[FILM] Batman (T. Burton), una retrospettiva


Inizia oggi un appuntamento mensile dedicato alla tetralogia dell'Uomo Pipistrello 1989-1997.
Da novembre a febbraio, quattro post che analizzeranno vita-morte-miracoli degli altrettanti film su Batman.
Si comincia proprio con il celebre avvio della saga, firmato Tim Burton!

LA GENESI

1979. Batman era un personaggio un po' appannato, dopo i fasti pop della serie televisiva degli anni '60. Si pensò di ridare lustro cinematografico al soggetto, con una declinazione più dark maggiormente ispirata alle iniziali storie di Bob Kane e Bill Finger.
Dopo iniziali rifiuti, il copione viene affinato e modificato sempre più e il progetto entra finalmente in porto solo quasi dieci anni dopo, affidato ufficialmente a Tim Burton visto il successo di Beetlejuice.

Da 9 settimane e ½ a 9 anni e ½

LA BATMANIA

E proprio in Beetlejuice figurava Micheal Keaton, che Burton si porta dietro in Batman.
Per interpretare nientemeno che Bruce Wayne.
Ora, ci credo che i fan del Cavaliere Oscuro, all'epoca, hanno storto la bocca.
Insomma, Keaton non ha nulla di Bruce Wayne, coi suoi riccioli phonati e la corporatura che genera un nuovo paradosso alla Naoto Date: mingherlino in abiti civili, muscoloso in tenuta da eroe.
Un breve teaser, con varie e fulminee scene, mise tutti d'accordo e, nell'estate prima dell'uscita del film, in America esplose un fenomeno: la Batmania. Il solo simbolo di Batman, che campeggiava nella locandina e nei trailer, ebbe una risonanza impressionante generando un enorme clamore attorno alla pellicola. Batman tornò a diventare un fenomeno della cultura popolare.

ecco a voi Carlo Con-- Bruce Wayne!

GLI ATTORI

A Keaton, in effetti, ci si abitua presto. Non il miglior Bruce Wayne, ma in costume (e ha girato gran parte delle scene d'azione!) rende bene.
Jack Nicholson diventa il Joker, forse il più iconico tra tutti (se la batte con Romero).
Ghigno perenne e costantemente col rischio -calcolato- di finire sopra le righe in modo grottesco, Nicholson riesce a trasmettere la follia di un personaggio che viene riscritto rispetto alla reale controparte a fumetti.
Il Joker diventa qui Jack Napier, colui che uccise Thomas e Martha Wayne creando, di fatto, Batman.
Ma che, a sua volta, divenne il Joker per colpa di Batman, che lo fece finire in una vasca di acido.
Il film si basa su questo, con un po' di tormentato passato, e nel 1989 (siamo negli anni '80, eh!) era già chiedere tanto. E funzionò.
Jack Palance, che viene riscoperto dopo la sua parentesi italiana (mitico Sherry in Squadra Antiscippo!) è qui un boss della mala.
Kim Basinger completa il cast interpretando Vicki Vale, giornalista d'assalto che si ritrova nel mezzo delle vicende e fa anche da pupa idealmente contesa tra i due pazzi in costume (uno da pipistrello, uno da clown).

come cazzeggiano questi due...!

ATMOSFERE

Il Batman di Burton è un Batman da film di Burton. Con un po' di freno a mano tirato, ma ci sta: la sua genesi e il suo sviluppo erano durati dieci anni, il che ne fece quasi un ibrido, comunque molto riuscito, anche a livello commerciale.
Batman torna a essere oscuro -nei limiti degli anni '80- e col dark si torna anche un al pulp.
Di Burton ci arriva una Gotham City futurista e gotica, a tratti dipinta e cartoonizzata dove non si riusciva con la scenografia.
Le atmosfere mixano con spericolata intelligenza gli anni '30 e l'allora contemporaneità. Dunque non stupisce vedere gangsters e edifici oblunghi assieme a boulevard popolati da gente spallinata e cotonata con musica di Prince in sottofondo.


