[TV FILES] la "telenovela piemontese" di Mai dire TV era costruita a tavolino


Chiariamo subito: costruita a tavolino, in questo caso inteso come falso spacciato per vero, non significa che non fosse comunque geniale.
Anzi, Finivest e la Gialappa's hanno creato un prodotto meta-televisivo non da poco, memorabile e ancora oggi interessante.
Però la verità dei fatti è che la quasi totalità delle cose trasmesse da Mai dire Tv non era reale, nel senso che non erano veri programmi su sfigate televisioni scrause, ma scenette ricostruite a uso e consumo della comicità del trio di conduttori. Sogni d'Amore non faceva eccezione, anzi.
Vi racconto tutto.


Già nel primo post dedicato alla vicenda (lo trovate QUI) i commenti di gente più esperta non lasciavano spazio a dubbi: Sogni d'Amore, la famosa "telenovela piemontese" era sostanzialmente un fake.
L'articolo è finito anche su un forum di fan della Gialappa's Band, dove ho trovato del materiale interessante per chiudere definitivamente la questione (trovate tutto QUI).

Faccio però prima un breve punto della situazione. Perché si ritiene che Sogni d'Amore sia un fake? I punti li riassumo con l'utente Gas75:
  • non esiste altro che i frammenti mandati in onda su Italia 1;
  • nessuno in Italia ha mai visto più di quello che è andato su Italia 1;
  • nessuno ha mai nemmeno registrato una puntata della telenovela;
  • la storia vista in tv si svolgeva sempre nei momenti finali della puntata della telenovela stessa, e nonostante questo la trama era comprensibile: come se non ci fossero comunque altre scene, prima.

L'utente Marco, qui sul blog, parte da una vecchia intervista rilasciata da Lorenz, personaggio del pantheon di Mai dire Tv. La trovate integralmente QUI, ma vi posto il pezzo che ci interessa:
-Artisticamente parlando quale momento è stato il più brutto e quale il più bello?
-[...] Il momento più alto è stato invece la telefonata da Milano quando mi ha detto che quelli di Italia Uno volevano parlare con me. [...] sono andato negli studi con la Gialappa's Band e da lì hanno cominciato a fare i programmi di "Mai dire TV" al pomeriggio, e mi sono trovato in camerino con tutta quella gente lì.
Lorenz non era parte di Sogni d'Amore, ma Marco suggerisce che "il più delle cose che mostravano [in Mai dire TV] in maniera ricorrente fosse non reali ma registrate. Probabilmente avevano chi faceva "scouting" nelle reti private, trovavano il personaggione e ci costruivano tutto intorno (quindi Telenovela Piemontese, Lorenz, direi pure Jo Malone il ballerino, la signora che dava consigli e chissà cos'altro). Sono anche sicuro che nella combriccola rientrasse Mago Gabriel, e che ci sia una connessione anche con Rosina Lazzarino".





Ma veniamo alla questione. Sul forum ho trovato varie informazioni, tra cui domande (con risposte) a chi lavorò in una produzione similare, sempre per Mai dire TVTurbamenti, ossia la "telenovela mantovana". Trovate integralmente QUI il tutto, vi lascio ciò che ci interessa:
-Ma la serie Turbamenti è davvero mantovana? Ci son stati solo 5 episodi o poi la serie è proseguita?
-Sì, Turbamenti è stato realizzato a Pegognaga nei primi anni '90 in soli cinque episodi. Spero di non svelare un segreto di Stato, ma come la maggior parte delle cose presentate a "Mai dire TV" dalla Gialappa's, non si trattava di veri programmi TV, ma di cose realizzate ad hoc, volutamente kitsch e trasandate in modo da sembrare produzioni di improbabili (e inesistenti) reti televisive locali. Nel nostro caso ci venne chiesto di creare in fretta e furia una telenovela padana per sostituire quella piemontese dato che i suoi realizzatori si erano un po' montati la testa per il successo popolare riscosso e avevano chiesto un aumento. Quando videro che erano stati sostituiti senza grossi traumi scesero a più miti consigli e ripresero la lo collaborazione con "Mai dire TV".

