[INTERVISTA] Manuela Blanchard, storica conduttrice di Bim Bum Bam


Dopo la chiacchierata con Uan, ecco a voi un'altra intervista esclusiva con una storica conduttrice di Bim Bum Bam: la mitica Manuela Blanchard!
Ho invitato Manuela sul Moz O'Clock per parlare del passato, del presente e del futuro.
Dagli anni '80 a oggi, tra retronostalgia e un ritrovato grande affetto del pubblico, ecco cosa ci racconta la nostra Manu!
 

MIKI - Ciao Manu, benvenuta sul Moz O’Clock.
Sul blog parliamo spesso di retronostalgia: anche tu pensi che ci si trovi tutti immersi in un ideale revival anni ’80 e ’90?
MANUELA - Ciao Miki, grazie a te dell'invito.
Sì, lo penso e lo sento, specialmente quando incontro le persone che, malgrado siano passati tanti anni, hanno ancora vividi ricordi dell'epoca e un grande affetto per chi ha tenuto loro compagnia nei pomeriggi dalle 16 in poi.
Quello che viviamo da bambini ha un sapore particolare: volti, suoni, profumi... riattivano la memoria dandoci delle sensazioni uniche. I bambini sono molto ricettivi e quell'età magica va protetta e allietata.

MIKI - Dalle manifestazioni di Tv-Pedia al recente Etna Comics: Bim Bum Bam, Uan, il Gruppo 80 e tu stessa state riscoprendo l’affetto del pubblico. Che effetto ti fa?
MANUELA - Siamo tutti alla ricerca di amore e di affetto... o no? Ho la fortuna di riceverne in abbondanza, mi sembra un regalo bellissimo che contraccambio molto spontaneamente: quando vi incontro sgorga spontaneamente una sorgente di tenerezza.

Manuela con Uan, il Gruppo 80 e i fans all'Etna Comics 2018

MIKI - Pensi che questo nuovo interesse verso programmi e tv del passato possa portare (o riportare) qualche format come Bim Bum Bam in televisione?
E tu saresti pronta a tornare in onda? Ti manca la tv?
MANUELA - Ci vorrebbe qualche coraggioso che ci crede e che decide di ridare uno spazio alla fascia bambini.
Mi domando come possa esserci tanta indifferenza a riguardo. Io sono pronta a tornare, se c'è una proposta in cui spiccano i contenuti, la sana attenzione ai bisogni dei giovani, il garbo e la passione.
Non mi manca la tv, mi manca il poter comunicare ai bambini, la possibilità di creare qualcosa per loro. Non importa il mezzo: tv, web, teatro... il tutto rivolto ai bimbi di oggi e perché no... a chi è stato bambino ai tempi di Bim Bum Bam. Unire le due generazioni in un momento comune... impresa non semplice.

MIKI - Qualche mese fa progettai per scherzo un possibile canale simil-Mediaset tutto improntato sulla tv di una volta, ma con sguardo al presente e futuro (QUI il palinsesto): secondo te un’idea del genere, tematica, potrebbe funzionare?
MANUELA - Al ritorno da Catania, dove eravamo invitati per la manifestazione Etna Comics, ci trovavamo in taxi con un giovane che ci raccontava quanto non gli piacessero i cartoni anni '80 e quanto fossero meravigliosi quelli di fine anni '90/inizio 2000.
Ricordo che quando i cartoni giapponesi invasero l'occidente, noi degli anni '60 che eravamo abituati alla Disney non capivamo come potesse piacere quel nuovo tipo di animazione, che ci risultava decisamente meno gradevole.
Quindi, alla tua domanda se potrebbe essere o meno un successo... beh, dubbio amletico, forse per un po' soddisferebbe i nostalgici!

Manu
MIKI - Rappresenti la conduttrice di Bim Bum Bam che ha traghettato gli spettatori tra le due anime del programma: quella anni ’80 con Bonolis e quella anni ’90 con il nuovo gruppo. Quali differenze pensi ci siano tra le due incarnazioni del format? Ce n’è una a cui sei maggiormente legata?
MANUELA - Sono legata al periodo con Paolo Bonolis e Giancarlo Muratori; mi è capitato molto di rado lavorare con gli altri conduttori perché quando il trio fu sciolto, io uscii in esterna per fare dei mini reportages. Sono stata nel programma per tredici anni, cercando di fare del mio meglio con lo spazio che mi veniva dato. Le differenze tra i due format sono evidenti, le atmosfere vengono create dalle sinergie tra varie personalità: ingredienti diversi, sapori diversi... nello stesso piatto!