Burton si riconosce anche nell'uso di certe soluzioni animate: fari che illuminano la cattedrale, un Batman che si muove sul tetto con visuale dall'alto, e qualche altro spunto simile.
Il che rende questo film unico nel suo genere.
La volontà era quella di distaccarsi dalle atmosfere della serie tv creandone di nuove (che a loro volta ispirarono quelle della serie animata del 1992).
Batman riesce in questo, sebbene pur con la serietà non per bambini resta comunque un film che sa di essere una fiaba dark, un fumetto. Intrattiene, non va ad indagare le psicologie oltre il dovuto, e nelle sue due ore racconta una storia fatta di diverse vicende ma tutte comprensibilissime.

NOTE

Dalla sceneggiatura sparisce il personaggio di Robin (non amato da Burton), appare Harvey Dent che da caucasico diventa afro. Un gancio per le eventuali pellicole successive, ma non andrà come sperato dall'attore Billy Dee Williams, che immaginava di dover interpretare il futuro Due Facce.
Danny Elfman compone la colonna sonora che diventa per sempre l'inno di Batman, un tema ripreso anche per la serie animata.
Curiosa la citazione fumettistica per il nostrano Corto Maltese, che diventa una località esotica preda di una sanguinosa guerra civile.
Il colore scuro la fa da padrone, ma ovviamente verdeggiano e violeggiano le acide sfumature del Joker. Molte le scene e le battute cult, quasi tutte con Nicholson protagonista (l'attore si assicurò una percentuale sugli incassi, fiutando probabilmente il grande successo).
In sostanza, Batman riuscì nell'impresa di restituire un Cavaliere Oscuro simile a quello degli esordi fumettistici, pur restando un film adatto quasi a ogni fascia d'età.
Ma è con il sequel che Burton spinge l'acceleratore sulla saga, rivelandosi in tutta la sua arte.
Lo vedremo il mese prossimo, perché Batman Returns è anche un gran film di Natale.

Se ami Batman, leggi anche:

Le migliori opere sull'Uomo Pipistrello
20 curiosità su Batman the Animated Series
Analisi su Batman
I nemici più strambi di Batman

104 commenti:

  1. Ne ho un pallido ricordo ma mi era piaciuto anche se il mio preferito ripeto resta quello con la Kidman tra i protagonisti.

    RispondiElimina
  2. Ebbene sì, lo confesso: fin da piccola ho amato Batman. E' l'unico supereroe con una psicologia interessante e, inoltre, molto più "reale" di qualsiasi altro supereroe con superpoteri! Infatti i film li ho visti tutti infinite volte, soprattutto i due girati da Button e quello con Val Kilmer come Batman (ma quest'ultimo forse l'ho visto tante volte perchè Val era un figaccio :P ) Comunque, detto ciò, l'idea di eliminare Robin non m'è mai dispiaciuta perchè è sempre stata una caricatura per rendere il Cavaliere Oscuro più "paterno" e "sentimentale", cosa che ha poi generato una caterva di giovani aiutanti cretini anche per molti altri supereroi! Batman deve lavorare da solo per vincere le sue battaglie interiori, non deve prendersi carico di qualcuno, giusto? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Robin non dispiace, specie poi tutto il percorso di Dick (ma anche di Jason, Tim e Damian). Insomma, ci sta che per un po' Batman debba essere solo, ma poi è fico vederlo tornare umano e meno sociopatico (in questo lo allineo a Diabolik, che poi ha conosciuto Eva che lo umanizza)^^

