[MOZINTERVISTA] ecco a voi... Simona (Gattosandro Viaggiatore)!



Ritornano le MozInterviste e con grande piacere oggi ospito Simona.
Lei è una dei pochi blogger che ho addirittura conosciuto dal vivo, in una piovosa serata cinematografica torinese: ma online si interagisce davvero da molti anni, anni in cui ha raccontato di viaggi (e di gatti) nel suo blog Gattosandro Viaggiatore.
Ecco le dodici domande per conoscere Simona e il suo progetto, che da qualche tempo prevede anche tanti disegni e colori: scopriamo perché.


Moz - Simona, chi sei?
Simona - Sono una viaggiatrice innamorata dell’Oriente che sogna di girare il mondo con dei pennelli e un album da disegno.


Moz - la tua età mentale?
Simona - Sto iniziando a superare la difficile fase dell’adolescenza :)


Moz - presenta brevemente il tuo blog: come, quando e perché nasce, quali sono le sue caratteristiche. Simona - Gattosandro Viaggiatore nasce nel 2010 alla vigilia del mio primo viaggio in Giappone per documentare le mie esperienze.
Ha la caratteristica di essere a metà tra un diario di viaggio e una guida dettagliata di ogni singola destinazione visitata, ma con un punto di vista molto personale.


Moz - ricordi come e quando ci siamo conosciuti?
Simona - È passato tanto tempo, ma credo di aver letto un tuo commento su un blog che seguivo e sono venuta a curiosare nel tuo mondo. Strano pensare che sembri una vita che ci conosciamo, non trovi?


Moz - vero, ma in fondo è così: è proprio una vita!
Film, piatto e colore preferiti!
Simona - Film: “La città incantata” di Hayao Miyazaki; Piatto: Miso ramen; Colore: blu


Moz - scegli una foto o un disegno che ti rappresenta e spiega il perché della tua scelta.
Simona - Questa foto rappresenta tutto ciò che sono e tutto ciò che amo fare: disegnare e viaggiare.






Moz - quale periodo della tua vita vorresti rivivere e perché?
Simona - Mi piacerebbe rivivere l’infanzia per vedere i miei genitori giovani e per passare un Natale con tutta la mia famiglia.


Moz - ultimo acquisto fatto?
Simona - Il robot aspira/lavapavimenti, lo desideravo da anni e in una botta di euforia me lo sono regalato. Lo amo già (il mio gatto invece lo odia, ma pazienza).


Moz - quello che non hai è…?
Simona - Che non ho?? Ma io credo di avere tutto, non mi manca niente.


Moz - ultimo viaggio fatto?
Simona - Valli di Comacchio e Cinque Terre.


Moz - come pensi sia la blogosfera, oggi?
Simona - In generale mi sembra ci sia meno voglia di conoscere chi sta dietro un blog, meno voglia di chiacchierare, commentare, discutere. Dall’altra parte invece ho notato che si è persa un po’ la spontaneità, è come se invece di scrivere per il piacere di farlo si scriva per piacere ai motori di ricerca. Devo essere sincera, mi sono presa una pausa soprattutto per questo, stavo cadendo anche io nella trappola del fare qualcosa che piace agli altri, dimenticando che il blog ha senso se esprime la propria sincera passione.


Moz - perché gli altri utenti dovrebbero leggere e seguire il tuo blog? Convincili, spronali, invitali.
Simona - Sai che per trovare l’ispirazione per il blog io vado a rileggere i miei vecchi post? Lo faccio perché mi sembra di scoprire sempre cose nuove, riesco a dimenticarmi perfino di averle scritte io, oppure mi immergo nei ricordi dei bellissimi viaggi che ho fatto e penso “ma l’ho fatto davvero?”. Passate dal mio blog, cliccate su un post a caso, e viaggiate con me!

Dunque eccoci, Clockers: vi lascio ancora il link al blog di Simona (QUI); se siete appassionati di viaggi lontani e fantastici disegni, dovreste proprio correre a visitare il suo spazio!
Se volete leggere alcune delle MozInterviste precedenti, cliccate QUI.
Se avete un blog e volete partecipare alle MozInterviste, lasciate un commento QUI.

59 commenti:

  1. Grazie Moz, e grazie Simona.. sono un viaggiatore impenitente anche io e mi piace far scorgere il mio punto di vista, con testi e foto (niente disegni purtroppo) che spero incuriosicano.. vengo a leggerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo, i viaggi di Simona (e recentemente i suoi disegni) sono spettacolari :)

      Moz-

      Elimina
    2. Leggo il tuo Postodibloggo da sempre, mi fa piacere che questa intervista ti sia piaciuta!

