[SIGLE TV] Bentornato Topo Gigio (D'Avena - Mazzullo, 1992)

         



Co-produzione italo-nipponica, Bentornato Topo Gigio ha debuttato a fine anni '80 in Giappone e solo quattro anni dopo qui da noi.
Particolare la storia di questo personaggio, già legato alla terra del Sol Levante.
E particolare anche il fatto che questo anime non andò sulla Rai (storica "casa" del pupazzo) ma sui canali Fininvest.
Riscopriamo dunque sigla e storia di Topo Gigio.



Creato da Maria Perego nel 1959, e doppiato da Peppino Mazzullo a partire dal '61, Topo Gigio è sicuramente legato alla trasmissione Lo Zecchino d'Oro della Rai (e ai suoi tanti derivati).
Ma in realtà il personaggio ha partecipato a tanti altri show, tra pubblicità del Carosello fino a Canzonissima, dove affianca la Carrà alla conduzione.
Non sono mancate sortite nella musica e anche apparizioni internazionali, tra cui all'Ed Sullivan Show.
E poi il Giappone, con le due stagioni Toppo Jijo e Yumemiru Toppo Jijo del 1988.
Che da noi sono diventate un'unica serie dal titolo Bentornato Topo Gigio.



In realtà Topo Gigio non era nuovo a storie nipponiche: nel 1967 uscì infatti in Giappone il film Topo Gigio e la guerra del missile, inedito in Italia e diretto da Kon Ichikawa.
E oscuro e inquietante come solo i giapponesi sanno fare:


         

È invece divertente e colorato questo Bentornato Topo Gigio, stranamente da noi trasmesso da Fininvest e stranamente mandato in onda ben quattro anni dopo il debutto orientale; è la storia del topo, qui astronauta del futuro, che atterra sul nostro pianeta e vive mille avventure quotidiane in una cittadina simil-euro/italiana.
Un cartoon in 34 episodi, destinato ai bambini.
Non sarà l'unica volta che Topo Gigio "passerà" alla concorrenza: anche nel 2004 Maria Perego firmò un contratto con Mediaset.




La sigla, un brano trascinante di Ninni Carucci con testo di Alessandra Valeri Manera, è cantata da Cristina D'Avena in coppia con Peppino Mazzullo, storica voce del personaggio e doppiatore italiano di Topo Gigio anche in questa serie.
La canzone ebbe un certo successo, con Mazzullo che si diverte a duettare con Cristina inserendo una raffica di celebri slogan come "strapazzami di coccole" e "mi tremano i baffi".

ABBIAMO PARLATO ANCHE DI

24 commenti:

  1. "stranamente da noi trasmesso da Fininvest"

    Non era strano erano gli anni in cui la Rai non acquistava più gli anime non facendo eccezioni neppure per Topo Gigio. Come disse nel 1997 Elisabetta Ferracini nel 1997:
    https://mobile.twitter.com/Iperbole_/status/956598046590226432

    "Noi in Rai preferiamo Disney"

    Poi la Rai tre anni dopo cambiò idea anche grazie a Carlo Freccero...

    "stranamente mandato in onda ben quattro anni dopo"

    Anche qui nulla di strano la media di distanza dal Giappone per i nuovi anime era di 2-4 anni. Non c'era la mania di trasmettere tutto e subito come oggi.

    Da ricordare lo studio di produzione Nippon Animation tra i più prestigiosi.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma nello specifico mi riferivo a due cose: Topo Gigio è sempre stato un personaggio legato massicciamente alla Rai, anche se ci sono state piccole digressioni; e poi, questo anime è co-prodotto con l'Italia, e altre volte (vedi I segreti dell'isola misteriosa) le cose erano trasmesse praticamente in contemporanea coi Paesi co-producenti (altro esempio che esula dal Giappone: la serie animata di Diabolik, che su Mediaset è andata -quotidianamente- un annetto dopo il debutto -settimanale- su Fox Kids) :)

      Moz-

      Elimina
    2. può essere che la RAI avesse una sorta di "prelazione" su Topo Gigio e Finivest l'ha potuto trasmettere dopo che questa decadde?

      Oppure, magari, Fininvest aspettò che in Giappone venisse trasmessa anche la seconda serie in modo da fare un lavoro unico per il doppiaggio...

      Elimina
    3. Io so che nel 2005, nell'anno in cui Topo Gigio passò a Mediaset, il contratto prevedeva come clausola l'apparizione del personaggio nei programmi storici Rai a lui legati (cioè, nel caso, Lo Zecchino d'Oro). La Rai rinunciò comunque alla cosa, preferendo Geronimo Stilton (assurdamente...).
      In Giappone la serie è terminata nel 1989... chissà... :)

      Moz-

      Elimina
    4. Co-produzione può significare anche solo che la Rai ha messo una percentuale del budget, forse qualche animatore italiano avrà realizzato qualche bozzetto se non addirittura avrà collaborato direttamente in Giappone ma il grosso del lavoro l'hanno fatto gli animatori giapponesi.
      Probabile che poi la Rai per non so quale motivo avrà deciso di non trasmetterlo e alla fine Fininvest acquistò i diritti altrimenti sarebbe andato in onda sui canali Rai.

