[TELEVISIONE] dalla chiusura di Man-Ga a Mediaset: una riflessione


Come saprete, dopo dieci anni di attività il canale Man-Ga ha chiuso.
O, per meglio dire, è stato solo spento su Sky.
Sì, perché dovrebbe essere solo un arrivederci: il progetto Man-Ga non finisce qui e presto ci saranno novità.
Alcuni parlano della piattaforma Tim Vision.
Io, che già mi ero interrogato su certi aspetti (QUI), provo a fare una riflessione generale...


MAN-GA, COSA VA E COSA NO

Ok, è semplicemente scaduto un probabile contratto di dieci anni.
Ma sappiamo che il progetto non muore qui.
E se, negli anni, Man-Ga ha proposto molte cose interessanti, per me c'è sempre stata qualcosa che non andava nella programmazione.
A volte, giornate intere passate a trasmettere blocchi di episodi di uno stesso titolo; palinsesti un po' vaghi e altre serie che invece aveva un episodio settimanale pur essendo molto lunghe.
Sembrava, specie negli anni finali, che non ci fosse una struttura vera e propria, ma che Man-Ga fungesse quasi da contenitore dove buttare dentro, a ripetizione, vari titoli.




IL CATALOGO YAMATO VIDEO

Eppure, il catalogo Yamato è vastissimo e può contare su tantissime serie, miniserie e film.
Bisognava forse creare dei mini-contenitori interni, per fascia oraria.
Peccato siano sempre mancati anche reportage, documentari, programmi di approfondimento: sarebbe stata la linfa del canale, secondo me.

MEDIASET

Ormai lo sappiamo: Mediaset e Yamato Video collaborano su più fronti.
Alcune serie storiche Mediaset sono state riversate in alta qualità dalla Yamato, e per alcune di queste, proprio l'azienda di home video detiene edizioni senza censure e con nuovi adattamenti: abbiamo infatti visto su Italia 1 È quasi magia Johnny, mentre su Italia 2 andava in onda Capricciosa Orange Road.
Anche per Il mistero della Pietra Azzurra potrebbe avverire lo stesso.


ITALIA 2 E IL DIGITALE TERRESTRE

È vero che Italia 2 è una rete che, da tempo, sembra voler ripercorrere idealmente quel che fu Italia 1.
Ma è anche vero che non sembra crederci fino in fondo.
Eppure, per me, potenziare quell'aspetto rappresentarebbe invece la mossa vincente di una rete che soffre la concorrenza di due agguerritissimi competitor (probabilmente rivali della Mediaset tutta): TV8 e Nove. Ma anche di reti come Spike e Paramount, che hanno puntato spesso su telefilm cult o anche sulla riproposizione di vecchie pellicole della Cannon Films.

COSA FAREI IO

Anche puntando su Tim Vision, che ha una partnership proprio con la Mediaset, io farei di Italia 2 un canale molto incentrato su animazione ma anche film e telefilm cult.
I programmi poi possono essere presenti, anche "a pacchetto" di intere stagioni, sulla piattaforma Tim.
Per me potrebbe funzionare, sfruttando al massimo Man-Ga e l'archivio Mediaset, nonché vecchie opere straniere di cui si potrebbe ottenere ancora la licenza.

Che ne pensate?
Cosa immaginate per l'immediato futuro televisivo?
Ma, soprattutto, cosa vorreste?

leggi anche

55 commenti:

  1. Quando usciva cartacea la compravo spesso Man-Ga. Ora non avendo Sky (fondamentalmente perché non mi interessa il calcio) non ho mai seguito questo canale.
    Però se arrivasse su TimVision penso che sarebbe nei miei preferiti.
    Terrò d'occhio la piattaforma😶

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra le riviste di settore, anche per me è la preferita. Durata troppo poco, ma quel poco ha spaccato di brutto! 🤓🔥

