[SIGLA] Il mistero della Pietra Azzurra (C. D'Avena, 1991)





Una delle sigle cartoon più belle per un'opera animata che ha fatto, a modo suo, la storia: Il mistero della Pietra Azzurra (Fushigi no Umi no Nadia).
Arrivata da noi nel 1991, fu subito un successo di critica: sebbene fosse una serie molto più matura e articolata rispetto a quelle che il pubblico Fininvest/Mediaset era abituato a vedere, la vicenda di Nadia e del suo amico Jean conquistò i cuori di molti telespettatori, che seguirono la storia nonostante vari spostamenti in diversi programmi-contenitore.


Da noi venne lievemente censurato (con un episodio "musicale" saltato completamente), ma anni dopo la Yamato Video ha riadattato e ridoppiato l'anime in una forma più fedele all'originale, sebbene anche l'edizione tv fosse molto buona per gli standard televisivi dell'epoca.
Proprio questa edizione "storica" è quella che da venerdì 22 maggio 2020 torna in tv su Italia 1, in versione però restaurata.
Ma le sorprese, su Mediaset, non dovrebbero essere finite: dobbiamo prepararci forse a vedere anche l'edizione ridoppiata e senza censure? Chissà.


L'OPERA

Basata su un soggetto di Miyazaki (ispirato ai romanzi di Verne), la serie fu prodotta dall'allora quasi esordiente Studio Gainax, che qualche anno dopo salirà alla ribalta con Evangelion.
La regia di gran parte degli episodi era curata dallo stesso Hideaki Anno.
La storia, avventurosa e ricca d'azione, inizia all'Expo di Parigi el 1889, quando il giovane inventore Jean conosce la circense Nadia.
Ben presto ai protagonisti si aggiungeranno altri personaggi (come il trio Rebecca/Sansone/Hanson che omaggiano i nemici delle serie Time Bokan), fino alle rivelazioni finali contro un pericoloso ed esoterico nemico.




LA SIGLA

La sigla è interpretata da Cristina D'Avena, scritta da Alessandra Valeri Manera e Ninni Carucci: il testo della canzone italiana inizia con un errore/forzatura, citando Jean "tredicenne" e Nadia sua coetanea, ma in realtà i due personaggi hanno già 14 anni compiuti.




IL TESTO

Se un ragazzo tredicenne salverà
un'acrobata del circo della stessa età
da una banda di cattivi che non molla mai
che avventura favolosa tu vivrai...

Il mistero della Pietra Azzura...


Questa pietra eccezionale brillerà
se un pericolo imminente la minaccerà,
forse è proprio per la sua particolarità
che fa gola a tutti quanti, chi lo sa...

In quest'avventura un segreto c'è
ma nessuno al mondo sa qual è.
In quest'avventura un mistero c'è:
Il mistero della Pietra Azzurra.

Se un leoncino coccolone un giorno sai

a una fiera universale incontrerai,
mentre un aeroplano molto strano proverai
che avventura favolosa tu vivrai...

In quest'avventura un segreto c'è
ma nessuno al mondo sa qual è.
In quest'avventura un mistero c'è

e vorrei scoprirlo assieme a te!

In quest'avventura un segreto c'è
ma nessuno al mondo sa qual è.
In quest'avventura un mistero c'è:
Il mistero della Pietra Azzurra.

 

Ami le sigle cartoon? leggi anche:

102 commenti:

  1. Sicuramente uno dei cartoni animati più belli della storia...

    Non capirò mai certi svarioni sulle sigle... Soprattutto fatti da gente molto competente in materia come la paroliera Alessandra Valeri Manera.

    Dispiace la trasmissione mattutina visto che il pomeriggio sarebbe stato sicuramente meglio.

    Nadia il mistero della pietra azzurra rappresenta la qualità eccelsa degli anime di quel periodo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, e se ci pensiamo... da questo poi il passo verso Eva!! *__*
      Io spero sia in Nadia no censure su Italia 2, sia nella presenza di Il mistero, già da domani, su Mediaset Play... almeno da poterlo rivedere!
      Quanto alla sigla... mai capito :o

      Moz-

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ern, approfittane da domani. È un CAPOLAVORO.

      Moz-

      Elimina
    2. Ernest

      Forse eri grande e non guardavi più i cartoni o troppo piccolo e te lo sei perso è abbastanza conosciuto da chi è nato tra gli 80 e i primi dei 90.

      Elimina
    3. Ho visto il suo profilo sì è proprio grandicello!

