[TELEVISIONE] buonismo e Buondì: quando gli spot fanno scandalo


Ha fatto discutere, negli ultimi giorni, il nuovo spot Buondì Motta.
Quello dell'asteroide, per capirci.
Cosa c'è che ha fatto scandalo?

In realtà lo spot è simpatico e rompe un po' i soliti schemi che vedono al centro delle vicende la classica famiglia perfettina.
Cioè, sì, questa è la famiglia perfettina, che però viene punita. Una ragazzina corre dalla mamma per chiederle una colazione che sia buona ma non faccia male, e blablabla; la madre le risponde che non esiste niente di tutto ciò e possa colpirla un asteroide se ciò non è vero.
E tanto è: dal cielo piomba la meteora che spiaccica la signora.

Nulla di nuovo sotto il sole. Uno spot degli anni '80 -reclamizzante sempre uno snack- fu bandito per lo stesso motivo: al centro della scena una bambina carina che, in un verde campo, decantava le lodi dell'ennesima merendina che fa bene, +latte-conservanti, naturale. Arriva un bulletto e la scaraventa via, mangiando il suo grandioso cibo spazzatura che lo spot reclamizzava. Lo ricordate?

Quindi, davvero nessuna novità: giocare coi cliché (e sappiamo bene quanto la famiglia del Mulino Bianco lo sia...) è pure facile. Buondì Motta riesce a far parlare di sé e fa centro.
Nessun cattivo gusto, nessun chissà quale messaggio negativo. Dobbiamo difendere i bambini dalle merendine, magari, e non dai relativi spot. L'umorismo non ha mai ucciso nessuno.
E nemmeno un Buondì Motta, a ben vedere.

Vi lascio un video trovato in rete, con gli spot anni '80 al limite della censura. Che però passarono tranquillamente in tv e nessuno -forse- ebbe da ridire.



100 commenti:

  1. Ma ridiamoci su, no?
    Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, non c'è nessuna polemica da fare :)

      Moz-

      Elimina
  2. Meh, i benpensanti si commentano da soli: vogliono far crescere i figli in campane di vetro, ecco perchè al giorno d'oggi ci sono così tante mammolette in giro. Quanto allo spot, l'idea di base era molto buona, ma è stata realizzata maluccio. Poi il target è sbagliato: uno spot del genere sarebbe andato bene per un altro prodotto, diretto ad un tipo di pubblico più adulto e smaliziato, secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto!
      Sì, infatti io trovo perfetto lo spot anni '80 dove comunque se la vedono tra ragazzini.
      Questo ne è una copia, bella, ma comunque un'idea sfruttata.
      Pare comunque che vadano avanti con la saga!

      Moz-

      Elimina
  3. Mi chiedevo perché ancora non ne parlassi. :p

    - (Commento il video che hai postato) Vabbè, erano gli anni di Colpo Grosso... ora una trasmissione del genere verrebbe censurata alla sola idea (donna oggetto - pornografia gratuita ecc...) ... la volgarità nel 2017 è diventata ancora più sottile e anche bizantina. La volgarità palese di quegli anni ora si traduce in una malizia intrisa di tutto e in ogni situazione ma che non chiamiamo mai con il proprio nome. La cosa che è cambiata molto rispetto a 20/30 anni fa è che prima ci si spippettava in compagnia, ora ognuno in cameretta propria e guai a parlarne. Siamo addirittura diventati più falsi e falsamente pudici. ;)

    Sulla pubblicità del Buondì hanno fatto segno: innanzitutto con l'asteroide che ha colpito il bersaglio e poi, comunque, bene o male l'importante è che se ne parli, e nel campo della pubblicità questo motto vale doppio. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, oddio, spippettarsi in compagnia non credo... E' pur sempre qualcosa di intimo e personale :)
      30 anni fa, appunto, l'epoca di Colpo Grosso. La volgarità era molto più genuina, senza tanti sottotesti. Lo spot del cioccolato parla di qualcosa di più lungo e più grosso, amen. Oggi sarebbe inutilmente volgare.

