[WEB] quando ti copiano (una riflessione su chi e cosa siamo noi blogger in internet)


Non era mai capitato che un mio contenuto venisse copiato.
O meglio, non mi era mai capitato di accorgermene.
Nel giro di due mesi mi è invece casualmente caduto l'occhio su due articoli che riprendevano pari pari intere frasi che avevo scritto io, nei post.
Spulciati da qualcuno e copiati un po', per il proprio scritto.
Oggi non voglio parlare del fenomeno dei copioni del web in sé: semplicemente, gli avvenimenti mi hanno portato a una riflessione anche abbastanza amara riguardo noi piccoli blogger che condividiamo le nostre cose sulla rete.


Quando in passato altri amici blogger mi dicevano di essere stati copiati da questo o quel sito, da questa o quella pagina social, pensavo di essere miracolato: non mi era mai successo.
Il fenomeno, per fortuna, non sembrava riguardarmi.
E invece, per puro caso, scopro che semplicemente non me n'ero mai accorto.
Sono stato copiato, e anche da due colossi del web.
Non farò nomi, anche perché non è un'accusa; in un caso avevo già provveduto a segnalare e a risolvere la questione in tutta tranquillità.
E non è di questo argomento che voglio parlare, ripeto, ma delle riflessioni che ne scaturiscono.
E qui arriviamo alla prima di queste.


 

Perché si viene copiati?
Perché la gente non scrive di suo pugno?
E, qualora semplicemente fosse piaciuto un mio articolo, perché non chiedermi il permesso?
Io sono per la condivisione tout-court, quindi accorderei tranquillamente la pubblicazione di miei scritti su altri siti, come già succede con due pagine online che sicuramente conoscete.
Mi dicono che posso anche ritenermi contento del fatto che un mio articolo sia stato plagiato, perché vuol dire che dopotutto avevo forse scritto qualcosa di valido.
Ma è davvero così?
E se fosse che invece ho scritto qualcosa di semplicistico, piatto, anonimo, tanto da poter essere copia-incollato altrove e buttato a una vasta platea?


SIAMO COMUNQUE DANNEGGIATI

Una seconda riflessione, la più importante, e che appunto riguarda noi blogger minori.
È brutto vedere che, essendo appunto minori, un tuo articolo su cui hai buttato tempo, passione e accortezze viene sbattuto in secondo piano dal motore di ricerca, mentre la copia carbone arriva al primo risultato.
E no, non è una gara a chi fa più click: parlo di riconoscere, almeno, la giusta validità di un lavoro.
Noi blogger senza nessuna garanzia alle spalle siamo destinanti al niente, nonostante gli sforzi?
Basta che arrivi un sito x, noto e pubblicizzato, perché le stesse righe che tu hai scritto finiscano (copiate) lì e giungano in prima pagina?
Siti che fanno numeri da capogiro, sponsorizzati, che ricevono gratuitamente materiale da recensire in quanto considerati influencer.




Qui (LINK: https://www.gianluigicanducci.com/blog/content-marketing/tools-scoprire-contenuti-copiati.html) una delle tante risorse che parla tecnicamente del fenomeno, proponendo dei tool per scoprire se qualcuno ha fregato i nostri contenuti.

COSA POSSIAMO FARE?

Dal canto mio, visto che è impossibile bloccare i copioni del web, ho scelto sempre più di scrivere, quando possibile, contenuti che in internet non ci sono.
E se le immagini sono di mia esclusiva proprietà perché inedite, le marchio col logo del blog.
Almeno uno sbattimento, per chi copia, di doversi cercare altre fonti!
Un po' di difficoltà per queste persone, che diamine: come quando mettevamo la mano a conchiglia per coprire quel che scrivevamo a scuola.
Non è cattiveria, è che certi ci marciano proprio, a spese della nostra passione e del nostro amore verso certi argomenti, che anche loro propongono ma senza questa -per me imprescindibile- base.
Ecco, se proprio devono copiarci, e finire pure in cima come risultato Google, e se non possono buttare tempo a scrivere per conto loro, che almeno crepassero un po' nel rubare i contenuti.
Non dovrà essere così semplice, rubare a casa nostra.
Anche se l'amaro in bocca, per come la vedo, rimane sempre.
Voi cosa ne pensate?

leggi anche

163 commenti:

  1. "copioni del web in SE" non sé !
    È comodo avere il testo pronto quando non si sa cosa scrivere e la mente ha perso il filo del discorso e la mano è stanca e ti fa male a digitare i tasti.
    Ecco i motivi.
    Mettici il copyright non solo sulle foto per ma anche sul testo in tutte le pagine del blog.
    Ma non è che esiste un programma per toglierlo poi il copyright?

    Firma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non si può mettere un copyright sul testo, e in ogni caso servirebbe anche a poco... quindi figurati... :O

      Moz-

      Elimina
    2. In realtà c'è: è la licenza Creative Commons Attribuzione.
      https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/
      A seconda dei parametri che imposti, quanto scrivi sul blog non può essere riprodotto senza il tuo consenso, ma possono essere condivisi i link.

      Elimina
    3. Ah, fico! Thanks!!
      🤩💪🔥

      Moz-

      Elimina
    4. @Marco Lazzara
      Grazie mille, ne ho fatto immediatamente buon uso XD

      Elimina
    5. Lo userò anche io^^

      Moz-

      Elimina
  2. Se capita anche a te di trovare dei tuoi testi ecc... copiati su siti altrui, che sei così attento a rendere unico ogni tuo post e riesxi a fare molto, allora noi altri blogger nel nostro piccolo quando accade che idee, post, rubriche ecc... vengano "scopiazzati" da altri a pochi giorni o settimane di distanza, possiamo solo rassegnarci. Pensa che ho un post in bozza da una settimana che parla di questo e varie amenità e pensavo di pubblicarlo questa settimana. Ma hai detto tutto tu, non vorrei copiarti😉😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, invece DEVI metterlo, perché è un fenomeno che va combattuto!
      Quindi, mi aspetto di leggerlo questa settimana :)

      Moz-

      Elimina
    2. Non lo so, ci penso. Visto che ritengo dannoso anche quando viene una bella idea e ci fai un post con molta partecipazione e qualcuno, un paio di giorni dopo se ne appropria, cambia qualche parola, modifica il titolo e vai, il gioco è fatto. La cosa non può non infastidire giusto? Specialmente se si ripete più volte. Vero è che è impossibile avere idee uniche ma un po' di onestà intellettuale non farebbe male... poi quello che è successo a te e oltremodo squallido...

      Elimina
    3. Beh ma qui sappiamo che non sarà così: se avevi pronto un post, che problema c'è, figurati poi se mi farei dei problemi di questo tipo proprio con te.
      Anzi, potrebbe essere un modo per diffondere ancora di più la percezione del problema... :)
      Anche io ho rubriche sicuramente simili a tante altre, ma che possiamo farci...

      Moz-

      Elimina
    4. Anche io sono brava a gettare l'esca giusta qua e là😉

      Elimina
    5. Per fare abboccare i copioni? 🎣

      Moz-

      Elimina
  3. Ci siamo confrontati e sai come la penso, ti dico solo che ieri leggendo un saggio di cinema, ho trovato un intero paragrafo identico a quello di un mio post sul regista protagonista del saggio, infatti a breve contatterò gli editori del libro. Noi blogger siamo come i ristoranti "all you can eat". Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, e io che amo gli ogliuchenìt... stavolta non apprezzo :D
      Fammi sapere cosa farai e cosa ti risponderanno!!