      Moz-

      Elimina
  3. So che questo mi farà sembrare vecchio, ma ho vissuto la nascita di questo film e anzi ero particolarmente fomentato, sebbene non credo d'aver mai letto un fumetto di Batman in vita mia. Ricordo gli articoli di CIAK, la ricerca delle foto su giornali e quotidiani, e alla fine riuscii pure a scroccare un biglietto gratis: un compagno di scuola aveva il padre che lavorava ad un bar del cinema e riuscì a farmi vedere gratis il film.
    La gente intorno a me ripeteva come un mantra "Ammazza che cazzata", ma io l'adoravo. Adoravo lo stile di Tim Burton, adoravo quel dark, adoravo il costume e... no, non adoravo il Joker né mi fregava niente di Kim Basinger (mai piaciuta), ma adoravo i due videoclip di Prince del film, con bionde decisamente più appetibili di Kim.
    Malgrado la copertura mediatica fosse totale e le magliette col logo girassero ovunque, in giro sentivo solo critiche: com'è sceso in basso il cinema, se ora comincia a parlare di eroi dei fumetti... Nessuno sapeva che era solo l'inizio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua testimonianza, davvero fighissima e interessante.
      Pensa, non immaginavo ci potessero essere critiche, immaginavo fosse piaciuto davvero a tutti ma a pensarci... sì, sicuramente sarà stato visto come film per bambini (visto il personaggio).
      Basinger non mi dispiace ma la donna del sequel mangia tutti.
      Prince ci sta, ottima incursione pop nel dark^^

      Moz-

      Elimina
  4. Film che vidi al cinema nel corso di una rassegna estiva al mio paese: proiettato all'aperto e poi, causa pioggia, proseguito nella sala interna... senza stoppare la pellicola però! Quindi mi mi persi un dieci minuti buoni...
    Non ricordavo Jack Palance nel cast, mentre molto curioso che Napier, oltre a essere il cognome dell'assassino dei coniugi Wayne, è anche il cognome dell'attore che interpretava il maggiordomo nella serie Tv!
    Secondo me qua c'è il miglior Joker, perfetta nemesi di Batman, e senza Robin la storia va benissimo lo stesso (pure a me non strapiace il "wonder boy").

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tante cose importanti da conoscere.

      Elimina
    2. Ahaha, il mitico Alan Napier :)
      Anche per me questo è il miglior Joker, peccato ne abbiano riscritto la storia (ma non le origini: prima di The Killing Joke, veniva considerato come un gangster spietato).
      Jack Palance spacca sempre.

      @Gus: thanks :)

      Moz-

      Elimina
  5. Mi pare che all'epoca fu lo stesso Burton a dire che voleva un attore che fosse credibile anche in smoking non solo in costume, doveva essere uno insospettabile che non si capisse la sua seconda vita e in questo Keaton è stato azzeccatissimo. La colonna sonora di Prince è mitica! Ogni tanto qualche brano me lo risento volentieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io conoscevo Batman solo per la serie anni '60.

      Mi lasciò perplesso, nel film, la scelta di fare uccidere i genitori di Bruce Wayne al Joker stesso. Ma sono quisquilie, poi in effetti conoscevo pochissimo la storia di Batman (me ne parlò il mio vicino che era più grande di me).

      Per me così Batman è stato sempre Keaton e Joker Nicholson.

      Ma rivisto oggi, il film acquista ancora più valore, 'l'impacchettamento' di Tim Burton è perfetto, Burton per me ha raggiunto il top con i due film di Batman ed Edward mani di forbice.

      Poi sì, da fan della serie animata del 1992, non posso che amare il primo, vero, Batman cinematografico.

      Elimina
    2. Ops ho commentato rispondendo a Fabri :D

      Elimina
    3. Riccardo forse intendevi Wayne-Nicholson...;-)D

      Elimina
    4. @Fab: sì, ci sta, anche se Bruce non è abbronzato e ricciolino. Paradossalmente oggi per me Keaton (spelacchiato e col ghigno) sarebbe un perfettissimo Joker, ma anche un perfettissimo Bruce Wayne di un eventuale Kingdom Come :9

      @Ric: anche io ormai associo quegli attori a quei ruoli! :)
      Già, lo dico: sebbene la trama del film regge prorpio per l'assioma "tu hai creato me e io ho creato te", non apprezzo quando cambiano troppo le trame di base e quindi niente Joe Chill ma Napier/Joker... :o

      @Pia: ??

      Moz-

      Elimina
    5. Scusami Miki, è per avvalorare il mio commento. Cancello se non ti va. Perdonami, ciao.