      Moz-

      Elimina
  4. All'epoca passò questo spot della Piaggio: https://www.youtube.com/watch?v=29ykdwcmo9E
    ricordo che ne rimanevo ogni volta terrorizzato, tanto da cambiare canale ogni volta :D e ora ci scandalizziamo per l'asteroide? comunque la prima volta che l'ho visto ho detto: mazza che rompipalle di famiglia, insopportabile..e in quel momento cade l'asteroide, è proprio azzeccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha me lo ricordo! Dio, atmosfere alla Thriller di Michael Jackson :)
      Ahaha vero, io spero muoia pure la ragazzina, in uno dei prossimi spot! :p

      Moz-

      Elimina
  5. Maestra Miyagi04 set 2017, 21:57:00

    Beh, il bulletto che spinge a terra la bimba effettivamente era poco carino, se pensi che il bullismo non è una cosa da sottovalutare neanche oggi, indipendentemente dal perbenismo o dal politically correct. Il meteorite invece è una cosa talmente poco probabile nonché indipendente dalla volontà umana, che sinceramente non capisco sta censura senza motivo. È una pubblicità, santi numi! A sto punto censurassero Bambi, che sicuramente qualche trauma infantile l'ha procurato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però era una cosa simpatica contro le bambine perfettine degli spot rompipalle!
      Ma ricordi di preciso che spot era? Non lo trovo più :o

      Moz-

      Elimina
  6. Ormai non si può più fare o dire nulla che qualcuno si indigna. Che schifo di società.

    RispondiElimina
  7. Mi ricordo le pubblicità Bilboa con le ragazze a seno nudo e sede al vento. Questa di Motta alla fine è molto cartoon come effetto, non vedo perché fare tante storie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le segheeee nereeee :)
      Viva gli spot Bilboa, ancora mi ricordo la canzone.
      https://www.youtube.com/watch?v=2RSJs7TUh-8

      Moz-

      Elimina
    2. Ma la donna che faceva lo spot della Bilboa ha ricevuto una medaglia?

      E' stato un idolo per tanti ragazzetti XD.

      Oggi pensare a uno spot con un seno di fuori scatenerebbe l'apocalisse. Oggi al massimo passano un uomo nudo (ovviamente coperto sulle parti intime). Ma la donna deve essere vestitissima, senno' sai le proteste..

      Elimina
    3. In effetti è un po' che non vedo sise al vento negli spot.
      Intanto riascolto Mama, il jingle Bilboa XD

      Moz-

      Elimina
  8. Lo spot incriminato l'ho visto soltanto ieri, di rimbalzo da certi commenti segnalatimi su Whatsapp (non ho la tv), e più che scandaloso l'ho trovato poco originale: come dice Miki ricordo anche io una vecchia serie di spot dove un personaggio viene ogni volta spazzato via da qualcosa di esagerato perché le sue affermazioni risultano false...

    Il video proposto qui, invece, mi ha ricordato quasi tutte quelle pubblicità: in effetti poteva essere che il gioco di base prevedesse l'uso di una videocassetta ma che questa andasse comprata a parte, magari dimostrando di essere adulti...
    "Io ce l'ho profumato..." invece scatenava puntualmente risate in famiglia. :D
    La più scandalosa, ma secondo me tra le più riuscite, resta quella del Martini con Charlize Theron! Non la ricordate? Eccola. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto: la domanda sulla vhs era sicuramente per ribadire che fosse inclusa nella confezione.

      Bellissimo lo spot, anche se la gag è vecchia e la usarono già in uno dei film Vitali-Fenech-ecc XD

      Moz-

      Elimina
  9. Devo dire la verità, in questi ultimi anni non guardo più la tv, avendo un sacco di altre cose da fare (a parte i film di natale, la tv è da noi sempre spenta), quindi non saprei dire se la censura sia aumentata, e da quando. Sicuramente questo spot va contro un mito come la mamma e la mamma di una famigliola senza macchia, quindi ... rischia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma appunto per questo è divertente: colpisce il cliché per antonomasia. Spero che l'asteroide sotterri anche la bambina (più odiosa della madre XD)

      Moz-

      Elimina
    2. Di bambini viziati negli spot ce ne sono a bizzeffe. Quello che pretende "il latte della Lola", quello che sgrida il padre che interrompe i suoi giochi con delle merendine da forno "C'è qualcosa di più fresco in frigo!" Stereotipi di un essere ragazzini che faceva comodo solo a chi commerciava quella roba, non certo all'educazione dei consumatori.

