[ANIME] Orange Road in Italia: la capricciosa via di Johnny


Quando arrivò È quasi magia Johnny su Italia 1, nel 1989, fu subito un grande successo.
Il triangolo amoroso, con lui che non sa decidersi tra due ragazze, fece presa sul pubblico italiano.
Ma È quasi magia Johnny non era che l'edizione italiana, pesantemente censurata, di Kimagure Orange Road: un anime tratto dall'omonimo manga di Izumi Matsumoto, opera simbolo degli anni '80.
Che la Mediaset (anzi Fininvest) aveva massacrato con molto taglia e cuci.
E che da stasera, la stessa azienda (su Italia 2), trasmetterà finalmente in edizione integrale.
Ecco la storia italiana di Capricciosa Orange Road.

Gennaio 1989. Arriva, nel contenitore Bim Bum Bam, una nuova serie animata.
È quasi magia Johnny: la storia di un adolescente indeciso tra Sabrina e Tinetta, trasferitosi in città per nascondere i suoi poteri ESP.

L'anime si compone di 48 episodi, ma Italia 1 ne manda in onda solo 46: È quasi magia Johnny subisce infatti un'opera di adattamento che ne abbassa il target, rimuovendo intere sequenze e addirittura due puntate. Ovviamente tutti i nomi sono italianizzati, con perle come Renato, la già citata Tinetta, Manuela, Carlo, Luigi, Paolo, Aldo, Lucilla.
Solo Akane sopravvive alla modifica selvaggia.
Emblematica resta, in ogni caso, la sigla della D'Avena.



Nonostante questo, È quasi magia Johnny è un grande successo: replicato continuamente ma anche criticato dai fan dell'animazione giapponese, che si ritrovano un cartoon pieno di stravolgimenti.
Passano tre anni circa, e il manga arriva anche in Italia, annunciato in pompa magna da Star Comics.
Siamo nell'ottobre del 1992.

pubblicità italiane (settembre e ottobre 1992)

Non solo: la casa editrice pubblica presto anche un dossier che raccoglie tutte le censure (audio e video) subìte dalla serie.
E, prima, rimarca come il manga sia fedele all'originale, pubblicizzando l'albo contenente uno degli episodi omessi da Italia 1.

pubblicità italiana (gennaio 1994)

Arriviamo al 1996: finalmente Kimagure Orange Road arriva in italiano, in edizione originale, in vhs per la Dynamic Italia.
Anche il pubblico tricolore può dunque riscoprire le vicende di Kyosuke, Madoka e Hikaru. Senza tagli, senza stravolgimenti, e nell'integrità dei 48 episodi originali.

pubblicità delle videocassette di Orange Road (novembre 1997)

Orange Road annovera anche diversi speciali e film: molti di questi sono stati trasmessi (in prima tv) in coda ad una replica della serie, nel 1994.
Ovviamente sempre con l'adattamento censurato televisivo.
L'ultimo film, invece, è andato in onda a inizio estate 2000; ma di questo vi era già una videocassetta della Dynamic con adattamento fedele all'originale, che Mediaset ha invece ridoppiato e tagliato.

Dal 2003 la Yamato Video acquisisce i diritti dell'opera e -rinominandola ancora più correttamente Capricciosa Orange Road- la pubblica in dvd.
Per i 48 episodi originali l'edizione è sempre quella del 1996, mentre gli OAV e i film sono ridoppiati ex novo: stavolta con gran parte del cast mediasettiano, ma in edizione fedele all'originale!

box dvd di Orange Road


Nel 2004 arriva anche la ristampa del manga.
Ma la vera sorpresa giunge nel 2011: per la prima volta in tv, va in onda l'edizione senza censure e fedele all'originale, ossia Capricciosa Orange Road.
Il canale è Man-ga di Sky.

Arriviamo al 2019: È quasi magia Johnny torna su Italia 1, in edizione rimasterizzata (dalla Yamato).
Le immagini della sigla storica hanno qualche dettaglio differente, e inoltre anche il logo viene cambiato.


Paradossalmente, ora di È quasi magia Johnny esistono due versioni: quella del 1989 e quella del 2019. Sì, perché comunque con la rimasterizzazione, Yamato e Mediaset hanno persino ripristinato (dove possibile, ossia perlopiù le scene mute) qualche sequenza censurata trent'anni prima!

