[RIVISTE DEL PASSATO] Super Action (il mensile adorabilmente tamarro)


Correva l'anno 1994.
La Rizzoli/Egmont Publishing portò in edicola Super Action, un mensile formato Topolino che rappresentava la vera e unica delizia per chi cercava cose da duri.
Tra fumetti e rubriche, Super Action è andato avanti per una quindicina di numeri, riscopriamo insieme questo gioiello della tamarraggine!

Il bacino di utenza a cui Super Action faceva riferimento erano i ragazzi, gli adolescenti.
Un pubblico pressoché maschile, appassionato di sport che non fossero il solito calcio, appassionato di motori che non fossero la solita Moto GP, appassionato di fumetti che non fossero le solite bambinate, appassionato di cinema che fosse il solito film.


Prendete tutte le passioni che possono interessare un adolescente: arti marziali, Harley, sport estremi, rally, avventura; star come Stallone o Swartzenegger; film d'azione, horror, fantascienza, botte; giochi e videogiochi, wrestling, musica rock/metal e poi i fumetti a inframmezzare le varie rubriche.


Super Action pescava da un calderone sicuro: quello dei miti "action", appunto, che negli anni '80 aveva fatto lo stravedere, negli anni '70 aveva gettato basi mitiche e mitologiche (Bruce Lee) e in quegli anni '90 stava riaggiornandosi con non poche gradite sorprese e nuovi interpreti dell'adrenalina.
Si parlava dei sequel di Batman e Highlander, si parlava dei film di Van Damme, c'era spazio per il nuovo cinema dell'orrore.


Tra i fumetti, il sempiterno Mr. T, i violentissimi Judge Dredd e il marvelliano Il Punitore, poi Ninja Boy e le strisce del maiale blu Harpo by Tito Faraci.
Ma non solo: anche minifumetti, tra cui storie di un Luca Enoch agli esordi!
Una delizia, dicevo.
Perché Super Action era davvero questo: 3000 lire di adorabile tamarraggine su carta; di informazioni, curiosità, dietro le quinte di film in uscita.


In ogni numero, delle cards staccabili che raffiguravano varie categorie (dai mostri del cinema sci-fi alle arti marziali, dai motori alle star dello sport).


Insomma, un viaggio (durato fino a tutto il 1995) che ha rappresentato coraggiosamente una platea fino ad allora ignorata: i ragazzi di metà anni '90.


Avesse continuato la sua corsa, posso immaginare, Super Action avrebbe inglobato via via anche qualche manga ma poi si sarebbe arenato ugualmente negli smorti (actionamente parlando) anni 2000. O forse si sarebbe adattato, dandosi ai cinecomics.

Se ami le vecchie riviste, leggi anche

76 commenti:

  1. Manca solo Van Damme, in quelle copertine. Ne parlavamo ieri...io preferivo le riviste calcistiche.

    Comunque io non ero all'epoca un target di questa rivista XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è anche Van Damme:
      https://www.ebay.it/itm/RIVISTA-SUPER-ACTION-N-4-1994-VAN-DAMME-CON-2-FIGURINE-JUDGE-DREDD-/192326666161 :D

      Io, pur di non leggere di calcio, ero nel target anche delle riviste di Barbie XD

      Moz-

      Elimina
  2. esulo dal contesto..
    ma dov'è l'articolo su Ghostbusters?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Previsto per domattina, ore 8, in forma DOPPIA :)

      Moz-

      Elimina
    2. bene bene..perchè già quello che avevo letto..dagli aggiornamenti..
      mi era piaciuto tantissimo!!

      Elimina
    3. Ti sei iscritta al mio blog allora nel momento giusto ^_^ (ps ho fatto altrettanto anche io..poi vado a leggermi un po' di cosucce).

      Elimina
    4. Ahaha, sei riuscita a leggere un post che ho eliminato dopo nemmeno due secondi (letteralmente!) XD

      Moz-

      Elimina
    5. sì..ebbene sì..e ho letto il riferimento al cartone ghostbusters..l'altro..mi hai fatto ricordare un cartone 'raro'che mi piaceva tantissimo piccola!!

      Elimina
    6. Domani io e Riccardo parleremo proprio dei due cartoons dei Ghostbusters... quindi ti aspettiamo :D

      Moz-

      Elimina
  3. Quasi quasi rilancio postando un articolo sul Cioè.
    Altro che tamarrate.... 😜😜

    RispondiElimina
  4. Che figata! Non avessi speso già tutto in fumetti e riviste di basket, avrei letto sicuramente questa rivista, che per altro ricordo di aver visto in edicola ai tempi, l’avevo quasi totalmente rimossa, ma appena ho visto il tuo post mi è tornata alla mente gridando: I’ll be back ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un grande magazine, davvero... All'epoca si respirava America a gogo, con un occhio all'oriente esotico! Grandissimo^^