      Elimina
    6. Pia, ma no, che cancello 😂
      Non avevo capito a cosa ti riferivi!!😁

      Moz-

      Elimina
  6. miglior film del genere della prima ondata (periodo che va grossomodo dal successo di Superman al fiasco di Batman & Robin che fece frenare molti successi).

    Poi ci fu la seconda ondata che sdoganò totalmente il genere (questa volta il genere venne trainato dalla Marvel, con Blade e X-Men e summa di ogni epoca X-Men 2 e Spider Man 2 di Raimi!): prima i supereroi non venivano mostrati fedeli, ma sempre rielaborati.
    E se da un lato questo era un bene quando capitavano in mani esperte come Donner o Burton, dall'altro vedevi sempre il Superman di Donner o il Batman di Burton (o di Schumacher!) più che Batman o Superman.

    Certo, oggi siamo totalmente all'opposto: maschere amorfe, pensate per piacere a tutti e senza un minimo di originalità (non a caso i registi sono meri esecutori dei produttori).

    Detto questo, una piccola curiosità personale: da piccolo l'avrò rivisto 10.000 volte (non esagero!), eppure finchè non l'ho rivisto qualche annetto fa, non avevo mai notato che ci fosse anche Lando Calrissian come Harvey Dent!!!

    Ah, un'ultima cosa: anche se aveva toni più seriosi, anche questo aveva i suoi momenti camp involontari, basta vedere le acrobazie a cui era costretto il povero Keaton con quella maschera che gli impediva di ruotare la testa (ce n'è una sul Bat-Wing che ogni volta mi schianta, visto che si deve girare... di busto xD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avoglia che ce li ha, i momenti camp: tutta la scena della cena al museo, per esempio.
      Tra l'altro, quando la gente cade dalla balconata, si vede che si tratta di una scenografia e non di un muro reale, visto come si muove il tutto XD

      Oggi siamo alla terza vera ondata dei supereroi, ma in nessuna di queste si è riusciti a fare un prodotto fico come Batman TAS :)

      Moz-

      Elimina
  7. Effettivamente un po di cose interessanti da conoscere ci sono.In questo film appare "il" Joker.quello definitivo.Shredder.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è così :)
      Nicholson ha consegnato il Joker definitivo.

      Moz-

      Elimina
    2. Quindi la scuderia DC può ritirare il numero di maglia. :D

      Del resto da uno come Nicholson bisogna aspettarsi interpretazioni memorabili, che definiscono il personaggio una volta per tutte. Come Stallone per Rocky, Eastwood per Callaghan, Pacino per Serpico...

      Elimina
    3. Già. E Lee per Eric Draven. E Swartzie per Conan.
      Con Momoa (l'Aquaman attuale) che ha già devastato il secondo e si appresta a devastare anche Il Corvo XD

      Moz-

      Elimina
    4. Dai, il Conad di Momoa è una splendida parodia, con la regia di Mel Brooks se non ricordo male (sono ironico).

      Elimina
    5. Ahahaha! Ma come venne in mente di remakeizzarlo? Aspetto Swartzie per il terzo episodio :)

      Moz-

      Elimina
    6. Manco so perché l'ho guardato, come sai sono contrario ai remake!
      Ah sì, perché la mia ragazza è una fan del Conan originale. Mi ci sono ritrovato dato che lo avevo scaricato per lei.
      Non me ne sono pentito giusto per le risate e per le tette!

      Elimina
    7. Io non ci ho trovato nulla di piacevole, ricordo che cambiavo canale.
      Ma come si fa.

      Moz-

      Elimina
  8. Il Batman di Burton è assolutamente il mio preferito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me, però preferisco il sequel :)

      Moz-

      Elimina
  9. Personaggio fantastico, sempree in ogni versione. Buona giornata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche se il culmine per me lo raggiunge con la serie animata 1992 :)

      Moz-

      Elimina
  10. Lo dico sempre Moz, tu sei il numero uno, il numero uno! (quasi-cit.)
    Iniziative spettacolare che seguirò con grande gioia, ancora oggi ricordo tutte le battute a memoria di questo film, e sono anche quelle che cito più spesso nella mia parlata quotidiana (storia vera), Keaton fantastico, un uomo pipistrello veramente sociopatico e Jack Nicholson che recita per la storia del cinema.

