[ICONE] Masters of the Universe: tutte le linee e le opere mai realizzate


Un grande brand come quello dei Masters of the Universe ha anche una grande storia.
Di cui noi abbiamo visto solo una parte, perdendoci di fatto idee iniziali, spunti per eventuali rilanci, idee per varie opere mai uscite.
Progetti anche intrecciati, che tornano, si perdono, riappaiono.
Difatti, come si può facilmente supporre, anche il mondo di He-Man è stato attraversato da diverse proposte, alcune mai andate in porto.
Questa è la lista delle linee e le opere dei Masters mai realizzate, che però alla fine in qualche modo sono state quasi tutte recuperate... e vi illustro anche come!

LE PROVE DI HE-MAN

Sull'origine della linea ci torneremo in un altro post; ma riassumendo in breve possiamo dire che la Mattel, a fine anni '70, cercava un nuovo eroe generico oltre al noto Big Jim.
Dopo diverse prove, vennero fuori i prototipi dei Masters che conosciamo.
Ma prima, si pensò a vari tipi di He-Man: militare, barbarico, spaziale.


immagine web

Questi tre prototipi sono però stati realizzati per la linea Classics; per l'occasione hanno ricevuto anche una propria storia nella grande vicenda dei Masters.

immagine web

IL PRIMO HE-MAN

Una prova dell'He-Man guerriero, forse con l'ombra di Conan il Barbaro che aleggiava sul progetto, venne fuori a inizio anni '80, disegnata da Mark Taylor.
Il suo nome era Vikor, e già conteneva ascia e scudo. La Mattel però modificò il colore dei capelli da nero a biondo, per alleggerirne un po' il tono e restituire al pubblico un eroe dall'aspetto più positivo.

immagine web

Vikor è stato comunque recuperato come personaggio, di recente.
È diventato l'He-Man nordico di un periodo precedente alla storia del principe Adam (vedi QUI).

immagine web

LORDS OF POWER

Finalmente i Masters vennero modellati quasi al 100%, e pronti per testare il gradimento vennero inizialmente chiamati Lords of Power.
Qualche dettaglio differiva qua e là rispetto a come poi vennero effettivamente messi in commercio (col nome ufficiale di Masters of the Universe).


immagine web


Nel 2020 questo set di personaggi, con le fattezze dei prototipi d'epoca, ha visto effettivamente la luce accanto alla linea Origins (che propone le action figures in modalità vintage ma con più snodi).


immagine web


L'ANELLO DEI SOGNI

Un minicomic di sette pagine scritto da Michael Halperin nel 1983.
Non vide mai la luce, neppure in fase intermedia di disegno, e oggi ne sopravvive solo la sceneggiatura.
Una volta completato, il fumettino sarebbe probabilmente stato incluso nella confezione di Faker, ma non andò così.
Pare che qualche elemento della storia doveva comunque essere ripreso per un episodio della serie a cartoni animati.



RITORNO DALL'ISOLA DEL TERRORE

Un minicomic del 1985, è stato disegnato e inchiostrato -ma mai colorato-, e sarebbe dovuto essere allegato al pupazzetto Flying Fists He-Man.
Nel volume Minicomic Collection del 2014, tutte le tavole di questa storia inedita sono state finalmente mostrate.



I PERSONAGGI DEL CONTEST "CREATE A CHARACTER"

Nel 1985, in pieno boom della linea, la Mattel bandì un concorso chiamato Create a Character: gli aspiranti disegnatori avrebbero potuto inventare il proprio Master, e la giuria avrebbe scelto tra tutti quelli arrivati. Il vincitore si sarebbe visto trasformare in action figure la propria opera!


immagine web


Vinse Fearless Photog, ma di fatto tale personaggio non venne mai realizzato... almeno non negli anni '80!
Recuperato per la recentissima linea Classics, Fearless Photog ha avuto così l'onore della ribalta. E con lui, sono stati riabilitati anche molti altri personaggi che si distinsero in quel contest...