      Elimina
    4. Beh, ma l'età non conta niente^^

      Moz-

      Elimina
  3. si questo me lo ricordo, anche la sigla cantata da Cristina D'Avena.
    Ciao Moz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un gioiello di serie e di sigla^^

      Moz-

      Elimina
    2. Moz la sigla non proprio la voce della D'Aveva non è mai stata bella e` molto sgraziata qua quando canta "azzuuuu-uuuurra" mi fa cadere le orecchie, il testo è banale e ridicolo la strofa del leoncino fa ridere
      l'inizio della canzone fino alla metà ha una melodia campagnola che stona troppo che calzerebbe benissimo per la sigla di Tom Sawyer migliora verso la fine con il ritmo rock-pianoforte e con la chiusura del sitar che da proprio il senso magico e misterioso dell'avventura.
      La frase-melodia cardine che caratterizza la canzone è "il mistero della pietra azzurra" che infatti ricordo.
      Il cartone mi piaceva molto è dei personaggi l'unica che ricordo è Nadia la figura principale.

      Elimina
    3. A me la sua voce piace molto (apprezzo meno quando imposta la voce in modo lezioso).
      Riguardo alla parte azzuuuuuuuuurra, è quella finale? Perché lì mi è sempre sembrata cantata in coro (mi sembra ci sia almeno una seconda voce, sovrapposta a quella dell D'Avena).

      Elimina
    4. Magari sono sovraincisioni, eh.
      I cori comunque ci sono^^
      La scelta musicale secondo me tiene conto delle due anime della serie: si inizia in effetti in un mondo campagnolo e si prosegue verso un universo fantascien-steampunk verniano...^^

      Moz-

      Elimina
  4. Ultimamente i tuoi post mi sembrano tutti dei dejavù.
    Ero certa di averti già detto che mi porto nel cuore la sigla de "Il mistero della pietra azzurra", perché coincide con la prima volta che sono riuscita a pronunciare la erre (avevo cinque anni).
    Parlavo perfettamente, ma sembravo una Cinesina, perché usavo la "elle".
    Un pomeriggio, cantando questa sigla che adoravo, venne fuori la consonante.
    Quindi sì. Amavo il cartone e anche il jingle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ne avevo discusso su un altro blog!
      Ma... ho comunque riscritto tutto secondo i canoni di questo blog, quindi molto più ricco del precedente^^
      RicoRdo la stoRia della eRRe :)

      Moz-

      Elimina
    2. Moz parlaci anche di Nausicaä della Valle del vento la prossima volta rimani in tema anni 80!

      Elimina
    3. Stavo preparando con un amico un post miyazakiano... ne riparleremo^^

      Moz-

      Elimina
  5. Questo segna il mio definitivo abbandono ai cartoni di Italia uno e alle sigle della Cristina.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè hai smesso prima di vedere questo?
      Il migliore mai arrivato su Mediaset??
      Recupera da domattina!!! :D

      Moz-

      Elimina
  6. Tredicenne è più musicale di quattordicenne, forse :D.
    Sigla capolavoro.
    Con quella di "E' quasi magia Johnny" è la più bella della D'Avena. Mi gasa un sacco il ritornello "In quest'avventura un segreto c'è
    ma nessuno al mondo sa qual è.
    In quest'avventura un mistero c'è
    e vorrei scoprirlo assieme a te!"

    Il cartone da bambino mi inquietava un po'. In fondo era abituato a cartone con buoni, bambini (che spesso scassavano le palle) e cattivi.
    Questo anime invece era (giustamente) diverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, suona di più nella metrica... e hanno aggiustato così.
      Se pensiamo che durante la serie compiono 15 anni... ahaha!
      Sì, un anime molto particolare e anche adulto... non per niente è ciò che porterà a Evangelion... :D

      Moz-

      Elimina
    2. Ho sempre trovato che la migliore, da un punto di vista musicale, fosse Un incantesimo dischiuso etc. etc.
      Però anche questa è molto orecchiabile e accompagnava una serie superba (Evangelion sembra fatta con idee scartate da qui, al confronto).

