[PERSONAGGI] Pippo compie 90 anni: ripercorriamone la storia

 

Il 27 maggio 1932, nel cortometraggio La rivista di Topolino, debutta Pippo.
Compie quindi 90 anni il personaggio più sbadato e involontariamente eccentrico della Disney.
Tante incarnazioni, una lunga storia, che dagli esordi a oggi descrivono le tante anime del miglior amico di Topolino!


DIPPY DAWG
Con questo nome -e con un aspetto anziano e dismesso- fa il suo debutto quello che poi sarà conosciuto come Pippo.
Inizialmente è un fastidioso disturbatore: mangia e fa rumore, disturbando le esibizioni messe su da Topolino.






Qualche mese dopo, nel settembre del '32, Pippo riappare più giovane ma sempre accreditato come Dippy Dawg: in Una festa scatenata è ormai parte del gruppo degli amici di Topolino.






GOOFY
Dopo essere apparso come cameo in una manciata di altri corti, nell'agosto 1934 acquisisce finalmente il nome ufficiale di Goofy (Pippo), nel cartoon Una serata di beneficenza.





TRIO E DUO
Dal 1935 al 1938 Pippo è utilizzato come membro del trio che forma assieme a Topolino e Paperino.
Le gag funzionano, anche grazie ai personaggi bene assortiti: esempi di questi corti sono I pulitori di orologi e l'innovativo Topolino e i fantasmi.






Quando la presenza di Topolino è ritenuta ormai superflua, Paperino e Pippo agiscono anche come duo.





NEI FUMETTI
Pippo è stato chiamato Dippy Dawg dalla prima storia in cui appare (1933) fino al 1936.
Nei comics la situazione era leggermente diversa rispetto ai corti animati, che pure erano la fonte primaria di ispirazione delle strisce.
È Paperino qui a staccarsi per primo, guadagnando una serie tutta sua: Topolino e Pippo restano a vivere avventure da soli, caratteristica che non passerà mai e che troviamo anche nelle storie attuali.
La questione del cambio di nome viene spiegata proprio in una storia a fumetti (QUI per approfondire).
Dal 1969 gli viene messa accanto una fidanzata, tale Gloria.






DA SOLO
Nel marzo del 1939 Pippo debutta in solitaria: in Pippo e Wilbur, il nostro si reca a pesca con la sua cavalletta.






LA SERIE PIPPO E...
Gli anni 40 vedono la Disney impegnare Pippo in una serie di cortometraggi: How to..., dove Pippo, stoicamente, prova a praticare con strambo successo diverse discipline (sci, sollevamento pesi, baseball, golf...).
Nel corto del 1941 The art of skiing è possibile udire il marchio di fabbrica del personaggio: il tipico urlo (Goofy Holler) che Pippo emette quando viene lanciato via o cade da grandi altezze.





SALUDOS AMIGOS
Nel 1942, il personaggio appare nel segmento El gaucho Goofy del sesto Classico Disney (QUI una retrospettiva).






GEORGE, L'UOMO COMUNE
Un mondo di tanti Pippo è ciò che la Disney mette in scena negli anni 50.
Ora è il prototipo dell'americano comune, un uomo come tanti (con moglie -che mai si vedrà in volto- e figlioletto capriccioso, tale Junior) e tutte le sfide quotidiane vissute dall'uomo moderno.
Lavoro, fumo (vedi QUI), vita notturna, motori, caccia e situazioni famigliari assortite: questa la miscela di tali cortometraggi, dove Pippo cambia nome in George Geef, perde guanti e  volte le orecchie, e si umanizza.





SCROOGE E MARLEY
Nel 1983, Pippo prende parte al mediometraggio Canto di Natale di Topolino, nel ruolo di Jacob Marley.
Socio di Scrooge, ormai defunto, è un fantasma sbadato che inciampa sulle catene delle sue colpe: anche come spettro, conserva le caratteristiche tipiche del personaggio.






SOCCERMANIA E SPORT GOOFY

Pippo nel pallone: 20 minuti per un'opera davvero particolare, che vede animato il mondo di Paperopoli prima del debutto di DuckTales (vedi QUI).
Pippo appare come commesso di un negozio sportivo, dal carattere sempre sui generis e maldestro.
Dal titolo parrebbe essere Sport Goofy (Pippo Sport), cugino pippide dell'originale; non è chiaro se invece sia Pippo stesso (vedi QUI e QUI).
Tuttavia, un Pippo Sport esiste come personaggio a sé.





