[ANIME/MANGA] come finisce Orange Road - È quasi magia Johnny


È quasi magia Johnny è sicuramente una delle opere cult per gli appassionati italiani di animazione giapponese.
Chiamata in originale Orange Road, ha tenuto incollati al televisore numerosi fan, desiderosi di scoprire come sarebbe andata a finire tra i tre protagonisti, che vivevano il triangolo amoroso più famoso degli anime.
Se volete scoprire la storia delle varie edizioni italiane di quest'opera, fiondatevi QUI.
Per prendere parte alla discussione su censure, Mediaset e cartoni giapponesi, andate QUI.
Ma oggi invece rivediamo il finale dell'opera, sia in formato manga che in versione anime.
E a parlarcene è Riky del blog Il Bazar del Calcio, grande appassionato di Orange Road!


L’OPERA IN BREVE

Orange Road racconta il triangolo sentimentale tra tre adolescenti: Kyosuke Kasuga (Johnny), giovane dotato di poteri paranormali, Madoka Ayuwaka (Sabrina) e Hikaru Hiyama (Tinetta).
I poteri paranormali di Kyosuke derivano dal ramo familiare della madre, che purtroppo è deceduta dando vita alle sorelle di Kyosuke, le gemelle Manami e Kurumi (Manuela e Simona).

COME FINISCE IL MANGA

La conclusione del manga è quella aspettata e auspicata.
Primavera: i diciottenni Kyosuke (Johnny) e Madoka (Sabrina) si baciano appassionatamente sulla scalinata dei 100 gradini, il luogo in cui si sono incontrati all'inizio dell'opera.
Facciamo un passo indietro, alla fine dell’estate precedente. Orange Road in questa parte dell’opera subisce una svolta, perdendo i toni scanzonati e giocosi.
È Sayuri, personaggio presente solo nel manga, ragazza "mangiatrice di uomini" che ha tentato vanamente di sedurre Kyosuke, a insinuare nella mente di Hikaru (Tinetta) il dubbio che ci sia qualcosa di più di un’amicizia tra Madoka e Kyosuke.



A dissipare ogni dubbio sarà però Manami, la sorella di Kyosuke.
La prova “decisiva” è quella del cappello rosso di paglia, donato a inizio dell’opera da Madoka a Kyosuke (rosso come il filo rosso del destino, che nella cultura giapponese lega le persone): Kyosuke aveva confidato alla sorella, il giorno del loro arrivo in città, che si era innamorato della ragazza che le aveva fatto dono del cappello. E quel cappello lo aveva custodito gelosamente nel proprio armadio.
Quando Hikaru conferma che non si tratta di un suo regalo, Manami capisce che la sua intuizione è giusta. Nel contempo Madoka è irreperibile: ha deciso di seguire in America i suoi genitori, per studiare al conservatorio.



Vuole “scappare” perché non può vivere il suo amore per Kyosuke senza ferire l’amica Hikaru, considerata una sorella minore. Kyosuke la rintraccia nella discoteca Moebius e qui dichiara di provare affetto per Hikaru, ma solamente l’affetto che proverebbe un fratello maggiore; mentre, finalmente, confida apertamente il suo amore per Madoka. Quest’ultima non rinuncia a partire per l’America: il giorno dell’imbarco però Hikaru dà il via libera ai due innamorati, rinunciando al suo “tesoruccio”, non prima però di averlo schiaffeggiato.
Mesi dopo Madoka torna dall’America e bacia Kyosuke sulla scalinata.



IL CAMBIAMENTO DEI PERSONAGGI

Come detto, il manga cambia di tono negli ultimi capitoli. È il momento della crescita individuale dei personaggi.
Kyosuke smette finalmente di essere indeciso: dichiara a Madoka il suo amore e si inginocchia per chiedere scusa a Hikaru. Si è finalmente assunto le proprie responsabilità.
Hikaru, una ragazza scanzonata e sempre allegra, spesso frivola, piange a dirotto alla scoperta del legame tra Madoka e Kyosuke. Nel momento peggiore però sfodera intelligenza e maturità, rimproverando a Madoka di essere “codarda”, non soltanto per la sua fuga in America, ma soprattutto per non aver fatto subito la cosa giusta: mettere in chiaro i suoi sentimenti per Kyosuke.
Hikaru perdona i due amici e si congeda a testa alta.
Madoka, in quest’ultima parte del manga, mostra tutta la sua fragilità: è forse il personaggio che evolve di meno, ma ad ogni modo ha finalmente il coraggio di mostrare le proprie debolezze.