E veniamo al 2020.
Dopo aver tagliuzzato l'opera, è la stessa Mediaset a portare in televisione, in prima visione in chiaro e in edizione rimasterizzata, Capricciosa Orange Road.
Edizione integrale, fedele a quella giapponese.
Ogni martedì sera su Italia 2.
Dopo ben 31 anni, le cose sono tornate al loro posto.
Ecco il promo che annuncia la trasmissione:


E dunque, come ci si chiedeva già IN QUESTO POST (CLICK!), come stanno cambiando i parametri mediasettiani?
È tempo di rivedere in edizione integrale qualcuna delle serie precedentemente censurate?

Leggi anche

54 commenti:

  1. So che non riuscirò a seguirlo in modo costante ma cercherò di vedere qualche episodio o recuperarlo in qualche modo.
    Sono davvero contenta che la stupidità della censura ignorante si stia man mano dissolvendo. L'umanità progredisce (più o meno)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, i tempi sono cambiati e ora anche la Mediaset può trasmettere le stesse serie che aveva massacrato. Sembra assurdo ma è così :)

      Moz-

      Elimina
  2. Io E' quasi magia Johnny me lo son visto tutto, veramente molto divertente (censure a parte), devo dirlo a mia moglie, piaceva molto pure a lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sicuramente lo saprete apprezzare di più, da stasera :)

      Moz-

      Elimina
  3. Anche oggi, grazie a questo post, avrò in testa la sigla di "E' quasi magia Johnny" per tutto il giorno :-P Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da stasera sicuramente avrò in mente Summer Mirage, che ho sempre amato... :O

      Moz-

      Elimina
  4. Cioè? Era un hentai nella versione originale?
    Mai vista la serie per mille motivi, per cui sono all' oscuro di tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no: era una serie adolescenziale.
      Potrai vederla stasera, ti farai un'idea :)

      Moz-

      Elimina
  5. grazie! avevo letto la notizia, ma ovviamente mi ero già scordato quando cominciava!

    PS: ma il promo che prende per il culo da solo 30 anni di censure mediasettiane???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peraltro con la voce di Iacono, che fa letteralmente prendere i brividi.

      Elimina
    2. Ahaha sì, Andrea: sembra assurdo ma è così.
      Il bello è che non è la prima volta che la stessa Mediaset sottolinea quando una cosa è senza censure: vedi Berserk nel 2001 e Fujiko Mine qualche anno fa :)
      Antonio, benvenuto a bordo! Vero! Unica cosa, i doppiatori dei personaggi che si sentono nello spot sembrano essere quelli Mediaset e non Dynamic Italia :o

      Moz-

      Elimina
  6. Perfetto, il martedì ho trovato qualcosa da (ri)vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso ho ben capito il perché delle censure :D
      Parlano di sesso, come è normale che sia tra 16enni, peraltro in termini ovviamente meno volgari ed eccessivi di come i 16enni trattano la materia sesso :D

      Elimina
    2. Esatto: era un anime indirizzato a quella fascia d'età, ossia gli adolescenti degli anni '80 :)

      Moz-

      Elimina
    3. Sto proseguendo la visione, certo che la scelta tra le due fanciulle sarebbe piuttosto ardua, se fossi stato il protagonista :D.
      Io probabilmente mi sarei accontentato volentieri della "tesoruccia" :D.
      Doppiaggio nuovo molto buono: preferisco la voce attuale di Yousuke Johnny rispetto a quella di Garbolino.

      Elimina
    4. Garbolino lo sentirai tornare, però, sai?
      Negli OAV, hanno tenuto il cast televisivo (dove possibile) con nomi originali XD
      Hikaru non male, ma è davvero sciocchina.

      Moz-

      Elimina
  7. Me lo ricordo soprattutto grazie all'apprezzatissima sigla.
    Sapevo che avevano fatto delle censure ma non pensavo fossero state di questa entità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già: stasera potrai farti un'idea di quante cose sono state stravolte :)

      Moz-

      Elimina
  8. Ed alla fine è arrivato, d'ora in poi ti chiameremo NostradaMoz :D
    Comunque pensa come mi è rimasta questa serie che quando sento suonare, sai benissimo cosa, mi torna alla mente Lei, di cui segretamente innamorato anch'io ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh il sax? :)
      Regaliamoci un capriccio, dai!

