[MANGA] L'attacco dei giganti: il finale spiegato (da un boomer)



Attack on Titan è finito.
Non è mai stato il mio genere di opera, ma riconosco che ha suscitato sempre un certo clamore ed è sicuramente tra i titoli che hanno tenuto banco trasversalmente in questi anni, interessando un pubblico variegato che ha seguito trame e misteri della serie per diverso tempo.
La nippomania, a un certo punto drasticamente calata dopo l'ultimo boom degli anni 2000, è sopravvissuta anche grazie a L'attacco dei giganti: c'è l'amico Giuseppe Intorre che mi ha proposto questo suo spiegone finale, ora che tutto è terminato.
Uno spiegone... da parte di un boomer, come ha voluto che scrivessi: buona lettura!


Allora, per come l'ho interpretata io (attenzione: parte spiegone boomer, ovviamente spoiler)
Eren aveva un duplice obiettivo: il primo, che poi è quello che ha dichiarato fin dai primi episodi, era quello di eliminare tutti i giganti dalla faccia della terra, ed il secondo di permettere ai suoi amici di vivere una vita lunga e felice.
Come abbiamo appreso, il potere del progenitore permette di muoversi senza soluzione di continuità fra passato, presente e futuro, e di vedere tutti i possibili "sentieri" a seconda della scelta che si decide di seguire (come ad esempio nel precedente numero, quando viene mostrato il possibile futuro di Eren e Mikasa che decidono di fuggire via da tutto e da tutti).
Sicuramente Eren ha avuto modo di vedere che l'unico modo di realizzare entrambi i progetti era quello di far si che le cose avvenissero esattamente come sono avvenute, ivi comprese la marcia dei colossali con lo sterminio della quasi totalità degli abitanti della terra; forzare il padre a fare una strage di Reiss per acquisire il potere del progenitore; e anche l'ultimo, terribile sacrificio di spingere Dina a risparmiare Berthold, che avrebbe dovuto salvare Armin anni dopo passandogli il suo potere, per sacrificare addirittura sua madre (che è stato l'evento scatenante che lo ha poi portato a desiderare di creare un mondo senza più giganti).




Un progetto portato avanti fra azioni apparentemente inspiegabili (e che alla fine quel significato lo hanno anche smarrito nei meandri dei sentieri, dei possibili futuri e della mente ormai dilaniata di Eren) che hanno condotto fino al martirio di Eren, che in un ultimo barlume di umanità rimpiange di non aver potuto amare Mikasa come avrebbe voluto e vivere con lei ed i suoi amici in un mondo terrribile, ingiusto e ancora minacciato dalla guerra, ma finalmente libero dai giganti.




Eren scopre tutto quando fa il baciamano a Historia nel momento della sua incoronazione, ovvero quando c'è il primo contatto fra un possessore del potere del progenitore con una persona di sangue reale.
In tutti gli altri casi questo avveniva perchè chi possedeva il potere era lo stesso discendente di re Fritz e di Ymir, e quindi era vincolato al patto di obbedienza/amore che legava i due e che costringeva chi possedeva quel potere a tramandarlo per generazioni e a non far conoscere a nessuno l'origine di quel potere rimuovendone ciclicamente ogni ricordo.





Nel momento in cui apprende quello che è successo, che sarebbe successo e del motivo per il quale siano successe certe cose terribili Eren, si trova di fronte alla realizzazione che tutto è accaduto perchè per la prima volta il potere dei progenitore è finito nelle mani di una persona libera (ovvero se stesso) e finalmente padrona del suo destino...
Destino che sarebbe potuto essere anche quello di scappare via con la donna che ama di fronte a quell'orrore, condannandolo a ripetersi di nuovo all'infinito, ma che invece è stata quella di prendersi il peso di tutto il male del mondo sulle sue spalle ed arrivare fino in fondo, a costo di qualsiasi sacrificio. Non è possibile dare una temporalità a "quando ha fatto cosa" ma dobbiamo solo vedere il quadro completo nella sua integrità, ovvero una serie di scelte passate, presenti e future che hanno portato a liberare il mondo dalla presenza dei giganti.




Shinjeki no kyojin
è stata l'opera prima di Isayama, che probabilmente ad un certo punto ha superato di gran lunga la capacità dell'autore di tenerle testa.
Probabilmente, se fosse rimasta meno mainstream, avrebbe preso una piega completamente differente, sarebbe finita prima (o magari starebbe ancora continuando, chissà) ed avrebbe avuto un finale magari più anticlimatico, cruento e con meno fanservice... ma molto probabilmente non saremmo neanche qui a parlarne.