IL PRINCIPE E IL POVERO
Pippo appare come cameo in Chi ha incastrato Roger Rabbit e, nel 1990, anche nel mediometraggio Il principe e il povero. Qui, assieme a Topolino e Pluto, ricopre il ruolo di un mendicante.






ECCO PIPPO!
Dal 1992, per 78 episodi (più uno speciale natalizio) è in onda Goof Troop: da noi rinominata Ecco Pippo! (debutterà nel settembre dell'anno seguente, su Canale 5: vedi foto).





In questa serie, trasmessa in syndacation iniziando dal doppio episodio in cui Pippo torna nella natia Spoonerville, abbiamo grandi cambiamenti per il personaggio.
Pippo, presumibilmente vedovo, vive col figlio undicenne e si trasferirà accanto a Gambadilegno (anche lui con famiglia: moglie e due figli). Non esattamente un buon vicinato, se non fosse per l'amicizia che lega i rispettivi pargoli, Max e P. J. (Pietro Junior).
La sigla ha un sound rap tipico dell'epoca:



           



Alla serie, una delle più amate del Disney Afternoon, seguiranno due film divertenti e commoventi, che raccontano ancora di più il rapporto tra padre e figlio: In viaggio con Pippo (1995) e Estremamente Pippo (2000), coi ragazzini ormai cresciuti.






NEI FUMETTI ITALIANI
Pippo è oggi un personaggio sempre presente nella rivista Topolino; la sua prima storia tutta italiana fu Pippo viaggiatore di commercio, del 1938.
Altre storie lo vedono impegnato con la strega Nocciola, che le prova tutte pur di dimostrargli di essere una strega reale.
Nelle opere italiane, di tanto in tanto, Pippo ha delle storie romantiche con Zenobia.






SUPER PIPPO
Nel 1965 esordisce l'alter ego supereroistico di Pippo: si tratta di Super Goof, che esordisce come Ultra Goof in una storia dove ingurgita un propellente di Archimede.
Le origini saranno poi rinarrate, rendendo canonica la storia delle particolari noccioline americane che conferiscono a Pippo superpoteri spesso assurdi.






INDIANA PIPPS
Nel 1988 debutta, inventato in Italia, Indiana Pipps.
Parodia pippesca di Indiana Jones, è cugino di Pippo e vive avventure in giro per il mondo.
In America debutta nel 1991 col nome Arizona Goof.






OGGI
Negli anni, Pippo è apparso in videogames, show televisivi e nuovi cortometraggi (come quelli, in corso, della serie Il meraviglioso mondo di Topolino, dove riacquista sembianze old-style e diventa ancora più stralunato e a tratti anche sporco).
Un cameo del Pippo della serie anni '90 lo si è avuto invece nel recente reboot di DuckTales (QUI), dove interagisce con l'amico Paperino.





LEGGI ANCHE

71 commenti:

  1. Moz, se c'era una cosa che amavo era la rivista di Topolino, ne ho collezionate tante fino a quando un giorno mio nipote se le prese tutte. Io non ero attratta tanto da Topolino ma proprio da Pippo, così sbadato, confusionario ma anche un bravo padre che a suo modo dava consigli a un figlio che per certi versi era più saggio di lui. Tante trasformazioni di Pippo le conosco solo ora con il tuo post perchè antecedenti alla mia nascita. Penso che in me ci sia un po' di Pippo, mi mancano solo le orecchie lunghe. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, un personaggio molto particolare, senza dubbio.
      Io preferisco - su tutti- Topolino, che penso sia la "normalità positiva" in un mondo di folli... Pippo lo amo nei corti How to... e in quelli dove è George, oltre che in Ecco Pippo!^^

      Moz-

      Elimina
    2. Bravo, anch'io non ho niente contro Topolino; però il mio preferito è Paperon de' Paperoni, non c'è storia. Tu hai letto la Saga?

      Elimina
    3. Eheh ovvio!!
      Sì, Scrooge spacca, bella vita avventurosa e ricca (anche di soldi, ovviamente!)^^

      Moz-

      Elimina
    4. Devo ritrovarti delle tavole che ho in mente che fanno rotolare.

      Elimina
    5. Ho dovuto scavare nei miei preziosissimi archivi:
      - https://ibb.co/B2XqZzv
      - https://ibb.co/KK4PtD2

      Elimina
    6. Aggiungo anche questa del mio amato DoubleDuck: https://ibb.co/k10S89Q

      Elimina
    7. Ehehe grandi!
      E povero Paperino...!

