[ICONE] Masters of the Universe, tutte le linee (giochi, fumetti, cartoons) per una grande storia


Circa un anno fa mi imbarcai nella titanica impresa di raccontare tutta la storia dei Masters of the Universe, dal principio alla fine (qui per rivedere il riassunto).
Ma la storia va avanti con nuovi dettagli, e peraltro anche io ne tralasciai alcuni già all'epoca.
Così, mi sono detto se non era il caso di tornare sull'argomento.
E, mentre comunque ho in programma di espandere quel riassunto, ho pensato anche a una serie di post che, fazione per fazione, raccontassero la storia di Eternia, Etheria e i loro personaggi.
Quello che segue può essere considerato quasi un post introduttivo di questo nuovo progetto: andremo a rivedere tutte le linee (giochi, fumetti, cartoons) che dagli anni '80 a oggi hanno contribuito alla storia generale di He-Man and the Masters of the Universe!


GIOCATTOLI E MININICOMICS (1982-1987)

Le action figures, i playset, gli accessori e i veicoli dei Masters giunsero nei negozi in 4 ondate, dal 1982 al 1987.
Allegati ai giocattoli vi erano anche dei fumetti, i minicomics.
I primi 4 (che erano in realtà racconti illustrati), distribuiti con la prima wave di action figures, raccontavano una storia molto diversa sulle origini di He-Man e la natura di Skeletor.
Questa versione lasciò via via spazio al mondo dei Masters per come sarà conosciuto tramite la serie animata, introducendo però personaggi e concetti totalmente ignorati in televisione.
Si giunse infatti a raccontare anche l'arrivo degli Uomini Serpente e quindi degli Horde, fino agli ultimi numeri che vedono l'introduzione delle Tre Torri, del segreto di Keldor e del viaggio nel passato: tutti elementi che però morirono lì, senza essere sviluppati.


LA QUINTA WAVE (1987)

Ideata per continuare l'uscita di nuovi giocattoli, era un nuovo blocco di personaggi in realtà composto da pezzi in parte riciclati dai precedenti; non ha mai visto la luce.
il malvagio Terroar contro Plasmar


THE POWERS OF GRAYSKULL (1987)

Con l'idea di rilanciare il brand, si pensò di spostare l'attenzione sul passato, a Preternia.
Qui avremmo conosciuto l'antenato di He-Man, il mago He-Ro, già in lotta contro gli Uomini Serpente in una Eternia preistorica.
Vennero idati i nuovi packaging e il nuovo logo, furono mostrati anche i prototipi di alcuni personaggi, ma di tale linea uscirono -quasi ovunque sotto il normale marchio Masters of the Universe- solo pochi esemplari: qualche dinosauro e i due giganti, questi ultimi principalmente in Italia, dove i Masters godevano ancora di un enorme seguito.
La storia doveva riallacciarsi a quella vista nell'ultimo minicomic della linea originale.


SERIE ANIMATA 1983-84

Proposta a diverse emittenti e più volte rifiutata, trovò il suo immenso successo in syndacation: la serie animata He-Man and the Masters of the Universe conta due stagioni e da qui viene stabilita ufficialmente l'identità segreta Adam/He-Man e viene fissato molto del mondo eterniano.
Di conseguenza, pur continuando per la loro strada, anche i fumetti in corso (minicomics, DC comics, quelli visti da noi sul magazine Più e il suo gioco) si adeguano mano a mano. 


GIOCATTOLI E MINICOMICS SHE-RA (1985-1987)

Nel 1985 la Mattel decise di ampliare il mondo dei Masters con l'idea di una linea maggiormente femminile. Con la Filmation diede seguito e spin-off alla serie animata di He-Man creando il personaggio di She-Ra, che debuttò nel film Il Segreto della Spada (che fa da ideale ponte tra le due serie). Nei negozi arrivarono anche i giocattoli della linea Princess of Power: una serie di bambole (con solo un personaggio maschile!) anche abbastanza diverse dalla controparte targata Masters.
I minicomics allegati, tranne il primo, non facevano più riferimento al mondo di He-Man se non vagamente, concentrandosi sulle avventure in rosa di She-Ra e amici contro la perfida Catra.


