[TELEVISIONE] Il Collegio di Raidue sbarca negli anni '80: com'era la scuola dell'epoca?


Un programma che ha avuto un inaspettato successo: Il Collegio, reality show dove alcuni ragazzi affrontano gioie e dolori di un anno scolastico (o quasi) calati del tutto in un'epoca diversa da quella attuale.
E se per le edizioni precedenti si è atterrati nel vintage degli anni '60, quest'anno (da stasera) si va negli adorati anni '80.
Nel 1982, per la precisione.

Ora, se io penso agli anni '80, immagino ancora che siano "venti anni fa", e invece sono quaranta anni fa.
E come si viveva in un collegio all'epoca? Sicuramente niente telefoni e social.
Ma soprattutto (scopo del programma) com'era l'esame di licenza media di allora?
Lo scopriremo grazie al reality di Raidue: uno show che -l'ho scoperto tramite i ragazzi- appassiona proprio la fascia di telespettatori 13-17 anni, ossia l'età che hanno i protagonisti.

i protagonisti di quest'anno


Ecco, questi "concorrenti" vengono da ogni parte d'Italia e per quattro settimane (tutto già girato in estate) convivono in un vero collegio con le regole dello stesso, sia abitative sia scolastiche.
La ricostruzione era narrata da Magalli e ora passa alla Ventura.
Voi cosa rimembrate del programma scolastico e della scuola negli anni '80?
Io ho frequentato la scuola, in quel decennio, solo pochissimi anni...
Aspetto i vostri ricordi!

Leggi anche

58 commenti:

  1. Ho visto tutte le precedenti puntate sin dalla prima.
    Mi sono divertita tantissimo e spero che quest'anno sia anche meglio.
    Non vedo l'ora Miki, anche perché l'orario, se non erro, era diverso. Ora potrò guardarlo con più serenità. Abbraccio e buon Martedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che prima fosse in seconda serata.
      Io spesso ci trovavo scene palesemente impostate, ma secondo me -storytelling a parte- poi la questione dello studio era reale.
      O sapevano, o bocciavano.

      Moz-

      Elimina
    2. Io mi ricordo nel primo pomeriggio...
      Le primissime puntate non erano per niente impostate ma ben preparate sicuramente. Poi, forse, in parte hai ragione Miki. Ciao.

      Elimina
    3. Forse erano repliche sui canali satellitari... :)

      Moz-

      Elimina
  2. Non ho visto il programma, Miki, ma ho una grande curiosità: gli autori hanno incluso la penna stilografica? :D ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scopriremo stasera: giuro, sono curiosissimo e non scherzo, per la penna stilografica :)

      Moz-

      Elimina
  3. Non ho mai visto questo programma.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
  4. Le prime due edizioni le ho guardicchiate e mi ci sono trovata come alunna, questa mi incuriosisce molto meno forse perché quegli anni li ho vissuti come mamma e maestra, li ho vissuti con una consapevolezza diversa. Ciao ciao.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso capirlo. Io di contro sono maggiormente attratto da questa (e dalle future, immagino). Vedremo :)

      Moz-

      Elimina
  5. Non ho mai visto questo programma.
    Buon martedi.

    RispondiElimina
  6. Ho visto solo un po' della prima stagione, ma tanto trash alletta sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in alcune scene è palesemente finto e trash...

      Moz-

      Elimina
  7. Mai visto il programma ma so che è un vero fenomeno, commentatissimo sui social..io sono stato a scuola negli anni '80, non c'erano tutte ste grandi differenze rispetto ad oggi, certo ovviamente niente smartphone..avevamo gli zainoni per spaccarci la schiena, altro che i trolley con le ruote che vedo ora. Ricordo che a metà mattina arrivava il camioncino di un panificio che smerciava panini con l'uvetta o a al latte, ora non lo farebbero sicuramente più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi mi sa che le pizze le vedo ancora...
      Però oh, noi niente computer, niente inglese... negli anni '80 dico^^

      Moz-

      Elimina
  8. Non ho neanche mai sentito il programma e non riesco neanche a immaginare come possa essere realizzato, cosa nello specifico possono far vedere.
    Anche io però penso agli anni 80 come se fossero venti anni fa (forse anche meno) e invece...
    Non saprei cosa dire dal punto di vista scolastico, forse avrei bisogno di un raffronto con quella che è la scuola oggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo non c'erano computer, sale multimediali...; non si faceva inglese...
      Comunque, il programma è un reality che mostra la vita di alcuni ragazzi per 4 settimane in un collegio, dove (al di là dell'ovvia finzione narrativa/romanzata) devono studiare e sostenere un vero esame.