      Elimina
  2. Cavolo che bello, mi sembravano risposte molto simili alle mie. Solo un pizzico meno orientale. 😉
    Vado a conoscerla, grazie Miki e complimenti a Simona. Ciao.

    Rispondi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Yes, non preoccuparti per il commento anonimo, ho risolto :)
      Sì, simona è moooolto orientale, ricordo certi reportage dove andava nei posti più sperduti (e provava anche il cibo locale!)^^

      Moz-

      Elimina
    3. Ciao Pia, vengo a curiosare sul tuo blog!

      Elimina
    4. Onorata e felice di ciò. Ti attendo. Grazie Simona. 😘

      Elimina
  3. Devo esserci passato nel blog di Simona, ma per via del gatto, cui deve aver dedicato qualche post. 😺

    Bentornate Mozinterviste. 👍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh oggi il titolare di testata non c'è più ma i gatti sono sempre presenti nella sua vita, dopo Sandro c'è Filippo *___*

      Moz-

      Elimina
    2. Ciao Gas, io ti "conosco" perché leggo spesso i tuoi commenti qui da Moz. Devo dire che grazie a questa intervista mi è tornata la voglia di scrivere e riprendere ad essere attiva nel blog, è una bella cosa.

      Elimina
  4. Grazie per questa bellissima intervista Moz. Ci siamo incontrati dal vivo e sono finita anche nel tuo video reportage (divertentissimo) su Torino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come minimo!
      Serata diluviosa ma sono stato contento di essere passato nel tuo stupendo cinema... e ovviamente averti incontrato di persona 💗🤓💗🤓

      Moz-

      Elimina
  5. Domande interessanti...
    Non vedo l'ora arrivi il mio turno 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrai resistere fino alla primavera inoltrata :D

      Moz-

      Elimina
    2. Ah, a me non tocca domani?!!!
      😉😂

      Elimina
    3. Eh, purtroppo la lista è lunga e ho previsto due interviste al mese! 😱

      Moz-

      Elimina
  6. Bella intervista, anche perché anche io conosco e seguo Simona. 2010 è nato il suo blog, l'età d'oro dei blog (il mio è del 2007, dicembre 2007, il tuo, mi pare Miki, un anno prima), quello di Mary, ho letto ieri, del 2010 o 11... che nostalgia mi ha fatto venire. E poi è vero, le tante cose scritte le abbiamo scritte noi (a volte pare impossibile). Io sono L'Alligatore, a volte esco come anonimo, vediamo questa volta ... in passato, non succedeva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeah, non sei anonimo, top! 🐊
      Vero, che epoca... Il 2006-2007 sembra una vita fa, ed è davvero tale.
      Poi i primi anni '10, epoca d'oro. Bei tempi per la blogosfera 💗

      Moz-

      Elimina
    2. Fossimo su di un social metterei un mi piace, un pollicione... qui invece devo scriverti, qualcosa di senso, anche poco, ma qualcosa... qui sta la differenza.

      Elimina
    3. Beh, basta trasferirsi sui cugini di WordPress per trovare anche lì il "mi piace". Non ne sono esenti nemmeno i blog 😂💪

      Moz-

      Elimina
    4. Ciao Alligatore!! Sembra di stare tra vecchi compagni di scuola :-)

      Elimina
    5. Vero, e i nostri blog sono state le diverse materie, dai quali abbiamo appreso molte cose, senza maestra :)

      Elimina
  7. In comune abbiamo il viaggiare, anche se per me è per lavoro. O almeno fino a prima della pandemia, quando ero un docente ramingo, adesso invece mi sposto molto meno, ma vabbè...
    Come dicevo qui tempo fa, più che la blogosfera sono i blogger a essere cambiati. Non mi pare di aver osservato un cercare di attirare gli spider dei motori di ricerca (mi sbaglierò, magari), quanto piuttosto un cercare di coltivarsi ciascuno il proprio seguito, senza quelle grandi interazioni di un tempo. Credo però che questo sia dovuto sia a una naturale evoluzione dell'ambient digitale che a una serie di fenomeni negativi (come i meme award, e senza dimenticare troll non-blogger che hanno fatto incursioni rovinando rapporti tra blogger) che hanno alterato in maniera irreversibile il tessuto di questo mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però evidentemente non era un tessuto così forte come sembrava, se qualche troll lo ha divelto con tanta facilità.
      È stato un periodo d'oro, poi tutto cambia e giustamente ognuno bada al proprio pubblico. Per esempio, io ora come ora non sarei nemmeno in grado di vivere la blogosfera come prima, con il blog a mille, il lavoro, e due/tre riviste su cui scrivere (e non solo...)!
      Anzi vedi, almeno per me, sembra che da quando mi sono "sganciato" da una certa visione del blog, le cose siano andate in una direzione molto precisa (pur non cercata, infatti sono sempre stato cercato io)... 💪

