[SONDAGGIO] qual è la tua rivista preferita?


Riviste di varia, patinate, di fumetti; riviste di videogames, di cinema, di televisione; riviste specializzate, riviste popolari.
Insomma... qual è la vostra rivista preferita?
O, per meglio dire... quali sono le vostre riviste preferite, per categoria?
Queste sono alcune delle riviste che amo o che hanno fatto parte della mia vita:
Ma di certo non sono tutte: dipende anche dal periodo, ma mi fissavo ora per questa, ora per l'altra.
E molte delle mie preferite le potrete vedere questa sera dalle 22.30 su Instagram (profilo moz_o_clock).
Vi mostrerò decine di riviste della mia collezione, alcune davvero molto particolari!
Dunque, vi aspetto in diretta. Ma intanto ditemi: qual è il vostro magazine preferito?

Parliamone nei commenti!

99 commenti:

  1. Facile.
    "Confidenze". Perchè ci lavoro. :P

    RispondiElimina
  2. Da piccolo Il Giornalino, poi: Linus, Eureka, AlterLinus, Totem, Frigidaire.

    Al di fuori dei fumetti: Pergioco, Audio review, Internet news.

    Il tutto considerando solo quelle uscite in edicola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Totem e Frigidaire li mostrerò questa sera!! :D
      Pergioco è la nuova rivista su giochi di società e di ruolo, vero?

      Moz-

      Elimina
    2. Pergioco usciva all'inizio degli anni '80, in uno dei primi numeri c'era la soluzione del Cubo di Rubik! Credo fosse la prima volta in Italia che una rivista da edicola parlava di Dungeons & Dragons; comunque la rivista dei "giochi intelligenti" si occupava di tutto, dagli scacchi ai giochi di guerra, passando per l'enigmistica. Ho ancora la collezione completa!

      Elimina
    3. Ahhhh ora ricordo, sì!
      Rivista assolutamente di settore, ma all'epoca funzionavano, erano cose di pregio^^

      Moz-

      Elimina
  3. Da piccolo Topolino e Il Giornalino, adesso prendo ancora Topolino :D poi a volte Linus, mi sono anche abbonato recentemente a Scuola di fumetto di NPE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissima Scuola di Fumetto, viva NPE.

      Moz-

      Elimina
  4. Smemoranda Brothers & Sisters su tutte, che devo ammettere adoravo, pur essendo apolitico ( era una rivista sfacciatamente di sinistra ).
    TGM ovvero The Game Machine perché mi riporta all'infanzia, più varie riviste Jappo tipo Japan Magazine, Benkyo ed altre.
    Da infante e adolescente resto affezionato al Tv Sorrisi & Canzoni che rubavo e leggevo a mia madre e mia sorella, perché mi permetteva di scoprire in anticipo cosa sarebbe passato in Tv.
    Era una lettura immancabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli anni '90 di queste riviste erano tutte un po' sinistroidi, perché la cultura pendeva lì. Era anche molto bello, poi la sinistra si è adagiata su questo ed è diventata salottiera in tutto e per tutto.
      Sorrisi per me ha un fascino assurdo, ti capisco... :)

      Moz-

      Elimina
    2. Dimenticavo di aggiungere, anche per le classifiche musicali.
      Erano tra le mie pagine preferite di Tv & Sorrisi.

      Elimina
    3. Assolutamente. Un tempo mi pare fossero addirittura più differenziate.

      Moz-

      Elimina
  5. Wiz ...quando c’era ancora , infatti mi manca.
    Anche se seguo poco la tv continuo a comprare il Sorrisi e Canzoni...perché mi piace come è articolato , non tanto per conoscere i programmi.
    Lo acquisto da default ormai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come detto appena sopra, capisco benissimo. Sorrisi è riuscito a diventare un'istituzione...!^^

      Moz-

      Elimina
  6. Per me ora è Film Tv, indispensabile per il mio amore per il Cinema. Purtroppo da qualche anno ha chiuso la versione cartacea di Pulp, anche quella era un vero punto di riferimento, ora c'è però la sua versione Web.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pulp non l'ho mai letto.
      Comunque è sempre un peccato quando una rivista cartacea chiude.
      Film Tv ogni tre mesi esce con Rewind, forse la migliore scelta attualmente in edicola.

