[RIVISTE] La Settimana Enigmistica: 90 anni di successi



Il 23 gennaio 1932 veniva pubblicato il primo numero de La Settimana Enigmistica, capostipite di tutte le testate di parole crociate e rebus; la prima, inimitabile sin dal formato che ricorda un quaderno; la più completa e autorevole, con le migliori firme tra gli enigmisti italiani.
Un successo che è sopravvissuto a una guerra mondiale, a varie crisi dell'editoria e ai cambiamenti; attraversando 90 anni di Italia.
Restando sempre fedele a se stessa, uguale ma aggiornata ai tempi (e molto attiva sui social!).

Fondata dal sardo conte di Sant'Andrea, ing. Giorgio Sisini, a Milano, La Settimana Enigmistica esordisce in quell'inverno, in quella data palindroma, 16 pagine a 50 centesimi (di lire, ovviamente).
Oltre 4500 numeri, da allora. Una rivista con una propria marcata identità, che ha saputo mixare giochi e umorismo, fumetti e curiosità. Diventando una vera e propria esperienza, un micro-mondo settimanale che accompagna le giornate di tante persone: in viaggio, sul divano, sotto l'ombrellone.


La Settimana Enigmistica sa di altri tempi, è come un universo vintage dove persiste una visione del mondo colta, di classe.
È un'istituzione da edicola al pari di Topolino, Tex, Linus, TV Sorrisi e Canzoni e Diabolik (e non è un caso che qualche estate fa proprio questo fumetto uscì con inserti chiamati La Diabolika Enigmistika, e che proprio come La Settimana Enigmistica abbia avuto per anni barzellette e vignette nelle ultime pagine).




Come queste pubblicazioni, è un universo che mantiene saldo il suo passato, aulico come la lingua italiana, ma anche popolare e deliziosamente bucolico come le scene dei suoi rebus.
La Settimana Enigmistica è un simbolo vero e proprio, fatto di sottintese regole precise: i colori a rotazione (verde, blu, rosso), l'immagine del personaggio famoso sulla prima pagina, che ruota di numero in numero in senso orario.
E chi non si è mai divertito a scarabocchiare e imbruttire il VIP di turno?


immagine web


All'interno, tra anarebus e sciarade, non mancano ovviamente i cruciverba. O meglio, le "parole crociate", ormai marchio registrato proprio dalla redazione. Simbolo de La Settimana Enigmistica stessa.
Una rivista che ha vantato, negli anni, centinaia di tentativi di imitazione (era uno dei suoi slogan), sostanzialmente proprio come successe con Diabolik.
Ma lei resta unica, con il suo formato "arrotolabile", le sue tante barzellette e i suoi giochi che stimolano il pensiero e mettono alla prova la nostra cultura.
Nel tempo, La Settimana è stata affiancata da Il Blocco Enigmistico (ora Il Mese Enigmistico), quindi da una pubblicazione che verte sul Sudoku, un magazine di pregio chiamato Bar Vacanze e il piccolo La Settimana Corta.

immagine web


Tra le pagine de La Settimana Enigmistica, negli anni, sono apparsi anche personaggi del fumetto internazionale.
Pensiamo ad esempio alle strips di Andy Capp (qui ribattezzato Le vicende di Carlo e Alice), Willy n' Ethel (Diego e Norma rapporto di coppia), Zits (Il mondo di Bruno) e Drabble (La famiglia Belbelli).



immagine web


Ma tanti sono anche i personaggi originali, legati a questa pubblicazione.
Il Commodoro e i suoi casi, la Susy e i suoi quesiti, il concorso de Il Corvo Parlante.
La Settimana ha regole precise anche nella posizione di giochi e vignette, fidelizzando il lettore-giocatore lungo il corso delle uscite.
Le soluzioni dei giochi più complessi vengono date nel numero successivo; la pubblicità è pressoché assente; tanti piccoli passatempi faranno la gioia di un pubblico trasversale: pensiamo a aguzzate la vista, che cosa apparirà, cruciverba facilitati. Tante cose adatte davvero a tutta la famiglia, che fanno de La Settimana Enigmistica un periodico "avvolgente", un oggetto cult, un vero e proprio brand presente in casa.


immagine web



Oltre alle parole crociate (celebri sono i ricercati schemi dei Bartezzaghi, spesso complessi), nella rivista figurano tutta una serie di rubriche e giochi particolari: se lo sai rispondi, forse non tutti sanno che..., l'edipèo enciclopedico, strano ma vero, spigolature, vero o falso?.
Ma anche momenti come Le ultime parole famose e altre vignette spesso firmate dal compianto Bort.

immagine web


La Settimana Enigmistica è quasi un mondo a sé, una finestra su un tempo sospeso, una bolla che stimola il ragionamento, l'ultima àncora di una cultura pop elegante e alta, ma mai pesante.