      Moz-

      Elimina
  2. "Ma, soprattutto, cosa vorreste?" Vorrei un ritorno alle origini... Rivorrei i cartoni sulle principali emittenti televisive... L'altra volta tornando dal mare ho incontrato un gruppetto di bambini di 10-11 anni ognuno di loro con lo smartphone in mano... Nessuno di loro segue più i cartoni animati... Ancora di più mi rendo conto di come siano peggiorate tantissimo le cose negli ultimi 10 + anni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ora i ragazzini hanno altre passioni, eppure credo che gli si creasse attorno un FENOMENO, non potrebbero fare a meno di seguirlo.
      O lo segui, o passi da sfigato ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Ovunque vado vedo frotte di bambini e ragazzini con lo smartphone in mano : (

      L'anno scorso da Riccione sono ritornato in autobus a casa nell'orario degli studenti... Sono rimasto meravigliato! Quasi tutti durante il tragitto hanno tirato fuori lo smartphone... Una scena che mi è rimasta impressa... Impressionante la diffusione degli smartphone... In verità anche ai tempi dei semplici telefonini erano già diffusissimi ricordo chiaramente che anche i bambini di 10-11 anni avevano il cellulare Nel 2003/2004.

      Ecco la prova che i miei ricordi erano attendibili: https://books.google.it/books?id=feJwny8uxREC&pg=PA116&lpg=PA116&dq=bambini+cellulare+2003&source=bl&ots=fco83iYY1-&sig=ACfU3U03bSw6xpG6Xyc_M0GC53dOKWt71w&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjnmpyO78nqAhWq0KYKHVk3DX4Q6AEwAnoECAQQAQ#v=onepage&q=bambini%20cellulare%202003&f=false

      Io stesso ho avuto il telefonino per un breve periodo nell'estate 2002 fino all'inizio di quel autunno. Dopodiché si ruppe il caricabatteria e lasciai stare... Non ebbi più un cellulare fino al 2006 circa... Attualmente non ho né un cellulare né uno smartphone mio da almeno 10 anni...

      Interessante il libro che ti ho linkato snocciola i dati dell'utilizzo di cellulari e internet nel 2005 praticamente l'ultimo periodo in parte legato al passato.

      Comunque il problema: bambini/ragazzini sugli smartphone ha radici più profonde di quello che si pensi...

      Comunque io a memoria non ricordo nessun classe '90 con il cellulare nel periodo degli ultimi anni delle elementari 99/2001, mentre sembra che già era diffuso tra i bambini del 2003/2004 ovvero i classe '92/'93.

      Infine l'altro ieri al mare due ragazzine si facevano le foto sugli sciogli come due star... Avevano 11-12 anni! Per me inaccettabile!

      Rimango della mia idea che gli anime al pari dei fumetti siano ormai fruiti solo da chi li seguiva da bambino. Conseguenza? Senza nuovo pubblico ci sarà sempre meno spazio per i nuovi doppiaggi.

      Elimina
    3. Lavorando coi ragazzini posso confermare: guardano anime subbati, sono abituati.
      Comunque, io nel 2000-2001 andavo a scuola, il cellulare lo avevo (mai portato in classe, lo portavano solo le ragazze per i primi sms ma era perlopiù spento).
      Ma lo avevo e specie d'estate lo usavo moltissimo...

      Moz-

      Elimina
  3. Cosa vorrei in campo televisivo?
    Ritorno alla tv esclusivamente analogica, con un'offerta sia generalista che tematica, senza la corsa a chi trasmette per primo un nuovo film o cartone, ma riscoprendo anche vecchi cult, alternando vecchio (rigorosamente con doppiaggio storico) e nuovo.
    Una emittente di solo sport, orizzontale, che non privilegi il calcio se ci sono un torneo di tennis, il superbowl o un torneo internazionale di biliardo 5 birilli.
    Italia Cult, che magari replichi anche alcuni quiz Mediaset come "Il pranzo è servito", "Zig Zag" o "Passaparola".
    Un telegiornale quotidiano esclusivamente ambientalista: quanti alberi tagliati in Amazzonia nelle ultime 24 ore, quanti animali macellati, quanti maialini castrati senza anestesia, quanti cani abbandonati trovati per strada?