immagine web

LA WAVE DEL 1988

Mentre già si sviluppavano nuove idee per i Masters, da declinare in altre forme, la Mattel non voleva fermare la produzione di action figures.
E, per la wave del 1988, pensò a diversi personaggi che altro non erano se non un totale smaccato riciclo ricolorato e riassemblato di pezzi precedenti.
La wave numero 7 non vide però mai la luce.


immagini web

A tali personaggi è stata però per fortuna resa giustizia in questi ultimi anni, usciti nella linea Classics.


immagine web


ALLA RICERCA DI KELDOR

Nel 1987, la Mattel intendeva rilanciare il mito dei Masters: pensò a una nuova potenziale storyline introdotta dal minicomic The Search for Keldor, contenuto in alcuni personaggi di quell'anno.
La storia raccontava della ricerca intrapresa da Randor, desideroso di ritrovare il fratello Keldor scomparso da anni dopo che un incantesimo era andato male.
Skeletor ovviamente impediva di lasciare agli eroi la scoperta della verità su Keldor...
Questa trama non ha mai avuto un seguito all'interno dei minicomics, e si concluse così.


immagine web


Ma la storia di Keldor venne ripresa nella serie animata del 2002: un potente stregone che, ferito gravemente, accettò di diventare il demoniaco Skeletor.
In questo frangente non si accenna alla parentela tra lui e il re Randor, che è probabilmente sottintesa per quanti conoscevano il vecchio minicomic.

immagine web


Tuttavia le nuove storie dei Masters, a partire dalle biografie e minicomics della serie Classics, ufficializzano il legame di sangue tra i due personaggi.


immagine web


THE POWERS OF GRAYSKULL

Sempre nel 1987, la Mattel continuava ad esplorare ogni possibilità per mantenere fortemente vitale il suo marchio più redditizio.
Venne ideato dunque uno spin-off, dal nome The Power of Grayskull: avrebbe raccontato il passato di Eternia, con gli antenati di He-Man in guerra contro gli Uomini Serpente.
Il mondo era quello di Preternia.



Se la storia venne introdotta solo in un minicomic -senza mai continuare nei due albi annunciati e mai usciti- qualche giocattolo effettivamente venne distribuito, sebbene fuori dagli USA avesse il packaging classico.
La divisione italiana produsse i due giganti, ma i personaggi principali (He-Ro, Eldor...) non vennero mai mesi in commercio.
Almeno fino al presente, usciti in varie edizioni.

immagine web

MARVEL / STAR COMICS #14

Nel 1987 la Marvel pubblicò, sotto l'etichetta Star Comics, tredici numeri della collana Masters of the Universe (più uno speciale adattamento del film con Dolph Lundgren).
Col doppio albo del 1988, che vedeva l'apparente morte di He-Man e il dominio assoluto dei nemici, la serie si concluse.
Nonostante questo, esistono i disegni delle tavole di un quattordicesimo numero, mai dato alle stampe...



SERIE TV LIVE-ACTION

La Mattel, dopo l'esperienza di gioco televisivo/interattivo con Captain Power, avrebbe voluto sfruttare in qualche modo la stessa tecnologia per rilanciare il mito dei Masters: siamo attorno al 1987/88, il film è appena arrivato nelle sale e subito si pensa a un live-action basato sulle avventure dei Masters.
Si sarebbe pescato tra culturisti e star di giochi tipo American Gladiators, con personaggi semplificati e non troppi elementi fantasy perché difficili da replicare dal vivo.
Il telefilm era da intendersi come spettacolo settimanale di prima serata.