      Moz-

      Elimina
    2. Come non si faceva inglese!!!
      I computer apparivano e sparivano in maniera piuttosto misteriosa. Mi ricordo che alle elementari era apparso uno che aveva come software quello della tartaruga.
      Al liceo c'era la sala multimediale, non mi ricordo quanto multi fosse, però ci portavano a vedere i film.

      Elimina
    3. Nel 1982 si faceva inglese? :o
      Io l'ho inziato alle medie nel 1994...
      Al liceo avevo una sala multimediale ma non si usava praticamente mai... XD

      Moz-

      Elimina
    4. Ma certo, l'inglese alle medie si faceva anche negli anni '80.

      Elimina
    5. Ah ok, credevo predominasse ancora il francese... :)

      Moz-

      Elimina
  9. boh, capisco il senso delle edizioni pre-68 che era davvero tutto un altro mondo, ma tra l'82 ed oggi, al di là della tecnologia (nemmeno arrivata in tutte le scuole che quindi sono ferme davvero agli anni '90!) non c'è sta gran differenza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti son curioso per questo.
      Voglio proprio vedere cosa faranno :)

      Moz-

      Elimina
  10. Io c'ero, nella scuola degli '80. E non mi piaceva per niente.
    Era piena di ragazzotte e ragazzotti superficiali (i cosiddetti "paninari") e si cominciava a parlare della polverina bianca.
    L'unica vera differenza con oggi era la mancanza dei telefonini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sgrunt! :)
      Forse hai ragione, è stato l'inizio della fine...

      Moz-

      Elimina
  11. Ho guardato solo una volta, di sfuggita, questo programma e non mi è piaciuto.
    Quanto ai miei ricordi, essendo nata nell'87 non posso sapere nulla della scuola negli anni '80.
    Ricordo pochissimo persino di quella dei '90.
    Di sicuro, però, so bene quanto fu importante per me sostenere l'esame di quinta elementare.
    A raccontarlo oggi sembro una nonnina, perché i bambini non lo sostengono più da un'eternità.
    E' un grosso peccato, però. Trovo che l'idea dell'esame responsabilizzasse, a prescindere dalla reale difficoltà delle prove.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stessa classe e idem! adesso si arriva a sostenere gli esami di terza media completamente impreparati psicologicamente ad un evento del genere (per quanto possano essere facili, ma si tratta sempre dello shock emotivo di dover parlare in pubblico di fronte a una decina di persone, più tutti gli astanti...)

      Mia mamma (classe '64) mi racconta addirittura di uno pseudo-esame in seconda elementare (un dettato). Insomma, più si va avanti e più i bambini/ragazzi vengono tenuti nella bambagia (non capisco il senso di sbandierare ai 4 venti l'inammissibilità della bocciatura, visto che come remota minaccia funzionava ai miei tempi o i programmi sempre più facilitati e accorciati: io alle elementari ho studiato la 2^ Guerra Mondiale e sono cresciuto -credo!- sano e forte, oggi tengono i bambini lontani dagli orrori della Shoà, fermando i programmi ai romani... ma perchè?) e lontani dai possibili fallimenti, col rischio che una volta fuori da quel mondo ovattato vengano distrutti dalla vita!

      Elimina
    2. Anche a me sembra una stronzata aver tolto gli esami di quinta elementare.
      Fanno le prove invalsi o come cazzo si chiamano loro, le prove invalidi.
      Ma appunto, poi in terza media arrivano cagati sotto (e lo so, perché qualche mese fa, a lavoro, ho dato una mano a diversi ragazzi che dovevano sostenere l'esame)
      Io ho fatto gli esami in prima elementare (perché ho fatto la primina) e gli scrutini in terza elementare.

