[PERSONE] Kissy, l'ultima diva



Se dicessi "sotto il porticato di Teramo, puttane e froci!" vi viene in mente qualcosa?
E se dicessi "sei una scimmia che ha preso i cazzi in culo dalle scimmie!"?
O ancora "le evangeliste prima danno il culo, poi -quando si sposano- danno la fica!"?
Ancora niente?
E allora con questa frase almeno metà di voi la riconoscerà: "118! Chiamate un po' il 118!"
Lei è Kissy, l'ultima vera diva, suo malgrado.

Ho conosciuto Kissy più di quindici anni fa, appena iniziata l'università.
Ok, Kissy è un soprannome non si sa bene nemmeno da dove sia uscito. All'epoca era anche la Lady Aquilana o Trolley, perché la si incontra sempre con una valigia a rotelle (trulli, secondo la sua pronuncia).
Lady Aquilana perché è di L'Aquila, dove appunto la conobbi. Ovviamente su un pullman.

Kissy si chiama Gabriella. Di lei si raccontano cose diverse, lei stessa parla di un matrimonio naufragato. Afferma di avere una figlia e due nipoti. Le voci si modificano col passaparola e la verità, quella vera e semplice, non la sa mai nessuno.
Una volta ho dovuto anche pagarle il biglietto del viaggio perché a causa sua (o di un controllore troppo ligio al dovere) salì addirittura la polizia sull'autobus.
Aveva con sé dei cani, destinati a morire sotto l'inverno aquilano, e se li era portati sul mezzo. Un'ora di ritardo, tra discussioni e isterismi. Poi pagai il biglietto (a lei? ai cani? per il controllore? per la polizia?) e si risolse così. Io tornai a casa, lei chissà. Forse a Teramo, forse a Giulianova.

Ma all'epoca i cellulari non facevano video. Una cosa del genere avrebbe fatto milioni di visualizzazioni su Youtube: esattamente ciò che succede dal 2014, quando qualcuno intercetta uno sfogo di Gabriella alla cabina telefonica dei giardini pubblici di Teramo. Inizia il delirio.
Non che prima non ci fossero testimonianze video delle sue intemperanze. Ma è da quel video che la questione è andata degenerando, sino all'apice del 2015 con il celebre "118!".

Adesso, la sfortunata Gabriella è un personaggio pubblico, suo malgrado. Decine di video che hanno oltrepassato i confini abruzzesi per approdare sui dispositivi di mezza Italia.
Persino Fedez dice di fare tapis roulant guardando i video di Kissy.
E' ciò che è toccato a tanti altri, sfortunati come lei. Ma lei ha sempre avuto qualcosa in più: forse consapevole di essere una diva, è lei stessa a ribadire che le copiano mode, che attrae come il miele e che la gente viaggia perché c'è lei.
Lei stessa dà spettacolo con decine di testimoni, improvvisando balli ai giardinetti.
Purtroppo è anche vero che qualcuno la stuzzica appositamente, provocandone la colorita reazione.

Assurdo pensare che non sappia di essere in milioni di click. Eppure potrebbe darsi che davvero non ne sia al corrente.
Qualche giorno fa, un artista teramano ha registrato i diritti del nome "Kissy" ottenendo di far rimuovere i video che la vedono protagonista. Un gesto importante, sicuramente esemplare.
Perché dietro al divertimento (che sia un video o un aneddoto che Kissy ti racconta incontrandola in giro) c'è una persona fragile, alla quale la vita ha riservato una svolta poco felice.

Ma appunto, questo gesto è stato fatto solo per Kissy.
Perché? Perché lei è di più.
Girava voce, più volte, che fosse morta. Leggende urbane.
E solo i grandi nomi sono coinvolti nelle leggende urbane.

55 commenti:

  1. Si diceva la stessa cosa di Mosconi: che facessero degli scherzi apposta in studio perché conoscevano quale sarebbe stata la sua reazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso anche per Magnotta, restando in Abruzzo come Kissy e nella blasfemia come per Mosconi.
      Insomma, prima giravano le cassette, oggi i video: cosa è cambiato? Nulla.