    Mi portò mio padre a vederlo al cinema, il piccolo Cassidy uscì dalla sala imbronciato, triste perché a sua detta “Alla fine il Joker muore” (storia vera secondo estratto). Aggiungo solo che Prince nella colonna sonora è una bomba assurda! Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, grazie mille :)
      Dai, tu un post così lo avresti però fatto ancora più figo e infatti prima o poi mi aspetto anche da te una incursione nel mondo cinematografico di Bats :)
      Anche io conosco a memoria le battute del Joker (quella sul mettere in moto il pistone XD) ed è sempre dispiaciuto pure a me che alla fine il Joker finisce male... :o

      Moz-

      Elimina
    2. Lo dico sempre che a gusti siamo allineati ;-) Ti ringrazio gentilissimo, prima o poi alla prima occasione utile mi piacerebbe farlo, specialmente ai Bats di Burton sono molto legato. Cheers!

      Elimina
    3. Dai, sarà una ficata **

      Moz-

      Elimina
    4. Sì che qua i guest posts languono. 😂

      Elimina
  11. Io lo adoro.
    Adoro di più il secondo per le atmosfere un po' più dark, ma all'epoca avevo una fortissima cotta per Tim Burton e le atmosfere che riusciva a donare nelle sue pellicole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo è assolutamente il mio preferito :)
      Quindi... a tra un mese :)

      Moz-

      Elimina
  12. Ricordo che ai tempi fu un fiorire di merchandising di ogni genere, a corredo del film - non massiccio come oggi, ma massiccio per i tempi.
    Dovrei avere ancora una cartelletta con una copertina del fumetto, mentre maschera di cartone e album di figurine sono andati perduti :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, peccato! Però parliamo di circa trent'anni fa, dunque si può capire che molte cose siano andate perdute.
      Sì, il merchandising era massiccio, anche se poi arrivò quello di Batman TAS e allora ciaone! XD

      Moz-

      Elimina
    2. 30 anni? Caspio, mi sento vecchio che l'ho visto al cinema!

      Elimina
    3. Mamma mia, beato te, sarebbe stato bellissimo: io ho atteso la prima tv su Raidue :)

      Moz-

      Elimina
    4. Devo dire che la media di film divenuti "cult" era più alta in quel periodo che successivamente...

      Elimina
    5. Avoglia! Tra i '70 e i '90 ogni titolo o quasi... era un cult :)

      Moz-

      Elimina
  13. Ricordo che ai tempi fu un fiorire di merchandising di ogni genere, a corredo del film - non massiccio come oggi, ma massiccio per i tempi.
    Dovrei avere ancora una cartelletta con una copertina del fumetto, mentre maschera di cartone e album di figurine sono andati perduti :(

    RispondiElimina
  14. Quello di Tim Burton per me rimane il miglior Batman, non tanto come film ma come interpretazione del personaggio. Questo batman è "figo", oscuro, un'ombra che si muove nella notte. Quello di Nolan è solo un ninja col costume. Ben Affleck ha il fisico, ma il suo Batman non è ancora riuscito ad essere incisivo come questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello di Nolan era un po' meno fumettistico/fiabesco, ma sicuramente figlio del suo tempo e confinato nel suo tempo. Bellissimo, per carità, ma questo di Burton è eterno :)

      Moz-

      Elimina
  15. Concordo con Riccardo.
    Abbraccio, ciao Miki!