      Moz-

      Elimina
  9. Ah, Orange Road! Ricordo ancora lo strafalcione di un amico, quando ascoltò un brano della colonna sonora e disse "Questa è Madoka che suona il fax"! XD

    Cercherò di vederlo, anche solo per scoprire come si chiamino Aldo e Lucilla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, nomi sempre a cazzo, ma giapponesi XD
      Il lapsus sax/fax tradisce la volontà di telecomunicazione, più che di musica :)

      Moz-

      Elimina
    2. "sax on the beach", l'iconico (e unico!) disco di Gengive Sanguinanti Murphy!

      il giorno in cui ho capito il doppio senso (sax/sex) è stato anche il giorno in cui è finita la mia infanzia xD

      Elimina
    3. In rea, Moz, tradisce che quel mio amico è un sacco di pelle pieno di strafalcioni: sentissi le boiate che spara durante i gdr XD

      Elimina
    4. Sarà un tipo un po' pittoresco e cazzaro, dunque... XD

      Moz-

      Elimina
    5. Ha sicuramente i suoi momenti ^^

      Elimina
  10. Non credo lo vedrò, è una delle poche serie che ho stampata in testa.
    E' da sempre una delle mie opere preferite, e per certi versi preferisco l'anime al pur bellissimo manga, nonostante le molteplici censure.
    Peccato per quel finale che con il manga non c'entra nulla, e che risulta totalmente fuori contesto visto che i personaggi si comportano totalmente in maniera differente rispetto alla serie, non rispecchiando l'opera in nessun modo.
    Preferisco il finale del manga, molto più coerente.
    Comunque una delle serie della mia vita, conservo ancora il manga gelosamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Com'è che finisce il manga? Non ricordo

      Elimina
    2. Pirk, ma ti riferisci a quel film/oav che sembra proseguire la storia dell'anime (e in realtà la stravolge)?
      Mi pare sia quello, che in realtà stravolge persino i caratteri dei personaggi.

      Comunque, rispondendo anche a Thor, il manga finisce in modo "normale", diciamo. Sabrina vuole partire per chiarire i suoi sentimenti, Tinetta viene a scoprire tutto questo e se la prende con lei per non averle mai detto che anche lei amava Johnny. E quindi si fa da parte, facendo pace con tutti.
      Il finale della serie tv è un po' più fantastico (con un viaggio nel tempo che fa capire come il primo amore di Sabrina era comunque sempre stato Johnny nel passato).

      Moz-

      Elimina
    3. Sì, mi riferisco a quegli OAV finali che con la serie non c'entravano veramente nulla, visto che stravolsero totalmente il carattere dei personaggi.
      Madoka e Kyosuke in quell'OAV furono rappresentati in maniera fredda ed odiosa.
      Evidentemente il regista non era un grande fruitore dell'opera, secondo me.
      Oppure ha voluto dargli un taglio più realista che però stonava con il tono della serie.

      Elimina
    4. Esattamente: quell'OAV è quasi una rilettura in salsa più realistica.
      Mai capito il perché di quella scelta.
      A me piace il film finale, col charades tutto nuovo. Mi sembra una bella conclusione specie per Tinetta, che trova riscatto almeno col successo :)

      Moz-

      Elimina
  11. Non che mi lamenti ma esattamente com'è nata questa nuova moda Mediaset di ritrasmettere gli anime in versione più giappofriendly?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, ma la cosa non mi dispiace: Johnny è su Italia 1, Orange Road su Italia 2, tutti sono contenti^^

      Moz-

      Elimina
  12. Lo guardavo perchè come già detto la mia amica dei tempi ne era fanatica ma alla fine a me non è mai piaciuto.Tinetta insopportabile come il nome ridicolo che le hanno messo e lui un tonto insopportabile!
    Magari guarderò qualche puntata solo per curiosità se capita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio, perché scoprirai personaggi meno insopportabili, secondo me XD