IL FINALE DELL’ANIME

L’anime si conclude con un doppio episodio: Kyosuke viene inviato dal nonno sei anni indietro nel tempo per conoscere il primo amore di Madoka. Scoprirà – paradosso temporale – che è stato lui quel primo amore! Ma le vicende si complicano, perché il nonno invia nel passato anche la stessa Madoka.
E così la ragazza apprende dei poteri del protagonista. Scopriremo che il cappello di paglia rosso (paradosso temporale) è stato donato da Kyosuke alla Madoka bambina. Dopo varie peripezie, i due protagonisti si ritrovano nel presente, sotto lo stesso albero del loro primo bacio, e finalmente danno sfogo al loro amore con un bacio appassionato.



Anche nel manga è presente questo capitolo, ma Madoka non finisce nel passato e l’incontro finale, sotto l’albero, non si conclude con il bacio.
Per quello dovremo aspettare di più. Nel manga Kyosuke non rivela i suoi poteri, anche se affronta il tema in un dialogo con Madoka, poco prima della conclusione. Ovviamente nella versione cartacea Madoka non conserva il ricordo di Kyosuke (altrimenti saprebbe dei suoi poteri), incontrato quando lei era bambina; nell’anime, verosimilmente, Madoka si rende conto che il suo primo amore è stato Kyosuke solo dopo il salto nel passato e dopo aver appreso dei poteri del ragazzo.


MA...

Dopo la serie animata sono stati prodotti diversi special e due film. Il primo, del 1988, riscrive il finale dell'anime omettendo del tutto poteri telecinetici e viaggi temporali. Johnny lascia Tinetta e si mette con Sabrina.
Il secondo, dal character design molto diverso rispetto alle opere precedenti, è del 1996.
Le vicende si svolgono qualche anno dopo gli eventi della serie: Tinetta è diventata un'affermata ballerina a Broadway, mentre Johnny muore in Bosnia dove svolge la professione di reporter di guerra. Ma grazie al solito viaggio ne passato, le cose si sistemeranno.



scopri gli altri finali che non ricordi!

116 commenti:

  1. Grazie amico mio per avermi concesso una delle tue rubriche di punta!
    E grazie anche per avermi fatto riscoprire questo splendido manga 😃.
    Mi sta tenendo molto compagnia durante questo coprifuoco con la sua freschezza e spensieratezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la precisione con cui hai scritto l'articolo :)
      Orange Road è un'opera spensierata figlia di altri tempi... spensieratezza che farebbe bene anche alle opere attuali^^

      Moz-

      Elimina
  2. Il finale era scontato, non conoscevo minimamente però gli speciali successivi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, però lo hanno fatto sudare! E nel manga parliamo di dieci volumi e di tre anni😃

      Elimina
    2. Gli speciali tra l'altro non sono nemmeno in linea del tutto con la storia del cartoon...

      Moz-

      Elimina
    3. Infatti io mi tengo i due finali canonici :P, manga e anime!

      Elimina
    4. Sì, sono i migliori.

      Moz-

      Elimina
    5. Mi pare che qualcuno mi disse che il finale, in origine, avrebbe dovuto prevedere il protagonista mandato a quel paese da entrambe, ma che l'editor avrebbe imposto il finale con Madoka per impedire una sollevazione popolare dei lettori :P

      Non ho mai verificato quanto di questo sia vero, ergo non ho finti e può essere pure una bufala.

      Elimina
    6. Come direbbe il mio capo, abbracciando una pianta, "l'avrebbe ammazzato" (al manga)

      Elimina
    7. Cioè il finale avrebbe ammazzato il manga interamente :D

      Elimina
    8. Oddio, ma poteva essere di insegnamento: se tiri troppo, si spezza :)

      Moz-

      Elimina
    9. Sarebbe sicuramente un cambio di tono forte, salvo aggiungere un finale aperto per mostrare una speranza in una nuova storia (un nuovo amore, per esempio).
      Però sarebbe stato un esito plausibile, il Johnny mollato da entrambe.

      Elimina
    10. Più che altro, un nuovo amore lo meritava Tinetta...!