SERIE ANIMATA SHE-RA 1985-86

A stabilire meglio una storia precisa per She-Ra, legandola indissolubilmente al mondo dei Masters, furono le due stagioni della serie animata Princess of Power (a proposito: la seconda stagione esiste in italiano? Scopri di più!).
Continuando idealmente a parlare anche di He-Man e gli altri personaggi di Eternia, sposta però l'azione sul pianeta Etheria, con la scelta azzeccata di contrapporre ai buoni proprio gli Horde dei Masters, mai sfruttati prima in animazione.
Anche questa serie, come quella di He-Man, non ha una vera e propria continuity (se non vaghi accenni orizzontali) e non ha un vero e proprio finale.


NEWSPAPER STRIPS (1985-1989)

Vi parlai qui (click!) del volume che raccoglie tutte le strisce a fumetti quotidiane apparse in America.
Parallelamente al cartoon, e con lo spirito dello stesso ma aggiungendo dettagli vari, uscirono queste strips a fumetti sui giornali dell'epoca. Peraltro, queste storie hanno il pregio di allacciarsi alla futura New Adventures of He-Man.


I DOMINATORI DELL'UNIVERSO (1987)

Il successo del brand portò la Cannon a mettere in cantiere un film live-action sul mito di He-Man.
Per motivi di budget, molte cose vennero riadattate alle nuove esigenze; dal tecno-fantasy barbarico si passò a uno stile più space-opera con evidenti richiami a Star Wars, e gran parte dell'azione fu spostata sulla Terra. Ma qui vennero introdotti nuovi personaggi e oggetti (come la Chiave Cosmica) che finirono anche nella linea di giocattoli originale (e in un minicomic!).


HE-MAN: GIOCATTOLI E MINICOMICS (1989-1991)

In una ulteriore idea di rilancio, dopo aver pensato anche a un He-Man militare (!?), la Mattel reinventa il marchio e da fantasy vira tutto sullo space-fantasy. He-Man e Skeletor partono per lo spazio, guadagnano nuove action figures (più snodate e snelle) e vengono affiancati a nuovi personaggi, buoni e cattivi.
I minicomics raccontano questa battaglia spaziale che però non andrà molto lontano: dopo il clamore iniziale, alcuni giocattoli previsti non vengono nemmeno rilasciati.


NEW ADVENTURES OF HE-MAN (1990-1991)

Ad accompagnare la nuova linea di action-figures e veicoli, venne prodotta anche una serie televisiva che idealmente chiudeva col passato (sebbene in un modo diverso da quello raccontato nei minicomics coevi) e spediva He-Man e Skeletor a farsi la guerra nello spazio. Solo Sorceress meritò più di un cameo e Teela un'ospitata speciale. La serie aveva una stretta continuity ed era anche interessante, ma il cambio di genere e l'aver tagliato i ponti con il narrato precedente non piacque troppo al grande pubblico.


HE-RO, SON OF HE-MAN (1996)

Idea di cui esiste una dettagliata bibbia, doveva essere una serie che rinverdiva il mito di He-Man a qualche anno di distanza dagli episodi storici: Skeletor era stato bandito, Adam e Teela si erano sposati, nuovi Dominatori e nuovi Evil Warriors erano pronti a combattere per Eternia. In mezzo a tutto questo, il ragazzino Dare, figlio adottivo di Adam e Teela che sarebbe diventato He-Ro, il nuovo He-Man.


IL REMAKE (2002)

Un vero e proprio rilancio di He-Man and the Masters of the Universe avvenne nel 2002 con l'omonimo remake, vero e proprio punto di partenza per iniziare a pensare a una storia filologica e ampia. Rispettando totalmente il passato, questa serie ha scandagliato al meglio personaggi e situazioni, creando legami e un passato finalmente definitivo per il mondo dei Dominatori.
Se la serie fosse proseguita, sarebbe stata introdotta anche She-Ra.


CLASSICS: GIOCATTOLI E MINICOMICS (2008-in corso)

Grazie alle action figures della serie Classics, volte a realizzare -in formato leggermente più grande e più snodato- i vecchi pupazzetti ma anche gran parte di quelli mai rilasciati o visti solo tra fumetti e tv, dal 2008 si ha un canone narrativo unico che ha cercato di abbracciare ogni precedente incarnazione dei Masters.
Creando così una storia che parte dalle origini e ancora continua con nuovi dettagli, si è provato a rendere coesa una narrazione che ingloba anche i fatti di Preternia e quelli delle New Adventures, passando per She-Ra e He-Ro.


