[GIOCATTOLI] tutti i set Lego Castello - vol. 1, Classic Castle (1978-1983)



Continua la riscoperta delle linee Lego più cool di sempre: dopo la Città (articolo QUI) e i Fabuland (articolo QUI), analizziamo anche l'amatissima categoria Castello.
Iniziando dalle origini, da quella che viene chiamata linea Classic Castle, da quella che ci presentò l'ormai iconico "castello giallo".
Non è una linea perfetta, ha ancora molto di antico (i cavalli... si costruivano!), i colori più appropriati non venivano ancora utilizzati.
Tuttavia è innegabile che i set che vedremo conservano un fortissimo fascino retronostalgico e vintage.
Si parte (le foto sono prese dal sito Brickset.com)!



Ecco il famoso Castello giallo.
Primo di tanti castelli Lego, è colui che ufficialmente dà il via a questa indimenticabile categoria di costruzioni.
Io personalmente ci sono legatissimo perché rappresenta la chiave per comprendere uno dei miei sogni ricorrenti (ne abbiamo parlato QUI).
Il designer di questo playset (e di tutti quelli che seguiranno) è Daniel August Krentz.
Immaginate quanto si sia dovuto ingegnare per ideare e realizzare cose simili, con forme e colori limitati!
Siamo nel 1978, questo stesso castello sarà riproposto nel 1981 per il mercato americano.

 



La concezione della struttura "apribile" grazie alle clip, verrà ripresa anche per tutti i castelli che verranno nei primi anni '80.
Da segnalare la particolare finestrella rossa e il portone posteriore.
Grande varietà per la fantasia sugli scudi; molto belli gli elmi dei cavalieri: per ritrovarne di più particolari bisognerà attendere poi molti anni.
Del 1979 sono invece queste minifigures, che non presentavano più il "pezzo aggiuntivo" della pettorina, ma avevano già il simbolo prestampato:

Sempre lo stesso anno, e poi riproposta nel 1981 per l'America, è la Giostra dei cavalieri: coloratissima e ricca.
Presenta due sovrani (solo la regina verrà riproposta in un playset analogo, mentre per il re bisognerà attendere molto).
Da segnalare il cipresso, che man mano fu tolto dai playset Lego...


La Parata del cavaliere ha avuto ben due packaging: uno per la versione originale europea del 1979, l'altro per quella americana di due anni dopo.



Nel 1980 non uscì nulla, mentre il 1981 servì a lanciare la linea Castle in America, come abbiamo visto.
Anche nel 1982 non venne prodotto niente riguardo l'argomento Castello.
Solo nel 1983 si segnala l'uscita di queste Castle Figures.


La linea Classic termina così: ma è solo l'anticamera di una wave ricca e fantastica, da sogno, moderna.
Questo, infatti, è solo l'inizio, una sorta di "prova generale" per quel che verrà, e che vedremo nei prossimi post...

leggi anche

40 commenti:

  1. Ricordo i castelli Lego per via delle pubblicità su Topolino.
    Non ci vedo nulla di male nel dover costruire i cavalli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è un po' ruspante come cosa... almeno gli animali, come gli omini, meglio se siano pezzi a sé... In fatti credo che sia dal 1984 che la Linea Castle darà il meglio^^

      Moz-

      Elimina
    2. Ci sta se sono personaggi comparabili alle persone, ma un cavallo è già paragonabile a un "mezzo di trasporto"...
      Considera che nei miei primi Lego bisognava costruire anche le persone, l'unico pezzo iniziale era la testa inserita in un busto con braccia perfettamente articolate. Vedi qui.

      Elimina
    3. Eh lo so, ma appunto... per me non era bellissimo. Certo lasciava spazio alla fantasia, ma limitava comunque molto.
      Trovo che abbiano trovato un giusto equilibrio facendo in modo che le "creature viventi" siano fatte a pezzo unico.
      Ma il resto no, mi piace costruirlo :)

      Moz-

      Elimina
  2. Forse è così che dovrebbero essere i Lego, con pezzi non troppo stani, in modo che con gli stessi pezzi puoi fare più cose. Quello che mi "spiazza" un po' dei lego moderni è questa infinita varietà di pezzi stranissimi, che poi con un set ci puoi costruire cose ben specifiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti penso che il top è stato raggiunto a fine anni '90, poi dopo troppi pezzi strani.
      Non che mi dispiaccia, ma solo perché ora come ora, se ne prendessero i diritti (che però per adesso restano alla Megaconstrux) potrebbero fare i Lego dei Masters XD

      Moz-

      Elimina
    2. Kuku ha sottolineato un aspetto interessante, però c'è da dire che la serie Castello a fine anni '80 ha raggiunto un livello molto superiore a questo (come normale che sia ovviamente) e ancora con i pezzi si poteva dare molto sfogo alla propria fantasia.