      Moz-

      Elimina
  2. Pippo è la spalla ideale di Topolino, l'insensatezza che compensa l'eccessiva razionalità dell'altro.
    I cartoni con Pippo tipo "uomo medio" sono deliziosi, li rivedo sempre con piacere anche se sono datati.
    Non so se riuscirei a rivedere con lo stesso spirito quelli più recenti in cui suo figlio e il figlio di Gambadilegno sono amici, hanno uno stile troppo buonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo nella serie anni '90 i problemi da affrontare non sono quelli, più cinici e a volte scorretti, dei cartoons con George (che adoro)...!
      Vero, Pippo è irrazionalissimo XD

      Moz-

      Elimina
  3. Bello rileggerne la storia, come sempre ben documentata da te. Pippo è il mio personaggio preferito Disney; da piccolo non andavo a dormire se non mettevo prima a letto il mio pupazzetto che lo raffigurava. Insieme a Paperino è l'unico personaggio che amo della Disney. Lui e il papero sono davvero due spalle perfette per le avventure di Topolino...un personaggio che non ho mai sopportato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece, pensa, adoro Topolino... perché rappresenta una normalità positiva!
      Tutti pensano che sia saccente e intelligente, invece lui brilla solo perché i suoi due amici sono un idiota irascibile (Paperino) e un deficiente irrazionale (Pippo)! XD
      Però ovviamente li adoro tutti!

      Moz-

      Elimina
    2. eheh finalmente siamo in disaccordo su qualcosa. Tu adori Topolino mentre io lo detesto. Di sicuro entrambi amiamo tutti i personaggi; per la "squadra" tifiamo entrambi ;)

      Elimina
    3. Ehehe sì! Ci sta, Topolino non è amato da molti, io lo adoro proprio perché è normalissimo^^

      Moz-

      Elimina
  4. Tanti auguri alla mia identità virtuale di tantissimi post, perlopiù passati 🙂 (su un forum sono apparso più recentemente nella versione evoluta "superpippo" 😄, ma ho usato anche "indiana pipps" a volte ...)
    il Pippo che preferisco è quello semplice, che fa coppia con Topolino nei fumetti, a volte -ma non necessariamente- con un'indagine da risolvere.... Carine anche le storie più corali in cui si aggiungono Clarabella, Orazione e Minni, di solito in casa di quest'ultima 🙂
    Ho adorato un sacco anche In viaggio con Pippo , visto e rivisto...."il grande lancio", "gorgonzola spraaaaay", il tormentone "le uova, le uovaaaa" 😄😄😄😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In viaggio con Pippo è un gran bel film! :D
      Indiana Pipps mi piace, con Topolino all'avventura!
      Non sapevo del tuo avatar pippide...!

      Moz-

      Elimina
    2. Avatar + nickname... Mi ero proprio identificato con il personaggio🙂...anche se talvolta la cosa ha prestato il fianco a battute poco carine, "pippo" in italiano ha anche un altro significato...

      Elimina
    3. Oddio, io conoscevo... pippa XD

      Moz-

      Elimina
  5. Risposte
    1. Pensavo avessi scritto Orazione di proposito XD

      Moz-

      Elimina
  6. Bellissimo Ecco Pippo e le due pellicole, per un personaggio davvero inimitabile ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, la serie è una delle migliori cose disneyane (film inclusi, ovvio!)^^

      Moz-

      Elimina
  7. Uno dei personaggi più umiliati dei fumetti: insultato, preso per scemo, ingannato..., per la sola "colpa" di essere ingenuo e "alla buona". Un canovaccio che dopo un po' sinceramente scoccia, infatti non a caso nei cartoni animati gli hanno creato più sfaccettature.
    In una storia a fumetti, peraltro, lui Paperino e Pluto, nel corso di un pic nic, restano prigionieri in una dimensione aliena e sostituiti da dei cloni/doppelganger che prendono il loro posto.
    Del suo repertorio fumettistico, segnalo la saga "I mercoledì di Pippo" in cui legge a Topolino strampalati romanzi di vario genere (con lui protagonista e Topolino assistente) e la storia "Pippo e i parastinchi di Olimpia" di Romano Scarpa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I mercoledì di Pippo era divertente!!
      Sì, vero che viene umiliato, ma pure lui... è un deficiente XD
      Come fa Topolino a stargli pure appresso, non lo so...