      Moz-

      Elimina
    2. Non so se la tua analisi possa essere applicata ai blog in generale. Da me per esempio i troll non si sono mai visti, probabilmente perché con i miei numeri non ho mai corso il rischio di attirare invidie.

      Elimina
    3. Non credo si tratti di numeri, probabilmente la tua attitudine tranquilla non attira gente che potrebbe voler accedere fuochi... 🔥

      Moz-

      Elimina
    4. Anch'io ho numeri minimi, ma uno di tali personaggi in diverse occasioni ha dato disturbo e cercato di creare dissapori con altri blogger con cui aveva questioni in sospeso. Magari è vero che non li si incontra sul proprio blog, ma li si può trovare in altri, a disturbare la conversazione in generale o intervenendo direttamente con te.
      Comunque credo che il loro operato non sia stato il problema. Se il ghiaccio è incrinato, prima o poi si rompe, a prescindere che ci si vada lì a pattinare o meno.

      Elimina
    5. Ora non so a cosa ci si riferisca nello specifico, ma hai ragione: significa che qualcosa era già rotto.
      Non voglio pensare che tutto fosse rotto già a sempre, e che la golden age fosse apparenza, perché lo avrei percepito.
      Evidentemente, come tutte le cose, non poteva durare e poi ogni cosa esplode fuori, prima o poi.

      Moz-

      Elimina
    6. Mah..?
      Non so neppure io a cosa si riferisca Marco quando parla di non blogger che hanno rovinato il tessuto/relazioni tra blogger.
      Magari mi sento preso in causa in generale essendo anch’io senza blog.
      Però ricordo che una volta Franco Battaglia ha dedicato un post a quelli senza blog che seguono i blogger.
      Omaggiandoli di belle parole , allora almeno .
      Adesso non so se ha cambiato idea😁.
      Personalmente credo che chi segue un blog senza avere un blog sia un valore aggiunto e perdonami ritengo queste presenze più sincere e meno interessante rispetto a chi invece gestisce un blog e il più delle volte commenta per un proprio tornaconto..anche solo in termini di visibilità.
      Comunque son d’accordo con te i rapporti tra blogger se si incrinano non dipendono da terze persone ( siano queste blogger o meno) ma perché alla base non ci stava un rapporto solido ..poi alla fine è sempre facile dare la colpa a qualcun altro quando invece bisognerebbe far chiarezza prima con se stessi.
      Sui Troll non mi esprimo anche perché avete i mezzi SE VOLETE per arginarli.
      Rosetta docet.
      Certo personalmente mi ritengo una persona che esprime le sue idee senza peli sulla lingua senza offendere nessuno e non si è mai tirato indietro nel confrontarsi con gli altri.
      Spero che questo non faccia di me un troll.
      Sennò pazienza ..ci sono troll e troll a sto punto😂.
      Sui meme adward , personalmente li trovo inutili.
      Sempre se sta parlando dei premi che si distribuiscono periodicamente i blogger?
      Non ci darei troppo peso .
      Poi in un tessuto tra blogger è chiaro che in generale rosica chi non ne riceve manco uno o pochi rispetto ad altri .
      Però essendo riconoscimenti tra blogger per uno che vive la blogsfera diciamo alla vecchia maniera forse ci tiene in modo esagerato boh?
      Ma veramente io da non blogger li ritengo assurdi.
      C’è stata gente che si è inventata un premio con delle motivazioni “ assurde “ per poterlo poi dare al blog che voleva lei/lui.
      Guarda Moz i premi migliori saranno quelli che riceverai dai non blogger.
      Cioè gente che ti apprezza per quello che fai nel blog ma che ti da la possibilità di uscire dal circolino dei blogger facendo arrivare la tua passione oltre la blogsfera per un pubblico che non son solo blogger.
      Direi che con NSM , la radio in passato ci sei riuscito ..attenzione non ho scritto che sei arrivato eh..ma sei riuscito a fare un passo ( piccolo o grande?) oltre..il modo dei blogger.
      Ciao






      Elimina
    7. Ciao Massimiliano, mi trovi d'accordo. Però sai, i primissimi tempi venire "nominati" per un premio era semplicemente un attestato di stima e un modo come un altro per far conoscere dei blog. Un po' come capita su instagram o altri social adesso.

