[SOCIETÀ] il ritorno delle scarpe Lidl e il caso Scare Glow: perché vogliamo pagare di più?



Sono tornate in vendita le famose (e orribili) scarpe Lidl, che avevano tenuto banco un paio di giorni nel novembre 2020.
I più hippie avevano gridato al piccolo miracolo: il mercato che esplodeva alla richiesta di scarpe "da poveri", che non fossero le solite Nike o Adidas.
Le cose stanno diversamente: è stato un vero e proprio caso da studiare (come vedemmo QUI).
Dopotutto avete mai visto qualcuno con questi obbrobbri ai piedi? No, e perché sono scarpe oggettivamente brutte e con un forte richiamo al discount (quindi al risparmio e all'avere pochi soldi).
Non poteva funzionare come un neo status-symbol alla faccia di chi spende centinaia di euro per calzare altre marche.
Anche perché... pure queste sneakers Lidl sono arrivate a costare tanto.
E un altro esempio analogo è ciò che succede in casa Masters of the Universe Origins. Da qui la mia domanda: perché vogliamo spendere di più?
Le sneakers Lidl, il cui ritorno non ha ovviamente suscitato lo stesso clamore di qualche mese fa, costano sempre tredici euro.
Quello è il loro prezzo, e dunque il loro valore sarà ancora più basso.
Probabilmente un esperimento sociale, dove alcuni hanno addirittura "pompato" le aste per creare un fenomeno: le scarpe gialloblù sono arrivate a cifre folli, spinte da qualche influencer dopo essere state letteralmente prese d'assalto al supermercato.



Ora, mi chiedo: c'è stata gente disposta a pagare anche solo un euro in più un prodotto che è oggettivamente brutto, che non vale quei soldi e che... sì, trovi sempre al prezzo base di 12,99€.
Si era scatenata una compravendita dove alcuni hanno ottenuto quelle scarpe anche a 700-800€.
Ora cosa se ne faranno?
Il loro (prevedibile) ritorno nei cestoni del supermarket come farà sentire acquirenti babbei e re-seller speculatori?





Un caso (umano) da capire: perché è un caso montato.
La gente vede complotti nei vaccini, e invece sono stati in grado di vendervi un oggetto così, e qualcuno ha pure speso cifre folli. Una spesa rivelatasi assolutamente inutile, perché l'oggetto effettivamente non vale nulla, al contrario magari di qualche vecchio modello di Air Jordan.
E te lo ritrovi a tredici euro quando magari ne hai spesi venti volte di più.


Una cosa analoga sta avvenendo da qualche mese anche con un'action figure della linea Masters of the Universe Origins (QUI).
Si tratta del pupazzetto Scare Glow: non si sa perché, è letteralmente preso d'assalto dai compratori, che lo rivendono (se va bene) almeno al doppio.
Altri lo sparano a prezzi assurdi. E c'è chi lo compra.
Quando nei negozi si vende alla cifra standard stabilita dalla Mattel: 14,99€.
I soldi che ho speso io per averlo, nemmeno un centesimo in più.




Non è un personaggio raro, non c'è niente che lasci supporre che sia fabbricato in meno esemplari rispetto agli altri, anzi è continuamente rimesso sul mercato. Come tutte le altre action figures della linea.
Eppure si è scatenato questo caos.
Dunque è la domanda/offerta a fare il valore di un oggetto?
Ma come può essere possibile, se il suo prezzo in vendita è quello di 14,99€?
Anche Amazon rincara di almeno due euro questi pupazzetti, e per me è sbagliatissimo.



Perché ci piace spendere di più?
Premesso che una persona, coi suoi soldi, ci fa quel che vuole, mi domando: è la spesa folle, la cifra da tirar fuori, a decretare un nuovo status di ricchezza?
Non più l'oggetto?

82 commenti:

  1. Ma si sa che ci rubano. Anche la frutta e verdura comuni costano un botto. In questi giorni ho trovato in vendita un fumetto usato fuori stampa da venti anni sconosciuto da tutti che non ha un valore economico ma per me affettivo, raro perché sconosciuto e datato e in formato raccolta non essendo importante il suo valore economico sarebbe di 3-5 euro ma il venditore per rubare per bene con la scusante che è introvabile lo vende a 100 euro !
    È un ladro ma se non lo compro lo perdo per sempre l'ho cercato dappertutto ma nessuno lo vende se non lo prendo non lo trovo mai più.
    Mi farò derubare ma la gioia di averlo mi ripaga dal salasso e dall'imbroglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che fumetto è?
      Perché questo è un caso particolare... non hai modo di chiedere altrove, almeno per sapere quanto potrebbe valere?