      Moz-

      Elimina
  7. Qualunque sia la vostra rivista preferita, ANDATE IN EDICOLA SEMPRE, salviamo le edicole!
    (Commento leggermente interessato; si nota?) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema, io LO CONDIVIDO al 100% tanto che passo praticamente ogni giorno in edicola (in questi giorni ovviamente no, prima e dopo sì)

      Moz-

      Elimina
    2. Beh, se vuoi interrompere questo "digiuno" editoriale, sappi che andare in edicola rientra tra i motivi che autorizzano a uscire di casa. Ma immagino lo saprai ;)

      Elimina
    3. Andrea, puoi contare su di me, in questo periodo sto mandando le liste al mio edicolante delle cose che mi deve tenere da parte...

      Elimina
    4. Idem io: faccio accumulare e poi passo a prendere tutto... così evito di uscire più volte.

      Moz-

      Elimina
  8. @Andrea
    Se ti lasciano andare in edicola anche in tempi di Corona virus...ci tengono alle edicole.
    O comunque al mondo della carta stampata.
    Te se non sbaglio per il lavoro che fai..forse ci sapresti dire quale è la rivista ( settimanale /mensile) più venduta in Italia?
    O per lo meno nella tua zona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di preciso no, perché io lavoro nella distribuzione, le rese vengono invece lavorate in altri stabilimenti. A occhio, dando un'occhiata alle copie distribuite, la parte del leone li fanno i settimanali popolari, quelli che si occupano di televisione e gossip. E, guardando il livello culturale in cui naviga la nostra società, è perfettamente coerente.

      Elimina
    2. Quindi Chi, Novella 2000, Di Più e via dicendo. Prezzi bassissimi e un sacco di argomenti nazional popolari.
      Io adoro Cronaca Vera :D

      Moz-

      Elimina
    3. Nello specifico: TV Sorrisi e canzoni, Oggi, Gente, Grand Hotel, Vero, Chi, Intimità. Poi ci sono riviste molto più "basse" che hanno una minore diffusione, tipo Novella 2000 e simili, che sostanzialmente parlano solo di Albano e il suo viavai tra l'ex moglie e la Lecciso. Roba forte :)

      Elimina
    4. Crononaca Vera, nonostante i decenni, ti dirò che ancora tiene ;)

      Elimina
    5. Eheh la mia mitica Cronaca Vera!!
      Mi fa piacere per Sorrisi, che comunque non ha mai pescato nel basso...

      Moz-

      Elimina
    6. @Andrea Sacchini

      Detto con tanta tristezza ma in maniera del tutto realistica purtroppo per le edicole non ci sono più speranze. Ormai sono in estinzione. I numeri della crisi editoriale parlano chiaro e inequivocabile. Ormai giornali, riviste, fumetti ecc. Vendono sempre meno di questo passo la fine sarà inevitabile. Sono assolutamente dalla vostra parte, detesto (eufemismo) il mondo contemporaneo che ci sta portando via tutto quello che c'era di bello in passato.

      @MikiMoz

      Anche a me piaceva Cronaca Vera!
      Una rivista molto particolare.
      Da Wikipedia: "La rivista si caratterizza per un taglio editoriale sensazionalistico; gli articoli sono scritti in un linguaggio semplice e discorsivo. Caso pressoché unico nel panorama giornalistico italiano, la rivista ha mantenuto pressoché invariato il proprio layout, costituito da numerose fotografie in bianco e nero e da grandi titoli scritti in rosso, di forte impatto e in carattere maiuscolo."

      Ma soprattutto da ragazzino mi interessavano due cose... La prima la rubrica del sessuologo... 😅
      Ma soprattutto la storia segreta di turno...