      Elimina
    5. Esatto, io proprio a questo stavo pensando: Bentornato Topo Gigio era già pensato per la Fininvest oppure doveva andare sulla Rai?
      E, soprattutto, questo gap di 4 anni tra trasmissione nipponica e quella italiana... è dovuto proprio a questo eventuale passaggio di diritti??

      Moz-

      Elimina
  2. era simpatico, ma non capisco perché resero Topo Gigio un astronauta! Tra l'altro era una roba buttata lì così nel primo episodio e mi pare mai più ripresa in futuro...

    A proposito di misteri: quando nel 2004 Topo Gigio tornò su Mediaset, gli cambiarono voce (Garbolino, sua voce attuale), sebbene nella sigla fosse sempre di Mazzullo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah cioè hanno ridoppiato la serie?
      Garbolino, nel 1992, doppiava Carlo... non trovo riscontro in rete sul cambio di doppiatore... :o

      Moz-

      Elimina
    2. no, intendo lo show dal vivo degli anni 2000: nella sigla cantava Mazzullo, ma nello show Topo Gigio era doppiato da Garbolino, sua voce attuale, come se fosse stato un cambio dell'ultimissimo minuto!

      Elimina
    3. Ahhh, ecco, non sapevo.
      Evidentemente sì, o forse Mazzullo non sarà stato disponibile per qualche motivo... chissà... :)

      Moz-

      Elimina
  3. Un personaggio che ha avuto una buona fortuna, anche se non ce lo vedo in vesti diverse dalla mascotte dello Zecchino d'oro, dato che nella mia memoria è radicato lì, e mi ha infastidito la sua sostituzione con Stilton senza farne una menzione, tipo "Topo Gigio è all'estero a girare un film."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà ha avuto grandissimo successo all'estero.
      A quanto pare Walt Disney (a cui lo presentarono durante un viaggio in Italia) disse "A me Topo Gigio piace per due motivi: il primo perché è indubbiamente divertente; il secondo perché è italiano... fosse stato americano avrebbe oscurato anche Topolino!"

      Elimina
    2. È un personaggio ben caratterizzato, il suo scherzare con le showgirl e presentatrici di turno era un classico.
      L'anno in cui venne sostituito con Stilton secondo me fu fatto quasi per ripicca, infatti poi è tornato allo Zecchino come niente fosse.
      Per me anche è legato allo Zecchino e ai suoi programmi satellite, diciamo. Ma mi piacevano anche le sue incursioni "altrove", come ad esempio Domenica In.

      Moz-

      Elimina
    3. Se fosse stato americano... Beh oh, la Disney può sempre comprarlo :D

      Moz-

      Elimina
    4. Infatti, ha comprato un mucchio di brand che con paperi e topi c'entrano come il TG4 con l'informazione obiettiva... 🙄

      Elimina
    5. Oddio, la Disney non è mai stata solo paperi e topi, vedi la Touchstone Pictures...^^

      Moz-

      Elimina
  4. Bellissima la sigla, fortissimo Topo Gigio, non sapevo di questa cosa giapponese però, che mi ha lasciato basito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, i giapponesi ne sanno sempre una più del 😈

      Moz-

      Elimina
  5. Celebre la leggenda metropolitana sulla sigla: molti credevano che si trattasse di un pezzo riciclato scritto originariamente per "Cristina, l'Europa siamo noi", perché la base musicale è utilizzata come colonna sonora in alcune scene del telefilm. La cosa è stata poi smentita da Alessandra Valeri Manera durante un'intervista con RadioAnimati nel 2013 (il podcast dell'intervista è reperibile su Google Podcasts, la domanda viene posta al minuto 41:02)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pietro, benvenuto!
      Yes, ricordo la questione: certo è che la base di Bentornato Topo Gigio era esistente, forse non è nemmeno l'unico caso del genere che riguarda i telefilm Fininvest... Giusto? 💪🤓

      Moz-

      Elimina
  6. Nei titoli di coda di "Topo Gigio e la guerra del missile" compare il nome di Alberto Ongaro, che sia lo stesso fumettista che ha lavorato anche in Bonelli?
    Non sapevo che ci fossero satelliti dello zecchino d'oro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, La banda dello Zecchino, Il Sabato dello Zecchino... poi tutti gli special tipo la Festa della mamma ecc... :)
      Di Ongaro proprio non so...

      Moz-

      Elimina
  7. Da piccolo ho amato molto questo cartone di Topo Gigio e anche io ho sempre riflettuto sul fatto che non è mai andato in onda sui canali Rai. Ad ogni modo, ricordo di aver passato dei bei pomeriggi in compagnia di quest'opera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero più grandicello ma era sempre qualcosa che beccavo, anche per via di fratelli e cugini più piccoli... alla fine lasci il televisore spesso acceso in attesa di quello che aspetti davvero, quindi mi beccai Topo Gigio anche io^^

      Moz-

      Elimina