MIKI - Dopo il 1996 sei praticamente sparita dalla televisione, e le poche informazioni sul tuo conto ti vedevano come insegnante di Tai Chi e artista marziale: è un impegno che continua?
MANUELA - È un percorso personale che ho iniziato molto prima di Bim Bum Bam, e che perdura ancora oggi. Mi raccomando, non fraintendete: non ha niente a che fare col menare le mani, ahah!
Comunque, quando sono sparita dalla televisione ho fatto tante altre cose.

Manuela, Uan, Paolo
MIKI - Ultima domanda: cosa bolle in pentola per il futuro? Dopo Etna Comics, i fan sicuramente vorranno incontrarti di nuovo! Grazie mille per il tempo concessomi un grande abbraccio e grazie per la compagnia di tanti pomeriggi (e mattine domenicali!)
MANUELA - L'acqua bolle... siam pronti a buttare la pasta e poi a gustarci -facciamo gli scongiuri- un buon piatto di spaghetti... Aglio fravaglio fattura ca nun quaglio, corna bicorna capa r'alice e capa r'aglio... e non deve mancare il peperoncino!

MIKI - Ahah, bene, allora attendiamo queste nuove portate!
Grazie mille per il tempo concessomi, un grande abbraccio e grazie per la compagnia di tanti pomeriggi (e mattine domenicali)!
MANUELA - Grazie a te, senza voi a guardarci dall'altra parte noi non ci saremmo stati! Ti abbraccio forte anch'io!

Continuate a seguire Manu nella sua Pagina Facebook Ufficiale!
Vi lascio i recapiti per contattare Manuela (per spettacoli e ospitate negli eventi):
Dayana Rusciano
Ass. Cult. Tv-Pedia
Mobile +39 3401459852
email dayana.jem@gmail.com
Se ti è piaciuto, leggi anche:

BIM BUM BAM - i cartoons dimenticati

94 commenti:

  1. Bell'intervista. Come Manuela temo la risposta dei giovani di oggi a un ritorno del format "Bim Bum Bam"...
    Forse l'ideale sarebbe un programma per i giovani di quegli anni, proponendo però cartoni animati di quel periodo rimasti inediti o mai trasmessi integralmente e senza censure.

    Manuela somiglia un pochino a Robin Curtis, attrice in MacGyver e Star Trek...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: un programma nostalgico che possa parlare a due generazioni!
      Io come sempre mixerei cartoons classici a episodi nuovi di serie vecchie (Sakura, Holly e Benji...)^^

      Moz-

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie, ma soprattutto grazie a Manuela :)

      Moz-

      Elimina
  3. Che bella intervista!
    Complimenti Miki e bravissima Manuela.
    Lei era e resta la mia preferita (altro che Bonolis...eheheh...).
    Grazie, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sempre amata, mi piaceva il suo rapporto di amore/odio con Uan :)

      Moz-

      Elimina
  4. Complimenti Miki per il colpaccio! 13 anni di Bim Bum Bam. Tantissimo se ci pensiamo!

    Mi piace molto la riflessione che ha fatto sul gradimento dei cartoni. Ebbene sì, c'è anche chi considera brutti i cartoni anni '80-'90 e predilige quelli di fine '90 e inizio 2000. Per me il contrario XD.

    Ne abbiamo parlato anche in passato, ma ad oggi credo che rischi di passare sottotraccia, un nuovo Bim Bum Bam. I bambini di oggi sono consumatori più frenetici, magari riguardano una puntata dello stesso cartone più volte (nel corso della giornata), non si affezionerebbero più a un format specifico come capitato a noi.

    Ma poniamo che facessero un bim bum bam amarcord con cartoni vecchi. I bambini difficilmente si appassionerebbero ai cartoni di un tempo.