      Elimina
    3. Appunto, allora viva gli asteroidi XD

      Moz-

      Elimina
  10. Ma cazzo, si chiama ironia! Non puoi fare nulla che esca un attimino dal recinto che subito "scoppia la bufera".
    Poi forse per una merendina non era adattissimo come target, ma in passato ci sono state pubblicità molto peggiori, su cui indignarsi aveva un senso.

    A proposito di anni '80, guardati QUESTO spot:
    https://www.youtube.com/watch?v=eyd51lvu3xw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il bello per un pubblicitario è proprio uscire dal seminato, sennò che gusto c'è?
      Bellissimo lo spot liquidslam-pizza, assurdo ma divertente^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sarà divertente ma non mi ispira ad acquistare i prodotti reclamizzati.
      Lo scopo prioritario di una pubblicità dovrebbe essere quello di incuriosirmi, convincermi all'acquisto, non divertirmi. Anzi, se m'interrompe un film, non so nemmeno quanto mi possa divertire.

      Elimina
    3. Beh, gli spot sono spesso anche provvidenziali. A me, pochi, non danno fastidio anzi ti permettono di bere-pisciare-aprire frigo.
      Poi gli spot sono piccole opere in sé :)

      Moz-

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Lo spot di American Eagle, che ricordi! Tutta quella nudità, per un bambino (avevo 11-12 anni) era un qualcosa di magnetico (ma senza particolari malizie)

      Elimina
    6. Sì, non è che c'era sempre malizia: era anzi forse divertente perché c'era il nudo.

      Moz-

      Elimina
  11. La cosa più assurda è che molti dei benpensanti e delle mamme che criticano lo spot perché offensivo e perché danneggia i bambini... con cosa sono cresciuti? Con Tom & Jerry e Wile E. Coyote. In una puntata media di questi cartoni si può vedere anche di peggio rispetto allo spot del Buondì, ma nessuno di loro credo si sia mai sognato di censurarli.

    E comunque parlando sempre di ironia: questa storia mi ha ricordato alcune puntate dei Simpson, per esempio quella in cui cercano di mitigare la violenza in Grattachecca e Fichetto. Magari un tempo le trame di quegli episodi potevano sembrare esagerate volutamente per far ridere, ma ora sono la realtà. E senza i risvolti assurdi e divertenti di una puntata dei Simpson, resta solo una gran tristezza :( .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli, in quanto cartoni slapstick, sono accettati.
      Già i cartoni che presentano violenza "reale" come tutti gli altri (giapponesi in primis) vengono censurati... :o

      Moz-

      Elimina
    2. Vero. Ma appunto la pubblicità del Buondì mi sembra tutto tranne che realmente violenta :D . Molto più simile appunto all'ironia di Tom & Jerry che a un Dragonball qualunque :) .

      Elimina
    3. Sì, infatti. Ma è il concetto di famiglia perfetta ad essere toccato.
      Io farei uno spot di biscotti dove due contadini stuprano una gallina, per dire XD

      Moz-

      Elimina
    4. La televisione è ipocrita.
      Lo stesso presentatore che legge il numero in sovrimpressione per donare 5€ con un sms è lo stesso che poi regala migliaia di € con una telefonata... Ok che quei soldi vinti sono degli sponsor, però gli stessi sponsor, se non vivono sulle lune di Marte, sanno che c'è stato un terremoto o uno tsunami e potrebbero destinare quei soldi dove c'è bisogno invece che metterli in palio.
      Questa è una delle ragioni per cui ho rinunciato alla televisione.

      Elimina
    5. Miki lo spot che suggerisci non sarebbe manco originale, poiché di stupri alle galline si parla, in maniera ben poco velata, nel film "Vedo nudo" con Nino Manfredi.

