[MUSICA] Gangsta's Paradise (Coolio, 1995)

              



È venuto a mancare il rapper Artis Leon Ivey Jr., in arte Coolio: un nome cool (appunto) legato principalmente a una grandissima hit del 1995.
Gangsta's Paradise, una canzone hip hop che sbancò anche da noi, e di cui io stesso ho dei bellissimi ricordi.
Un brano che ha a che fare con altra musica e anche col cinema.



Un coro di chiesa, il brano che inizia con le parole di un salmo.
La vita di strada, pericolosa e mortale; ma anche il riscatto, il paradiso.
Coolio canta con L.V. un brano divenuto uno dei simboli del rap, anche in ottica commerciale.
Il titolo riprende la Pastime Paradise di Stevie Wonder, ma del pezzo uscito nel 1976 c'è anche un campionamento usato specie nel ritornello.


              



Wonder inizialmente non avrebbe voluto cedere il permesso di utilizzare una parte del suo brano; alla fine cedette ad alcune condizioni: niente parolacce e termini equivoci.
Coolio cassa così il termine nigger (lett. negraccio, usato fraternamente tra afroamericani ma offensivo se pronunciato dai bianchi) e fuck/fucked.
Sostituite queste parole, il brano è pronto e dal 1 agosto 1995 scala le classifiche di mezzo mondo.




Finisce nella colonna sonora del film Pensieri Pericolosi con Michelle Pfiffer: proprio quest'ultima riprende nel videoclip di Gangsta's Paradise il ruolo che aveva nella pellicola.
Una professoressa ex-soldatessa, trovatasi a insegnare nella classe più pericolosa del liceo, costituita perlopiù da niggers e latinos.






La canzone ebbe un grande succeso anche da noi: ricordo che me la ritrovai in una musicassetta registrata da qualche compagno di classe.
La scuola era ricominciata da poco e facemmo una festicciola serale a casa di un amico; io portai il mangianastri e tornando a casa mi accorsi che una cassetta era rimasta dentro.
C'era proprio Gangsta's Paradise, che copiai immediatamente e usai per le mie registrazioni.
Altri tempi.


RISCOPRI ANCHE

23 commenti:

  1. che ricordi e che colonna sonora

    RispondiElimina
  2. Io c'ero, e la canzone ascoltavo a ripetizione, perché era ed è fantastica ;)

    RispondiElimina
  3. Pezzo storico, un qualcosa che Coolio stesso riuscì più a ripetere. Proprio qualche mese fa son andato a riascoltarmi altri brani di Coolio, e l'unico altro brano che mi rimase in testa, ai tempi, era "See you when you get There" uscito qualche anno dopo.

    Cmq film stupendo, e anche relativa parodia (Pensieri Spericolati) abbastanza riuscita.

    Caio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coolio mi sa che era anhe nella colonna sonora di Space Jam... certo, questo successo non l'ha più ripetuto.

      Moz-

      Elimina
  4. Non conoscevo questa canzone grazie per questo post! Mi dispiace per la scomparsa di questo rapper riposi in pace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un brano per me molto bello ma soprattutto che sento legato a un dato periodo della mia vita...!^^

      Moz-

      Elimina
    2. È assurdo l'hanno sempre messa in onda in tutte ma proprio tutte le radio e tv comprese le regionali e provinciali anche nelle più sconosciute molto usata anche nelle pubblicità basta andare nei bar, i ristoranti e nei negozi che la senti di sottofondo.
      Impossibile non averla mai sentita neppure di striscio.

      Elimina
    3. Non sono appassionato di musica può essere che l'ho ascoltata senza ricordarmi.
      Raramente mi informo chi siano i cantanti delle canzoni in voga.
      Non ho mai comprato un CD in vita mia.

      Elimina
    4. Io mi domando perché i toni dell'anonimo siano sempre così aggressivi, denotano una frustrazione notevole.

      Moz-

      Elimina
  5. Ahhhhhh che ricordi... Quell'estate conobbi la mia prima fidanzatina, una storiella di qualche mese ma a quell'età (17 anni) ogni cosa era vissuta con maggior trasporto e questa canzone era spesso suonata in sottofondo quando ero con lei, marcando piacevolmente quei momenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bellissimo ricordo, personale ma che tutti possono apprezzare 👍🔥

      Moz-

      Elimina
  6. Mi è dispiaciuto molto e quel "pezzo" è davvero indimenticabile.
    sinforosa

    RispondiElimina
  7. Avevo anche io la cassetta, originale comprata da mio fratello, e la colonna sonora mi è rimasta nel cuore. Anche senza parole scurrili il testo è comunque lo specchio di una società che in oarte ancora esiste, razzismo ed emarginazione che in moltissimi luoghi sono un problema serissimo.
    Mi spiace davvero per l'artista, che la terra gli sia lieve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta! 😃
      Hai ragione, anzi penso che il non aver usato linguaggio forte abbia decretato ancora più il successo, l'ha resa alla portata di tutti con un messaggio portato a tutti...

      Moz-

      Elimina
  8. A questo punto, obbligatorio citare la parodia di quella sagoma di Weird Al Yankovich https://www.youtube.com/watch?v=lOfZLb33uCg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Geniale!! :)
      Io aggiungo quella più casereccia di Leone di Lernia^^

      Moz-

      Elimina