Varie furono le prove, che ovviamente dovevano tenere conto del meccanismo a raggi infrarossi. Non se ne fece nulla, ma parti di quelle idee furono lanciate come unica uscita nei negozi per il 1988: Laser Power He-Man e Laser Light Skeletor.
Tre i paesi dove vennero testati, tra cui l'Italia.


immagine web


I DOMINATORI DELL'UNIVERSO 2: CYBORG

Nonostante avesse scontentato tutti i fan dell'opera, la Cannon (QUI tutti i film!) mise in cantiere un sequel de I Dominatori dell'Universo, film cinematografico oggi divenuto cult.
In questa nuova avventura, He-Man sarebbe tornato ancora una volta sul nostro pianeta e... si sarebbe camuffatto da giocatore di football americano.
Per fortuna l'idea venne abortita, anche se -pur col cambio di Lundgren a favore di Laird Hamilton- nel film ci sarebbero stati persino Trap Jaw e She-Ra
Ma mezzi, sceneggiatura e parti di scenografia sono diventati nientemeno che il film Cyborg con Van Damme, uscito nel 1989.


immagine web

H.E/M.A.N.

Tra i tanti studi per un eventuale rilancio dei Masters, a cui si lavorava già dal 1987, ci fu la stranissima idea di rendere He-Man... militare, peraltro delle forze armate americane!
In un altro concept, sempre a tema militaresco, c'era più spazio per attrezzature fantascientifiche.
Sarebbe stato forse simile a G.I. Joe?
Siamo nel 1988.


HE-MAN AND THE MASTERS OF SPACE

Progetto misconosciuto del 1988 sarebbe dovuto essere una serie animata della Filmation.
In questa serie, pare, sarebbero apparsi i prototipi di molti personaggi poi finiti ne Le Nuove Avventure di He-Man.
Fu la prima volta che si pensò a He-Ro, figlio di He-Man e Teela: con il suo gruppo di eroi si sarebbe contrapposto al malvagio Skeleteen, figlio di Skeletor e Shadow Weaver.
Da questa storia è stato recentemente recuperato solo il personaggio di Skeleteen, apparso nel canone Classics.


immagine web


LE NUOVE AVVENTURE DI HE-MAN 2

Mai prodotta, la seconda stagione del cartoon He-Man del 1990 avrebbe probabilmente riportato He-Man e Skeletor su Eternia, dopo l'avventura spaziale.
Nel canone narrativo della serie Classics, le avventure nello spazio di He-Man e Skeletor proseguono, e i due si alleano temporaneamente contro l'Impero Horde.


immagine web

HE-RO, SON OF HE-MAN AND THE MASTERS OF THE UNIVERSE

Nel 1996, si studiò il modo per riportare in auge il brand Masters, con una serie animata in fase di sviluppo: Dare era il figlio adottato di Adam e Teela, e col ritorno in scena di Skeletor (circondato da vecchi e nuovi scagnozzi) si sarebbe trasformato in He-Ro.
Con lui, nuovi Masters impegnati a fermare i piani del malvagio stregone.


immagine web


Tale serie non venne mai realizzata; la "bibbia" con disegni e descrizioni è stata resa pubblica qualche anno fa.
Tuttavia nel canone Classics la storia è stata parzialmente ripresa e l'action figure di He-Ro II è finalmente uscita.


immagine web


FILM CINEMATOGRAFICO

Dal 2002 iniziò a circolare la voce di un nuovo film sui Masters, diretto nientemeno che da John Woo.
Varie le voci, le notizie e le smentite, per tutta le decade.
Alla fine si arrivò anche a ipotizzare un'opera incentrata sul soldato Adam, che avrebbe intrapreso un viaggio alla scoperta della sua vera natura (He-Man) opponendosi a Skeletor.
Altre fonti volevano Brad Pitt nel ruolo del protagonista.


immagine web


MASTERS 200X, TERZA STAGIONE

La stupenda serie del 2002 (QUI la retrospettiva) che di fatto per prima ha cercato di dare un senso a tante "incarnazioni" dei Masters, venne bloccata sul più bello: cancellata per problemi commerciali, si fermò alla seconda stagione con la momentanea sconfitta degli Uomini Serpente.
Tuttavia, se la produzione fosse andata avanti, avremmo visto il ritorno su Eternia degli Horde nonché l'apparizione di She-Ra!
E, come action figure 200x, She-Ra venne almeno realizzata!

