[SIGLE] Galaxy, la sigla di Galaxy Express 999... e non solo (Oliver Onions, 1982)

 

Galaxy è il titolo del brano che fa da sigla italiana alla serie televisiva Galaxy Express 999, capolavoro nichilista di Leiji Matsumoto.
Noi l'abbiamo sentita per la prima volta nel 1982, quando il cartone arrivò su Rai 2 (clicca QUI per leggere la storia degli anime in Italia!), ma qualcuno l'aveva già ascoltata in precedenza.
Non il testo, ma la musica, la base.
Infatti, Galaxy è un brano usato in due prodotti molto diversi...

Il viaggio sull'espresso stellare che conduce il giovane protagonista verso il suo sogno: questa la trama della serie, poetica e malinconica, spesso anche amara.
Quando arrivò sulle nostre reti, furono gli Oliver Onions (al secolo Guido e Maurizio De Angelis) a occuparsi della sigla italiana.
Registrarono il brano nel 1981; ecco Galaxy:


           


FANTASY
Bud Specer e Jerry Calà sono protagonisti di una commedia sportiva del 1982, Bomber di Michele Lupo.
Proprio quest'ultimo, pare, era rimasto colpito dalla sigla di Galaxy Express 999 e chiese di poterla inserire nel film, la cui colonna sonora era curata appunto dagli Oliver Onions.
Il duo riprese quindi la base di Galaxy e creò un testo diverso. Nasce così il brano Fantasy.



           



Il testo di Galaxy venne scritto da Cesare De Natale.
Suggestivo e trascinante, è interpretato dai De Angelis.
In Spagna, con una versione leggermente riadattata e ammorbidita, il brano è conosciuto come Mi amigo Pom, canzone legata alla serie Dartacan.


           



POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16 commenti:

  1. L'ho sempre trovata una canzone bellissima ma non sapevo avesse tutte queste versioni!

    RispondiElimina
  2. "Galaxy" è una delle sigle più belle dei cartoni animati!
    Il film "Bomber" è uno dei più esaltanti con Bud Spencer, e mi piace anche per la canzone "Fantasy" utilizzata in alcune scene.
    Conosco anche "Dartacan" ma ignoravo questa terza versione del brano...
    Non escluderei ulteriori utilizzi del pezzo nella versione "Fantasy".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbero limitarsi a questi, certo il mondo della musica è stranissimo, sappiamo bene che una base può finire chissà dove! 🤓💪
      Anche a me la sigla piace, il testo poteva essere a tratti più sorprendente, con una musica così!

      Moz-

      Elimina
  3. Quella spagnola è brutta, comunque che sorpresa, anche perché non ho mai visto quel cartone..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, caspita!
      Il cartoon è veramente bello e potente! 🚂🚂🚂

      Moz-

      Elimina
  4. Ah Bomber, uno dei miei film preferiti! Girato anche nella mia città natale e nello stabilimento balneare dove ho conseguito il brevetto di bagnino :3 che ricordi! Da ragazzo mi sono girato ogni location del film (e del predecessore spirituale Lo Chiamavano Bulldozer) immaginando di essere uno dei ragazzi che Bud allena! Fantasy è stata la mia suoneria sul telefono per anni X4
    Adoro gli Oliver Onions, dei veri maestri che ho avuto il piacere di incontrare due volte, l'ultima volta un paio di anni fa, prima che scoppiasse la pandemia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono musicisti eccelsi.
      Eheh non sapevo che eri delle parti di... Bomber! Fighissimo ripercorrere i luoghi dei film e delle serie che amiamo^^

      Moz-

      Elimina
    2. Eh si dai, una delle canzoni più belle dei cartoni.
      Ciò che mi piaceva era la progressione. Già la parte iniziale come ballata è allegra, orecchiabile e si fa cantare facilmente (ecco perché si integra bene come sigla del Dartacan spagnolo).
      Ma poi la canzone va su e quando pensi che la canzone possa (e potrebbe) finire lì ("E vincerà e vincerà...") parte il ritornello molto più alto e lirico.
      Allo stesso tempo non è così difficile da cantare. Se ben allenati, con abbastanza fiato si riesce a cantarla fino in fondo. Magari farlo all'aperto, in corriera in coro in modo che leggere stonature siano coperte con la forza del gruppo.