      Moz-

      Elimina
    2. Era per bambini non dico il nome non si sa mai che magari qualun'altro lo trova e me lo frega. Ho contattato un esperto che ha una fumetteria e come ovvio mi ha detto che sta tirando troppo sul prezzo ma che se lo voglio devo spenderli.

      Elimina
    3. Mh mi pare di capire che non hai soluzioni alternative, allora. Chiedi uno sconto...

      Moz-

      Elimina
    4. purtroppo per le cose fuori produzione non c'è alternativa al "guizzare il nogra" o aspettare l'occasione della vita... da collezionista di LEGO purtroppo devo agire sempre nel secondo modo, ben sapendo che più passa il tempo e meno "fessi" trovi (agli albori di ebay davvero trovavo vecchi set a prezzi irrisori da parte di chi non sapeva che si stava sbarazzando per pochi euri di autentici tesori!)

      Elimina
    5. Esatto... è sempre più difficile fare affari in tal senso, ormai.

      Moz-

      Elimina
  2. Mi sanguinano gli occhi a rivedere le scarpe della Lidl!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciclicamente saranno riproposte, se la gente le compra in massa sperando di fare affari 😂👍

      Moz-

      Elimina
  3. Sinceramente Scareglow a me non ha fatto mai impazzire più di tanto. Avrei potuto pagare qualcosina in più per tung lashor che è il mio personaggio preferito Ma lì subentra appunto Il fatto affettivo che mi farebbe spendere qualche euro in più di certo non il doppio o cifre folli come effettivamente sta succedendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora non viene prodotto, Tung Origins, ma fidati: quando uscirà, costerà di listino 14,99€ o al massimo 19,90€ se in pacco deluxe... quindi davvero non serve spendere un euro in più né, men che meno, acquistare su Amazon tramite altri siti che sperano di ottenere qualche spiccio...

      Moz-

      Elimina
  4. Fenomeni che non mi spiego. Lo stesso vale, credo, per l'acqua Ferragni: il buonsenso sul valore intrinseco di un prodotto non esiste più?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lì pure pure paghi un marchio, diviene oggetto da collezione, il prezzo è già alto di suo...
      Però qui si tratta di cose che costano x, continuano a costare x, ma la gente le vuole pagare xxx.

      Moz-

      Elimina
    2. Si crede che il valore effettivo di un oggetto dipenda dal prezzo da pagare per averlo. Ma è un ragionamento piuttosto assurdo.

      Elimina
    3. Forse quello... Affettivo!

      Moz-

      Elimina
  5. Grizzlies Mangione11 mag 2021, 11:04:00

    Perché forse la gente non sta bene con la testa?
    Non ho mai capito perché a scuola erano tutti ultra firmati... Erano i figli a chiedere ai genitori di comprare abiti e scarpe firmate oppure i genitori di loro spontanea volontà? Perché tutta questa omologazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un senso di appartenenza, quando fai le medie/superiori (per i ragazzi: ho, quindi sono); è un senso di mostrare uno stato di benessere, da bambini (ma lo fanno i genitori).

      Moz-

      Elimina
    2. Grizzlies Mangione11 mag 2021, 12:40:00

      Non è altro che una follia collettiva peggio e più radicata di questi recenti fenomeni tipo queste scarpe Lidl :(

      P. S. I genitori come spesso accade pessimi...
      Mio zio ha dovuto comprare delle scarpe (non so quale marca) al figlio quindicenne 120€ nonostante sia un lavoratore precario :(
      Poteva giustamente dire NO! Invece per non sfigurare con i figli dei suoi amici ha fatto lo sforzo tagliando altre spese più importanti.

      Elimina
    3. Purtroppo è così... lo si fa per il bene dei figli, perché spesso non è un vizio dei ragazzi, ma un modo per non essere esclusi.
      Io taglierei tutto alla radice: NON FATE FIGLI perché altrimenti i prezzi sono questi, e soffriranno.
      io allo stato attuale non posso permettermi di mantenere un figlio, e quindi non lo faccio proprio.

      Moz-

      Elimina
    4. Invece di insegnare il valore del lavoro e dei soldi, fanno l'esatto opposto... che alla fine non un bene per i figli.

      Elimina
    5. Lo so, ma questo è colpa della società intorno...

      Moz-

      Elimina
    6. Grizzlies Mangione11 mag 2021, 16:52:00

      Non mi sembra normale che ragazzi di 15 anni siano tutti omologati :( non stiamo parlando di bimbi di 5 anni che vogliono i pupazzi dei supereroi Marvel.