      Moz-

      Elimina
  4. Caro Moz, essere copiati è privilegio dei bravi. Nel blog non vale la proprietà intellettuale, tutti possono appropriarsi di tutto,pertanto consolati con la mia frase di apertura, citata o copiata dal Grande Eco.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so. Me lo hanno detto anche altrove.
      Speriamo sia così, anche se ripeto: io sono il primo a voler condividere. Bastava chiedere e sarebbe stato dato :)

      Moz-

      Elimina
    2. Però un po' fa incazzare per tutto il contorno^^

      Moz-

      Elimina
    3. C'era anche quello che diceva: se ti rubano la macchina, che fai? Ti complimenti virtualmente con il ladro perché aveva buon gusto in fatto di macchine?

      Elimina
    4. Ahaha esattanente :D

      Moz-

      Elimina
  5. Anch'io ho letto una volta una recensione che era palesemente ispirata ad una che avevo scritto io, solo scritta meglio :D Qualche giorno fa su twitter Doc Manhattan si è accorto che qualcuno aveva spudoratamente copiato un suo post ironico senza neanche citarlo, il bello è che poi il "copione" si è pure offeso! Penso che si possa granché poco purtroppo, oltre a stare all'occhio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al Doc Manhattan un paio di anni fa è capitato anche di peggio: una volta fu perfino la versione online di un giornale nazionale a copiare i suoi contenuti.:C
      In quel caso lui chiese ai suoi lettori di scrivere commenti su quel sito facendo presente la cosa, dopo qualche giorno quel giornale fu costretto a inserire una nota nell'articolo scrivendo una frase del tipo: "Contenuti parzialmente ispirati dal blog "l'Antro Atomico del Dottor Manhattan". Non fu una vittoria totale ma il Doc si dichiarò soddisfatto.

      Elimina
    2. @Fab, ora vado a cercami la storia del Doc su Twitter, voglio proprio vedere la giustificazione/offesa del tizio!
      @Nick: ricordo la questione. Sembra quasi una presa in giro "parzialmente ispirati"... ma almeno...

      Moz-

      Elimina
    3. Non trovo niente sul suo Twitter... :o

      Moz-

      Elimina
  6. L’amaro in bocca? Questa cosa mi fa arrabbiare da morire, altroché! Uno può scrivere le cose più assurde o meravigliose ma essere copiati a sua insaputa è davvero un’azione deplorevole.
    Questo tuo post insieme a un commento di Daniele a un mio post di qualche giorno fa fa comprendere quanto la rete sia un oceano ignoto e insidioso.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sì, ed è anche una cosa abbastanza senza controllo.
      Appunto dico: rendiamo la vita difficile, se non impossibile, a chi vuole copiarci.
      Ossia, copiate pure, ma dovete crepare che quasi val la pena scrivervelo da voi^^

      Moz-

      Elimina
  7. Per la serie "se nelle foto che faccio metto il mio logo, c'è un motivo" XD

    Comunque io non penso di volerlo attivamente sapere, tuttavia se mai mi capitasse per caso di scoprirlo, allora è guerra: non mi fermo fino a quando la tua credibilità non è finita nel cesso ed anche se alla fine non ci riesco del tutto, per te non sarà stata una esperienza divertente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovessi dirvi il nome di uno di questi siti che ha copiato, capiresti che sarebbe per me una guerra persa, visto l'enorme fandom e risonanza che hanno.
      Ma comunque, in questo specifico caso, abbiamo risolto parlando privatamente.

      Moz-

      Elimina
  8. Cavolo. Sono andata a guardare su uno dei siti suggeriti ed è venuto fuori una mia intera frase impressa in apertura del mio blog inserita su di un libro addirittura! Almrno così sembra.
    Grazie Miki, non me ne sono mai resa conto. Ora controllo tutto. Io, per esempio, ho inserito cose da altri siti (di solito famosi già) ma ho sempre scritto che le fonti non erano sempre mie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, se uno lo segnala, va benissimo.
      Per me possono prendere tutto, dopotutto sono io stesso che diffondo ovunque.
      Sono per la condivisione. Ma a patto che non sia una furbata :)

      Moz-

      Elimina
  9. Che vuoi farci Moz? Te lho sempre detto che quello che fai lo fai bene e infatti ti leggo sempre. Ora sai di essere un modello di ispirazione. Personalmente, e l'hai già notato, quando cito qualche altro blogger metto sempre il link al suo blog per correttezza e per cortesia, così si trova qualche lettore in più. Nel mio caso io scrivo talmente da canaglia che dubito di essere preso come esempio😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io ho visto che scrivi sempre bene, ma in ogni caso non credere: scritto bene o meno, per chi deve solo riempire una pagina tutto fa brodo, arrivando a copiare anche stronzate e imprecisioni (fidati, mi riguarda direttamente... XD)

      Moz-

      Elimina
  10. Cavolo, peccato.

    Credo che nella maggior parte dei casi non ci si accorga nemmeno di essere scopiazzati in giro. E, sì, quello che fa rabbia è che spesso i plagiatori sono quelli che fanno più numeri di te sbattendosi meno.

    Non sono mai andato in giro a cercare copie del mio blog. Dovrei? Non mi interessa molto e non credo che ne valga nemmeno la pena. Ricordo però qualche anno fa, in un mio precedente impiego, che un marchio famoso copiava alcune funzioni del software che realizzavo. Il fatto che quelle funzioni arrivassero dopo e fossero realizzate un po' peggio dell'originale era, da un certo punto di vista, confortante. Voleva dire che ero arrivato prima e che quindi avevo avuto idee migliori ed ero stato più pronto nel realizzarle.

    Ma era un'altra cosa.

    Per un blog è diverso. I lettori di un blog non si accorgono dei plagi. Hanno a malapena il tempo di leggere e di mettere un like. Se tu non avessi scritto questo articolo non avrei mai saputo che qualcuno ti aveva copiato. Lo sapresti solo tu. E questo cosa mi fa pensare? Che forse, se la cosa ti tocca abbastanza, dovresti provare a creare una rubrica periodica sulle scopiazzature. Altrimenti, forse, alzata di spalle e via.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A nessuno viene in mente di andare a vedere se è stato copiato, sarebbe una perdita di tempo enorme. O lo scopri per caso o non lo saprai mai.
      A me è capitato negli ultimi mesi, proprio durante il lockdown, l'ho scoperto per puro caso perché il genio ha copiato tutto, anche un link ad un altro articolo che avevo inserito che ha così creato un pingback sul mio blog. Clicco sul pingback e mi ritrovo l'intero articolo copiato, sbircio sul sito e mi cade l'occhio su un altro articolo, lo leggo e mi ricorda quello di un altro blogger che seguo, lo vado a cercare e lo confronto. Identico anche quello. Da lì son partito a fare altri confronti con google ed è saltato fuori che almeno una decina di quegli articoli erano copiati da altrettanti blog.
      Ho contattato tutti i legittimi proprietari e li abbiamo fatti rimuovere.

      Elimina
    2. Esatto, Blue: ha risposto Arcangelo, che è il primo tra gli amici blogger con cui affrontammo l'argomento.
      Lui si accorse di venire sistematicamente copiato, e io gli dissi più volte che non mi era mai capitato di incappare in queste cose... manco a farlo apposta, invece, nel giro di due mesi sono capitato in due piccoli plagi XD
      Appunto, impossibile cercarseli...
      Quanto al tuo software, spero ti sia fatto valere, anche se già essere arrivato primo è una grande cosa.
      Una rubrica periodica? Spero di non doverla mai fare XD

      Moz-

      Elimina
  11. Bravo! Vendiamo cara la pelle!