immagine web


Per la stesura dell'articolo ho tratto informazioni specialmente dalle pubblicazioni Dark Horse come Minicomics Collection e The Art of He-Man.
Prossimamente continueremo a esplorare il mondo di He-Man e i Masters of the Universe con tutte le linee narrative dell'opera e con uno speciale sui giocattoli mai realizzati!

leggi anche

46 commenti:

  1. La storia della nascita di He-Man è spettacolare, ho visto un paio di documentari a tema su Netflix, ma tu sei il massimo esperto di MOTU, quindi mi piacciono questi tuoi post ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeah, poi delle origini vere e proprie parleremo in un altro post!
      Stay tuned! 💪🔥

      Moz-

      Elimina
    2. Ah perché c'è ancora roba da raccontare? Ogni post credo sia il "finale".

      Elimina
    3. Già solo in questo post annuncio tre post sui MOTU...
      e se consideriamo il nuovo, completo e aggiornato riassunto totale dell'opera (che arriverà nei prossimi mesi...) siamo a 4 :D

      Moz-

      Elimina
  2. Si, direi che non hai tralasciato niente.
    Riguardo a Fearless Photog direi che il pensiero che viene spontaneo guardandandolo in quanto vincitore, sia "Minchia, chissà allora quelli che hanno perso"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah! Tanto alla fine i finalisti li hanno reinglobati tutti nella trama (Netta, EyeBeam, Brainwave...) ma effettivamente... Chissà gli altri 😂🤓

      Moz-

      Elimina
    2. Però, considerato che sono creazioni di bambini, voglio essere giusto e riconoscere almeno una cosa a Photog: il suo potere come idea era qualcosa di piuttosto creativo e non qualcosa di semplicistico. Esteticamente lascia a desiderare, ma sul potere il bambino si è probabilmente meritato la vittoria.

      Elimina
    3. Probabilmente sì!
      Chissà come gli è venuto in mente... e se oggi tipo quel tizio lavora nel cinema o nella TV :D

      Moz-

      Elimina
    4. Io spero che Mattel abbia avuto il buon gusto di spedirgliene una copia (parlo del classic): mi sembra un riconoscimento ed una cortesia dovuta, avendolo creato lui.

      Elimina
    5. Assolutamente sì: uscì anche una foto a riguardo :)

      Moz-

      Elimina
    6. Ah ottimo, la cosa mi fa piacere :)

      Elimina
  3. Alla luce degli articoli precedenti, diventa relativamente facile capire il destino dei progetti non andati in porto immediatamente.
    He-Man col cannone in testa fa più ridere di Ram Man, meno male non hanno perseguito quel progetto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo: hanno saputo scremare ogni idea iniziale (ma anche idee di mezzo) e alla fine è venuto fuori solo il meglio (o quasi... 😂)
      💪

      Moz-

      Elimina
    2. Come sai io avrei tolto tutta la parte su Trolla e sviluppato la saga sulla base dei primi minicomics, He-Man e Skeletor che cercano ciascuno di riunire le due metà della spada.

      Elimina
    3. Purtroppo per fare quella cosa, bisognava cancellare tutto il resto che è venuto dal 1983 in poi...
      Quella saga è molto bella, potente... per fortuna comunque è stata mantenuta come parte di trama per i fatti PRIMA di Adam :)