      Elimina
    3. Sì, forse oggi si possono fare ancora più cose (colori, forme nuovi...) ma già coi pezzi fino al 1999/2000 io facevo di tutto :)

      Moz-

      Elimina
  3. Uau, che bella la serie Castle, anche se il top lo raggiungeranno durante gli anni '80 '90 coi draghi, i cavalli, i maghi, le varie fazioni (la mia preferita era quella più rara: i Forrestmen/"Robin Hood", altra serie di cui in giro non ho mai trovato niente, come dicevo l'altro giorno da Riccardo) con pesanti armature ed elmi ecc ecc...
    Comunque il primo castello è iconico e, soprattutto, possedeva qualcosa che i set odierni difficilmente hanno: TANTE MINIFIG (14 o 15, a memoria + i cavalli)! Cosa che lo rendeva immediatamente giocabile (anche nella sua rudimentalità!) senza dover comprare altre espansioni (che all'epoca non esistevano)

    In realtà proprio nell'80 uscì una commistione tra città e castelli, con questo set, una sorta di rievocazione medievale, che alcuni fanno rientrare nel genere castle (con così pochi set a tema, era una bella espansione e fino alla seconda wave e l'arrivo degli "space" si considerava il "castle" proprio come una rievocazione in costume più che un vero medioevo): https://brickset.com/sets/1592-1/Town-Square-Castle-Scene

    PS: hai visto il ""regalo"" che la LEGO ha proposto per chi acquistava subito il Colosseo? Hanno riproposto i cavalli "montabili", come a dire che "niente di crea e niente si distrugge"
    https://brickset.com/sets/6346105-1/Roman-Chariot

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh forse i forestmen li vedremo tra due post, se ho fatto bene i conti^^
      Io avevo vari set dedicati a quei robin hood... magnifici.
      Comunque, anche il secondo castello (quello dei "leoni" era così, molti cavalieri e molti soldati... si giocava subito!^^
      Quel playset che citi dell'80 lo vedremo nel secondo post della Linea Città (per ora abbiamo esplorato fino al 1979)

      La biga bellissima ma per i cavalli avrei usato quelli classici... però capisco il senso di questa cosa^^

      Moz-

      Elimina
  4. Li ricordo (soprattutto quelli del 1978 e quelli dell'anno seguente) ed il rivederli fa scaturire in me un sorriso nostalgico e sereno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wao, sei stato fortunato a... esserci, in quel momento^^

      Moz-

      Elimina
  5. Bellissima serie di set. L'altro giorno c'erano gli sconti sullo store ufficiale ma non ho fatto in tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo dei classici castle, space e pirates non c'è più niente.

      Ormai si chiamano "Harry Potter", "Star Wars", "Pirati dei Caraibi" ecc... anzi che dei Pirati (senza ulteriori marchi filmici a far da traino) quest'anno sono usciti a sorpresa ben DUE set (21322 - Barracuda Bay e 31109 - Nave Pirata 3 in 1)!

      Elimina
    2. Io ancora non capisco cosa aspetti la Lego a fare una linea Classic/Origins dove riproporre i playset più amati anni '70-'80-'90!

      Moz-

      Elimina
    3. perchè non c'è un "marchio famoso" dietro che spinge la serie. Es: invece del castello anonimo destinato solo ai fan, fanno il castello di Harry Potter e quando esce il film nuovo i casual se lo comprano.
      Perfino la "city" di recente si è abbinata allo show televisivo animato di Nickelodeon, per cui il poliziotto anonimo diventa quello visto in tv Duke Detain, come sindaco usano il "sindaco pannocchia" della tv ecc ecc...

      Al limite ogni tanto fanno un set da collezionisti come Barracuda Bay che costa 300€ per rievocare il brand coi nostalgici coi big money (o che si impegnano i reni xD)

      Elimina
    4. Moz non essere fissato con le "origins" :D...
      ahah!
      A parte gli scherzi, a me piacerebbe rivedere un remake dei miei amati pirati vs gendarmi!