    Di recente a me hanno rubato un video. Distribuito con licenza CC (BY-ND-NC). Hanno scaricato il video, tolto la licenza e il mio nome è ripubblicato come loro, violando tutte e tre le clausole! Quando ho chiesto almeno di mettere il mio nome, mi è stato detto: "quando metti una cosa in rete è di tutti, studia le leggi". E io ho pure perso tempo a spiegare le licenze e la proprietà intellettuale. Poi mi hanno insultato. Così li ho segnalati e ho fatto rimuovere il MIO contenuto. Cosa che si poteva evitare, volevo solo che riconoscessero il mio lavoro ma..
    Tempi duri per i blogger e per l'arte!

    Spero che vincerai la battaglia. Sono con te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma nessuna battaglia.
      Ripeto, questo non è un post di accusa, né di guerra, né è mia intenzione muovere casini contro persone.
      Non ho nemmeno ancora contattato il diretto interessato (il sito), figurati.
      Volevo solo porre l'accento su cosa siamo noi blogger minuscoli in una rete di siti specializzati, che prendono spunto e arrivano comunque primi.
      Almeno, rendiamo loro difficilissimo e ostico il copiarci! XD

      Mi spiace per il tuo video, addirittura togliere la licenza... da denuncia.
      Io in un video metterei di continuo riferimenti a me stesso e al mio blog, così che non possano prenderlo^^

      Moz-

      Elimina
    2. Il posizionamento è dato da processi complessi. I siti grandi possono permettersi di usare tecniche SEM che a noi"poveri blogger" sono precluse. A noi non resta che la SEO... Ma se ci rubano i contenuti? Vincono sempre loro! Uff...

      Comunque a me ha dato fastidio soprattutto come mi hanno attaccata, quando io avevo chiesto solo di usare il video secondo la licenza. Il video era di spiegazione sulla fibromialgia. Per me era bello che girasse, essendo un video per sensibilizzare le persone però se io lo faccio gratuitamente per informare e chi lo copia ci lucra sopra per vendere prodotti di dubbia efficacia... Ecco, ho dovuto intervenire.

      Spero lo farai anche tu: la proprietà intellettuale va tutelata!

      Elimina
    3. Ecco, ma vedi, a te è una cosa grave e diversa.
      Ci lucravano addirittura sopra.
      Direi che è il massimo del minimo...

      Moz-

      Elimina
    4. Se è un sito grande e ben posizionato, come dici, sicuramente guadagnerà dalla visualizzazioni, visualizzazioni che ha avuto per contenuti TUOI. Penso sia davvero la stessa cosa. Abbiamo creato contenuti che ritenevamo importante divulgare e ce li hanno sottratti per lucrarci sopra. E NON è giusto.

      Elimina
    5. Vero, assolutamente NON è giusto, in nessun caso.
      Comunque farò presente la cosa all'autore di quell'articolo, o al sito web stesso :)

      Moz-

      Elimina
  12. Chi si comporta in questo modo mi mette addosso una tristezza infinta. Si tratta chiaramente di gente pigra e incapace che non è in grado di produrre nulla di decente e/o di originale e meschinamente ruba il lavoro altrui. Non, non ha senso dire che ci dovremmo sentire lusingati perchè siamo stati copiati in quanto evidentemente avevamo fatto qualcosa di valido. E' triste anche perchè spesso non ce ne accorgiamo e perchè, quando accade, non è detto che ci siano i mezzi per perseguire i copioni. La mia unica, magra, consolazione è che io vado sempre a dormire con la coscienza pulita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, idem io: tranquillo, so di non aver copiato, so di aver sempre voluto dare ai miei lettori qualcosa di più professionale possibile.
      Per il resto, copiassero pure, ma giuro che sarà sempre più difficile^^

      Moz-

      Elimina
  13. Anni fa una persona mi disse, velatamente tra le righe, che mentre i suoi contenuti erano originali, i miei erano scopiazzati in giro. Sorvolando sul fatto che era una cattiveria gratuita, all'interno di un discorso/litigata con cui non centrava niente, da un certo punto di vista non mi sentirei nemmeno di darle torto.

    Nel mio blog ho scritto dei contenuti le cui parole e i concetti espressi sono interamente miei al 100%.

    Ci sono però dei post in cui per esempio voglio inserire il riassunto della trama del film x, e non ho voglia di stare lì a scrivere; perciò la cerco un momento su wikipedia (anche perché magari non la ricordo nei dettagli) e ne prendo degli estratti, che poi rielaboro, taglio/cucio e riscrivo. Cioè la uso solo come punto di partenza, come linea guida per scrivere un paragrafo all'interno di un post che contiene altre cose.

    Ci sono invece dei post che sono un collage di informazioni sparse (per esempio i Dalla A alla Z), in cui prendo materiale qua e là dalla rete. Potrei citare le fonti, ma quando sono 10-20 siti diversi, non è tanto fattibile. E comunque non riporto il paragrafo tal quale, mi interessa il concetto, che esprimo con mie parole.

    Per quanto riguarda post più "tecnici" su argomenti di cui non ho profonde conoscenze, per scriverli è necessario che legga il lavoro di altri e lo faccia mio. Il che non significa che scopiazzo, ma che lo uso come punto di partenza. Che poi approfondisco sempre: a volte anche con enciclopedie, dispense universitarie o articoli scientifici. Prendo i concetti e li riscrivo per essere fruibili come contenuti del blog, rielaborandoli all'interno del discorso che sto facendo. Insomma, c'è un lavoro dietro, come si fa per la parte compilativa delle tesi di laurea: nessuno parte mai da zero.

    Tu invece lamenti giustamente una cosa diversa: queste persone (a prescindere dal non averti segnalato) prendono il tuo lavoro e lo inseriscono tal quale da loro, senza farci nessuno lavoro dietro, senza nessuno sbattimento. Fondamentalmente è solo pigrizia.
    Comunque il post più visualizzato del mio blog è uno che ho scritto senza bisogno di prendere informazioni da altre parti. Qualcosa vorrà dire no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rielaborare ci sta, perché ti sbatti a riadattare qualcosa che sai o hai letto.
      Anche io magari sul momento non ricordo il nome di un attore e devo cercarmelo. Ma cosa linko? Quale sito? Ce ne saranno a migliaia.
      Usare punti di partenza ci sta, e in caso di lavori enciclopedici (come il mio riassunto su He-Man, l'indagine sulla sigla di Lamù o la storia dei Litfiba) cito chiaramente quali sono le UNICHE fonti, uniche perché fonti imprescindibili.

      Certo, appunto, diverso dal copiare paro paro... anche perché magari un capoverso lo copia da me, un altro dal blogger x e un altro dal blogger y... tre blogger minori e "sfigati" (passatemi il termine) che fanno un articolo fico di un grande sito italiano...

      Moz-

      Elimina
  14. Guarda, sono con te. Non so precisamente se qualche volta i miei di contenuti siano stati copiati però conosco tanti colleghi a cui è successo più di qualche volta, a Donata del blog "pensiero spensierato" è successo ed anche a lei quando ha fatto notare la cosa ai "copiatori", loro si sono anche arrabiati.So che lei aveva adottato un sistema per rendere più difficili le pratiche di "copia.incolla", devo richiederle cosa avesse fatto e magari te lo faccio sapere. Un caso clamoroso, forse te lo ricorderai, capitò invece quando un intero gruppo di "scrittori" (dei quali poi nessuno o quasi nessuno ha fatto carriera) plagiò quasi in toto un intero progetto di scrittura condivisa. Non faccio nomi ma forse ricorderai il "caso". Per quanto riguarda il sottoscritto il massimo finora di cui mi sono accorto è il ritrovarmi interi miei post traportati su un paio di forum senza che ne fossi stato avvertito. In quei casi c'erano tutti i link per fortuna, quindi formalmente la mia proprietà era stata rispettata però mi ritrovai gente che pontificava su quanto avevo scritto dandomi torto in pieno. Darmi torto ci sta, ma perlomeno sarebbe stato corretto (e magari anche civile, no?) chiedermi prima o almeno avvertirmi dell'avvenuta pubblicazione così almeno avrei potuto intervenire nella discussione in tempo utile per esprimere le mie ragioni e non mesi dopo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non ricordo il caso specifico del progetto di scrittura!
      Ragguagliami se puoi, mi interessa!
      🤔🔥💪