      Moz-

      Elimina
  2. Parto nel commento con un elogio a Miki: mi è davvero piaciuto il modo con cui ha affrontato questo tema. Lo ha fatto senza dare giudizi, senza facili ironie, con il suo stile accattivante di racconto; mi ha fatto conoscere un personaggio particolare delle sue parti, a me sconosciuto.

    Ciò detto, leggo che Fedez fa i tapis roulant guardando questi video: beh, mi conferma la statura morale del personaggio. Ok, su Mosconi siamo caduti tutti e abbiamo riso tutti, perché in un certo senso riusciva a trascendere, nella sua blasfemia, il senso del trash; si trattava poi di un personaggio squisito, uno stimato professionista. Nel caso di Kissy e di tanti altri personaggi, si parla invece di persone con "problemi" che andrebbero aiutate, non diventare un qualcosa di nazional popolare. Questo sia chiaro non è una critica diretta a Miki, proprio perché: a) lui ha parlato di una persona con cui ha avuto modo a che fare; b) lo ha fatto nel modo migliore.

    Apprezzo molto ciò che ha fatto quella persona, di utilizzare quell'espediente per far rimuovere i video.

    ps però è vero, le evangeliste e le testimoni di Geova concedono il fiore bagnato di brina solo dopo il matrimonio, ma vi assicuro che sono molto attive per tutto il resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta stavo per andare agli incontri nella sala del regno perché una geovista che aveva suonato il mio citofono era bella XD

      Su Kissy cado anche io: io stesso sono suo fan, guardo i video, conosco a memoria tutte le sue battute.
      Non l'ho mai provocata -non occorre: le ho visto fare di tutto, nel bene e nel male, senza che bisognasse stuzzicarla-.
      Qui è una vera e propria diva, una dea: organizzando un gioco, tre anni fa, utilizzammo le sue celebri frasi come domande di un quiz.

      Insomma, il confine è labile. Il rispetto da parte mia c'è sempre.

      Moz-

      Elimina
    2. Beh, tu comunque sei del posto, lei è un personaggio del posto. Anche io ho la mia mitologia di personaggi :).

      Elimina
    3. Come tutti: perché ogni posto ha questo tipo di persone, purtroppo.
      Oggi ce lo ricorda youtube, ieri i video semplici, prima le registrazioni. E decine di anni fa, i racconti.

      Moz-

      Elimina
  3. Miki, chapeau!
    Ti faccio i miei complimenti per come hai saputo affrontare un argomento abbastanza difficile.
    In certi casi è molto facile cadere nell'ironia gratuita se non peggio.
    Tu sei riuscito a trattare Kissy come una persona. E' una persona ma altri l'avrebbero trasformata in macchietta. Tu no!
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kissy è una persona, ma anche un personaggio. Ben prima che ci fosse Youtube.
      Secondo me l'argomento è difficile perché... se è vero che è ingiusto riprendere la gente, quanto è giusto (per una firma su un contratto) mandare la stessa tipologia di persone (o quasi) a farsi prendere in giro in programmi come Ciao Darwin?

      Moz-

      Elimina
    2. Sinceramente non so nemmeno cosa sia Ciao Darwin. Non guardiamo tivù :)
      Dico solo che tanti, forse anche in quel programma???, Sarebbe diventata macchietta, burattino... lo scemoo del villaggio da mettere in mostra.
      Ho capito anch'io che è un personaggio a suo modo però da come ne hai scritto tu si sente che è un essere umano prma di tutto. Coi suoi problemi, però è e resta in primis una persona.
      E' molto più facile fare ironia, sarcasmo... parlare per sfottò che parlarne con leggerezza come hai fatto tu

      Elimina
    3. Ho detto Ciao Darwin per indicare un programma a caso che prevede l'intervento di "personaggi" vari.
      E' un discorso complicato, perché ad esempio in molti, inconsapevoli vittime di scherzi ripresi o registrati, sono poi finiti per diventare famosi (Magnotta, su tutti).
      Non mi stupirei se Gabiella venisse chiamata a fare la madrina per qualche evento, perché comunque lei è "agitata" quasi solo se la stuzzicano...