-[...] mi dispiace che la mia rivelazione ti abbia sconvolto (!). Ti confesso che anch'io ci rimasi male all'epoca, quando Davide Parenti (la mente dietro a quel programma e a molti altri) me lo disse. [...] La produzione di "Turbamenti" fu molto rapida, qualche giorno e poi tutto finito.
-[...] credo che la maggior parte dei personaggi di "
Mai dire TV", (maghi, ecc...) fossero veri. Alcuni probabilmente erano un po' 'pilotati' dagli autori, ma in buona sostanza erano genuini e spesso provenienti da vere TV locali [...].

Sempre sul forum (QUI), grazie all'utente Steinerized, trovo una dichiarazione di Arturo Benasciutti, proprietario della rete TF9 ai tempi di Mai dire TV:
Sogni d'Amore è ben più profondo di ciò che si pensi. Nasce come un "reality show": la prima edizione, mai andata in onda su Mediaset, erano praticamente le riprese "nascoste" della situazione famigliare di Francesco Vannucchi, marito della suocera del baluba. Proprio riguardo a questo: gli attori erano sostanzialmente dipendenti di TF9, non professionisti. Ma perché Sogni d'Amore è sbarcato in Mediaset? Semplice. Fu Davide Parenti a scovarlo sulle reti private, "comprando" il format. Sì, perché Parenti ha ordinato un pacchetto di puntate da trasmettere. Tra l'altro, grazie a questa vendita Arturo riuscì a pagare gli stipendi arretrati di TF9 [...].

Dunque, Sogni d'Amore era fake? Sì, ma anche no. Gli attori continuarono ad essere dipendenti di TF9 anche dopo (Paolo Gallo, il baluba, era un cameraman. La butterata moglie del baluba una truccatrice, Valentino un costumista e così via). Purtroppo però cosa successe? Che finita la Gialappa's (o meglio Mai dire TV) è finito il successo di Sogni d'Amore, nonostante Arturo ordinò un Sogni d'Amore 2, di cui mi ha raccontato alcuni scenari. Queste puntate sono andate perse, ahimé.  [...] anche quelle sono state comprate da Mediaset (ovviamente) ma mai trasmesse.


Ecco quindi che ritorna la figura di Davide Parenti, presente sia nelle parole del patron di TF9 che in quelle di chi lavorò a Turbamenti (la "telenovela mantovana").
Non è da escludere che fosse proprio lui, dunque, a fare lo scouting nelle reti private in cerca di personaggi e situazioni da montare ad arte per Mai dire TV.
Coi soldi della Fininvest/Mediaset, ovviamente, che pagava tutto il progetto.

Dopotutto, quanti di voi hanno davvero visto -al di là degli spezzoni girati su Italia 1- non solo Sogni d'Amore, ma anche tutta la pletora di personaggi stravaganti nelle relative trasmissioni che abbiamo conosciuto grazie a Mai dire TV?

A chiudere la questione, comunque, posto uno screenshot.
È la risposta che Aldo Grasso, noto critico e conoscitore televisivo, dà nel 2010 riguardo Sogni d'Amore.


E questo è tutto.
Ripeto, anche se acclarato che il 99% di Mai dire TV fosse costruito ad arte, niente abbassa il valore di un prodotto così originale e geniale.
Mi chiedo solo una cosa: ma quanto sarebbe stato ancora più figo a realizzarlo con materiale reale?
E quanto sarebbe figo riproporlo oggi, dove il satellite e il digitale (nonché la rete!) pullulano di personaggi e situazioni allucinanti?

altri casi televisivi:
misteri televisivi irrisolti:

68 commenti:

  1. Dopo queste rivelazioni che stai riportando a galla, la trasmissione mi è calata di brutto tra i miei programmi cult... Mi sento preso in giro.

    Inoltre, facendo davvero zapping avrebbero trovato vere perle sulle emittenti locali, mi basta pensare alle idee - venute dopo - di Gennaro Nunziante per Toti e Tata su Telenorba: sono certo ci fossero cose divertenti o assurde anche all'epoca di Mai dire TV, occasione sprecata lavorando di fake.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, mi sento un po' defraudato.