      Elimina
    5. Ma sì, appunto: proprio perché ormai devono spingere cose legate a questioni multimediali, almeno per i fan possono riproporre robe vecchie.
      Il castello giallo avrebbe un successo clamoroso, così come il vascello...^^

      Moz-

      Elimina
  6. A costo di venire linciato, i compatibili pure hanno bei cavalli e cavalieri

    https://criosvivendi.blogspot.com/2020/09/ancora-minifigures-ancora-wish.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, sono fighissimi (specie per me che giocavo a Warhammer coi Lego ahaha) ma pure le basi per l'isola o il fiume.
      Però boh, mi chiedo sempre due cose: li tratterei degnamente come tutti gli altri originali?
      E poi... perché la Lego non corre ai ripari, in qualche modo?

      Moz-

      Elimina
    2. la LEGO ci prova a fermarli ma è roba così borderline che è quasi impossibile fare qualcosa... ogni tanto chiudono una fabbrica, ma ne aprono altre 10 in cina o posti del genere al di fuori della legge...

      PS: LEGO che però alcune cose se le cerca, dato che ha appena dismesso le famose e storiche piastre stradali basse, dopo 40 anni di onorata carriera per queste più spesse: https://brickset.com/sets/60304-1/Road-Plates

      Un confronto tra LEGO e pezzotti lo trovi qui:
      https://www.youtube.com/watch?v=KKcsgKa1Hbc

      Elimina
    3. Oddio, mi sembrano solo delle cunette da costruire, e dicono che ci sono anche le road plates incluse... secondo me si sposano ancora bene con le strade storiche.
      Comunque sì, anche per me la Lego un po' se le cerca...

      Moz-

      Elimina
  7. Io avevo quel castello !!!! Non ho parole per descrivere quanto mi sono divertito giocandoci. Bei ricordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevi letteralmente UN TESORO^^

      Moz-

      Elimina
    2. scommetto che è passato ad un ex bambino povero (ex perché vendendolo adesso esci dalla povertà e campi di rendita)

      Elimina
    3. AHAHAHA bella questa^^

      Moz-

      Elimina
    4. purtroppo avevo un cane che si era divertito a masticarne alcuni pezzi quando già non ci giocavo più. In realtà ho ancora un fustino del dixan pieno di quei lego da qualche parte in casa... ...potrei avere un tesoro dici ? :D

      Elimina
    5. Sì, assolutamente!! *__*

      Moz-

      Elimina
  8. Il Lego è stato il regalo natalizio di tutta l'infanzia di mio figlio.
    Il giorno di Natale lo passava poi a montare il gioco con uno zio, per nostra fortuna, visto che in quegli anni era usanza ritrovarci TUTTI a casa nostra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo.
      Ma infatti penso sia proprio una cosa che unisce!! :)

      Moz-

      Elimina
  9. Il Castello giallo di Lego lo aveva ricevuto in regalo uno dei miei cugini. Era impossibile perfino avvicinarsi, figurati giocarci ahahah un vero incubo per noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahha, se lo ha ancora (e non ci ha fatto avvicinare nessuno) è un uomo ricco^^

      Moz-

      Elimina
  10. Ciao, ricordo i primi Lego in Italia una scatola piena di mattoncini colorati per creare in libertà.Qualche anno dopo ho lavorato per un mese in Danimarca ma in mio programma pubblicitario non è mai stato usato.Pazienza, almeno ho visitato quelle regioni,fredde ma piene di fascino.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, ma senti... apriresti i tuoi archivi per il Moz O'Clock??

      Moz-

      Elimina
    2. Caro Moz non ho archivi ma solo sbiaditi ricordi.
      Ciao fulvio

      Elimina
    3. Va benissimo, grazie lo stesso^^

      Moz-

      Elimina
  11. Viva la semplicità dei set vintage, compresi i cavalli da costruire!
    Oddio, non ci avevo mai fatto caso all'estinzione dei cipressi nei set LEGO...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, si trovano davvero solo fino al 1979-1980.
      Un gran peccato... 🤓💪

      Moz-

      Elimina
  12. Ecco questo sarebbe una cosa che comprerei a scatola chiusa. Poi dopo aver preso il numero giusto di pezzi montare un mega castello lego e fondare un mio regno personale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, e lo feci: mixando di tutto, pure Hogwarts...^^

      Moz-

      Elimina