      Moz-

      Elimina
    4. Patricia ha spiegato meglio quello che volevo dire a inizio mio commento :D

      Elimina
    5. Sì, ma ho capito perfettamente.
      E' che il discorso è davvero complicato da affrontare.

      Moz-

      Elimina
    6. Secondo me accettare di fare i personaggi è ben diverso che ritrovarsi a esserlo inconsapevolmente.

      Elimina
    7. Vero, è diverso legalmente, ma non nella forma :)

      Moz-

      Elimina
  4. Enzo la vipera e Mario o Ines la matta ti dicono qualcosa? Personaggi della mia città con lo stesso destino di Kissy.Odiati e amati, ripresi , beffeggiati..anche loro con un passato difficile, probabilmente, fragili o consapevoli chissà. E allora occorrerebbe difenderli da chi si diverte con loro per ovviare alla vita noiosa. Tutti. Tutti i "Kissy" di tutte le città. Grazie per questo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, però di "matti del paese" ci sono in ogni paese.
      Spesso stuzzicati, a volte compatiti.
      Il destino di Kissy è a metà, questo è innegabile.
      Non mi stupirei se la invitassero in televisione: lì verrebbe ripresa legalmente, e non cambierebbe nulla.

      Moz-

      Elimina
  5. Anche io devo riconoscere che forse mai, in tutta la decennale storia del tuo blogging, hai mai trattato con tanta delicatezza una situazione che prevedesse una persona, ma chi ti conosce bene sa che odi parlare di terze persone quando queste non sono presenti e si è avvertita la fatica che hai fatto e l'attenzione nella ricerca delle parole per la nostra dolce Kissy.

    Io l'ho incontrata un paio di volte ma non ci son mai entrato in contatto... la vivo più sui video che le fanno e sulla pagina fb dove comunque le persone le vogliono bene...e mi meraviglio come, fino ad oggi, non abbiano fatto qualcosa per fare davvero qualcosa di concreto per lei. Un abbonamento annuale all'Arpa, o qualsiasi altra cosa che possa aiutarla, perché, come dici tu, è una persona sfortunata ma che la vita la prende davvero a "moccicate" come diremmo noi abruzzesi.

    The Doc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sincero: non ho fatto fatica a scrivere questo articolo.
      In effetti lei è un po' abbandonata a se stessa, io anche farei qualcosa tipo ciò che suggerisci.

      Moz-

      Elimina
    2. Allora ho percepito male, pardon... ma è di certo lontano anni luce dal tuo stile, a parte la prima parte.

      Comunque non dovrebbe esser complicato... collette, piccolissime donazioni, una carta ricaricabile... boh, cose così.

      The Doc

      Elimina
    3. Mi aveva colpito la questione del trademark sul nome... Kissy per me è davvero una diva, e lo dico col massimo rispetto :)

      Moz-

      Elimina
  6. Ciao Moz,DOMY
    Mai sentito parlare nè visto un video che riguarda Kissy.(Di Fedez ne ho sentito parlare e ho visto qualcosa ma non sopporto nè lui nè quella fintona di fidanzata bionda che si ritrova) XD
    Tornando a Kissy lei è consapevole ed è d'accordo che qualcuno ha chiesto la rimozione delle sue esternazioni pubblicate su Youtube? A me vien da pensare che,in qualche modo,sia una forma di affetto e approvazione che lei cerca e che non le dispiaccia, anzi è un motivo per andare avanti e sentirsi "amata"(Non è un commento negativo eh)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che lei sia al corrente dei video, però mi pare strano che nessuno glielo abbia detto.
      Però, da quel che ho capito, la storia del copyright sul suo nome è una iniziativa di un musicista: lei non c'entra nulla...