      Moz-

      Elimina
  12. Ciao Moz,conosco la scuola degli anni.'80 perché la frequentava mia figlia.Era,forse migliore della attuale.I ruoli erano ben definiti,i Professori insegnavano il sapere e i genitori il vivere
    Oggi i professori sono demotivati e mal retribuiti e i genitori sono spesso,per varie ragioni o necessità assenti o troppo presenti,invadendo il ruolo degli insegnanti,spesso non accettandone il giudizio negativo
    Questo stato di cose va a danno dei ragazzi e del loro avvenire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vedo esattamente come te.
      Per fortuna vivo ancora in un ambiente "vecchio stile", dove gli insegnanti sono tenuti in considerazione e dove i ragazzi scostumati vengono sgridati dai genitori (e dagli insegnanti).
      Ma è tutto vero quel che dici...

      Moz-

      Elimina
  13. Mai visto, ma mi ha incuriosito sia il fatto che è ambientato in un'epoca che ricordo bene, sia per il trash inevitabile ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sto vedendo ora... di essere trash è trash :D

      Moz-

      Elimina
  14. Un programma che proprio non mi piace, e sulla scuola ricordo gli anni '90, un periodo comunque di livello diciamo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la scuola fino ai '90 non era malandata come oggi...

      Moz-

      Elimina
  15. Vidi la prima stagione a sprazzi sul tubo ed era una trashata senza pari.
    Un reality che più finto non si può, con ragazzini che si atteggiavano già a vip.
    Di scolastico c'è poco o nulla, non prendiamoci in giro, è una recita.

    Detto questo, elementari e medie le ho frequentate negli anni '80 ed entrambe erano scuole di quartiere, quindi bene o male alcuni elementi li conoscevo già.
    Niente differenze di classe ed anzi dal punto di vista sociale mi è andata liscia come l'olio.
    Alle elementari comunque cambiavamo insegnante praticamente ogni anno, tranne nella quarta e quinta elementare.
    Devo dire che ricordo tutto con piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma i ragazzini SONO semi-vip. Tutti hanno alle spalle già account ufficiali e via dicendo.
      La loro è una recita, come tutti i reality, ma la questione scolastica sembra vera (tanto che vengono bocciati).
      Forse lo studio è l'unica cosa reale, il resto è o finto o comunque indotto.
      Ai tempi passati non ci si badava, forse, tanto... alle differenze di classe. Tutti uguali.

      Moz-

      Elimina
  16. Non so... le precedenti edizioni portavano indietro parecchio nel tempo. Usi e costumi decisamente inusuali. Gli anni 80 sono troppo recenti secondo me, anche se sono passati quasi 40 anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, questo è: sono 40 anni fa, eppure ci sembrano ieri.
      Perciò è strano... ahaha!^^

      Moz-

      Elimina
  17. Devo dire che non ho mai seguito questo programma. Trovo interessante vedere come si andava a scuola nei decenni precedenti, ma il programma in sé non mi ispira. Quando mi è capitato di vederlo, ho trovato che i ragazzi sono stra strafottenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente i ragazzi sono come quelli di oggi: anche scostumati.
      Però secondo me la loro scostumatezza è di base, nel senso che oggi sono così :D

      Moz-

      Elimina
    2. sisi certo! Era quello che volevo dire!

      Elimina
    3. Le cose sono cambiate, molto.
      L'atteggiamento, l'attitudine, tutto.
      Io coi ragazzi di quell'età ci lavoro, posso solo dire che -però- sono come noi. Sembra un paradosso ma non è :)

      Moz-

      Elimina
  18. Secondo me c’è una sostanziale differenza tra il concetto di scuola media e quello di collegio.
    Almeno per come l’intendo io.
    Quando ero ragazzino mia madre per “costringermi” a studiare o a comportarmi bene mi minacciava di mandarmi in collegio .
    L’ho sempre inteso come una punizione una specie di “carcere “ per i somari.
    Detto questo non so che espediente gli autori possano trovare per rifar rivivere gli anni 80 a quei concorrenti.
    Le precedenti edizioni ambientate negli anni 60 avevano un loro perché...tutto sommato.
    Sul fatto che sia tutta una recita oramai con questi tipi di programma è la norma.
    Ma penso che nessuno di chi segue i reality in generale ha il coraggio di affermare il contrario .
    Mia figlia seguiva l’edizione dell’anno scorso credo ...quella dove c’erano le due gemelle napoletane ..Mariluuuuu!! ahhhhh!!
    E li conosceva tutti i ragazzi perché erano degli YouTubers ( si dice così?) già famosi in rete.
    E mia figlia ha 11 anni...che gliene frega a lei ma pure ai ragazzi facente di quel target d’età a cui è dedicato il programma di come era la scuola negli anni 60 o negli 80?
    Considero il collegio una specie di spin off di qualsiasi challenge che si vede su YouTube.
    Ciao