      Elimina
    6. Beh, anche nel fumetto Preacher se ne parla :D
      Quanto alle lotterie, la vedo diversamente: sono soldi di gente che ha scommesso, e virtualmente sono soldi di quelle persone, che fino a che sono sul piatto, possono essere recuperati e vinti.
      Sarebbe come se fossimo in 10 a giocare a Sette e Mezzo a Natale, gestisco io il mazzo e decido di chiudere la partita -con i vostri soldi sul tavolo- donando gli stessi a chi mi pare.

      Moz-

      Elimina
    7. Se la specie umana fosse davvero civile, non si farebbe problemi sapendo che i propri soldi sono destinati per aiutare chi ha perso una casa, oppure per un bambino che deve subire un intervento delicato e costosissimo, o per mettere in sicurezza una strada pericolosa...
      Sarebbe sufficiente una clausola nel regolamento di qualunque concorso a premi, secondo cui in caso di gravi calamità o emergenze ufficiali, il montepremi raccolto potrà essere utilizzato per risolvere tali problemi.
      Ma noi vogliamo provare ad arricchirci anche mentre c'è gente che soffre, magari aprendo stupidi pacchi o puntando il dito per eliminare un concorrente più bravo di noi.
      Beh allora ha ragione Diane quando dice 'fanculo! :-/

      Elimina
    8. Anche la clausola sarebbe gestita in modo strano: quali calamità? Come fare a dire questo sì e questo no?
      Chi decide la gravità? Si entrerebbe in un mondo assurdo.
      Per me il gioco resta gioco e la beneficenza (che comunque non manca mai) resta tale.
      E' che la gente non dovrebbe giocare, questo sì.

      Moz-

      Elimina
  12. Non guardo la tivù perché non ce l'ho e ho letto di questo filmato pubblicitario qui da te.
    Che penso?
    Bah, ci si indigna per questo invece che per altre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, tipo che un processo per mafia che risale al 1984 deve ripartire da zero perché il giudice sta per andare in pensione... O che le ASL sono in tilt per via dei vaccini obbligatori imposti dalla diplomata ministra Lorenzin...
      Lì i bacchettoni/sottuttoio di Facebook non si indignano?

      Elimina
    2. Su Facebook non si parla di cose serie, lì vi staziona la massa.

      Moz-

      Elimina
    3. Però sono tutti bravi a fare i "giornalisti", con proseliti che mi arrivano su Whatsapp: notizie, talvolta false, puntualmente a tema unico da parte del mittente di turno...

      Elimina
    4. Eh, non cambia nulla nel tempo: sono come le catene di sant'antonio con le bufale, roba anni '70 :)

      Moz-

      Elimina
  13. La pubblicità deve sempre tenere conto del suo target, sia come fascia di età che come cultura. Sono almeno 15 anni che nelle reti in chiaro della tv rai/mediaset si vedono solo pubblicità di mastici per dentiere, creme per i funghi ai piedi e montascale perchè ormai il pubblico televisivo è over 60 ed è lo stesso pubblico che, per la gran parte, forma la propria morale su quello che la tv voglia diventi la morale attuale. Ormai fanno polemica su tutto! Pure sulla locandina della sagra della porchetta di Campli. Secondo me c'è in giro una fobia di essere discriminato nel senso che si ha quasi paura di ridere, prendere alla leggera certi argomenti. W l'ironia, w il black humor. E comunque delle pubblicità online di Taffo ne vogliamo parlare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Taffo COMANDA.
      E ha fatto lo spot pure sui Buondì XD
      Viva le pubblicità così, ironiche, anche di cattivo gusto, perché il vero cattivo gusto spesso è la realtà e sono le cose per cui NON ci si indigna!
      Ci sei andato a Campli? XD

      Moz-

      Elimina
  14. Erano più violenti i cartoni animati di Hanna & Barbera e della Warner Bros.
    Ma di che diamine stiamo parlando.
    E' fiction, cavolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa, il codacons che si scaglia (poi fa marcia indietro, dicendo che era una provocazione) su Corto Maltese... perché FUMA?

