[FUMETTI] Diabolik Anastatika, da gennaio in edicola

 

Chissà, negli intenti doveva essere qualcosa da "legare" all'uscita del film al cinema, prevista per il 31 dicembre ma probabilmente da spostare in tempi migliori.
Fattostà che Anastatika sarà un prodotto che riuscirà a coniugare senza troppi problemi sia le esigenze dei fan più esperti sia le curiosità dei nuovi lettori che verranno.
Non una semplice terza collana di ristampe, ma un prodotto pensato trasversalmente per essere amato dai collezionisti e da chi vuole (ri)scoprire le origini di un fumetto cult: Anastatika ci porterà in edicola i primi 50 albi di Diabolik.

51 uscite settimanali che conterranno la riproduzione fedelissima dei primissimi albi della collana, identici in tutto e per tutto a come uscirono tra il 1962 e il 1965.
Sembra scontato dirlo, ma non è così: tra ristampe ufficiali, scene ridisegnate, ristampe non autorizzate e correzioni di testi, la collezione di Diabolik è una vera e propria giungla in cui orientarsi.
Anastatika vorrà fornire un prodotto quanto più fedele alla sua reale prima uscita nelle edicole, in quell'Italia del boom che diede i natali al feroce criminale.




Preparatevi quindi a vedere albi degli anni '60 e a leggere il prezzo in lire (150!), immergendovi davvero in un'altra epoca e in un fumetto che continua ancora oggi a riscuotere successo, cavalcando i tempi (QUI vi ho raccontato la storia completa di Diabolik!).
Ogni uscita, oltre all'albetto a fumetti, conterrà anche un agile fascicolo da collezione che farà da guida e dietro le quinte: trame e personaggi, variazioni e ripensamenti, le varie ristampe, i momenti topici.
E articoli esclusivi sul mondo del Diabolik di quel tempo.
La prima uscita, prevista il 5 gennaio, sarà praticamente doppia: oltre a Il re del terrore (primo storico albo del novembre 1962 disegnato dal misterioso e introvabile Angelo Zarcone), sarà allegato anche lo stesso albo ma nell'edizione del 1964, ridisegnata da Luigi Marchesi.


fonte Instagram


Previsto anche qualche extra, come il miniposter della copertina dell'albo e -nella seconda uscita- la riproduzione della rara locandina promozionale del 1963.
Era nell'aria, forse, questa pubblicazione: in molti chiedevano una riedizione fedelissima di questi albi, le cui edizioni originali sono divenute ormai rare.
Ogni albo costerà 5,99€, con La Gazzetta dello Sport o Il Corriere della Sera.
Direi che è una vera manna per gli aficionados più esigenti, anche e soprattutto perché i fascicoli forniranno informazioni dettagliate su correzioni, precedenti "censure" e rimaneggiamenti.
Che ne pensate?

Se ti è piaciuto leggi anche

18 commenti:

  1. Lodevole ma prezzo fuori posto... Astorina da sola avrebbe gestito diversamente la cosa. Si vede che è un gioco di marketing abbinato al film.
    E no, non mi interessano i gadget, o comunque vorrei essere io a scegliere se acquistare la versione base o quella col gadget, come faccio se voglio l'albo di Diabolik da solo o col "kalendario" piuttosto che l'albetto "Sottosopra".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che il gadget influisca sul prezzo... Alla fine sei euro per una ristampa anastatica e fascicolo ci sta... Se penso che Kriminal costa un euro di meno con 4 figurine, colorazione pessima e giusto un redazionale...
      Qui siamo proprio su un altro pianeta! 🔥🤓

      Moz-

      Elimina
    2. Diabolik Magnum allora?

      Elimina
    3. Non credo sia minimamente paragonabile la cosa: con queste uscite Anastatika stanno facendo un lavoro molto profondo, recuperando cose chissà dove, anche sicuramente scavando e ricercando le minuzie... Secondo me è un lavoro molto inedito per l'Astorina stessa... :)

      Moz-

      Elimina
  2. avevo le prime due storie nella precedente ristampa gazzetta (preso ad "unneuro"), forse prenderò anche questo se mi ricordo anche solo per avere la versione ridisegnata...

    Miki, ma un post sul fantomatico Angelo Zarcone, detto il tedesco? Visto il successo ottenuto col cantante di Lamù, hai visto mai che riesci a indirizzare la ricerca anche di questo tizio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo caro Andrea su Zarcone non è riuscito a far luce nemmeno Ponzi l'investigatore privato... zero proprio.
      Tanto che forse potrebbe essere leggendario.
      Un post, comunque, sai che era in programma? Specie perché in estate ho visto un docufilm sull'argomento.
      Ma non riusciremo a risolvere questo mistero...

      Moz-

      Elimina
    2. la storia di Zarcone ha grossi punti interrogativi: alcune info per come sono state raccontate sembrano inventate di sana pianta (un po' come succedeva per Noam)... quasi a voler alimentare il mito più che a fare chiarezza...

      Elimina
    3. Sì, perché secondo me potrebbe non esistere nemmeno, nonnina quella "forma" magari, ed era qualcuno stesso della redazione... 🤓🤓🤓

      Moz-

      Elimina
  3. Mi piacciono i cattivi, Diabolik lo leggevo volentieri.
    Ciao Moz
    fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora questa collezione farà al caso tuo!

      Moz-

      Elimina
  4. Per me è una bella iniziativa..300 euro per una ristampa di qualità, addirittura il numero 1 "in due versioni".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, e posso garantire io stesso che la qualità sarà altissima... l'attenzione e la cura saranno davvero di livello :)

      Moz-

      Elimina
  5. Ti ho lasciato nel Blog il mio indirizzo mail.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
  6. Bella iniziativa. I primi numeri saranno sicuramente miei, anche perché, non essendo un lettore assiduo di Diabolik, ho comunque avuto sempre molta curiosità per le origini di questo mito tutto italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, sono storie da avere, anche se ormai superate e anche ricche di molte ingenuità narrative (corrette dopo anni e anni con versioni remake più moderne). Però sono le origini di un mito! 💪🤓

      Moz-

      Elimina
  7. Purtroppo Diabolik è un fumetto che ho seguito poco ma di cui ho comprato di tanto in tanto leggendo le varie storie e trovandolo comunque divertente. Quindi immagino che questa raccolta possa veramente aiutarmi a comprendere meglio il personaggio, le sue origini e la sua evoluzione Grazie per l'informazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso di sì, a patto di sapere che sono storie vecchie sia nella grafica che nella costruzione; che spesso presentano anche ingenuità narrative e banalità assortite (ormai tutte corrette grazie ai recenti remake).

      Moz-

      Elimina

ricevere commenti fa sempre piacere, a patto che siano commenti pertinenti o che arricchiscono la discussione.
Ricorda: non è obbligatorio commentare se non si ha niente da aggiungere o se non si è nemmeno letto l'articolo! Grazie :)