    E noi adulti? Abituati allo streaming, allo scaricamento...non staremmo ad aspettare giorno per giorno la visione di quel determinato cartone del passato che vorremmo rivedere. A meno che sia proprio introvabile e ripescato. Ma se è introvabile oggi, mi sa che lo è anche per una televisione intenzionata a ritrasmetterlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, interessante la sua riflessione sulle annate diverse.
      Certo è che, però, oggi vige una sorta di retronostalgia sfruttabile commercialmente... si potrebbe puntare su quello.
      Quanto al format, sarebbe ovviamente da rivedere bene per poter piacere in quest'epoca... :)
      Comunque vero, c'è una netta differenza tra i bambini di oggi e quelli di ieri... noi amavamo sognare di più, ci si affezionava al prodotto... oggi è tutto molto vago.

      Moz-

      Elimina
    2. Infatti, chi si vedrebbe qualcosa secondo la programmazione di "Bim Bum Bam" quando può vedersi/scaricarsi l'intera serie, magari in lingua originale con sottotitoli amatoriali? :(

      Elimina
    3. Miki centra il punto: noi eravamo più 'sognatori', lavoravamo molto di fantasia, i bambini di oggi possono essere anche loro creativi, ma una creatività secondo me più circoscritta.

      Poi sicuramente oggi c'è tanta offerta di cartoni animati, quindi più c'è e più è difficile appassionarsi ad alcuni titoli. O sbaglio?

      Gas, con me sfondi un portone aperto: io preferisco sempre il doppiato italiano :D. Però ammetto che se Bim Bum Bam desse alcune serie che mi piacciono, farei fatica a seguirle con costanza. Poi parliamo di orari serali: perché di giorno non potrei davvero.

      Elimina
    4. Le questioni sono molteplici: anche noi avevamo una marea di titoli (peraltro, ci siamo beccati in pochi anni tutto il calderone anni '70-'80-'90). Forse prima erano opere che restavano maggiormente impresse, erano più performarti sia come idee che sul lato artistico (sarà per questo che oggi ci sono remake e via dicendo?).

      Sulla fruizione: ovviamente pensare a un canale retronostalgico signficherebbe fare i conti con gli slot orari. Primissima mattina, pranzo, preserale e sera/notte ci andrebbero ancora bene.

      Gas, io credo che ci sia ancora chi vuol godersi qualcosa in tv, coi suoi tempi... Magari si riabitua il pubblico con delle esclusive, e poi si fa il resto :)

      Moz-

      Elimina
    5. Ecco, bravo Miki, i miei figli li abituerei a suon di ceffoni! O ti guardi quello che dico io o comincia a fissare il muro fino all'ora di cena!

      Elimina
    6. Ahahaha, piccoli Ema crescono :)

      Moz-

      Elimina
    7. Molta varietà, ma non questa sovrabbondanza odierna! Sul digitale ci sono 7-8 canali almeno

      Elimina
    8. Sì, e sono tutte opere prive di qualsivoglia appeal... :o

      Moz-

      Elimina
    9. @Riccardo anche io preferisco opere doppiate, quanto meno per essere certo di non perdermi alcuna frase, e poi perché alcune serie non sarebbero le stesse senza alcune voci storiche, tipo Cinzia De Carolis per Lady Oscar, Diego Reggente per Mimashi di Jeeg...

      Dicevo che, siccome alcune opere realizzate negli anni passati non sono mai arrivate da noi, ma che molto probabilmente avrebbero lo stile cui siamo stati abituati (ritmo narrativo, trame, disegni...), oggi quelle opere le si trova, con qualche difficoltà con sottotitoli amatoriali (vedi le puntate finali di Mazinga Z prima che si decidessero a completare il doppiaggio di recente!), ma sarebbero molto interessanti inseriti in un palinsesto di "Bim Bum Bam" attuale, con un doppiaggio italiano ufficiale. Immagino che almeno in prima visione gli ascolti sarebbero interessanti.