L'Attacco dei giganti è stato quello che doveva essere, ma il suo "percorso" non è ancora concluso. L'anime potrebbe avere un altro finale o andare a costruire il climax ideale per esaltare quello del manga che, seppur controverso per alcuni, mette il punto ad una storia che ci ha accompagnato per 11 anni e che probabilmente sarà capofila di uno nuovo modo di intendere il fumetto giapponese da qui in avanti.
(a cura di Giuseppe)

LEGGI ANCHE


36 commenti:

  1. Ti prego, non usare pure tu questi anglicismi ^^

    Comunque aspetto l'ispirazione per leggere l'epilogo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il termine non è mio, ma suggerito dall'autore dell'articolo^^
      Non sono contrario agli anglicismi, comunque, quando in una sola parola sottintendono un concetto ben preciso. Boomer infatti ha questa funzione, che non renderebbe con l'equivalente "figlio del boom economico".
      Dopotutto, anche gli angloamericani usano, chessò, paparazzo per indicare una cosa specifica: se arriva prima, meglio e in modo completo, perché no?^^

      Moz-

      Elimina
  2. Bell'analisi! Io mi aspettavo che sarebbe finito così.
    Non dimentichiamo una delle ispirazioni principali dell'opera ovvero WATCHMEN di Alan Moore. Isayama ha detto di essere un grande fan dell'opera e che i personaggi di Levi ed Erwin erano ispirati a Rorschach e Ozymandias. Lo stesso Eren, da quando ha ottenuto il potere dell'antenato, mi è sembrato un incrocio tra il Dottor Manhattan e Ozymandias.
    Il suo piano finale ricorda quello di quest'ultimo: compiere un opera immane di sterminio per unire e salvare un mondo sull'orlo dell'abisso. E il finale è amaro perché non abbiamo modo di sapere se sarà valso a qualcosa.
    Nella sua ultima scena in Watchmen, Ozymandias chiede: «Ho fatto la cosa giusta, vero? Alla fine ha funzionato tutto». E il Dottor Manhattan replica: «Alla fine? Adrian, nulla finisce. Nulla ha mai fine». Poi, abbandonando definitivamente la Terra, sparisce lasciando il modello meccanico incorniciato da un alone dalla forma di un fungo atomico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, quindi si può dire che AoT sia la versione rivista in chiave fantasy di Watchmen? 🤓

      Moz-

      Elimina
    2. Caspita nemmeno io sapevo che watchmen fosse una delle principali fonti di ispirazione di AoT, alla luce di questo il finale aperto e la guerra che incombe nonostante l'eccidio credo sia davvero un finale ispirato a quello di Moore. L'altra fonte è chiaramente il finale di GoT dove è denerise che viene uccisa dal suo grande amore

      Elimina
    3. Evidentemente ha proprio voluto omaggiare, in chiave fantasy, l'opera di Moore, se così stan le cose^^

      Moz-

      Elimina
    4. Rivisitazione in chiave fantasy non direi visto che la storia e i personaggi sono del tutto originali, ma l'influenza c'è ed è dichiarata quindi sì, omaggio sicuramente.
      Volendo si può fare un paragone ulteriore o almeno io l'ho notato: come ho detto Eren mi ricorda il Dottor Manhattan, perché dopo aver assorbito il potere dei Giganti è cambiato ed è diventato sempre più distaccato fino a divenire apparentemente privo di umanità. Proprio come Manhattan è diventato un dio con il potere molecolare ma ha perso i sentimenti e i suoi legami umani e ha iniziato a interessarsi sempre meno all'amata Spettro di Seta/Laurie. Direi che in questo caso Laurie è Mikasa e Armin è Gufo Notturno. Entrambi vengono spiazzati dal comportamento di Jon e finiscono per andare avanti da soli e diventare una coppia. Ora, non si sa se Mikasa e Armin sono innamorati ma sono sicuramente amici molto intimi, ancora di più da quando non c'è Eren. In Watchmen, Laurie eventualmente sceglie Daniel/Gufo ma solo perché Manhattan non le dà scelta e lascia il pianeta, altrimenti si vede che è innamorata di lui, così come Mikasa è evidentemente innamorata di Eren ma questi non le dà scelta.

      Elimina
    5. Una sorta di ripiego.
      Ho capito cosa intendi, ma ci sta benissimo che i personaggi e le situazioni si rifacciano a quelle di Watchmen! Anzi, non mi stupirebbe per niente, visto che è un'opera così fondamentale per l'autore... 🤓🤩

      Moz-

      Elimina
  3. Complimenti, bella analisi.
    Non è un finale perfetto ma è un finale valido, che chiude un cerchio e dà un finale ai principali personaggi della storia.

    Non tutti i buchi e buchetti di trama sono stati chiusi in maniera certosina, ma l'impianto mastodontico tutto sommato sta bene in piedi e non era affatto scontato.
    Si è veramente chiusa un'era.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta/o a bordo!
      Giro i complimenti a Giuseppe!
      Peccato per alcuni buchetti di trama, ma magari saranno colmati in futuro, con speciali e spin-off...

      Moz-

      Elimina
    2. era davvero difficile chiuderli tutti, sarebbe stata un'impresa. però non ci è andato lontano.

