  6. Ma le felpe blu della Lonsdale dove le mettiamo?!?
    Comunque io ammetto di aver passato una fase un po' truzza, ma chi della generazione '90 non l'ha passata?!?
    Chiedo la grazia! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cazzo, vero! Ho dimenticato quella marca ma anche Richmond, con le prime enormi scritte dietro le chiappe!
      Grazie per questi ricordi e... sì, ovviamente quando vivi certi momenti storici, anche tu sei vittima di queste cose! XD

      Moz-

      Elimina
  7. Ciao Moz,DOMY
    Sono salva!Non puoi infliggermi nessuna pena!:P Non ho mai,mai indossato un capo di nessuna delle Marche da te citate. Alcune non le conosco nemmeno.Vado a commentare altri post che sono un pò indietro. ;)

    RispondiElimina
  8. Le marche citate mi sono del tutto sconosciute, però l'articolo è divertente.
    Diciamo che non sopporto e prenderei a calci con scarpe da trekking quei tizi, tipicamente adolescenti, che si mettono quei pantaloni larghi col cavallo che gli arriva alle ginocchia. Mi irritano terribilmente, scatenano i miei più bestiali istinti violenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa di aver citato questa atroce moda nel post che ho inserito ai piedi dell'articolo.
      Vero, diciamo che è una derivazione proprio dei truzzi anni 2000!

      Moz-

      Elimina
    2. No, ho visto e quei pantaloni non sono in classifica. Non so se è un bene...

      Elimina
    3. Forse sì, sembra che ti sei cagato addosso, se li indossi...XD

      Moz-

      Elimina
    4. Intendo questa roba qua...
      Ma ne ho visti in giro ancora più disastrosi...

      Elimina
    5. Più disastrosi? Gli stessi, tutti neri e con inserti in ecopelle.
      Dio, quanto vorrei torturare la gente che li indossa! XD

      Moz-

      Elimina
  9. Ciao Moz,per Baci e abbracci e cintura DG mi trovi d'accordo,le altre grife le conosco poco e vesto prevalentemente Armani non disdegnando qualche bel capo innominato.
    Ciao,fulvio
    Ciao, fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wao, sei un tipo di classe, Fulvio! :)
      Buona giornata!

      Moz-

      Elimina
    2. Forse è solo che amo la bellezza delle donne,dell'arte in tutte le sue manifestazioni e del vestire.
      Ciao Moz,fulvio

      Elimina
    3. Sei Italiano, specie in confronto a chi si veste nei modi descritti, che pare un extracomunitario dell'anima.

      Moz-

      Elimina
  10. Quella roba oscena con la margherita come logo? Non so nemmeno come si chiama, anche quello almeno una multa ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guru, infatti anche io ho segnalato l'assenza di questo marchio :D

      Elimina
    2. Woow, abbiamo proprio un partito Guru, qua! :)

      Moz-

      Elimina
  11. fiuuu, l'ho scampata bella! Non vestivo nulla del genere e nessuna di quelle marche :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Tribunale saprà come condannarti, per altri reati! :p

      Moz-

      Elimina
  12. Non ne conosco nessuno..... ehm..

    RispondiElimina
  13. Miki, oltre a Guru c'è anche X-Cape da inserire all'elenco, ahha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, questa proprio non la ricordo! :o

      Moz-

      Elimina
  14. Ci metterei pure Burberry, ma solo dopo che se n'è appropriata la "white trash" inglese (e anche perché preferisco Aquascutum)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse era un modo per darsi un tono, con un marchio di classe, rispetto a questi marchi dai nomi atrocemente truzzi! XD

      Moz-

      Elimina
  15. Io vestito monella vagabonda ma non ero una zoccola.. chi pensi di essere per dare giudizi bambino... vai a giocare fuori che è bel tempo.. Daniela...forse tua madre vestiva monella vagabonda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela!
      Mamma mia, quanta cattiveria! XD
      Non ho detto che chi indossa(va) quel marchio è/era una zoccola; ho semplicemente scherzato sulla truzzaggine del NOME del marchio stesso.
      Invece di offendere (me ma soprattutto terze persone) fatevela una risata.

