[LA GUIDA] Street Fighter: 30 anni di botte


1987-2017: Street Fighter ha compiuto trent'anni.
La celebre saga videoludica, che ha praticamente dato inizio al picchiaduro moderno -generando epigoni ora riusciti ora meno- conta a oggi numerosi titoli tra sale arcade e console.
E non solo: fumetti, serie tv, film animati, live action e merchandising vario.
Ecco la guida a un cult dei videgiochi.

IN ORIGINE

Sviluppati da Capcom, i videogiochi si basano tutti sul sistema di picchiaduro a incontri.
A fare la differenza sono sempre stati i personaggi, carimastici e iconici. E le loro tecniche: Hadoken e Shoryuken su tutte, mosse speciali (tipo sfere di energia o infuocate) da scagliare contro l'avversario.
Nel 1987 vede la luce il primo titolo, Street Fighter.
Con soli due personaggi giocabili (Ryu e Ken, di fatto i protagonisti), il giocatore è chiamato ad affrontare gli avversari di cinque nazioni: USA, Giappone, Inghilterra, Cina e Thailandia, quest'ultima presenziata dal boss finale e, prima, dal suo allievo (rispettivamente Sagat e Adon).


Ma è nel 1991 che la saga di Street Fighter svolta definitivamente, divenendo, con Street Fighter II: The World Warrior uno dei videogiochi più belli, amati, premiati e venduti di sempre.
Questo titolo, di gran lunga più famoso del precedente, propone dodici personaggi divenuti leggenda: Ryu, Ken, Chun-Li, Honda, Blanka, Guile, Dhalsim, Zangief e i quattro boss Sagat, Bison, Balrog e Vega.

QUESTIONE DI NOMI

Proprio tre di questi boss finali avranno, in occidente, un curioso scambio di nome: il pugile di colore, ispirato a Tyson e chiamato Mike Bison, viene rinominato Balrog.
Di contro, il ninja spagnolo con maschera e artiglio da Balrog diventa Vega.
E il comandante Vega, dal 1991 in poi supremo antagonista della storia, prende il nome di M. Bison, dai più erroneamente chiamato Mister Bison.

I VIDEOGAMES PRINCIPALI

Dopo Street Fighter del 1987 e The World Warrior del 1991, è proprio il secondo titolo a generare una sequela impressionante di "revisioni", migliorate nei comandi, nella velocità e nell'aspetto.
E che aggiungevano anche nuovi personaggi.
Così, si ebbero Street Fighter II: Champion Edition (1992), Hyper Fighting (1992), The New Challengers (1993), Super Street Fighter II Turbo (1994).


Dalla metà degli anni '90 viene sviluppato un "prequel" che si inserisce tra Street Fighter e Street Fighter II. Si tratta della serie Zero (Alpha, in occidente), che con un look maggiormente cartoonesco, conosce ben tre titoli (1995, 1996, 1998). Proprio con Street Fighter Zero 3 la saga raggiunge il picco massimo secondo molti critici: un beat 'em up con oltre trenta lottatori, modalità di gioco particolari (storia a scorrimento con crescita del personaggio) e una grafica frizzante e colorata.
La serie Zero ha un primato: oltre a riportare in scena personaggi del 1987 (come Gen e Birdie), ingloba anche alcuni characters del videogame Final Fight, il "Double Dragon" della Capcom che diviene ufficialmente ambientato nello stesso universo narrativo di Street Fighter.


L'esplosione della moda poligonale e del 3D, esplorata degnamente da Tekken, restituisce nel 1996, 1998 e 2001 la serie Street Fighter EX, con tutti i successivi potenziamenti anche per console.
Il vero sequel del titolo del '91 arriva però solo nel 1997, con Street Fighter III. Una "nuova generazione" di lottatori (del cast principale ne sopravvivono davvero in pochi) con nuovi nemici e uno stile di gioco energico e veloce. Due saranno i seguiti: Second Impact (1999) e Third Strike (2000).


