[FOTO ALBUM] #1 - Svizzera e Nord Italia (1988)


 

Foto Album: una rubrica che vi presenta le mie foto dal passato, raccontandole.
Ho scelto questo scatto perché rappresenta la mia prima volta in un paese estero.
Ero a Grindelwald, in Svizzera.
Correva l'estate del 1988, l'estate in cui ho compiuto cinque anni e l'estate prima di frequentare la scuola elementare.
In mano ho un Lego Fabuland, nello specifico il coccodrillo Clive con il suo skateboard rosso (QUI per saperne di più su questi giocattoli).
Spesso nelle mie foto compaiono oggetti dell'epoca, che ricordano le mie passioni.
Il viaggio in Svizzera (e Nord Italia, tra Piemonte e Valle D'Aosta) è stato ricco di oggetti pop: mi venne comprato un libro della Ladybird sui Masters of the Universe (Assalto al Castello di Grayskull!), anche un numero della rivista Più e il suo gioco (uscì una specie di aliante da lanciare in aria, che finì su due belle ragazze intente a rilassarsi su un prato di Cogne).

LEGGI ANCHE

49 commenti:

  1. 1988.. quasi preistoria pure per me alle prese col mio primo matrimonio (a maggio).. io in viaggio di nozze e il mio mentore coi Lego Fabuland.. incredibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh... e chissà torneranno i Fabuland e io mi sposerò :D

      Moz-

      Elimina
  2. Pensa, io andavo a vivere da sola...e tu solo cinque anni e un lego.
    Ma perché nelle nostre foto da bambini sembriamo sempre infagottati in abiti di almeno due taglie in più?
    In quel giubbino di jeans ci stavano almeno due MOZ!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché era la moda... un po' c'è anche oggi... yo! yo! :D

      Moz-

      Elimina
    2. anche a casa mia seguivamo quella moda: ti mettevi il giubbotto grande due taglie a cinque anni e a dieci ti andava a pennello (e te lo mettevi anche se la moda era passata :DDD)

      Elimina
    3. Ahaha, quello si usava fare, da me, con le scarpe...! XD

      Moz-

      Elimina
  3. Che fortuna hai avuto.
    La prima volta che sono stata all'estero avevo 19 anni e viaggiavo col mio fidanzato dell'epoca.
    Era l'agosto del 2006 e andammo a Praga.
    Meravigliosa.
    Da allora, finché mi son sposata, ogni estate ho visitato una bellissima città europea, o persino più di una.
    L'Italia, invece, l'ho girata in lungo e in largo più volte.
    Ma non voglio divagare. Non è certo di viaggi che si parla.

    P.S. In foto sembri Gesù crocifisso. Lo sapevi? Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrete prima o poi una mia vera foto di Gesù :)
      Praga molto bella, ma non ci tornerei (e infatti, quando si presentò l'occasione non ci tornai).
      Bello viaggiare, non vedo l'ora di tornare a farlo^^

      Moz-

      Elimina
    2. "Molta bella, meravigliosa" siete esagerati lo sono altre città parliamo di come li trattano i turisti i cechi?
      Dell'aria così depressa, rabbiosa e cattiva che hanno?
      Da scappare a gambe levate.

      Elimina
    3. Anche se ho capito chi sei, potresti firmarti comunque :)
      In ogni caso, la città è bella e particolare, certo come molte in Europa.
      La popolazione non mi è sembrata niente di così spregevole, però ci sta che siano così, se lo fossero.

      Moz-

      Elimina
    4. Va bene, ma lo sei anche tu se non ti firmi.