      Moz-

      Elimina
  4. Mamma mia, i primi prototipi di He-Man sono spaventosi! Quello con il carroarmato in testa, è terrificante! E fortunatamente, per la linea classic, sono stati realizzati in modo migliore (a parte carroarmato man, che sembra uscito da Kinnikunuman).
    Per ciò che concerne "Create a character", avevo letto sul mitico librone di He-Man. Terribili tutti, specie Eye Bean, personaggio che poi ha fatto parte del mitico Freak, sgorbi :D (film del 1992, ahha).
    Il fumettino "Alla ricerca di Keldor" è bellissimo..ne ho due copie. Laser Power He-Man è stato uno dei miei He-Man, non sapevo fosse il "progetto" di una serie alla Capitan Power!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, Laser Power He-Man forse è stato il mio primo He-Man :D
      Ricordo perfettamente quando lo abbiamo acquistato.
      Carrarmato-man veramente brutto... chissà che avevano in mente di fare... Forse qualcosa lla G.I. Joe!
      Alla ricerca di Keldor, assieme ai minicomics di quel periodo, è tra i migliori^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sai che Laser Power He-Man, completo anche non confezionato, può valere anche centinaia di euro (idem il suo corrispettivo Skeletor)? Per gli Americani sopratutto, è rarissimo.

      Comunque si, l'opzione era una cosa militare: alla Mattel non avevano ancora deciso che tema dare al nuovo prodotto, quindi hanno creato quei tre prototipi così un pò alla cazzo, giusto per avere davanti le varie possibilità (militare, fantasy, spaziale).
      Il tizio era effettivamente soprannominato Tank-Man XD

      Elimina
    3. Esatto... erano ancora agli albori, alle prime indagini di mercato... vagliavano ogni possibilità...
      Per fortuna ha prevalso il fantasy barbarico^^
      Sì, so che vale tantissimo... pensa, io lo avevo... anche se non funzionava la luce XD
      L'Italia una delle tre nazioni dove venne commercializzato: da noi i MOTU andavano ancora fortissimo^^

      Moz-

      Elimina
    4. Già, anche perchè fra i tre prototipi, il barbano era anche l'unico che avesse un certo... senso compiuto, se mi passi il termine :D

      Elimina
    5. Sì, anche se credo che VAGAMENTE la versione spaziale sia comunque finita in Flipshot della serie 1989/90 :D

      Moz-

      Elimina
    6. Purtroppo il mio si ruppe...

      Elimina
    7. Io forse semplicemente non ci ho mai rimesso le pile, ma ricordo che alla fine quel filo che portava la corrente lo staccai...

      Moz-

      Elimina
  5. Articolo davvero eccellente! Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e a voi! 🧡🧡🧡💪💪💪
      Torno a chiederti, tra parentesi: ma tu hai un blog?

      Moz-

      Elimina
  6. Forse lo saprai già ma è uscito il castello di Grayskull megaconstrux.. 3500 pezzi Lego compatibile :) (un altra minaccia per il portafogli)Dylan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, ma ho rinunciato: ho deciso di collezionare gli Origins! E già lì se ne andrà qualche mille euro! 🤓😅

      Moz-

      Elimina
  7. Cinematografoman.... col potere di trasmettere i cinepanettoni e annichilire il nemico.
    ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha potrebbe essere la spiegazione della fonte dei suoi poteri...!^^

      Moz-

      Elimina
  8. Tantissime chicche, alcune cose le ignoravo completamente!
    Ma che senso ha l'he-man con il carro armato in testa, mi chiedo? 🤣
    Ho solo qualche dubbio sul fumetto del 1987. Su he-man.org si trova completa, anche il numero 13, e la storia finisce con l'Adam del presente che ritorna nel suo tempo per impedire l'ascesa di skeletor, non mi sembra ci sia nulla lasciato in sospeso. A meno che non si pensasse a un seguito ambientato tutto nel futuro oscuro in cui he-man è morto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto al fumetto 14 non ho idea, semplicemente forse avrebbe continuato con altre avventure... magari ispirate all'andazzo del film (dato il vestito di He-Man).
      Quello con il carrarmato in testa... lasciamo perdere XD

      Moz-

      Elimina
  9. RITORNO DALL'ISOLA DEL TERRORE

    Ma............. il disegno quindi ci svela che è He-Man (o il suo fornitore di fiducia Man-at-arms) ad aver inventato il fidge spinner!