      Elimina
    10. Esattamente, potrebbe funzionare bene, infatti, una proposta similare :)

      Moz-

      Elimina
  5. Lo sai già chi sono11 giu 2018, 09:40:00

    Wow, fighissima l' intervista! Io Bim Bum Bam purtroppo l'ho guardato davvero pochissimo, dato che ho iniziato a vedere Italia 1 nel 2000. Invece mio papà (che è davvero babbo) mi sa che lo guardava un po' negli anni '80 con mia zia (quella più piccola) ed essendo lui nato negli anni '60 non ha mai amato troppo i cartoni giapponesi (MA NN SN CARTONI SN ANIME!!!!!1!!!!!!!1111)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora sicuramente non hai beccato mai Manu... ma probabilmente nessuno degli altri conduttori! :o

      Moz-

      Elimina
  6. Bella l’intervista e la trasmissione davvero grande. Ciao Miki.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinfo! Una trasmissione che ha fatto crescere diverse generazioni :)

      Moz-

      Elimina
  7. Risposte
    1. Verissimo... tempi diversi, dove tutto sapeva essere magico :)

      Moz-

      Elimina
  8. Tornare al vecchio blocca la fantasia e il nuovo si stancherà di aspettare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma quando il nuovo è pietoso (vedi la situazione attuale, già da un po' di anni...) allora magari è giusto fare qualche passo indietro (guardando al futuro^^)

      Moz-

      Elimina
  9. Ma che bellezza!!
    Manuela è sempre stata la mia preferita!!sempre!!
    più di Bonolis!
    ricordo che quando non la vidi più in tv ne soffrii molto..e solo da poco ho scoperto che invece c'era..ma al mattino!!
    come potevo saperlo??
    Grazie per questo grande grandissimo regalo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, vero... era alla domenica mattina con i suoi reportage!
      Comunque era una banda affiatata, quella di Bim Bum Bam, e funzionava alla grande :)

      Moz-

      Elimina
  10. Io adoro questo blog perché riesce a tenere vivi gli anni '80 !!!

    Bella intervista.

    RispondiElimina
  11. Che colpaccio hai fatto! Complimenti! Un plauso anche a Manuela che si è dimostrata molto disponibile ed alla mano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu gentilissima, ha risposto subito e con affetto! :)

      Moz-

      Elimina
  12. Manuelina, quanta nostalgia!
    Dovessi incontrarla per strada l'abbraccerei *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! :)
      Una grandissima persona!

      Moz-

      Elimina
  13. Miki sei una continua sorpresa, intervista davvero molto bella ed interessante, proprio perché la Manu è l'artefice, insieme ai cartoni e al suo indimenticabile programma, di tanti bellissimi pomeriggi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! Tutti siamo cresciuti con lei, con le cazziate che faceva a Uan XD
      Ma anche coi reportages della domenica mattina **

      Moz-

      Elimina
  14. Grande intervista! :) Anch'io me la ricordo bene Manuela, così come Paolo e Licia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io Licia non la ricordo a Bim Bum Bam per questioni anagrafiche... ma Manu sì!^^

      Moz-

      Elimina
  15. Ecco, dice bene, accontentare sia giovani che 30-40enni la vedo dura, io ad esempio non seguirei un nuovo Bim Bum Bam con citazioni a youtubers o cantanti di merda che vanno oggi (ne è stata una dimostrazione l'ultima edizione di Chi Ha Incastrato Peter Pan?, 'na vera schifezza e io adoravo il programma) e probabilmente non lo farei neanche guardare a miei eventuali figli.
    Al tassista non so se lo avrei picchiato o sarei sceso senza pagarlo... a me piacciono anche quelli 90 e inizio 2000 ma tu hai fatto un'affermazione sterile!