    RispondiElimina
  16. a me aveva molto impressionato la scena in cui il Joker carbonizzava il gangster francese con lo scherzetto dell'anello-scossa potenziato. Ovviamente ero un grandissimo cacasotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo che mio padre, nel vedere quella scena (prima tv su Raidue) disse: mh, non è un film per bambini XD

      Moz-

      Elimina
  17. Ho adoratissimo questo film e rimane ancora il mio film batmanesco preferito.
    Il Batman di Keaton mi è rimasto nel corazon.
    La musica è coinvolgentissima.
    Mi pare che addirittura il nome di Nicholson compaia prima di quello di Keaton ma non ne sono certa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, vedi anche nella locandina che ho riportato.
      So che c'era molta curiosità per il Joker di Nicholson tanto che la prima foto dal set fu pagata fior di dollari perché un giornale potesse pubblicarla :)

      Moz-

      Elimina
  18. "Batman" e "Batman - il ritorno" di Tim Burton sono in assoluto i miei film preferiti e sono quelli che mi hanno fatto amare Batman. Lui è un autore e ha voluto ispirarsi al fumetto creando film a sé facendolo diventare un vero e proprio "fumetto visionabile al cinema". Bella anche l'idea di collegare il Joker a Batman puntando che sia stato lui l'assassino dei suoi genitori ("Io ho fatto te ma tu prima facesti me", stupendo). E poi il Bruce Wayne di Keaton l'ho trovato molto gradevole, meno altezzoso e più essere umano. Anche perché la simpatia di Keaton è una garanzia! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi io farei sopravvivere il Joker, e magari lo riutilizzerei nei sequel.
      Però dai, all'epoca fecero bene, e questi due film della quadrilogia sono sicuramente i migliori! :)

      Moz-

      Elimina
    2. La morte del Joker è grottesco e ironico, penso che sia una delle tante cose migliori di questo film. Anche perché nel sequel c'era già un grande come Danny De Vito come Pinguino. Comunque la cosa bella di questi due film di Burton è la diversità che ha voluto dare: il primo punta al gangstar movie anni '50 mentre nel secondo è una bellissima favola gotica. Ma di questo lo commenterò quando parlerai di "Batman Returns" (e spero che lo farai verso Natale, visto che lo ritengo un "film natalizio" a tutti gli effetti)! ;)

      Elimina
    3. Esattamente: ho iniziato la retrospettiva a novembre proprio per parlare di Batman Returns a dicembre, sotto Natale: sarà uno dei post natalizi! :)
      Vero: questo è un gangster movie, a tratti pulp come le storie di Batman anni '30.
      Returns è il più burtoniano.

      Moz-

      Elimina
  19. Chissà perché ma i Batman di Burton sono gli unici che ho davvero adorato ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me sicuramente l'opera che mi ha fatto innamorare definitivamente di Bats :)

      Moz-

      Elimina
  20. Il sequel mi è piaciuto di più... ma ho apprezzato moltissimo anche questo!
    Ho adorato questo joker... forse il mio preferito non assoluto!
    Sai che l'ho preso anche io da Amazon il cofanetto che hai fatto vedere su Intagram... appena €12,00!
    Non vedo l'ora di leggere gli alti post!
    Buona settimana! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente la vedo come te:
      Batman Returns è la mia opera cinematografica preferita su Batman.
      Yes, anche io pagato quella cifra, bene o male, e proprio per quel cofanetto ora arrivano le retrospettive dei film :)

      Moz-

      Elimina
    2. Sapete che io invece non riesco a farmi piacere tanto il seguito. Penso che sia perché c'è troppo poco Batman per i miei gusti. Avrei preferito un supercattivo solo e magari un terzo film con l'altro cattivo. Che poi c'era anche il personaggio di Walken come ulteriore componente del piatto. Il povero Batman mi pareva quasi una comparsa!

      Elimina
    3. Diciamo che poi alzano il tiro: anche nel 3 e nel 4 i cattivi sono sempre due (addirittura tre nel quarto episodio, con un Bane che in pochi ricordano!), però la presenza di Robin e Batgirl riequilibrava.
      Ma io Catwoman non la vedo proprio come nemica, ecco perché :)

      Moz-

      Elimina
    4. Devo ancora capire se Catwoman sia buona o cattiva nell'universo DC...

      Comunque io preferisco la versione di Halle Berry.