    Sennò il mio televisore resta spento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Gas
      Mi sa che lo terrai spento per molto tempo ancora😭

      Elimina
    2. Non bramo di accenderlo: sta spento da quando la Rai iniziò a interrompere i film come Mediaset, prima visione di "Al di là dei sogni" con Robin Williams.

      Elimina
    3. D'accordo per il TG Animalista, ma non solo con le brutte notizie, anche con le storie andate a finire bene..

      Elimina
    4. @fperale giusto, ma i TG normali non danno forse soprattutto cattive notizie? 😢

      Elimina
    5. Appoggio il tg animalista ma anche con storie belle... tutto tranne la macellazione XD
      Comunque, visto che il calcio la fa da padrone e visto che niente va come vorremmo... i nostri resteranno solo sogni.

      Moz-

      Elimina
    6. Finché non ci tassano i sogni, io continuo. 💪 A meno di ingranare la via giusta per "fare" anziché "usufruire"...

      Elimina
    7. Eh, lo so... speriamo bene^^

      Moz-

      Elimina
  4. Italia 2 non ha avuto il coraggio di andare fino in fondo...Alla fine dà sempre le stesse serie, ripetute all'infinito. Questioni pubblicitarie, immagino. Orange Road era perfetto in prima serata e di punto in bianco l'hanno messo al sabato.
    Ma davvero c'è gente che guarda tv8 e tv9, a parte qualche reality tipo quattro ristoranti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è per questo, anche altre emittenti giocano al riciclo: era appena iniziato il lockdown che Spike programmò la saga cinematografica di Star Trek, che peraltro era passata pochi mesi prima su Rai 4... Ora Spike la sta riproponendo promuovendola come fosse un evento a lungo atteso... 🙄
      Pochi investimenti e presa per il cu** inclusa nel prezzo!

      Elimina
    2. La rifanno di nuovo? :D Ma l'hanno appena fatta! :D

      Elimina
    3. Infatti su Facebook ho scritto che tanto vale aprire un'emittente dedicata... 😁

      Elimina
    4. Riccardo, gli ascolti di Orange Road non erano esaltanti.
      Ma forse perché non funziona una volta a settimana? Chissà...
      Tv8 e Nove vanno forte, hanno delle autoproduzioni da paura.
      Documentari interessantissimi...
      Ma anche cicli di film storici, saghe tipo 007, Karate Kid, Indiana Jones...
      E altri, appunto, Star Trek all'infinito XD

      Moz-

      Elimina
    5. Caspita, io su Tv 8 e 9 vedo - di film - solo quei film americani di qualche anno fa, roba saltare velocemente a pie' pari :D

      Elimina
    6. Sì, di merda da menomati ne passa tanta... certe commediole imbarazzanti...

      Moz-

      Elimina
  5. Mi pare che anche su Prime siano sbarcati una valanga di anime..certo una tv "generalista", pur su DT, fa fatica a star dietro a questi nuovi competitori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, anche se dipende sempre a chi ti rivolgi e che offerta porti... :)

      Moz-

      Elimina
  6. Io lo vorrei visibile a tutti. A me spiace che sia uscito dalla piattaforma Sky che peraltro sta un po' perdendo colpi sul piano della qualità del suo palinsesto e della scelta e mantenimento dei canali. Questo canale spento da Sky era un po' la mia finestra su un mondo che tu mi hai fatto conoscere in modo più ampio, e che mi ha permesso di vedere anche degli episodi di Berserk. Io condivido la tua proposta, Italia 2, canale che potrebbe così utilizzare sia quanto a disposizione di Man-Ga che il proprio stesso archivio. Vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, c'è da sperare in una Italia 2 che per metà diventa Man-Ga e per l'altra metà fa quello che faceva Italia 1 negli anni '80 e '90...