      Moz-

      Elimina
    2. Ha compassione di lui sa che non ce la può fare da solo ecco perché lo vede come il fratello piccolo un bambinone da proteggere che nella sua ingenuità e stupidità gli e ci fa capire i lati bambineschi e divertenti della vita, ci e gli dà molto ridere e piacere sa che è sempre bello e soddisfacente starci assieme.
      Pippo è un angelo-giullare!

      Elimina
    3. Nella storia "Topolino e le dolcezze di Natale" sempre di Scarpa Babbo Natale mostra a Topolino che fine squallida avrebbero fatto i suoi amici senza di lui specialmente Pippo, senza il suo aiuto Pippo non c'è l'avrebbe fatta e sarebbe stato un senzatetto a dormire sulla panchina al parco e così ce lo mostrano.
      Babbo Natale gli fa capire che il suo ruolo è fondamentalmente per la buona vita di tutti a Topolinia, Topolino è la bilancia e la guida di tutti.

      Elimina
    4. Vero, Topolino è la normalità che lega tutti gli altri, spesso eccentrici o umanamente assurdi...

      Moz-

      Elimina
    5. Beh forse quello più normale è Orazio: ha un lavoro stabile e non presenta nessuna mania comportamentale :)

      Elimina
    6. Non ha nessuna particolarità che lo fa spiccare ed essere simpatico.

      Elimina
    7. Diciamo che è normale in coppia.

      Moz-

      Elimina
  8. Auguri Pippo! e 90 di questi giorni! :D

    RispondiElimina
  9. Pippo è sempre stato il mio topolinese preferito :3 a prescindere dalla versione di cui si parla!
    Adoro il Pippo dei fumetti italiani che negli anni si è evoluto sempre di più come personaggio: da completo idiota (tanto da far arrabbiare più volte lo stesso Topolino) delle prime storie negli anni è diventato un personaggio sì infantile e ingenuo ma anche sempre più intelligente, saggio, determinato, tanto che in più di un occasione è lui l’eroe della situazione e non solo per atti di coraggio ma anche per perle di saggezza che distribuisce in più di un occasione, mostrandosi molto intelligente (a differenza di Paperoga, spesso definito il suo corrispettivo papero ma Pippo ormai è chiaramente da considerarsi più intelligente e molto meno svampito/distruttivo). Adoro le storie che ruotano intorno a Pippo e i suoi mille miliardi e più di parenti o i cimeli della sua soffitta delle meraviglie X4 e adoro i Mercoledì di Pippo, è un peccato che ne abbiano fatte così poche di storie in fondo. E ovviamente, da arcifan dei supereroi, adoro Super Pippo! Mi dispiace che non abbia avuto lo stesso successo di Paperinik ma del resto lo capisco, visto che, per esempio, non vorrei un reboot più serio di Super Pippo come Pikappa: snaturerebbe il personaggio! Anche se la storia fanmade crossover PK-Super Pippo che lessi su Facebook era molto bella. Adoro anche i personaggi legati a Pippo, soprattutto Indiana Pipps, un altro dei miei personaggi preferiti! Lui sì che meriterebbe una testata a sé un po’ più “seria” sul modello di PK e Mickey Magazine. A proposito, qualcun altro si ricorda il mitico Pipwolf di X-Mickey?
    Alcune delle mie storie preferite di Topolino vedono Pippo protagonista come La Spada di Ghiaccio o I Signori della Galassia. Per non parlare della mitica e bellissima serie Le Cronache della Frontiera che ci ha dato il Pippo più serio di sempre, un Pippo fuori dagli schemi, che addirittura passa al lato oscuro per un periodo… mossa veramente audace, una delle ragioni per cui adoro quella storia che meriterebbe un articolo a parte (se già non me lo sono perso). Pippo si presta molto bene anche alle parodie come Il Pippo Furioso o Il Visconte Dimezzato. O quando ha interpretato Panoramix (proprio lui XD) nella parodia di Asterix!
    Riguardo all’animazione: sempre adorati i corti narrativi di Pippo con il narratore che spiega come fare l’attività di turno e Pippo che puntualmente sbaglia tutto XD il mio preferito è Caccia alla Tigre! E come scordarsi il mitico urlo di Pippo! Il suono più memorabile della storia del cinema!
    Pur amando il Canto di Natale di Topolino alla follia, ho sempre trovato Pippo fuori posto come Jacob Marley. Ci sarebbero stati molto meglio Famedoro o Rockerduck.
    Ecco Pippo è una delle mie serie Disney preferite (da piccolo mi piaceva perfino più di Ducktales) ma i film mi hanno sempre deluso. Animati benissimo (il secondo un po’ meno) ma Max cresciuto è insopportabile.. si rifa nella serie di House of Mouse per fortuna! Cionostante, aspetto ancora che Powerglide rilasci un CD completo!
    Infine, come non citare il Pippo che ti accompagna per (quasi) tutta la saga di Kingdom Hearts! Un compagno leale e affidabile (a differenza di Paperino XD) che è stato scelto perfettamente per fare un trio di protagonisti memorabili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'era una magazine con le storie di Pipps (e non solo): lo vedremo presto^^
      Vero per Max, ma a me è piaciuto che sia cresciuto un po'.
      Era lo stesso concetto di Quack Pack! :D
      Vero, Pippo è passato da essere uno sbadato deficiente a quell'amico con i pensieri laterali che fa cose tutte sue.
      A volte però è davvero irritante, inoltre mi ha SEMPRE dato impressione di sporco (e se vedi gli ultimissimi cortometraggi, lì è sporco davvero) :O