Da lì, bisognerà attendere ben dieci anni per rivedere in azione Ryu, Ken e gli altri beniamini.
È infatti del 2010 Street Fighter IV, titolo che riporta in auge il marchio divenendo subito giocatissimo. Nuovi personaggi ma soprattutto i miti del passato -grazie a una storia che si svolge prima dei fatti di SF III- ne fanno un cult immediato, che viene anch'esso potenziato negli anni, grazie al rilascio di edizioni revisionate.


Il successo di questo titolo mette in cantiere il quinto capitolo ufficiale: Street Fighter V vede la luce nel 2016 e, pur non raggiungendo i fasti del precedente (specie per iniziali problemi tecnici), viene salutato con entusiasmo e voti positivi dalla critica.


ALTRI VIDEOGAMES

Il succcesso del franchise ha visto negli anni l'uscita di serie ibride dove apparivano anche i personaggi di Street Fighter, ora contro il mondo SNK, ora contro quello Tatsunoko, ora contro quello Marvel.
Street Fighter in sé ha incrociato i pixel col suo più celebre rivale Tekken; non sono mancati videogames umoristici (Pocket Fighter) o altri simili a Tetris (Super Puzzle Fighter II Turbo).
Un videogame tratto dalla pellicola con Van Damme, chiamato Street Fighter: The Movie, uscì nelle sale sulla scia del film.

LA STORIA

Street Fighter ha, negli anni, sviluppato una vera e propria trama ufficiale che lega le storie dei vari personaggi.
A grandi linee, la storia vede il giovane karateka Ryu (un tempo allievo di Gouken assieme al fedele Ken) partecipare al primo torneo di Street Fighter organizzato dal thailandese Sagat.
Proprio durante il duello finale, a Ryu succede una cosa particolare: viene investito di energia negativa, liberando per un attimo il suo lato oscuro (Evil Ryu) che, mosso da istinto omicida, sfregia il petto del nemico.
La storia continua con la serie Zero, e finalmente entra in scena il minaccioso Vega, militare in rosso comandante di un esercito criminale noto come Shadowlaw. Questa organizzazione, oltre a tutto il campionario di delinquenza (traffici, guerre civili...) è interessata a Ryu e si premura di organizzare il successivo torneo di arti marziali.
Da qui comincia la caccia al giapponese, che da un lato deve guardarsi dai nemici e dall'altro cerca di capire come fermare il suo lato oscuro, andando alla ricerca di Gouki (Akuma in occidente), fratello del suo maestro e ormai essere senz'anima.
In tutta questa baraonda si intersecano le vicende dei vari altri lottatori, ognuno col suo motivo personale per scendere in campo: chi è affiliato alla Shadowlaw e chi cerca di fermarla, come la poliziotta cinese Chun-Li (il cui padre è stato ucciso da Vega) e come il militare americano Guile, in cerca di vendetta per la morte del suo compagno d'armi (e maestro) Charlie Nash.
Proprio Guile, nelle ultime trame, avrà una sinistra sorpresa riguardo il suo vecchio amico.
Due nuovi nemici si profilano all'orizzonte: Gill e Urien, che come moderne divinità rispolverano il torneo di street fighting per gli scopi degli Illuminati. Toccherà a nuovi lottatori fermarne i distopici propositi della setta.

FILM

Nel 1994 escono ben due pellicole dedicate al mito di Street Fighter. Una è The Animated Movie, ottimo film d'animazione che riprende fedelmente la trama e i personaggi (fermandosi comunque ai fatti di Street Fighter II); l'altro è Sfida Finale, interpretato da Jean-Claude Van Damme, uno scult con Raul Julia e Kyle Minogue che riscrive quasi del tutto la storia originale facendo dell'americano Guile il protagonista assoluto, con una trama molto filo-militare e azione squisitamente tamarra.
Del 2000 è il lungometraggio animato Alpha, e del 2005 Alpha: Generations, sempre in animazione.
Nel 2009 si torna al live action con il bruttino (e criticatissimo) Street Fighter - La Leggenda (in realtà un film su Chun-Li) e con gli animati Street Fighter IV - Legami che incatenano e Round one, fight!. Nel 2012 è la volta di Super Street Fighter IV.