      Elimina
    3. Quella è davvero la migliore tra tutte, insuperata e insuperabile.
      Da domani mi godrò di nuovo Nadia, non vedo l'ora^^

      Moz-

      Elimina
    4. Moz Evangelion non l'ho mai guardato ho solo visto delle pubblicità dell'anime da bambina mi pare su Topolino e forse anche negli altri periodici Disney come W.I.T.C.H ma a parte il nome altisonante e mistico che mi attirava non mi piacevano per nulla le figure femminili così sessualizzate nelle tute, per curiosità ho guardato pochi minuti fa alcune scene su YouTube e non mi piace che parli dell'apocalisse e che ha continui riferimenti sessuali e psicologici tanto contorti.
      Per chi ama il genere catastrofico-futuristico sarà magnifico e un capolavoro come alcuni scrivono ma credo che la sua ex fama sia gonfiata le ultime generazioni dai 30 anni in giù non lo conoscono infatti chi me ne aveva accennato 11 anni fa era stato uno che adesso ha sui 50 anni.

      Elimina
    5. Ho visto il suo profilo si` è proprio grandicello.

      Elimina
    6. Non c'è differenza tra le ragazze di Eva nelle tue e le sailor in divisa... il concetto è quello.
      Essendo un'opera mistica, ovviamente sì, parla di determinati argomenti ma c'è anche molto altro... un vero sottotesto dedicato alla cultura nerd/otaku dell'epoca, di quella generazione^^

      Moz-

      Elimina
  7. capolavoro di anime! Ho già impostato la registrazione (non avendo notizia della versione integrale...).

    speriamo che mandino in coda anche il film "Il mistero di Fuzzy"

    PS: ho aperto il blog e leggo mezzo sonnacchioso "SIGLE+MISTERO" e mi chiedo: "che razzo di mistero c'è sulla sigla di Nadia???" xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, stavolta nessun mistero ma solo la particolarità del "tredicenne" XD
      Comunque... spero di godermi anche la versione Yamato, su Italia2!

      Moz-

      Elimina
  8. Una sigla bellissima, ma mai come l'anime stesso, semplicemente meraviglioso, uno dei "cartoni" della mia vita ;)

    RispondiElimina
  9. Mai vista, ma ho un amico che possiede il cofanetto con l'intera serie, quindi forse è il momento di vederla...

    C'è chi lo ritiene il miglior anime di sempre, anche nei commenti precedenti ci sono molti consensi, quindi occorre verificare. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bella e ricca di misteri, con un'atmosfera alla Verne davvero bella.
      Ahimè, la protagonista è abbastanza antipatica e sul finale, dopo aver risolto l'intrigo, c'è almeno un matrimonio buttato li a casaccio...

      Elimina
    2. E' molto bella infatti, sopratutto se si include il film animato realizzato tempo dopo come vero e proprio finale, che include, se non sbaglio, quello che doveva essere il finale originariamente concepito. Anche senza di esso, però, è una serie bellissima, se non sbaglio il precursore degli anime più affascinanti, esoterici e con rimandi alla cultura e filosofia europea come Escaflowne e le opere di Miyazaki

      Elimina
    3. Non so se fosse il finale pensato, Nadia e il mistero di Fuzzy, ma è da vedere (ok, la serie ha un senso anche per conto suo, eh!).
      Sì, è forse l'inizio di quelle serie più esoteriche e mature... non male :)

      Moz-

      Elimina
    4. Diciamo che giudizi stile "miglior anime di sempre" sono questionabili per principio, però il Mistero della Pietra Azzurra confermo anche io che sia davvero molto bello ;)

      @Conte Gracula Si, ma davvero parecchio a casaccio XD

      Elimina
    5. Di certo è nella top 10 delle migliori serie animate, almeno per moltissime persone! 🤓💪

      Moz-

      Elimina
    6. @Alex: non so cosa dirti, era proprio buttato lì. In tempi recenti, pure in Naruto e Bleach ci sono stati personaggi uniti secondo il criterio del boh o del fandom.

      Elimina
    7. Quindi dite che a volte accontentano i fan??? 🤣💪

      Moz-

      Elimina
    8. Solo quando fa comodo, purché non comporti uno sforzo :P

      Elimina
    9. Eh, dovrebbero sentirli di più :)

      Moz-

      Elimina
    10. Io ti direi di meno, invece XD
      Tu mi fai una storia bella, io ne fruisco e poi commento. Ma s devo farti la storia, voglio un po' di dindini!