      Moz-

      Elimina
  15. Stupendo il video degli spot anni '80, ahahahah!
    È quasi sicuro che oggi non li passerebbero più in tv spot simili, peccato. Fanno ridere un casino.
    E poi stanno ancora a parlare di violenza in tv nel 2017... mah, che gente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sanno a cosa appellarsi.
      Come per il fatto che Corto Maltese fumi.

      Moz-

      Elimina
  16. Dico la mia: lo spot fa schifo :D.

    Poi sono d'accordo che oggi il politically correct abbia stancato.

    Il peggio però è proprio il dibattito sociologico che ha scatenato su facebook, ma ancor di più gli articoli di testate web che ne parlano. Sob!

    Comunque mi sa che mi tocca fare un post su tre simpatici spot XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovviamente articoli di testate web, intendo testate giornalistiche :)

      Elimina
    2. Ha stancato ma tira ancora.
      In molti si appellano a questo fantomatico senso comune del pudore e del buonsenso. Mah.

      Aspetto il tuo post-spot

      Moz-

      Elimina
  17. Vegana Nordcoreana è la mia nuova filosofficini findus di vita05 set 2017, 10:39:00

    ho visto questo spot, è esilarante!!!! al diavolo le mammine iperprotettive!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche le figlie rompicoglioni: spero in un sequel dove viene colpita anche la ragazzina XD

      Moz-

      Elimina
    2. Vegana Nordcoreana convinta al mille per cento05 set 2017, 15:30:00

      muhahahaha

      Elimina
    3. Intanto ho appena visto che viene colpito pure il padre...

      Moz-

      Elimina
    4. Vegana Nordcoreana convinta al mille per cento05 set 2017, 16:53:00

      so che di sicuro e' una battuta, ma se fosse vero, sarebbe fantastico

      Elimina
    5. Non era una battuta :)

      Moz-

      Elimina
    6. Confermo: è il sequel ufficiale, il padre arriva mentre c'è ancora l'asteroide fumante...

      Elimina
    7. Possiamo ancora sperare nella bambina, quindi...^^

      Moz-

      Elimina
    8. Vegana nordcoreana06 set 2017, 13:19:00

      Bellissimo!!! Non vedo l'ora di vederlo!!! :D
      Comunque Motta aveva preso per il culo anche i vegani (quelli classici, non quelli come me) con lo spot del panettone. A parte che manco quello vegano mangio, sono così povera che tutti i miei soldi li ho spesi per comprare un VPN per entrare nell'internet mondiale...e il cibo lo scrocco autoinvitandomi a cena da chi capita.

      Elimina
    9. Vegana nordcoreana soddisfatta della propria scelta06 set 2017, 13:29:00

      Appena visto quello con il padre :D
      Fantastica conclusione :D
      Spero trovino un modo carino per mandare in pensione la bambina ;P

      Elimina
    10. E se ti autoinviti da gente non vegana? :D
      Quanto alla bambina, urge un terzo spot XD

      Moz-

      Elimina
    11. Vegana nordcoreana che deve farlo sapere a tutti06 set 2017, 16:58:00

      Mangio il tavolo oppure i loro vecchi giornali ;P
      Yesssss, concordo

      Elimina
    12. Ti confermo che nel secondo spot, nell'impattoe dell'altro "asteroide un po' più infuocato di questo" la bambina rompicoglioni viene tipo spedita in orbita dall'esplosione, facci caso XD

      Elimina
    13. Ah, almeno pure lei se la semo levata dar cazzo XD

      Moz-

      Elimina
  18. più che buonismo si tratta di ipocrisia, molti di quelli che ora criticano questo spot magari lasciano i figli davanti alla TV a guardare qualsiasi cosa, con in mano un tablet da 500 euro con tanto di connessione, che dire. Obiettivo raggiunto dai pubblicitari, volevano si parlasse del prodotto. Punto.
    un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, loro ci hanno guadagnato. Io il Buondì continuo a mangiarlo una tantum come dal 1983 in poi.
      Non è uno spot di un prodotto sempre esistito che mi spinge a comprarlo più di altre volte XD

      Moz-

      Elimina
  19. "Bufera sui social" ormai le agenzie di pubblicità curano pure le reazioni indignate, tanto con qualche bot/influencer/astroturfer/chiamatelo come cazzo vi pare è questione di un attimo. Con la complicità di qualche giornalista pigro che ti scrive un articolo basandosi sugli hashtag che vanno di moda in quel momento, il gioco è fatto. Tutto molto noioso.