      Io sarò pure stato un ragazzino anticonformista ma non sono mai stato escluso dagli altri coetanei perché non vestivo firmato.

      Comunque mai visto nessuno calzare queste scarpe Lidl...

      Elimina
    7. @Grizzlies
      E' normale invece, nel senso che specialmente a quell'età c'è questa esigenza di appartenere ad un gruppo, all'essere accettati ed in alcuni (molti a dir la verità) può essere anche un qualcosa di molto forte. Così come in alcuni no: io stesso sono stato molto anticonformista da adolescente, anche perchè sono stato cresciuto con una visione utilitaristica di oggetti come scarpe, vestiti ed altro.
      Ma non è che sono gli altri ad escluderti: sei tu che ti senti differente. Quello che bisogna aiutare a capire a questi ragazzi è che quel tipo di differenza non conta niente, non ha valore, non ti sminuisce. Spendere 120 euro per un paio di scarpe invece insegna il contrario.

      Elimina
    8. Più che altro è l'età dove si forma anche una coscienza di stile, che poi è quello personale.
      Classico, sportivo, modaiolo... insomma, si appartiene anche a macro-generi. È un'identità, diciamo.
      Esatto, comunque... bisogna insegnare che ognuno ha la propria personalità e la propria tribù.

      Moz-

      Elimina
  6. Diciamo che Amazon fa cagare per comprare certe cose: non sai che prezzi ho visto per i modellini di Gundam quelle volte che ho guardato per curiosità. Spenderei meno a prenderli dal Giappone (non è una frase detta a caso: spenderei veramente meno)

    Su Scareglow tentano di farlo passare per raro e fregare i meno informati, secondo me anche marciando sull'associazione di idee che ormai è radicata quando si parla di Scareglow, ovvero "Scareglow = raro"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amazon o lo sfrutti quando ci sono forti sconti, o lo lasci perdere: è eticamente scorretto (i lavoratori crepano) e appunto mette qualche sovrapprezzo specie per chi si affilia e fa "la cresta" di qualche spiccio, sopra...
      Su Sacreglow assurdo che non ci si informi... anche perché io mi chiedo: quando poi vedi recensioni o foto di altri, e scopri che costa manco 15 euro, non ti senti truffato?

      Moz-

      Elimina
    2. Una volta ho letto di uno che chiedeva di un cartone animato che guardava sempre da piccolo, descrivendolo come il cartone dove c'era Scooby Doo ma non ricordava il titolo.
      Non scherzo.
      So che è assurdo e la penso come te, ma c'è gente a questo livello, quindi fatti un po' i conti.
      Esempio: uno da bambino aveva scareglow da bambino però se lo ricorda a quel livello lì. Lo vede e per lo stesso motivo del tizio che vuole rivedere scooby doo, lo vuol comprare: quanto ci vuole a imbrogliare uno così? Niente ed infatti lo imbrogliano.

      Elimina
    3. Madonna, ma non potrebbero esistere più venditori fessi, che polli da spennare??

      Moz-

      Elimina
  7. Io vedo le stesse dinamiche con le Barbie. Non mi riferisco a quelle da collezione, ma alle nuove uscite. A inizio anno si aspettava tutti con ansia alcuni nuovi modelli, su Amazon uno è arrivato a costare €297 quando bastava aspettare un altro po' per trovarlo a € 22... Spero non lo abbia comprato nessuno, ma il dubbio mi viene. In questo caso - mi riferisco al mondo delle Barbie - credo che molti vogliano essere i primi a postare la foto delle nuove uscite sui social e quindi c'è chi è disposto a spendere tanto. Se capitasse a me di pagare una cifra esagerata per qualcosa che dopo un mese costerebbe molto di meno, mi sentirei una cretina integrale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo, allucinante.
      Come se postare per primi porti a qualcosa, anche di economico.
      Mah.
      Io per i Masters Origins aspetto che mi arrivi tutta la wave completa, senza tanti sbattimenti e piccoli sovrapprezzi su Amazon e senza far fare creste agli affiliati.
      Mi arriverà, tutta, un mese dopo... ma mi arriva a poco prezzo e in pace^^

      Moz-

      Elimina
  8. Tu dici perché? Perché...sarebbe meglio in dialetto, ma comunque ... "non tengono niente da fare".
    Il barattolo della Nutella, possibilmente pieno, pagherei certamente di più, quello sì :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, purtroppo è solo un contenitore di plastica: magari ci fosse dentro la Nutella per davvero! XD

      Moz-

      Elimina
  9. secondo me dipende anche dalla disponibilità: i MOTUC ancora nei negozi fisici non si vedono e su amazon vanno e vengono, per cui molti sono disposti a pagare un piccolo rincaro (se parliamo di 2€ è poco più del 10% per avere subito un prodotto che viene rilasciato a piccoli blocchi e ci sta).

