[FUMETTI] Taarna, la recensione (no spoiler)




Dopo aver portato in edicola la versione italiana della rivista Heavy Metal (vedi QUI), la Sprea propone anche una collana di volumi da libreria che sotto lo stesso marchio lancia storie e personaggi sia inediti sia cult.
Taarna è uno di questi: un elegante volume cartonato di oltre cento pagine, che al prezzo di 18€ raccoglie i quattro albi della serie dedicata alla guerriera taarkiana.



Taarna nasce sottoforma di cartoon, in quel gioiellino animato che è il film Heavy Metal (QUI la retrospettiva).
Personaggio ormai iconico (era l'immagine del film stesso), la "guerriera universale" ottiene una nuova avventura che la porta a risvegliarsi in un mondo dove tutto è andato storto.
Utopie e distopie, una divinità a cui tutti sono asserviti, il destino dell'umanità: e qui arriva Taarna, la paladina senza parola che dal 1981 fa sognare schiere di appassionati.





Conturbante, misteriosa, coraggiosa: un'anima rock che attraversa i mondi e che ritroviamo in un'epoca futuristica tra mostri e ribelli.
Questa miniserie è scritta dall'anglo-americana Alex De Campi e disegnata dai fratelli messicani Esau e Isaac Escorza, con colori di Carlos Cabrera.
La Sprea sceglie la potente copertina di Alex Ross per il volume italiano (è una delle quattro cover degli altrettanti albi della miniserie originale).



Un'avventura moderna ma vecchio stile, tra eroi armati di spade e soldati equipaggiati con armi da fuoco.
Città ora futuribili ora antiche, tra una casbah e il medioevo europeo, che nascondono dettagli da space-opera.
Vi è anche un rimando alla pericolosa sfera verde protagonista del film del 1981.
Un fantasy consigliato a chi sa (o vuole) ancora emozionarsi con una storia esplosiva e bei disegni.

LEGGI ANCHE

10 commenti:

  1. Incredibile.
    Orgasmatica la copertina di Alex Ross.
    Dalle vignette che hai postato però...non so...mi pare uno stile grafico troppo dolce per la metallica virago. Lo spirito dell'indomabile amazzone è preservato? L'antesignana di tutte le bad girl contro chi deve combattere? C'è il Locnar?
    Ciao
    Giù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Locnar vero e proprio no, intenso come lo conosciamo. Ma c'è un elemento similare.
      Sì, lo stile grafico è molto moderno e anche io avrei preferito o una cosa più 80's o più sporca, ma va bene anche così^^

      Moz-

      Elimina
  2. Ah che stupido! Ho visto ora che sotto l'immagine hai scritto "C'è un rimando alla sfera verde".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, solo un piccolo rimando che i fan possono cogliere, immaginando sia la stessa cosa...

      Moz-

      Elimina
  3. Chissà se qualche amante dei fumetti - chessò in Francia o USA - e della cultura ha mai pensato di chiamare la propria figlia Taarna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, ma magari ci chiamo mia figlia! :D

      Moz-

      Elimina
  4. Sembra di si
    https://www.popular-babynames.com/name/taarna

    RispondiElimina
  5. Buburubu bubu` napuli' fogna slavi dddimerda francesi rottinkulo lavatrice per calzini spaiati solo da Frank Friday

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io davvero penso che tu sia una persona malata, da curare se possibile, comunque da fare vedere a qualcuno. Non posso credere che esistano davvero persone così tanto cretine come te, incredibile.
      Ma... una domanda: che tu dica queste cose imbecilli qui, cosa ti porta? Cosa ci guadagni? Cosa pensi che possa succedere? Fastidio non me/ce ne dai, non ti compatiamo nemmeno perché sinceramente io non perdo tempo con gente miserevole e disturbata. Quindi?
      Io al posto tuo due domande sullo stato mentale me le porrei, e cercherei di rimediare.
      Scrivi quello che vuoi, tanto il disagio è tutto tuo.

      Moz-

      Elimina