      Moz-

      Elimina
    2. Tutti sembrano sporchi nei nuovi abominevoli cortometraggi, li evito apposta!
      Siccome i nostri fumetti sono sempre stati a comodo dell'autore di turno, tracciare un vero profilo psicologico per i personaggi è molto difficile. A seconda di chi scrive la storia, Pippo può sembrare di nuovo un idiota oppure un personaggio giudizioso, tenace e in grado di risolvere la situazione meglio degli altri. Però una costante è che Pippo è del tutto innocente e questo lo porta a vedere/trovare sempre il meglio nelle situazioni e nelle persone e questo mi è sempre piaciuto di lui. Comunque anche quando Pippo combina guai risolve sempre tutto, laddove Paperoga finisce sempre col farsi inseguire XD
      Quack Pack lo ricordo poco, non mi era piaciuto granché, ma sono d'accordo quando dici che è bello che abbiano fatto crescere i personaggi (e nel caso dei nipotini che li abbiano differenziati un po' finalmente) infatti non era l'idea in sé il problema, mi è piaciuto il Max di House of Mouse come detto.
      Non ricordo un magazine dedicato a Indiana Pipps, per cui mi hai molto incuriosito X4
      Un altra caratteristica di Pippo e affini è l'essere dei gran dongiovanni. Del resto, se i pippi sono diffusi in tutto il mondo un motivo ci sarà LOL

      Elimina
    3. Io li adoro i nuovi corti!! Giuro, sono fantastici: solo Pippo sembra sporco, anzi lo è proprio.
      Vero comunque che Pippo è colui che ragiona lateralmente e trova delle situazioni.
      Il magazine non era dedicato a Pipps ma all'avventura in sé... e ovviamente aveva storia di Indiana.
      Sì, anche io sono contento che i paperini siano cresciuti un poco...

      Moz-

      Elimina
    4. Alcune volte che mi è capitato di chattare con donne americane usando il nickname "indiana pipps", è capitato che mi chiedessero se scrivessi dall'Indiana, lo stato degli USA 🙂... Allora ho dovuto spiegare che si tratta di un character dei nostri comics, "cousin of goofy" 😎😎😄

      Elimina
    5. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA che ti hanno detto a proposito?

      Elimina
    6. Indiana Pipps è chiamato Arizona Goof in inglese, probabilmente per non rischiare accuse di plagio. Oggi non sarebbe più un problema visto che la Disney ha comprato la Lucasfilm e Indiana Jones X4 comunque il caso peggiore per me è Paperinik che diventa Duck Avenger. Non rende per niente ma del resto era intraducibile.

      Elimina
    7. Indiana Goofs dovrebbe essere, per renderlo comunque "Jones"... Vero per Paperinik, il fatto è che loro non sanno chi sia Diabolik...