      Elimina
    11. Ahaha, ci sta :)
      No, però io intendevo proprio l'ascoltare i fan quando invece si sta per fare qualche cazzata grossa... XD

      Moz-

      Elimina
  10. Ho sempre amato queste sigle cariche di mistero e di atmosfera... non solo per le parole ma anche la musica ti dà un senso di misticismo, ti comunica che è una serie ricca di significati, di filosofia, di esoterismo e fascino! Anche Rayearth/Una Porta Socchiusa ai Confini del Sole mi dava la stessa sensazione e, in tempi più recenti, il Segreto della Sabbia. Sono queste le cose che ti fanno capire il potere delle sigle, ti catturano, ti spingono a guardarle. Anche alcune sigle di Giorgio Vanni ti catturavano in modo simile ma più per l'epicità nel suo caso mentre Cristina sapeva infonderci fascino. Non so se l'ho descritto bene ma ascoltare il Mistero della Pietra Azzurra è come trovarsi tra le mani un libro di Jules Verne: sei rapito dalla misticità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, erano sigle con un fascino particolare.
      Con quella lievissima vena drammatica o comunque misterico-avventurosa, particolare.
      Quelle di Vanni gasanti (anche senza il tunz tunz, sono celebrative), queste altre sono particolari a un livello diverso^^

      Moz-

      Elimina
    2. Non avrei saputo dirlo meglio 👌
      Te lo chiedo qui per evitare di spoilerare
      SPOILER
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      -
      Il finale originale vedeva Jean e Nadia ormai adulti che ascoltavano alla radio la notizia dello sgancio della bomba atomica in Giappone. Questo li portava a riflettere sulle parole di Gargoyle sul pericolo della tecnlogia in mano agli umani ed era quindi un finale agrodolce. Ora io non vedo il film animato da anni ma mi pare ci fosse questa scena.
      Altra cosa: cosa censurarano esattamente? Perché da che ricordo ce ne erano tante di cose normalmente censurate: armi da fuoco, sangue, fanservice, riferimenti a diavoli e inferno... insomma, mi pare che all'epoca non avessero cominciato a tagliare ogni cosa

      Elimina
    3. Allora: le censure furono minime, giusto qualche scena più audace di Nadia, un intero episodio musicale, una scena che conteneva la sigla originale. Il nome Grandis che divenne Rebecca, Gargoyle che divenne Argo e poco altro. Alcuni riferimenti esoterico-religiosi sono stati annacquati.
      La scena che citi non ricordo fosse nel film Fuzzy, sai?? :o

      Moz-

      Elimina
    4. Allora forse è un effetto mandela XD

      Elimina
    5. Ahaha non saprei, oppure avviene dentro la serie!

      Moz-

      Elimina
    6. @Thor: grazie di avermi fatto conoscere il segreto della sabbia, che ai tempi ho perso totalmente. Non era malaccio, un po' Nadia, un po' Studio Ghibli (già Nadia aveva palesemente preso da lì, con Laputa, ma qui ho visto molto anche di Conan, il ragazzo del futuro).
      Magari non raggiunge l'epica di Nadia, ma è carino. E la sigla "arabeggiante" non è male ;)

      Elimina
    7. Il segreto della sabbia fa paura, davvero!
      Altro anime Mediaset abbastanza anomalo, lo apprazzai molto quando uscì qualche anno fa.
      Sigla meravigliosa.

      Moz-

      Elimina
    8. @Conte Gracula lieto di essere stato utile 😁 anche a me è piaciuto molto proprio perché mi ha saputo tanto di anime "miyazakiano" esoterico e a sfondo mistico. E ho trovato i personaggi caratterizzati molto bene. Non è Nadia ma si difende bene.
      Sempre nella stessa categoria, mi permetto di suggerire Il Castello delle Stelle di Alex Alice che però è un fumetto francese non un anime (almeno per ora... mi piacerebbe molto se lo diventasse in futuro, lo stile è praticamente quello!)

      Elimina
  11. Ricordo la canzone, ma non il cartone.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  12. Musicalmente mi piace ancora poco, ai testi ho sempre badato poco quando si tratta di anime.
    Il cartone resta uno dei miei preferiti in assoluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm, volevo dire che mi piaceva molto non poco, sorry.

      Elimina
    2. Sì, era il periodo d'oro per la musicalità delle sigle Fininvest. Smessi gli strumenti anni '80, si era passati all'uso di strumenti e sonorità molto particolari.

      Moz

      Elimina
  13. La sigla è una delle mie preferite e riguarderei l'anime molto volentieri perché lo adoravo... peccato non avere tempo materiale di guardare la TV ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero comunque che possa essere anche su Mediaset Play!!