SERIE ANIMATE

Due sono le serie animate dedicate al mito di Ryu e Ken. Entrambe del 1995, una giapponese e l'altra americana, sono rispettivamente Street Fighter II Victory (giunta anche da noi su Jtv, con sigle italiane dei Dhamm) e Street Fighter, ispirata al film con Van-Damme e quindi una sorta di serie animata simile a quelle di Rambo o G.I. Joe aggiornata coi personaggi dei videogame, ma inconcludente.
Vi lascio Tra cielo e terra, sigla di testa di Street Fighter II V.

FUMETTI

Ovviamente non possono mancare i fumetti. Comics, manga, manhua.
Molti arrivati anche da noi: i giapponesi Street Fighter II - Ryu, in due volumi, e II Victory sul magazine Game Over, ma anche i cinesi Street Fighter Zero 2 e Street Fighter III (click sui titoli), nonché altri della casa editrice Udon.

ALTRO

Una web-serie indipendente e fan-made, Asssassin's Fist, coi relativi sequel, sta avendo un incredibile successo sia per la cura nella realizzazione sia per la fedeltà alla storia originale.
Persino il Monopoly ha omaggiato Street Fighter con una edizione speciale. Non mancano bamboline, action figures, peluches, poster, Funko Pop e tanto altro, legato al mitico mondo del picchiaduro più importante della storia dei videogiochi.

69 commenti:

  1. Super post! Bravissimo ci hai messo dentro davvero tutte le incarnazioni di questo mitico videogioco!

    Non sapevo del cambio di nomi dei personaggi. In effetti è abbastanza logico che il pugile alla Tyson si chiamesse Bison, ma non ci avevo mai pensato prima di adesso ;-) Anche nel film con Van Damme il cattivone si chiamava Bison, pensare che ho costretto mio padre a portarmi al cinema a vederlo quel film, pover uomo! ;-)

    La versione Tetris mi piaceva un sacco, e come già sai apprezzato molto anche la serie animata con la sigla dei Dhamm, l'altro giorno che ne parlavamo sul faccialibro me la sono andata a risentire, cosa che penso farò pure ora :-P Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cass! Thank u!
      Ho cercato di riassumere tutto il necessario, trent'anni non sono pochi e di titoli ne sono usciti a bizzeffe.
      Sì, i nomi furono cambiati proprio per la storia di Tyson, che poteva risentirsi.
      Io mi ammalai, febbre, proprio quando al cinema c'era SF con Van Damme. Non puoi capire: tutti i miei amici delle medie ci andarono e io no, fu ORRIBILE.
      Buon ascolto, badboy :)

      Moz-

      Elimina
    2. 'Tra cielo e terra' è intoccabile nel mio lettore mp3!

      Elimina
    3. Pure nel mio!! XD
      Pensa, io la avevo anche su musicassetta (anno 2000)

      Moz-

      Elimina
  2. Post fantastico!
    Mi ha sempre incuriosito la storia che c'è dietro ogni picchiaduro (quando c'è!) quindi mi sono informato anche su Street Fighter e per questo già conoscevo un po' di cose.
    Tra cielo e terra è una canzone stupenda.
    Ho recuperato da poco Assassin's fist su Netflix, molto molto meglio dei due film! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì: Assassin's Fist, pur essendo fan-made (ormai comunque approvato), è la migliore trasposizione live action di SF **
      Dovrebbero continuare anche se io spero in una bella, lunghissima, serie animata come si deve. Netflix, ci sei? :D

      Moz-

      Elimina
  3. Lo sai già chi sono28 nov 2017, 10:48:00

    bellissimo post, l'ho letto tutto di un fiato!
    vorrei sapere di più sul perchè del cambio dei nomi :)
    guarda qui
    https://www.youtube.com/watch?v=JWzFzdMY3ik

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, bellissima citazione! :)
      Comunque, il cambio dei nomi viene quasi sicuramente da Tyson, perché magari poteva fare causa. E allora hanno fatto quel cambiamento.
      Hanno dovuto dare anche un cognome ufficiale a Ken (Masters) perché la Mattel poteva reclamare.
      Altri nomi cambiati: Julia che diventa Eliza, Nash che diventa Charlie (ma ormai è Charlie Nash) e Gouki che diventa Akuma.