    Certo, le scarpe LIDL pagate 20 volte è esagerato, ma sono quelle piccole cose che fanno caso a sé. E comunque anche in questo caso bisogna vedere la distribuzione: se è limitata nello spazio (solo i punti LIDL) e nel tempo (pochi giorni)... insomma non parliamo di qualcosa che era disponibile dovunque per cuici può stare che qualche folle le voglia pagare così tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma resta sempre che sia gli Origins, sia le scarpe Lidl, qualunque sia il contesto, costano e costeranno sempre meno di 15 euro.
      Questo è: gli Origins attendi qualche mese e la Mattel te li risbatte in giro (ormai appaiono anche nei cataloghi italiani...); mentre le scarpe Lidl ogni tot te le ributtano nei cestoni...!

      Moz-

      Elimina
    2. guarda, per gli ORIGINS (prima li ho definiti classic, sbagliando) prima bisogna trovarli. e anche ai bei tempi (così come oggi) c'erano negozi che rincaravano di un 15-20% i giochi...
      per esempio, qui vicino WoodenBridge c'è un supermercato con una sezione giochi e tutti rincarati del 20%! Perché devo comprare una macchinina LEGO a 24€invece dei 19.99 di listino (e aspettando lo prendi anche col -25%!)? Perché c'è sempre qualcuno che si trova a passare e non conosce il vero prezzo, oppure ha un figlio invitato ad un compleanno e non può aspettare una settimana che Amazon gli spedisca il regalo e alla fine si tratta di pochi euri di rincaro (sul prezzo ufficiale, ma durante gli sconti, come detto, lo prendi anche con 10€ in meno rispetto al loro!)...
      Eppure ogni volta che passo sono sempre sul punto di prendere un set ormai fuori produzione, ma quei 10€ di sovrapprezzo mi frenano continuamente (fino a quando qualcuno a cui non cambia la vita mi precederà e mi mangerò le mani perché dovrò smollare molti più soldi in futuro per trovarlo online)

      Sulle scarpe LIDL: la febbre c'è stata al primo giro perché molti fessacchiotti pensavano non sarebbero tornate. Ed invece dopo pochi mesi rieccole! Secondo me a 'sto giro non importerà a nessuno... perché ormai hanno capito che a singhiozzo, ma ci saranno sempre!

      Mio nonno ripeteva sempre un mantra: il ladro non è chi vende a prezzi maggiorati, ma chi compra!

      Elimina
    3. E oltre a essere ladro, è pure fesso.
      Ma, al di là dei prezzi maggiorati nei negozi (è sempre successo), diciamo che non è speculazione ma magari uscirci per via dei costi in più (trasporti ecc), chissà...
      Invece, con le scarpe Lidl, c'è stata speculazione e ora vorrei vedere le facce di tutti, come anche le facce di chi ha comprato anche solo a due euro in più gli Origins... ritrovandoseli a meno^^

      Moz-

      Elimina
  10. La gente è idiota. E' pacifico. Non mi sembra ci sia molto da discutere. ;)

    RispondiElimina
  11. Ma sai che davvero non le ho viste a nessuno quelle scarpe nonostante ne abbiano comprate a frotte davanti ai miei occhi?
    Io che me le sono ritrovate non le ho ancora messe... pensavo di farlo, ma ora che vengono rivendute e potrebbe succedere la situazione dell'ultima volta, ho un ritorno di vergogna per quell'articolo. Ahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh no, non è successo niente stavolta, perché non c'è più trippa per gatti e... per sei mesi appunto nessuno le ha messe...^^

      Moz-

      Elimina
  12. Io credo che conti molto anche il fattore virtuale.
    In un negozio in genere valuti molto più l'acquisto di qualcosa, mentre online è molto più veloce ed in un certo senso più irresponsabile.
    Le carte di debito e di credito portano la gente a spendere molto di più, si da meno valore al denaro.
    Non a caso tutte queste transazioni avvengono in rete.
    Sono convinto che molti di quelli che hanno comprato quelle scarpe, se le avessero viste al discount qualche mese prima non le avrebbero nemmeno cagate.
    Comunque persino nella letteratura esistono casi simili, con libri che arrivano ad essere prezzati al prezzo di centinaia e centinaia di Euro aspettando il fesso di turno che ci caschi.
    E vedo cose simili anche per quel che concerne fumetti e manga.
    Che poi magari ti ritrovi al mercatino dell'usato ad 1 Euro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, ma bisogna capire il perché: si tratta solo di essere fessi, o c'è dell'altro?
      Ma soprattutto, magari acquistando un volume a 50e e poi trovandolo in giro a 1€, come ci si sente? Truffati? O coglioni?