      La sigla meriterebbe di più rispetto ad altre anni 80, meno notevoli, ma più famose. Credo sia causato dal tipo di anime. Pochi ti diranno che Galaxy era il loro anime preferito. Malinconico, un futuro distopico da cui non c'erano vere vie d'uscita o speranze (vedi la fine della mamma già nel primo episodio!), il protagonista che non era secondo i classici canoni di bellezza e prestanza atletica, tanti dilemmi morali ad ogni episodio, lo strano rapporto con Maisha e l'ambiguità della donna. Tutti elementi un po' stranianti che nel 1981/1982 in cui andavano per la maggiore i robottoni della Sunrise lo misero in secondo/terzo piano. Io stesso gli preferivo Starzinger sempre del maestro.
      Ma nel complesso Ginga Tetsudo io lo metterei tra i migliori venti anime della mia infanzia.

      Ti ricordi che ho la fissa dei crossover? Ecco ho sempre immaginato che una delle fermate del trenino, una delle più pericolose, fosse Apokolips. Mi dipingo nella mente questa scena poco illuminata, fonte di luce una lanterna che vira tutti i colori su sfumature del grigiastro: gli scagnozzi di Darkseid che fanno smontare Maisha Masai con una scusa sul visto (in fin dei conti -spoiler - Maisha è un'importante figura politica) e il controllore tenta di intervenire senza successo, gettato a terra da un manrovescio di parademone. Per sbloccare lo stallo interviene...Silver Surfer. Me lo immagino fuori campo, si vede solo la sua mano argentea che si protende dalla sinistra, aperta verso il gruppo per fermare il rapimento, mentre Darkseid sul lato sinistro è nella sua classica posa con mani incrociate dietro la schiena, gambe ben piantate per terra, testa leggermente reclinata a fissare in direzione del surfista con occhi illuminati e pronti a lanciare i famigerati raggi omega.
      Follia?
      Non puoi trovare qualcuno che la disegni?
      Notte Giù

      Elimina
    3. Ahah più che altro, è un crossover azzardatissimo, di due mondi veramente contrapposti. Però Galaxy e i suoi personaggi sono apparsi negli altri mondi matsumotiani... 🤓💪
      Vero, Galaxy Express è un anime particolare, triste, adulto.
      Però è anche il mio preferito tra le opere di Matsumoto.

      Moz-

      Elimina
    4. Alzo la mano, come ho scritto sotto, Galaxy Express è stata una delle mie serie preferite da ragazzino, pur non amando tante cose create da Matsumoto. Grazie proprio a questa sigla, man mano poi nel racconto si capiscono tante cose e mi era piaciuto da ragazzino come Tetsuro nei suoi viaggi capisca e apprenda tante cose che saranno fondamentali nella sua scelta finale a fine viaggio.

      Caio

      Elimina
    5. Vero, sigla evocativa perfetta per questo anime, così nichilista, cupo, adulto...

      Moz-

      Elimina
  5. Posso dire , senza ombra di dubbio, che ciò che mi ha fatto di più "adorare" Galaxy Express 999, fu proprio questa sigla, tanto è vero che in generale non adoro tantissimo tante opere di Matsumoto (ad esempio non mi è mai piaciuto particolarmente Captain Harlock) ma fu grazie a questa sigla che me ne interessai e poi seguii la storia (che trovavo molto interessante e che mi piacerebbe rivedere da capo).
    Poi beh, da ragazzino vedi Bomber, senti "Fantasyyyy" e ti chiedi, "ma non è la sigla di galaxy???"

    Cmq conoscevo la 3rza versione, quel gran circo di giro di "basi" musicali che cambiavano in altri paesi (di esempi ce ne sono senza citarli tutti).

    Caio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, specie con l'arrivo di Fininvest, che prese canali anche in Francia e Spagna, le sigle italiane fecero giri assurdi...!

      Moz-

      Elimina
  6. Sicuramente è una delle sigle più "sognanti" del panorama del periodo. Non stupisce quindi che la base venne riusata più volte, anche perché in quel periodo era una pratica comune (soprattutto nei cartoni).

    RispondiElimina