      Moz-

      Elimina
    2. Con tutte le sacrosante denunce che ha avuto, Tyson avrei voluto proprio vederlo a fare lui causa a qualcuno...

      Che avrebbe dovuto reclamare la Mattel? Se loro non danno un cognome a un personaggio, mica automaticamente diventa un copyright. A parte che vorrei vederlo Ken di Barbie a fronteggiare Ken di Street Fighter per difendere l'esclusiva del nome! :D

      Elimina
    3. Ahhhah! Secondo me è per questioni di merchandising: action figures con la scritta Ken potevano forse generare spiacevoli dibattiti XD

      Moz-

      Elimina
    4. Di certo Ken Masters nel mondo di Barbie si sarebbe fatto rispettare più del suo omonimo dal sorriso ebete, che la Mattel ha ridotto negli anni a un ruolo da eunuco privo di ogni virilità, buono solo a portare in gita la fidanzata e quella ninfomane sorellina Skipper! :D

      Elimina
    5. Che poi tra l'altro in un periodo Ken e Barbie si erano anche lasciati e lei si era messa con un belloccio.

      Moz-

      Elimina
  4. C'è proprio tutto! Grande! Quanti gettoni ho buttato nel champion edition..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem! In sala giochi lo fondevo ma poi per fortuna un amico lo comprò per pc XD

      Moz-

      Elimina
  5. Sono tornata indietro di 25 anni, Moz! E anche se "femmina" ero una patita dello Street fighter da sala giochi! Vero è che, come hai giustamente confermato, il più famoso è il II, infatti di quello ricordo anche il videogioco (PlayStation o Nintendo? Non ricordo, sai? Ce le avevo entrambe e non ne ho memoria) che con mio fratello ho consumato! Naturalmente ero all'oscuro delle storie dei personaggi e, avendolo abbandonato che ero ancora ragazzina, da grande non ho mai avuto interesse ad informarmi!
    Quindi sei stato una piccola illuminazione! XD
    Non mi sono mai interessata ai film e ai fumetti, chissà... è come se volessi essere "partecipante attivo", quindi questi diversi canali non mi davano la soddisfazione che invece regalava il videogioco!
    Poi, vabbè, si cresce e anche i gusti cambiano.
    Il mio personaggio preferito? Chun-Li! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, II sicuramente è Nintendo, nel 1991 ancora niente PlayStation ma probabilmente lì avrai giocato alla riedizione :)
      Un consiglio: recupera il film animato (mi pare ci sia anche su Youtube), è molto ben fatto e fedele alla trama^^

      Moz-

      Elimina

  6. Questi sono i post che portano al 'top' il Moz 'O clock, bravo Miki :)

    Aggiungo una chicca: Mr. Bison trae ispirazione da uno dei 'cattivi' del manga Riki-Oh, Washizaki.

    La mia esperienza con Street Fighter: ho giocato al 2, ma ero più attratto da Mortal Kombat. Adoro la serie Victory, per me è uno dei migliori anime, anche dal punto di vista del doppiaggio. Bellissimo anche The Animated Movie, l'intro con la battaglia tra Ryu e Sagat è da pelle d'oca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui personaggi ce ne sarebbero di storie da raccontare: in molti vengono da altri manga, pensiamo a LisaLisa di JoJo che ha ispirato Rose di SF!
      Forse sarà il caso di fare un post apposito per tutte queste cose XD
      La serie Victory mi piaceva anche se era lenta, insomma per sparare un hadoken ci voleva mezza puntata.
      Bellissimo il film animato, davvero stupendo l'intro che citi e che riprende il finale del primissimo videogame^^

      Moz-

      Elimina
    2. ahhah vero! Era abbastanza lenta. Ma secondo me molto affascinante e ricca di ottime atmosfere.