LEGGI ANCHE

39 commenti:

  1. Ellapeppa così vecchia dà l'impressione di essere più moderna tipo nata negli anni 60 o 70. Mai comprata ma se capitava a casa o se c'era nei posti dove andavo mentre facevo l'attesa facevo qualche rebus e mi leggevo le vignette.
    Negli ultimi anni ho visto che in estate fanno la raccolta della rivista e ci allegano anche un mazzo di carte di scala quaranta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sia La Settimana, ad aver regalato le carte in allegato... :o
      Comunque, vero: è al contempo sia moderna sia vintage, si è assestata su un tempo sospeso veramente intrigante :)

      Moz-

      Elimina
  2. Sempre avuta in casa, prima dai miei, ora con mia moglie. Un must. Io adoro le indagini e la Susy, e mi diverto con le parole crociate.. c'è stato un periodo in cui buttai giù anche qualche cruciverba da fare.. robe da diventare scemi! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha pure io ho creato dei cruciverba, una volta uno addirittura a tema Berserk XD
      Anche a casa mia MAI mancata La Settimana... da anni e anni, praticamente da sempre.

      Moz-

      Elimina
  3. Comprata qualche volta, sfogliata tante a casa di altri. Ricordo bene le varie rubriche fisse, la pagina di Andy Capp e dei cruciverba anomali con sagome dalle forme insolite, tipo una clessidra, una scala...
    Mi piacevano soprattutto i crucintarsi e i crucipuzzle.
    Mai capita la numerazione dei giochi e, in parallelo, dei contenuti delle varie rubriche. 🤔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La numerazione dei giochi è necessaria per ritrovarli nelle soluzioni 👍
      Comunque, tra fumetti e giochi, credo sia veramente il magazine più ricco tra tutti gli (imitatori) enigmistici... 🤓

      Moz-

      Elimina
    2. Lo so che i numeri servono per le soluzioni, ma continuano da una pubblicazione all'altra, e mi sono fatto due conti quando la comprai: anche partendo da 1, la numerazione dei giochi dovrebbe essere molto più avanti...
      E poi numerano anche le notiziole curiose delle rubriche, lì non c'è alcuna soluzione da andarsi a cercare.

      Elimina
    3. Secondo me la numerazione è partita molto dopo... e forse, dato che c'è anche nelle notizie, servirà internamente per verifiche al volo, o chissà cosa...^^

      Moz-

      Elimina
  4. Anche io stamattina ho voluto omaggiare "La Settimana Enigmistica" che io e mio padre ancora oggi tendiamo a comprare per ammazzare il tempo o sfidarci! Ero certo che ne avresti parlato anche tu e fai bene ad aver approfondito alcune cose sul successo editoriale che ancora oggi risulta straordinario!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi corro a vedere! 🤓
      Sì, per me La Settimana è una istituzione, un mondo a parte, un tempo sospeso tra cultura elegante e divertimento popolare ma sempre alto... 📝🔥

      Moz-

      Elimina
  5. mai amato la Settimana Enigmistica, preferisco "Domenica Quiz Mese" (la versione più difficile di "Domenica Quiz") perché si concentra sui cruciverba.

    Una domanda che penso si saranno fatti tutti: ma davvero TUTTI i giochi sono sempre inediti, settimana dopo settimana? Al netto di qualche anacronismo, se ne prendi uno di del '23 e lo pubblichi oggi... chi se ne accorge? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, posso dirti che ho provato a fare il primissimo cruciverba, ripubblicato questa settimana: è davvero difficile 😅
      Sì, io penso che quelli de La Settimana siano davvero sempre inediti... 💪

      Moz-

      Elimina
    2. Del resto sfido chiunque a sgamare un cruciverba ristampato decenni prima, se tra le definizioni non ha personaggi famosi dello spettacolo... 😏
      Poi ci vuole poco a rimaneggiarli un minimo, cambiando "Sigla di Taranto" con "La città della Mole", seconda lettera che si incrocia con qualcosa che può essere cambiata da femminile a maschile. 😎

      Elimina
    3. Sì, infatti.
      Ma non credo che La Settimana faccia cose del genere, avrà sicuramente ormai archivi dove pescare agevolmente definizioni disparate e fantasiose, questo sì...^^

      Moz-

      Elimina
  6. Quando ero piccolo mi fiondavo subito a fare l'Unisci i puntini :D il mio preferito in assoluto, insieme anche alle spigolature e alle curiosità dal mondo!
    Adesso in estate la settimana enigmistica è d'obbligo acquistarne almeno una copia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, come per diverse testate cult, anche La Settimana sa essere deliziosamente estiva.
      Un must sotto l'ombrellone!

      Moz-

      Elimina
  7. Mamma mia, fin da piccola ho sempre amato la settimana enigmistica. Mi ricordo che papà me la comprava spesso e volentieri quando andavamo in montagna *.*
    L'unica cosa che non sono mai riuscita a risolvere sono i rebus. Non lo so perché ma, stranamente, non hanno mai fatto per me :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, sono tra i miei giochi preferiti!! Proprio ieri coi miei ci siamo divertiti a risolvere quasi tutti quelli dell'ultimo numero uscito XD
      In montagna, al mare, a casa... La Settimana è sempre un must!