    È una roba che si autoalimenta, fine a se stessa, un serpente che si mangia la coda, si fottano.

    RispondiElimina
  20. P.S. La parola buonismo ha bello che cacato il cazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perbenismo ha rotto i coglioni :)
      Comunque sì, spesso le polemiche son fatte partire ad arte.
      E il popolo bue, ipocrita tra l'altro, fa nascere la guerra.

      Moz-

      Elimina
  21. Il video di Piffer ci sta a pennello (ma "Foglie&Voglie"?? Non me la ricordavo... mi ero fermata ai culi della Bilboa xD). Per quanto riguarda la Motta, inizialmente ha dato fastidio anche a me quella pubblicitià, ma non perchè l'ho trovata di "cattivo gusto" (di cattivo gusto c'è solo quella merendina che puoi rendere commestibile solo con due strati di Nutella a parer mio), piuttosto l'ho trovata un po' stupida, tira fuori in modo imbarazzante i due argomenti che "tirano" di più adesso, ovvero zombie e catastrofi in generale. Però ha funzionato, direi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spot non è sto granché. L'idea non male ma appunto nulla di nuovo (ribalta lo spot anni '80 che già fu nella bufare per i modi analoghi).
      W il culo e le tette Bilboa :)

      Moz-

      Elimina
  22. In effetti prima era anche peggio, per cui non capisco il perché di questo casino, anche se in verità è davvero leggermente troppo "estrema" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' estrema esattamente quanto un Banderas che parla con una gallina, eh XD

      Moz-

      Elimina
  23. io la trovo divertente, anche mia figlia la guarda senza crearsi turbe, è un gioco, ci sta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, senza bisogno di polemiche :)

      Moz-

      Elimina
  24. Ciao Moz,DOMY
    lo spot Buondì mi fa ridere (e sai che in questi giorni non ho molta voglia di ridere)... Mi innervosisce molto invece lo spot dove c'è un bimbo che con un barattolo di vernice verde imbratta tutta la casa e poi si rifugia nell'auto che lo protegge e gli dà un senso di sicurezza.Ecco,io un asteroide lo farei cadere su quell'auto con il bimbo dentro!XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, quello non l'ho visto!!
      Ci vorrebbe sì l'asteroide sull'auto XD

      Moz-

      Elimina
  25. Miki... ma son l'unica che non ha ancora visto questo spot motta??????
    Comunque da cosa ho capito l'attenzione la richiama eccome visto che se ne parla. Che poi sia la bambina a chiedere una merenda sana.... li sì che mi fa ridere!
    Resta il fatto che se uno spot serve a mettere in mostra un prodotto, questa ci riesce. Poi, dai, come dice Sinforosa, ridiamoci su.

    Quello degli anni 80 non lo ricordavo proprio, forse non lo avevo nemmeno mai visto. Ora però salterebbero le poltrone a mandarlo in onda ahahahha sempre più "benpensanti" si diventa.
    ps volevo dire fessi ma non sapevo se potevo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho beccato proprio poco fa il sequel, dove è pure il papà a essere colpito. Speriamo in una terza parte con la bambina -che è antipaticissima XD-

      Fessi? si può dire. Ma benpensanti è decisamente più offensivo XD

      Moz-

      Elimina
    2. Mi è venuta in mente una cosa ora ora.... meglio questo spot mooooolto probabilmente di quello del multijet con l'omino nudo che correva in campo
      Scemo, però chi lo dimentica ahahahahah

      Elimina
    3. Ahahaha anche voi donne volete la vostra parte... di asteroidi :)

      Moz-

      Elimina
  26. Troppo parlare per nulla, ci sono problemi più seri da affrontare, ma per le persone comuni è più importante indignarsi per uno spot.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Almeno anche la plebe ha le sue futili battaglie.