      Ecco, anche a me è capitato di essere sui forum, con link e tutto, ma di non poter ribattere (eventualmente). Ma per fortuna niente a cui rispondere davvero, non mi davano contro: il tuo caso è ben diverso e ingiusto, avrebbero dovuto avvisarti!! 🤓🤟

      Moz-

      Elimina
  15. Non c'entra molto con il post in questione ma riguarda sempre la meritocrazia.
    Per me la più grande "ingiustizia" che ti hanno fatto è stata quella di NON menzionarti in quel SITO riguardo la questione della sigla di Lamù.
    Una scorrettezza peggio di quei post che ti hanno copiato.
    Proprio tu trai maggiori artefici delle ricerche neppure menzionato...
    Succede anche questo nei siti di pop culture... Tutti invidiosi di tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già... Ho evitato di dirlo ma riguarda eccome questa storia.
      Evitano in tutto e per tutto di fare il mio nome, parlano di 'altri blogger' come fossimo entità casuali...
      Che vuoi farci.
      Ma tanto, sempre qua devono passare, anche solo a copiarmi 🤟💪🔥

      Moz-

      Elimina
  16. Riguardo il logo che metti nelle foto non è facile toglierlo per chi copia? Intendo dire toglierlo con qualche programma grafico chiedo perché sono completamente ignaro in materia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, resterebbe un quadrato bianco.
      Sto studiando anche altre opportunità, meno invasive (magari watermark o logo trasparente) ma questo, pur "cafone", mi sembra quello più concreto! 😂😁💪

      Moz-

      Elimina
  17. Per me chi copia è qualche deficiente che ancora non capisce che può essere scoperto facilmente: basta incollare un paragrafo su Google, non servono i vari servizi online.
    A me hanno copiato interi articoli, frasi e anche racconti. Succede da anni.

    Qualcuno dice che se ti copiano significa che piaci: no, se mi copiano, mi danneggiano. Google premia le notizie più fresche e ho visto spesso che i miei testi copiati finivano in cima, sopra agli originali.

    Ma poi, scusate, se vi svaligiano casa o vi scippano la borsa pensereste "significa che gli piace la mia roba"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, grande!
      Vero :)
      È sempre una cosa ingiustificabile.
      E appunto, è brutto che -preso da altri- il nostro lavoro sia più premiato rispetto all'originale proposto da noi... è assurdo.

      Moz-

      Elimina
  18. Purtroppo la mia esperienza la conosci, per chi leggesse sono uno dei blogger a cui è capitato a cui fa riferimento Moz nel suo articolo.
    In principio fu una sorta di plagio di un mio format, ma non avendomi copiato nulla più che l'idea non ho detto niente.
    Poi mi arriva una notifica di un pingback da un sito esterno ad un articolo che avevo pubblicato pochi giorni prima, clicco e mi ritrovo catapultato a scopiazzalandia, avevano copiato l'intero articolo, non solo un paragrafo, tutto! Navigando sul sito riconosco altri articoli che avevo letto e con una breve ricerca ne sgamo altri, saranno stati una decina di articoli copiati da altrettanti blogger, li ho contattati tutti e li hanno fatti rimuovere. Purtroppo un articolo della mia socia è ancora lì copiato su un sito gemello con lo stesso nome di quello incriminato ma su un altra piattaforma, e non riesco a farlo rimuovere, pazienza tanto i motori di ricerca favoriscono me e non quel sito di falliti. Che ci han messo mesi a chiedere anche solo scusa e dopo che li ho cazziati, nemmeno di loro volontà.
    E poi su Facebook e Instagram ho sgamato un utente che più di una volta ha copiato interi articoli per pubblicarli sui suoi profili e condividerli su diversi gruppi. Glielo dico una volta, due volte, tre volte. Mai avuto una risposta. Tra l'altro aveva copiato anche un articolo di Doc Manhattan a cui l'ho segnalato. Non so se abbia mai rimosso i contenuti dai suoi social ma almeno se mi capita di vederlo nei gruppi lo segnalo ai mod.
    Morale della favola? Non ci possiamo fare niente, da una parte mi piace credere che i contenuti del mio blog siano piaciuti ma dall'altra mi fa incazzare non poco, per le ore che ci perdo, l'impegno che ci metto. Ad altri basta un clic.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoti, grazie per aver riportato la tua testimonianza per filo e per segno.
      Hai fatto benissimo a segnalarli, a segnalare al Doc anche la cosa che lo riguardava, e a far rimuovere dove hai potuto.
      Hai ragione, purtroppo: noi ci buttiamo ore e passione, ad altri basta un clic.
      E purtroppo, vengono anche premiati (magari su questo sei stato più fortunato, per fortuna!)

      Moz-

      Elimina
  19. Copiare pari pari un articolo o delle frasi è una violazione del diritto d’autore. Fare un post che magari considera lo stesso argomento appena trattato da un altro blogger è scusabile, ma se una persona si limita a scopiazzare, non capisco perché ha creato un blog.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo chiedo anche io.
      Non ha senso avere un blog così: si potrebbe invece avere un blog-serbatoio di articoli altrui, tranquillamente, ma con fonte :)

      Moz-

      Elimina
  20. a me succede giornalmente! Come ben sai ho una pagina FB in cui posto storie disney inedite in Italia e mi fa piacere quando qualcuno le condivide (lascio le foto pubbliche per questo motivo).

    Bene, ci sono dei figli di #@#@@# che invece di premere "condividi" (semplice semplice!), scaricano le foto e le ripubblicano come se fossero loro! E questo mi fa incazzare, perché si appropriano di roba su cui ho lavorato io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne abbiamo parlato in privato ma voglio scriverlo anche qui, che magari è un suggerimento per tutti: TARGATE LE VOSTRE IMMAGINI, quelle che recuperate voi, che create voi, che scansionate voi.
      Così non possono fregarvele, e se vogliono usarle, devono lasciare per forza il vostro logo (che non è mica un dramma: io stesso uso -se necessario- foto con loghi di terzi, visto che le immagini sono di altri!) :)

      Moz-

      Elimina
  21. io non l'avrei fatta passare liscia. Le mie poesie sono protette SIAE quindi ho un'arma in più e poi cmq anche senza questa protezione, sia te che io abbiamo essendo in rete il fatto che la data di pubblicazione sul blog fa fede salvo che in modo convincente e realistico uno non provi di averlo scritto prima ancora che tu lo pubblicassi per primo in rete. Poesie mie copiate non proprio nel senso che pochi versi che posti molti anni fa e che poi divennero uno scarto furono presi da una blogger che mi seguitva e messi non ricordo se come suoi o come anonimi, no, come suoi. Fui avvertito da un'altra blogger che li riconobbe. Quella si scusò e non accadde più.

    Penso che nel tuo caso, chi ha preso parti del tuo post lo ha fatto perché non ha il sacro fuoco dello scrivere di un tema, fare le dovute ricerche ed appassioandocisi sopra come fai tu, ma come unico fuoco che lo brucia ha quello del successo in qualunque modo ed a qualunque costo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa tu, ma a che pro?
      Non capisco. Inoltre, così inganni i tuoi lettori, il tuo pubblico, se non c'è passione...
      Quanto a te, per curiosità: che scuse ha accampato la blogger che ti copiava i pezzettini? Come si è giustificata, oltre a scusarsi?