      Moz-

      Elimina
  3. Accidenti che trama. Direi proprio avvincente e poi scava davvero nel cuore degli adolescenti. I disegni poi sono davvero belli. Un saluto a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sicuramente era una bella fotografia degli adolescenti anni '80.

      Moz-

      Elimina
    2. I disegni del manga migliorano verso la fine, ma a me piace l'espressività che l'autore ha dato ai suoi personaggi fin dalle prime pagine!

      Elimina
    3. Effettivamente all'inizio erano acerbi.
      Ma hanno segnato una intera generazione di mangaka anni '80, su tutti l'Hagiwara di Bastard!!, che era nel team di Izumi Matsumoto come assistente... e si vede :)

      Moz-

      Elimina
  4. Complimenti Riccardo, davvero un ottimo post, ed un plauso anche a Miki che ti ha concesso il suo spazio Io non conoscevo questo anime ma mi sono appassionato a leggere il tuo articolo Riccardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Eppure credevo fosse famosissimo presso ogni tipo di pubblico! :o

      Moz-

      Elimina
  5. Il mio finale preferito è quello del manga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente molto più... completo :)

      Moz-

      Elimina
    2. Esatto, tra i due finali quello del manga è perfetto. Tutti i "nodi" vengono al pettine e arriva il momento della scelta!

      Elimina
    3. L'anime è un po' all'acqua di rose...

      Moz-

      Elimina
    4. Il finale dell'anime è tipico dei cartoni fine anni '80 inizio '90.
      Tanti episodi in cui c'è una situazione di stallo e poi nel doppio episodio finale la "risoluzione"!
      Che poi appunto di Tinetta non si sa nulla, si dà per assodato che si debba arrangiare :D, ma in un cartone di quel periodo non c'era spazio per un momento di "criticità" legato a uno dei protagonisti.

      Elimina
    5. Infatti a me per Tinetta è sempre dispiaciuto, ecco perché almeno dei film mi piace che lei diventi famosa e Johnny un poveraccio che muore sotto le bombe a Sarajevo XD

      Moz-

      Elimina
    6. Oddio, devi beccarlo nel sonno, uno con quei poteri, sennò si salva.

      Elimina
    7. ahhaahha povero Kyosuke, fotografo di guerra guadagna un botto, altroché!
      Però era carino vedere un seguito con Kyosuke tipo fotografo di modelle e le scenate di gelosia di Madoka :D

      Elimina
    8. Ahaha non poveraccio economicamente XD

      Moz-

      Elimina
  6. Grazie Miki e Riccardo. Un paio di mesi fa nel cineforum del locale in cui lavoro abbiamo trasmesso Orange road e non vi posso dire che presa a male tutta la gente in sala con il film "Ano hi ni kaeritai". Kyosuke è troppo stronzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, non che nella serie sia un santo... dopotutto diciamoci la verità, è un codardo che LASCIA CREDERE a Tinetta una cosa non vera.

      Moz-

      Elimina
    2. Io non vedo Kyosuke così negativamente: ricordiamoci che sono adolescenti.
      Anche Madoka ha il suo concorso di colpa!

      Elimina
    3. Sì, ma lui proprio crogiolato nella situazione. Meritava di perdere entrambe... XD

      Moz-

      Elimina
    4. Ecco, la mancanza di carattere di codardosuke era irritante: era pure palese che avrebbe pastrugnato con Madoka (forse gli piaceva perché sembrava semi-inarrivabile, laddove l'altra gli si lanciava addosso a peso morto.
      Non l'ho mai visto indeciso, personalmente. Ma il fumetto non l'ho mai letto edel cartone ho visto poco, causa punizioni domestiche.

      Elimina
    5. In realtà è indeciso nel senso che non si dichiara.
      Di solito è sempre l'uomo a farlo :D

      Elimina
    6. Sì, non si dichiara e non è chiaro con Tinetta, la lascia fare.
      Poteva tranquillamente dire: c'è un errore, a me interessa un'altra persona XD

      Moz-

      Elimina
    7. I'm Giappone sono le donne a dichiarasi, vedi come festeggiano San Valentino, dove sono sempre le femminucce a regalare la cioccolata 😉
      Popolo fortunello!

      Elimina
    8. Vero...! Abitudine che comunque mano a mano c'è anche qua, visto che tanti maschietti sono timidy con la y.