    Grazie per questa intervista con la mia bimbumbamara preferita per la quale ho un debole da quando avevo 4-5 anni 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Peter Pan non mi era mai piaciuto perché si vedeva che i bambini erano innaturali (o, nel caso fossero veri, sarebbero bambini di prendere a sberle ogni due minuti XD).
      Un nuovo Bim Bum Bam lo farei neutrale, con scenette e giochi (quelle del passato sono godibili a qualunque età, dopotutto).
      Posso capire Manu e l'invasione giapponese, ma non comprendo il tassista: noi abbiamo avuto la fortuna di goderci, in un sol colpo, i cartoon vintagissimi, quelli duri&crudi anni '70, poi gli anni '80 e '90. E apprezzavamo tutto... :)

      Moz-

      Elimina
    2. A me basta che non mi fanno citazioni a smartphone/app, autoscatti che oggi vengono chiamati nell'altro modo che odio, youtubers e "cantati" (un po' come è il Topolino odierno, non solo il programma che ho citato ieri - tra l'altro a me nelle prime edizioni sembrava naturale, almeno le candid, poi ovvio che qualcosa la suggerivano anche in passato ma era tutto meno evidente), poi posso anche riguardarlo.
      Immagino un quiz... "per partecipare scaricate l'app Bim Bum Bam" e io che cambio canale!
      Sui giochi più classici, concordo con te, piacerebbero anche a 'ste teste bacate dalla tecnologia!

      Elimina
    3. Beh, non puoi prescindere da queste cose, credo... siamo andati avanti, è normale che ci saranno... Dopotutto Bim Bum Bam stesso era in costante evoluzione... Però ecco, secondo me la tecnologia non può mancare per forza di cose! :)

      Moz-

      Elimina
    4. Per me le cose vanno divise, se vuoi cazzate dello youtuber sfigato del momento, vattele a guardare sul tablet dei tuoi!
      A me infatti il BBB della seconda metà degli anni 90 già cominciava a far cagare a spruzzo, nei 2000 ho smesso di vederlo ma come un po' tutti.
      Se per evolvere devi peggiorare, ciao ciao (non il programma Mediaset)!
      So di essere un conservatore estremista ma a 10-12 che conservatore potevo essere? Se JTV non mi diceva più nulla, nonostante fosse cresciuto con me, da programma per bambini a programma per ragazzi, forse un problema di contenuti c'era...

      Elimina
    5. Ecco, a me ad esempio Jtv, nello specifico Casa J, piaceva molto... parlavano di cose da ragazzi, ricordo band dal vivo presente in studio, una rubrica sui siti internet, si parlava di manga, anime, addirittura cosplay... Per me ovviamente Bim Bum Bam deve continuare a trattare cose per un pubblico di minore età, ma deve anche rapportarsi a oggi: non mi dispiacerebbe fosse come quello degli anni '90 (tanti giochi in studio e sketch tipo Batroberto) con cornici simili agli anni '80 :)

      Moz-

      Elimina
  16. Bellissima intervista, sono tornata con piacere nel passato a quando c'erano ancora le belle trasmissioni allegre, divertenti e piene di cose "a misura di bambino" (mica come ora).
    Fra l'altro, quando ero piccola, ho anche avuto occasione di conoscere lo staff di Bim Bum Bam (era il 1991) ed è stato bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare me lo avevi detto, di aver incontrato i conduttori! Bellissimo, sicuramente :)
      Certo, prima i canali erano pochi, e i programmi cercavano tutti di dare del loro meglio con cose ponderate. Io amo, per dirti, anche Game Boat, che era più per ragazzi (dal 1995 in poi).

      Moz-

      Elimina
  17. Ciao Moz! che bella questa intervista! i 13 anni con Manuela Blanchard, Paolo Bonolis e il dolcissimo Uan sono stati i più belli ... insomma sono creciuta con loro! Ho adorato le parole di Manuela che dice "mi manca il poter comunicare ai bambini, la possibilità di creare qualcosa per loro. Non importa il mezzo: tv, web, teatro... il tutto rivolto ai bimbi di oggi e perché no..."
    Ne rivela una grande sensibilità verso i più piccoli che oggi viene spesso a mancare!! Sinceri complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero... oggi i linguaggi sono diversi e mi chiedo: siamo noi grandi che non li capiamo? Non li accettiamo? O davvero non c'è più attenzione alla questione?
      Resta che oggi non ci sono sicuramente più i contenitori, programmi con cornici di sketch in cui mandare in onda i cartoons...