      Elimina
    5. Noooo! XD
      Davvero?
      Catwoman mulatta, ma quando mai. Accettabile solo nel telefilm anni '60, lì era mitica :)

      Comunque, adesso Catwoman è ufficialmente dalla parte del bene :)

      Moz-

      Elimina
    6. Eheh, sapevo di dare scandalo con la mia predilezione...
      Il fatto è che Michelle Pfeiffer la vedo meglio in ruoli drammatici/romantici (vedi "Mi chiamo Sam", "Paura d'amare", "Ladyhawke"), mentre per ruoli più fisici preferisco generalmente attrici meno eteree...

      Nel telefilm Catwoman ha avuto tre interpreti, soltanto una era nera.

      Elimina
    7. Eh appunto: e anche da black funzionava, la terza Catwoman. Molto più che Halle Berry (che ho pure visto di persona -da lontano- alla premiere di Catwoman, a Londra XD)

      Moz-

      Elimina
  21. Ho comprato il cofanetto con i quattro film grazie al Blecfraidei al mediamondo. Ottimo articolo hai inserito un paio di chicche che non sapevo! Grande Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, anche ioooo XD
      Lo stesso cofanetto, immagino.
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  22. Il mio preferito é il sequel "Batman - Il ritorno" sempre di Burton con Michelle Pfeiffer e Danny DeVito. Secondo me il sequel rispecchia maggiormente lo stile di Burton. Comunque entrambi i film mi piacciono molto.😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: anche per me è assolutamente il migliore, e infatti ne riparleremo tra un mesetto circa :D

      Moz-

      Elimina
  23. Le visioni cinematografiche di Burton sono sempre interessanti, ma tra tutti i primi Batman preferisco quello con la Kidman e Val Kilmer 😊
    Bella questa serie di post Miki!
    Ciao
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora a gennaio ti attendo qui per parlare di Batman Forever XD

      Moz-

      Elimina
  24. Gli ho sempre preferito Batman Returns ma è comunque uno dei Batman migliori di sempre, con Jack Nicholson perfetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io tra i 4, preferisco il 2 :)

      Moz-

      Elimina
  25. film mitico per me, mi ha fatto scoprire quel geniaccio di Tim Burton e da allora non l'ho più lasciato xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho mollato di cuore perché per me non sempre è all'altezza... Ma qui è stato super! 😎

      Moz-

      Elimina
    2. hehe, allora appartengo allo zoccolo duro di fans burtoniani beh capita ;)

      Elimina
    3. Ahaha, diciamo che alcune sue cose le amo, altre davvero poco^^

      Moz-

      Elimina
  26. Nonostante tutte le rivisitazioni, i film di Batman firmati Tim Burton restano sempre nel mio cuore perché sono speciali e ancora adorabili.
    Ora come minimo mi attendo il Pinguino/De Vito, bravissimo anche lui!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, come ho annunciato... arriva a Natale (ho iniziato a novembre apposta: così Batman Returns finisce a Natale, essendo un film natalizio XD)
      Hai ragione sui Batman di Burton: sono eterni.

      Moz-

      Elimina
  27. Bella mossa iniziare ora, così a dicembre avremo la retrospettiva del secondo che è ambientato a Natale! (avevo scritto prima di leggere tutto l'articolo, ho notato solo alla fine che lo dici tu stesso)
    Forte il paragone con Naoto 😄
    A me Keaton non è mai dispiaciuto come Bruce, non era bello ma affascinante, quindi giusto per la parte.
    Adoro la città resa da Burton perché fin da piccolo (in realtà dalle medie, quando l'ho studiato) ho sempre associato la parola Gotham a gothic, gotico, quindi la versione perfetta!
    Elfman strepitoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha il paradosso Naoto presto lo svilupperemo meglio :)

      Keaton con capelli meno ricci sarebbe stato perfetto. Un po' meno abbronzato, magari... Ma in maschera rende.

      Anche io ho sempre immaginato Gotham come l'ha dipinto Burton! :)

      Moz-

      Elimina
  28. Personalmente è il mio film preferito di Batman. Burton qui ha fatto un lavoro eccezionale (meglio lasciare perdere cosa è diventato invece adesso), una vera e propria fiaba dark nel suo stile più puro.