      Moz-

      Elimina
  7. Denis:il finale ideale era un due di picche da parte di tutte e due a Kyosuge, per me la serie animata è un pò corta, l'autore poteva sfruttare di più i personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti nella serie animata manca Sayuri, io l'avrei messa...
      Hai ragione, Johnny/Kyosuke meritava di rimanere con un pugno di mosche.

      Moz-

      Elimina
    2. Non avete spirito romantico 😁, leggendo tutto il manga si capisce benissimo che a un certo punto più che un triangolo è Tinetta che si mette nel mezzo.
      L'anime poteva durare di più: Maison Ikkou se non sbaglio ha quasi 100 episodi.
      Ci sono diversi episodi del manga che avrebbero meritato una trasposizione animata, al di là dei personaggi coinvolti.

      Elimina
    3. Ahaha XD
      Povera Tinetta, era appiccicosa ma davvero lui la lasciava fare! XD
      Vero, comunque... l'anime avrebbe meritato una decina di episodi in più e un finale più simile a quello del manga...

      Moz-

      Elimina
  8. COR è appena finita su Italia2 e avevo cominciato la maratona (sono già a metà serie, da sabato!)... ma tu mi hai rovinato la sorpresa!

    Scherzo, lo avevo visto da piccolo, ma non ricordavo granchè! L'ho trovata una serie con molto da dire anche oggi e anche per un pubblico più grande (io ho quasi 33 anni... che nell'anno del covid19 è da passare con le mani sui gioielli di famiglia xD).
    L'ultima volta che vidi "Johnny" si parla di... 20 anni fa? quando mediaset trasmise proprio il secondo lungometraggio! Mi colpì tantissimo che facesse riferimento a cose contemporanee (la guerra in Yugoslavia!) e anche la storia mi fece (re)innamorare della serie (di Sabrina/Madoka lo sono sempre stato!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha! Mi dispiace per lo spoilerone :D. Io da piccolo (ai tempi della prima visione) lo guardavo, ma diciamo distrattamente: adoravo il gatto Ercole-Jingoro, della storia d'amore mi interessava proprio poco.
      Poi tutto messo in "un cassetto" della mia mente.
      Con il ritorno su Italia 2, mi sono immerso totalmente nell'opera, acquistando anche i manga! E devo dire che è stato un ottimo acquisto 😃

      Elimina
    2. Beh ma Jingoro da solo vale tutta la serie animata! Peccato che non ci sia, nel manga! *___*
      Comunque, Andrea, era tipo il 2000 o 2001 quando Mediaset trasmise il secondo lungometraggio... quindi sì, VENTI anni fa (e io ricordo tutto perfettamente come fosse ieri! :O)

      Moz-

      Elimina
  9. Io invece ODIAVO Tinetta, mi urtava il fatto che era sempre
    in mezzo ai coglioni, poi quando piangeva era veramente
    insopportabile.
    Comunque il cartone animato era davvero molto carino, il
    manga invece non l'ho mai letto, e credo che non lo leggero
    mai visto che mi avete rivelato il finale...XD
    Per quanto riguarda la sigla invece, questa è sicuramente
    nella mia TOP 10 di sigle interpretate da CRISTINA D'AVENA.

    BYE! BYE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tinetta infatti alla lunga, specie nel manga, è insopportabile. Madoka non vuole ferirla perché per lei è come una sorella minore, alla fine anche Kyosuke la vede così, certo che in effetti tutti e due avrebbero dovuto tagliare prima la situazione! Il cartone animato riflette molto bene lo spirito del manga, pur con qualche episodio che non compare nel manga.

      Elimina
    2. Era anche molto acuta la vice italiana, quando piangeva entrava in modalita "dolphin surround", come dice un mio amico quando becca doppiatrici molto stridule XD

      Elimina
    3. Doppiaggio perfetto, quello non originale Mediaset. Per me le voci sono azzeccatissime! Compresa quella del doppiatore di Roberto Sedinho per il Master dell'Abcb :D

      Elimina
    4. Che poi è la voce storica di Lupin, eh^^

      Moz-

      Elimina
    5. esatto, il mitico Roberto del Giudice!