      Moz-

      Elimina
  18. Bim Bum Bam?
    Cos'era? Like Sesame Street?
    Bella la tua intervista, anche se non ho capito moltissimo.
    Kiss!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno... Bim Bum Bam contenitore pomeridiano (e domenicale) di cartoons e telefilm, con intermezzi vari (reportages, sketch, posta, miniparodie, giochi dal vivo...)^^

      Moz-

      Elimina
  19. Ehi tuuuuuuu, ma i giornalisti non eravamo io e Riky?
    Ahaha
    Splendida intervista e intramontabile Bim Bum Bam. Avvisami se decideranno di riproporlo, perché non me ne perderei una puntata! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, eh lo so, a volte mi tocca rubarvi il lavoro!! :)
      Grazie mille, spero davvero che si possa riproporre!^^

      Moz-

      Elimina
  20. Il classico pezzo d'infanzia.
    E' stata una grande compagnia pomeridiana, la si ringrazia a prescindere.
    Bella intervista Moz. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Pirk :)
      Vero, la Manu la si ringrazia a prescindere!

      Moz-

      Elimina
  21. Eh sì, in effetti Manuela è stata una delle conduttrici più longeve della trasmissione: simpatica, versatile, divertente, lei e Bonolis riuscivano a condurre con verve un programma adatto ai bambini (come lo erano anche Ciao Ciao, L'albero azzurro, Solletico...).
    Programmi che purtroppo adesso non ci sono più.
    In televisione, così come in altri campi, manca l'attenzione al bambino.
    Ecco Moz, per quanto riguarda Licia Colò ti dico che è stata alla guida del programma dall'83 all'85, poi ha fatto altro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, so che la Colò ha partecipato a Bim Bum Bam, ci mancherebbe: è che per motivi anagrafici non la ricordo (ma di sicuro l'ho vista, confermano a casa).
      Oggi programmi così non esistono, ci hanno provato su qualche rete satellitare/digitale ma... boh, non ha lo stesso appeal...

      Moz-

      Elimina
  22. Scusa, vorrei fare una piccola precisazione a "Lo sai già chi sono".
    La parola anime in giapponese significa "lungometraggio animato" (poi per estensione viene anche applicata ai cartoni animati).
    Quindi non c'è niente di sbagliato nel dire "cartone animato giapponese".
    Ho capito che fa più figo dire anime, ma siamo in Italia e parliamo italiano! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stava scherzando proprio sulla questione: i punti esclamativi e gli 1, alternati, tipici degli "indinniati da uebb" complottari, erano messi pe far comprendere che si stava facendo una battuta :D

      Moz-

      Elimina
    2. Lo sai già chi sono11 giu 2018, 16:44:00

      sto ridendo, era una battuta! Però non aspettavo che qualcuno la prendesse sul serio ;P vabbè xDDDD LOL
      (io uso i due termini indifferentemente)

      Elimina
    3. Ma sì, si può dire in entrambi i modi :)

      Moz-

      Elimina
  23. Non mi sono arrabbiata, ma ultimamente sento troppe volte la nostra bella lingua bistrattata, con i vari bufu, vabbe, eppoi, vado a lavoro, h24...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Haha, bufu non ho idea di cosa sia :D

      Moz-

      Elimina
    2. In Shin Megami Tensei e Persona, Bufu è la prima magia del ghiaccio, la più scarsa. Ma immagino in internettese abbia un altro significato :P

      Elimina
    3. Ahaha penso anche io, e comunque ora sono due le cose che non conosco... XD

      Moz-

      Elimina
  24. È vero, in tv manca il garbo di Bim Bum Bam!
    Ottima intervista Moz, come puoi immaginare purtroppo non la ricordo, nel 96 avevo 7 anni, e sai che ricordo poco, però è stato gradevole lo stesso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, all'epoca Manuela lasciò, ma per qualche tempo ci furono ancora gli altri conduttori... poi Bim Bum Bam sparì del tutto.

      Moz-

      Elimina
  25. Bim Bum Bam era la mia gioia.. un programma che non si guardava solo per vedere i cartoni animati ma perchè si amavano sinceramente i presentatori! Avevo sincero affetto per tutti loro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: ci sono certo altri esempi extra-Mediaset (Big!, Solletico...) mentre oggi non ci si affeziona più ai conduttori, non esistono e se esistono sono persone che non lasciano il segno...