      Moz-

      Elimina
    2. Prese una mia piccola poesia che avevo postato da me e prima credo su un altro blog tra i commenti ma lasciando come sempre titolo e "firma '. Alla fine lei disse che l'aveva trovata ma in giro e senza nome. Cmq fu una cosa che si chiuse subito. Più seria la tua questione perché parliamo d un altro sito professionale non di una povera blogger con pochissimo seguito.

      Elimina
    3. Diciamo che una copia è sempre una copia, chiunque lo faccia...
      E chiunque lo fa, sbaglia :)

      Moz-

      Elimina
  22. sempre post interessanti sul tuo blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo ci riguarda tutti, peraltro.
      Thanks.

      Moz-

      Elimina
  23. C'è molto amaro in bocca perché poi magari questi siti hanno successo grazie al talento altrui.. saper recensire e scrivere frasi d'effetto è un talento; vien comodo rubacchiarlo a destra e a manca cercando di spacciarlo per proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, per quello.
      Non solo sono grandi siti sponsorizzati, presentissimi e con tanti seguaci... ma devono anche prenderti pezzi di capoversi... why? :O

      Moz-

      Elimina
    2. ...e magari tu lo fai per passione e quelli vengono pagati... >_>

      Elimina
    3. Sicuramente hanno sponsorizzazioni e tutto il resto...

      Moz-

      Elimina
  24. Mi dispiace Moz :( è una vergogna, davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😠😠
      Che vuoi farci...

      Moz-

      Elimina
    2. Se vuoi che scriva sul blog di questo ladro per diffamarlo non hai che da chiedere

      Elimina
    3. Assolutamente no, non voglio accuse né altro.
      Ognuno resta con il proprio articolo :)

      Moz-

      Elimina
  25. Danni collaterali dell'internet moderno, che non guarda in faccia a nessuno, si può solo sperare che non capiti mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io pensavo di non essere stato colpito dal fenomeno, e invece... nessuno è al riparo, purtroppo :(

      Moz-

      Elimina
  26. Che un sito così grande, almeno da quel che leggo nei commenti, copi mi lascia un po' basito, nel senso che non penso ci voglia così tanto ad elaborare un testo sui Masters.
    Evidentemente è gente che è poco aggiornata e quindi raccatta vari post sull'argomento letti in giro.
    Non mi stupirei se quell'articolo fosse copiato un po' da te e un po' da altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti non stupirebbe nemmeno me.
      Evidentemente certi siti devono per forza pubblicare, per fare click, di continuo... E i contenuti non sempre vengono facili.

      Moz-

      Elimina
  27. Come già detto in altra sede trovo squallido il vizietto di appropriarsi del lavoro altrui se poi si devono anche nascondere dietro i nomi grossi allora è proprio uno schifo.
    Fortunatamente sono fin troppo piccolo come blog per avere avuto di questo problemi ma in campo lavorativo ho visto diversi professori di liceo appropriarsi dei formulari che io faccio per i ragazzi con cui lavoro e spacciarli per prodotto free quando invece per me sono un prodotto da commercializzare. In un paio di casi si è raggiunto l’assurdo mettendo in mezzo i ragazzi stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succedeva anche al mio prof di filosofia al liceo: all'università, i suoi ex studenti avevano ancora i suoi appunti, e i nuovi prof se li prendevano XD

      Moz-

      Elimina
  28. Gli italiani sono un popolo di copiatori, altroché...
    E il copiare non è prendere un'idea altrui e farla propria, figuriamoci, io per copiare intendo proprio copiare testi pedissequamente, prendere foto altrui e spacciarle per proprie (un mio conoscente di Novafeltria si è trovato una sua foto presa nel giro di poche ore e messa in una pagina peraltro con scopo di promuovere un prodotto), ho letto anche l'intervento di Romina, è tutto un arraffa :D
    E vale sempre la legge del più forte, in Italia: il copione di prima fascia potrà fare indisturbato tutto quello che vuole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, purtroppo è così, motivo per cui a chi copia -visto che continueranno a farlo- voglio rendere sempre più difficile il gioco :D

      Moz-

      Elimina
    2. Giannini allora parli di tutto il mondo perché il mondo è paese credi che al di fuori tutto profuma e sbrilluccica ma non è assolutamente così guardati per esempio il mondo americano e ne vedi di cose terribili che questa ne fa neanche un baffo ma i baffetti. Se il tuo amico vivesse lì si sarebbe visto la faccia in una commercializazzione pornografica e pure gay gli americani quando rubano le foto quasi sempre le usano per le schifezze più sporche e ti distruggono irrimediabilmente.

      Firma

      Elimina
    3. Non ce ne sarebbe stato bisogno, di contraffazione di volti: io sono il re delle schifezze pornografiche in ogni salsa :)
      Metterei la maglietta col logo del mio blog per farmi ancora più pubblicità XD

      Moz-

      Elimina
    4. Con gli arrosticini vero? ;)

      Firma

      Elimina
  29. Povero ninin, che cattive persone hai incontrato, copiare cotanto testo che meritava di essere divulgato in tutto il mondo.
    Cattivi, cattivi, cattivi, si rendono conto di quello che hanno fatto? Un colpo mortale al tuo ego.
    Ad maiora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che spiritosa, anche da anonimo.
      Non è un colpo mortale al mio ego, ANZI :D

      Moz-

      Elimina
  30. È indubbiamente molto, molto fastidioso, specie se poi i nostri testi finiscono su siti in qualche modo sponsorizzati e quindi con gente che monetizza sui nostri contenuti. Non so se l'ha scritto qualcuno, ma c'è la possibilità di attivare la funzione del tasto destro così che non si può copiare il contenuto del blog. Non ricordo bene come si inserisca e non l'ho mai fatto, ma mi pare fosse semplice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io puLtroppo non mi intendo molto di queste cose tecniche, ma so che si può fare tranquillamente.
      Vedrò di farlo, anche se spero non debba servire^^

      Moz-

      Elimina
  31. Non ho mai cercato/scoperto scopiazzatori del mio blog, ma una volta avvenne un fatto curioso.
    Segnalai il post di un mio conoscente, era su uno specifico argomento, e un'altro blog che seguivo nello spazio di poco tempo... scrisse un post sul medesimo argomento.
    La cosa si ripete alcune volte, non tante perché smisi di segnalare i post altrui, io postavo e questo/a scriveva post ispirati a... quando povai a far presente la curiosa coincidenza, mi venne detto che ero paranoica e altre simpatiche rispostine.
    Però dopo che io smisi di segnalare i post di altri... ci fu un calo nei post del tizio/a, si vede che gli mancava l'ispirazione, ma è sicuramente una coincidenza se proprio nell'anno in cui scrissi meno post questo chiuse tutto e sparì, forse riaprendo un blog su altra piattaforma, non lo cercai di certo.

    Misteri.
    Forse.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, assurdo e allucinante.
      Cioè, questa persona viveva, di fatto, per copiare quel che ripostavi e segnalavi tu.
      E appena hai smesso, ha smesso.
      Cioè, siccome poteva cercarsi da sola/o delle cose, significa che voleva proprio che tu notassi la questione. Era per te, sostanzialmente.