      Moz-

      Elimina
  13. Ciao Miki, era da una vita che non davo un'occhiata alla blogosfera, e sono contento che siti come il Moz o Clock e Penna Blu esistano ancora.
    Dimmi una cosa, tu sei sempre un eterno dodicenne, o alla fine sei cresciuto?

    Comunque penso che il fenomeno scarpe Lidl sia un po' diverso da quello che porta ad acquistare oggetti di marca iper costosi.
    Tu chiedi perché vogliamo pagare di più. Nel caso degli oggeti di marca, scatta nelle persone il meccanismo dell'apparenza e dell'appartenenza (che strano, tra l'altro due parole simili). Per questo li paghiamo di più. Li VOGLIAMO pagare di più, perché pagarli di più ci fa appartenere a un'elite.

    Le scarpe Lidl, invece, la gente le prende per sentirsi furbetta. È tutta un'altra cosa rispetto alla roba di marca; in questo caso si compra un oggetto brutto e inutile che però "potrebbe" diventare raro e prezioso. Il meccanismo non e più quello della moda e dell'apparenza, bensì quello del gioco d'azzardo. Né più né meno. Un po' come quei pazzi che comprano e rivendono la roba online per fare dropshipping, e finiscono sempre per rimetterci.
    Ma che vuoi farci, è il brivido del rischio, la soddisfazione di riempirsi il carrello di scarpe Lidle pensando: ho fatto un affarone. È per questo brivido, per questa soddisfazione, che la gente è disposta a spendere tanto. Non trovi anche tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovato! Io... sempre eterno dodicenne, non trovo ancora una valida motivazione per crescere!**
      Grande anche Daniele di Penna Blu, blog che anche io leggo ancora con l'interesse di sempre.
      Esatto: alcune cose VOGLIAMO pagarle di più, perché è il prezzo pagato a renderci fighi.
      E vero anche per la cosa delle scarpe: alla fine ci hanno rimesso tutti, tranne che la Lidl... che ha venduto in massa delle "porcherie" XD

      Moz-

      Elimina
  14. Cose che non capirò mai, davvero. Ma almeno il pupazzello Scare Glow è figo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tra i migliori della linea Origins...

      Moz-

      Elimina
  15. Sinceramente non vorrei quelle scarpe neanche se me le regalassero per cui non mi è possibile comprendere l'assurdo fenomeno che si è creato intorno ad esse.

    RispondiElimina
  16. Denis: il nuovo affare di adesso è rivendere la Ps5 maggiorata di 200 euro e la gente la compra, anch'io nel mio piccolo ho venduto 2 film pagati in totale 4 euro a 35 euro perchè erano fuori catalogo e non più ristampato il primo e il secondo c'era solo con il ridoppiaggio,pure con tre giochi del Pc pagati in totale 1,50 euro sigillati ho incassato 45 euro, su Amazon una volta ho trovato Monster Hunter Frontier per Psp ma andando sul sito del venditore tedesco l'ho pagato pure il 12% in meno.
    Per comprare secondo me alcuni oggetti costano meno all'estero ti faccio un'esempio un gioco anni fa qui in Italia veniva 60 euro mentre su Zavvi (sito inglese) lo stesso 12 euro spedito sempre nuovo e sigillato, bisogna fare come nel film America Gangster, Denzel Washington comprava direttamete dal fornitore tagliando tutti i dettaglianti e i conseguenti rincari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, ma se trovi occasioni o gente che lo vuole acquistare, perché no?
      Mi chiedo però come ci si senta la gente che paga 200€ in più qualcosa che trova a 200€ in meno: perché?

      Moz-

      Elimina
    2. Denis: semplicemente Ps5 e Xbox series X non si trovano fisicamente nei negozi per via di un problema di mancanza di componenti (semiconduttori) e si possono solo ordinare online sperando di beccare la giornata giusta, quindi un problema di scarsità del bene ha causato l'aumento di prezzi da parte di privati e la poca pazienza di alcuni giocatori, vorrei vedere tra un'anno se si troveranno nei negozi a prezzo di listino

      Elimina
    3. Ma sicuramente si troveranno!! E a quel punto, mi chiedo, cosa diranno coloro che ci hanno speso un occhio?