      E Cammy White nuda :D anche se solo un cartone

      Elimina
    3. Su Jtv censurarono, lo sai?

      Moz-

      Elimina
    4. Eh, io ho le registrazioni vhs dalla tv (Telenorba-Jtv, SF andava in onda nel preserale) ed era censuratissimo... Mai come fecero poi nel 2002 (mi pare) su La7, dove tagliarono ancora di più... :)

      Moz-

      Elimina
    5. Data la lentezza di Victory farei un controllo sugli autori, caso mai c'è qualche oriundo da Holly & Benji... :D

      Elimina
    6. Ahaha, certo non arrivava alla lentezza di Dragon Ball Z XD

      Moz-

      Elimina
  7. Ci ho giocato una volta sola grazie ad un amico ma non mi è mai davvero piaciuto questo gioco, senza tralasciare il fatto che il film faceva pena :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, stroncato totalmente XD

      Moz-

      Elimina
  8. "Solita" recensione coi controcaxxi! ;)
    Street Fighter l'ho prevalentemente visto giocare piuttosto che giocarlo (anche se una volta sono arrivato ad affrontare Balrog con Dhalsim, dopo varie monetine) e in ogni caso fino a SF II Champion Edition, dato che dopo, abbandonando le sale giochi, ho perso ogni riferimento con quel mondo...
    Curioso come sono venuto a conoscenza della serie Victory: trovai un DVD per strada, privo di ogni custodia, ma con la superficie intatta. Lo provai nel lettore del pc e dentro c'erano alcune puntate della serie, che poi finii di vedere su Youtube. Mi piacque anche se la vicenda di Chun-Li e Vega è tirata per le lunghe con quei flashback che sembrava un misto fra Lost e Beautiful!
    Poi vidi il film di animazione, dove speravo maggiore coralità tra gli otto personaggi "giocabili"...
    Sapevo del film con Van Damme ma mai visto.
    Il resto l'ho scoperto in questa pagina.

    Invito comunque a vedere il breve clip "Street Fighter VS Chuck Norris"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me il film animato è per ora l'opera migliore e più fedele. Persino SFIIV aveva rivisitato un sacco di cose (Sagat carcerato per colpa di Shadaloo?). Vero, alcune cose erano tirate troppo per le lunghe, mi ha sempre dato l'impressione che dovessero risparmiare sulle animazioni...
      Bello il tuo ritrovamento XD
      Il film con Van Damme presto su questi schermi^^

      Moz-

      Elimina
  9. Anche noi lo chiamavamo Mister Bison! Videogioco che amo tantissimo, il mio personaggio preferito è Honda :D Avevi visto i libretti sulla saga che ho preso in uno degli ultimi eventi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, mi pare di averli visti! :)
      Comunque, pare venga accettato Master Bison, così come le Dolls chiamano il loro padrone :)

      Moz-

      Elimina
    2. Honda nelle sale giochi di Taranto era visto come una satira sul politico Giancarlo Cito (già sindaco della città, tra un avviso di garanzia e un processo...), che tra l'altro vantava esperienze di judo... :D

      Elimina
    3. Bellissime queste leggende locali! *__*

      Moz-

      Elimina
  10. Grande articolo! Sono sempre stato del partito di Street Fighter II, contro gli adoratori di Mortal Kombat. Il videogioco rimase per non so quanti anni consecutivi nel bar del paese, ho passato una serie infinita di pomeriggi a spendere una monetina dietro l'altra in giganteschi tornei che coinvolgevano tutti i miei coetanei. Sul fumetto e sui film preferisco evitare commenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohhh *__*
      Ecco, non sono il solo a preferire SF a MK! Certo, io MK lo amavo per le fatality e i modi in cui si potevano uccidere gli avversari (acido, lame rotanti, spine...), ma SF è una spanna sopra sotto tutti i punti di vista :)
      Qua la zampa, bro! :)