FUMETTI DC (2012-2016)

Pur rinarrando fatti già noti in chiave più matura, la serie a fumetti della DC ha il pregio di aver introdotto personaggi e situazioni che ritroveremo nel grande canone ufficiale dei Masters.
Si pensi alla guerriera Despara o alla sacerdotessa Saryn, ma anche a una certa mitologia che alterna diverse epoche di dominio deistico.


SHE-RA NETFLIX

Non sappiamo ancora quale contributo potrà dare la nuova serie di She-Ra alla trama generale dei Masters: probabilmente nessuno, essendo questa una rilettura in chiave moderna delle storie della Principessa del Potere; rilettura che tra l'altro stravolge esteticamente anche moltissimi personaggi.

Pronti quindi per rivivere l'intera epopea dei Masters?
Tenete d'occhio il Moz O'Clock!

33 commenti:

  1. Sei unico, se mi posso permettere ti definirei, in modo anche un po' aulico se vuoi, un autentico e preparatissimo esegeta nel tuo campo e lo dico seriamente senza ironia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha grazie mille Dani: guarda, c'è molta gente più preparata, sicuramente. Io faccio del mio meglio con le cose che amo, spero di dare ai lettori e fan delle cose inedite che non troverebbero altrove... :)

      Moz-

      Elimina
    2. Non fare il modesto, sei davvero in gamba. D'ora in poi, sempre se ti piace, ti potrei anche chiamare "Moz, l'Esegeta" :-)))

      Elimina
    3. Ahaha ma dai, allora dovrò chiamarti Daniele l'es...agerato XD
      No, davvero: faccio del mio meglio ma c'è sicuramente di meglio ;)

      Moz-

      Elimina
  2. Desidero ed esigo tanti post specifici sulla mitologia dei Masters of the Universe :D.
    Ma..Terroar e Plasmar? Plasmar sarebbe Fisto con la pistola di RioBlast :D? Che idea pessima, quella del riciclo.
    Io adoro sia la saga di He-Ro (l'antenato e il figlio) sia le nuove avventure di He-Man. Inutile ripetere che vorrei una serie dei Masters che rivisitasse tutta la mitologia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, questo è il primo di una serie: si parte da SCENARI&EVENTI per poi proseguire con le varie fazioni.
      Un riassunto della storia, con più dettagli, dunque.
      Sui ricicli: se ci fai caso, tantissime cose erano riciclate sin da subito. Mer-Men ha la stessa faccia di Stinkor, Sy-Klone si chiama così (clone) perché il volto è lo stampo di He-Man... :D
      Comunque sì: Plasmar è Fisto marocchino. Lui, Terroar e Lord Gr'asp sono effettivamente usciti lo scorso anno.
      Strobo era già stato prodotto due o tre anni fa, mentre mancano all'appello, di quella linea, il ninja bianco (Slamurai, dovrebbe chiamarsi) e gli Horde Trooper col volto degli Uomini Serpente.

      Moz-

      Elimina
    2. ahahah, non avevo visto che Plasmar fosse nero :D. Ma Strobo è terribile :D

      Elimina
    3. Strobo è l'unico ad essere uscito anche in un fumetto, negli anni '80: personaggio molto importante, tra l'altro!!^^

      Moz-

      Elimina
  3. Non ci crede quanta roba possa esserci su questo soggetto.
    Me ne sto facendo una cultura e a me manco interessa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però ti leggo come una amica devota 😅

      Elimina
    2. Ahaha, ti ringrazio, dunque!
      So che sono post molto specifici, si rivolgono proprio ai fan sfegatati^^

      Moz-

      Elimina
  4. Insomma, Miki, hai deciso di tornare sull'argomento per illuminarci con nuovi particolari su storie che avevi già raccontato in modo dettagliato? Beh, direi che sei un professionista della perfezione! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche perché la trama è andata avanti, inoltre qualcosina avevo omesso... penso di aver trovato la giusta formula per scendere nel dettaglio senza ripetermi^^