      Cose del tipo: la madre che scopriva il primo rapporto sessuale della figlia, una ragazza che raccontava il suo primo rapporto lesbo, le storie di moglie infedeli... Ecc. 😅 😅

      Da ragazzino leggere queste cose mi suscitavano un certo interesse 😂😂

      Di contro purtroppo Cronaca Vera aveva una qualità di stampa scadente... Il che rende difficile collezionarla.

      Elimina
    7. Un'analisi interessante di Cronaca Vera, del lontano 2006

      https://www.carmillaonline.com/2006/07/08/estetica-popolare-e-giornalismo-cronaca-vera/

      Elimina
    8. Vero, articolo molto interessante specie quando parla della parte grafica, vero punto forte del settimanale.
      Peccato che non citi che il titolo sia comunque un richiamo alla "cronaca nera" con cui farebbe rima, ma che appunto diventa "vera" per i motivi citati^^

      Moz-

      Elimina
    9. P.s. ovviamente anche io la amavo per i misteri del sesso, la pagina "esoterica" che puntava dritta alla fine del mondo nel 2000, e tutto il resto.
      I titoli, quelli in rosso e in giallo (i "bastoncini" citati nell'articolo) sono bellissimi e d'impatto social-popolare. Scritte che lasciano il segno.

      Comunque, per me l'edicola non finirà: evolverà, ma vede che è l'unica attività rimasta aperta? Si potenzierà, e tanti torneranno a proporre cose lì :)

      Moz-

      Elimina
  9. Un fumetto più che altro, Dylan Dog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma appunto, non è una rivista.
      Io intendevo -e mostrerò, questa sera- proprio dei magazine :)

      Moz-

      Elimina
  10. Risposte
    1. Non havevo (con l'h!) dubby (con la y!)^^

      Moz-

      Elimina
    2. Ovviamente fanno parte del mio passato, il Guerin settimanale non esiste più.
      Comunque era notevole anche Forza Milan, da metà anni '80 fino ai primi 2000.

      Elimina
  11. Ogni giorno anche se c'è internet, non può mancare un quotidiano in casa mia. Sul fronte riviste, sono tante e su vari argomenti.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sostieni di certo le edicole, tu? 💪🤓

      Moz-

      Elimina
  12. Ciao, conosco solo "Linus" ho iniziato a comperarlo nel lontano 1965,anno della sua comparsa in libreria e gli sono stato fedele per molti anni. Con Linus ho conosciuto l'affascinante Valentina (nata anche lei nel "65) del grande Crepax di cui mi sono perdutamente innamorato.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, pensa, è stata una delle prove l'altra sera sul gioco Telegram... ho fatto un trabocchetto perché ho utilizzato una vignetta di Valentina nel metrò... dove appare Diabolik XD

      Moz-

      Elimina
  13. In assoluto direi "Topolino" fino agli anni '80 inclusi... Quando ho modo riapro volentieri un numero ed è un bel rituffarsi in storie scritte e disegnate dai Maestri, alternate a rubriche scritte con maggiore ordine e un taglio più scolastico che mediatico.
    Purtroppo i vari Braccio di Ferro, Geppo, ecc... erano molto scarsi in fatto di contenuti extra fumetto: a parte le vignette umoristiche chiamate "Barzellette" e giochi che richiedevano di rovinare l'albo per svolgerli (tipo l'odioso "Ritagliate la vignetta e fatene un puzzle" oppure "Ritagliate i passeggeri e inseriteli a piacere sul pullman), sì e no 4 pagine in tutto...