      Elimina
    2. Beh, Televiscion di Nunziante, Toti e Tata era imbattibile, e si basava praticamente sullo stesso concetto: riprendere situazioni famigliari di nascosto.
      Io penso comunque che la genialità dell'idea resti. Cioè, creare finte clip da tv regionale e scherzarci sopra... denota una conoscenza del meccanismo televisivo niente male (ma è Davide Parenti, mica l'ultimo arrivato).
      Però capisco anche chi come te e Luca si sente preso in giro... il problema è che hanno provato a spacciare tutto per vero. Questo è.

      Moz-

      Elimina
  2. Una volta c'era mai dire Tv, oggi c'è Maccio Capatonda e i suoi compagni.
    Alla fine preferisco di gran lunga i secondi :D.
    Riprendendo il concetto di Gas, sicuramente sulle tv locali c'erano personaggi notevoli, ma difficilmente ci potevi costruire più stagioni televisive..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maccio mi è piaciuto davvero quando faceva la parodia di Real TV, ma c'è da dire che anche nei programmi della Gialappa's vi era qualcosa di simile e simpatico (la parodia di Ultimo Minuto, forse con Aldo Giovanni e Giacomo)

      Moz-

      Elimina
  3. Complimenti per l'indagine certosina. Accolgo questa notizia con un misto di emozioni: da una parte c'è un me stesso consapevole che dice "Lo sapevo, te lo avevo anche detto" e dall'altra invece un me stesso più nostalgico che in qualche modo si sente tradito. La sensazione dominante è quella della conferma. Avevo letto in un saggio sulla società degli anni 90 (Generazione Bim Bum Bam per chi fosse interessato) della strategia comunicativa di Fininvest/Mediaset fatta di programmi costruiti ad hoc, non che questo sia un dramma perché, in fin dei conti, qualsiasi film o episodio di serie tv è un prodotto dello storytelling, ma forse la parte meno piacevole sta proprio nello spacciare per vero qualcosa che non lo è e nel costruire un successo proprio su questo pilastro. O forse sono solo seghe mentali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe, io mi sono limitato a ricostruire la questione con le fonti trovate... ma vedi, già non era un segreto da tempo, solo che la notizia non circolava tra il pubblico.
      In tv, di suo, nulla può essere vero perché filtrato e gestito a uso e consumo appunto di uno storytelling. È la norma.
      Però sì, qui forse la cosa meno piacevole è l'aver cercato di far passare per vere delle cose costruite...

      Moz-

      Elimina
    2. Chissà che bisogno c'era poi...

      Elimina
    3. Non so, era sicuramente tutt'altro periodo televisivo, la tv ancora centrale e certe ricostruzioni si facevano senza tanti problemi...

      Moz-

      Elimina
    4. Hanno creato la serie di Jean Claude senza farsi problemi...

      Elimina
    5. Però quella non è spacciata per vera. Non fingono di prenderlanda un altro canale, nasce per sapere che è finta. Invece i programmi mostrati in Mai Dire TV erano spacciati per veri ... 😅

      Moz-

      Elimina
  4. Hehehe le bugie hanno le gambe corte... Però dai, Mai Dire Gol è stato uno dei migliori programmi di sempre senza alcun dubbio. E mi manca parecchio, come mi manca anche Zelig, mannaggia, e non ditemi che tanto c'è Colorado eh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai dire Gol era già un'altra cosa... anche come impostazione.
      Ma sai? Io della Gialappa's amo proprio Mai dire TV e Mai Dire Banzai... lì si superavano davvero :)
      Zelig? A me manca quello con la giraffa, seconda serata su Italia 1. Quando passò su Canale 5 divenne un programma di soli tormentoni... Sconsolata e via dicendo... terìbbile.

      Moz-

      Elimina
    2. Si, Avevo fatto un po di mischione coi vari Mai Dire...