      Moz-

      Elimina
  26. Io mi ricordo con simpatia del Bim Bum Bam di Licia , Paolo e Carlotta.
    Manuela anche, ma non so perché ho ricord più di quei nomi che ho scritto sopra.
    Mah, io sta nostalgia di qui programmi con siparietti tra pupazzi e persone non c’è l’ho mica tanto.
    Adesso c’è di meglio almeno per me ...tipo Art attack.
    Poi la cosa la penso proiettata ai giovani d’oggi ..penso a mia figlia che è cresciuta a Rai yo yo passando per cartoonito Rai Gulp e adesso che ha nove anni segue Boeing e i telefilm con Ariana Grande.
    Forse un techete’ di cartoni anni 80 giapponesi avrebbe più seguito di una nuova edizione di Bim Bum Bam:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Art Attack non penso lo facciano ancora, ma vedi, era un signor programma (mandato in onda durante il Disney Club, non dissimile da Bim Bum Bam), forse una delle poche cose valide della nuova epoca.
      Io direi un Bim Bum Bam Techetè :)
      Moz-

      Elimina
  27. Complimenti per l'intervista!! :) Ti dirò, sono abbastanza scettica riguardo a un eventuale ritorno di un programma tipo Bim Bum Bam... purtroppo i bambini di adesso crescono troppo in fretta e anche i cartoni animati francamente li trovo abbastanza "vuoti" e poco educativi com'erano quelli che guardavamo noi. Ma mai dire mai, speriamo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo ipotizzato un Bim Bum Bam tra il classico e puntate nuove di programmi vecchi (vedi Holly&Benji e Sakura del 2018, o qualcosa di Saint Seiya)... chissà, magari potrebbe andare, no? :)
      Grazie mille!^^

      Moz-

      Elimina
  28. Che bella questa intervista e lei mi sembra proprio una bella persona oltre che una professionista...Da persona che lavora con le famiglie e i più piccoli, mi sono piaciute molto queste parole "Non mi manca la tv, mi manca il poter comunicare ai bambini, la possibilità di creare qualcosa per loro. Non importa il mezzo: tv, web, teatro..." Mi hanno emozionata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, la sua risposta è piaciuta molto anche a me :)
      Manu sicuramente gentile, vera e disponibile!^^

      Moz-

      Elimina
  29. Evviva Manuela!!!
    Che bello che tu l'abbia contattata, Miki, e soprattutto che lei sia stata così disponibile :)
    Io anche quando ero una ragazza, non più in età "canonica" da cartoni animati, mi soffermavo a guardare Bim Bum Bam perchè amavo troppo il garbo e la simpatia di quella trasmissione!
    Forse oggi i bambini sono abituati a cose meno da... bambini, appunto. Chissà se vedrebbero una trasmisisone tpo Bim Bum Bam con lo stesso entusiasmo con cui lo guardavamo noi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Bim Bum Bam aveva una carta vincente ben sfruttata... hanno saputo lavorarci bene, anche col passaggio di testimoi (io amo anche la versione anni '90) :)

      Moz-

      Elimina
  30. oh la Manuela... che momento revival!
    Moz, Se ti fanno direttore di quella rete finta mediaset ti mando il mio cv ;P le so tutte!

    RispondiElimina
  31. in quella foto di Etna Comics ci sono anch'io, solo che non mi trovo (è troppo piccola)! :D

    E' stato un bell'incontro che ha emozionato anche chi, come me, non ha fatto in tempo a godersi gli anni d'oro di bimbumbam (io ricordo solo gli anni '90 con Deborah, Carlotta, Bat-Roberto, Perry Nason ecc mentre di Manuela e di Paolo solo per qualche sparuta replica che davano d'estate).

    Purtroppo diciamo che tante belle parole e tanti bei pomeriggi alla fine nascondevano interessi pratici poco nobili: la "tv dei ragazzi" nacque perchè all'epoca per legge non si poteva fare la pubblicità in programmi che duravano meno di mezz'ora (ed il cartone durava 22-25' con la sigla!).
    Berlusconi ebbe l'idea di creare il "contenitore" che durava di più e aggirava la legge.
    Poi "casualmente", quando la legge venne abrogata, anche bimbumbam scomparì così come era apparso (ma non dimentichiamo la De Filippi che fece pressioni per avere lo slot del pomeriggio per il suo "uomini e donne").

