[FUMETTI] Occhi di Gatto: lo scrauso anime comic di Japan Magazine


Abbiamo già visto in passato che la rivista Japan Magazine (QUI un reportage sulla sua complessa storia editoriale) non si è fatta troppi scrupoli nel proporre anime comics (ossia fumetti ricavati dalle scene di cartoons) di dubbia qualità e provenienza.
In che senso? Vi avevo mostrato il caso di Sailor Moon (QUI), con rimaneggiamento di materiale originale giapponese rimontato per creare una storia senza capo né coda.
Lo stesso avvenne tra il 2002 e il 2003 con Occhi di Gatto: sul numero 40 di JM apparve un fumetto basato sulla serie animata Cat's Eye.
Ma era assolutamente scrauso e trash nel suo essere fatto in casa: e come lo realizzarono?
Vi racconto tutto e vi mostro anche le pagine in questione...

Dal titolo Una gita al mare, introdotto da un breve "cappello", ecco questo assurdo fumetto...



Notate come spesso le inquadrature siano decentrate.
Espediente per tenere l'immagine in una vignetta standard quadrata?
Non proprio...


Innanzitutto, questo non è materiale originale giapponese, anche perché la cura di un reale anime comic sarebbe stata diversa, e avrebbe gestito lo schema della tavola in modo molto più dinamico (o molto meno statico)...


Invece, quella proposto da Japan Magazine è una semplice sequenza di fotogrammi quadrati, sei per pagina, senza badare nemmeno al ritmo narrativo.
Fotogrammi... o forse dovrei dire fotografie.


Già, l'inghippo è qui: siamo tra il 2002 e 2003 non per caso.
Comunque, questo scrauso fumetto fatto in casa può essere considerato una "riduzione" molto molto libera del sesto episodio della serie televisiva Occhi di Gatto.



Quell'episodio è però intitolato Lezione d'amore, ed è anche tra i più amati dai fan dell'opera tratta dal manga di Tsukasa Hojo.



Guardate quante poche vignette vengono dedicate al furto al museo, ossia l'elemento action che muove la banda Occhi di Gatto in ogni episodio.



E infatti, il fumettino di Japan Magazine finisce così, riprendendo sì il finale della puntata reale dell'anime, ma in modo frettoloso.
Ma se vi state chiedendo perché alcune scene siano state ribaltate, come in questo caso (segue fotogramma originale dell'episodio):




...o decentrate, come in quest'altro caso (anche qui sotto un fotogramma originale della puntata):




...la risposta è presto data: non è un caso che questo fumetto sia uscito proprio nel periodo 2002/2003, perché in quell'annata, a ora di pranzo, Italia 1 ripropose proprio tutta la serie Occhi di Gatto.
E infatti, guardate attentamente cosa hanno fatto i tipi di Japan Magazine:




Notato niente nel cerchietto azzurro?
Ebbene sì, è il logo del canale Italia 1: si legge chiaramente la "m" della scritta Mediaset.
Infatti, questo fumetto altro non è che una sequenza di fotografie ricavate da una probabile registrazione di quel passaggio televisivo della serie Occhi di Gatto!
E il fatto che le immagini siano decentrate serviva proprio a coprire il logo dell'emittente!

Occhi di Gatto
non è certo nuova a trashate del genere: ricordate il manga importato nel nostro Paese senza averne i diritti?
Una vera e propria edizione pirata con testi del tutto inventati, la analizzammo in questo articolo QUI.
Almeno, c'è da dire, per questo anime comic fatto in casa, un minimo della storia originale hanno cercato di tenerlo...
Ma se siete curiosi di sapere come stanno le cose in modo completo, eccovi il link all'episodio in questione: https://www.dailymotion.com/video/x2jvdzs!


Potrebbe interessarti anche

40 commenti:

  1. Madonna che schifo! 😆 Soprattutto il font usato per i fumetti.
    Ammazza che occhio per la M di Mediaset!
    Comunque l'episodio non me lo ricordo proprio... ed è il più amato 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh... mi ci concetrai, all'epoca.
      Infatti era molto strano come animecomic...

      Moz-

      Elimina
  2. Ma che schifezza è? E poi con il logo manco cancellato bene...La grafica delle vignette poi è pessima, persino i giornalacci porno avevano un design migliore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ma infatti... questo se la batte con quello di Sailor Moon.
      Il logo cancellato lo si nota in altre vignette... c'è qualche alterazione, non so se da pc si vede ma dal vivo, vicinissimo, si nota^^

      Moz-

      Elimina
  3. Risposte
    1. E sei sopravvissuto anche tu a tutto questo!! Yo!! :)

      Moz-

      Elimina
  4. Tralasciando le castronerie in didascalia... Polizziotti...

    RispondiElimina
  5. Mi facevano un sacco ridere queste cose fatte così... imbarazzanti e vergognose ma vabè... c'erano! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero... c'erano e per fortuna, così almeno se ne parla oggi dopo molto tempo...! Ahaha :D

      Moz-

      Elimina
  6. Notevole il "lettering", ora con qualsiasi computer lo fai 100 volte meglio :D I fumetti ricavati dalle foto alla TV ancora mi mancavano, comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, ma se ci si pensa, era una GENIALATA.