      Elimina
  5. A quanto mi sembra di capire, anche dal tuo post precedente, la telenovela piemontese, in realtà, non sarebbe mai andata in onda? Beh, in questo caso è stata una trovata megagalattica della Gialappa's 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: era una cosa commissionata da Fininvest/Mediaset per essere spacciata come prodotto di una (vera) tv regionale torinese :D

      Moz-

      Elimina
  6. Beh...non mi fa né caldo ne freddo !
    Non seguendola a suo tempo...ma non perché non guardassi la Giallapa’s anzi mi piacciono un sacco.
    Ma questa telenovela proprio me sfuggita -:)
    Però dal tuo precedente post e guardando sul tubo degli spezzoni..mi sembrava poco probabile che non fosse una cosa costruita a doc.
    Bravo per aver svelato il mistero.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà non ho fatto altro che raccogliere info... non era un segreto di stato visto che Aldo Grasso aveva già chiarito tutto dieci anni fa... però ecco, era una cosa tra addetti ai lavori, è giusto che anche il pueblo sappia :)

      Moz-

      Elimina
  7. Sinceramente avevo pochi dubbi che fosse vera questa "telenovela", comunque la Gialappa's geniale è stata sempre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che all'epoca davvero in pochi avevano capito che i programmi mandati in onda da Mai dire TV erano tutti fake o quasi! 😅😅

      Moz-

      Elimina
  8. Qui si parla di iperboli e assurdi...ma Il Segreto esiste davvero...🤣🤣🤣🤣
    Cosa volere di più incredibilmente idiota?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah Il Segreto termina.
      Manina cosa più assurda? La Casa di Carta, con gli attori de Il Segreto 😅

      Moz-

      Elimina
    2. la cosa assurda de "Il segreto" è che tempo fa montarono sulle immagini della telenovela spagnola alcuni dialoghi de "La telenovela brasiliana" del trio ed erano più credibili!

      Praticamente la parodia di 40 anni fa che fa il giro e diventa più vera del vero!

      Elimina
    3. Ahaha, non ne sapevo niente: BELLISSIMO^^

      Moz-

      Elimina
  9. La GIALAPPA'S è stata geniale come sempre,
    e secondo me non bisogna prendersela se
    questa telenovela era un fake, anzi, dobbiamo
    tutti incrociare le dita, e sperare che un
    giorno tirino fuori pure la seconda stagione
    di SOGNI D'AMORE.
    Detto questo, lanciamo tutti insieme un appello
    ai GIALAPPI!...E chiediamogli a gran voce un
    SECONDO SOGNO D'AMORE...chissà che questa
    richiesta non venga accolta, e in una loro
    futura trasmissione non mandino davvero in
    onda la seconda stagione...secondo me non è
    impossibile...anzi, è fattibilissimo!

    CIAO! CIAO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, dovrebbero pensare a un nuovo e moderno Mai dire TV, magari più vero, ma con Sogni d'Amore ancora centrale :)

      Moz-

      Elimina
  10. Non era tra le mie gag preferiti e la ricordo a malapena, quindi mi tocca poco.
    Spero che nessuno trovi mai le prove che il mago Gabriel fosse un personaggio costruito! Al massimo potrei credere che fosse stato ingaggiato da qualcuno di Mediaset ma in incognito. Lui credeva veramente in ciò che faceva e pure di essere creduto da qualche matto, era veramente così di suo! 😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... Ema mi duole dirtelo ma... anche il Mago Gabriel era della scuderia Mediaset.
      Certo era già pittoresco di suo, e aveva dei programmi... ma poi ciò che è stato visto su Mai dire TV era caricato a mille... :D
      Non per niente, Gabriel finisce poi anche in un episodio di Sogni d'Amore.

      Moz-

      Elimina
  11. un po' questa rivelazione mi delude... anche perchè non c'era bisogno di creare ad arte certi programmi! In quegli anni, spinto proprio da "Mai dire TV" cominciavo a guardare i canali locali siciliani e non sai quanta roba autentica, ma ugualmente divertente beccavo!

    -cartomanti come il Mago Atanus "l'uomo di dio benedetto dal papa", che ti leggeva le carte siciliane con in sottofondo il tema del padrino e la dicitura "dopo un lungo periodo di meditazione nelle patrie galere, è tornato..." si trova ancora su YT!,
    https://www.youtube.com/watch?v=1qKAbbnpNMc

    -programmi comici più o meno riusciti, tra cui l'indimenticabile "Non è la rai, non è canale 5... ma allora chi schifiu è?!" con i giovani Sasà Salvaggio e Sergio Friscia... che scimmiottavano anche l'Atanus di cui sopra, diventando Gaetanus, il mago stalkerizzato da un cliente omosessuale)
    https://www.youtube.com/watch?v=PKqFzaxABlQ