      Moz-

      Elimina
    8. E anche se lo sapessero Donaldik suona malissimo XD almeno nel videogioco erano riusciti a giustificare il nome Pikappa anche in inglese

      Elimina
    9. Ah, come hanno fatto? 😲

      Moz-

      Elimina
    10. @anonimo
      Mah, probabilmente solo un "nice" come risposta...la tipica freddezza anglosassone...🤷🏻‍♂️

      Elimina
    11. Forse non conoscevano nemmeno Pippo in sé... 😂💪

      Moz-

      Elimina
    12. @Miki: nel videogioco Chi è PK? il nome Pikappa viene detto essere l'abbreviazione di Platyrinchus Kineticus che in latino significa "Papero Energetico". Così sono riusciti a far sì che il nome PK potesse essere mantenuto anche dove non si usa il nome Paperinik X4

      Elimina
    13. Pensa tu!! Il latino salva tutto 👍🤓

      Moz-

      Elimina
  10. Ho amato poco questo personaggio, rispetto agli altri. Eppure in tante storie se non ci fosse stato Pippo, la differenza si sarebbe notata eccome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, comunque contribuisce all'equilibrio disneyano^^

      Moz-

      Elimina
  11. E un saluto anche a tutti i suoi bis-bis-bis...

    RispondiElimina
  12. Imperdonabile mio errore nel citare le storie migliori su Pippo: la saga della spada di ghiaccio! 💪

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che errore direi dimenticanza 😉

      Elimina
    2. Storie semplicemente fantastiche! Specie per chi come me è appassionato di mitologia nordeuropea (non si capiva dal mio nick? XD). E dove Pippo è il vero eroe trionfatore.

      Elimina
    3. Errore mio nel commentare da smartphone che dopo poche parole devo andare alla cieca: la frase voleva essere "Imperdonabile mio errore nel citare le storie migliori su Pippo dimenticare la saga della spada di ghiaccio!"

      Elimina
    4. Eh lo so, non poteva essere una lista completa... :)

      Moz-

      Elimina
  13. nella storia del 1942 topolino e il mistero delle collane e stato determinante a risolvere il caso perche grazie alla sua intelligenza (idiozia ) non puo essere ipnotizzato
    bru sil

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ogni tanto le sue doti non brillanti servono a qualcosa XD

      Moz-

      Elimina
  14. Quanti ricordi di infanzia con Superpippo e Indiana Pipps!
    invece i disegni ultimamente sono veramente peggiorati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni bravi disegnatori ci sono, forse non c'è la magia delle storie del passato...

      Moz-

      Elimina
  15. Tra i 3 ho sempre adorato Paperino, sia Topolino che Pippo non mi fanno impazzire, però di quest'ultimo ho adorato "Ecco Pippo" ed "In viaggio con Pippo".
    Un personaggio del genere in un contesto diciamo "atipico" (quello del papà) ha funzionato molto meglio di tanti altri personaggi dei cartoni (e anime, quando è presente), pur essendo "sciocco" era meglio di tanti personaggi "perfetti" (vero Gendō ? :D ) ed in un modo o nell'altro riusciva comunque a mettersi d'accordo con il figlio.

    Caio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, infatti adoravo il rapporto genitore-figlio che si creava, specie con Max che spesso tollerava poco la sbadataggine del padre...

      Moz-

      Elimina
  16. Gran Bel post Miki, chi nella sua infanzia e giovinezza non ha avuto a che fare coi Topolini di Disney con Topolinia, con Topolino, Pippo, Pluto & C. Sono un vero classico. Certo che 90 anni sono un'anniversario molto molto importante. Le storie di Topolino Pippo e Paperino più vecchie, quelle che apparivano sui topolini di grande formato o addiritttura quelli sul formato giornale credo che abbiano un quid in più,
    un pizzico di magia che quelle più nuove hanno un pò perso, ma alcune storie erano abbastanza buone anche negli anni '60 e '70 forse anche inizio '80 (dopo quelle date io non ho più comprato topolini) ma le storie che vedevano lavorare Super Pippo o la società di investigazione privata composta da Topolino Pippo e Paperino son rimaste nella mia memoria di bambina fino ad oggi. Un saluto e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te e... buona settimana :)
      Sì, forse la magia è stata persa e penso di sapere anche cosa sia: quel senso di vintage che permeava la storie più vecchie, un vintage eterno.
      Oggi le storie non sono male (anzi, ce ne sono di eccellenti, saghe bellissime) ma è chiaro che molte cose sono cambiate e non si torna al passato...^^

      Moz-

      Elimina
  17. Il tempo ha fatto solo bene a questo pippide. È veramente incredibile la capacità di trasformazione dei personaggi Disney nei contesti più disparati, degli attori di carta... in qualche modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, a dimostrazione che le cose hanno anche bisogno di "decantare" per trovare la loro quadra! 🤓💪

      Moz-

      Elimina