      Moz-

      Elimina
  17. Io penso che ci sia tanta ignoranza anche da parte di chi compra quel che è costoso solo perché tale. Non considerando la qualità, la praticità e il gusto. Che spesso e volentieri non sono direttamente proporzionali al costo.
    Ma ancora con quell'obbrobrio di scarpe di Lidl?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh appunto: le acquistano ma non sono nemmeno di qualità, assurdamente... ahah!
      Comunque questo ritorno mette la parola fine a tutto^^

      Moz-

      Elimina
  18. Il vero ricco è colui che compra le scarpe lidl, le strappa, macchia, rovina e poi ci gira strafottente del danno fatto.
    O con le scarpe lidl o con una Ferrari....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo... anche se la Ferrari (azienda) non te lo permetterebbe mai^^

      Moz-

      Elimina
  19. Il motivo per cui su questo Scare Glow tanti stanno tentando la speculazione è che l'originale ha effettivamente raggiunto dei prezzi piuttosto alti. Il punto è che quello vecchio li ha raggiunti perché è effettivamente raro, oltre ad essere considerato uno dei più belli. Farlo con questo è solo una speculazione senza senso, e spero che chi ne ha Comprati una ventina per rivenderli (e ne ho visti che si vantavano di averlo fatto su Facebook ) se li ritrovi tutti sul groppone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, è raro l'originale anni '80, e paradossalmente negli Origins sono rare ben altre cose non cagate dai collezionisti che si sono fiondati tutti su Scare Glow... XD

      Moz-

      Elimina
  20. Sinceramente vorrei conoscere qualcuno che abbia acquistato le sneakers della Lidl o ScareGlow a quei prezzi. Ho il forte sospetto che dietro ci sia una specie di sistema messo in piedi da qualcuno per creare il caso, in effetti come dici anche tu poi in giro con quelle scarpe non c'è nessuno.

    Credo infine che la risposta alla domanda che poni nel post sia abbastanza semplice: se c'è chi può pagare di più e chi non può permetterselo si cristallizzano quelle classi sociali che creano gli status e di cui molte persone psicologicamente deboli e con bassissima autostima hanno bisogno per qualificarsi. Se non ho altre qualità oltre a quelle di poter comprare un paio di scarpe a 800€ a quella possibilità mi ci aggrappo con le unghie e con i denti e ne faccio una colonna della mia vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, sicuramente la Lidl ci ha guadagnato: le ha vendute tutte.
      Qualcuno ci ha alzato qualche soldo grazie a qualche coglione, da due giorni tutti si sono scoperti dei ritardati mentali XD
      E tra questi ritardati, ci metto proprio quelli che non hanno altre qualità.

      Moz-

      Elimina
  21. Grizzlies Mangione12 mag 2021, 15:41:00

    Anche l'Eurodeputato ex Movimento 5 Stelle ora passato al Partito Verde Europeo, ha scritto un post nella sua seguitissima pagina Facebook sul fenomeno scarpe Lidl.

    Nel video brevissimo di appena 00:15 secondi gli acquirenti sembrano tutti over 60.

    https://m.facebook.com/story.php?
    story_fbid=4779286945431762&id=554297734597392&refid=17&_ft_=mf_story_key.4779286945431762%3Atop_level_post_id.4779286945431762%3Atl_objid.4779286945431762%3Acontent_owner_id_new.554297734597392%3Athrowback_story_fbid.4779286945431762%3Apage_id.554297734597392%3Astory_location.4%3Astory_attachment_style.video_inline%3Atds_flgs.3%3Aott.AX_u8bvr_QkT9Jjb%3Athid.554297734597392%3A306061129499414%3A164%3A0%3A1622530799%3A2720218290055116060&__tn__=%2As-R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grizzlies Mangione12 mag 2021, 15:44:00

      * Ignazio Corrao.

      P. S. Uno dei migliori eurodeputati italiani^^.

      Elimina
    2. Purtroppo non sono per nulla over 60... ma tutti giovanissimi che fanno i re-seller perché hanno visto queste merde indossate da qualche fesso influencer... :o

      Moz-

      Elimina
    3. Grizzlies Mangione12 mag 2021, 18:34:00

      Ho rivisto meglio il video: ci sono persone di tutte le età :( deprimente

      Il filosofo Diego Fusaro* ha dedicato un video nel suo canale YouTube alle scarpe Lidl

      https://m.youtube.com/watch?v=KQHi5khrSBs

      * Ovviamente Fusaro va preso con cautela in ogni suo pensiero.

