[RIVISTE DEL PASSATO] Wiz, by Marvel Italia


Avevamo riscoperto da poco lo spillato L'Uomo Ragno Classic e ci tocca rimanere -piacevolmente- nel pianeta Marvel, per parlare di una rivista contenitore che ha fatto storia: Wiz.
Mensile andato in stampa dal 1995 al 2002, partì con enorme entusiasmo da parte dei lettori ma non sopravvisse alla crisi del mercato e delle riviste contenitore, che sparirono tutte o quasi.
Con ben 84 numeri (divisi in due serie), Wiz voleva essere un punto d'informazione principalmente per quanto riguarda la Casa delle Idee e tutto ciò che gravitava attorno all'azienda, ma offrendo una visione completa o quasi del fumetto a 360°.

Non era raro, infatti, trovare articoli che riguardassero la DC.
Anche molto esaustivi.
Persino dossier sui manga, visto anche il momento di massimo splendore per il fumetto giapponese, in quegli anni.

Wiz nasce idealmente dalle ceneri di Marvel Magazine, precedente rivista (16 numeri in tutto) che pubblicò il fiore delle opere marvelliane, con autori importanti e miniserie mature e di alta qualità.
Wiz proseguì solo vagamente in questo senso, nel comparto fumetti, scegliendo opere più accessibili ma non di minor pregio: Untold Tales of Spider-Man, Universe X, Marvel Boy e tante altre, finendo con Devil: Giallo, il Punisher di Ennis e una run di Ghost Rider.

il primo numero - immagine web

Probabilmente alcuni articoli persero un po' di "concretezza" col passaggio alla seconda serie, ossia un rinnovamento della testata che divenne più massiccio e che abbracciò gli ultimi trenta numeri della corsa. Non che non fossero buoni, anzi: solo nell'ultimo numero appare una interessante quanto rara intervista ad Alan Moore (dove ribadisce che non avrebbe mai realizzato un sequel di Watchmen), ma il settore sembrava meno solido che in passato.

l'ultimo numero...

Tra le rubriche più amate, I consigli di Mr. Bongo, Letti e riletti (recensioni a "scheda", molto utili), Tiro incrociato (recensione pro e contro scritta da due autori diversi), First Look, Megastore.

una delle rubriche (nel 1998)

La rivista Wiz era davvero un buon modo per restare sempre aggiornati riguardo il mondo dei comics.
La Marvel Italia, peraltro, sotto l'etichetta Marvel Manga poi Planet Manga, tentò di replicare la formula con la gloriosa rivista MAN-GA!, che potete rivedere QUI.

il mio primo Wiz

Il mio primo approccio con Wiz fu relativamente tardivo: aprile 1997.
Dopo una settimana di vacanze pasquali, decidemmo di marinare la scuola in blocco, quasi l'intera classe. Quel giorno, prima di tornare a casa e dichiarare io stesso ai miei di aver volutamente saltato la scuola, passai in edicola: mi ero da poco riavvicinato alla Marvel, e presi il mio primo Wiz.
In quegli anni, come vi raccontai QUI,"Wiz" fu anche uno dei miei pimi nickname.

Se ami le riviste del passato, riscopri anche

28 commenti:

  1. Quindi quel giorno hai marinato la scuola e sei tornato a casa anche con il giornalino? :D.
    Ma i consigli di mr.bongo che rubrica era? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pubbliredazionale di Pan Distribuzione, messo su tipo rubrica vera e propria, dove si parlava dei fumetti disponibili quel mese, consigliandone alcuni 😁

      Moz-

      Elimina
  2. Lo prendevo anche io nel mio periodo comics, dovrei avere una ventina di numeri, metà dei quali della nuova.
    Presi il primo numero per la miniserie Terra X, e nei numeri successivi dovrebbe esserci anche il seguito.
    Allora per me, che mi stavo approcciando a quel tipo di fumetto più “adulto” l, era una rivista interessantissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, non erano le solite "marvellate" però è anche vero che non raggiunse i livelli artistici di Marvel Magazine né quelli "adulti e crudi" de Il Punitore (presto sul blog XD)

      Moz-

      Elimina
  3. Ho iniziato a leggerlo avidamente poco prima di te, avevo il numero che hai messo, ennesima conferma che siamo stati separati alla nascita ;-) Avevo iniziato a seguirlo per "Uomo ragno gli anni perduti" con i racconti on the road del clone Ben Reilley (disegni di Romita Junior favolosi). Sono rimasti per gli articoli, per le storie mai naralrate di Spidey, per la fighissimo "Terra X". In un'età in cui Internet era ancora una rarità, questa costola italiana della mitica "Wizard" era una lettura preziosissima, che però a differenza della controparte americana, offriva anche storie a fumetti. Grazie per il balzo indietro sul viale dei ricordi ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, peccato che poi divenne propriamente Wizard, con articoli all'americana e -per me- perdendo un po' di appeal e sostanza.
      Grandi le Untold Tales (in quel numero c'era L'urlo di Lizard, peraltro).
      Insomma, un peccato che sia naufragata: ma che cazzo ha la gente in testa, che non ama le riviste contenitore? :o

      Moz-

      Elimina
    2. La sua seconda incarnazione voleva essere troppo "Internazionale" quando comunque era sempre una rivista contenitore di Marvel Italia/Panini, hanno voluto cedere alle critiche di chi non era interessato a trovarci dentro fumetti Marvel, ma era oro quella rivista ;-) Cheers!