      Moz-

      Elimina
  7. Dunque le contraffazioni non ti stanno sulle balle solo se riguardano i giocattoli. Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono odiose sempre, sanno di povertà assoluta XD

      Moz-

      Elimina
  8. ahah terrificante, hanno fatto "gli screenshot"! Comunque più che un fumetto sembrano quei fotoromanzi che tanto andavano negli anni '80..più o meno la staticità è la stessa!
    Oggi hai tirato fuori veramente una chicca :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Japan Magazine non smette mai di stupire... assolutamente :D
      Sì, non hanno per nulla dinamicità: fossero delle strips, potrei capire.
      Ma così... XD

      Moz-

      Elimina
  9. Per Japan Magazine e chi l'ha creata deve bruciare all'inferno fra atroci sofferenze. Comprai un numero, forse il primo, e feci più figure di m....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha!
      Ma loro erano fatti così... non c'era molta professionalità... si salvava giusto qualche redattore e solo nell'ultimo periodo, tra interviste e retroscena.
      Altrimenti, il livello era questo... Ma senza internet, era l'unico mezzo per avere qualche immagine a buon prezzo^^

      Moz-

      Elimina
  10. Ahahahahaha ho visto quello di Sailor Moon che testo:

    Sailor "Io sono Sailor Mercury. In Melody mi trasformo"

    demone "Siete arrivate. Allora vi mando tutte e tre all'inferno"

    Sailor "Vedremo"

    demone "Mierda!! Dove sono."

    Ahahahahahahahaha ma come ha fatto a andare avanti per decenni è pazzesco che non sia fallito dal principio.
    E in un altro numero si legge che il cartone animato preferito da Micheal J. Fox era Holly e Benji, quello di Madonna Lamù e quello di Robin Williams Hello! Spank ahahahahahahahahahaahahahaha

    Firma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'articolo sulle star e i cartoon ha fatto storia!!
      Forse l'emblema del trash per quanto riguarda il mondo nerd!!!

      Moz-

      Elimina
    2. Voglio un post a tema 😍😍, con tanto di immagini! 😂😂

      Elimina
    3. Ahaha, cercherò di recuperarlo^^

      Moz-

      Elimina
  11. Mitico JM! I maghi del fumetto "pezzotto" :D Spero di leggerne/vederne altri 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, ho ancora qualche altra cosina ipertrash da mostrare^^

      Moz-

      Elimina
  12. Risposte
    1. Altrove mi hanno fatto passare come uno che non capisce un cazzo di anime e manga perché ho detto che è una porcheria :p

      Moz-

      Elimina
    2. Dove? Su Facebook?

      Ma Japan Magazine era la rivista dove nella posta dei lettori rispondeva il drago o qualcosa del genere?

      Elimina
    3. Yes, su FB XD
      Esatto, proprio quella!

      Moz-

      Elimina
  13. Onestamente non mi ricordo proprio della rivista, e diciamo che è un bene.
    Come rovinare una gran bella opera, superando addirittura la censura standard di Mediaset.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero...
      Che dire, era un modo amatoriale e casalinghissimo per avere un fumettino in quella rivista, che ha segnato comunque l'esistenza di tanti anime/manga fan^^

      Moz-

      Elimina
  14. nonostante la trashata devo dire che ho una nostalgia bestiale di japan magazine, della sua posta del drago e di riviste di quel tipo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: e pensare che oggi i magazine sono FINITI... un vero peccato.
      Fu, comunque, un ottimo periodo. Hai ragione (e benvenuta/o a bordo!)^^

      Moz-

      Elimina
    2. P.S.

      Ho scritto il messaggio sulla domanda della posta del drago prima di leggere il messaggio dell'utente anonimo.

      Elimina
    3. No prob: comunque sì, era proprio quella, la rivista^^

      Moz-

      Elimina
  15. Ahahah...dei mentecatti certe volte quelli di Mediaset...per fortuna che non paghiamo niente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, poverini? Che c'entrano... 😂

      Moz-

      Elimina
    2. C'entrano sempre, e lo sono comunque mentecatti come quelli di JM..

      Elimina
    3. No dai... tra qualche giorno Occhi di Gatto su Italia 2 senza censure^^

      Moz-

      Elimina
  16. Che tristezza, con un minimo di impegno sarebbe stata una grande rivista e invece ci toccava il fumetto pezzotto di Occhi di Gatto.

    Che poi nei primi anni 2000 le macchinette digitali o strumenti di cattura non erano molti diffusi. Chissà che metodo hanno usato per riprendere le immagini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me fermo-immagine con la pausa del videoregistratore... E foto! 😂💪

      Moz-

      Elimina

ricevere commenti fa sempre piacere, a patto che siano commenti pertinenti o che arricchiscono la discussione.
Ricorda: non è obbligatorio commentare se non si ha niente da aggiungere o se non si è nemmeno letto l'articolo! Grazie :)