    Poi Keaton assieme a Adam West è il crociato incappucciato definitivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè, adesso Burton è la marionetta di se stesso, non ne azzecca più una perché scimmiotta il passato, ancorato a esso.
      Meno male che nei suoi due Batman più il Forever che ha prodotto... non ci ha rifilato l'irritante pupillo Depp XD

      Moz-

      Elimina
  29. Ehi ehi ehi! Questo è il mio Batman, quello con cui sono cresciuta! Il primo amore!
    No, non posso assolutamnete commentare, non sarei oggettiva! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, il mio è Returns, quindi sarà a dicembre che mi sbizzarrisco XD

      Moz-

      Elimina
  30. Non è esattamente il "vero Batman"... ma chissenefrega, è il Batman di Burton e come tale l'ho adorato! Ero troppo piccolo quando è uscito al cinema, ma ricordo l'hype per l'arrivo della videocassetta. Praticamente costrinsi i miei a fare l'abbonamento del videonoleggio apposta per averla :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, bello bello! Io feci così per Street Fighter XD
      Ricordo comunque l'hype per la trasmissione su Raidue!

      Moz-

      Elimina
  31. Il migliore film su Batman? Sì, assolutamente, insieme al suo sequel probabilmente ancora più bello. C'è davvero tutto in questi film, le modifiche alla storia sono accettabili, forse per rendere tutto più interessante per il grande pubblico che non sa nulla di questi personaggi.
    Non vedo l'ora di leggere il prossimo post!
    P.S.: non commento da tanto ma dovevo dirtelo, stai sfornando un post meglio dell'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me il sequel è ancora più bello :)
      Bene, allora ci vediamo tra circa un mese... per Il Ritorno :)
      Grazie mille *__*

      Moz-

      Elimina
  32. Ottima iniziativa e ottimo post! La citazione a Corto Maltese deriva da Il Ritorno del Cavaliere Oscuro dove la location fittizia è stata nominata la prima volta, Frank Miller infatti è un fan di Hugo Pratt e ovviamente della sua opera che quindi venne omaggiata così e a pensarci bene lo stile di Miller è molto debitore di quello di Pratt.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già: tutto vero.
      Ed è anche vero che lo stile di Pratt, specie nei "netti" neri, avrà sicuramente ispirato quello di Miller :)

      Moz-

      Elimina
  33. Non saprei se è invecchiato bene. Dalle immagini il tempo rispetto al Batman di Nolan sembra essere passato in maniera impietosa...
    Però dovrei rivederlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Batman di Nolan è comunque l'altroieri, ancora moderno.
      Questo però, per me, è eterno... come la serie anni '60. Anche se magari si vedono i difetti del tempo, resta iconico^^

      Moz-

      Elimina
  34. Arrivo, in ritardo ma arrivo!
    Da piccola lo adoravo, anche se non ricordo molto bene lo svolgimento di questo film o di quello con Pinguino, ricordo di essere stata attratta dalla ‘malattia’ delle ambientazioni e della fotografia, mi piacevano da morire. Ti seguirò in questa retrospettiva, chi lo sa che magari non decida di rivederli!
    Ciao Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente hanno reso una Gotham capace di vomitare questi freak, e vale anche per i film di Schumacher, molto al neon, tanto che i relativi nemici sono colorati :)

      Moz-

      Elimina
    2. E lì c’è Batman e Robin che da piccola mi piaceva da morire per colpa di Chris O Donnell xD (ho dovuto cercare perché non ricordavo i film di questo regista)

      Elimina
    3. Fanno parte sempre della tetralogia di cui stiamo parlando (il terzo è comunque prodotto da Burton)^^
      Arriveranno a gennaio e febbraio, qui :)

      Moz-

      Elimina
  35. Il Batman di Burton lo rivedo sempre volentieri. Non ti nego che apprezzo più il secondo, ma comunque lo considero un cult.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io apprezzo più il secondo, assolutamente^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!