    Mi piaceva anche "Più e il suo gioco", una pubblicazione che riusciva laddove falliva la programmazione di "Bim Bum Bam" cioè essere asessuata trattando tanto i Masters quanto Poochie, tanto consigli su come costruire un canestro che ricette per dolci...
    Di non pertinente i fumetti, direi i settimanali dedicati ai programmi televisivi, "Sorrisi e canzoni" e soprattutto "Telesette", che preferivo perché aveva l'enigmistica, le pubblicità zozze :D e costava meno, tenuto conto che in entrambi i casi erano carta da macero dopo 7 giorni... Eppure per vari anni ho conservato una collezione di "Telesette" (credo sui 60 numeri) perché in un modo o nell'altro c'era sempre un servizio che mi piaceva conservare.
    "Sorrisi" aveva il suo punto di forza nei testi delle canzoni, negli speciali sanremesi e nella Superclassifica, con tanto di settimane di permanenza, e ricordo un 33 giri che si ostinava a non uscire dalla top 50 ma non chi fosse il cantante...
    Mai amato invece "Telepiù" perché aveva troppe rubriche fisse, nessun gioco, e le pagine centrali che si staccavano sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ora hai buttato i Telesette??? Non dirmelo!
      Più l'ho mostrato in diretta, grande settimanale, forse il mio primo amore in assoluto (ho imparato a leggere, con Più!).
      Vero, Topolino fino al 1998 direi, aveva un apparato redazionale molto molto fornito.

      Moz-

      Elimina
    2. Sai che non l’avevo mai considerato...!
      Ma effettivamente Sorrisi e Canzoni dopo una settimana diventava carta da macero...pure da me .
      Purtroppo..:pensa che collezione di “costume televisivo italiano trentennale “ ho buttato al vento senza manco pensarci.

      Elimina
    3. In effetti il problema è questo: consideriamo Sorrisi come un qualcosa da buttare e invece è una fonte importante di informazioni.

      Moz-

      Elimina
  14. Bunny Band Comanda!

    RispondiElimina
  15. La Mie riviste sono:Il Giornalino,Topolino (quelli vecchi),Lupo Alberto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lupo Alberto, mitico... orizzontale^^

      Moz-

      Elimina
    2. Già Ragazzi!

      Elimina
    3. Cattivik! Ti Suggerisco Di Prendere l'integrale Di Lupo Alberto E Cattivik Della Panini Comics

      Elimina
    4. Grazie per il consiglio :)

      Moz-

      Elimina
  16. Sorrisi E Canzoni era sempre in casa per la famiglia. Personalmente leggevo Topolino, poi sono passato ad Alan Ford e infine sono arrivato alle riviste musicali, prima Ciao 2001 e poi Tutto Musica e Spettacolo. Con l'avvento dei Dvd ho preso molte riviste specializzate coi film allegati, come Dvd Magazine e qualcun altra.
    Marvel e Dc invece le ho sempre seguite scambiando con gli amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io spesso approfittavo delle riviste coi dvd... specie quelle d'animazione o horror... se erano titoli particolari e introvabili^^

      Moz-

      Elimina
  17. Da piccolo adoravo i bustoni dell'edicola dove uscivano sempre dei fumetti simpatici da leggere e poi topolino,mentre da ragazzino adoravo consolemania che conservo ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wao, Consolemania!**
      Bei tempi, quelli...
      Quanto alle buste sorpresa, le ADORO... dentro ci trovai anche un Diabolik che mi mancava!

      Moz-

      Elimina
  18. Conservo ancora molti Topolino degli anni '60 così pure le avventure di
    Emilio Salgari . Come mi piacevano...
    Da adulta : Gioia e Grazia . Mi bocci ???
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma assolutamente no, anzi sono due riviste che definirei ormai vintage e parte della cultura popolare italiana^^

      Moz-

      Elimina
  19. Da piccola Topolino, ora sono virata su Cosmopolitan :D

    RispondiElimina
  20. Sarò la pecora nera: Internazionale.

    Da bambino: Topolino e poi L'uomo ragno

    Da ragazzo: Corto Maltese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rivista Corto Maltese era davvero TANTA ROBA.

      Moz-

      Elimina
  21. Dunque, vediamo: in principio Quattroruote, Linus e Corto Maltese; poi arrivò il Conservatorio e iniziai a viaggiare in treno; da allora i miei interessi sono altrove: da un lato Piano Time, Suonare News e infine Musica (a cui sono abbonato)... dall'altro Mondo Ferroviario, Tutto Treno e infine La Tecnica Professionale, edita dal Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani (a cui sono abbonato).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, hai unito la passione per la musica al lavoro sul treno, o la passione sul treno al lavoro nel campo musicale?? XD

      Moz-

      Elimina
    2. Scelsi il treno quando mi resi conto che andare a Milano in auto voleva dire buttar via soldi e tempo (sai quando parti, ma non sai quando arrivi... ancora oggi è così, non è cambiato niente... e questo qualunque sia il giorno e/o l'ora della partenza, credimi!). Una volta passato al treno, cominciai a chiedermi sempre più spesso perché mai la sua velocità commerciale fosse così bassa: un vero e proprio mondo si aprì davanti ai miei occhi! Il Conservatorio è invece tutta un'altra storia...