      Elimina
  10. Lo dico e non lo nego: oltre a trovare irritante il triangolo di Orange Road, lo trovavo pure poco interessante.
    Guardavo la serie, quando potevo, solo per i poteri ESP e perché mi piaceva molto il disegno! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha insomma, in questo caso eri caduto nel tranello fininvestiano che fece passare la serie come una storia sui poteri magici XD

      Moz-

      Elimina
    2. Nel manga la parte esp è meno rilevante, secondo me!

      Elimina
    3. Ma doveva esserlo anche nell'anime... nel senso che a ben vedere c'è comunque poco che renda tale argomento davvero centrale.

      Moz-

      Elimina
    4. Già, alla fine era solo un elemento per vivacizzare la storia con un elemento strano, per aprire orizzonti particolari.

      Elimina
    5. Sì, e francamente ti dico: non ho nemmeno mai capito il motivo di tale inserimento... non serve a niente, visto che la storia è semplicemente un dramma adolescenziale.

      Moz-

      Elimina
  11. Io non guardavo la serie essenzialmente per l'odio provato verso Tinetta. Felicissima che alla fine venga calcioruotata fuori dalla vita sentimentale del protagonista XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viene calcioruotata bene, anche se è apprezzabile la sua reazione!
      C'è da dire che lo stesso trattamento lei lo riserva a Yusaku, infatti a fine del manga dice "ora capisco cosa si prova ad essere scaricati". C'est la vie! :D

      Elimina
    2. Nuuuuu poverina!! :D

      Moz-

      Elimina
    3. C'è da dire che senza le intrusioni di Hikaru, Madoka e Yosuke si sarebbero baciati una mezza dozzina di volte prima del bacio finale, e forse fatto anche altro.

      Elimina
    4. Sì, ovviamente! 🤓🧡

      Moz-

      Elimina
  12. Non sapevo (o non ricordavo) che Riky fosse grande appassionato di Orange Road, ebbene bel post e straordinario era questo Anime/Manga, come sai io ho sempre amato, amavo Sabrina/Madoka e mi immedesimavo in Johnny/Kyosuke, mi urtava Tinetta/Hikaru ma mi dispiacevo per lei, tanti i momenti meravigliosi, però quello che ricordo di più il cappello, la scalinata, il filo rosso, non è un caso che il finale di Your Name. mi abbia emozionato. Probabilmente questo il "cartone" della mia vita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono appassionato assai grazie alla trasmissione televisiva su Italia 2; il filo rosso compare spesso nel cartone, ma soprattutto nel manga. E il cappello ha un grande valore simbolico, maggiore nel manga!

      Elimina
    2. Eheh io ricordo benissimo la tua passione per questo cartoon, caro Piter.
      Sì, molto bella la storia del cappello rosso e del filo del destino che unisce i protagonisti.
      Ma... ora che ci penso, anche in Your name c'è una scalinata 🤣🤩💪

      Moz-

      Elimina
  13. Il Master il miglior personaggio di tutto Orange Road…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me! Viva l'Abcb!

      Moz-

      Elimina
    2. Sono anche io un grande fan del Master, anche perché è il primo a capire dell'amore tra Madoka e Kyosuke e non fa mancare battutine verso Madoka :D

      Elimina
    3. A me sembra Renato da adulto.

      Moz-

      Elimina
  14. dai commenti mi sembra di capire che siamo tutti #teamMadoka... strano, non lo avrei mai immaginato xD

    Diciamo che questo "triangolo" lo potevano sviluppare solo in giappone così dolcemente!

    Orange Road all'italiana sarebbe finita a sputi, a colpi di "Buttanazza!" e a parenti poco raccomandabili delle due ragazze che si fanno gli sgarri a vicenda per secoli xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAHAHAH! Mai fatto morì con la tua versione
      ORANGE ROAD ALL'ITALIANA! XD

      Comunque secondo me, se MikiMoz dovesse fare un POST
      sui personaggi più ODIOSI nei cartoni animati, allora
      TINETTA sarebbe sicuramente sul podio...UNA MEDAGLIA
      NON GLIELA TOGLIE NESSUNO! XD

      BYE! BYE!

