[MUSICA] Litfiba Road to 40: 2009-2011, la reunion Piero & Ghigo


Si separano nel 1999, ognuno proseguendo poi con il proprio progetto.
Ghigo Renzulli continua a tenere vivo il nome Litfiba; Piero Pelù inizia una carriera solista.
Ma erano destinati a incontrarsi ancora, perché la verità è solo una: Piero e Ghigo sono il nucleo dei Litfiba, che non possono esistere senza l'uno o senza l'altro.
E così il duo più rock d'Italia si ricongiunge: l'11 dicembre 2009 chiunque provava ad accedere ai siti web di uno o dell'altro veniva reindirizzato a un'unica rinnovata pagina: Litfiba.
Con una grande immagine che non lasciava alcun dubbio: Ghigo & Piero, Piero & Ghigo.
Erano tornati.


PRIMA DI INIZIARE

Come sempre vi lascio i link dei primi quattordici articoli della storia completa dei Litfiba:


UN SALTO INDIETRO

I rapporti tra Piero e Ghigo, dopo una turbolenta rottura nel 1999, si riallacciano già nel 2005, quando il primo inizia delle trattative per l'acquisizione di vario materiale targato Litfiba per poter pubblicare il doppio album dal vivo '99 Live.
Probabilmente però ci furono degli auguri di compleanno, di mezzo.
Nei consueti ringraziamenti di fine libricino, nei CD di Piero cominciava a rispuntare fuori il nome Ghigo.
Poi quest'ultimo stava pensando a un disco di duetti, e ricontattò Ghigo: era già il 2008.
Due prove tra vecchi amici che non si vedono più: ma la magia era tornata improvvisamente.
La supplica ironica Litfiba tornate insieme di Elio e le Storie Tese era stata ascoltata.



RIUNITI!

Nel 2010 i Litfiba avrebbero compiuto trent'anni: il rifare qualcosa durante quell'anno fu la spinta che porta Pelù e Renzulli a reimmaginare un rinnovato progetto Litfiba.
Con loro, sono chiamati Daniele Bagni al basso, Federico Sagona alle tastiere e Pino Fidanza alla batteria.
La Sony mette sotto contratto i Litfiba, ristampando Spirito, Mondi Sommersi e Infinito.
Non solo: il gruppo editoriale L'Espresso celebra il ritorno della band con un cofanetto e una collezione in dieci uscite (che comprende anche due DVD e tre libricini).


TRE DATE

Si parte con tre date a marzo 2010: sono scelti i club di Losanna, Monaco e Zurigo.
Il successo di pubblico fu impressionante.
In aprile, i Litfiba si esibirono in Italia nei principali palazzetti.
Anche qui un trionfo che sancì sia il ritorno della coppia Piero-Ghigo, sia l'amore del pubblico.
Ma la band, a gennaio, aveva anche confezionato due brani inediti...



STATO LIBERO DI LITFIBA

A giugno 2010 è in vendita il doppio album Stato libero di Litfiba: un lungo live (tratto dalle date fiorentine del 16 e 17 aprile passato) che si apriva però con i due inediti composti a inizio anno.
Il pezzo che lanciò l'uscita fu Sole nero, alchemico e rockettaro. Si apre con un mantra oscuro e continua con una energia che fa del pessimismo la sua forza profetica:




Seguì Barcollo, altro nuovo brano della premiata ditta, il cui video è ispirato a L'angelo sterminatore di Luis Buñuel per una spietata fotografia della società:



Di Sole nero venne pubblicata anche una versione "primitiva", dal tono garage-rock e un testo a tratti diverso, che lascia forse intendere si parli del ricongiungimento tra i due artisti: "vedo bianco, vedo nero, tra la luce e il buio; e come il sole con la luna ci si incontrerà, come due diamanti pieni e vuoti a metà".


Stato Libero di Litfiba divenne presto disco d'oro e poi disco di platino, riallacciando al presente un'avventura che sembrava morta più di dieci anni prima e che invece aveva ancora molto da raccontare.
È l'inizio di una nuova trilogia concettuale, la Trilogia degli Stati.
In chiave genuinamente rock vengono proposti i brani recuperati per i live primaverili, pescati da tutta la produzione passata (escludendo i lavori senza Pelù e Infinito, disco della separazione con il quale è ancora difficile venire a patti).


