[cinema] Berserk, L'Epoca d'Oro - la trilogia


Warner Bros., lo Studio 4°C e la Lucent Pictures hanno portato al cinema una trilogia tratta da alcuni capitoli del capolavoro dark-fantasy di Kentaro Miura.
La saga dell'Epoca d'Oro, l'ascesa e caduta della Squadra dei Falchi, ha rivisto la luce su grande schermo ed è edita in Italia da Yamato Video e The Space Cinema.
Ora che la trilogia è completa, possiamo tirarne le somme.
Iniziamo subito col dire che, concentrando tutto in tre soli lungometraggi, molte cose vengono perse, modificate o tralasciate.
In sostanza, di dieci volumi a fumetti ci restano complessivamente 278 minuti, suddivisi in tre capitoli da 75, 95 e 108 minuti.

E' la parte di manga già narrata nel 1997 tramite la serie tv animata, ossia ciò che portò al successo l'opera di Miura.
Il giovane Guts si imbatte nella Squadra dei Falchi capitanata dall'androgino Griffith; in poco tempo questa banda di mercenari si fa strada tra le armate del Regno di Midland ottenendo gloria e onori.
Dopo aver messo fine alla Guerra dei Cento Anni, improvvisamente la tragica svolta che porterà una tempesta di sangue su tutti i soldati: l'orrore è solo iniziato.

CAPITOLO I - L'UOVO DEL RE DOMINATORE

E' probabilmente la parte tecnicamente più debole: la computer graphic stona molto se non si è abituati alle nuove tipologie di animazione mista, tanto che sembra di trovarsi spesso di fronte ai filmati dei videogames di un po' di anni fa.
La storia taglia molto, tuttavia racconta il necessario; purtroppo non può approfondire molto i personaggi secondari, riducendo anche le introspezioni del trio di protagonisti (Guts, Griffith, Casca).

CAPITOLO II - LA CONQUISTA DI DOLDREY

La trama entra nel vivo, raccontando la battaglia finale della Guerra dei Cento Anni.
Anche in questo specifico caso sono tagliati via numerosi personaggi (la Regina, il ministro Foss...) e situazioni (il "falò dei sogni"), e sembra che -come nel primo episodio- ci si concentri più a spettacolarizzare e ingrandire inutilmente alcuni aspetti (battaglie, scene spinte) piuttosto che prestare attenzione alla caratterizzazione dei personaggi (che poi è sempre stato il vero punto di forza del fumetto)
.

CAPITOLO III - L'AVVENTO

Dei tre capitoli, questo è quello che cerca di essere più fedele al manga, riuscendoci in larga parte.
Complice un minutaggio maggiore rispetto agli altri, sacrifica il sacrificabile fino al sacrificio (!), modificando qualcosina nella tempistica (l'apparizione del Cavaliere del Teschio) e eliminando parti che, alla luce di quanto già narrato, potevano essere superflue: insomma, ormai si tratta di una riduzione del'opera, quindi l'han concentrata per renderla fruibile cinematograficamente.
Tuttavia questa parte è quella animata in modo migliore, con pure una licenza poetica molto particolare: narrando il destino finale di Griffith, gli animatori hanno cambiato stile a un segmento dell'opera quasi richiamando quello di Neverwhere Land, pezzettino-bonus del film Heavy Metal del 1981.



In sostanza, tre film che facevano parte del complesso Berserk Project, ossia la volontà di narrare tutto il fumetto sottoforma di animazione.
Certo, con queste premesse (tagli, rimaneggiamenti) non si poteva andare lontanissimi, e infatti il progetto pare essersi arenato: tuttavia è sorta una nuova serie animata in 24 episodi che sembra proseguire da dove ci si è fermati.

L'edizione italiana è curata dalla Yamato Video, che con The Space Cinema ha portato la trilogia di Berserk nelle sale tricolore.
Yamato aveva già curato la serie animata del passato, tuttavia qui non ripropone lo stesso cast di doppiatori e migliora notevolmente i dialoghi.
Il doppiaggio è buono ma in certi casi sembra che fosse più incisivo quello della serie tv (vedi la principessa Charlotte o Zodd), gli adattamenti sono fedeli recuperando le giuste traslitterazioni dei nomi (purtroppo quasi tutte sbagliate nel manga in italiano).
I dvd sono curatissimi, ogni disco contiene booklet esclusivi con schizzi preparatori, interviste, curiosità; cartoline promozionali da collezione e nel terzo dvd, anche la locandina italiana cinematografica.

In sostanza, tre film per una trilogia che comunque ha un buon ritmo e sicuramente sa appassionare, forse non chi è già fan dell'opera ma chi vuole approcciarsi al mondo di Berserk.
Resta quel briciolo di amarezza nel constatare che questa poteva essere l'occasione giusta per animare l'opera in modo ottimale e senza alcuna alterazione.

Resta sempre aggiornato sul mondo di Berserk, segui il

BERSERK FAN BLOG

Se ti è piaciuto, leggi anche
Berserk, il megariassunto

10 commenti:

  1. Il primo film lo conoscevo, l'avevo sentito nominare su animeclick, stesso discorso fatto per la serie animata...se sono reperibili in italiano o in inglese senza censure magari me li guardo...dato che non mi va di comprare al momento né manga né fumetti occidentali al momento, dato che casa mia è un magazzino :°°°°°( Poi mio marito contribuisce al disordine generale spargendo pacchi di fazzoletti ovunque -_-"
    Cmq sono io l'unica persona così malata che vuole un anime o cartoon con animaletti pucciosi che se la danno di santa ragione e dicono parolacce? Peggio degli Happy Tree Friends :D ahaha

    Tu ami Berserk e He Man quanto io amo i Chipmunks o Gumball <3 awwwwwwww

    Petralia Alaskana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in Italia sono senza alcuna censura, anche la serie tv è passata su Italia1 senza alcun taglio, quindi puoi andare tranquilla :)

      Moz-

      Elimina
    2. Su
      Italia
      1
      senza
      alcun
      taglio
      ?
      :O

































      OMG

      Elimina
    3. Yes, forse unico caso del genere.
      Andava in onda il venerdì appena dopo la mezzanotte, dal novembre 2001 al giugno 2002.
      Pubblicizzato, negli spot, proprio con la frase "senza censure" :)

      Moz-

      Elimina
  2. Ho visto il primissimo al cinema, ancor prima di iniziare il manga. Devo dire è stato un buon modo per mettermi curiosità.

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esattamente come per la serie animata passata qui da noi in tv nel 2001, mise curiosità e fece appassionare molti al manga...^^

      Moz-

      Elimina
  3. Mi manca solo il terzo capitolo... Spero di beccarlo presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai è tempo che vada in onda in tv, come i precedenti... no?

      Moz-

      Elimina
  4. Personalmente ritengo che lasciano il tempo che trovano ( mi pare ne stiano preparando un'altro di anime o di film ), meglio che Miura si concentrasse più sul manga, che da questo punto di vista per quel che concerne la lentezza, se la batte alla grande con Ciccio Martin. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai dai, verso luglio riprende da dove avevamo lasciato, e saranno sviluppi interessanti :)
      L'anime sarà una serie di 24 episodi, credo sulla falsariga dei film... vedremo :)

      Moz-

      Elimina