[MUSICA] Kobra (Rettore, 1980)

          

 
Hit della Rettore, dominò le classifiche infiammando l'estate del 1980.
Un brano emblematico, ricco di doppi sensi: il serpente del titolo è ovviamente una metafora per descrivere (sempre ironicamente e rock) il membro maschile.
Vincitrice della categoria femminile del Festivalbar '80 proprio Kobra, la Rettore ha continuato a proporre questa canzone nel corso degli anni, e ancora oggi è tra le più amate e ascoltate.



Pubblicata nel 45 giri Kobra/Delirio, Kobra è stata scritta dalla stessa Rettore, su musica di Claudio Rego (attuale marito di lei).
Considerata una delle "canzonissime" della musica italiana, all'epoca della sua pubblicazione fece ovviamente scandalo.
Il testo non fu, però, mai cambiato. Mantenendo anche quel "quando amo" finale che cercarono di cancellare.
Qui una versione "live", che poi è un playback con qualche inserto dal vivo.
La Rettore non si pone più problemi, giocando con un tubo spara-fumo che si diverte a cavalcare:


          


C'è da dire che Kobra non risulta mai volgare.
Brano scherzoso, eccentrico e ballabile, ha un poderoso inizio che richiama certe sonorità tribali, da giungla. Diventando poi il pezzo che conosciamo tutti.
Ma qual è la storia dietro Kobra, che parla di virilità -vero- ma dal punto di vista di una donna?
La Rettore ha raccontato, durante una recente intervista TV:

Ero una femminista convinta quando l’ho scritta e il testo mi è venuto come risposta a un mio amico cantautore lucano che diceva sempre: “Ma dove volete andare voi donne? Noi uomini c’abbiamo il cobra!”.
Così ho voluto scrivere una canzone proprio su quell’argomento per dimostrare che anche le donne potevano avere qualcosa da dire, in merito.
Pensa che di recente ho visto anche un video di gente nuda che cantava il
Kobra, ciò significa che è ancora attuale. Senza contare poi che proprio in uno dei miei ultimi dischi, Caduta Massi, parlo del calo del desiderio, una triste realtà, purtroppo. Insomma possiamo dire che il Kobra sia un tema ancora attualissimo, basta che si alzi“.


E il vostro cobra si alza? O è solo un pensiero frequente (che diventa indecente)?


ALTRA MUSICA? LEGGI ANCHE

30 commenti:

  1. Una canzone orecchiabile e simpatica, ricordo quando Rettore la eseguiva in programmi musicali televisivi... All'epoca non badavo al suo significato. 😁

    Dubbio: l'amico cantautore lucano potrebbe essere Pino Mango? 🤔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho davvero idea di chi possa essere l'uomo del... cobra 🐍
      Secondo me al significato ci si pensava, ma in modo divertito... 😎

      Moz-

      Elimina
  2. L'ho sempre presa per quella che è, una canzone orecchiabile e facile da canticchiare. I significati profondi li lascio ai Guccini e ai De Gregori :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, come vedi c'è molto di più di una canzone orecchiabile^^

      Moz-

      Elimina
  3. Sarà mica l'era dell'impotenza dunque?!
    Comunque finissimo quell'amico cantautore lucano "Dove volete andare voi donne!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, erano i tempi del machismo... ma un Kobra ha risolto tutto, facendo vedere che a comandare possono essere anche sempre le donne...

      Moz-

      Elimina
  4. "Il Cobra non ééééé un Seppenteee... E' una biscia fetente... che shpaventa la'ggenteee..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, chi mai può aver paura del kobra :)

      Moz-

      Elimina
  5. Una cantante che ha rispecchiato il contesto storico di quegli anni, abbiamo solo un anno di differenza io e lei quindi conosco bene il contesto su cui ha fondato i suoi testi, così orecchiabili ma soprattutto di contenuto.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, infatti è solo il primo dei brani della Rettore che vedremo qui! Perché ce ne sono alcuni veramente interessanti... 💪🔥🧐

      Moz-

      Elimina
  6. Mi è sempre piaciuta questa canzone, non la considero così attuale come la stessa Donatella pensa, tuttavia resta un brano orecchiabile che i più conoscono e hanno canticchiato qualche volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, diciamo che oggi... sono le donne ad avere il Kobra... già direttamente settato nelle impostazioni XD

      Moz-

      Elimina
  7. Capita a fagiolo, nel senso che ho inserito anch'io un serpente nel mio fumetto 😄
    Ricordo che la cantava pure Magalli sotto la doccia in una puntata di Coliandro... 🙂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto!! Grande Magalli, bellissima puntata quella... spero di rivedere presto Coliando (intanto Magalli farà il vescovo in Don Matteo XD)

      Moz-

      Elimina
    2. Don Matteo che non sarà più stesso per un altro motivo... e ho visto un video di Terence Hill su YouTube in cui lo spiega...