      Moz-

      Elimina
  7. il fatto che Fedez guardi i suoi video la fa balzare al primo posto... lo si sa che sono bimbaminkia quando si tratta di quell'omino lì... o di te Mozzino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha lo so lo so, ma in questo specifico caso lui non è che ci abbia fatto chissà quale bella figura :)

      Moz-

      Elimina
  8. Bellissimo articolo! Le prese in giro e le provocazioni ai personaggi cittadini non sono comunque una triste esclusiva dei nostri tempi. Ad Arezzo, a tempi dei miei genitori (o meglio dei miei nonni), per le strade viveva Angiolina Cipollini, ma tutti la chiamavano la Spútaci. I monelli di tutte le età la provocavano, una vecchia sola e un po'pazza che reagiva in maniera scomposta, non di rado cercando di prenderli a bastonate. La Spútaci è morta nel 1970 ma ancora è uno dei personaggi più noti di Arezzo. Le hanno anche dedicato una statua. Chissà, magari tra molti anni a Teramo ce ne sarà una della Ketty!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anche io. Non scherzo.
      Tra lo sfottò e l'ammirazione, in questi casi, il confine è sottile.
      Non mi stupirebbe vedere Kissy presenziare qualcosa.

      Moz-

      Elimina
  9. Ho visto qualche video di questa tizia, ma lei è l'ultimo esponente di una lunga lista, purtroppo.
    A parte il ragazzo della mia provincia che "zappava" che fu parodiato all'inverosimile qualche anno fa, è ancora molto virale la presenza di Tony " Bobbe Malle " anche se qui in città è conosciuto con un altro pseudonimo che ritengo ingiusto dire, che è diventato noto non solo in rete ma anche in tv e su Radio Deejay qualche anno fa, prima che i parenti si stufassero delle attenzioni sulla sua figura.
    Venne persino Diprè mi pare ad intervistarlo.
    Ti dirò che io non gli ho mai fatto un video, magari avrò persino riso e sarò stato presente in qualche ripresa visto che non abita e frequenta neppure troppo distante da me e la città è pure piccola, ma l'idea di mettere in rete le immagini e le " doti " di una persona senza il suo consenso lo trovo barbaro, soprattutto quando si tratta di mezzi radiofonici, televisivi o roba come youtube ed affini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, hai citato un altro aspetto: Diprè.
      Lui stesso interviene dove esistono questi "fenomeni".
      Insomma, l'argomento è particolare e riguarda privacy ma non solo.

      Moz-

      Elimina
  10. Non conosco Kissy, ma dalla descrizione che fai credo di conoscere molte persone che chiamo "piccoli Charlot" che diventano loro malgrado popolari ma non per questo aiutate da chi potrebbe o dovrebbe... Perché se stessero meglio diverrebbero persone qualunque, non più oggetti dell'anonimo sarcasmo.
    Poi da morti diventano popolari per degli eredi stronzi che si devono spartire come meglio riescono i risparmi di queste persone.

    Bell'articolo, come sempre complimenti per l'approccio imparziale ma non insipido a un argomento serio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stupisce di come abbiate notato tutti un approccio particolare in questo post, che io ho scritto davvero in modo spontaneo! :)
      Comunque è vero: se questa gente non viene aiutata, non è giusto che poi magari la gente ne prende i risparmi!

      Moz-

      Elimina
  11. E' vero, anche dalle mie parti si incontrano in strada di questi personaggi, che sono parte inalienabile del contesto urbano. Uno dei più famosi di loro, una donna, ha anche partecipato a "La corrida" televisiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo dubbi: lì ci saranno finiti in molti, e noi ne ridevamo solo perché c'era un contratto firmato per vederli. Su YT non c'è, ma la sostanza non cambia.