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai torto, questo è: i ragazzi sono già quasi tutti noti, hanno dietro già delle agenzie. Al posto di fare le comparse nei film, vengono presi per un reality.
      Ho visto ieri la prima puntata e la minestra non è cambiata: c'è l'inglese, in più... ho notato. Non so se sia corretto, se nel 1982 si studiava già! :o

      Moz-

      Elimina
    2. vero, anche mia mamma alle elementari mi minacciava costantemente di spedirmi al collegio se non avessi studiato! e non in uno qualsiasi, ma nel famoso Filangieri, l'ex carcere minorile di Napoli, anche se era stato chiuso un trentennio prima (ma questo lo avrei scoperto solo in seguito xD)... e siamo siciliani!

      oggi sarebbero intervenuti i servizi sociali con la scusa che traumatizzi ed effettui crudeltà verso un minore...

      Elimina
    3. Ahaha, credo fosse una minaccia che ha toccato un po' tutti.
      Ma comunque tra un paio di settimane parleremo ancora di collegio, e inizierò proprio con questa storia della minaccia...! XD

      Moz-

      Elimina
    4. Idem per me, ma a dirla tutta anche con mio nipote che è cresciuto nei primi anni 2000 era una minaccia che ancora funzionava.
      Oggi mi pare più un premio praticamente. :-P

      Elimina
    5. Ma perché forse si aveva chissà che idea del collegio... manco fosse appunto un carcere minorile :)

      Moz-

      Elimina
  19. Non mi piace questo tipo di reality (e in generale tutti) perché sono evidentemente finti.
    Sarebbe stata meglio una bella fiction ambientata in quegli anni, per come la penso io.
    Negli Ottanta ho fatto tutte le scuole, essendo nata nel '71. Gli Ottanta sono stati gli anni più significativi della mia formazione. Da insegnante delle medie, so perfettamente che insegnare oggi è ben diverso, molto più complicato, e che l'era digitale non sempre aiuta. La scuola aveva un sistema più semplice, forse stantio, ma per certi aspetti più efficace. Mi dispiace essere vissuta in un paesino del sud, perdendomi tanto di buono di quegli anni. Mi piaceva quella semplicità. I miei esami di terza media furono belli da vivere. All'ora presentai l'apparato digerente con tanto di cartellone disegnato nei minimi dettagli. Il resto è un ricordo vago. Sono pur sempre passati 34 anni... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi.
      Forse siamo andati troppo oltre con la tecnologia, troppo in fretta.
      Peccato. Però a me i ragazzi di oggi stanno molto simpatici, li trovo veramente geniali a volte.

      Moz-

      Elimina
  20. Salto il programma (in effetti non l'ho mai visto, né sono interessato a farlo).
    Della scuola media ho comunque bei ricordi, tanti e più vividi di quelli delle elementari (e attenzione, non è questione di tempo passato, perché di quando ero bambino ho tantissimi ricordi..extra scolastici).
    Certo parliamo dei mitici '94-'97, quindi ben lontani dagli anni..del collegio e dell'austerità scolastica.
    I miei prof non erano affatto crudeli, anzi.
    Ho conosciuto persone singolari (termine da considerare con sfumatura positiva), sia tra gli adulti che tra i miei coetanei, e ne sono piuttosto felice (peraltro il mio non è nostalgismo perché non è che gli anni delle medie fossero solo cose belle, anzi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh molto presto avremo modo di parlare delle scuole medie.
      Come dico sempre, il Moz O'Clock è il blog per chi ama la scuola media :D
      Quello è il MIO tempo.

      Moz-

      Elimina
  21. Non appena mi metto a guardare un reality devo smettere, la percezione dell' evidente mancanza di realtà mi fa cadere le braccia.
    Questo non fa eccezione.
    Se invece provo a immaginare che ci sia qualcosa di vero, mi viene immediatamente voglia di dare un calcio in culo a certe fighettine strafottenti.
    Perché un calcio in culo è pur sempre un passo in avanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha sono d'accordo in ogni caso.
      Ma questo almeno ha reazioni che sembrano più vere, forse perché i protagonisti sono ragazzi... quindi chi scrive la puntata può indurre con più facilità a far fare loro determinate cose^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)