      Moz-

      Elimina
  14. Denis: Bella serie l'ha registro su decoder per rivedermela

    RispondiElimina
  15. Ai tempi ero una bimbetta, quindi ricordo che non mi piaceva quanto altri cartoni animati... forse ora, da adulta, lo apprezzerei di più! Ma la sigla, quella sì che me la ricordo con piacere! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lyra ciao, benvenuta a bordo!!^^
      Sicuramente era una serie molto diversa dai soliti cartoons, quindi ci sta. Da grandi possiamo sicuramente apprezzarlo di più!

      Moz-

      Elimina
  16. Spettacolo... amavo tutto di questo cartone: sigla, storia, e lei... Nadia, uno dei miei più grandi amori cartooniani <3 :D

    RispondiElimina
  17. Moz non centrano ma dimmi tu li guardavi i Digimon, i Pokémon, Sakura quando uscirono nel 99 che avevi 16 anni e anche Detective Conan quando ne avevi 19 nel 2002?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Desidero saperlo anch'io!

      Elimina
    2. Digimon e Pokémon no, non erano il mio genere ma comunque è capitato che li vedessi. Sakura sì, leggevo già il manga, idem per Conan: li ho seguiti in TV. Perché?

      Moz-

      Elimina
    3. Che domanda ovvio per curiosita` ti interessi di ogni cartone e la domanda era ovvia.

      Elimina
    4. Ah, ok! No ma ovviamente seguo i miei gusti. Per Pokémon e Digimon ero già molto fuori target, non offrivano niente per me. Li ho pure visti saltuariamente, ma non mi dicevano niente di che... In quel periodo seguivo le altre cose, tra repliche e altri cartoon Mediaset o su altre reti! 💪😉

      Moz-

      Elimina
    5. Qua e là, i Digimon avevano delle palesi ispirazioni lovecraftiane (sembra incredibile, ma è così XD ) però non le hanno mai seguite a sufficienza :(

      Elimina
    6. Io ricordo un po' la prima stagione e poi un'altra che ho seguito random: forse Tamers.

      Moz-

      Elimina
    7. Io ho guardicchiato varie serie, dei Digimon, ma mai seguite fino in fondo.
      Risentono molto del target d'età basso, perciò, se non ti piace quel livello di storia, non ti cattura.

      Per me ci sarebbe il potenziale per una storia a diversi livelli, con quello spunto: non dico di farne Shin Megami Tensei, ma potrebbe dare di più e a diverse fasce d'età.

      Elimina
    8. Un cartoon che era in grado di parlare a varie fasce fu Sailor Moon, ad esempio.
      Digimon rientra nella serie "merchandise da vendere" tipo trottole ecc... è difficile che possa appassionare dopo una certa età.

      Moz-

      Elimina
  18. Ciao Moz!
    Quanti ricordi! Adesso ho la canzone che mi risuona nella mente senza sosta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh almeno ci prepariamo alla visione tra poche ore!! 😉🤩

      Moz-

      Elimina
  19. Ecco questa è una serie che nonostante ci sia lo zampino di Myazaki non mi è mai piaciuta,non mi ha mai preso,e neppure la sigla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ci sta ci sta... Sui gusti non si discute! 😉💪

      Moz-

      Elimina
  20. Mi piacque un sacco! Che ricordi. Confesso di aver canticchiato la canzone mentre leggevo il testo.
    Un saluto

    EM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io stamattina mi son goduto il primo, mitico episodio.
      E ho canticchiato la sigla :)

      Moz-

      Elimina
    2. Sigla versione di 1 minuto? Oppure quella di 2 minuti?

      Purtroppo non posso vedere la tv comandano i miei parenti...

      Elimina
    3. Quella classica, storica. Ma non saprei se ne esistono due versioni perché ne ricordavo una che iniziava con l'aeroplano che apriva il portellone ecc...

      Moz-

      Elimina
  21. Finalmente Mediaset fa un po' di revival anni '90, non se ne può più di Licia-Creamy-Emi mandate in loop all'infinito. XD

    Faccio outing e confesso che di questo cartone mi piaceva solamente la sigla: Nadia, Jean e la bambinetta scassamaroni non li potevo proprio soffrire, poi se non sbaglio proprio all'inizio c'era già un fillerone che me li aveva resi ancora più indigesti.