    -vuoi pubblicità locali? Ti consiglio anche qui "Il mercatino di Salvatore il Pazzo" di Messina, che per dimostrare la resistenza dei prodotti che vendeva li gettava in strada tra le macchine che passavano!
    https://www.youtube.com/watch?v=XQJVqXZCZcY

    forse la lingua è un po' incomprensibile per i non siciliani, ma bastano le immagini xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il commentatore di Atanus è peggio del mago in sé, cerca di parlare italianissimo ma si sentono imperfezioni dialettali XD
      Sergio Friscia per me un mito, e il mercatino di Salvatore top.
      Ecco: cosa costava alla Gialappa's attingere da queste cose?
      Forse... NON poteva! Chissà.

      Moz-

      Elimina
  12. Oddio, ricordo che in Mai dire Tv ci sono stati anche spezzoni di TV estere, tipo un programma asiatico per bambini,o un minigioco agghiacciante di un programma forse tedesco, in cui dei concorrenti dovevano filtrare dei liquami buttati fuiru dai culi di due fantocci.
    Ricordo anche uno spezzone di uno sketch pubblicitario della... Magnabosco? Vabbè, con Benito Urgu, comico sardo abbastanza noto (in Sardegna, ovviamente).

    Trovo più plausibile che abbiano scovato fenomeni borderline su TV locali e li abbiano poi pilotati un po' (o anche molto).
    La telenovela piemontese non può esistere in natura, quella è possibile che sia fatta apposta per essere brutta XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, li hanno trovati, li hanno ingaggiati e quindi pilotati a uso e consumo della trasmissione di Italia 1...
      Ci sta, è geniale :)

      Moz-

      Elimina
  13. La telenovela era talmente trash che pareva impossibile fosse finta :D Quindi vuoi dirmi che quando i vari Michele Giordano o Mago Gabriel si scagliavano in "diretta" contro la stessa Gialappa's, erano mosse a tavolino pure quelle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... probabilissimo.
      Resta da capire se alcuni, pur pagati da Mediaset per conto terzi, sapessero che alla fine venivano sfottuti su Italia 1... O se ne erano ignari. Altri sapevano, come Lorenz...

      Moz-

      Elimina
  14. Mai dubitato delle teorie di Moz enunciate in tempi non sospetti, eheheh!
    Grande post, grande micro-dossier! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks, alla fine la verità doveva essere raccontata :)

      Moz-

      Elimina
  15. Ma sì, non importa, ci siamo divertiti così tanto che gliela perdoniamo :D

    RispondiElimina
  16. Io ti confesso che pur essendo stato amante dei Gialappi all'epoca, non mi ricordo nulla di questa telenovela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAH! Diciamo pure che la totale
      mancanza di trucco e parrucco rendeva
      la cosa ancor più AGGHIACCIANTE!
      Cacchio, non dico che avrebbero dovuto
      avere i make-up artist di HOLLYWOOD,
      però dai, a lui un pò di correttore
      per quelle occhiaie non è che gli
      avrebbe fatto male...XD
      E poi, forse complici le luci, oppure la
      scenografia veramente triste o semplicemente
      per la regia (volutamente) scadente, ma io ogni
      volta che guardavo questa merdavigliosa
      trashata, ho sempre avuto come l'impressione
      di assistere al prologo di un pornazzo
      Italiano amatoriale dei primi anni '90!...
      AHAHAHAHAHAH!...sono stati veramente geniali...
      tanto di cappello agli sceneggiatori di questa
      fantastica (FINTA) telenovela. XD

      CIAO! CIAO!