      Elimina
    3. Beh, molto particolare questa passione.
      Ovvio che si risparmia, coi mezzi, a patto di perdere un po' di autonomia.
      Ma ci sta.

      Moz-

      Elimina
  22. Aspetto ancora Focus a casa, mi sono abbonata più di un mese fa! Ma col coronavirus mi sa che tarderà un pochetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa di sì, manco a me è arrivato...

      Moz-

      Elimina
  23. Quelle di cinema, ovviamente... cineforum e segnocinema...
    Ma anche quelle di viaggi, i meridiani ad esempio...
    Insomma, le riviste riflettono le proprie passioni... Sì ci sono anche le riviste "generaliste", ma non le amo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di cinema ho davvero comprato di tutto, da Duel(lanti) a Nocturno, da Empire a Ciak fino a Film TV e HotDog. La migliore, è il monografico Film Tv Rewind, ora... :)

      Moz-

      Elimina
  24. Le riviste della mia vita sono state le seguenti

    Pokémon World/Mania

    Era una rivista mensile di 50 pagine dedicata ai Pokémon. Seppur con diversi difetti aveva un giusto mix di contenuti tra news, rubriche interessanti, spazio al gioco di carte e guide ai videogiochi.

    Calcio 2000

    Bellissima rivista durante la direzione di Marino Bartoletti.

    Guerin Sportivo

    La rivista calcistica per antonomasia.
    La compravo sia settimanale nei primissimi anni 2000 che successivamente mensile. L'unica rivista che acquisto tuttora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh fai coppia con Riky!
      Io il Guerin lo sfogliavo attorno a metà anni '90, grazie a un amico :)

      Elimina
    2. AJ si è perso però delle gran belle annate di Guerin Sportivo :)

      Elimina
    3. Eh, probabilmente sì^^

      Moz-

      Elimina
  25. Sfogliate pochissime, men che meno comprate, se Topolino va bene altrimenti direi settimana enigmistica ;)

    RispondiElimina
  26. Io compro Sorrisi E Canzoni e delle riviste di moda e spettacolo come Grazia e Vanity Fair! :)

    RispondiElimina
  27. Oh! Da ragazzino, oltre ai classici Rockerilla e Il Mucchio Selvaggio, stravedevo per la defunta Fare Musica con le sue recensioni di tutte le novità in fatto di strumenti musicali che ti facevano venir voglia di comprare pure un theremin.
    Ora compro molto saltuariamente Rumore e Nocturno.
    Poi, va be', lo sai che Diabolik> mi accompagna dal lontano 1984, ma i fumetti credo siano fuori tema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, a me non dispiacerebbe se di Diabolik facessero un magazine, che pali anche di thriller e giallo e noir...
      Nocturno cult, Rockerilla e il Mucchio mitici^^

      Moz-

      Elimina
  28. Non sono mai riuscito ad affezionarmi. Leggevo Rolling Stones ma poi hanno cominciato a parlare di tutto tranne che di musica (e in ogni caso parlavano quasi sempre della stessa musica). Negli ultimi anni ho scoperto una certa attrattiva per l'Internazionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già... purtroppo le riviste sono costrette a mutare...
      Io amavo XL di Repubblica, più di Rolling Stone.