      Che poi, il logo Monella Vagabonda, al di là del nome truzzo a prescindere, è cafonissimo: la rana disegnata male, la scritta con la N rovesciata... proprio pacchiana e tutto tipico da truzzettini anni 2000.

      Moz-

      Elimina
  16. fffiiiiuuuu, salva! credo di non aver mai indossato nessuna di questa marca...
    Però faccio mea culpa ed ammetto di aver avuto diversi capi della Onyx (correvano gli anni 90 però).
    Non concordo però con le Silver...non erano truzze dai! Erano un'istituzione! Le avrei volute anche io, ma costavano troppo per le mie tasche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh, cara Pepita, la Onyx l'ho citata proprio in un altro post (sulle scarpe anni '90, tra miti e oscenità).
      Le Silver sono forse nate non truzze ma poi lo sono diventate, specie tutte dorate XD

      Moz-

      Elimina
  17. Ti sembrerà strano o forse no, ma non ho mai indossato un capo di tutte queste marche, e per fortuna perché condivido in pieno tutto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, allora ti sei salvato dalla condanna! :)

      Moz-

      Elimina
  18. Muoio mozzino quanti ricordi :D
    (si lo so, pena capitale, ma giuro giuro che sono migliorata)

    Ma... I jeans con la scritta Richmomd sulle chiappe? Li hai omessi volontariamente?

    Oppure le scarpe con la zeppa di Fornarina? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì, li ho citati nei commenti, quei jeans... molte cose mi tornano in mente grazie a voi, mia splendida community (che ogni tanto manda affanculo me e mia madre, ma fa niente XD)

      Le scarpe forse le citai nell'articolo sulle calzature anni '90 XD

      Moz-

      Elimina
  19. Cioè mi vuoi dire che i truzzi non esistono più??? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti direi di aprire questo capitolo...Mi vengono in mente le t-shirt che portano i ragazzini, con la scollatura (!), i jeans con i risvoltini che lasciano le caviglie nude, per non parlare poi di certi tipi di calzature...

      Elimina
    2. Non esistono più in quel modo anni 2000 (pellicciotti, colori fluo, scritte abnormi...), ma appunto esistono nella declinazione descritta di Riccardo.
      Insomma, sempre ridicoli sono XD

      Moz-

      Elimina
  20. Alle medie mi avevano fatto come regalo di compleanno il portafoglio Baci e Abbracci e anche la borsa (tutto in rosa)!😂

    RispondiElimina
  21. Mai indossato nulla di tutto ciò, ma ricordo quanto fosse davvero orribile la cintura di D§G! Paradossalmente io accetto più questi vestiari semplicioni che si relegano ad un'era che in questo modo riusciamo ad identificare, che vestirsi con firme di alta moda da diverse migliaia di euro.

    Io ci vedo più innocenza ed ingenuità nel vestire un marchio "truzzo" o comunque orribile che piace giusto perché piace a tutti, rispetto ad indossare firme davvero costose, perché è qui che mi insospettisco, perché o sei un volto noto e allora hai lo sponsor, o fai parte della criminalità organizzata, o hai la sindrome dal cazzo corto e hai bisogno di far vedere quanto tu sia un poveraccio con i soldi, oppure sei un politico, anche se mi ripeto perché ho già parlato di criminalità. :p

    Io sono stato sempre per il colpo d'occhio con gli indumenti che devo vedere comodi soprattutto, e visto che odio fare shopping, devo essere certo che mi durino qualche anno. Ciò che secondo me non si supera per qualità, per "moda" intramontabile e per comodità per esperienza acquisita, è la polo lacoste, una camicia bianca o una scarpa nike force, praticamente indistruttibili... e per me la marca è relativa, ma quando un indumento dura ed è comodo, ho fatto tombola.


    Nameless

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: arrivati a una certa età, dove non si è più "schiavi" della moda (da giovani, invece, c'è tutta una serie di dinamiche sociali che ti costringe a esserlo...) sopraggiunge il puro sentimento di capi BELLI, DUREVOLI E FUNZIONALI.
      Non sto a badare alla marca, anzi diciamo che io continuo -se posso- con la mia amata Energie perché mi ci trovo bene sin dalle medie.
      So che le Timberland ti durano in eterno, certi modelli cult Nike o altro, pure.
      Inutile inseguire le mode.