    Maledetto, per una cosa così diabolica avrei pensato a Skeletor.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha sì, quasi possiamo dire che il Flying Fists sia tipo lo spinner.
      Però era fighissimo, come potenziamento di He-Man :D

      Moz-

      Elimina
    2. Sarà.
      Io mi immagino il lucertolone: "cos'è quella cosa che gira in maniera totalmente inutile! E' ammaliante! Non resisto, ne voglio subito una anch'io!!"

      "Arrenditi e l'avrai, potrai giocarci tutto il giorno nella tua cella", risponde il probo He-Man con un sorriso sardonico.

      Elimina
    3. Ahaha, poteva essere anche un trucco, quello dell'ammaliare, per bloccare il nemico e usare quello spinner con lo scopo che aveva: dare mazzate XD

      Moz-

      Elimina
  10. Io ho letto tutto..giuro , ma non ho capito quasi un cazzo😂
    Ma che sono i minicomics?
    Comunque quello con la testa con la Canon potrebbe far concorrenza a uno dei cenobiti di Hellraiser 3.
    Comunque ottimo articolo...uno che conosce già la saga parte avvantaggiato-:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I minicomics sono fumettini inclusi coi giocattoli.
      Sì, è un post molto tecnico, molto di nicchia... lo so^^
      Ahaha, in effetti potrebbe essere un cenobita moderno, fotografia e carne!

      Moz-

      Elimina
  11. Miki, questo post è meraviglioso! per quasi ogni voce ne volevo sapere di più (ed io non ho mai amato He-Man!)

    PS: che ne pensi dei nuovi minicomic che per tagliare la testa al toro hanno eliminato tutti i dialgohi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente è un'operazione che non ho compreso.
      Ok, era forse costosissimo stamparli in più lingue, ma almeno lasciateli in inglese!! XD

      Moz-

      Elimina
  12. Un mondo che non finisce mai! Bellissimo post, con tante curiosità davvero interessanti. Ma vogliamo parlare di quel "testa di carrarmato"?! 😅 Fighissimo Fearless Photog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, vedo che vi è rimasto davvero tanto impresso, il Tank-Man :D

      Moz-

      Elimina
  13. Di Laser Power He-Man e Laser Light Skeletor conservo ancora i numeri di Topolino nel quale apparverò le pubblicità, compresa quella da te mostrata oggi, se non ricordo male alcune di queste pubblicità arrivarono anche prima della serie a cartoni animati, molti giovani lettori non ci capirono niente e pensarono ad una delle ennesime varianti di altri personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti è così: i Laser He-Man e Skeletor sono praticamente delle varianti, ennesime, dei due pupazzetti.
      Forse ti stai confondendo con He-Man le nuove avventure, visto che il tutto è abbastanza similare, essendo ovviamente mutuato dalla stessa idea di base^^

      Moz-

      Elimina
  14. La versione militare di He-Man se non ricordo male era un disperato tentativo di continuare a far cassa sul brand poi non andato in porto. A sto punto avrei puntato su un He-man detective di Eternia (con Skeletor nel ruolo di Moriarty).

    Comunque c'è sempre un certo fascino a immaginare quello che poteva essere e poi non è stato.

    P.S. Netlifx caccia fuori una serie family comedy in stile anni 80 con Skeletor e Skeleteen come protagonisti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che in America già dal 1986 pensavano a come rinverdire il tutto... ahah!
      E la cosa militare fu una delle tante opzioni, ma alla fine non se ne fece nulla (per fortuna) e ottenemmo la più filologica serie spaziale He-Man (dal 1989/90)^^

      Moz-

      Elimina

ricevere commenti fa sempre piacere, a patto che siano commenti pertinenti o che arricchiscono la discussione.
Ricorda: non è obbligatorio commentare se non si ha niente da aggiungere o se non si è nemmeno letto l'articolo! Grazie :)