      Moz-

      Elimina
  7. Non ho capito una cosa e cioè se il canale Man-Ga trasmettesse solo repliche?
    Poi faceva parte dello streaming di Sky ..quindi magari uno se ama gli anime così tanto può optare per altre scelte.
    Cercarseli su altri streaming o procurarseli che ne so in DVD.
    Su un canale del digitale che proseguisse quello cominciato da Man-Ga sono un po’ scettico.
    Penso Moz che se un canale funziona aldilà della scadenza del contratto si abbia tutto l’interesse a farlo continuare anche dopo no?
    Se Italia 2 non è ancora riuscita a decollare credo che dipenda tanto dalla generazione di giovani d’oggi partendo da quelli di 11 anni che si perdono nei cellulari come scriveva A.J.
    Ma ne abbiamo già parlato altre volte qua di questo tema e non voglio ripetermi, sai come la penso.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il canale Man-Ga trasmette anche serie inedite e sottotitolate, nuovissime.
      Ma poi, comunque, replicate.
      Hai ragione: se funziona, lo tengono. Ma non è così scontato: IT! di Mediaset funzionava, ma poi la Mediaset andò via da Sky e lo dovettero chiudere.
      Italia 2 deve semplicedere capire a chi rivolgersi, e con forza.

      Moz-

      Elimina
  8. Sì, la programmazione di Man-ga non era proprio perfetta, per non dire peggio. Dove andrà adesso? Spero in chiaro e senza censure come accadeva su Sky.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, credo che la base sia sempre quella delle non censure^^

      Moz-

      Elimina
  9. Si Potrebbe Finalmente Lanciare Italia Cult,Come Sostituto.

    RispondiElimina
  10. Credevo che non l'avrei mai detto ma quasi quasi preferivo il vecchio sistema analogico con meno canali, non lo rimpiango in sè stesso ma almeno una volta le reti avevano tutte o quasi una loro personalità. su Rai3 non avrebbero mai passato lo stesso tipo di programmazione di Italia1 e viceversa,inoltre la concorrenza era reale adesso nonostante la tanto sbandierata pluralità mi sembra di vedere solo cloni in giro. Alcuni canali (vedi Rai4) hanno si una loro personalità ma rappresentano l'eccezione. Inoltre la stessa rai 4 ha rischiato più volte di venire depotenziata dalla stessa dirigenza dell'emittente di Stato. Alcuni esperimenti che erano potenzialmente interessanti, come Cine34 si stanno trasformando nell'ennesima rete che replica solo commedie. A parte alcune serate come quelle dei Gialli all'italiana ritrovo molte delle stesse cose che già trasmetteva Iris. Ma il Cinema italiano non è stato solo commedie, è stato ben altro. Tu poi hai parlato di italia2, concordo sul fatto che non ci hanno creduto fino in fondo.
    Inoltre, ci avete fatto caso che la quasi totalità dei canali trasmette solo televendite?
    P.S
    Della Yamato sono stato un fedele cliente durante la loro prima fase, quella delle V.H.S quando pubblicavano cose come la trilogia di Fantomas con Louis de Funes, o gli sceneggiati come "Belfagor" e i "Compagni di Baal". Anche quella fase mi manca molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo quella fu una seconda fase, per così dire... era già il 2000-2002.
      Però di certo era una Yamato Video "iniziale": bei tempi.
      Ma davvero Cine34 è già diventato questo?
      Ma sai, inizio a credere che i canali tematici, alla lunga, stanchino.
      Mentre una rete generalista o semigeneralista può funzionare di più :)