      Moz-

      Elimina
  11. Io mi ricordo che quando ci giocavo schiacciavo tutti i tasti del joystick a casaccio e velocemente... non ho mai capito che mosse facessi, però tutto sommato non me la cavavo male! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahaha, tanto dai e dai, qualche hadoken esce comunque :)

      Moz-

      Elimina
  12. Resto legatissimo al secondo capitolo del Coin Op ed anche al primo, anche se per ragioni anagrafiche mi era davvero difficile giocarci visto che premere quei tastoni giganti era una vera impresa per uno scricciolo come il sottoscritto.
    Grande articolo, Moz. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io legato al secondo episodio perché il primo proprio non me lo ricordo nelle sale giochi (e comunque nel 1987/88 le frequentavo già).
      Resta un videogame mitico, e lo sarà per sempre... :)

      Moz-

      Elimina
  13. Mio nipote è un grandissimo appassionato di Street Fighter... gli farò leggere il post, gli farà sicuramente piacere!
    Mi ha fatto provare un sacco di volte a giocare Street Figter IV (mi sembra sia quello) ma io non ci capisco niente!
    In realtà sono 15 anni (lui ne ha 20) che tenta di insegnarmi a giocare a giochini del genere ma io non sono proprio capace! 😜
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso di sì, è il IV, dovremmo starci coi tempi!
      Guarda, non è difficile, basta non dare tregua all'avversario XD
      Thaaanks :)

      Moz-

      Elimina
    2. Allora dovrebbe essere semplice per me perché sono brava a non dare tregua alle persone... ��

      Elimina
    3. Ahahaha XD
      Riprova a giocare con questa nuova consapevolezza! XD

      Moz-

      Elimina
  14. Street Fighter, quanto amore! Mi ricordo che nella società del paese dove vivevo c'era il 2 e ci passavo le giornate, anche se schiacciavo tasti a caso per le combinazioni XDXD
    Adoravo anche il cartone (quella siglaaaa *__*) e al film, per quanto trash, sono affezionata perché è dedicato alla memoria del povero Raoul Julia. Dovrei decidermi a parlarne un po' sul blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, possiamo anche metterci d'accordo e fare una giornata streetfighterosa :)

      Moz-

      Elimina
    2. Perché no? Rivederlo mi piacerebbe assai. Magari dopo le feste!
      Fammi sapere via messaggio Faccialibresco :)

      Elimina
    3. Ok piccola stella senza cielo ;)

      Moz-

      Elimina
  15. Complimenti, grandissimo post!
    (soprattutto per chi è arrivato tardi per conoscere a pieno certe cose :D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contento che ti sia piaciuto^^

      Moz-

      Elimina
  16. tutta roba nuova per me (anche se conosco Tekken) però mi è venuta voglia di giocarci xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, e fidati: è meglio di Tekken :)

      Moz-

      Elimina
  17. Mai stato un amante dei picchiaduro, anzi, non li sopporto proprio ma questo l'ho giocato fino a consumare la cartuccia del Super Nintendo!

    Per i fumetti già sai che amo quelli Jade!

    Sul film stendiamo un pelo (cit.)!

    Sono talmente informato sul prodotto che STAVOLTA non hai scritto nulla che non sapessi già.
    Ottimo articolo è auguri Street Fighter!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, per me il film è comunque un cultissimo che troneggia tra i miei dvd *__*
      I fumetti Jade, per quanto spesso sconfinavano nel trash, erano bellissimi con atmosfere davvero immense.

      Moz-

      Elimina
    2. Io non ce la faccio proprio, tra Guile senza ciuffo, Ken coi capelli corti e, ciliegina sulla torta RAIU! Chi cazzo è RAIU?!

      Comunque ho detto una cazzata, c'era una cosa che non sapevo, il nome di Bison che anche per me la emme stava per mister!