      Moz-

      Elimina
  32. Ma quei blogger che fanno il copia incolla da Wikipedia e lo piazzano nei loro commenti...non violano il diritto d’autore?
    Mah sinceramente non ho capito se la commentatrice che ha scritto qualcosa del tipo “se pubblichi qualcosa in rete non sei più padrone di quello che scrivi” lo ha detto poi ironicamente o ci ha sbattuto la faccia senza possibilità di controbattere o reagire al torto..subito.
    A te han copiato un pezzetto di articolo, brucia ma se volessi fare l’avvocato del diavolo mi verrebbe da chiederti se veramente l’hai scritto te, capisci? Per il fatto che sembra non ci sia un regolamento, una norma che tuteli voi come autori dei pezzi che scrivete.
    Poi ti dico ...senza far polemiche anzi perché no ..proprio perché voglio polemizzare .
    Ti capita di visitare blog che spendono parole a ricercare l’autorevolezza delle cose che pubblicano.
    E poi in fondo ai loro articoli ti trovi citate le fonti da dove han “copiato” , “studiato” ,”elaborato” quei loro articoli.
    Mi sembra che parlare di diritto d’autore o copywriter vada un po’ a farsi fottere no?
    Dove c’è l’originalità in articoli del genere?
    Non so se mi sono spiegato eh..!
    La cosa è diversa per gli autori di opere inedite , ma la maniera di tutelarsi dovrebbe esserci no..?
    Tipo Daniele con la SIAE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, certo: nessuno è esente da questo vizio. Io ho parlato di blogger piccoli che vengono copiati da big.
      Ma è vero sicuramente anche il contrario, ossia blogger che scopiazzano.
      Però vedi, c'è qualcosa che cambia: se scopiazza un blogger, non otterrà davvero niente (tranne al massimo una figuraccia). Non otterrà visite, riscontri né grandi posizioni nei motori di ricerca.

      Se davvero l'ho scritto io? Beh, è semplice vedere che almeno l'ho scritto io per primo... anche qualche anno prima! E per questo basta fare appunto una ricerca su Google e ti verranno fuori comunque tutte le fonti con quelle medesime parole.
      Da questo si vedrebbe anche nel caso io stesso avessi copiato ad altri.

      Quanto al resto del tuo commento: quando andai al primo colloquio col relatore della mia prima tesi, mi disse chiaramente "le fonti, devi citarle sempre e comunque: non stai raccontando la storia della tua vita, che conosci per esperienza diretta, ma fatti successi tot anni fa".
      Dunque, gli scritti autorevoli hanno proprio la bibliografia e la sitografia.
      E non è che appunto la mia tesi non sia mia. Anzi. Potrei addirittura farne un libro a mio nome, regolarmente.
      Divero è comunque il caso delle esperienze dirette, lì le fonti non servono perché l'autorevolezza siamo noi^^

      Moz-

      Elimina
  33. Non credo tu sappia che oltre a Pensieri Scossi ho un blog più "vecchio", che si chiama Recensioni Cosmetiche, e che seguo con grande passione da 10 anni e mezzo.
    Ebbene, soprattutto i primi anni, quando blog di questo genere crescevano come funghi, ero solita trovare interi articoli copiati di sana pianta e postati altrove. Mi arrabbiavo, chiedevo la rimozione, discutevo con questa gente.
    Ma sai che c'è...alla fine chiudevano, perché incapaci di scrivere una recensione personalmente. Io che le ho sempre scritte le scrivo ancora, senza alcuna difficoltà. Quindi che dire, chi copia il più delle volte non è in grado di apportare contenuti propri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, infatti: non ne sapevo niente.
      E l'esempio che riporti è emblematico: gli originali continuano, sono ancora qua. Le copie si stufano, anche perché non hanno stoffa.
      Purtroppo ci sono anche casi con sfumature diverse, sperando che si risolvano allo stesso modo^^

      Moz-

      Elimina
  34. Uno dei motivi per cui frequento i blog e NON i cosiddetti "portali" è che molti di questi ultimi non propongono nulla di originale, ma - appunto - testi copincollati da blog, senza chiedeer alcun permesso. Non c'è modo di tutelarsi, a parte depositare le proprie opere in siae, ma non si possono depositare articoli di blog; poesie e canzoni, opere letterarie, ma non articoli di blog.
    Caro Moz, io credo che in giro ci sia molta più roba tua, senza il tuo nome, di quanto tu stesso immagini... Non c'è modo di difendersi se non, come giustamente farai, "marchiare" almeno le immagini originali.
    Si ha un bel dire che se sei copiat* vuol dire che sei brav*... capitasse a me (non corro il rischio) mi arrabbierei moltissimo!
    Sono felice di sapere che, invece, tu Moz la prendi più con filosofia: meglio non farsi troppo il sangue amaro.
    Un carissimo saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che corri il rischio, visto che scrivi articoli approfonditissimi e molto validi.
      E sicuramente, penso, hai corso il rischio di essere copiato anche tu.
      La prendo con filosofia ma amara, perché il discorso non terminerebbe di certo solo qui.
      Siccome appunto uno dei siti è un portale, per usare proprio la tua definizione, immagino che debbano scrivere più notizie al giorno e quindi si faccia così, perché loro devono fare numeri...

      Moz-

      Elimina
  35. Moz, sei sicuro che non si possa fare niente per evitare i copia-incolla dai post?
    Io anni fa seguivo Nekobonbon, un sito dedicato agli shōjo manga, e se per errore capitava di tenere premuto il sito sullo schermo (come per fare copia-incolla) veniva proprio fuori la scrittina "No no, proprietà di Nekobonbon!".

    Sui copiatori seriali stendiamo un velo pietoso, ho persino letto un post di un blogger che diceva come sia sbagliato fare nomi e cognomi di chi ha copiato e pretendere pubblicamente la rimozione del contenuto, perché poverini, poi questi si trovano contro uno shitstorm e potrebbero deprimersi e compiere gesti estremi. Pikkoli ancieli, copiano e c'hai pure torto tu che fai valere i tuoi diritti. Mavaccagher 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura gesti estremi, ci pensavano prima

      Elimina
    2. Ransie, mi hanno appena spiegato che con un passaggio quel trucchetto è facilmente arginabile... mortacci loro e di chi nun jo'o dice co' a mano arzata! :D

      Quanto all'altra cosa che dici, e che ha mosso la pietà di Arcangelo XD, dico che sono scene: cioè, sarebbe come dire "non diciamo niente del ragazzino che ha ucciso il gatto con un calcio, perché poi subisce la shitstorm e si deprime!"
      In certi casi È GIUSTO che si deprimano!! XD

      Moz-

      Elimina
    3. C'è la possibilità di disattivare il tasto destro del mouse (quello appunto del copia/incolla) ma di fatto impedisce anche di cliccare sui link per aprire la pagina web in un'altra scheda... Dal punto di vista del lettore può essere una scocciatura.

      Elimina
    4. Eh, vedi, se è limitante allora no... :o

      Moz-

      Elimina
  36. Io non scrivo certo cose originali o colte come le tue ma una volta ho scoperto un sito che ha pubblicato una mia foto citandomi addirittura come fonte dello scatto, probabilmente perché ho messo la licenza creative common sui contenuti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non occorre scrivere cose colte, che poi non ne scrivo manco io... XD
      Beh, a te è andata bene, comunque vedi... ti hanno citato^^