      Moz-

      Elimina
  5. Lo sai già chi sono18 giu 2018, 10:04:00

    Grazie per avermi fatto scoprire Harpo il maiale! Ora vado in cerca dei suoi fumetti :D (che sono di Tito Faraci)
    P.S.: sono gerontofila, vorrei facessero una rivista pour femme piena di vecchietti palestrati xDDDDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, è Faraci! Non so se esistono ancora... :)
      Beh, questa rivista poteva avere il suo perché anche per le femminucce :)

      Moz-

      Elimina
    2. Lo sai già chi sono18 giu 2018, 12:42:00

      Ne ho trovata solo una del blog dell'orso chiacchierone :D
      Sì è vero! Però il mio sogno è vedere un nonnetto culturista :D

      Elimina
    3. Cioè Orso ha parlato di Harpo il maiale? :o

      Moz-

      Elimina
    4. Lo sai già chi sono19 giu 2018, 10:55:00

      Yesss

      Elimina
  6. il 1994 fu un anno eccezionale per me......

    RispondiElimina
  7. Questa roba non la conosco... troppo tamarra.. ahahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era meravigliosa proprio per questo motivo^^

      Moz-

      Elimina
  8. me la ricordo ma non la leggevo, direi fortemente tamarra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente! Ma di quel tamarro gasante, che piace e di cui avremmo bisogno anche oggi! :)

      Moz-

      Elimina
  9. Risposte
    1. No, dai, trash no... È tamarra per gli argomenti, ma erano (sono!) tutte cose comunque fighe. Per una volta che non si parlava dell'onnipresente calcio, era una manna dal cielo... E i fumetti poi tutti di alta qualità :)

      Moz-

      Elimina
  10. No vabbé, una tamarata di proporzioni epiche, praticamente la versione maschile di Cioè..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con in più i FUMETTI! Hai detto niente^^

      Moz-

      Elimina
  11. Buona giornata e un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
  12. Ero grandicello per questa rivista, ma mi sa che ci aveva un sottotesto gay mica da ridere...

    A parte Mask, naturalmente... Ma insistere così su tutte queste "cose da duri"...

    "Sì, duri... Troppo duri..." avrebbe detto Butt-head.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, l'edonismo anni '80 era finito, ma qualche probabile strascico sarà rimasto... perché no... l'importante è che ci fosse poco calcio (giusto uno speciale Mondiale Usa '94 e poco altro)... per il resto mi andava bene ogni durezza XD

      Moz-

      Elimina
    2. Assolutamente d'accordo con te (soprattutto sul calcio)!

      Elimina
    3. All'epoca trovare chi NON ne parlava, era arduo... almeno Super Action dava spazio ad altri sport... :)

      Moz-

      Elimina
  13. Ero grandicello per questa rivista, ma mi sa che ci aveva un sottotesto gay mica da ridere...

    A parte Mask, naturalmente... Ma insistere così su tutte queste "cose da duri"...

    "Sì, duri... Troppo duri..." avrebbe detto Butt-head.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sopra, ma ancora più duri :p

      Moz-

      Elimina
    2. Scusa, ogni tanto mi partono commenti stereo....
      Arterosclerosi?

      Elimina
  14. Bello l'articolo su "I super trattori" :D Grande curiosità per Luca Enoch agli esordi! Questa rivista proprio non la ricordavo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aveva una paginetta comica dal titolo Skaterz, su -ovviamente- ragazzi skaters :)

      Moz-

      Elimina
  15. La conoscevo, ma mai comprata.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, oggi si può rivendere ai collezionisti! :)

      Moz-

      Elimina
  16. Spendevo barcate di robe a fumetti, ma quelle riviste le ricordo.
    Però non le avrei comprate comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché? Io solo per leggere Dredd avrei comprato pure Cioè :)

      Moz-

      Elimina
    2. Forse le avrei lette se ci fosse stato Robert Englund o Clive Barker in copertina, ma in generale queste riviste le sfogliavo e basta.
      Quella di Nightmare infatti credo di ricordarmela proprio per la presenza di Robert.
      Però compravo solo Manga e roba Marvel in edicola.

      Elimina
    3. Sì, un paio di volte Nightmare c'è stato, come articolo... dopotutto era il periodo di uscità di un nuovo capitolo della saga :)
      Su Hellraiser non ricordo niente...

      Moz-

      Elimina
  17. Non me lo ricordo, però a quell'epoca di pubblicazioni per i giovani ce n'erano parecchie, e purtroppo costicchiavano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, dai, 3000lire nel 1994 non era niente, specie in confronto ad altre riviste (base 3500 lire, ma si saliva anche a 5 mila...)

      Moz-

      Elimina
  18. Fammi spezzare una lancia sulla qualità di queste nostre riviste del passato, che presentavano disegni visivamente chiari e semplici, quasi "ingenui", a differenza di questi di oggi, provenienti dall'oriente, contenenti vignette incomprensibili, per cui ci vorrebbe un interprete. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, Dredd e il Punitore non erano proprio vintage come stile, anzi... si era negli anni '90, quindi l'oriente aveva già contaminato i comics con la forza cinetica dei manga (vedi Frank Miller)...^^

      Moz-

      Elimina
  19. Un bel pezzo di storia, quello delle riviste :D io l'ho vissuto poco, quando ero piccolo io c'era "giochi per il mio computer" che aveva sempre qualche demo all'interno! Mio fratello maggiore la comprava sempre e stavamo ore a leggerla (io guardavo le immagini, non sapevo leggere XD)!
    Nell'edicola vicino casa mia c'era proprio un angolo nerd dedicato a riviste e fumetti del genere :)

    Super Action non l'ho mai nemmeno vista, o almeno non la ricordo proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, sarà stato un vero paradiso, quell'angolino!
      Ormai riviste cose non se ne trovano più... Un tempo ce n'erano tantissime, si sperimentava... contenitori di fumetti, ma anche robe di videogames...