      Elimina
    8. Ciao Max (mi fa strano leggerti col tuo nome intero XD) non so a chi ci si riferisse però è certo che la tua presenza ha portato abbastanza scompiglio: e meno male.
      Perché se da un lato sei stato iper-cacacazzo (ma è sempre un piacere discutere con te), dall'altro proprio da esterno hai mostrato cosa c'è che non va.
      Ovviamente non sono colpe, non è trollaggio, anzi. Diciamo che il gioco si era già incrinato e tanti episodi hanno contribuito a mostrarne l'anima, a nudo.

      Venendo a noi: i premi sono appunto come dice Simona le tag che circolano anche su IG.
      Però mi avete fatto ragionare su una cosa, entrambi.
      Proprio due giorni fa ho risposto a una cosa simile su IG.
      Non mi è pesato, anzi l'ho trovato divertente, mi è sembrata una cosa simpatica, parte di qualcosa.
      Lo spirito iniziale degli awards bloggheristici era questo, identico.
      Poi si è perso diventando una masturbazione interna, il circolino che cita Max.
      Vero che un blog dovrebbe puntare a lettori non blogger, perché significa avere esteso il giro, ossia arrivare a persone che non per forza hanno un blog (sarebbe come se a leggere un libro di King fossero solo altri scrittori).
      Comunque, come dicevo qualche post fa, io ormai ho sviluppato ulteriormente un'idea ancora diversa di blogging. Ne parleremo... :)

      Moz-

      Elimina
    9. Ormai commento pochissimo fuori dal Moz O'Clock, perché? Per un semplice motivo che molti blogger non accettano idee diverse dalle loro :( potrei fare nomi ma non sarebbe bello... Ci sono blogger di (pseudo) sinistra che appena esprimi un'opinione diversa ti azzannano alla giugulare, altri blogger che si atteggiano da giganti del pensiero poi dimostrano tutta la loro bassezza definendo il proprietario di Fininvest con offese di una certa gravità senza neanche avere pietà della sua età... (cosa vuoi più dire a una persona di quasi 90 anni?).
      Se non volete opinioni diverse dalle vostre perché avete aperto un blog?

      In generale su internet che siano i social, siti o blog regna tanta indifferenza e noncuranza specchio della società odierna.

      Elimina
    10. Nemmeno a me piace uno spazio dove vomitare cattiveria.
      Io sono per capirle, le cose.
      Poi, lo sfottò scherzoso, l'analisi lucida, il commento caustico ci possono (e devono) stare, ma senza mai andare fuori dai limiti.

      Moz-

      Elimina
    11. Giusto per chiarezza, perché forse sono stato poco preciso nel mio commento: uno dei personaggi in questione, uno dei primi a cui avevo pensato (e qui andiamo indietro di parecchi anni), in effetti un blog ce l'aveva (più di uno in realtà), ma si fingeva un esterno (Miki avrà capito a chi mi riferisco) e ha provocato parecchi danni. Poi anche altri hanno fatto casini, ma ripeto: sono stati un problema della rete, ma non il problema della blogosfera, che era già incrinata di suo. Semmai hanno esasperato una situazione già esistente.

      Elimina
    12. O forse l'hanno semplicemente messa a nudo... Si sarebbe comunque arrivato agli scontri e alle inimicizie, per tantissimi motivi...

      Moz-

      Elimina
    13. Ma sì, infatti. Il conflitto è inevitabile, perché ognuno interpreta le situazioni in modo diverso (divergenza percettiva) e/o perchè bisogni e interessi sono incompatibili o percepiti come tali.

      Elimina
    14. Ma ci sono anche gelosie che covano, antipatie prima abbozzate e via dicendo: è comunque un mondo umano.

      Moz-

      Elimina
    15. Sai, una volta un blogger mi ha rinfacciato infastidito di non aver partecipato al suo meme award, come se gli avessi fatto uno sgarbo. Lì ho capito che c'era chi ci dava molta, troppa, importanza a queste cose. Che erano nate come un gioco, un modo per divertirsi assieme, e sono divenute motivo di rancore e fastidio. Quando esasperi le cose poi il risultato a cui arrivi è questo.