      Moz-

      Elimina
  37. Allora Miki Moz, io penso che con tutta la roba che hai pubblicato in questi anni forse gli altri ti avranno già rubato qualcosa. Tuttavia, vista l'impostazione dei tuoi articoli mi stupisco (in senso buono) che uno come te non si sia mai posto il problema o "altro" su possibili copia e incolla. Tuttavia, devo dirti che queste cose sono sbagliate ma nel contempo all'ordine del giorno: oggi ti hanno fottuto due frasi, domani interi testi, poi anche le foto. Sicuramente hai ripreso un argomento che nel mio mondo, quello del giornalismo, è diffusissimo come in quello del blogging e di qualsiasi forma di informazione.
    Per combattere questo fenomeno puoi fare diverse cose:
    1) innanzitutto, se ti copiano qualche parte, devono almeno citare la fonte o magari chiederti anche il permesso;
    2) al di là che te ne fotta o meno, puoi applicare al suo sito dei sistemi che impediscono la selezione con conseguente copia e incolla dei contenuti. In tal senso potrei anche bloccare lo scaricamento dell'immagine (anche se in molti fanno lo screen e poi la ritagliano, quindi sempre meglio mettere un logo, anche in trasparenza)
    Dove arriveremo non è lecito saperlo. Del resto anche anche nelle letteratura di 200/300 anni fa c'era il fenomeno del plagio (vedi il caso Stendhal). Sta a noi cercare di tutelare i nostri scritti, anche perché mentre tu lavori con blogger gli altri lavorano con siti più potenti e posizionati bene su Google tramite Seo: insomma, diventare grandi facendo i "froci col culo degli altri" (cit).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando è capitato ad Arcangelo (la sua testimonianza potete leggerla qualche commento sopra) provai a copiare su Google qualche stralcio dei miei post che consideravo più "appetibili", e non ebbi -per fortuna- risultati.
      Credevo quindi di essere esente da questo triste fenomeno, e invece avevo parlato troppo presto.
      Comunque, purtroppo mi hanno già spiegato che quei trucchetti sono facilmente aggirabili... e appunto, chi vuol copiare, ti copia a prescindere.
      Io renderò loro la vita impossibile, potete giurarci.
      Perché, appunto, finiscono anche primi in classifica a scapito nostro!

      Moz-

      Elimina
  38. Tocchi un nervo scoperto.
    Da sempre sono vittima di scopiazzamenti, ma francamente me ne infischio. All'inizio su Fb mi capitava che copiassero e ripubblicassero miei post senza minimamente citarmi.
    Mi adiravo parecchio e chiedevo spiegazioni. Semplicemente scoprivo che nell'ignoranza di chi copia c'è l'idea che sia lecito farlo.
    Dunque, ho smesso di dare peso a certe cose.

    Da blogger noto spesso che una persona del nostro giro copia le mie rubriche, e ho imparato a ridere anche di questo, perché per me copiare è segno di inferiorità e inettitudine.
    Se non sei capace di scrivere due parole di senso compiuto in italiano, o se hai idee vecchie e abusate, complice anche il tuo stile ormai vintage, prendi troppo spunto da quelle degli altri (mie in questo caso)... Beh, tanto peggio per te. Mi fai pena. Io continuo a correre sulla mia strada e tu non potrai mai starmi dietro, nè anticiparmi. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di avere quell'idea che sia lecito, secondo me, lo pensano in tanti.
      E forse potrebbe essere una risposta a molte cose.
      Mi dispiace che avvenga anche tra bloggers... pure io ho rubriche analoghe a quelle di altri del giro nerd, per dire... ci sta.
      Io comunque mi tutelo con date e anticipazioni di quel che farò, spare qua e là :)

      Moz-

      Elimina
  39. Gli impegni di queste giornate mi hanno fatto rimandare la lettura di questo articolo, a parte un veloce commento su Whatsapp...

    Sì, essere copiati (e non citati!) è antipatico, anche se vuol dire avere scritto qualcosa di valido. Tralasciando i "sentimenti" di compassione verso questi pezzenti, devo correggere un po' le tue affermazioni, poiché mi risulta che Google da qualche tempo riesca a determinare la prima fonte di un articolo, penalizzando nei suoi risultati altre pagine che lo copiano o lo scopiazzano cambiando qualche parola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, purtroppo non è sempre così.
      Vuoi qualche esempio?
      L'articolo su He-Man è apparso in ogni suggerimento, feed e via dicendo. Se cerchi "come finisce He-Man" ti esce prima lui che io.
      Anche gli articoli da me concessi e copia-incollati (dopo molto tempo) spesso finiscono prima dei miei, perciò da un po' marchio le mie foto, almeno comunque il mio logo c'è. Anzi, lo migliorerò col link :)

      Moz-

      Elimina
    2. Usa tag mirati ed essenziali, ed enfatizzali (per i non addetti: mettili in grassetto 😁) quando appaiono nel testo dell'articolo; organizza l'articolo in modo che quelli a esso correlati siano link al suo interno e non un elenco a parte.

      Elimina
    3. Quando posso, lo faccio: domani stesso vedrai. Ma non sempre si crea l'armonia interna per poter dare link di rimando.
      Per i tag: se il tag fosse "cinema" dovrei metterlo in neretto sempre, nel testo? Sembra una cosa che mi facevano fare quando scrivevo per un sito, e mi sembrava una forzatura non da poco...

      Moz-

      Elimina
    4. Il tag cinema te lo giochi già nel titolo, [CINEMA], assieme al nome stesso del film, in grassetto nell'articolo metti protagonisti, regista, genere... Insomma tutto quello che dai tag dovrebbe far trovare la pagina dai motori di ricerca, e che con coerenza sta nell'articolo. Il difficile del "mestiere" sta proprio nel costruire l'articolo attorno ai tag.

      Elimina
    5. Certo, ma questo sì.
      Pensavo ad altre cose, per me assurde anche se magari funzionali: quando ho scritto (poco, per fortuna) per un sito, volevano orari, ganci, parole chiave ripetute tot volte... a scapito dell'articolo stesso.
      Preferisco essere in decima pagina, a questo punto, ma scrivere bene. Che in prima pagina con uno scritto meccanico e scialbo.

      Moz-

      Elimina
    6. E' la differenza tra fare web per mestiere o per passione.
      L'alternativa per essere in cima ai risultati con sola passione è di proporre qualcosa che ancora non c'è.

      Elimina
    7. Esattamente quel che cerco di fare quando si può...

      Moz-

      Elimina
  40. Me ne importa poco sai, anzi, se dovessi essere copiato ne sarei quasi orgoglioso... non metto copyright così come non ho mai firmato le mie foto (e anche lì c'è un bel riciclaggio..). Chi copia è solo un poveraccio, e lo rimarrà.
    Noi andiamo a testa alta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ovviamente è così e sarà così, rimane per la faccia loro.
      Il brutto è se arrivano prima di noi, perché se è vero che il 99% delle volte i copioni non emergeranno mai penalizzati dai motori di ricerca, succede anche il miracolo...

      Moz-

      Elimina
  41. In effetti, a ben pensarci, i contenuti del blog potrebbero anche venire scopiazzati da youtuber e usati come materiale per un video. Lì non avresti nemmeno la possibilità di ricercarli su google.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lì è proprio la fine, ma penso di risolvere anche questa cosa, in un certo modo^^

      Moz-

      Elimina
  42. Una pratica assurda. Credo che le vittime siano tantissime, e chissà quanti altri pezzi di articoli ti avranno copiato o ti copieranno. Anche io ho avuto gli stessi problemi in passato, visto che avevo, anzi ho (ma non lo aggiorno più) un sito importante (almeno fino a qualche anno fa) su un gruppo storico musicale italiano. Soprattutto le recensioni ai dischi, spesso me le ritrovavo copiate pari pari su altri blog/siti, senza la minima traccia di fonti o autore. Anzi, a volte ci si firmavano pure sotto con altri nomi. Quindi pensa te... non soltanto passaggi, ma vere e proprie recensioni intere.
    Perché lo fanno? Beh, trovano il prodotto già confezionato bene. Spesso, poi, i più accorti e con un po' di tempo da perdere, cambiano anche qualche termine, qualche virgola e qualche punto; e amen. Purtroppo credo che per il momento non si possa far nulla.
    Inutile dirti che, d'altro canto, è capitato anche a me di riportare passaggi di articoli o recensioni di altri siti o blog, ma ovviamente sempre fatto citando la fonte, linkando il post/articolo originale, e, se possibile, contattando l'autore. Proprio difficile, eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, dimenticavo: come nella seconda immagine dei due articoli 2019/2020, a volte potrebbe capitare addirittura di copiare la copia stessa. Che casino...