      Moz-

      Elimina
  20. Quand'ero ragazzina, e riuscivo a poco a poco a metter due lire da parte compravo sia Super Action che Cioè ... una sorta di alter ego della mia personalità ... e a guardarlo oggi qui mi riporti in dietro nel tempo. Potevo comprarli solo una volta ogni morte di papa ma li conoscevo ... poi, anni dopo son passata a Lodoss, che mi piaceva di più ma solo per via dei fumetti e degli anime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lodoss sarà qui nei prossimi mesi, sto raccogliendo i numeri che ho per farne un bel reportage :)
      Fighissime le tue due anime... una pink e una da maschiaccio :)

      Moz-

      Elimina
    2. Un giorno metterò le mie pin-up manga fatte tutte a matita, spero ti piaceranno! ciaoooo

      Elimina
  21. Questa non l'ho mai vista e sto rosicando! L'avrei amata!
    Purtroppo nel '94, mi vergogno a dirlo, compravo Cioè... ma per gli allegati e perché c'era un fotoromanzo con Mark Paul Harry Gosselaar (il nostro fichissimo Zack Morris). E solo al mare! L'ho fatto solo due volte, forse 3, ai tempi dei Take That avevo già smesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahia qua scopriamo gli scheletri nell'armadio :D
      No, comunque non sei l'unico maschietto che so comprava Cioè, sai? :o

      Moz-

      Elimina
    2. Più che nell'armadio, sono scheletri che ho sempre esposto in balcone 😝
      Immagino di non essere stato l'unico, d'altronde sono della "generazione unisex"! 😁

      Elimina
    3. Io ricordo di averlo letto solo una volta, perché c'era una intervista ai Litfiba nel 1999... tra l'altro con una domanda che ha svelato la passione di Pelù per i fumetti... :)

      Moz-

      Elimina
  22. No, dai!! E' vero che nel '94-'95 ero già un'universitaria, ma anche qualche anno prima non lo avrei comprato!
    Così come non compravo Cioè.
    Ma il mondo è bello perchè è vario, no? Quindi sono felice per chi lo comperava e ne gioiva :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "adorabilmente tamarro" è troppo bello ;) :)

      Elimina
    2. Era comunque una bella panoramica su un mondo difficile, ossia quello degli argomenti che piacciono ai ragazzi non più ragazzini ma nemmeno adulti... secondo me ci riuscirono^^

      Moz-

      Elimina
    3. Ci sono riusciti senz'altro 😊
      Il fatto che a me non interessasse quel tipo di rivista non significa che non fosse un prodotto adatto ai ragazzi di quella fascia di età un pò particolare... nè piccoli nè adulti 👍

      Elimina
  23. Roba nuova per me: dubito anzi sia mai approdato in tutte le edicole.

    Ma i fumetti di Mr. T erano gli stessi che uscivano su "Più", o avevano un taglio narrativo e stile di disegni diversi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente diversissimi... questi avevano un taglio molto più per ragazzi, con risse per strada e cose varie :D

      Moz-

      Elimina
  24. Moz, mi hai fatto scoprire un mondo...tamarrissimo!
    Gesummaria, ma ora capisco perché l'editoria versa da anni in recessione (negli ultimi due ha dato segni di timidissima ripresa, ma il vuoto creatosi in precedenza è un baratro).
    Altro che digitalizzazione e Internet! E' 'sta roba qua che è 1) uno spreco di carta 2) un insulto agli alberi 3) inchiostro sprecato (pure a colori) 4) braccia sottratte all'agricoltura (chi lo ha prodotto) 5) creatività utilizzata nella direzione sbagliata (chi vi scriveva ne doveva avere parecchia).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noooo, perché?
      Fumetti top, da Dredd al Punitore; Tito Faraci con Harpo; Luca Enoch prima che passasse all'imborghesita Bonelli...
      Questa È la rivista per ragazzi definitiva... aggiungiamoci zero calciommerda o quasi, ed è TOP :D

      Moz-

      Elimina
  25. Mi hai bruciato sul tempo! Anche io avrei voluto parlare di questa testat, ma lo hai fatto a dovere!
    Tra l'altro solo per il contenuto fumettistico andrebbe fatto un plauso a Super Action che è stato uno dei pochi modi per vedere in edicola cose come Mister T o Judge Dredd!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, puoi approfondire il discorso! Dai dai! Vero, i fumetti erano spettacolari^^

      Moz-

      Elimina