    Ma Anno alla fine è riuscito a creare un finale decente, o si è ritrovato come il suo solito ad animare 20 episodi col budget di un ramen precotto? Con Karekano ed Evangelion finì proprio così. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, non avendo soldi, subappaltò alcuni episodi ma almeno vennero diretti (in economia) da un suo amico.
      Però dai, il finale, esoterico e potente, è riuscito^^

      Moz-

      Elimina
    2. Diciamo che non è una presa in giro come il finale di Evangelion pre-film, ed è gia molto XD
      Il finale di Nadia è un po' convenzionale e prevedibile, ma non brutto (a parte lo spiegone in cui ti rivelano chi, anni dopo, abbia sposato chi. Lì c'è almeno un matrimonio wtf).
      Personalmente, non mi è piaciuto l'oav successivo: una buona idea potenziale, ma lo sviluppo non mi ha convinto.

      Elimina
    3. Ahaha ma lì c'erano stati problemi di budget superati con l'ingegno "artistico".
      Anno, comunque, si vede che è lui...

      Moz-

      Elimina
    4. Ma anche la storia non era sviluppata benissimo. Non terribile, ma non al livello di Nadia.
      C'è da dire che con la serie avevano puntato così in alto, che l'oav sembrava troppo poco ambizioso.

      Elimina
  22. Bella storia!! veramente avvincente, succedeva di tutto! ...E soprattutto con un signor finale (che spesso nei cartoni mancava).
    Ma sorge spontanea la domanda: Ma la Disney si sarà ispirata (e quanto) a questa serie per il film Atlantis - L'impero perduto?
    (forse sono io l'unico a non saperlo XD )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le analogie ci sono, ma forse più per la caratterizzazione grafica dei protagonisti che per la trama. In realtà Atlantis sembra più Laputa 🤓💪

      Moz-

      Elimina
    2. Mmmm bah, diciamo che si assomigliano tutti e tre... ma tra la Pietra Azzurra e Atlantis ci sono veramente troppi elementi in comune: non solo il concept dei personaggi, ma anche il mondo di Atlantide (di cui la protagonista femminile è l'ultima erede in entrambi i casi) e ovviamente la pietra magica al centro della storia (sì, quella c'è anche in Laputa).
      Certo, può anche essere solo una serie di fatali coincidenze... non ultima l'ambientazione steampunk.

      Elimina
    3. Beh, sembra strano che i personaggi siano così uguali... una volta vidi un dossier di Kappa Magazine dove venivano confrontati... sembrano davvero le versioni disneyane di Nadia & co., però chissà... Anche se l'ispirazione c'è senza dubbio...!

      Moz-

      Elimina
    4. Alla coincidenza credo poco, erano davvero troppi dettagli simili, pur con una storia diversa.
      Il design (personaggi che si differenziano per età o capelli) il brillocco magicoso, Atlantide e, ovviamente, un intrigo militaresco (che forse ricorda più Laputa che Nadia, ma vabbè).
      Diciamo che pesca nello stesso mare, per stare in tema.

      Elimina
    5. In effetti ovviamente c'è poco di coincidenza, potrebbe anche darsi che... la Ganinax ha venduto l'idea, eh.
      Liberamente ispirato a... Che ne sappiamo^^

      Moz-

      Elimina
    6. E' molto probabile perché Atlantis, così come il Pianeta del Tesoro e Titan AE (anche se non è della Disney quest'ultimo) è stato concepito apposta per essere sulla stessa scia degli anime esoterici, fascinosi e "verniani" che in America arrivarono più o meno in quel periodo e ovviamente sfondarono di brutto. E' per questo che rispetto a tanti altri film Disney risultano tanto diversi e molto più profondi specie nelle caratterizzazioni dei personaggi. Quindi sì, penso che Atlantis volesse essere la risposta Disney ad anime come Nadia e il resto delle opere simili.
      A conferma di ciò, i character designe di Atlantis sono stati fatti da un fumettista (Mike Mignola, il creatore di Hellboy).

      Elimina
  23. https://www.facebook.com/339527772909493/posts/1359449004250693/ volevo segnalare l'ennesima gaffe dei giornali italiani 😣

    RispondiElimina
  24. Apprezzo comunque lo spazio che gli hanno dedicato...

    RispondiElimina
  25. Era uno di quei cartoni che mi piacevano un sacco, lo facevano su Italia 1 al mattino nei primi anni '90 e ricordo che lo guardavo mentre mi preparavo per andare a scuola.
    Tra l'altro penso che forse nessuno abbia mai osservato che sia stato un incredibile precursore dello steampunk.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, secondo me hai beccato la prima replica o addirittura... il secondo blocco di episodi!
      Molto molto bello... io farei altri anime su questa scia...

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)