      Moz-

      Elimina
    2. La mia sensazione sui canali tematici è... curiosa.
      Da bambino sognavo canali di soli cartoni animati, di soli film, ecc... Oggi invece percepisco queste realtà come qualcosa che, per fare quadrare i conti, punti alla quantità e non alla qualità. Se Canale 5 programma un film, lo fa spezzando una programmazione monopolizzata da Maria De Filippi, Barbara d'Urso, Paolo Bonolis sfottigente, reality e programmi destinati a un pubblico cui non sento di appartenere... Insomma, ho sempre percepito quel film come un evento televisivo, o è Canale 5 a dargli questa confezione.
      Un film su Rai Movie, invece, per quanto valido, lo vedo come qualcosa di messo nella mischia, come uno spot pubblicitario in mezzo a tanti, riceve - credo - la stessa pubblicità di tutti gli altri, e non è un programma evento. I primi tempi che ebbi il digitale terrestre mi aspettavo da Rai Movie una programmazione degna dei primi "Bellissimi" di Retequattro, un grande film dopo l'altro, con attori monumentali... Invece il Televideo mi elencava titoli pressoché sconosciuti, con cast nei quali al massimo c'era un nome di spicco...
      Lo stesso discorso lo potrei fare con i canali tematici per bambini e ragazzi: non sia mai trasmettano il "Wacky Races" o "Friends" o "Happy Days"; soltanto prodotti recenti, riproposti in più orari della giornata, perché il cult deve andare sul satellite!
      I canali Rai tipo Premium... Ho amici che li seguono: mai che abbiano proposto vecchi sceneggiati di cui hanno i diritti, tipo "La Freccia Nera", "Il Tenente Sheridan", "Il commissario Maigret", "Sandokan"... Soltanto fiction di nuova generazione, se non è "Che dio ci aiuti" è "Don Matteo", se non è "Un medico in famiglia" è "Montalbano"... E basta!!! O trasmettere le commedie di Eduardo interpretate da Eduardo e non da Massimo Ranieri! Perché non alternare almeno??

      Elimina
    3. Ma infatti per me è assurdo che la Rai, in primis, usi così poco il proprio archivio o comunque le storie storiche che aveva trasmesso.
      Dovrebbero fare canali di sola STORIA DELLA TELEVISIONE.
      Ma sembra come se la questione sia frammentata, buttata lì nel mezzo...

      Moz-

      Elimina
    4. La Freccia Nera e Sandokan sono su RaiPlay

      Elimina
    5. Ovviamente hanno una qualità dell' epoca. Cioè scarsa, ma il prodotto in sé è buono

      Elimina
    6. Ma ci sta... a volte è preferibile la qualità vintage^^

      Moz-

      Elimina
  11. È vero: la tv italiana sta vivendo il paradosso della moltiplicazione dei canali e della scarsità di contenuti! Una volta chi compilava i palinsesti delle tv nazionali aveva la difficoltà di far incastrare tutto, oggi il problema è cosa inserire. Io spero che con la chiusura di Man-Ga Mediaset finalmente deciderà di trasformare Italia 2 in una rete per il pubblico nerd. Anime, programmi sui videogiochi (che fine ha fatto Gamerland?!?), speciali sulle varie fiere dei fumetti (l'anno scorso hanno sperimentato su Italia 2 un format simile)
    Vedremo... naturalmente bisognerà aspettare che finisca questo momento -di merda- di quel virus -di merda- e magari il mercato pubblicitario si rimetterà in moto e avranno finalmente i soldi da destinare a queste produzioni e a nuovi anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto... spero anche io che possa succedere.
      Davvero, è ciò che mi auguro: un canale da lasciare sempre acceso, qualsiasi cosa va bene (ci metterei anche un po' di musica anni '80.'90), insomma, un canale nerd e retronostalgico^^

      Moz-

      Elimina
  12. Ho avuto le tue stesse impressione su Man-Ga... credo che mancasse davvero un'organizzazione seria dietro la programmazione.
    A questo punto, però, spero davvero in una riproposizione della mia Nadia... senza censura 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, spesso a me sembrava come se non ci fosse una programmazione concreta, come se fosse un po' buttato lì...
      Speriamo bene^^