      Elimina
    2. Beh, chiaro che il triangolo va valutato in funzione della storia stessa.
      Ci sono ragazzi con poteri paranormali, si può accettare anche qualche dinamica un po' irrealistica :D

      Elimina
    3. Ultima Weapon, di o solo due nomi: Kiki dei Cavalieri e Chibiusa di Sailor Moon.
      Tinetta manco come stagista, in confronto ^^

      Fun fact: il furbofono stava scrivendo Cholibiusa, forse perché è più una colica che un personaggio XD

      Elimina
    4. AHAHAHAHAHAH! SI'-SI'! CONCORDO A TUTTI GLI EFFETTI CON CHIBIUSA,
      SICURAMENTE PODIO ANCHE PER LEI! ODIO E COLICHE ALLO STATO
      PURO! XD
      KIKI non più di tanto, forse perchè non era un personaggio
      onnipresente.
      A me invece un altro che mi stava veramente sul CAZZO, era TEN,
      il cuginetto di LAMU', anche lui come TINETTA era sempre in
      mezzo ai coglioni ed aveva una voce (come dice il tuo amico)
      DOLPHIN SURROUND! AHAHAHAHAH! XD

      BYE! BYE!

      Elimina
    5. Vero, anche Ten era irritante XP

      Elimina
    6. Ahaha madonna, Ten era davvero insopportabile, con quella vocina stridula.
      Chibiusa cacacazza nella seconda serie, simpatica nella terza, onnipresente nella quarta (e qua ancora cacacazza).

      Moz-

      Elimina
    7. La medaglia d'oro io la consegno senza pensarci a Kaori/Creta!
      Nel manga un po' si salva ma nell'anime...

      Elimina
    8. Diciamo che non si capisce manco perché ha certe pretese...! XD

      Moz-

      Elimina
  15. Posso fare un piccolo sfogo? Credo che questo sia l'unico luogo del web dove posso dirlo senza essere divorato!

    I manga """ romantici """ per ragazzi attuali sono l'antitesi di tutto quello che di bello rappresenta Orange Road!!

    Oggigiorno i giovincelli e non solo, si gustano i loro harem - commedy , infarciti di fan - service, tavole piene di balloon , pochissima varietà nelle storie raccontate, ma soprattutto zero sentimenti autentici!!

    Mi riferisco ai vari To - love ru, Yuuna - san , Bokutachi dekinai ecc. Queste sarebbero commedie romantiche?? Dove sta il romanticismo nei manga romantici attuali?

    Orange Road, è bellissimo perché unito alla comicità raccontava sentimenti autentici sapendo emozionare anche una luna piena oppure ammirando un lago notturno illuminato dalle lucciole… In maniera semplice e dolce…

    Cose semplici che i nuovi manga romantici per ragazzi si sognano!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai letti i manga romantici di oggi, mai li leggerò; al contrario ritengo Orange Road speciale. In primis il fatto che non ci sia fan-service (a parte uno strano episodio posticcio ambientato nel 1997, forse in una realtà parallela dove Madoka e Kyosuke non si sono mai fidanzati :D) è un grosso pregio del manga (ci sono nudi di Madoka, ma sono assolutamente funzionali alla storia).
      A me piace l'aspetto sentimentale di questo manga, perché non è assolutamente stucchevole, mi piace come l'autore sia riuscito a rendere anche alcune parti seducenti (secondo me un tipo di seduzione molto raffinata che non ha nulla a che vedere con adolescenti, in riferimento ai personaggi e in riferimento allo stesso target del fumetto).
      In sostanza è un'opera da riscoprire!

      Elimina
    2. In effetti, non definirei certi fumetti come romantici. Al massimo, trovo interessanti certe storie d'amore in fumetti che cone argomento centrale hanno altro.

      Elimina
    3. Io penso che dopo Marmalade Boy, Temi d'amore, anche Cortili del cuore... di storie serie sentimentali tra ragazzi ci sia solo Rossana (lì erano più piccoli, ma la dolcezza e naturalezza con cui è raccontato tutto sono belle). Oggi non ho la più pallida idea... proprio non mi attirano più i manga.

      Moz-

      Elimina
  16. Per quel che concerne il finale il Manga vince tutta la vita sull'anime, ma è un discorso ormai vecchio ed ammuffito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, ci sta :). A maggior ragione dopo la fine della trasmissione su Italia2!

      Elimina
    2. Sì, il manga è più completo!