      Moz-

      Elimina
  5. Tutto ciò è davvero tanta, tantissima roba! Ora però voglio anche i Thundercats!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, su quelli non sono ferratissimo e comunque mi sa che non hanno un mondo così vasto e sfaccettato... almeno credo! :o

      Moz-

      Elimina
  6. sono morto dalle risate quando ho visto il documentario netflix "I giocattoli della nostra infanzia" e ho sentito i creatori dei masters alla riunione coi capoccia della Mattel

    "Mmmh... e il background?"
    "Occazzo... cioè, ci saranno dei minicomics che raccontano la storia!"
    "E che target hanno i giocattoli?"
    "dai 5 anni..."
    "ah... ma a 5 anni i bambini non sanno ancora leggere!"
    "Occazzo/2... cioè, pensiamo di fare anche un cartone animato!"
    "OOOOOOH!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, che poi dai, non so se sia andata proprio proprio proprio così, visto che il cartoon arrivò un anno e mezzo dopo, e dopo esser stato comunque rifiutato da più network... Inoltre, il cartoon contraddice del tutto quanto narrato nei primi minicomics: secondo me non sapevano manco loro dove andare a parare, ma è stata questa la forza dei Masters, probabilmente... :)

      Moz-

      Elimina
    2. esatto, perchè in realtà non è successo tutto assieme: i minicomics sono nati alla presentazione dai capocchia della Mattel, l'idea del cartone solo quando presentarono i giocattoli finiti ai grossi distributori (Toys 'r us ecc).

      Ci sta che tra l'idea e il primo episodio passasse il tempo di produzione

      Elimina
    3. Esattamente: e pensa, la Filmation fece anche uno spot animato che poteva essere quasi un test di ciò che sarebbe avvenuto dopo :)

      Moz-

      Elimina
  7. Sei una fonte inesauribile!
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  8. In questo post ci sono cose che nemmeno io sapevo, e visto quanto sono appassionato dei Masters non era facile! Secondo me bisognerebbe leggere prima Questo articolo, e solo dopo quello con tutta la storia. Non vedo l'ora di leggere i prossimi post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, contento di aver trattato robe inedite anche per un fan!
      Spero quindi di sorprenderti sempre, la serie di articoli a riguardo è bella corposa^^

      Moz-

      Elimina
  9. Che dire? Io i tuoi articoli sui Masters credo di averli letti tutti. Ma ogni volta è una gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti ringrazio. Io faccio con He-Man ciò che tu fai con SM! **

      Moz-

      Elimina
  10. I mini comics proprio non me li ricordo.
    The Power of Greyskupp credo sia la prima volta che ne sento parlare.
    He-Ro, Son of He-Man forse l'ho intravisto.
    Il remake lo conosco grazie a te, fa parte del periodo in cui avevo spento del tutto la TV. Strano che però non mi sia capitato all'occhio frequentando vari forum nerd...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse He-Ro lo hai conosciuto proprio qui da me, in giro non se ne parla molto e solo da qualche anno è uscito fuori il materiale a riguardo...
      Infatti, un peccato che nessuno parlasse -tra il 2002 e 2005- del remake Motu: un prodotto fatto come si deve!

      Moz-

      Elimina
    2. Probabile dato che le tue enciclopedie le ho viste solo di sfuggita. Come ti ho scritto in quei post, le ho rimandare in attesa di un pdf, che probabilmente stamperei e mi godrei su carta!

      Elimina
    3. Il pdf lo voglio fare, ma voglio anche raccogliere ulteriori notizie: la storia sta continuando ed è ricca di dettagli... pertanto, per ora, ho preferito raccontarla col progetto che seguirà: ma, giuro, arriverà anche il pdf^^

      Moz-

      Elimina
  11. Articolo molto interessante. Peccato che HE-RO, SON OF HE-MAN non sia mai andato in porto, sembra un progetto veramente interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, forse avrebbe funzionato, nel 1996.
      Per fortuna hanno recuperato personaggi e situazioni, ultimamente...^^

      Moz-

      Elimina
  12. In tutto questo riepilogo resto affascinato sempre dalle ambientazioni dei racconti illustrati nei primi minicomics...

    Quel Terroar mi pare un incrocio tra Trap-Jaw e Whiplash...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, Terroar era proprio quello^^
      Eh, son bellissime le ambientazioni di Alcala, per fortuna parte di quella trama non l'hanno gettata^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!