      Moz-

      Elimina
  27. Non l'ho vista e della polemica me lo ha accennato la mia ragazza (si vede -
    scrivo vede e il correttore mi scrive "ebrei", sono proprio un nazifascista!! - che non guardo tv e seguo i social) ma ogni volta che il perbenismo viene attaccato, io metto le ali, ovvero GODO! Misto tra Red Bull e gli angeli che mettono le ali quando una canapa suona.
    Lo spot anni 80 non mi viene in mente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è posto per te a piazzale Loreto,sporco fascista (cit.) XD

      Vero, anche a me piace specie quando dei poveri coglionotti si scannano sui social per difendere o accusare^^

      Moz-

      Elimina
  28. La novità sta non nell'aver giocato con i cliché della famigliola tradizionale, ma con averli bombardati. Letteralmente. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripeto: io vorrei uno spot di biscotti dove un redneck alla Dinamite Bla si fotte una gallina :)

      Moz-

      Elimina
  29. Penso davvero che molta gente ha preso questa pubblicità troppo seriamente. E si sono dimenticato di pubblicità passate demmerda, come: scoiattoli scoreggioni, marionette con padri trans e quel tizio che rimorchia una tizia dicendo "BUONSERAAAAAAAAAAAAA!".
    Perché accanirsi su questa pubblicità? Perché perdere cinque minuti della propria giornata nel criticare una cosa di 30 secondi? Perché scrivere post chilometrici?
    Che stronzata :I
    Però ammetto che vedo anche troppa esaltazione da parte parte degli amanti di questa pubblicità. Sento:
    "E' pazzesca!"
    "E' geniale!"
    "E' la miglior pubblicità mai realizzata!"
    Ehy, stiamo calmi... E' solo una pubblità! E' ben studiata e ben fatta, ma non si è inventata nulla di nuovo. Diciamo che fa il suo lavoro. Riesce a far parlare di sé.
    Che poi stiamo dimenticando la cosa più importante. Ma il Buondì lo compreremo e lo mangeremo dopo lo spot? Io no, perché mi ha sempre fatto schifo XD
    Beh... diciamo che una buona pubblicità non ti rende il merendino più buono ahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madonna quanto ho odiato lo scoiattolo scoreggione!! Io che ti rutto in faccia per salutarti, l'ho trovato sempre di cattivo gusto... ma poi da quando masticare gomme fa fare le puzze? Al massimo un ruttino perché stimola la digestione. Senza dimenticare che è gas quello che emette, per quanto fresco avrebbe dovuto fare da lanciafiamme, incenerendo la foresta e dintorni!

      Elimina
    2. Lo scoiattolo l'ho sempre trovato anche io di cattivo gusto, non faceva ridere per niente.
      Questa del Buondì la migliore pubblicità? Ma dai.
      Appunto negli anni '80 facevano meglio :)

      Moz-

      Elimina
  30. La gente su Facebook sta sempre a dire "meteorite dove sei?"..."meteorite ti aspettiamo"...ed ecco che quelli della Motta hanno esaudito il loro desiderio. :D

    RispondiElimina
  31. Premetto che non guardo la televisione in quanto tale da anni, per cui ho visto la pubblicità incriminata solo perché me la sono andata a vedere, visto che tutti ne parlano.
    Al di là del fatto, che non mi spiego questa sorta di caso di stato per una semplice pubblicità (come detto sopra è solo una pubblicità), mi spiego ancora meno questa crociata contro la stessa. Suvvia, un po' di ironia!!! Abbiamo tutti guardato Willie il Coyote e siamo sopravvissuti, no? La mamma spappolata dall'asteroide, in fondo, non è poi tanto diversa!
    Attendo, fiduciosa, l'annientamento della bambina odiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo assolutamente in due ad aspettare il terzo spot, anche se pare che la bambina sia stata già sbalzata via dal nuovo asteroide che ha colpito il babbo XD

      Moz-

      Elimina