      Moz-

      Elimina
  22. Uuuuh, quanta cattiveria ;)
    Credo di aver avuto una felpa di Angel Devil, quando ero alle medie. Però ero minorenne, quindi, al massimo, riformatorio :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, io anche ho indossato cose che oggi dico: mamma mia, FUCILATEMI XD

      Moz-

      Elimina
  23. E che dire della disgustosissima A-Style? Logo e vestiario che manco il quarto mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è, c'è, alla voce Ergastolo :)

      Moz-

      Elimina
  24. Molti non li conosco o non li ricordavo per fortuna. L'ergastolo se lo merita troppo De Puta Madre, ma lo darei anche alla gente che poi andava a comprare quella roba!

    RispondiElimina
  25. c'è un momento della vita in cui fondamentalmente siamo stati tutti un po' truzzi, ma va bene così :-)

    RispondiElimina
  26. Mamma mia, certe marche me le ricordo. Nel periodo delle medie erano ovunque, e qualcosa la avevo anch'io. Brrr. Gli zainetti Gola manco scherzavano! Io poi schifo assai anche il Napapiri, ma quello è già da signori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se intendi il giubbino che si infila tipo poncho, è la tamarrata del secolo. Ma la marca è davvero ottima, io la utilizzo da anni e non ne sono mai rimasto deluso^^

      Moz-

      Elimina
    2. marca ottima, ma quel giubbino è veramente osceno

      Elimina
    3. E infatti a due riprese (verso il 2003 e verso il 2015/16) è stato il must have dei tamarri XD

      Moz-

      Elimina
  27. Per fortuna non ho mai indossato capi di quelle marche eanche se avessi voluto non me le sarei potute permettere (non che costassero un occhio della testa, ma il mio budget era mooolto ristretto)... Quindi niente pena per me, caro Mozzino.
    Tuttavia ricordo che per qualche mese il primo anno delle superiori sono stata dietro ad un ragazzo che vestiva sempre Baci&Abbracci oppure Nordkapp (felpe e magliette con il logo di una freccia all'insù).
    Beh, in realtà su quel corpo sarebbe stato bene anche un sacco di patate. Lui ovviamente mi snobbava, gran fortuna per me, dato che in quinto me lo son ritrovato in classe perché era stato bocciato, ed era uno dei ragazzi più stupidi e ignoranti che io abbia mai conosciuto...
    Il solito bello che non balla...

    Hai intenzione di fare anche un post sugli accessori? Presumo di no, avendo già menzionato la cintura D&G, ma ti segnalo lo stesso la collana "alla Costantino". Era uno di quei personaggi di Uomini e Donne, e grazie a lui i corridoi della scuola erano un continuo sbarluccicare di targhette di acciaio sul petto. Bleah, bleah e ancora bleah...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ci sarà anche il post sugli accessori!
      Grazie per il ricordo -tristissimo- della collana XD

      Cooomunque, la gente che ci piaceva in quegli anni, a ripensarci oggi... mamma mia.
      Io dico sempre "ma come cazzo faceva a piacermi?" XD

      Moz-

      Elimina
  28. Forse per alcuni sono persino troppo giovane ma.... Goshhhhhhhh quanti (brutti) ricordi mi fai tornare in mente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto è mio compito anche ripescare le oscenitudini XD

      Moz-

      Elimina
  29. Premessa
    A parte che non seguo le mode e compro capi nei mercatini...anche...
    Nipotone mio, senti, dove, e in quale piazza verro' messa alla gogna e poi arsa viva come la famosa Pulzella...
    Io sarò la vecchia Zia di Pokinlas....^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora perché dovresti essere bruciata? XD

      Moz-

      Elimina
  30. Non so se è già stata citata, ma pure le magliette con scritto "boxeur" non era il massimo.. nera con la scritta oro poi era da tamarro doc!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, vero vero vero... e London, scritta allo stesso modo?
      Ma la gente che le indossava è ancora viva?^^

      Moz-

      Elimina
    2. In realtà la boxeur, come si può intuire dal nome, fa articoli sportivi per il pugilato e non sono nemmeno male in generale. Logico è che, per guadagnare di più, hanno fatto anche la linea d'abbigliamento #poverty per i tamarri.