      Elimina
    3. Raiu era da arresto.
      Però dai, è un cultissimo tra action e ironia militare :)
      Ah, vedi? Niente mister :p

      Moz-

      Elimina
  18. Le ore passate davanti a questo videogioco non si contano, comunque ho sempre rosicato che non ci fosse un personaggio italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce ne sono tantissimi, Tox!
      Rose, importantissima, è di Genova (anche se con origini gitane).
      Lei è essenziale per la trama perché di fatto è la parte buona di Bison/Vega.
      Poi una delle Dolls è italiana, Aprile, e un'altra ragazza è italiana tanto che viene cercata dal suo (ex) fidanzato Vulcano Rosso (le cui mosse sono tutti celebri nomi italiani tipo Torre di Pisa e così via).

      Moz-

      Elimina
    2. Azz... questa cosa non la sapevo. ;D

      Elimina
    3. Eheh, mi sa che devo presto fare un articolo ad hoc su curiosità e legami vari :)

      Moz-

      Elimina
  19. Gran bel post! Volevo commentare prima ma il cellulare mi ha tradito bloccandosi... volevo segnalarti un paio di sviste, ovvero la mancanza di Super Street Fighter II che viene prima del Super Turbo e si differenzia dalla mancanza di Akuma e delle super mosse e poi hai invertito i sequel di SF III che sono Second Impact e Third Strike ;)
    Come ricorderai preferisco altre saghe di picchiaduro ma ho giocati a quasi tutti i capitoli di SF, Alpha 3 è stupendo mentre il IV lo trovai la solita minestra riscaldata, semplicemente allo shinkuu hadoken veniva aggiunto il metsu hadoken. Poi ho iniziato a odiare sta cosa della capcom di fare delle nuove versioni dello stesso, non bastavano i DLC... una volta era diverso ma oggi non ne vedo il motivo e lo trovo fastidioso. Comprai il IV nella versione Super, aspettai apposta, e poi han buttato fuori Ultra e Arcade Edition e praticamente erano altri cash se li volevo, mi son fermato al penultimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione su Super SF II, correggo immediatamente (mentre non ho capito la storia dei sequel di SFIII: cioè Third viene prima di Second? Oo)
      Purtroppo la Capcom dal IV ha preso a fare queste riedizioni, aggiornamenti da scaricare e via dicendo.
      Chissà quanti altri capitoli, io al 7 mi fermerei e farei un'edizione LEGEND con tutti tutti tutti i personaggi (anche secondarissimi come Maggio, le comparse in pratica XD)

      Moz-

      Elimina
    2. Ah, ho controllato adesso: Super SF II l'ho inserito: The New Challengers del 1993 :)

      Moz-

      Elimina
    3. Ah mi ero dimenticato che avesse un sottotitolo XD
      SF III Hai scritto second strike e Third impact ma sono second impact e third strike (che è il mio).
      Segnalo anche l'adattamento a fumetti del film fatto dalla DC Comics letto all'epoca edito qua da Play Press

      Elimina
    4. Ahhh, vedi che coglione che sono XD
      Grazie mille, correggo subitissimo!

      Per caso hai ancora quell'albo a fumetti?

      Moz-

      Elimina
  20. Purtroppo l'ho venduto anni fa e ammetto di essermene un po' pentito, era una chicca, trash ma pur sempre una chicca.
    Ti ho approvato i commenti da me, non capisco perché finisci ciclicamente in spam XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, perché era un cimelio :)

      Moz-

      Elimina
  21. Street Fighter è stato il primo amore videoludico della mia vita. Quel cabinato l'ho divorato... Sul pc altrettanto!
    Ancora oggi lo gioco volentieri, anche se al Quinto capitolo devo scroccare dagli amici XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh in questo ti capisco, pure io IV e V scroccati :p

      Moz-

      Elimina
  22. Super articolo, complimenti vivissimi Moz!

    RispondiElimina

grazie per il tuo intervento!