      Moz-

      Elimina
  29. Da piccolo era Il Giornalino ma oggi fa pena.
    A fine anni 90 mi piaceva qualsiasi rivista dedicata ai videogiochi, PSMania al primo posto ma anche tutte le altre.
    Negli anni 2000 ti avrei detto Wizard, che compravo in inglese. La Panini ha provato a tradurla ma con scarso successo. Wiz, citato sopra, era più un raccoglitore di fumetti con qualche news. A 'sto punto vale anche DC Universe della Play Press, anche se è durato poco.
    Di Focus ne ho presi tanti ma quanti ne ho letti del tutto? Nessuno.
    Viva Playboy ma non l'ho mai preso. Lo avrei fatto negli anni 70 e 80.
    Oggi non impazzisco per le riveste, colpa dell'internèt!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la DC aveva quel gioiello chiamato Playmag!
      Playboy anni '70 e '80 doveva essere una figata, anche in Italia...
      Il Giornalino oggi troppo troppo troppo cattocentrico... mancano i fumetti di grandi brand.

      Moz-

      Elimina
    2. Sì,Tanto Che Oggi Ho Smesso Di Comprare Il Giornalino,In Quelli Vecchi c'erano molte Più Fumetti.

      Elimina
    3. Già... Un peccato che le riviste contenitore non funzionino più come prima.

      Moz-

      Elimina
    4. Oddio, Play Magazine lo avevo rimosso. Stupendo, anche se prendevo solo i numeri con Superman ed era Batman quello ad apparire più spesso.
      Per Il Giornalino, al di là della quantità di fumetti, è bassa proprio la qualità, sia delle storie che delle rubriche. Ripreso in mano dopo oltre 20 anni, ho trovato una cosa completamente diversa. Topolino ad esempio fa scifo confronto al passato ma non è diverso, solo modernizzato male.

      Elimina
    5. Ultimamente Topolino si è ripreso alla grande, devo dire.
      Certo, in passato era comunque tutt'altra cosa... io lo prendevo per le rubriche e le pubblicità e non per i fumetti... ho detto tutto XD
      Il Giornalino potrebbe tornare in auge se si affiliasse a qualche buon brand, come fece con Turtles e Hanna-Barbera.
      Io su PlayMag ho letto Venga il tuo regno... ho detto tutto *___*

      Moz-

      Elimina
  30. Ciao Moz!
    Da ragazzina ho comprato tantissime riviste, erano la mia passione. Ora crescendo non ne compro più, ma in compenso compro qualche manga.
    Io nomino qualche ricordo storico "W.i.t.c.h." che era in assoluto la mia preferita, "Barbie" sciocco e scontato ma i fotoromanzi di Barbie erano meravigliosi e l'intramontabile "Topolino"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai quanto ho invidiato voi ragazze per la rivista Barbie?
      Avrei voluto fotoromanzi così dettagliati coi giocattoli dei Masters...! **

      Moz-

      Elimina
  31. Attualmente non prendo magazine ma in passato mi piaceva molto Ciak, Focus e Benkyo.
    Quando ero più piccina prendevo cose come Poochie, roba di Barbie... non ricordo esattamente. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, sicuramente il giornale di Barbia e c'era anche Poochie!
      Benkyo! mitica.

      Moz-

      Elimina
  32. Non sono un grande patito di riviste, comunque in biblio ogni mese sfogliavo l'ultimo numero di Ciak. Linus l'ho letta un sacco, ma negli ultimi anni mi sembra un po' decaduta, specie per i fumetti che presenta. Bunny Band - te l'avrò detto mille volte - in qualche ripostiglio ho quasi l'intera collezione completa dal secondo numero fino al penultimo anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà Linus da qualche tempo è tornata grandiosa, specie nella proposta e nell'assetto: un bel volumone tematico, con articoli abbinati e talvolta anche fumetti (tipo, in un numero su Tezuka hanno presentato una puntata di AstroBoy). Dacci uno sguardo!
      Bunny Band te la invidio sempre XD

      Moz-

      Elimina
  33. Non conosco le riviste di oggi, da ragazzo i miei preferiti erano Tex, l'Intrepido e il Monello, da anni non perdo un numero della settimana enigmistica e la Gazzetta dello sport.
    Buona serata e sereno martedi a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Intrepido e il Monello vanno benissimo, perché aveva un sacco di rubriche^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)