      Moz-

      Elimina
  13. Secondo me per Mediaset con tutta la m***a che manda in onda tutti i giorni in fascia protetta su Canale 5 (vedi: http://www.davidemaggio.it/archives/181266/pomeriggio-cinque-il-comitato-media-e-minori-scene-che-sviliscono-la-donna-valore-diseducativo) le robe che si vedono in Orange Road sono acqua fresca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sarà che avrà ormai capito che la vera merda è sempre stata in certi suoi programmi... gli anime sono roba per educande :D

      Moz-

      Elimina
  14. Sembra che si stia iniziando da un po' di tempo a riproporre manga trasmessi in passato avendo la cura di non censurarli più ( o quasi) e di dare (non sempre, qui per esempio non succede) ai personaggi i loro nomi originali. Chissà potrebbe essere una svolta interessante della terza decade del nuovo millennio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me, pur considerando i limiti economici, sì: sarà questo il trend.
      Le serie saranno rimasterizzate (grazie a Yamato) e se ci sono edizioni ridoppiate fedelmente, trasmetteranno quelle (Rayerth, Il mistero della pietra azzurra...)^^

      Moz-

      Elimina
  15. Sono un grande fan di Orange Road sia il manga che l'anime.

    Avrei una curiosità sulla serie vhs uscita nel 1996. Da quante vhs era composta? Ma soprattutto all'epoca quanto costava ogni vhs?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, sono 16 vhs in tutto (contenenti tre episodi) e all'epoca, se non sbaglio, il prezzo era di 32mila lire :)

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie mille per l'informazione. Certo che costavano tanto... Spero in una edizione in dvd\blu-ray.

      Elimina
    3. Esiste già, a opera della Yamato. Ha comprato la serie Dynamic e ora è sua, l'ha rinominata (correttamente) Capricciosa Orange Road e l'ha rimasterizzata. Esistono anche i box DVD, uno lo vedi nelle foto dell'articolo stesso 💪🤓

      Moz-

      Elimina
    4. Si però oltre ad essere abbastanza datata mi sembra sia anche difficilmente reperibile visto che risulta esaurita.

      Elimina
    5. Forse nei mercatini e alle fiere si trova ancora... Secondo me la ristamperanno dopo questi passaggi tv :)

      Moz-

      Elimina
  16. Ricordo solo la sigla di Cristina D’avena.
    Ma non perché seguissi il cartone.
    Non credo manco mia sorella che nel 1989 aveva 5 anni.
    Probabilmente sentivo la sigla direttamente dal 45 giri che la conteneva sul lato B.
    Sul lato A c’era Milly altro cartone forse più sulle corde di sorella ( di quei tempi).
    Non so se t’ho mai detto che a casa mia ( ero io che li compravo a mia sorella) giravano i 33 giri di Cristina D’Avena tipo Fivelandia 5-6-7 ecc 😀😂😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, spero tu non li abbia buttati!
      Sono un tesoro :D
      Bei ricordi!

      Moz-

      Elimina
  17. Beh le censure di Mediaset (all'epoca ancora Fininvest) sulle loro serie giapponesi erano, purtroppo all'ordine del giorno, da "Georgie" depurata di tutte le scene di sesso e trasformata in una roba totalmente aliena rispetto all'originale, al finale di "Rocky Joe" nel quale veniva letteralmente tranciato il momento nel quale il protagonista moriva dopo aver vinto l'ultimo incontro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Georgie ha sì subìto censure, ma in modo altalenante: certe repliche, per dire, erano maggiormente censurate.
      Comunque alla fine si capiva lo stesso. Ma su Joe, assolutamente: hanno incollato un finale con voce fuori campo che lasciava intendere tutt'altro... pazzi XD

      Moz-

      Elimina
  18. Eravamo 4 CAZZARI al bar..che volevano cambiare il mondo....ahahaha!!!
    Moz stai tranquillo...non ti curar di loro ma guarda e passa.. na roba del genere , come disse il sommo poeta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, per me è tutto chiaro(it)o, e comunque non ho davvero mai pensato che fosse una cosa contro di me o sul personale.
      La cosa è chiusa, non mi curo di niente più di quel che serva.

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)