      Moz-

      Elimina
    2. Chi vedeva La Corrida soltanto per ridere, ha capito una parte soltanto della "mission" (come si dice ora) di quella trasmissione. Lo scopo era offrire cinque minuti di popolarità a gente non famosa che desiderava avere quell'occasione. Nessuno è stato preso per strada e scritturato con raggiri... Si rideva di chi voleva divertire gli italiani, ma si applaudiva nell'ascoltare dei talenti rimasti nell'oblio perché la vita non è stata magnanima con loro... Erano dilettanti, non buffoni o mentecatti.
      Oggi sul web il discorso è schifosamente ribaltato, e a chi pubblica video per far ridere sul modo di esprimersi o su un tic della gente comune, chiedo come si sentirebbero se un loro figlio finisse su Youtube per lo stesso motivo.

      Elimina
    3. E' vero, non era quello il senso de La Corrida, che forse tra i tanti si è pure mantenuta pura. Ma altri programmi?
      Molti fanno leva solo sulla "personaggite" di certi soggetti. Non sono certo ripresi a tradimento, ma fanno ridere -loro malgrado? O consapevolmente?- lo stesso pubblico di youtube...

      Moz-

      Elimina
  12. In questo post si vede la classe del blogger capace di trattare con intelligenza argomenti potenzialmente riconducibili a una macchietta. Per quel che vale ti faccio i miei complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora grazie. Non so che altro poterti dire, io ho scritto un post come sempre :)

      Moz-

      Elimina
  13. Non conosco Kissy, ma il tormentone del 118 forse l'ho sentito da aulche parte... comunque mi piace il modo in cui hai affrontato il discorso, e te lo dico anche se te l'avranno ripetuto in molti prima di me. Dalle mie parti invece c'era una persona simile a Kissy ma con lui non hanno fatto in tempo a metterlo su YouTube: purtroppo (o per fortuna, chissà) lo hanno "rinchiuso" prima. Sono persone che vanno protette, inevitabilmente, e che possono strappare un sorriso o una risata, ma sono indifesi, ed è la parte più difficile da gestire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: la questione è proprio questa.
      Kissy, di suo, ha sempre dato spettacolo anche attirando volutamente platee (una che si mette a ballare ai giardinetti, sapendo di avere pubblico, è "consapevole" di essere guardata da decine di persone).
      Pertanto considero la questione abbastanza spinosa, ma è vero che bisogna difendere queste persone.

      Moz-

      Elimina
  14. Ho conosciuto questo "personaggio" su Instagram, ma non sapevo chi fosse né se fosse una roba studiata a tavolino. Ha fatto bene questo artista a tutelarla in qualche modo. Non credo che questa persona sapesse il giro che hanno fatto i suoi video, anche se magari si aspettava di finire da qualche parte.
    Grazie per averci raccontato questa storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma secondo te davvero servirà a qualcosa? Lei dà comunque spettacolo, la gente la riprende e, se non finisce su YT, finirà privatamente come video inviato su gruppi Whatsapp...

      Moz-

      Elimina
  15. L'avevo sentita nominare (riguardo a puttane e froci). Comunque sinceramente mi dispiace che queste persone vengano trattate come fenomeni da baraccone. Io l'avrei aiutata e portata da qualcuno, ad esempio uno psicologo, per farla sentire meglio e magari farla tornare ad avere una vita normale con amici come surrogato di famiglia.
    Comunque articolo molto bello. Io i suoi video non li vedrò perchè non mi va di gioire della sua sfortuna, lo trovrei cattivo. Sei stato molto umano nel descriverla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, io i video li conosco e li so a memoria, lei qui è davvero una diva.
      Sono circa venti anni che si raccontano le sue gesta, semplicemente ora il fenomeno è esploso: gli aiuti ci volevano già all'epoca.

      Moz-

      Elimina
  16. Quanto siete patetici,dall autore del post a tutti voi che lo seguite,dando giudizi pieni di buonismo su questa persona sfortunata ,giudizi su chi la mette in rete e la commenta senza rendervi conto che vi comportate allo stesso modo. Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela, forse non hai colto il senso del post: anche io ho dubbi vari, non la compatisco, non sono buonista, conosco i suoi video e le sue battute.