      Elimina
    4. Giusto parlare di religione di libero mercato ma questo tizio è pedante e arriva con sei mesi di ritardo XD

      Moz-

      Elimina
  22. Nulla di cui stupirsi, è un fenomeno sempre esistito che in economia si chiama "Effetto Veblen". Chi non è in pace con se stesso si sente più figo mostrando agli altri che può buttare via i soldi. Potrebbero regalarli a me, saremmo felici in due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha se entro anche io, saremmo felici in tre!
      Comunque, spendere fa bene all'umore (il sano vecchio shopping) ma buttare letteralmente soldi io lo chiamerei, in blogonomia, "Effetto Coglionen" XD

      Moz-

      Elimina
  23. Sulle scarpe credo proprio si possa pensare a un esperimento di marketing sui social mirato a creare richiesta di un prodotto. Perché creare richiesta di un prodotto? Per dare una dimostrazione ai futuri clienti. Perché farlo con un prodotto brutto e scadente? Per poter dire ai futuri clienti "guarda, sono in grado di vendere qualunque cosa".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilissimo: infatti l'unico ad averci guadagnato è stato Lidl, gli altri ci hanno rimesso tutti :D

      Moz-

      Elimina
  24. Stavolta ,dove lavoro adesso,ce ne sono tantissime,se vuoi sei ancora in tempo!!!!ahahaha!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, a dimostrazione che sei mesi fa sono stati tutti dei grandi fessi^^

      Moz-

      Elimina
  25. Parlo delle scarpe di Lidl perché non conoscono i Masters of the Universe Origins. Quelle scarpe in realtà sono solo la punta dell'iceberg di un concetto di mercato del ventunesimo secolo: prendere un prodotto semplice, renderlo unico e limitato nelle scorte e venderlo come un evento di mercato... oggi tu ci scrivi un post, la gente ne parla come se fosse un ufo, ma queste cose le faceva Wanna Marchi già 30 anni fa! XD Lei riusciva a vendere il sale grosso da cucina e i bastoncini di legno raccolti in giardino a centinaia di mila lire perché li imbeveva di concetti taumaturgici e magici. Solo che nel 2021 le cose sono leggermente cambiate, perché gli spottoni li fanno gli influencer, e basta una frase in una canzone di un cantante(?) noto e il dado è tratto, o basti solo una foto su instagram e l'evento di mercato è compiuto.

    Io stesso ne acquistai un paio di queste scarpe, curioso di analizzare se davvero qualcuno le avrebbe comprate a 30 volte tanto, perché pensavo che tante inserzioni fossero "civetta". E riuscii a venderle ad un prezzo mostruoso con mio stupore... effettivamente sì, qualcuno che poteva spenderci tanto le ha comprate a 30 volte tanto. Ha senso? No, ma non ha senso nulla nel mercato e nei business di qualsivoglia prodotto: ha senso secondo te spendere 200 euro per delle gocce di integratori alimentari per cui conosco decine di persone che ci stanno dimagrendo, perché se associate ad attività fisica e alimentazione corretta queste farebbero effetto? Grazie al cavolo! E' inutile che mi vendi l'integratore di minerali come miracoloso per dimagrire se poi mi ci fai affiancare i due elementi essenziali per il dimagrimento stesso: dieta e attività fisica. Eppure c'è chi li compra, e fidati che conoscono signore con figli e uno stipendio solo che ci si indebitano.

    Le scarpe della Lidl in confronto sono un piccolo neo se accostati al mondo degli integratori alimentari. L'altro giorno alla Lidl vicino casa mia il cesto era pieno e tutto questo interesse non c'era, anche perché oggi le trovi su vinted a 15 euro... è un fenomeno superato.

    Cosa penso degli "speculatori"? Innanzitutto che non sono speculatori, perché altrimenti tutti coloro che vendono un prodotto per trarne un ritorno economico dovrebbero esserlo... pensiamo all'iphone che costa, nell'assemblaggio e nei materiali, circa il 10% di ciò che vale a prezzo finito, ovvero 1000€, con qualità più scadente di uno xiaomi a 300 euro eppure venduto a 3 volte tanto: è il mercato.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma qui la questione è un po' diversa: tu sei uno dei pochi che secondo me ci ha effettivamente guadagnato qualcosa (lo avrei fatto anche io), ma chi ha acquistato, come si sente adesso?
      Cioè, come si sentono anche coloro che hanno acquistato decine di paia di scarpe, o decine di Scare Glow, e ora si ritrovano questi oggetti senza che sia possibile rivenderli?
      I cestoni sono pieni, il fenomeno è terminato, ma è stato creato ad hoc e quindi chi ha speso 400 euro al posto di 13... cosa se ne fa? Come si sente?
      Io un po' coglione mi ci sentirei, perché non è che ho acquistato qualcosa di effettivo valore (400 euro o qualsiasi altra cifra), ma una cosa che ovunque si trova a 13 euro, pagata di più per non si sa quale motivo.