TOUR ESTIVO  E OLTRE

Il tour estivo è un altro grande bagno di folla per i Litfiba.
Un grande ritorno che i fan apprezzano senza riserve, e che regala un viaggio a tutto tondo nella storia della band.
Le date proseguiranno anche in autunno, concludendosi con alcune tappe nelle principali capitali europee nel marzo 2011.


LITFIBA RARE & LIVE

A giugno del 2011 i Litfiba pubblicano il box Rare & Live, che contiene rarità e precedenti album dal vivo.
Non solo: il cofanetto contiene anche vari gadget tra cui una penna USB su cui era caricato l'intero contenuto del box.
Particolarità di Rare & Live è il contenere Eneide di Krypton del 1983 e il bootleg Live in Berlin del 1984.



PROSSIMAMENTE: IL PRIMO ALBUM DA RIUNITI E IL RITORNO AGLI ANNI '80!
 

Fonti consultate


F. Guglielmi, A denti stretti - La vera storia dei Litfiba, Giunti, 2000
P. Pelù (con M. Cotto), Identikit di un ribelle, Rizzoli, 2014

28 commenti:

  1. Sole Nero è un bel pezzo. Purtroppo però radiofonicamente non ha avuto molto successo..In quei tempi facevo la trasmissione in diretta, alla domenica, e ovviamente Sole Nero ha fatto capolino nelle nostre playlist :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano, gli stadi erano tutti strapieni...
      Forse radiofonicamente non funzionano più, mentre altrove sì, dal vivo e su altri lidi... :)

      Moz-

      Elimina
    2. Sole nero è un bel pezzo, forse il migliore di questa nuova fase, che per il resto trovo deludente e priva di mordente...

      Elimina
    3. Beh, non dimentichiamo la super-reunion dei Litfiba storici, o i bellissimi live della Tetralogia '90 e pure quelli di Eutopia Tour... :)

      Moz-

      Elimina
  2. Alla fine era stata tutta una messinscena come la fuga di Bugo dall' Ariston😂😂😂. Scherzo eh. Lo sai che son canaglia😂😂😂.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha!
      Purtroppo no, MAGARI: e dico magari, perché non avrebbero letteralmente perso dieci anni, da separati...

      Moz-

      Elimina
    2. Invece,io e credo tanti altri non ci avrebbero mai scommesso sulla reunion dei litfiba. Negli ultimi anni non si parlavano più ed avevano un rapporto solo professionale, poi c'è stata un'aspra diatriba legale sul marchio e altre cose...
      Poi il tempo avrà attenuato certe cose, ed anche la convenienza nel riproporre il gruppo, visto il tiepido andazzo della carriera di Pelù, e il tentativo, miseramente fallito, di riproporre i litfiba con altri cantanti...

      Elimina
    3. Vero, nemmeno loro si aspettavano un ritorno di pubblico così clamoroso, con date sold-out e maree di concerti.

      Moz-

      Elimina
  3. Questa fase mi è pressoché sconosciuta, anche perché i miei interessi musicali si erano estesi altrove in quel periodo.

    Continuano a non vedersi i video da smartphone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, noto anche io il problema, sarà roba del nuovo Blogger mortacci suoi e delle mamme degli sviluppatori.

      Moz-

      Elimina
    2. Ti conviene arrangiare mettendo, sotto al player del video, anche il link diretto testuale... Io farò così.

      Elimina
    3. Ottima idea! 💪🤩

      Moz-

      Elimina
  4. A me la reunion ha fatto molto piacere, sono un patrimonio della musica italiana! :) Come mi piacerebbero quelle dei Timoria e degli Articolo 31, ma anche là si sono almeno rappacificati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, so che gli Articolo hanno anche fatto due date, uno o due anni fa... sbaglio?

      Moz-

      Elimina
    2. Gli Articolo come gruppo si sono riuniti solo in occasione di una serie di concerti di J-Ax!
      Quest'ultimo non ha alcun interesse a riproporre cose nuove sotto questo marchio, in quanto ormai ha raggiunto un grande successo come solista, e ai suoi concerti non ripropone mai brani degli Articolo 31, a parte domani smetto (che è sua)! Mi piacevano molto ai tempi, ma a distanza di anni credo che del loro repertorio ci sia poco da salvare, il resto è invecchiato male alla stregua dell'anacronismo....

      Elimina
    3. Mh, diciamo che sono rimaste robe anni '90, ma comunque iconiche a modo loro... Certo, non tutte.
      Alcune, fore le hit, le salverei... ma purtroppo questo mondo rap è un mondo veloce che difficilmente si fa classico. Non è come il rock.