      Elimina
    3. Sì, lui esce di scena dopo tre puntate e arriva Bova^^

      Moz-

      Elimina
    4. Lui avrebbe voluto continuare, aveva chiesto di poter girare meno puntate all'anno ma gli hanno detto che non era possibile, come sempre la quantità prevale sulla qualità...

      Elimina
    5. Magari lo hanno accontentato: la serie si chiama sempre Don Matteo, quindi lui idealmente sarà presente, anche se molto meno... chissà :)

      Moz-

      Elimina
  8. Ma davvero? Proprio non l'avevo capito il doppio senso :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha :)
      Io pensavo parlasse di animali...^^

      Moz-

      Elimina
  9. Facendo in inversione a U tematica, in campo religioso Maria schiaccia sotto il proprio tallone un serpente: simbolo della vittoria sul peccato originale?
    Poi Alan Moore fa dire a un suo personaggio in Promethea che invece non è la donna che schiaccia il serpente, ma è il serpente che ammirando e venerando la donna si prostra ai suoi piedi, la porta in capo e la solleva verso le stelle.
    Insomma su sto povero serpente ne abbiamo costruiti di miti e metafore noi primati in 10000 anni di civiltà!

    Ciao
    Giù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questo perché il serpente è anche simbolo fallico. Schiacciato da una donna, o prostrato a essa, Madre Terra, è un circolo (uroboro) perfetto... due facce della stessa medaglia... una lama, un sospiro, che diventa un impero^^

      Moz-

      Elimina
  10. Che classicone... e pensavo fosse di qualche anno più giovane.

    RispondiElimina
  11. Credo che una canzone quando magari viene ricordata più per la parodia che per il testo si commenta da sola.
    Quindi come ho letto pure su commenti qua sopra come contenuti lascia un po’ a desiderare.
    Della Rettore questa è la canzone più insulsa che ricordi.
    La liberazione sessuale della donna non la prende nemmeno di striscio.
    Credo che su liberazione sessuale o femminismo erano già più avanti altre interpreti già fine anni 70.
    Patty Pravo Pensiero stupendo e Pazza idea ( non penso servano spiegazioni) , Viola Valentino con Comprami inno alla “prostituzione”, la Oxa con Fatelo con me ( scritta da Fossati) che parla di onanismo .
    Ma penso che il top sia Mina e la sua L’importante è finire.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è la prima delle tre canzoni della Rettore che voglio presentare qui. Diciamo che è ironica, anche se non è così banale come sembra: un inno al cobra maschile ma visto da un'altra parte della barricata.
      Non credo avesse, comunque, intenti di liberazione sessuale... 🤓💪

      Moz-

      Elimina
  12. Penso che la sua canzone che preferisco sia Splendido Splendente, che alla fin fine era una critica brillante alla chirurgia estetica e a tutto un modo di pensare basato sul rifiuto dell'invecchiamento (cosa molto americana, vedasi l'utilizzo massivo del botox da quelle parti).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, canzone attualissima: l'ho programmata per marzo, sulla Rettore ho diversi post in canna, questo era il primo! 🤓🔥

      Moz-

      Elimina
  13. Nel video la Rettore direi che ha i capelli di One...
    In quarta liceo una mia amica mi vendette il suo libro di inglese e, con un certo imbarazzo, ci trovai scritto dentro "il cobra non è un serpente". Immagino non avesse pensato al doppio senso (il mio imbarazzo era più che altro dovuto alle sue discutibili scelte musicali, era pure una fan di Madonna, che io detesto...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, beh dai la Rettore è forte! :)
      Comunque, non credo che la tua amica non ci avesse pensato, al significato del cobra... :D

      Moz-

      Elimina