      Elimina
    2. Esatto, era niente più che il mood di un porno amatoriale.
      Perché è davvero come se ora girassi un qualcosa a casa mia, senza trucco e parrucco... Era pensata così per essere poi derisa^^

      Moz-

      Elimina
  17. Moz, di Lorenz si vedeva che i filmati erano costruiti ad hoc: guarda i titoli di coda alla fine! In una puntata si vedeva Lorenz giocare a biliardo: nei titoli di coda viene ringraziato il bar Mazzarella di Milano. Ebbene il bar Mazzarella era un famoso locale dove si giocava a... biliardo! Proprio così! Ma vuoi sapere un trucco per sapere se il filmato è fake o no? Guarda attentamente i loghi che si vedevano in Mai dire Tv, molti erano chiaramente posticci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi intendi dire che i loghi Telemanila e TF9 venivano appiccicati da Mediaset?
      Comunque sì, praticamente Mediaset aveva un accordo con un imprenditore che gestiva qualche tv locale, e poteva usarne personaggi e loghi^^

      Moz-

      Elimina
    2. Non sempre... dipende da filmato a filmato... guarda ad esempio lo spot esilarante di "Elite pellicce ecologiche" e la sigla del mago Gabriel successiva: il logo cambia leggermente come se col chromakey l'avessero appiccicato sopra. Ma attenzione: i programmi del Suplime Mago erano tutti realissimi! Lo disse Marok che ha caricato su Youtube alcune trasmissioni dell'epoca

      Elimina
    3. Ma una domanda: Gabriel era in onda proprio con quei programmi visti su Mai Dire TV?
      Ci sono altre puntate, o puntate integrali, di quei programmi?

      Moz-

      Elimina
    4. https://www.youtube.com/watch?v=0mnqpV2-n18

      https://www.youtube.com/watch?v=oN0ZcbEPfnA

      https://www.youtube.com/watch?v=tboNT-uEdCg

      eccole, non sono le stesse identiche di Mai Dire TV ma sono puntate della stessa trasmissione ma con ospiti in studio

      Elimina
    5. Ecco, quello che più somiglia a ciò che è andato su Italia 1 è l'ultimo.
      Con Gabriel in esterna che sproloquia di eso e terico.
      Ma vedi il logo TF9? Diverso, moderno.
      Secondo me le cose stanno così: Gabriel era un mago comprato a pacchetto da Fininvest, lui faceva altri tipi di programmi (quelli in studio, anche se la telefonata di Vincenzo a 4.35 circa del secondo video sembra proprio costruita).
      Mediaset lo ha acquistato spingendolo a fare quei suoi programmi assurdi... e poi dopo Mai dire TV, ha continuato a farli perché sapeva che andavano (periodo del nuovo logo TF9).

      Moz-

      Elimina
    6. P.s. nel post della sigla dance ti hanno suggerito un nome per un compositore ;)

      Moz-

      Elimina
  18. Secondo me tutto quello che passa in TV segue un copione ben preciso come a teatro per cui aver appreso questa notizia su una trasmissione cult per tutti noi è solo un ulteriore conferma. Il vero problema è che la stessa cosa la fanno anche trasmissioni a cui diamo una credibilità maggiore, tipo i telegiornali. .....ma io non dovrei scrivere commenti a quest'ora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, vero, paradossalmente.
      Però fa strano che Mai dire TV poteva basarsi su cose VERE, assurdamente reali, che giravano (e girano) nelle tv private.
      Invece hanno inventato tutto, o quasi, di sana pianta...

      Moz-

      Elimina
  19. Che trashume godurioso e "libidinoso" devono essere stati gli sketch di quelle due non-esistenti telenovele commentate dai gialappi :O
    Mi aspettavo però che li postassi qui :/

    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui trovi tutta la telenovela per come è stata mandata in onda da Italia 1! :)
      https://www.cranioleso.it/mondo-gialappas-e-parodie/la-telenovela-piemontese-completa-mai-dire-gol/

      Moz-

      Elimina
  20. Comunque era un capolavoro nella sua assurdità :) La telenovela mantovana invece non la ricordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era una cosa simile a quella torinese... ma durò molto meno :)

      Moz-

      Elimina
  21. Devo ammettere che mi sento presa in giro. io pensavo che la telenovela fosse vera, se non altro all'inizio, e che poi dopo essere diventata famosa tramite mai dire tv, fosse più costruita, vista anche la presenza del mago gabriel.
    Aveva proprio la bruttura tipica di uno che tenta di fare una cosa decente e proprio non ci riesce, non sembrava una bruttura costruita. Sì, sono delusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so se propri l'inserimento di altri celebri personaggi di Mai dire TV voleva essere, sotto sotto, un'ammissione implicita... Come a dire: guardate, è tutto fino, l'abbiamo buttata in caciara!