      Elimina
    3. Immaginavo: una delle mode più cafone dei primi anni 2000, infatti, era quella di calzare gli stivaletti con suola bassa, tipici dei pugili.
      Tallonite a gogo ma che importa se sei trendy? XD

      Moz-

      Elimina
    4. Ahahahah! Mio dio avevo rimosso questa perla dell'abbigliamento trash! Riesumi il meglio del peggio dalla mia memoria!
      Basta voglio comprare gli stivaletti da pugile. 😂

      Elimina
    5. Ma poi, erano da abbinare con maglietta rosa e giacca bianca, che all'epoca doveva sembrare elegante! XD

      Moz-

      Elimina
  31. merito l'ergastolo, non sono riuscita a resistere alla maglietta di Morato col teschio colorato! ma ho l'attenuante di essere al mare e di averla usata solo lì :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, guarda, io per il mare o piscina ritiro fuori certi abomini...! XD

      Moz-

      Elimina
  32. Arrivo tardi. Ma la Onix?! Io non ho mai indossato nulla di quel tipo: odiavo visceralmente tutte le marche appariscenti! E poi costavano troppo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costavano troppo, rendevano poco ederano tamarre. Non ci si guadagnava proprio da nessuna parte^^

      Moz-

      Elimina
  33. Io e le mie coinquiline stavamo cercando di ricordare le marche più indegne dei primi 2000, ma siamo arrivate a ricordarne 2 o 3.
    Abbiamo fatto una ricerca ed è uscito il tuo post, preciso e ordinato, con tanto di classificazione penale.
    Ci hai uccise e ci hai risolto una serata allo stesso tempo.
    Ti si vuole bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Chiara, un grande benvenuto sul Moz O'Clock a te e alle tue amiche coinquiline!
      Mi ha fatto davvero piacere ricevere questo tuo commento, contentissimo che abbiate apprezzato l'ironia e l'autoironia del post e vi siate divertite :)

      Tornate pure quando volete :)

      Moz-

      Elimina
    2. Quando non sai come uscire dalla noia,
      entra pure sul MikiMoz blog
      Eccolo qua sul nostro pc,
      guarda che cultura pooop

      Elimina
    3. Ahahaha che matto XD

      Moz-

      Elimina
  34. Grazie mille! Felice di essermi imbattuta qua e inizierò a spulciare anche il resto degli articoli.
    Mi fido riguardo alla garanzia che non ci si può annoiare qua! ;) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ancora, mi fa davvero piacere!
      Se anche tu hai un blog... segnalamelo! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Purtroppo non ho alcun blog :(:(

      Elimina
    3. Non è mai tardi per aprirne uno, se ne hai voglia!
      Nel frattempo, c'è sempre il Moz O'Clock per divertirsi con noi ;)

      Moz-

      Elimina
  35. Dimenticavo! Con le mie coinquiline avevamo pensato a 3 marche per ragazze veramente zarre, vado per ordine crescente di grezzaggine: Miss sixty, Onyx, MONELLA VAGABONDA.
    Chiedo scusa nel caso fossero già state citate, è importante ribadire comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le prime due non sono state citate da me: Onyx nei commenti l'han nominata più volte (specie le mie amiche lettrici, forse traumatizzate ancora da ciò che indossavano...!XD); Miss Sixty alla fine è la versione femminile di Energie, ma è vero che aveva belle linee tamarre (così come l'Energie, eh!
      Monella Vagabonda è stata citata da me e mi ha portato anche un messaggio di sdegno perché ho fatto ironia sul nome... XD

      Moz-

      Elimina
    2. E infatti per questo il tuo primo commento mi ha fatto ultrapiacere: per una lettrice nuova che si era sentita offesa, ce n'è un'altra (col le coinquiline!) a cui il post è piaciuto!^^

      Moz-

      Elimina
  36. Questo post mi era sfuggito...
    Sono contenta che anche tu pensi che l'ostentazione dell'elastico delle mutande serva solo a sottolineare che dentro alle stesse non c'è nulla di interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, e infatti!
      Se vuoi mostrare la marca, è per spostare l'attenzione lontano da un contenuto poco valido XD

      Moz-

      Elimina