      Elimina
    2. Eheh, in quel caso è perché l'autore è lo stesso: ha scritto (copiato) prima sul sito 2019 e poi, quando ha dovuto realizzare una recensione di Utena nel 2020, ha ripreso le sue stesse parole... che però in quel passaggio erano mie :D

      Immagino: schede tecniche e recensioni belle e pronte, fanno comodo.
      Ma che ingiustizia, nel senso che è anche svilente per chi copia, penso.
      Non essere proprio nemmeno in grado di scriversi due cose al volo... fa pensare.

      Moz-

      Elimina
    3. Il fatto è che non è svilente. Perché svilente lo sarebbe per chi la pensa come me e come te, non per chi la pensa come chi copia. Il problema sta proprio lì secondo me. Non se ne fregano nulla, anzi.

      Elimina
    4. Allora non resta che sputtanarli... Di quello si vergognano sicuro :)

      Moz-

      Elimina
    5. Ecco... questa in effetti potrebbe essere l'unica arma efficace da poter usare contro di loro :D

      Elimina
    6. Sì, perché di certo non vogliono perdere la faccia :D

      Moz-

      Elimina
  43. Mannaggia! Da me nessuno ha mai copiato. Sono così scarso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti hanno copiato eccome.
      Anche io, di me, pensavo di no... e invece!
      Poi tu tratti cose uniche, quindi se servono ad altri, a te devono rubarle!! XD

      Moz-

      Elimina
  44. Bah, mi hanno copiato decine di volte, pure i "pezzi grossi". Più che i post (non scrivo in italiano ma in retronikese, dovrebbero perdere tempo a tradurre) a volte "le idee" che per altri sono diventati rubriche fisse, ma non me ne curò. Wikipedia è piena di cose prese dal mio blog (però mi citano),qualcosa hanno copiato pure dal mio libro...però confesso che anche io (come tutti) ho trasformato l'idea di qualcun altro in qualcosa di più approfondito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci sta, gira che ti gira le cose sono quelle: sta a noi renderle uniche.
      Secondo me nessuno può pensare di dire che hai copiato l'idea di qualcuno.
      I pezzi grossi che rubano a noi, sono pezzi di merda :)

      Moz-

      Elimina
  45. Anche le grandi testate hanno copiato qualche piccolo blog, se poi succede viceversa, apriti cielo. Citare e condividere, fa parte della rete, io doterei il tuo blog di una licenza Creative Commons, rispetto al vecchio Copyright, coniuga le due cose.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, se è il contrario si viene messi alla gogna (e giustamente, eh!).
      Ma dovrebbe valere sempre.
      Per la licenza ci penso ;)

      Moz-

      Elimina
  46. Sullo spessore morale della copiatura non c'è molto da dire. Certo che vedere premiato dai motori di ricerca qualcuno che copia fa venire un po' l'acidità di stomaco. Questo è the dark side of blogging (non che ce ne sia soltanto uno).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, penso che di lati oscuri ce ne siano diversi, ma così è... non possiamo farci niente! :O

      Moz-

      Elimina
  47. Nel mio campo mi sono imbattuta spesso in questo tipo di problemi,rubando foto di lavori fatti a mano e dicendo che le hanno fatte oro o che le vendono.Una volta è successo anche a me nonostante anch'io firmi sempre le foto.Purtroppo non ci possiamo fare niente,c'è gente semplicemente pigra che pensa che sul web non ci sia nessuna regola e possono fare tutto quello che vogliono.certo non è piacevole,ma come nella vita reale è pieno di gente che si crede furbona o più sveglia fregando gli altri c'è pure qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma poi... cosa vendono?
      Se qualcuno richiedesse loro le opere di foto rubate da altri?
      Lì poi si sgama tutto...

      Moz-

      Elimina
    2. Infatti io non mi sono mai preoccupata più di tanto.ok mi rubi la foto e dici di venderlo ma tanto non lo sai fare!Mi dispiace solo pensare che queste persone avranno "truffato" altre persone più ingenue che poi non hanno ricevuto niente,o comunque non l'oggetto della foto.

      Elimina
    3. Beh, in quel caso spero possa partire la denuncia^^

      Moz-

      Elimina
  48. Qualcuno disse: "chi ti critica, prima o poi ti imita. No, no. Ti copia proprio!" E' una frase del web però è vero. Ma è anche vero che qualcuno può imitarti semplicemente per comodità, perché quel post lo hai già trattato tu in modo ottimale, quindi scopiazza qualcosa e amen. Ma i blog non sono protetti da copyright?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, purtroppo. Ma sul web poche cose sono protette.
      Si può solo rendere impossibile la vita ai copioni, questo sì.
      O fare in modo che, pur copiandoti, ti facciano indiretta pobblicità! :)
      Stavo pensando anche: e se al posto di scrivere uno METTESSE UNA FOTO CON UN TESTO? eheh :)

      Moz-

      Elimina
  49. Caro Miki... hai ragione ad avere l'amaro in bocca...

    Per fortuna che nei corsi SEO invitano a NON COPIARE per non "essere penalizzati da Google" quando in realtà i siti "carta-carbone" vengono messi in prima posizione :(((

    Almeno, dico io, citassero la fonte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, vedi che spesso pure i guru della SEO possono sbagliare... purtroppo!! :O

      Moz-

      Elimina
  50. credo che ci siamo passati tutti, anche se il più delle volte non lo veniamo a sapere.
    a volte gli scopiazzatori sono cinici avvoltoi, altre sono penose cornacchie che tentano così di volare più in alto delle loro capacità. in ogni caso sono gente bastarda che quantomeno andrebbe svergognata nei nostri blog, segnalando a chiare lettere il sito scopiazzatore.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo... o Carlo! :)
      Vero, è brutto che debbano rifarsi su noi piccoli, che però ci mettiamo tempo e passione!!

      Moz-

      Elimina
  51. Per copiare i miei post bisogna proprio essere mal presi ahhahaha
    Sinceramente non lo so se qualcuno mi ha copiato.. che so.. una poesia!
    SE lo ha fatto buon pro gli faccia.
    Io Common comesichiama l'ho messo però... basta non leggerlo!

    Sai cosa faccio Miki? Ti condivido subito così magari parlandone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha grazie :)
      Guarda, tutto può essere, da foto private a poesie... :o

      Moz-

      Elimina
  52. Perché si viene copiati!!!???
    Perché intorno c'è vuoto ,vuoto e voglia di apparire...
    Oh Miki , ci sarebbe da scrivere un libro
    Ed è una grande tristezza
    Ma non perché veniamo copiati , imitati....è perché non c'è ANIMA!!!
    TUTTO piatto , tutto uguale
    Hai parlato di influencer...perdonami , ma credo che sia una vera piaga
    Il mio pensiero...tutto qua!!
    Se non sai scrivere ,se non hai idee...non lo fare!!!
    Ascolta ...ascolta ...
    Scusami Miki 😊
    Questo il mio modestissimo pensiero
    Ho tanta stima di te 🤗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene: se non sai scrivere o peggio non hai idee... NON LO FARE, fai altro, che magari lo si fa anche meglio!!
      Hai perfettamente ragione!

      Moz-

      Elimina
    2. P.S. ...non volevo certo dire che però io so scrivere...
      Però c'è la mia ...anima in quello che scrivo
      C'è un po' di me ...
      Così come sono
      Nessuna presunzione e nessun vanto
      🤗

      Elimina
    3. E invece quel che scrivi mi piace molto^^

      Moz-

      Elimina

ricevere commenti fa sempre piacere, a patto che siano commenti pertinenti o che arricchiscono la discussione.
Ricorda: non è obbligatorio commentare se non si ha niente da aggiungere o se non si è nemmeno letto l'articolo! Grazie :)