      Moz-

      Elimina
  8. Non è facile fare questo per 90 anni, e già arrivarci è fantastico, non è stato compagno fedele ma abbastanza frequente, soprattutto sotto l'ombrellone, tra un Topolino e l'altro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, per me imprescindibile d'estate, con Topolino e Diabolik... ma loro tre ci sono sempre anche durante tutto il resto dell'anno :D

      Moz-

      Elimina
  9. Nel periodo in cui ero appassionato di quiz TV cercavo soprattutto i quiz normali in questo genere di riviste, anche se non erano mai in quantità consistente, di solito c'era il "Vero o Falso" che prendeva giusto mezza paginetta, ma probabilmente non era la Settimana...
    A mia madre invece sono sempre piaciuti i rebus 👍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Vero o Falso qui c'è, è una delle rubriche storiche del giornale :D
      Prova Bar Vacanze, un bel volumone ricco di cose^^

      Moz-

      Elimina
  10. Fra l'altro Bort, alias Mario Bortolato, era nato qui vicino a me :) Comunque veramente mitica Settimana Enigmistica, ogni tanto la prendo ancora per tenere allenata la mente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, tiene allenata la mente!
      Un grande esercizio divertente e ricco specie per la lingua italiana :)

      Moz-

      Elimina
  11. Incredibile lo stile del primo numero, non è invecchiato di una virgola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, sono le cose che funzionano: non c'è bisogno di stravolgerle! 🤓👍

      Moz-

      Elimina
  12. Ero certa che fosse una rivista longeva ma sinceramente mai avrei potuto pensare che avesse 90 anni. Mi hai spiazzato stasera :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, le cose fatte bene durano e sempre con successo 👍🤩
      90 anni sono una grande cifra, ma se li porta benissimo!

      Moz-

      Elimina
  13. Mio padre è sempre stato un appassionato di enigmistica e quindi mi ha trasmesso la sua passione per le parole crociate. Di Settimane Enigmistiche in casa ne son sempre circolate un sacco, a me poi piace molto anche il Blocco Enigmistico (ne ho giusto uno da finire sul comodino!). Non ho mai visto "La Settimana Corta" invece!
    Ricordo che alle superiori la prof. di italiano ci sfidò a completare un Batterzaghi... E niente... Non ci riuscì nessuno xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Settimana Corta è come la Settimana regolare ma con meno pagine e più colore, ha uno stile leggermente diverso, più "fresco" non so come dire 🤓👍
      Eh, Bartezzaghi a volte è veramente impossibile, e penso che con il bagaglio culturale delle nostre superiori, no... non ce la si fa...
      😱

      Moz-

      Elimina
    2. Magari quest'estate provo a scartabellare nelle edicole al mare per vedere se ne trovo una... Se non la vendono qui che è la patria dei cruciverba sotto l'ombrellone allora è grave :D
      Ma perchè non raccogliamo le nostre più belle scarabocchiature sul vip di turno e le mandiamo in redazione? :p Io ad esempio amo mettere le corna da demonio e il naso da clown... magari anche una bella cicatrice. Tutto insieme ovviamente u.u

      Elimina
    3. Ahaha, sì!!
      Io corna, dente annerito, occhiali a mascherina... :D

      Moz-

      Elimina
    4. Buahahaha pddea, sì, i denti neri!!!! Spettacolo!
      Appena torno dai miei se ritrovo qualche reperto ti mando la foto su Instagram!

      Elimina
  14. Un appuntamento immancabile del giovedì. Dovrebbe, però, rinnovarsi un po' e ora sembra che ci provi. Domenica Quiz è molto più impegnativa e i rebus, che sono la mia passione, sono di un livello superiore, a volte irrisolvibili, almeno per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma forse il successo de La Settimana è proprio quello di essere rimasta uguale da 90 anni... per tutti, il livello di difficoltà stimola il ragionamento senza essere davvero frustrante... non saprei :)

      Moz-

      Elimina
  15. A casa mia la settimana enigmistica non manca mai. Il giovedì sono in edicola per comprare il nuovo numero. Ero appassionato di enigmistica anche da piccolino, infatti mia nonna mi comprava la versione junior. Il mio preferito è il crittocruciverba che riesco a risolvere sempre a velocità record. :D Poi, ovviamente il sudoku e anche quello non può mancare sul mio comodino.
    E' comunque straordinario come la mente davvero riesca a rimanere allenata. Pensa che a Caduta libera di Scotti indovino sempre (quasi) tutte le parole... fossi stato lì avrei vinto diverse volte... almeno da casa. :p

    Denny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, sia Caduta Libera sia L'Eredità (e prima ancora Passaparola) sono gli unici che seguo proprio perché giocano molto sulle medesime cose che puoi trovare ne La Settimana: definizioni, vocaboli, lingua italiana... :)

      Moz-

      Elimina
  16. Una tradizione delle vacanze estive!

    RispondiElimina