      Moz-

      Elimina
  13. Buondì Moz! Non guardo molta tv, ma onestamente se dovessi pensare ad un canale che torni all'ingenuità di trent'anni fa sarei sicuramente molto felice.
    Il problema dei canali tematici è che sono tematici (da quel che ho capito), quindi tendono a riproporre lo stesso tipo di prodotto per tutto il giorno e tutti i giorni. Forse sono rimasta più affezione all'idea di un contenitore vario, quindi come risolvere il problema senza tornare indietro nel tempo? Prendendo spunto da una giusta idea delle programmazioni vecchio stampo: le fasce orarie. Programmazione infantile, giovanile e adulta distribuita secondo gli orari di fruizione della fascia d'età da destinarsi. Per le full immersion fare eventi speciali dedicati, ma variare la programmazione durante le giornate ordinarie, dando ricambio alle serie. Dite che sia possibile una soluzione del genere? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io penso che tra i due estremi del bingewatching da piattaforma e della tv tradizionale, in mezzo ci sia proprio quello che non serve più: i canali troppo tematici, e che rischiano di non avere nulla di scandito.
      Invece occorrono fasce orarie, distinzioni, varietà (pur con una forte linea editoria, ovviamente)...

      Moz-

      Elimina
  14. Mi spiace per questa chiusura, anche se era un canale a pagamento che io non potevo vedere. Mi sembra una triste mancanza, anche in una certa maniera culturale. Un saluto Miki, buona giornata e continuazione di settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sono andati solo in ferie, a settembre ne sapremo di più sul loro ritorno annunciato^^

      Moz-

      Elimina
  15. Scusa, ma non riesco a leggere il tuo ultimo post, non questo, questo: [_Mocturnal_] UVB-76: una misteriosa stazione radio. Leggo che lo si può fare solo di notte ma non resta in memoria? lo cancelli? posso leggerlo questa notte e a che ora?
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, solo di notte: riappare da mezzanotte alla mattina presto 🤓💪

      Moz-

      Elimina
  16. Anche io arricchirei Italia 2 rendendolo un canale a tema.. per esempio, quando non ho nulla in particolare da guardare in tv o lascio la tv accesa come compagnia mentre faccio faccende domestiche, sono sempre su Top Crime perché mi piace il genere di serie che trasmette e so che lì trovo qualcosa da vedere (sia con interesse che in maniera distratta) da Colombo a The Mentalist.
    Se so che ci sono anime o vecchie serie su altri canali le guardo volentieri ma non essendoci un canale mirato devo avere fortuna con l'orario di trasmissione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, io penso che un bel canale in stile anni '80-90 (televisivo, non per forza come proposta ossia come anni dei prodotti da mandare in onda) sia la soluzione: perché poi lo lasci anche come sottofondo!

      Moz-

      Elimina
  17. Speriamo in qualche novità positiva.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  18. qualsiasi buona speranza si infrange con un problema di fondo:
    i 4:3 e l'SD (la definizione standard a 576 righe)
    Voi potete anche anelare i vecchi classici, cult etc. etc. ma i broadcaster oggi skifano tutto cio' che non e' HD e soprattutto cio' che non e' 16:9
    la combinazione delle due cose e' venefica (infatti Man-ga ha dovuto chiudere) mentre l'SD e' ancora ben tollerabile nel DTT ma a condizione che croppino a 16:9 i fotogrammi originali.
    Quindi, se davvero sperate che possa sorgere o tornare un canale tv di contenuti cult, io a queste condizioni non ci tengo affatto e preferisco rassegnarmi nel godimento delle mie librerie personali raccolte sino a quando ce lo hanno consentito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta/o a bordo^^
      Hai ragione, tanto che quando Italia 1 manda in onda le vecchie serie, lo schermo non è intero... Insomma, non è bello.
      Ma Man-Ga, comunque, tornerà... in qualche modo... magari come sezione Tim Vision, chissà^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)