      Moz-

      Elimina
  4. Miiii...
    Quando ci sono questi reperti dal passato mi sembra di essere un Highlander in quel film con Lambert e la canzoni dei Queen e attorno a me si sfoca tutto e rivivo un periodo storico passato. Estate 1988...
    Serenità e carico di ottimismo degli anni '80. Piccole tensione solo perché c'era ancora l'URSS e il pericolo teorico di una guerra termonucleare, ma si capiva che i russi non ce la facevano più. E se Chernobyl due anni prima non c'aveva spazzato via, di cosa dovevamo avere paura?
    Dei russi a calcio che ci hanno falciato dagli europei. Gli azzurri erano un gruppo di giovani promesse come Vialli, Mancini, Maldini da cui sinceramente speravamo di più. Ma Dasaev in semifinale non ha fatto passare una palla.
    I russi (come prima i tedeschi) furono poi asfaltati dall'Olanda di Gullit, Van Basten e Rijkaard.
    E la Germania era ancora divisa in due per la serenità di tutti. Euro era il nome di un vento.
    Io passavo la mia estate sull'Adriatico e in sala giochi spendevo la mia paghetta a Double Dragon e a Street Fighter ma il numero I, quello in cui potevi giocare solo con Ryu e alla fine o Birdie o Adon o Sagat ti facevano il.... Insomma il nonno di Mortal Kombat.
    Bim Bum Bam in estate aveva cartoni più fetenti, io ero l'unico a guardare una versione del mago di OZ che poi non ho più rivisto. E una storia con una principessa con i capelli azzurri accompagnata da una tartaruga o una rana.
    A mezzanotte su Italia uno mandavano Ai confini della realtà, quello in bianco e nero degli anni 60, tantantantan tantantantan tantantantan tantantantan.
    Il massimo della libidine erotica erano i servizi dei costumi 88 di Sport Illustrated che in Italia pubblicava TV Sorrisi e Canzoni: in quell'anno emergevano Elle McPherson, Katy Ireland, Stephanie Seymour, Cindy Crawford ed Estelle.
    In settembre ci sarebbero state le Olimpiadi di Seoul, quelle a cui doveva partecipare Mila Azuki, ma io nella nazionale giapponese non l'ho vista. Topolino dedicò alle Olimpiadi una saga in più parti scritta e disegnata da Romano Scarpa, incentrata sulla divisione tra Corea del Sud e Corea del Nord. Un po' politicizzata, ma Scarpa era così.
    Altra cultura pop di quei mesi d'estate? Yeke Yeke e Afrika Bambaata come un mantra e Jovanotti con Gimmi Five. Io registravo tutto con il VHS e li passavo e ripassavo in TV. E fu l'estate in cui nella trasmissione Cocco di Rai Uno divenne famoso Gioele Dix con il personaggio dell'automobilista "in....zato come una bestia". Forse ti ricordi questa: in quell'estate l'IP promuoveva i suoi prodotti regalando dei tubi che piegati si illuminavano di luce fluorescente. "Illumìna i pesciolini" era lo slogan in TV.
    Basta ora mi risveglio e come Lambert in Highlander torno all'adunanza...cioè...volevo dire al 2021.
    Ciao Giù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giù, grazie per questo tuffo nei ricordi.
      E ti dico: alcune cose le abbiamo in comune.
      Sala giochi sull'Adriatico, Bim Bum Bam con quei cartoons, ma ero troppo piccolo per l'erotismo.
      Yeke Yeke adoro, Illumina i pesciolini dell'IP no, sinceramente...
      Street Fighter I cult (se ami questo titolo, stay tuned!).

      Moz-

      Elimina
    2. Infatti ho errato io!
      Cenere sul capo "Illumina i pesciolini" è del 1987. Spiaggia e ricordo sfasato di un anno.
      Notte Giù

      Elimina
    3. Io davvero zero, eppure mi sarebbero piaciuti (ho capito cosa sono, si usano ancora adesso come braccialetti^^)

      Moz-

      Elimina
  5. il mio gatto ha fatto 5 anni due giorni fa :P
    Invece nell'estate dell'88 sono nato io... e in edicola esordiva Nick Raider :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fagli gli auguri da parte mia.

      Elimina
    2. Fagli auguri da parte mia :)
      Yes, e per Nick Raider ti dico: sta per tornare!

      Moz-

      Elimina
  6. Che bella foto, un Miki cinquenne in vacanza, sembra ieri ma sono passati 32 anni. Te l’ho detto che hai la stessa età del mio primo figlio; che bei ricordi, che bell’anno.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh mi fa piacere che puoi condividerli con me visto il parallelo *___*

      Moz-

      Elimina
  7. Avevo 10 anni fu un periodo spensierato, ma si incominciava a crescere in estate feci la prima comunione un estate piacevole tra mare (in pratica fuori casa mia)e partite di calcio,poi arrivò il Commodore 64 ma questa è un'altra storia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, l'inizio della fine! XD
      Io (ma vedo, comunque, anche i ragazzini di oggi) riuscivo a coniugare sia gioco fisico, sia gioco con giocattoli, sia videogames :)

      Moz-

      Elimina
  8. Più di 30 anni fa... facevo il dj e passavo notti insonni, oppure dormivo in macchina... che vita!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, una vita avventurosissima... nei magnifici anni '80 *___*

      Moz-

      Elimina
    2. Un po'diversa da quella che siamo costretti a fare oggi purtroppo.