      Moz-

      Elimina
  22. qui c'è iperbole e surrealità :-)

    RispondiElimina
  23. "Quando non si sapeva ma si immaginava, e niente e nessuno avrebbe potuto far luce sui nostri dubbi" (cit.) ;)

    Erano altri tempi, Miki, altri tempi... :)

    RispondiElimina
  24. Sapere che buona parte di ciò che andava in onda su Mai Dire TV fosse un falso costruito ad arte mi fa crollare un mito. Mi sento preso in giro. Il fascino di quella trasmissione era la surrealtà delle emittenti private, ho sempre pensato che Sogni d'Amore fosse una soap vera e l'avessero introiata sempre di più per la pubblicità che gli stava facendo involontariamente Mai Dire TV. Leggendo i commenti sopra, capisco perché la Gialappa's si è sempre ben guardata dal dire che fosse un falso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che resta solo la sensazione spiacevole di aver voluto far passare tutto come vero, questo è.
      Peccato, perché anche finta, era geniale.
      L'amaro in bocca è però altro, per me: con tante cose davvero assurde che passano sulle tv private, mi spiace che abbiano dovuto costruirle ad arte.

      Moz-

      Elimina
    2. Allora bisogna fare un discorso completo.
      Come sai, per anni hanno mostrato spezzoni dei reality, mostrando le cose più divertenti. Ora, sai benissimo che questi programmi, chi più chi meno, sono farlocchi, di vero c'è poco, e c'è dietro una sceneggiatura, o comunque un canovaccio.
      Esempio. Kris & Kris raccontarono a Radio 105 di essersi ritirate dall'Isola dei Famosi perché era tutto finto. "Stavamo stesi in spiaggia tranquilli, e a un certo punto arrivava uno della produzione a dirci di inventarci un qualche motivo per metterci a litigare."
      Ora, la Gialappa's questa cosa la sapeva, ma stava quasi sempre al gioco. Ma non sempre. Quando Pappalardo a un certo punto sclera dicendo di volere le sigarette (lui che non fumava!) oppure una scenetta preparata dalla produzione che non è riuscito a recitarla e la Gialappa's disse: "Qui la sceneggiatura prevedeva..."
      Diciamo che lo stare al gioco lì ci stava.
      Ma quando l'hanno fatto con La Pupa e il Secchione, lì mi sono cadute le braccia, perché è troppo palese che fosse recitato, quindi dallo stare al gioco si passa a essere corei di presa per il culo. Infatti lì è quando ho smesso di seguirli, perché non faceva ridere e ti sentivi imbrogliato.

      Elimina
    3. Non so che dirti su La Pupa e il Secchione perché non l'ho seguito.
      Forse ormai si darà per scontato che i reality sono falsi?
      Cioè, pensano (i Gialappi) che la gente implicitamente sappia già che è tutto finto? Non saprei...

      Moz-

      Elimina
  25. Invece uno che era proprio vero nella tramissione, pur teoricamente potendo risultare uno dei meno credibili, era proprio Pierino Brunelli. C'è a proposito un bellissimo documentario su di lui su YT, L'Ultimo Imperatore, molto consigliato.
    Alla fine al di là di quelli più eclatanti tipo Mago Gabriel, le telenovele e il caro direttore di Teleciociaria, il resto era sostanzialmente vero.
    Giuseppe Giralico era davvero un predicatore, Concetta Mobili la vedevo pure io ed era proprio così, Lorenz era già un personaggio quindi non è che abbiano costruito molto (forse erano finte le pubblicità dell'amaro roc? boh), anche il tuttologo penso fosse vero, a giudicare dal fatto che non è mai andato a citofonare e non li nominava mai direttamente.
    Ora insomma non penso che "la buona parte" di quel che trasmettessero fosse fatto ad hoc, sennò davvero gli costava più che fare un programma. Il che forse spiega aver smesso a favore dei vari Mai Dire Lunedì ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! :)
      Ecco, qualcuno era vero ma quelli più "personaggi" no.
      Lorenz era personaggio, come dici, e in una intervista disse di essere andato alla Fininvest... quindi ci sta.
      Un po' e un po', ma con la costruzione delle cose più eclatanti^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)