      Moz-

      Elimina
  17. Riky, mannaggia tua. Dovevi usare i nomi dell'anime altrimenti gli imbecilli come me si perdono.
    E tornare sempre su per capire quale sia Sabrina e quale Tinetta mi fa perdere il filo.
    Insomma, non ci ho capito niente, ma ti voglio bene lo stesso.
    Attendo il riassunto su Whatsapp. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti può aiutare, Madoka è Sabrina. Hikaru dovrebbe essere Tinetta.

      Elimina
    2. Grazie Gracula. Non ti conosco, ma ti voglio bene. <3

      Elimina
    3. Nella prima stesura avevo scritto sempre Kyosuke-Johnny, Madoka-Sabrina, ma era illeggibile :D

      Elimina
    4. Ma li ho messi io all'inizio, i nomi finti, proprio per questo XD

      Moz-

      Elimina
  18. Confesso che pur apprezzando il cartone all'epoca, quindi avendo un minimo di feeling con la storia (anche se figuratevi se mi ricordavo il finale) pure io mi son un po' confuso con i nomi come Claudia. Pardon!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry Pier, quando l'ho letto in prima stesura mi sembrava un casino con tutti quei Kyosuke-Johnny ecc. :D.

      Elimina
    2. Ahha la prossima volta solo nomi edizione italiana, allora :)

      Moz-

      Elimina
  19. Torno ad affacciarmi nella blogosfera e trovo qui da te , Miki, un post su uno dei cartoni animati che più mi piacciono :) e la cosa bella è che avendo collaborato Riky alla stesura del post posso approfittare per salutare anche lui ;)
    In tutto questo, va detto che la sigla italiana del cartone, della nostra Cristina, la adorooooo
    Un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sigla meravigliosa e scanzonata!
      Beh Maris, ci hai beccati in due con un colpo solo... io ti mando un grande abbraccio :)

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie Maris! Un abbraccio anche a voi tutti :)
      Sulle sigle: io ho fatto una cosa divertente, ho preso l'opening 1 giapponese e la opening 3 giapponese, mettendoci un altro sottofondo musicale: alla prima la canzone dei The Weeknd "Blinding Lights", alla seconda "Physical" di Dua Lipa. Suonano benissimo :)

      Elimina
    3. Specie con Jingoro che corre :D

      Moz-

      Elimina
    4. Esattamente! Si legano benissimo alle immagini, entrambe

      Elimina
    5. Ma che forte questa cosa!! :)

      Elimina
  20. L'anime ridoppiato e i due film li ho visti qualche anno fa ma mi chiedo se anche la versione Mediaset finisca allo stesso modo. Non mi pare di averla mai vista.
    Il bello del ridoppiaggio è che si rivaluta Tinetta, personaggio che odiavo ma che nella "nuova versione" mi ha reso inediciso quanto il protagonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ovviamente Mediaset NON ha censurato il finale... quello ci mancava, ahaha XD
      A me le voci fininvestiane non dispiacciono, sono sincero...

      Moz-

      Elimina
    2. Ma anche a me non dispiacciono, anzi! Compresa Tinetta, però boh, forse era proprio l'adattamento a renderla odiosa, qualche libertà nella traduzione di troppo, non so.

      Elimina
    3. La voce troppo puffoso-squillante XD

      Moz-

      Elimina
    4. La nuova voce di Hikaru-Tinetta è in linea con quella giapponese.
      Anche se la vecchia (Marina Massironi) era comunque ottima per me :D
      A me non piace Johnny-Kysouke fatto da Garbolino!

      Elimina
    5. Secondo me il Garbo degli OAV, quindi degli anni 2000, non è malvagio^^

      Moz-

      Elimina
  21. Il film che riscrive il finale dell'anime l'ho sempre odiato, Kyosuke e Madoka diventano due veri stronzi nei confronti di Hikaru, secondo me sbaglia totalmente l'evoluzione dei personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me non piace, ma forse per assurdo è una versione realistica in tutto e per tutto... XD

      Moz-

      Elimina
    2. infatti l'anime bisogna concluderlo all'episodio 48 :D (e gli oav guardarli prima degli ultimi tre episodi, ahhah)

      Elimina
    3. Esatto, gli OAV raccontano, di fatto, storie durante la storia.

      Moz-

      Elimina
  22. Il manga non l'ho letto però ho visto l'anime e tutti i vari sequel, anche se non me li ricordavo tanto bene, grazie del riassunto! :)

    RispondiElimina

grazie per il tuo commento :)