      Elimina
    3. Già: ma erano davvero altri tempi, immagino quanto tu ti sia divertito^^

      Moz-

      Elimina
  9. Sai che eri bellino?
    Ti avessimo impagliato in quegli anni...
    😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh purtroppo sono cresciuto fino ai 12...^^

      Moz-

      Elimina
  10. Io ho ricordi molto frammentati dell'estate 1988..di sicuro il mio viaggio più lungo in quel periodo era arrivare a Pesaro o a Rimini :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è non tenere mai il freno a mano tirato... anche dieci chilometri sono un grande viaggio!! :D

      Moz-

      Elimina
    2. No se quei 10km ti portano a San Marco in Lamis ��, scherzo.

      Io quell'estate ero al mare a Vieste se non sbaglio, peró ricordo i viaggi (uno o due volte l'anno) in macchina o treno che facevamo fino a Milano (i miei nonni materni vivevano lí negli anni 80)!


      Cmq grazie ai miei ho iniziato a viaggiare fuori dall'Italia a 9 anni �� ricordo ancora molto bene quel viaggio in Francia con fermata all'Eurodisneyland ����

      Annap.

      Elimina
    3. Ahaha ciaooo Anna! :)
      Che figata Milano negli anni '80, sei stata FORTUNATISSIMA!!

      Moz-

      Elimina
  11. Se nell'88 avevi cinque anni, allora sei giovanissimo! Per me l'estate dell'88 è quella in cui diventai maggiorenne...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà avevo 5 anni ma solo secondo i miei attuali documenti... Considera che nel 1969 ero a Woodstock :D

      Moz-

      Elimina
  12. Ma che bel bimbo che eri :D già pieno di entusiasmo, mi sembra.

    RispondiElimina
  13. Si vede che è una foto di quegli anni :D
    Nell'88 avevo tre anni, comunque all'estero mai andato, San Marino non conta ;)
    p.s. E da dietro due ragazzine ti squadravano :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh le giapponesine!
      Mi sono sempre chiesto chi diavolo fossero... vestite uguali!

      Moz-

      Elimina
  14. Anche io da piccola sono stata in Svizzera perché ho qualche zio lì.
    Purtroppo non ho fatto veri viaggi esplorativi del posto da "grande" perché quando hai più di uno zio lì, finisce che ti sbattono da una casa all'altra e vedi poco e niente del posto (infatti finisce che evito di andarci). ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, vero... ma almeno hai un appoggio, cosa da non sottovalutare :)

      Moz-

      Elimina
  15. Aiuto, non ti sto più dietro, questo post me l'ero persa! Pensa che da bambina un salto in Svizzera lo facevamo sempre perchè facevamo le vacanze in Val Venosta, la cui punta in pratica sta tra la Svizzera e l'Austria. Quindi gita in Svizzera e gita in Austria. Il nostro shopping però si limitava alla cioccolata che a quei tempi da noi in Italia non si trovava come ora. Mancavano infatti marchi come la Lindt.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita!!
      Beh, ma era fighissimo... vedi, altri tempi: svalicare di gusto e per il gusto, prendere appunto le eccellenze... Oggi la globalizzazione ha unito tutti ma anche tolto questo aspetto.

      Moz-

      Elimina
  16. Sono stato due volte all'estero: A San Marino e Citta del Vaticano : )

    Prima dell'epoca di Youtube guardavo all'estero immaginando la loro cultura, usanze e tradizioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, anche a me piaceva molto immaginare queste cose, specie sui libri... a scuola... sognavo!^^

      Moz-

      Elimina
  17. Il mio commento si è dissolto nel nulla. Avevo scritto (niente di imperdibile comunque xD):
    Che bel bambino, si vede che sei proprio tu :D
    E guardando alle bambine che compaiono sullo sfondo rifletto su chissà quanti sconosciuti ci hanno immortalato nella nostra vita senza rendercene conto :D


    Io nelle mie foto da piccola non ho mai niente di pop, solo e perennemente cibooooo xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha va bene anche il cibo!! **
      Vero quel che dici... anche io sono anni che mi chiedo: chi erano quelle due giapponesine??

      Moz-

      Elimina
    2. L'etnia Giapponese mi sembra troppo popolosa per proporti di partire alla loro ricerca ahahah
      Ma scegliere un'altra foto e fare sta cosa sarebbe divertente xD

      Elimina
    3. Oddio, mica sono tantissimi nel mondo, dai^^
      Io una volta avevo pensato di cercare la gente delle rubriche dei magazine XD

      Moz-

      Elimina