      Elimina
    3. Spero che invece Berserk li chiuda tutti, per dire... o meglio, che non lasci aperte storie importanti...^^

      Moz-

      Elimina
    4. Non c'è lo vedo Miura lasciare aperte linee narrative importanti; e poi credo che in berserk i personaggi principali siano molti meno rispetto a AoT

      Elimina
    5. Sicuramente, anche perché in Berserk molte cose convergono nella trama principale... 🤩👍

      Moz-

      Elimina
  4. Era l unico finale possibile. Il protagonista che salva il mondo sacrificando se stesso.
    Concordo anche secondo me ha fatto tutto per fare vivere una vita felice alle persone che amava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sandra, benvenuta! 💪
      Il tema del sacrificio per un fine più grande, dopotutto, è ricorrente nelle opere nipponiche.

      Moz-

      Elimina
    2. Esatto, tutto il finale doveva essere così, e secondo me Eren sapeva come sarebbe andata da un po', preciso io mi sono spoilerata la fine perché nn potevo aspettare un anno io seguo l anime quindi mi mancano dei pezzi, ma fino a dove ho visto avevo già annusato che sarebbe stato così. L unica cosa che non ho capito...ma chi ha messo incinta Historia lo dicono? Perché io un idea l avrei.
      Eh sì sono sadica a spolerarmi le cose ahah

      Elimina
    3. Ho chiesto a Giuseppe, l'autore dell'articolo, e mi ha detto questo:
      Da una conversazione precedente lei dice prima ad Eren che non è che nella fattoria stia pensando solo agli animali e poco dopo gli dice "e se avessi un bambino?" facendo intendere o che si sia adoperata con un fattore che lavora lì o che lo stia proponendo ad Eren.
      Il fattore viene identificato come un vecchio amico d'infanzia di Historia; in ogni caso il fatto è irrilevante ai fini della trama; la conversazione avviene quando Eren le comunica che sarebbe andato a Marley per attuare il suo piano 💪

      Moz-

      Elimina
    4. la storia del figlio di Historia penso sia stato un falso indizio lasciato dall'autore...io mi stavo scervellando per capire che ruolo avrebbe avuto nella trama, avendo sangue reale potevano aprirsi mille scenari.

      Invece è rimasto completamente inutile.

      Elimina
    5. E se fosse qualcosa che l'autore non è riuscito a gestire??

      Moz-

      Elimina
    6. non lo posso escludere, eppure è una cosa inserita da lui stesso, in un momento così avanzato della storia che sapeva già chiaramente quale fosse il finale nel dettaglio.
      Credo che altrimenti non l'avrebbe proprio inserito...almeno credo :-D

      Elimina
    7. Eh, appunto... magari davvero non ha saputo gestirlo, o ha dovuto affrettare alcune cose... :o

      Moz-

      Elimina
  5. Mi sarebbe piaciuto un flash back sul re Karl Fritz costruttore delle tre cinta murarie di Paradise e su come giunse alla decisione di fare il giuramento di rinuncia alla guerra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbero essere tutti spin-off: l'opera tira ancora, figuriamoci se non pensano a eventualità simili pur di continuare il business... 💸🤑

      Moz-

      Elimina
    2. Sarei molto felice di vedere delle altre opere prequel.
      C'è tutta una parte di storia, super affascinante, che può essere esplorata nelle origini dei giganti.

      Mentre mi auguro che non ci sarà mai un seguito, che andrebbe a rovinare un cerchio ormai chiuso.

      Elimina
    3. Stessa cosa penso io per Berserk: spin-off e prequel sì, sequel no (qualunque sia il finale dell'opera...).
      Hai ragione, non darebbe valore alla parola FINE.

      Moz-

      Elimina
  6. Questo post lo leggero più avanti perchè ho scoperto questa serie proprio da poco e sono ancora aala prima stagione.Devo dire che ho iniziato a guardarla perchè due mie amiche insistevano col diirmi quanto fosse bella.Alla prima puntata non mi sono tanto appassionata,non è molto il mio genere,adesso invece sono entrata bene nella storia e non vedo l'ora di andare avanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho visto pochi episodi e ho lasciato perdere... chissà se recupererò mai...

      Moz-

      Elimina
    2. In effetti le prime due stagioni sono davvero troppo lente, la storia ingrana pian piano ma dopo diventa una droga. L'alternativa che suggerisco è vedere i film (che riassumono bene le prime due stagioni) e dalla terza vedere l'anime completo.

      Elimina
    3. Ottimi consiglio! Non sapevo che si potesse fare anche così!! 🤩😎
      Thanks!!

      Moz-

      Elimina
    4. Non sapevo esistessero i film!!!!

      Elimina
    5. Io sí, li vedevo in vendita ma non sapevo fossero "riduzioni" delle stagioni 🤓💪

      Moz-

      Elimina
  7. Anch'io leggerò il post più in là perché ancora devo finirlo. Ma chiedo una sola cosa, visto che un mio amico mi ha mandato un messaggio l'altro giorno bestemmiando in aramaico: è vero che non si conclude sul serio perché i veri ultimi episodi saranno trasmessi più in là?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dell'anime si parla di una chiusura nel 2022, a quanto ho capito.
      Il manga invece è finito così... :o

      Moz-

      Elimina