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: la Legge Mammì. Crearono i contenitori proprio per aggirarla.
      Ma vedi, da una questione di necessità, hanno saputo inventare trasmissioni di successo, garbo, non buttate lì tanto per... :)
      La DeFi ha rovinato la tv... :)
      Figo dimmi se ti ritrovi nella foto^^

      Moz-

      Elimina
  32. Non c'è nulla che possa riportarci indietro nel tempo con la stessa rapidità (e piacere), nel rivedere i personaggi della Tv che abbiamo guardato da bambini. E Mauela è senz'altro uno di essi. Le faccio un grande in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene bene, lei così disponibile e dolce, merita davvero tanto :)

      Moz-

      Elimina
  33. mamma mia quante merende davanti a BIM BUM BAM

    RispondiElimina
  34. Ma quindi ti sei imbattuto in Manuela Blanchard a una fiera? Dai, figo! E sai, non sapevo proprio che praticasse le arti marziali :)

    Ogni tanto, l'idea del contenitore per giuovini prova a rinascere, dura qualche tempo e poi sparisce: lo scorso decennio, per esempio, ci fu L33t, con diversi segmenti dedicati a "nerderie" varie come computer e videogiochi, animazione e cultura giapponese, fumetti etc.
    Qualche anno fa, su Rai Gulp ce ne fu un altro con le interazioni da casa via Twitter/Facebook che piacciono tanto a Ema ( :P ) ma mi pare senza cartoni, più sul sociale e sui social, ma non ricordo il nome, ne avrò visto due puntate.

    Alla fine, credo che il successo di allora di Bim Bum Bam e compagnia fosse dovuto a diversi fattori: i cartoni (quando non sceglievano porcherie insalvabili) ma anche le scenette comiche, che alla fine hanno creato dei Personaggi e una loro piccola "mitologia" che coinvolgeva.
    Per riproporlo oggi, servirebbe una buona selezione di cartoni - vecchi e nuovi, non è che oggi si facciano solo cagate - e , più facile a dirsi che a farsi, servirebbero dei conduttori carismatici e capaci di essere per metà dei personaggi, ben scritto e con un'aria naturale che non li faccia sembrare solo degli attori bravi, ma persone vere.
    Paradossalmente, anche un programma strambo come Amici mostri riusciva a presentare una mitologia avventurosa.

    Ma potrei benissimo sbagliarmi, al di là del "proporre cartoni belli"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mortacci loro! Lasciassero i social e internet a... internet! In TV solo prodotti per la TV!
      Le scenette erano la parte migliore, senza dimenticare le promo dei giocattoli/videogiochi! I cartoni chi se li incula, tanto oggi scarichiamo tutto!

      Elimina
    2. @Grac: no, ho fatto tutto via mail :)
      Ecco, secondo me L33t -che era bello- forse non era ancora adatto a quell'epoca: oggi un programma così, e coi giusti cartoon, spaccherebbe.
      Bim Bum Bam dovrebbe, come dici, creare una storia nella storia: ci si appassionava ai conduttori, in primis. I cartoni da selezionare sono tantissimi, tra old, nuovi e nuovi episodi di serie old^^

      Ema: fai in modo di avere cartoons in esclusiva... la Mediaset non è nuova a queste cose, siamo stati i primi al mondo a trasmettere Lupin st.4, e ad avere coproduzioni italo-giapponesi^^

      Moz-

      Elimina
  35. Grande Moz per questo colpo gobbo.
    Altro che retronostalgia, qui trattasi di tuffo al cuore carpiato con avvitamento!! 👏👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, thanks! :)
      La Manu è sempre la Manu... inevitabile il tuffo al cuore^^

      Moz-

      Elimina
  36. Bella intervista e grandissima emozione verso chi (insieme a Giorgia Passeri) ha rappresentato così tanto nella mia infanzia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Esatto... personaggi storici per la nostra infanzia, che han saputo proprio accompagnarci! :)

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!