      Moz-

      Elimina
    4. Degli Articolo salverei: Domani, Solo per te, Così e cosà, Maria Maria,Domani smetto!
      Non tutto il rap anni 90 è invecchiato male però, per esempio i pezzi dei Sottotono sono tutt'ora validi a mio parere, o la roba di Neffa e Sangue misto...
      C'è da dire però che il rap italiano degli anni 90 era musicalmente grezzo, immaturo, acerbo, in molti casi!

      Elimina
    5. Vero, vero... era un rap molto tricolore, ingenuo se non addirittura costruito (vedi Jovanotti), ma qualcosa di tosto c'era, come i 99 Posse! :D

      Moz-

      Elimina
  5. Ciao Moz, ad oggi ancora non so se Piero è Ghigo si sono riuniti o vivono da separati ma me ne farò una ragione.
    Dopo averti letto, da quel curioso che sono e con l'aiuto di YouTube ho cercato di comprendere, ma non ho compreso. Di Ghigo so poco e di Piero invidio solo i suoi folti e lunghi cappelli e sinceramente non credo meritino la tua ottima prosa.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, si sono riuniti a fine 2009, come ho raccontato qui.
      Ma entrambi proseguono i propri progetti solisti.
      Ma Piero È il cantante di Litfiba, così come Ghigo ne è il chitarrista :)

      Moz-

      Elimina
  6. È andato tutto come doveva andare. Un peccato avere quel buco di 10 anni in una band del genere. Certo, di cose buone (buonine) ce ne sono state in quello spazio, sia da una parte che dall'altra, ma non era Litfiba. Lunedì per lavoro sarò a Firenze. Se avrò tempo, un giretto in Via De Bardi me lo farò volentieri per rendere omaggio al 40ennale :D
    Viva Litfiba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, benissimo!
      Sempre giusto andare alla mecca rockettara :)

      Moz-

      Elimina
    2. Un buco di 10 anni dici...io credo che certe volte bisogna avere l'onestà intellettuale di analizzare le situazioni in modo razionale ed obiettivo; i litfiba già a fine anni 90 avevano concluso il loro ciclo, si era arrivati a brani ultracommerciali come Regina di cuori, o pop melodico come Il mio corpo che cambia, roba che si discostava molto da ciò che sono stati i litfiba, della loro cifra stilistica!
      Con la reunion si è raschiato il fondo del barile, proponendo album come grande nazione o eutopia, che non hanno accontentato ne il pubblico, ne i fan storici...

      Elimina
    3. Se Grande Nazione sembra una sorta di raccolta di brani solistici dei due, riadattati per l'occasione come canzoni uniche, Eutopia mi pare già migliore...
      In ogni caso, Regina di cuori è un unicum nemmeno pensato come hit, fu casuale... non demonizzo Mondi Sommersi, anzi :)

      Moz-

      Elimina
    4. Fatico a pensare che Regina di cuori e Ritmo #2 non fossero pensate come potenziali hit!
      Da Spirito in poi si era intrapreso un percorso che puntava sul rendere più mainstream e commerciale la musica dei litfiba, con la sapiente regia di Alberto Pirelli. Perché in fondo "piacere a tanta gente è una gabbia seducente..."

      Elimina
    5. Guarda, se ti dicessi che Ritmo nasce dopo il 1990?
      Si chiamava Bueno, e può essere ascoltata su Youtube... praticamente è Dinosauro (finita poi in Terremoto) e Ritmo (di Mondi Sommersi)... quindi non so, erano canzoni già esistenti... io parlerei più che altro di stile, certo erano più commerciali ma non in negativo^^

      Moz-

      Elimina
    6. Sì, dico un buco di 10 anni. Perché cose buone o cattive fatte, il duo Pelù-Renzulli era, è e sarà i Litfiba. Non è che possiamo riportare le annate delle band basandoci su ciò che di buono o meno hanno fatto. Magari un gruppo ha 40 anni di storia, di cui 10 fatti bene e 30 uno schifo, ma saranno pur sempre 40 anni di storia.

      Elimina
    7. Sì, ma infatti sono quarantenni con un buco di 10 anni... :D

      Moz-

      Elimina

ricevere commenti fa sempre piacere, a patto che siano commenti pertinenti o che arricchiscono la discussione.
Ricorda: non è obbligatorio commentare se non si ha niente da aggiungere o se non si è nemmeno letto l'articolo! Grazie :)