      Moz-

      Elimina
    2. Ti rispondo col paragone del precedente commento: perché pagare un iphone €1000 se uno xiaomi a €300 ti dà le stesse prestazioni? E non parlo di chi può permetterselo quindi sticavoli, ma proprio di chi ci si indebita con rate, finanziamenti ecc... pur di averlo!

      Elimina
    3. Però non è proprio lo stesso.
      Il paragone giusto sarebbe: perché pagare 2000€ un iPhone (che costa 1000€) oppure pagare 900€ uno Xiaomi che ne costa 300?
      Questo è...

      Moz-

      Elimina
    4. Per me è lo stesso motivo se lo guardi di traverso. Non è tanto l'accostamento, piuttosto il motivo che ci spinge a dar più valore a qualcosa solo perché questa costi di più.

      Elimina
    5. Diciamo che in questo caso paghi il marchio, che è uno status symbol... 💪

      Moz-

      Elimina
    6. Io comincio a credere che per le scarpe della Lidl valga la stessa cosa che hai appena detto qui sopra. Ma lo status symbol non è dato dal marchio, ma dal fatto di essere stato lanciato da degli influencer. La gente, a quanto sembra, è disposta a pagare molto di più un qualcosa solo perché qualcuno decide che è "una figata". Oppure che decide che debba essere così e basta.
      E torniamo al discorso dell'ultima volta, la merda d'artista di Manzoni. Uno decide che quella è arte e la gente se la accaparra a cifre folli, senza riflettere sul fatto che: 1) è merda umana; 2) è una provocazione = presa per il culo = se la assecondi entri a far parte del discorso di dileggio alla base della provocazione = sei un cretino, e per giunta un cretino che ha comprato della merda umana.
      Per cui 'sticazzi, quelli che si sono comprate a 300 euro le scarpe della Lidl per vedersele ora a 13 euro hanno acquistato a quel prezzo la certificazione di essere dei minchioni. Che, se proprio volevano, potevano averla pure a gratis.

      Elimina
    7. Ecco, ma appunto: un influencer dice che oggetto x (che costa x) è una figata.
      Lo vuoi, lo compri (a prezzo x).
      Perché spendere prezzo y se si trova e troverà sempre a prezzo x?
      Io questo non comprendo.

      Moz-

      Elimina
    8. Ecco, quella è la cosa che invece non ha senso.
      Alcuni, penso, si sono lasciati turlupinare, pensando magari che sarebbe stato un cult e ce ne fossero pochi esemplari, perché hanno visto il passaparola sui social, e sono pronti a bersi qualsiasi cosa (io lo trovo terrificante, non stupisce poi sentire gente parlare di "finta pandemia"). Ma altri penso che lo sappiano e sia una specie di modo per far vedere (sui social, questo) di non essere dei poveracci (finzione allo stato estremo), che possono pure permettersi di spendere molto di più per del niente, che è un po' come quello che lascia venti euro di mancia al ristorante, così solo per farsi il figo, per far vedere che il denaro per lui non conta.
      Ma più semplicemente, molta gente ha smesso di usare il cervello. Magari schifano il tipo che gli chiede un euro per strada perché ha bisogno, e sprecano i soldi in niente.

      Elimina
    9. Fino a quando lasciano mance, va bene: fanno del bene a chi ha lavorato, magari crepato pure.
      Tutto il resto è coglioneria, ovviamente tutto rientra nell'avere un ego molto molto poco sviluppato e infelice, castrato.
      Cazzi loro.

      Moz-

      Elimina
    10. Cazzi loro è relativo, in realtà.
      Nel piccolo sì, cazzi loro. Nel grande, fino a un certo punto, perché una società fatta di gente che non usa la testa ma da retta alla prima cazzata che vede prende una brutta direzione, con cui poi dobbiamo fare i conti tutti quanti.
      Mi spiace dire una roba come: ci vogliono modelli migliori. E non li troveremo sui social, questo è poco ma sicuro.

      Elimina
    11. Io penso che si autoghettizzano, anche se apparentemente potranno elevarsi, poi dopo un po' si scopre quanto sono incompetenti e coglioni.
      E subentra la gente seria.

      Moz-

      Elimina