      Moz-

      Elimina
  17. Condivido il fatto che tu abbia saputo trattare con delicatezza il tema. Trovo molto più volgare e gratuito chi ha ripreso quella povera donna per volerla rendere uno zimbello pubblico. Ma d'altronde, come si riprendono omicidi, atti di bullismo e tanto altro schifo, qui la superficialità umana non ha saputo resistere dalla tentazione di ridicolizzare una donna con problemi invece che averne pietà e rispetto. Scusa forse io sono più duro su queste cose ma se posso ancora sforzarmi di comprendere un sorriso per certi atteggiamenti suo malgrado forse esilaranti, e sottolineo forse, non comprendo il volerli pubblicizzare on line portando questa persona ad avere una fama locale suo malgrado dettata dai suoi problemi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sinceramente non credo che l'intento sia stato sempre quello di farne uno zimbello. Certo, ci sono dei video dove viene provocata, questo sì, ma altri dove la gente riprende ciò che lei sta già facendo e dicendo pubblicamente.
      Comunque, sono con te :)

      Moz-

      Elimina
  18. Ma complimenti ,hai contribuito a diffondere di più una situazione di disagio di una persona sfortunata,tante belle parole di elogio a chi ha fatto togliere i video e poi sei il primo a pubblicizzarli,e sei seguito da un branco di persone uguali a te,che peraltro non sei nessuno..la cosa buffa è che ti atteggi a blogger di una certa levatura..sei l ' equivalente della tv spazzatura e come tale il tuo pubblico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) non mi sono mai atteggiato a blogger di una certa levatura, perché non lo sono.
      2) non ho pubblicizzato alcun video, e comunque lei è già "famosa" suo malgrado.

      Grazie per le gentilezze su di me e il mio pubblico, detto da un anonimo è un complimento :)

      Moz-

      Elimina
  19. Io non l'ho mai sentita, né le frasi mi dicono nulla.
    Conosco Germano Mosconi, divenuto famoso non per il suo lavoro.

    La "viralità" dei file multimediali, in web, è un qualcosa di morboso che porta gli utenti a ricercare il successo, il diventare famosi per un contenuto che, spesso, non rappresenta loro in prima persona.

    Un po' come successo a "Bobbe Malle", dal quale si recavano in tantissimi dopo che divenne "famoso" su YouTube, ma, a quanto mi risulta (ma potrei tranquillamente sbagliarmi) la maggior parte di loro ci andava per farci nuovi video, esortarlo a cantare, per poi caricare il file in web ed ottenere visualizzazioni.

    Era (o "è", spero sia vivo ancora) una persona con problemi personali con la voglia di cantare, sorridere, e non di esser preso come burattino di ilarità o guadagno (visto che molti monetizzano i canali YouTube con video del genere).

    Ciao Moz!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti questo è: bisognerebbe che yt non facesse monetizzare con questi video.
      Tutto qui.

      Moz-

      Elimina
  20. Che magnifico post! Io poi che sono facile alla commozione, per fortuna che tra il serio e il faceto ci sei tu ;)
    Molte città partoriscono "figli della fortuna", ad alcuni va decisamente meglio.
    Grazie per questa straordinario racconto (l'ho detto io che sei sentimentale^^)
    :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, non è che sono sentimentale, è che Kissy è una dea, davvero.
      Certo, alcuni la provocano, forse (anzi, sicuramente) è sbagliato filmarne le reazioni... ma lei è più di tutti gli altri. Se sapesse "sfruttarsi", diverrebbe ricca.

      Moz-

      Elimina
  21. Dalle mie parti tutti hanno sul telefono i video di Kissy.
    Personalmente non amo queste prese in giro... Evito sempre di alimentarle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La dea ha oltrepassato i confini, quindi.

      Moz-

      Elimina