      Elimina
    3. Oro come Starmagazine Oro, altra madre di Wiz XD
      Ecco, forse per trovare qualità totale Marvel Magazine era più indicata (pubblicarono addirittura Marvels, dentro!), ma Wiz era la cosa che non doveva mancare tra un testata regolare e l'altra: un giusto compendio.

      Moz-

      Elimina
  4. Mi è capitato di vederlo in edicola ma non l'ho mai acquistato: in quegli anni alternavo i tascabili Newton ai miei primi Bonelli.

    Le storie erano inedite per Wiz o ristampe da altre pubblicazioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano inedite in assoluto: su Wiz ci finivano cose anche abbastanza in contemporanea con l'America :)

      Moz-

      Elimina
    2. Una specie di Mega Almanacco della Marvel in sostanza. 😁

      Elimina
    3. Però il Mega Almanacco pubblicava cose già passate su Topolino, no?

      Moz-

      Elimina
    4. No, inediti per l'Italia di storie estere. 😉

      Elimina
    5. Ah giustamente, mi sono confuso coi Classici :)

      Moz-

      Elimina
  5. Purtroppo la gente dal 2000 in poi ha perso il piacere della lettura di riviste (vedi Topolino sempre più povero di articoli e rubriche della posta dei lettori); Wiz è morta con quel tipo di mercato che invece si affacciava alla saghe complete contenute in brossurato/ volume/ cartonato da esporre in libreria; insomma va più forte l'apparenza della sostanza, come è accaduto in tutte le forme purtroppo negli ultimi quindici anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ci sono tante cose che dovevano evolvere, perché in alcuni casi e vero che avere monografici è meglio. Dovevano puntare su one-shot o simili, o cose in contemporanea assoluta mensile con l'America...

      Moz-

      Elimina
  6. Delle varie riviste contenitore ormai credo che sia rimasta in vita solo Linus (che ho ripreso a comprare da quando la dirige Igort) in quanto a Wiz, ai tempi compravo anche la capostipite americana, niente da dire sulla vaidità dei primi numeri, poi purtroppo Lupoi & soci la trasformavarono troppo alterandone la natura e la qualità e smisi di comprarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, oggi c'è solo Linus ma lì non e che gli articoli abbondino. A me il magazine piace quando il comparto fumetti e quello redazionale sono "pari", non pretendo certo lo stesso numero di pagine, ma come "sostanza" 🤓💪

      Moz-

      Elimina
  7. L'adoravo, per gli articoli, per la grafica, per la selezione abbastanza varia. In archivio (lo sgabuzzino) ne ho ancora diversi numeri. Mi ricordava un po' la vecchia Starmagazine, quella l'hai già recuperata in qualche post?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ancora, ma come puoi vedere l'ho citata pochi commenti qui sopra! 🤓
      Riviste storiche, per davvero. E bellissime. 🧡💪🤩

      Moz-

      Elimina
  8. Ne ho ancora parecchi numeri a casa, anche della versione precedente a questa, la mitica Starmagazine. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, quella era un po' più d'elite (in versione Marvel Magazine, piu che altro) 🤓

      Moz-

      Elimina
    2. Il problema è che sono riviste invendibili. A me sono rimaste tutte sul groppone in qualsiasi versione.
      E' vero che in qualche caso c'erano dentro belle storie ( una degli X-Men ambientata all'epoca della giovinezza della Regina Elisabetta io la trovai adorabile, così come Terra X che era un mattone, ma un mattone interessante), però come tipologia di rivista, serviva a poco, diciamoci la verità.

      Elimina
    3. Però articoli e dossier erano unici, e le news o lì o da nessuna parte...
      Comunque ne parliamo tra qualche giorno 💪🤓

      Moz-

      Elimina
    4. E' vero, io andavo pazzo per le preview sui numeri futuri ( c'erano anche robe interessanti come le classifiche oltreoceano o consigli di lettura anche non marveliani), però le storie pubblicate erano per lo più riempitivi che non sapevano dove inserire e che spesso facevano pure abbastanza defecare.

      Elimina
    5. Ahh okok, ma io non questi casi i fumetti li consideravo quasi "contorno" all'apparato redazionale 🤓😆

      Moz-

      Elimina
  9. Interessante, non la conoscevo. Di fatto un magazine per essere sempre informati sul mondo Marvel se ho inteso bene.

    PS: ti avrei anche commentato il tuo ultimo post ma vorrei andare a vedere il film e quindi non posso permettermi di leggere gli spoiler :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mancherebbe, so bene che l'ultimo post lo leggeranno in pochi, giustamente :D
      Sì, Wiz era un antologico ricco di informazioni... mancano, riviste così :)

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!