      Elimina
    16. Forse successe anche a me, però sinceramente non ricordo in che occasione. Però ebbi la tua stessa sensazione e questo lo ricordo: inizia a innescarsi un meccanismo molto particolare, tossico. Perché poi si vuole il click in più, il commento in più...

      Moz-

      Elimina
  8. Nonostante io sia una blogger ultradecennale, non conosco il blog di Simona. Forse ci siamo incrociate qui o altrove ma non ricordo. Andrò a curiosare visto che vorrei colmare una lacuna oltre al fatto che i viaggi sono una delle mie molteplici passioni. Bentornate Mozinterviste, sempre interessanti e stimolanti. Buona settimana💛

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh e presto tocca anche a te figurare qui! 🤓💪
      Grazie mille, purtroppo la mia settimana non si apre benissimo ma spero possa migliorare.
      Comunque ecco, il bello del blogging era (ed è) anche questo: incrociarsi altrove, magari poi curiosare... 💪🔥

      Moz-

      Elimina
    2. Sempre detto.. a volte apro solo per andare in giro per blog, saltando di blogroll in blogroll.. è come vagare nello spazio e scopreire proprio altri sistemi solari, anzi, bloggari.. ;)

      Elimina
    3. Yes, è una pratica che piace tanto anche a me, e ancora scovo mondi sconosciuti.
      Sempre meno, a dire la verità: spesso mi perdo in luoghi abbandonati o ormai chiusi...

      Moz-

      Elimina
  9. Blog che conosco da tempo e da cui ho preso più volte ispirazione per i viaggi, anche quando ero andata in Giappone. Da poco ho anche scoperto, da Instagram, che Simona è una disegnatrice fenomenale e ho adorato il suo Inktober, quindi la mia stima per lei direi che ormai ha raggiunto il top! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeah, ha fatto una grande cosa sommando viaggi e disegni...! Top!^^

      Moz-

      Elimina
    2. Così mi commuovo, grazie

      Elimina
  10. Ciao Simona.
    Sai che all’inizio leggendo il nome del tuo blog ti ho confusa con Vanessa Varini del blog Gattara Cinefila?
    Poi ho connesso il cervello e ho capito l’equivoco.
    Anche se credo che in comune oltre alla passione per i gatti avete anche quella per il viaggio.
    Non lo conoscevo il tuo blog.
    Anche per il discorso sopra e la confusion😁
    L’ho sbirciato un po’ alla ricerca di quello che mi interessava e cioè Firenze.
    Visto che ci devo tornare qua a Gennaio .
    Non ho capito se dopo quel post dei desideri l’hai poi visitata o no Firenze?
    Che dirti hai un blog che è meglio di una guida turistica !!!
    Lo devo studiare bene perché mi sembra molto utile.
    Io non ho sta gran passione del viaggio , me tocca..costretto da altri e alla fine mi piace pure visitare posti nuovi solo che ahimè son veramente pigro di natura .
    Complimenti per il blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo quel viaggio a Firenze è saltato, e mi rendo conto che avrei dovuto scriverlo. Grazie a commenti come il tuo sto "ristrutturando " il blog e sto avendo nuovi stimoli e spunti per scrivere, grazie di cuore

      Elimina
    2. Confermo che si tratta di un ottimo travel blog, con in più i gatti (e hai detto poco!) e i bellissimi disegni che meritano ogni successo.

      Moz-

      Elimina
  11. Complimenti al blog di Simona! Abbiamo alcuni interessi in comune l'Asia e i gatti! Io però non mai uscito dall'Italia con le uniche eccezioni della Repubblica di San Marino e Città del Vaticano^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, è estero anche quello, ma comunque l'estero esiste solo per ricordarci quanto sia superiore l'Italia XD

      Moz-

      Elimina
  12. Sapessi quanti posti in Italia devo ancora visitare! Non è necessario andare dall'altra parte del mondo per definirsi viaggiatori :)

    RispondiElimina
  13. Io adoro scoprire "nuove terre", non potrebbe non interessarmi il blog di Simona. Lo seguirò con piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta! 💪🤓
      Mi fa davvero piacere permettere la scoperta di spazi nuovi!

      Moz-

      Elimina
  14. L'Oriente è una bella calamita che mi attira verso lei e il suo blog, l'ennesima bella scoperta ;)

    RispondiElimina